©

Il Viandante

in rete dal 1996


Se ti siamo stati utili effettua una
Nuova Ricerca

ANNO 1949
MAGGIO
STORIA e POLITICA RELIGIONE e FILOSOFIA ARTE Bancarella Libri usati
Cosa Nostra
SCIENZE ECONOMIA LETTERE e TEATRO CINEMA

Papa Pio XII
(1939-58)

- responsabile dell'Entità: card. P. Fumasoni Biondi.

Tra il 1949 e il 1950 (anche se non è sicuro che la partecipazione di Guisan sia stata ordinata dall'Entità o fu una sua iniziativa) Guisan (Henri o Stefan) ha contatti con i servizi segreti di diversi paesi, tra cui quelli argentini, per offrire le prestazioni di esperti specializzati nello sviluppo di missili che avevano lavorato con Werner von Braun.
Guisan
vende i piani dei V-3, successori dei famosi V-2, ma Perón non vuole pagare un prezzo così alto per lo sviluppo degli armamenti. L'informazione viene trasmessa ai servizi segreti del Vaticano, che trovano in quello sudafricano un governo disposto a finanziare la fuga di diversi scienziati rimasti intrappolati nel settore russo della Germania. [Durante la seconda guerra mondiale Henri Guisan, figlio del generale Guisan, comandante dell'esercito svizzero, accusato di simpatizzare per il regime nazista prima della guerra, e cugino di padre Stefan Guisan, aveva avuto contatti con il capitano delle Waffen-SS, Wilhelm Eggen, l'ufficiale tedesco incaricato di acquistare legna in Svizzera. Egli era membro del consiglio di amministrazione dell'azienda di legnami Extroc, che ottenne la concessione della fornitura di legno per i campi di concentramento di Dachau e Orianenburg fino al 1944. Henri Guisan presentò Roger Mason, capo dei servizi segreti elvetici, a Wilhelm Eggen (anche se altre fonti affermano che era stato suo cugino Stefan Guisan a organizzare l'incontro nel castello di Wolfsburg).]


ONU
[Organizzazione delle nazioni unite]

1949
segr.gen.: Trygve Lie (1946 feb - mar 1953);
Maggio
-

NATO
(North Atlantic Treaty Organization)
Organizzazione del patto
del Nord Atlantico

1949
Maggio

-

Consiglio d'Europa

1949
Maggio
5
, col trattato di Londra viene fondata questa organizzazione supernazionale, con sede a Strasburgo, fra dieci stati europei:
- Belgio
- Danimarca
- Francia
- Italia
- Irlanda
- Lussemburgo
- Norvegia
, Paesi Bassi
- Regno Unito
- Svezia
a cui si aggiungeranno:
Grecia (ritiratasi nel 1969 ma poi riammessa dopo la caduta del regime dei colonnelli), Turchia, Islanda, Repubblica Federale Tedesca, Austria, Cipro, Svizzera, Malta
1950, tra gli accordi più importanti è da segnalare la «Convenzione europea dei diritti dell'uomo» da cui la "carta sociale europea".

Mossad
[Istituto per l'intelligence e servizi speciali israeliano] 1949, dicembre, il primo ministro israeliano David Ben-Gurion fonda questa agenzia d'intelligence di cui solo l'identità del direttore, secondo la legge israeliana, può essere rivelato;
con quartiere generale a Tel Aviv e preposta alla difesa della sicurezza nazionale, opera fuori dai confini israeliani nel campo della lotta al terrorismo di matrice islamica e nell'ambito della raccolta di informazioni segrete di interesse statale;
altre agenzie di intelligence sono lo Shin Bet, competente per la sicurezza interna dello stato e il controspionaggio, e l'Aman, responsabile per la raccolta e l'analisi delle informazioni a carattere militare.
«segue 1960»





1949
Maggio
Schweizerische Eidgenossenschaf
Confédération suisse
Confederazione svizzera
[Repubblica federale]
- Presidente
-
- Primo ministro
-
-

1949
Maggio

-


1949
Maggio
Fürstentum Liechtenstein
[Monarchia costituzionale]
Francesco Giuseppe II
Albero genealogico
(1906 - 1989)
figlio di
1938-89
, principe di Liechtenstein;
[il FBP (Partito borghese del progresso), centrodestra, è al potere dal 1928]


1949
Maggio

-



1949
Maggio
Republik Osterreich
- Presidente
Karl Renner
(1945 20 dic - 31 dic 1950)
[SPÖ, Partito socialdemocratico]
- Cancelliere
Leopold Figl
(1945 20 dic - 2 apr 1953)
[ÖVP, Partito popolare austriaco]
-

1949
Maggio

-

 



1949
Maggio
GERMANIA
Entro le 4 zone di occupazione si trovano ora 17 Stati:
- USA: Baviera, Assia, Württemberg-Baden, Brema (dal 1/4/1947)
- Regno Unito: Renania Settentrionale-Vestfalia, Bassa Sassonia, Schleswig-Holstein, Amburgo, Brema (sino al 1/4/1947)
- Francia: Württemberg-Hohenzollern, Renania-Palatinato, Baden
- URSS: Sassonia, Sassonia-Anhalt, Turingia, Brandeburgo, Meclemburgo
Berlino inizialmente è sottoposta ad uno statuto speciale.
[Nel 1952 , Nel 1957 Nel 1990 ]

1949
Maggio
5, le conversazioni segrete, nell'ambito dell'ONU, tra il delegato sovietico Malik e quello americano Jessup giungono a una conclusione e la notizia viene data con un comunicato emesso contemporaneamente dalle quattro potenze:
«I governi di Francia, dell'Unione Sovietica, del Regno Unito e degli Stati Uniti hanno raggiunto l'accordo seguente:
a) tutte le restrizioni imposte dall'Unione Sovietica a datare dal 1° marzo 1948 sulle comunicazioni, i trasporti e gli scambi tra Berlino e le zone occidentali della Germania nonché tra la zona orientale e le zone occidentali saranno abolite il 12 maggio 1949;
b) tutte le restrizioni imposte dai governi di Francia, Regno Unito e Stati Uniti o da uno qualsiasi di essi a datare dal 18 marzo 1949 sulle comunicazioni, i trasporti, gli scambi tra Berlino e la zona orientale della Germania saranno anche esse abolite il 12 maggio 1949;
c) undici giorni dopo l'abolizione delle restrizioni di cui sopra, e cioè il 23 maggio 1949, sarà convocato a Parigi il Consiglio dei ministri degli Esteri per esaminare le questioni relative alla Germania e i problemi connessi con la situazione di Berlino, ivi compresa la questione della valuta in Berlino
».
12, fine del "blocco di Berlino";
[Si conclude così anche il ponte aereo, anche se lo smontaggio di una così grossa e complessa organizzazione non potrà avvenire che progressivamente, concludendosi soltanto alla fine del mese di settembre 1949.
Sono state trasportate, complessivamente, 2.323.738 tonnellate di merce.
Finito il blocco, anche il comandante americano in Germania, gen. Lucius Clay, rientra in patria.]
23, nelle zone occupate dalle potenze occidentali prende vita la BRD (Bundesrepublik Deutschland - Repubblica Federale Tedesca);
dopo l'approvazione della Costituzione tedesca, vengono formate le istituzioni della Repubblica: viene eletto il primo Bundestag, con il presidente Th. Heuss del FDP (Partito liberaldemocratico) e cancelliere K. Adenauer della CDU (Unione cristiano-democratica);
[Si precisa che la sovranità della repubblica rimarrà limitata dallo statuto di occupazione fino al 1955.]
Lo stesso giorno inizia a Parigi la Conferenza dei quattro ministri degli Esteri:
- Stati Uniti, D.G. Acheson,
- Regno Unito, E. Bevin,
- Francia, R. Schuman,
- Unione Sovietica, A.J. Visinskij,
per la preparazione dei trattati di pace con la Germania e l'Austria; la riunione si conclude con un nulla di fatto ma una cosa appare certa: la riunificazione economica e politica della Germania è definitivamente tramontata;
[I buoni propositi di Potsdam sono andati completamente perduti e nella storia dell'Europa vi saranno d'ora in poi due Germanie, ciascuna legata a uno dei due blocchi.]
30, Berlino, nella zona sovietica il Congresso del popolo approva una costituzione «per una Germania democratica e indivisibile»;
[Documento che porterà il 7 ottobre prossimo alla nascita della DDR (Repubblica Democratica Tedesca).

Francoforte, John J. McCloy assume la carica di alto commissario statunitense, ereditando così tutti i poteri del gen. Lucius Clay.




1949
Maggio
Royaume de Belgique
Konikrijk België

Leopoldo III

Albero genealogico

(1901 - ?)
figlio di Alberto I e di Elisabetta di Baviera;
1934-51, re dei belgi;

Primo ministro
Spaak
(1947 - 1949)
Gaston Eyskens
(1949 - 1950)
Ministro delle finanze
Gaston Eyskens
(1947 - 1949)
-

1949
Maggio
4
, la Camera dei deputati ratifica il Patto atlantico;

 




1949
Maggio
Koninkrijk der Nederlanden
[Regno dei Paesi Bassi]

Giuliana

Albero genealogico

(l'Aia 1909 - ?)
figlia di Guglielmina regina dei Paesi Bassi e del principe consorte Enrico di Meclemburgo-Schwerin;
1937, sposa il principe Bernardo di Lippe-Biesterfeld;
1948-80, regina dei Paesi Bassi;
[dopo l'abdicazione della madre]


Primo ministro
Willem Drees
(1948 - 1958)
[Partito socialista (SDAP)]

1949
Maggio

-

 



1949
Maggio
Grousherzogden Lezebuurg
Grand-Duché de Luxemburg

Charlotte di Nassau-Weilburg

Albero genealogico

(1896 - ?)
figlia di Guglielmo IV e di Maria Anna di Portogallo;
1919-64, duchessa di Nassau;
1919-64, granduchessa di Lussemburgo;
[dal 1919 il paese ha una costituzione democratica]

1949
Maggio
31
, la Camera dei deputati ratifica il Patto atlantico;

 



1949
Maggio
Kongeriget Danmark
[Regno di Danimarca]
Federico IX
Albero genealogico

(? - ?)
figlio di Cristiano X e di Alessandrina di Mecklenburg;
1947-72, re di Danimarca;

1949
Maggio

-




1949
Maggio
REPUBBLICA d'ISLANDA
[dal 17 giugno 1944]
Presidente
-
Primo ministro
-
1949
Maggio

-


1949
Maggio
Kongeriket Norge
[Regno di Norvegia]
[dal 1905]
Haakon VII
Albero genealogico

principe Carlo (? - ?)
figlio di Federico VIII re di Danimarca e di Luisa di Svezia;
1905-57
, re di Norvegia;

Primo ministro
Einar Gerhardsen
(1945 - 1951)
[leader del Partito laburista]
[il Partito laburista è al potere dal 1935]

1949
Maggio

-
il paese aderisce al patto atlantico, rifiutando però di accogliere basi straniere sul proprio territorio;
con il rafforzamento del Partito laburista vengono nazionalizzate le miniere e le industrie elettriche, ed è avviata una politica di piano;

 

 



1949
Maggio
Konungariket Sverige
[Regno di Svezia]
Gustavo V
Albero genealogico

(Stoccolma, castello di Drottningholm 16 giugno 1858 – Stoccolma, 29 ottobre 1950)
figlio di Oscar II e di Sofia di Nassau;
1907-50, re di Svezia;
osserva correttamente le regole del sistema parlamentare;

Primo ministro
Tage Fritiof Erlander
(1946 - 1969)
[Partito socialdemocratico]
1949
Maggio

il paese rifiuta di aderire al patto atlantico;


1949
Maggio
Suomen Tasavalta
Republiken Finland
[Repubblica di Finlandia]
Presidente
-
Primo ministro
K.A. Fagerholm
(1948-50)
[Partito socialdemocratico]
Ministro dell'interno
Urho Kaleva Kekkonen
(1948-49)
[Partito dei contadini]
[prevalenza dei partiti di centrodestra ma anche una forte presenza comunista]

1949
Maggio

pur mantenendo in politica estera un indirizzo di equidistanza fra i blocchi, tra il 1948 e il 1955 viene conclusa una serie di trattati di amicizia e di cooperazione con l'URSS;

Tre domenicani francesi si stabiliscono a Helsinki, dove fondano (1950) uno "Studium Catholicum".

 





1949
Maggio
Repubblica Popolare Federativa
di Jugoslavia

[Federativna Narodna Republika Jugoslavija]
(dal 29 Novembre 1945)
- Presidente dell'assemblea federale:
-
- Vicepresidente del governo federale:
Milovan Gilas
(1945-54)
- Vicepresidente del consiglio:
Edvard Kardeij
(1946-63)
- Ministro degli esteri:
- Ministro degli interni e della sicurezza
Alexander Rankovic
(? - ?)

1949
Maggio
31
, Belgrado riceve una requisitoria dall'Unione Sovietica contro la politica di Tito;

 

 

6 REPUBBLICHE POPOLARI
SLOVENIA - cap. Lubiana

1949
Maggio

-

 

CROAZIA - cap. Zagabria
1949
Maggio

-
SERBIA - cap. Belgrado
1949
Maggio

-
Vojvodina - capol. Novi Sad
[Provincia autonoma, dal settembre 1945, con la sua forte minoranza ungherese.]
1949
Maggio

-
Kosovo-Metohija - capol. Pristina
[o "Kosmet", Territorio autonomo (autonoma oblast), dal settembre 1945]
1949
Maggio

-
BOSNIA-ERZEGOVINA - cap. Sarajevo
1949-53: nel carcere di Bilece (vecchia caserma austroungarica adattata a lager) vengono rinchiusi 3567 detenuti politici Kominformisti, rimasti fedeli a Mosca dopo la rottura tra Tito e Stalin. Un centinaio muore sotto le torture o si toglie la vita. Uno soltanto riesce ad evadere.]
1949
Maggio

-
MONTENEGRO - cap. Podgorica-Titograd
1949
Maggio

-
MACEDONIA - cap. Skoplje
1949
Maggio

-


1949
Maggio
Presidente
Enver Hoxha
(1946 - 1982)

1949
Maggio

-

 



1949
Maggio
REGNO di GRECIA
(1935 - 1947)

Paolo I

Albero genealogico

(Atene 1901 - 1964)
terzo figlio di Costantino I re di Grecia e di Sofia di Hohenzollern;
vive per lungo tempo all'estero a causa delle travagliate vicende della monarchia greca;
1935, in seguito alla restaurazione monarchica, fa ritorno in patria divenendo principe della corona;
1938, sposa Federica di Brunswick;
1940-45, ufficiale di marina durante la seconda guerra mondiale, ripara all'estero dopo l'occupazione del paese a opera delle truppe italo-tedesche;
1947-64, re di Grecia;
[1° aprile, salito al trono alla morte del fratello.]

- da settembre 1946 c'è la guerra civile -


-
-
1949
Maggio

-


1949
Maggio
REPUBBLICA di TURCHIA
(novembre 1923)
[dal 1925 la shari'a (vecchia legge religiosa islamica) è stata sostituita dai moderni codici, modellati su quelli europei.]
Presidente
della Repubblica
Ismet Inönü
(1938 - 1950)
Primo ministro
?
(1938 - ?)
-
Partito repubblicano del popolo
[partito unico]
[alcune personalità uscite dal Partito repubblicano del popolo hanno fondato il Partito democratico che Ismet Inönü preferisce tollerare per non inasprire i contrasti]
1949
Maggio

-
il governo permette l'istruzione cristiana nelle scuole;




1949
Maggio
U.R.S.S.
(Unione delle repubbliche sovietiche: Russia, Ucraina, Bielorussia e Transcaucasia)
Segretario generale del PCUS
Stalin
(1922 apr - 1953)
[Il PCUS (Partito comunista dell'Unione Sovietica), partito unico, ha un ruolo dirigente.]
MVD
(?)
[Ministero per gli affari interni]
Ministro
col. S.N. Kruglov
(1946 mar - ?)
MGB
(?)
[Ministero per la sicurezza dello stato]
Ministro
col. V.N. Merkulov
(1941 feb - ?)
[con funzioni specifiche di polizia politica]
da dicembre 1944 un decreto del Cremlino ha istituito un nuovo Dipartimento Speciale dandone il controllo a G.M. Malenkov; il suo compito è di impadronirsi, per mezzo di commandos speciali, di tutta l'attrezzatura militare industriale e scientifica che potrebbe essere di qualche utilità all'URSS e che sarà confiscata a titolo di riparazioni di guerra.
RUSSIA
(Repubblica Socialista Federativa Sovietica)
(capitale: Mosca)
Patriarca di Mosca
Alexej
(1944 set - ?)

1949
Maggio
31
, l'Unione Sovietica indirizza a Belgrado una requisitoria contro la politica di Tito;

 

Repubblica della Ceceno-Inguscezia
(repubblica autonoma all'interno della Repubblica Russa)
1949
Maggio

-
1944, repubblica autonoma creata nel 1936 all'interno della Repubblica Russa, viene ora disciolta;
[sarà ricostituita nel 1957.]

BIELORUSSIA
(Repubblica Socialista Federativa Sovietica)
(Beloruskaja SSR - capitale: Minsk)
presidente della repubblica
-
1949
Maggio

-
UCRAINA
(Repubblica Socialista Federativa Sovietica)
(capitale: Kijev)
presidente della repubblica
-

1949
Maggio

-

 

TRANSCAUCASIA
(Repubblica Socialista Federativa Sovietica)
Azerbaigian
(Repubblica federativa - capitale: Baku)
presidente della repubblica
-
1949
Maggio

-
- Nagorno-Karabah (provincia autonoma)
- Nahicevan (repubblica autonoma)
Repubblica Socialista Georgiana
(Repubblica federativa - capitale: Tbilisi)
presidente della repubblica
Noé Jordania
(1918 - ?)
1949
Maggio

-

- Adzaristan (repubblica autonoma)
- Abhasia (repubblica autonoma)
- Ossezia Meridionale (provincia autonoma)
Repubblica autonoma di Armenia
(Repubblica socialista - capitale: Jerevan)
presidente della repubblica
-

1949
Maggio

-

a


 
1949
Maggio
Repubblica Socialista Sovietica
di Estonia
Presidente
?
(? - ?)
Primo Ministro
?
(? - ?)
1949
Maggio

-
 
1949
Maggio
Repubblica Socialista Sovietica
di Lettonia
Presidente
?
(? - ?)
Primo Ministro
?
(? - ?)
1949
Maggio

-
 
1949
Maggio
Repubblica Socialista Sovietica
di Lituania
Presidente
?
(? - ?)
Primo Ministro
?
(? - ?)
1949
Maggio

-

1949
Maggio
Repubblica Democratica Tedesca
(DDR)
Entro la zona di occupazione sovietica si trovano ora 5 Stati:
Sassonia, Sassonia-Anhalt, Turingia, Brandeburgo, Meclemburgo
Berlino inizialmente è sottoposta ad uno statuto speciale.
Presidente
Primo Ministro

1949
Maggio
15
-16, Elezioni per il III Congresso del Consiglio Popolare Tedesco:
- SED: 90 seggi,
- CDU: 45 seggi,
- LPD: 45 seggi,
- 2 nuovi partiti paracomunisti: 15 seggi ciascuno,
- Organizzazioni dimassa: 12 seggi;
- ecc;
30, il Volksrat ratifica la Costituzione (144 articoli);



 

1949
Maggio
Governo polacco
in esilio a Londra
Presidente
August Zaleski
(1947 9 giu - 7 apr 1972)
Primo ministro
Tadeusz Tomaszewski
(1949 7 apr - 25 set 1950)
 
 
1949
Maggio
Presidente
B. Bierut
(1947 5 feb - 20 nov 1952)
Primo ministro
Józef Cyrankiewicz
(1947 6 feb - 22 lug 1952)
Ministro della Difesa
nonché comandante in capo dell'esercito
-
Segretario generale del Poup
B. Bierut
(1948 22 dic - 12 mar 1956)
Pubblica Amministrazione
Wladislaw Wolski
(1946 - ?)
Poup (Partito operaio unificato polacco)
[PZPR (Polska Zjednoczona Partia Robotnicza)]
(1948 15 dic - 29 gen 1990)

1949
Maggio

-







1949
Maggio
REPUBBLICA di CECOSLOVACCHIA
Presidente della repubblica
K. Gottwald
(1948 giu - 1953)
Primo ministro
-
- Segretario generale del Pcc (Partito comunista cecoslovacco)
Rudolf Slánsky
(1945 - 1951)
Ministro degli Esteri
-
Ministro aggiunto degli Esteri
-
- l'ordinamento regionale è stato soppresso -

1949
Maggio
11
, da questa data il ministero della Pubblica Istruzione pubblica un «Bollettino del clero cattolico»;

 
CHIESA CATTOLICA*
in CECOSLOVACCHIA
[1948-49]
 
1948
1949
diocesi
cattolici
abitanti
cattolici
abitanti
BOEMIA
- Praha (metropolitana)
-
-
-
-
- Budejovice
-
-
735.000
840.000
- Hradec Kralové
-
-
913.606
1.294.702
- Litomerice
-
1.500.000
-
-
Totale
-
     
MORAVIA
- Olomouc (metropolitana)
-
-
1.504.156
1.726.538
- Brno
-
-
130.000
1.150.000
Totale
-
-
1.634.156
2.876.538
SLOVACCHIA
- Kosice (metropolitana)
292.681
570.430
-
-
- Eger
990.233
1.582.0147
-
-
- Banska Bystrica
-
-
231.078
312.350
- Nitra
-
-
465.323
506.959
- Satu Mare
-
-
202.000
1.800.000
- Trnava (amministrazione apostolica)
-
-
1.110.000
1.372.000
- Roznava
-
-
-
-
- Presov dei Ruteni
-
-
-
-
- Spis
-
-
-
-
Totale
       
Totale complessivo
       
 
n.
membri
Parrocchie
4.026
Sacerdoti diocesani o secolari
[Chierici che hanno ricevuto l'ordinazione presbiteriale e sono incardinati in una diocesi.]
5.103
Seminaristi
[Aspiranti al sacerdozio che si vanno formando nei seminari; qui, però, sono conteggiati esclusivamente quelli dei corsi filosofici e teologici.]
747
Sacerdoti religiosi
[Chierici che hanno ricevuto l'ordinazione presbiteriale e sono membri di qualche ordine o congregazione religiosa.]
914
Case religiose maschili*
207
1.709
Case religiose femminili
583
8.763
Totali

Abitanti: 12.655.026; Cattolici: 7.574.177.
* Diocesi suffraganee: dove il vescovo è soggetto a un metropolita.
I dati, purtroppo mancanti in alcuni casi, risalgono al periodo iniziale della lotta antireligiosa.



[Rielaborazione da: Annuario Pontificio 1958.]

[Carlo Falconi, La Chiesa e le organizzazioni cattoliche in Europa, Milano 1960, Edizioni di Comunità.]

 



1949
Maggio
Presidente della repubblica
Árpád Szakasits
(1948 2 ago - 26 apr 1950)
[Partito dei lavoratori ungheresi]
Primo Ministro
István Dobi
(1948 10 dic - 14 ago 1952)
[MDP, Partito dei Proprietari]
Ministro degli esteri
L. Rajk
(1948 - 1949)
Ministro degli interni e capo della polizia politica
János Kádár
(1948 - 1951)
Ministro della difesa
-
Ministro per il culto e la pubblica istruzione
Gyula Ortutay
(1947 - 1950)
segretario del Partito comunista ungherese
Mátyás Rákosi
(1946 feb - 1982)

1949
Maggio
15
, elezioni politiche generali all'insegna del Fronte popolare (il Partito ungherese dei lavoratori). La lista unica ottiene il 95% dei voti.
30, Nuove Elezioni politiche.
Lo stesso giorno viene arrestato L. Rajk.






1949
Maggio
REPUBBLICA POPOLARE ROMENA
(30 dicembre 1947)
Presidente
-
Primo ministro
-
Ministro degli esteri
Anna Pauker
(1948 - 1952)
[simbolo dello stalinismo]
Segretario generale del Partito operaio romeno
-
-
-

1949
Maggio

-



1949
Maggio
REPUBBLICA POPOLARE di BULGARIA
(30 dicembre 1947)
Presidente del consiglio di stato
G. Dimitrov
(1946 nov - 1949)
V. Červenkov (1949 - ?)

1949
Maggio

-





1949
Maggio
Costituzione del 1946
IV REPUBBLICA
Presidente della Repubblica
Vincent Auriol
(1947 16 gen - 16 gen 1954)
Presidente del Consiglio della Repubblica
Gaston Monnerville
(1947 mar - ott 1958)
Presidente dell'Assemblea Nazionale
Presidente del Parlamento
(Senato+Camera)
Presidente del Consiglio
Henri Queuille
I
(1948 11 set - 5 ott 1949)
- Vicepresidente del Consiglio
Interni
Jules Moch
(1947 24 nov - 7 feb 1950)
Affari Esteri
R. Schuman
(1948 26 lug - 8 gen 1953)
Colonie
Regioni liberate
Difesa
R. Pleven
(1949-1950)
Guerra
Marina
Aviazione
Economia
Finanze e Affari Economici
Maurice Petsche
(1949 12 gen - 11 ago 1951)
Commercio
e Industria
Lavori Pubblici
Lavoro
Giustizia
Robert Lecourt
(1949 13 feb - 28 ott 1949)
Pubblica Istruzione
e dei Culti
-

1949
Maggio
15
, canonizzazione della beata Jeanne de Lestonnac.

Lo stesso mese la "Mission de France" riceve da Roma il suo statuto.

23, Parigi, inizia la Conferenza dei quattro ministri degli Esteri:
- Stati Uniti, D.G. Acheson,
- Regno Unito, E. Bevin,
- Francia, R. Schuman,
- Unione Sovietica, A.J. Visinskij,
per la preparazione dei trattati di pace con la Germania e l'Austria; la riunione si conclude con un nulla di fatto.
30, muore il card. Suhard.

 

 

Legione straniera
Il suo impiego:
1946-54, sud-est asiatico a fronteggiare i Vietminh nella sanguinosa guerra d'Indocina;




1949
Maggio
Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda
Giorgio VI
Albero genealogico

(York Cottage, Sandringham, Norfolk 14.12.1895 - Sandringham House, Norfolk 6.2.1952)
secondogenito di Giorgio V e della p.ssa Vittoria Maria von Teck;
1936-52, re di Gran Bretagna e Irlanda, imperatore delle Indie;

Primo ministro,
Primo lord del Tesoro
[Prime Minister, First Lord of the Treasury]
C. Attlee
laburista
(1945 26 lug - 26 ott 1951)
Cancelliere dello Scacchiere
[Chancellor
of the Exchequer
]
sir R. Stafford Cripps
(1947 13 nov - 19 ott 1950)
Segretari di Stato
Affari Esteri e Commonwealth
Ernest Bevin
(1945 lug - ott 1951)
Guerra
Affari Interni
Giustizia
Colonie
Affari economici
sir R. Stafford Cripps
(1947 13 nov - 19 ott 1950)
Carburanti
ed Energia
Commercio estero
Harold Wilson
(1947 13 nov - 26 ott 1951)
Sanità
A. Bevan
(1945 - 26 ott 1951)
GRAN BRETAGNA

1949
Maggio
5
, firma del "trattato di Londra" e creazione del Consiglio d'Europa dei ministri degli Esteri;
12, la Camera dei Comuni ratifica il Patto atlantico;




Commonwealth of British Nations «segue da 1931»
1949, il governo di Londra accetta la decisione dell'Irlanda di recidere ogni legame;
accetta che l'India (imitata poi da molti paesi) resti nel Commonwealth, nonostante si sia proclamata repubblica
«segue 1952»

 

IRLANDA
Irlanda del Nord
1949
Maggio

-
Eire
- Presidente
Thomas O'Kelley
(1948 feb - ?)
- Capo del Governo
John A. Costello
(1948 feb - ?)
- Nunzio di Dublino

1949
Maggio

"Browne incident" (1948- 49)

 

 





1949
Maggio
REPUBLICA PORTÚGUESA
[Estado Novo]
Presidente
del consiglio
Antonio de Oliveira Salazar
(1932-68)
[unico detentore del potere reale]
unico partito legalmente funzionante: Unione nazionale
1949
Maggio

-
legato al regime di F. Franco Bahamonde [el Caudillo] con il cosiddetto "patto iberico";




1949
Maggio
SPAGNA
-
IV governo*
[1951 - gennaio 1957]
Capo dello Stato
F. Franco Bahamonde
[el Caudillo]
(1938 30 gen - 9 giu 1973)
Presidente
de la Gubernaciòn
Interno
-
Affari Esteri
Alberto Martìn Artajo
(1945 - gen 1957) 
Casa
-
Finanze
-
Commercio
-
Lavoro
José Antonio Giròn de Velasco
(1941 gen - gen 1957)
Educazione
-
* esclusi rimpasti o brusche sostituzioni;
[il governo si regge sulla triade classica: cattolici-militari-Falange.]

1949
Maggio

-


don Juan
Albero genealogico
(1913 - ?)
terzogenito di Alfonso XIII di Borbone e di Vittoria Eugenia di Battenberg;
conte di Barcellona
dal 1931 pretendente al trono di Spagna;

1949
Maggio

-





1949
Maggio
Repubblica Italiana
Presidente
della Repubblica
L. Einaudi (Pli)
(1948 12 mag - 11 mag 1955)
I Legislatura 1948
8 mag - 24 giu 1953
Presidente
della Camera
G. Gronchi (Dc)
(1948 8 mag - 29 apr 1955)
Presidente
del Senato
I. Bonomi (Psdi)
(1948 8 mag - 20 aprile 1951)
Presidente
del Consiglio
A. De Gasperi (Dc)
(1948 23 mag - 27 gen 1950)
V
vicepresidente
Attilio Piccioni (Dc)
(1948 23 mag - 27 gen 1950)
G.Porzio (Pli)
campano
(1948 23 mag - 27 gen 1950)
G. Saragat (Psdi)
(1948 23 mag - 27 gen 1950)
Sottosegretari
alla Presidenza
G. Andreotti (Dc)
(1947 31 mag - 18 gen 1954)
il "Delfino"
Edoardo Martino
(1947 31 mag - 16 lug 1953)
Affari Esteri
conte C. Sforza (Pri)
toscano
(1947 2 feb - 26 lug 1951)
Sottosegretari Giuseppe Brusasca (Dc)
(1947 31 mag - 26 lug 1951)
A. Moro (Dc)
(1948 23 mag - 27 gen 1950)
Africa Italiana
A. De Gasperi (Dc)
(1947 31 mag - 19 apr 1953)
[ad interim]
Interno
M. Scelba (Dc)
(1947 2 feb - 16 lug 1953)
Sottosegretari Achille Marazza (Dc)
(1947 31 mag - 27 gen 1950)
Grazia e Giustizia
G. Grassi (Pli)
pugliese
(1947 31 mag - 25 gen 1950)
Sottosegretari G. Cassiani (Dc)
(1947 31 mag - 27 gen 1950)
Difesa
R. Pacciardi (Pri)
(1948 23 mag - 17 ago 1953)
Sottosegretari Ugo Rodinò
(1947 22 dic - 23 nov 1949)
Luigi Meda
(1948 15 feb - 27 gen 1950)
Enrico Malintoppi
(1948 23 mag - 19 apr 1953)
Marina mercantile
G. Saragat (Psli)
(1948 23 mag - 7 nov 1949)
Sottosegretari Nicola Salerno
(1948 23 mag - 8 nov 1949)
Finanze
E. Vanoni (Dc)
(1948 23 mag - 18 gen 1954)
Sottosegretari Edgardo Castelli
(1948 23 mag - 10 feb 1954)
Francesco Colitto
(1949 5 apr - 27 gen 1950)
Tesoro
G. Pella (Dc)
(1948 23 mag - 26 lug 1951)
Sottosegretari Piero Malvestiti
(1948 23 mag - 26 lug 1951)
Giovanni Giavi
(1949 5 apr - 8 nov 1949)
Antonio Cifaldi
(1948 23 mag - 27 gen 1950)
Bilancio
G. Pella (Dc)
(1948 23 mag - 18 gen 1954)
[ad interim]
Industria e commercio
I.M. Lombardo (Psdi)
(1948 23 mag - 7 nov 1949)
Sottosegretari Antonio Cavalli
(1948 23 mag - 27 gen 1950)
Lavoro e
Previdenza sociale
A. Fanfani (Dc)
(1947 31 mag - 27 gen 1950)
Sottosegretari Giorgio La Pira
(1948 23 mag - 27 gen 1950)
Commercio estero
G.B. Bertone (Dc)
piemontese
(1949 1° apr - 27 gen 1950)
Sottosegretari Pietro Bulloni
(1948 23 mag - 27 gen 1950)
Agricoltura e foreste
A. Segni (Dc)
(1946 13 lug - 26 lug 1951)
Sottosegretari
E. Colombo (Dc)
(1948 23 mag - 26 lug 51)
Emilio Canevari
(1948 23 mag - 8 nov 1949)
Lavori Pubblici
U. Tupini (Dc)
(1947 31 mag - 27 gen 1950)
Sottosegretari Ludovico Camangi
(1948 23 mag- 16 lug 1953)
Trasporti
G. Corbellini (Dc)
(1947 31 mag - 27 gen 1950)
Sottosegretari B. Mattarella (Dc)
(1948 23 mag - giu 53)
Istruzione Pubblica
G. Gonella (Dc)
(1946 13 lug - 26 lug 1951)
Sottosegretari Mario Venditti
(1949 5 apr - 27 gen 1950)
Poste e Telecomunicazioni
A.R. Jervolino (Dc)
(1948 23 mag - 27 gen 1950)
Sottosegretari Giovanni Uberti
(1948 23 mag- 27 gen 1950)
Ministri senza portafoglio
(senza portafoglio)
R. Tremelloni (Psli)
(1948 23 mag - 7 nov 1949)
(senza portafoglio)
Alberto Giovannini (Pli)
(1948 23 mag -  27 gen 1950)
-
Repubblica Italiana

1949
Maggio
5
, "Tragedia di Superga": ore 17.05, la squadra di calcio del Torino al rientro da Lisbona precipita con l'aereo urtando contro la parete della basilica di Superga.
Oltre ai giocatori e al loro capitano Valentino Mazzola, periscono tre giornalisti (R. Casalbore - Renato Tosatti - «Gazzetta del Popolo», padre di Giorgio Tosatti (1937-2007), e Luigi Cavallero - «La Stampa»).
Il Psi viene espulso dall'Internazionale socialista per la sua collaborazione con il Pci.

7, Brindisi, in serata Arnaldo Canciani e i suoi vengono accompagnati alla stazione ferroviaria;
8, al mattino Arnaldo Canciani e i suoi arrivano a Latina; la cittadina dista 9 Km. dalla stazione, il centro che ospita i profughi è ubicato in periferia, nei pressi dello stadio. Lo chiamano “palazzo M” forse in omaggio a B. Mussolini. Si tratta di una grande struttura con i soli muri perimetrali, l'interno è vuoto, ai vari pilastri di sostegno i profughi tendono delle corde legate ad un'altezza di due metri, con appese le coperte che sostituiscono i muri divisori e delimitano gli spazi occupati dalle varie famiglie, con solo le brande per dormire.
La maggioranza degli ospiti di questo centro sono profughi istriani provenienti dalla Jugoslavia, dove hanno abbandonato tutto ciò che possedevano per fuggire dal regime comunista di Tito.
Arnaldo Canciani si reca due volte a Roma alla direzione dell'AGIP per sollecitare un lavoro, ma ottiene solo vaghe promesse.
[Arnaldo Canciani, Crema 19 novembre 2001 – http://www.pionierieni.it/wp/wp-content/uploads/Canciani_in_Albania_1930-50.pdf]
11-16, Firenze, XXVIII Congresso nazionale del Psi: si conclude con una sconfitta della uscente Direzione autonomista e con la vittoria della sinistra di P. Nenni e Morandi con il 51% dei voti. La destra di Giuseppe Romita esce dal partito. P. Nenni viene eletto segretario, Morandi vicesegretario e S. Pertini direttore dell' «Avanti!».




1949
Maggio
PARTITI
Riferimento: Elezioni politiche 1948
Seggi
Camera Senato
Dc (Democrazia cristiana)

- Segretario:
. Giuseppe Cappi (11.01.1949 - 20.06.1949)
. P.E. Taviani (20.06.1949 - 16.04.1950)

Fdp (Fronte democratico popolare)    
Pli (Partito liberale italiano)    
Pri (Partito repubblicano italiano)    
Svp (Südtiroler Volkspartei - Part. popolare sudtirolese)    
Miste (Dc-Pri)    
Totale    
Us (Unità socialista)    
Pci (Partito comunista italiano)    
Psi (Partito socialista italiano)    
Psli (Partito socialista dei lavoratori italiani)    
-
Psu (Partito socialista unitario)    
Dicembre
6
, Firenze, viene fondato il Partito socialista unitario, di tendenze socialdemocratiche, che raccoglie gli aderenti sia del Psi che del Psli.
Leader: G. Romita (?-?)
Miste Pci-Psi    
Bn (Blocco nazionale)    
Totale    
Pnm (Partito nazionale monarchico)    
Msi (Movimento sociale italiano)    
-
Alleanza democratica nazionale    
Partito dei contadini d'Italia    
Partito sardo d'azione    
Totale    
Totale Seggi    
Note:

 

Alcide De Gasperi 1943 Presidente della Commissione Direttiva Centrale
Alcide De Gasperi 31.07.1944
Attilio Piccioni 22.09.1946 Rieletto il 15.12.1946, ed il 28.11.1947
Giuseppe Cappi 11.01.1949
Paolo Emilio Taviani 20.06.1949
Guido Gonella 16.04.1950
Alcide De Gasperi 28.09.1953
Amintore Fanfani 16.07.1954 Si dimette il 31.01.1959. Reggenza di un quadriumvirato dal 02.02.1959
Aldo Moro 14.03.1959
Mariano Rumor 27.01.1964
Flaminio Piccoli 19.01.1969
Arnaldo Forlani 09.11.1969
Amintore Fanfani 18.06.1973 Decade il 22.07.1975 in Consiglio Nazionale
Benigno Zaccagnini 25.07.1975 Rieletto il 24.03.1976
Flaminio Piccoli 05.03.1980
Ciriaco De Mita 05.05.1982 Rieletto il 28.02.1984, ed il 30.06.1986
Arnaldo Forlani 22.02.1989
Mino Martinazzoli 12.10.1992



1949
REPUBBLICA DI S. MARINO
[Repubblica del Titano]
Il più antico Stato indipendente d'Europa
Capitani reggenti
? (?-?)
? (?-?)

1949
Maggio

-
«segue 1957»





OVEST
-
-
-
-

1949
Maggio


-

 


 

DOMINION OF CANADA
[Aggiunta alle altre province britanniche nel 1763, include la regione sulle due rive del fiume San Lorenzo grossolanamente delimitate da Anticosti a est e il Lago Nipissing a ovest.
Dal 7 nov 1763 la provincia (ex Canada francese) è stata divisa formalmente in tre distretti: Québec, Trois-Rivières, Montréal.
Nel 1791 la provincia è stata separata in due parti:
Basso Canada (francofoni) e Alto Canada (lealisti).
Nel 1841, con l'Act of Union sono stati nominati due primi ministri ma Canada Est e Canada Ovest continuano ad andare ognuna per la sua strada. Il sistema dura ben 25 anni (1842-67).
Nel 1867, 1° luglio, nasce ufficialmente la confederazione: Dominion of Canada.]
Dal 1931, nonostante lo «statuto di Westminster», in pratica il Foreing Office britannico continua a rappresentare il Dominion in quasi tutte le nazioni del mondo e formalmente i canadesi continuano ad essere cittadini britannici, fino all'approvazione della legge sulla cittadinanza nel 1946.
Dal 1° gennaio 1947, in base al Canadian Citizenship Act, i canadesi diventano a pieno titolo cittadini del loro paese.
Governatore generale
Harold R.L.G. Alexander
conte Alexander of Tunis
(1946 - 1952)
Primo ministro
Louis Saint-Laurent
(1948 nov - 1957)
[liberale]
Ministro degli Esteri
Lester B. Pearson
(1948 - ?)

1949
Maggio

-


QUÉBEC
Primo ministro
Maurice Duplessis
(1944 ago - 1959)
[Union nationale]
Sindaco di Montréal
Camillien Houde
(1928 - 1954)
[liberale di destra]
Arcivescovo di Montréal
Joseph Charbonneau
(? - ?)
Arcivescovo di Québec
Maurice Roy
(? - ?)

1949
Maggio
alla fine lo scontro tra i minatori dell'amianto e il governo si conclude con un accordo sostanzialmente favorevole ai sindacati ottenuto grazie alla mediazione dell'arcivescovo di Québec, Maurice Roy (1908-1985).
[Ciò rappresenta un importante segnale politico che preannuncia i radicali mutamenti che tra un decennio si verificheranno nella provincia.]

 


 

 

ONTARIO
-
-

1949
Maggio


-

 

 


NEW BRUNSWICK
-
-

1949
Maggio


-

NOVA SCOTIA
-
-

1949
Maggio


-

MANITOBA [dal 1870]
-
-

1949
Maggio


-


BRITISH COLUMBIA [dal 1858]
[nel 1866 ha incorporato l'Isola di Vancouver e dal 1871 fa parte della confederazione.]
Primo ministro della provincia
-

1949
Maggio


-

 

ISOLA DEL PRINCIPE EDOARDO
[Dal 1873 fa parte della confederazione.]
Primo ministro della provincia
-

1949
Maggio


-

 

TERRITORIO DELLO YUKON [creato nel 1898]
   
1949
Maggio

-
ALBERTA [creata nel 1905]
Primo ministro della provincia  
1949
Maggio

-
SASKATCHEWAN [creata nel 1905]
Primo ministro della provincia  
1949
Maggio

-
[Luca Codignola-Luigi Bruti Liberati, Storia del Canada, Bompiani 1999.]

 

TERRANOVA
- 1867-1934, rimane Dominion autonomo.
- 1934, torna allo status di colonia dipendendo intieramente dalla Gran Bretagna sul piano politico ed economico.
Primo ministro della provincia 
Joseph Smallwood
(1949 apr - 1971)
[liberale]

1949
Maggio

-

 

 

 

UNIONE degli STATI UNITI d'AMERICA
Presidente degli Stati Uniti
H.S. Truman [33°]
(1945 12 apr - 20 gen 1953)
[Pd]
Vicepresidente
-
Segretario di Stato
[Ministro degli Esteri]
G.C. Marshall
(1947 gen - 1949)
D.G. Acheson
(1949 - 1952)
Ministro del Tesoro
-
Ministro della Guerra
-
Presidente della Corte Suprema
F.M. Vinson
(1946 24 giu - 8 set 1953)

1949
Maggio

-

 

 

 

[Maldwyn A. Jones, Storia degli Stati Uniti, Bompiani 1984.]

 




FBI
(Federal Bureau of Investigation)
- Direttore: John Edgar Hoover (1924-72)

1949
Maggio

-

fine anni '40 inizio anni '50, ha una parte di primo piano nella campagna Maccartista condotta contro i comunisti e i loro presunti simpatizzanti;

Lo stesso mese [I processo] Alger Hiss viene processato con l'accusa di aver fornito segreti atomici all'Unione Sovietica: la giuria non sa decidere.
[Presidente della Fondazione Carnegie e consigliere ascoltatissimo di F.D. Roosevelt, durante il periodo del New Deal egli ha ricoperto varie cariche governative prima di entrare nel ministero degli Esteri e diventare un consigliere alle conferenze internazionali, compresa la conferenza di Yalta.
Nel 1948 Whittaker Chambers, uno degli editori anziani della rivista «Time» e dichiaratamente ex comunista, testimonia all'HUAC (House Un-American Activities Committee) che verso la fine degli anni Trenta Alger Hiss gli aveva passato alcune informazioni da fornire alla Russia. Quando Alger Hiss nega le accuse, egli viene perseguito per falso: essendo trascorso troppo tempo dai fatti in questione non può infatti essere incriminato per spionaggio.]

 

CIA
(Central Intelligence Agency)
- Agenzia centrale d'informazione -

1949
Maggio
11
, New York, viene ufficialmente costituito il "National Committee for a Free Europe" [in seguito noto come Free Europe Committee], avente lo scopo dichiarato di «impiegare le molte e diverse capacità degli esiliati dell'Est europeo per lo sviluppo di programmi che contrastino attivamente la dominazione sovietica».
A dirigerne la formazione è Allen Dulles.
Apparentemente è l'iniziativa di un gruppo di "privati cittadini americani", in realtà uno dei più ambiziosi progetti della CIA.
Con la sua proliferazione di comitati e sottocomitati, consigli di direzione e di amministrazione, può vantare un insieme di iscritti che eguaglia il «Who's Who in America». Ne fanno parte:
. Lucius Clay, che in quanto alto commissario in Germania ha dato il via alla rivista «Der Monat»,
. Gardner Cowles, presidente del gruppo editoriale Cowles e membro del CdA della Fondazione Farfield;
. Henry Ford II, presidente della General Motors;
- Oveta Culp Hobby, della direzione del "Museum of Modern Art",
che permette alla CIA di usare molte delle sue fondazioni di famiglia,
. Francis Spellman, il cardinale della guerra fredda;
. C.D. Jackson, veterano della guerra psicologica, membro del consiglio direttivo della Time-Life,
. John C. Hughes, ambasciatore americano presso la NATO,
. Julius [Junkie] Fleischmann,
. Arthur Schlesinger,
. Cecil B. De Mille,
. Spyros Skourias,
. Darryl Zanuck,
. D.D. Eisenhower.
Ci sono uomini d'affari e avvocati, diplomatici e amministratori del "piano Marshall", dirigenti d'imprese di pubblicità e magnati della stampa, registi e giornalisti, sindacalisti e, naturalmente, agenti della CIA in gran numero.
Tutti costoro sono «al corrente».

 

 

 

La CIA è interessata allo scrittore A. Koestler e alla sua idea che la distruzione dei miti del comunismo possa essere raggiunta soltanto con la partecipazione, in una campagna di persuasione, di personalità della sinistra che non siano comuniste.
Al dipartimento di Stato e nei circoli dell'intelligence, le persone cui lo scrittore fa riferimento sono già indicate in un gruppo, la "sinistra non comunista", designata dalla sigla NCI (Non-Communist Left).
Tre sono i libri fondamentali in cui questa strategia viene ora presentata:
. The Vital Center (1949, Il centro vitale), di Schlesinger;
. Il Dio che è fallito (1949), una raccolta di saggi che testimoniano il fallimento dell'idea comunista, il cui spirito animatore è A. Koestler.
Ricevuti i diversi contributi per il libro, Richard Crossman li invia immediatamente a M. Lasky che li fa tradurre negli uffici di «Der Monat» che, con il numero 25, completa la pubblicazione di tutti i saggi.
Richard Crossman
è il curatore dell'edizione inglese, pubblicata nel 1950 dall'editore Hamish Hamilton.
Cass Canfield, grande amico di Richard Crossman dai tempi dei servizi segreti militari e in seguito editore di Allen Dulles, è responsabile dell'edizione americana.
Il libro viene distribuito dalle agenzie del governo americano in tutta l'Europa. In Germania, in particolare, se ne fa una promozione su larga scala.
In tale contesto, il libro Il Dio è fallito è più un prodotto dell'intelligence che dell'intellighenzia.]
. 1984 (1949), di G. Orwell.

In effetti, la strategia di promuovere la "sinistra non comunista" diventerà il fondamento teorico delle operazioni politiche della CIA contro il comunismo per i successivi vent'anni
.

 

Fondazione Farfield

Consiglio di Amministrazione

- Presidente:
.
Julius [Junkie] Fleischmann (?-1962)
[sotto contratto come consulente dell'OPC di F.G. Wisner e perciò una copertura "al corrente" della CIA nel "Congresso per la libertà della cultura".]
- Consiglieri:
. Jay Holmes (cugino del precedente) è presidente della Fondazione Holmes, istituita nel 1953 a New York.
[Egli comincerà a dare piccoli contributi al "Congresso per la libertà della cultura" nel 1957.]
A partire dal 1962 la Fondazione Holmes diventa formalmente un canle di passaggio di denaro dalla CIA al "Congresso per la libertà della cultura".
La Fondazione Fleischmann, di cui Julius [Junkie] Fleischmann è anche presidente, è elencata nell'elenco dei donatori della Fondazione Farfield.
Nel CdA della Fondazione Fleischmann siede Charles Fleishmann, nipote del presidente, che diverrà direttore della Fondazione Farfield all'inizio degli anni Sessanta.

. Cass Canfield, uno dei più celebri editori americani (è l'editore del Dio che è fallito); direttore della Grosset e Dunlap e di Bantam Books nonché direttore e presidente del comitato editoriale di Harper Brothers.
[Amico personale di Allen Dulles, nel 1963 ne pubblicherà le memorie The Craft of Intelligence (L'arte dell'intelligence). Verso la fine degli anni Quaranta, è un attivista e procacciatore di fondi per l'organizzazione "United World Federalists" (Federalisti mondiali uniti). Il suo presidente è Cord Meyer, successivamente vice di Tom Braden [Homer D. Hoskins].
Nel 1954 si trova a guidare il "Democratic Committee on the Arts". In seguito sarà tra i fondatori dell'ANTA (American National Theatre and Academy), resuscitata nel 1945 come equivalente della sezione esteri del teatro americano, assieme a Jock Whitney, un altro dei "canali quieti" della CIA.
È anche consigliere della France-America Society, insieme a C.D. Jackson, Grayson Kirk (presidente della Columbia University), David Rockfeller e William Burden (che ne è il presidente).]

. Frank Platt, amico di Cass Canfield;
[Agente della CIA, verso la fine degli anni Sessanta aiuterà M. Josselson a trovare lavoro con Cass Canfield, presso Harper Brothers.]

. William Armistead Moale Burden, presidente della France-America Society.
[Pronipote del commodoro Vanderbilt, è una presenza di spicco nell'establishment americano:
- membro e direttore del CFR (Council on Foreign Relations) un istituto di ricerca privato espressione dell'élite sociale e industriale degli Stati Uniti che ha un ruolo ombra nell'elaborazione della politica estera americana (ne sono membri anche Allen Dulles, John McCloy e David Rockfeller). Durante la guerra ha lavorato nel gruppo dell'intelligence di N.A. Rockefeller ed è stato presidente di un comitato consultivo del "Museum of Modern Art" di New York.
Nel 1956 diventa presidente del museo e pure membro presso il dipartimento di Stato del comitato consultivo di "Books Abroad" (Libri all'estero).
Già assistente segretario di Stato per l'Aviazione era un finanziere con interessi specifici negli investimenti nell'industria aeronautica, essendo stato consociato a Brown Brothers, Harriman and Company, Scudder, Stevens and Clark a New York, nonché direttore di numerose società, come American Metal Company Ltd, Union Sulphur and Oil Corporation, Cerro de Pasco Corporation e Hannover Bank. Fu visiting member di alcuni consigli di facoltà a Harvard e al MIT, copresidente dell'esposizione sponsorizzata dal governo "Saluto alla Francia" (Parigi, primavera 1955) e, nel 1960, ambasciatore americano a Bruxelles.]

. Gardner Cowles, un mecenate sostenitore della Fondazione Gardner Cowles con sede nello Iowa, le cui risorse (esentasse) provengono dai notevoli profitti della società Cowles Magazines and Broadcasting Company, di cui è presidente.
È anche membro di "Crusade for Freedom", sponsor del periodico «History», pubblicato dalla "Società degli storici americani", finanziata da "donazioni private".
La rivista, in gran parte un prodotto della guerra fredda come "Crusade for Freedom", annovera tra i suoi sponsor William D. Donovan, D.D. Eisenhower, Allen Dulles e Henry Luce).

- Direttore esecutivo.

. John [Jack] Thompson (1956-1965)
[È stato reclutato per la CIA da Cord Meyer che conosceva fin dal 1945 quando entrambi erano assistenti della delegazione statunitense alla conferenza di San Francisco, convocata per decidere la struttura della nuova organizzazione delle Nazioni Unite.
Essendo stato studente di Lionel Trilling alla Columbia University, era già noto nei circoli letterari di New York. Jennifer Josselson, figlia di M. Josselson, lo chiama [zio Jack].

Altri direttori:

. William Vanden Heuvel,
[Un avvocato di New York vicino sia a J.F. Kennedy e Bobby Kennedy sia ad Arthur Schlesinger (che, insieme a William Donovan e Cass Canfield era anche consigliere dell' "Emergency Rescue Committee");
. Joseph Verner Reed,
[Presidente della Triton Press, vicepresidnete della Hobe Sound Company, in Florida, nonché membro del comitato consultivo per il teatro del programma d'interscambio culturale dell'ANTA (American National Theatre and Academy).]
. Fred Lazrus jr,
[Primo donatore della Fondazione Fred Lazarus (che, nel 1956, versa un sostanzioso contributo alla Fondazione Farfield) e successivamente consigliere del "National Endowment for the Arts" (Fondo di dotazione nazionale per le arti);
. Donald Stralem,
[Presidente della United Community Defense Services Inc e donatore, con la moglie Jean ? Stralem, della Fondazione Schelter Rock (che nel 1962, anno in cui egli sostituisce Julius [Junkie] Fleischmann alla presidenza della fondazione apporta, nelle casse di questa, fondi della CIA destinati al "Congresso per la libertà della cultura";
. Whitelaw Reid,
[Già direttore del «New York Herald Tribune»];
. Ralph P. Hanes,
[Direttore della Fondazione Hanes del North Carolina.
Buon amico di Julius [Junkie] Fleischmann, insieme alla moglie Barbara ? Hanes, fa una crociera alle Bahamas con i Fleishmann e i Wisner;
. M. Josselson, il cui nome compare accanto al ruolo di direttore internazionale della fondazione (e che attraverso la stessa riceve lo stipendio di funzionario della CIA.

La Fondazione Farfield non rappresenta alcunché di eccezionale, almeno dal punto di vista dei rapporti "incestuosi" trai suoi dirigenti.
Questa è la forma che assume il potere in America, in questi anni… e oltre.

 

 

***




Per facilitare le operazioni dell'OPC (Office of Policy Coordination), guidata da F.G. Wisner, il Congresso approva il Central Intelligence Agency Act, una legge che autorizza il direttore della CIA a spendere fondi senza doverne dare conto.
[In pochi anni, il numero delle persone in forza passerà da 232 nel 1949 a 2.812 nel 1952 più altre 3.182 sotto contratto oltreoceano.
Nello stesso periodo le disponibilità finanziarie crescono da 4,7 a 82 Mni di dollari.]
Quando stabilisce una propria sede presso la base aerea di Tempelhof, a mezz'ora di strada da Berlino, l'OPC sembra subire un'emorragia di funzionari verso la Germania.
In questo periodo sono presenti, oltre alle altre divisioni della CIA, 1.400 effettivi collegati alla stazione tedesca.

 

[01] DELAWARE [dal 7 dicembre 1787] - cap. Dover
[Primo stato a ratificare la Costituzione degli Stati Uniti d'America.
Non esistono collegamenti fra chiesa e stato e una grande libertà religiosa si è affermata sin dall'inizio.]
Governatore
-

1949
Maggio

-

 

[02] PENNSYLVANIA [dal 12 dicembre 1787] - cap. Harrisburg
[Non esistono collegamenti fra chiesa e stato e una grande libertà religiosa si è affermata sin dall'inizio.]
Governatore
-

1949
Maggio

-

 

[03] NEW JERSEY [dal 18 dicembre 1787] - cap. Trenton
[Non esistono collegamenti fra chiesa e stato e una grande libertà religiosa si è affermata sin dall'inizio.]
Governatore
-

1949
Maggio

-

 

[04] - [04] GEORGIA [dal 2 gennaio 1788] - cap. Atlanta
[Già ammesso nell'Unione nel 1780 ma ratificato solo il 2 gennaio 1788.
Riammesso al Congresso il 30 marzo 1870.]
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[05] CONNECTICUT [dal 4 gennaio 1788] - cap. Hartford
Governatore
-

1949
Maggio

-

[06] MASSACHUSETTS [dal 6 febbraio 1788] - cap. Boston
Governatore
-

1949
Maggio

-

[07] MARYLAND [dal 28 aprile 1788] - cap. Annapolis
Governatore
-

1949
Maggio

-

[08] - [01] SOUTH CAROLINA [dal 23 maggio 1788] - cap. Columbia
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[09] NEW HAMPSHIRE [dal21 giugno 1788] - cap. Concord
Governatore
-

1949
Maggio

-

[10] - [08] VIRGINIA [dal 26 giugno 1788]- cap. Richmond
[Riammesso al Congresso il 30 marzo 1870]
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[11] NEW YORK [dal 26 luglio 1788] - cap. Albany
[L'anglicanesimo è la religione di stato in quattro contee.]
Governatore
-

1949
Maggio

-

[12] - [09] NORTH CAROLINA [dal 21 novembre 1789] - cap. Raleigh
[Tratto di terre immediatamente a sud della Virginia, attorno allo stretto di Albemarle.]
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[13] RHODE ISLAND [dal 29 maggio 1790] - cap. Providence
Governatore
-

1949
Maggio

-

[14] VERMONT [dal 4 marzo 1791] - cap. Montpelier
Governatore
-

1949
Maggio

-

[15] KENTUCKY [dal 1° giugno 1792] - cap. Frankfort
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[16] - [10] TENNESSEE [dal 1° giugno 1796] - cap. Nashville
[Riammesso all'Unione dall'aprile 1866.]
Governatore
-
-

1949
Maggio

-


[17] OHIO [dal 1° marzo 1803] - cap. Columbus
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[18] - [05] LOUISIANA [dal 30 aprile 1812] - cap. Baton Rouge
- 1819, Trattato Adams-Onís: stabilisce il confine con il MESSICO spagnolo: va dal fiume Sabine, nel TEXAS orientale, fino al 42° parallelo (futuro confine settentrionale della CALIFORNIA) e da quel punto, verso ovest, fino al Pacifico.
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[19] INDIANA [dal 11 dicembre 1816] - cap. Indianapolis
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[20] - [06] MISSISSIPPI [dal 10 dicembre 1817] cap. Jackson
[Riammesso al Congresso il 30 marzo 1870]
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[21] ILLINOIS [dal 3 dicembre 1818] - cap. Springfield
-
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[22] ALABAMA [dal 14 dicembre 1819] - cap. Montgomery
[Dal 18 ottobre 1867 sotto la sovranità degli Stati Uniti.]
Governatore
-

1949
Maggio

-

[23] MAINE [dal 15 marzo 1820] - cap. Augusta
-
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[24] MISSOURI [dal 10 agosto 1821] - cap. Jefferson City
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[25] - [11] ARKANSAS [dal 15 giugno 1836] - cap. Little Rock
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[26] MICHIGAN [dal 26 gennaio 1837] - cap. Lansing
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[27] - [03] FLORIDA [dal 3 marzo 1845] - cap. Tallahassee
Tra il 1810 al 1813 gli Stati Uniti hanno inglobato la maggior parte della Florida occidentale, la scia costiera che corre da New Orleans a Mobile, ma una buona parte della colonia, unitamente a tutta la Florida orientale, cioè la penisola, resta ancora sotto il dominio spagnolo.
Nel 1819, con il Trattato Adams-Onís è stata completamente ceduta agli Stati Uniti dalla Spagna.
Nel 1868 è rientrata a far parte dell'Unione.]
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[28] - [07] TEXAS [dal 29 dicembre 1845] - cap. Austin
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[29] IOWA [dal 28 dicembre 1846] - cap. Des Moines
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[30] WISCONSIN [dal 29 maggio 1848] - cap. Madison
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[31] CALIFORNIA [dal 9 settembre 1850] - cap. Sacramento
Governatore
-

1949
Maggio

-

[32] MINNESOTA [dall'11 maggio 1858] cap. Saint Paul
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[33] OREGON [dal 14 febbraio 1859] - cap. Salem
- 1845, alla fine dell'anno i 5000 coloni americani dell'Oregon organizzano un governo provvisorio e chiedono la fine del regime di occupazione comune e l'esclusiva giurisdizione americana.
- 1848, diventa territorio autonomo.
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[34] KANSAS [dal 28 gennaio 1861] - cap. Topeka
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[35] WEST VIRGINIA [dal 19 giugno 1863] - cap. Charleston
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[36] NEVADA [dal 31 ottobre 1864] - cap. Carson City
[Il 2 marzo 1861 il suo territorio era stato separato da quello dell'UTAH.]
Governatore
-

1949
Maggio

-

[37] NEBRASKA [dal 1° marzo 1867] - cap. Lincoln
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[38] COLORADO [dal 1° agosto 1876] - cap. Denver
[Territorio autonomo dal 28 febbraio 1861.]
Governatore
-

1949
Maggio

-

[39] NORTH DAKOTA [dal 2 novembre 1889] - cap. Bismarck
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[40] SOUTH DAKOTA [dal 2 novembre 1889] - cap. Pierre
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[41] MONTANA [dall'8 novembre 1889] - cap. Helena
[cap.li: fino al 1865 Bannack, fino al 1875 Virginia City.]
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[42] WASHINGTON [dall'11 novembre 1889] - cap. Olympia
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[43] IDAHO [dal 3 luglio 1890] - cap. Boise
[Territorio autonomo dal 24 marzo 1863 con cap. Boise.
Inizialmente, fino al 7 dicembre 1864, la capitale era Lexinton.]
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[44] WYOMING [dal 10 luglio 1890] - cap. Cheyenne
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[45] UTAH [dal 4 gennaio 1896] - cap. Salt Lake City
[Territoro annesso nel 1850.
Dal 2 marzo 1861 si è staccato il Territorio del NEVADA.]
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[-] Territorio delle HAWAII [dal 7 luglio 1898] - cap. Honolulu
 
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[46] OKLAHOMA [dal 16 novembre 1907] - cap. Oklahoma City
[Territorio autonomo dal 2 maggio 1890.
Con l'annessione di questo nuovo stato gli indiani sono stati espropriati del loro territorio di riserva "permanente". ]
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[47] NEW MEXICO [dal 6 gennaio 1912] - cap. Santa Fe
[Territorio autonomo dal 1846.]
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[-] Territorio dell'ALASKA [dal 1912] - cap. Juneau
[1867, 9 aprile, il senato ratifica l'atto d'acquisto del territorio dalla Russia per 7,2 Mni di dollari;
18 ottobre [Alaska day], avviene il passaggio di sovranità;
1884, diviene un distretto dell'Oregon;
1898, viene scoperto l'oro: questo fatto provoca una vera e propria invasione di cercatori d'oro; altro oro viene poi scoperto nel vicino Klondike, territorio canadese, e l'Alaska è utilizzata come base di partenza per i cercatori.]
Governatore
-
-

1949
Maggio

-

[48] ARIZONA [dal 14 febbraio 1912] - cap. Phoenix
[Territorio autonomo dal 1863, ma fino al 1886 non ci fu pace con gli Indiani.]
Governatore
-
-

1949
Maggio

-


a




1949
Maggio
GRANDI ANTILLE
- Presidente della repubblica
C.P. Socarrás
(1948 - 1952)
[mentre dal 1903 gli Stati Uniti hanno una loro base militare a Guantánamo, dal 1934 hanno rinunciato al diritto formale d'intervento stabilito dall'emendamento Platt]
1949
Maggio

le ambiguità del regime vengono sciolte con la messa al bando dei comunisti e la repressione antioperaia;
Haiti
- Presidente
?
(? - ?)
- Ministro del lavoro
François Duvalier
(1948 - 1950)
1949
Maggio

-
- Presidente della repubblica
1949
Maggio

-
- Governatore
?
(?-?)
[colonia britannica dal 1866]
1949
Maggio

-


1949
Maggio

Estados Unidos Mexicanos
(Stati Uniti del Messico)
[repubblica federale]
- Presidente della repubblica federale
?
(? - ?)

1949
Maggio

si assiste ora a un progressivo abbandono della politica anticlericale, per cui la chiesa e i gruppi tradizionalisti vengono inseriti nell'area di consenso del sistema "istituzionale";



1949
Maggio

Repubblica dell'America centrale
(1921)
- Presidente
-
1949
Maggio


-



1949
Maggio

- Presidente
J.J. Arévalo
(1945 - 1951)
(formalmente indipendente dal 1847)
1949
Maggio


-


1949
Maggio

- Presidente
gen. Maximiliano Hernández Martínez
(1931 - ?)
1949
Maggio


nella seconda guerra mondiale il paese si mantiene rigorosamente neutrale;

1949
Maggio

Honduras
- Dittatore
T. Carias Andino
(1932 - 1949)
1949
Maggio

sale al potere il delfino del dittatore, J. Manuel Gálvaez;


1949
Maggio

- Presidente
gen. Anastasio Somoza Debayle
(1937 - 1956)
[dal 1937 le forze guerrigliere si oppongono alla dittatura della famiglia Somoza]
1949
Maggio


-

1949
Maggio

- Presidente della repubblica
?
(? - ?)
1949
Maggio

-

1949
Maggio

República de Panamá
(indipendente dal 1903)
- Presidente della repubblica
?
(1903 - ?)
1949
Maggio


-






1949
Maggio
- Presidente
?
(? - ?)
 
1949
Maggio

serie di agitazioni duramente represse;

1949
Maggio

- Presidente della repubblica

?
(1936 - ?)
[dal 1945 opera una giunta rivoluzionaria instaurata da R. Betancourt di Acción democrática]
1949
Maggio

[nel 1948 un golpe militare diretto dai conservatori ha rovesciato il presidente, liberamente eletto, R. Gallegos]



1949
Maggio
República del Ecuador

- Presidente della repubblica

J.M. Velasco Ibarra
(1944 - ?)II
[velasquismo]
[sarà deposto anche questa volta prima della scadenza del mandato]
1949
Maggio

il protocollo di Rio de Janeiro non ha delimitato con precisione la linea di confine, nella zona della cordigliera del Cóndor;
dalla conferenza di Rio de Janeiro il paese dipende sempre più dagli Stati Uniti che hanno ottenuto anche la cessione di basi militari;




1949
Maggio

- Presidente della repubblica

J.L. Bustamante Rivero
(1945 - 1950)
[Frente Democrático Nacional]
(Repubblica indipendente dal 1827)
1949
Maggio

-


1949
Maggio

- Presidente della repubblica

?
(?-?)
1949
Maggio

un nuovo blocco di forze della sinistra, raggruppando accanto alla piccola borghesia radicale strati di operai e di contadini, ha dato vita nel 1941 al MNR (Movimento nazionalista rivoluzionario) sotto la guida di V. Paz Estenssoro ma l'esercito riesce sempre a strocare con le armi qualsiasi movimento di massa per l'emancipazione;
l'oligarchia conservatrice abbatte con un colpo di stato rivoluzionario il governo progressista di J. Villaroel.

1949
Maggio

- Presidente della repubblica

G. Gonzáles Videla
(1946 - 1952)
[radicale del Frente Popular]
- Ministro della sanità
-
[dal 1947 il Partito comunista è fuori legge]
1949
Maggio

su pressione degli Stati Uniti (l'ipoteca statunitense è giustificata anche dall'apertura di un nuovo ciclo del rame);

1949
Maggio
dal 1816 divise nelle tre colonie:
Guyana Britannica
[dal 1928 ha un proprio governo rappresentativo]

- Governatore

?
(? - ?)
1949
Maggio

-
Suriname (olandese)

- Governatore

?
(? - ?)
1949
Maggio

-
Guyane Française
[dal 1946 integrata alla metropoli come dipartimento d'oltremare.]

- Governatore

?
(? - ?)
1949
Maggio

-


1949
Maggio

- Dittatore

?
(? - ?)
1949
Maggio

-



1949
Maggio

- Dittatore

Federico Chávez
(1949 - ?)
1949
Maggio

regolari elezioni portano alla presidenza della repubblica Federico Chávez che cerca, ma in un paese ben più povero di risorse, di ricalcare l'esperienza peronista, con una politica di assistenza ai diseredati e di rafforzamento dei poteri dell'esercito;


1949
Maggio

- Presidente della repubblica

gen. J.D. Perón
(1946 giu - set 1955)
[il presidente ha instaurato la dittatura;
da maggio 1946 esiste solo il Partito unico della rivoluzione.]
1949
Maggio

-

 



Patagonia
1949
Maggio

-

1949
Maggio
-
?
(1943 - ?)
1949
Maggio

Montevideo,




1949
Maggio
Mongolia
(Repubblica popolare)
-
?
(? - ?)
[dal 1921 la vita politica è dominata dal partito unico comunista, il PRPM (Partito rivoluzionario del popolo)]
1949
Maggio

-

1949
Maggio
CINA
-
Repubblica Cinese

presidente della repubblica

Chiang Kai-shek
(1935 dic - gen 1949)

Li Tsung-jen
(1949 gen - ?)

- Presidente del PCC (Partito comunista cinese)

Mao Tse-tung
(1935 - 1949)

[i giapponesi hanno già occupato la Manciuria, Jehoi (provincia nordorientale della Cina), Chahar e Sui-yüan;
guerra cino-giapponese (1937-45): col pretesto della situazione bellica, Chiang Kai-shek riDuce al silenzio ogni forma di opposizione interna; il Kuomintang (KMT), di cui è ora diventato presidente, nel giro di un ventennio si è trasformato da forza progressista in baluardo della conservazione.]

1949
Maggio

-

a


1949
Maggio
1948-50: in questa situazione con carattere di provvisorietà non mancano, ovviamente, gli incidenti di frontiera mentre i due governi passano via via a realizzazioni di piani economici completamente diversi e ideologicamente contrastanti.
Choson
(Repubblica Democratica Popolare di Corea – a Nord)
[con capitale Pyongyang, nell'orbita sovietica.]
- Presidente
Kim Il Sung
(1948 set - 1972)
[segretario del Partito dei lavoratori (partito unico)]

1949
Maggio
i sovietici, dopo aver concluso col governo nordcoreano un accordo d'assistenza decennale, evacuano la zona;

DAE HAN
(Repubblica di Corea – a Sud)
[con capitale Seoul (sotto l'egida statunitense)]
- Presidente
Syngman Rhee
(1948 ago - ?)

1949
Maggio

-

 


1949
Maggio
Pakistan
(dominion del Commonwealth britannico a prevalenza musulmana)
Prima fase (1947-56): relativo predominio della Lega musulmana e dei ceti agrari tradizionalisti;
1949
Maggio

dissensi nei ceti dirigenti, tra gli ambienti conservatori e quelli moderati progressisti favorevoli alla modernizzazione del paese; gli ambienti conservatori mettono al bando l'opposizione comunista;
si rafforza l'opposizione nazionale bengali nel Pakistan orientale;
conflitto con l'India per il Kashmir (1947 dicembre-gennaio 1949):

a


1949
Maggio
Unione Indiana
(dominion del Commonwealth britannico a prevalenza indù)
- Primo ministro
Sri Jawaharlal NEHRU [Pandit] (1948 - 1964)
[Partito del Congresso]
conflitto con il Pakistan per il Kashmir (1947 dicembre-gennaio 1949): in seguito alla decisione unilaterale del maharaja del Kashmir di inserire lo stato nell'Unione indiana, le truppe pakistane occupano il sud del paese, provocando un sanguinoso conflitto con l'India.
1949
Maggio

-

a


1949
Maggio
Guerra d'Indocina
[la Francia, decisa a mantenere il controllo di tutta l'Indocina ma consapevole della necessità di soddisfare la voglia d'indipendenza dei suoi popoli, concede una ridotta autonomia al Laos e alla Cambogia;
l'ala radicale dei nazionalisti, facente capo ai movimenti Khmer Issarak e Khmer Vietminh, aderisce però alla guerriglia antifrancese coinvolgendo la Cambogia nella guerra;]
1949
dal 23 novembre 1946 è iniziato il conflitto

la lotta ha carattere prevalentemente di guerriglia;
dopo la vittoria della rivoluzione comunista in Cina la Repubblica Democratica del Vietnam può contare in misura sempre più consistente sugli aiuti cinesi;
invano la Francia tenta di contrapporre alla Repubblica un regime conservatore guidato da Bao Dai, cui è concessa una parvenza di autonomia nell'Union Française;
anche il massiccio aiuto militare e finanziario degli Stati Uniti preoccupati per le conseguenze di un'eventuale estromissione della Francia dalla penisola indocinese, serve solo a ritardare la fine del conflitto;
la Cambogia aderisce alla Fédération Indochinoise;

1949
Maggio
Repubblica Democratica del Vietnam
(dal 2 settembre 1945)

1949
Maggio

-


a






1949
Maggio
(periodo Showa: 1926-45)
Giappone

Hirohito

(Tokyo 1901 - 1989)
figlio di Yoshihito;
1921-26, reggente;
1926-45, imperatore del Giappone;
[dal 1.1.1946 ha rinunciato alle proprie prerogative divine pur di salvare l'istituto monarchico.]



[Nuova costituzione dal 1° gennaio 1946]

1949
Maggio

dal 1948 governa il Partito conservatore che con l'appoggio degli Stati Uniti svolge una politicia filoccidentale volta alla ricostruzione economica e a un nuovo sviluppo capitalistico;

a




1949
Maggio
[colonia spagnola dal 1900, con capitale Villa Cisneros già protettorato dal 1884, le è stata annessa militarmente nel 1934 la regione di Saguia el Hamra]
-
-
1949
Maggio

-


1949
Maggio
MAROCCO
[dal 1912 il paese è un protettorato della Francia che ha riconosciuto alla Spagna una zona di sua spettanza (Rif, Ifni, Tarfaya);
con la convenzione di Parigi la città di Tangeri è stata internazionalizzata con un proprio statuto autonomo.]
mentre il paese continua ad opporre una strenua resistenza alla "pacificazione", egli si avvicina decisamente a quei movimenti che reclamano una maggiore autonomia del Marocco, non nascondendo le sue simpatie per l'Istiqlal o Partito dell'indipendenza attorno a cui si riunisce gran parte delle forze autonomistiche; dal canto suo la Francia ha creato una residenza militare che lascia insoddisfatta ogni istanza autonomista;
Maometto V
-

(Fez 1909 - Rabat 1961)
figlio di Mulay Yusuf;
1927-57, sultano del Marocco;
[alla morte del padre]

1957-61, re del Marocco;

1949
Maggio

-


1949
Maggio
Algeria
-
-
1949
Maggio

nonostante le autorità francesi si siano impegnate a garantire alcune concessioni alla comunità musulmana, la consistente minoranza europea (i pieds noirs) si oppone a qualsiasi modificazione del regime coloniale; svanisce così un po' alla volta ogni possibilità d'integrazione tra le due comunità;

1949
Maggio
TUNISIA
[protettorato francese dal 1883, anche se il bey conserva formalmente le sue prerogative]
il Neo-Destur (presidente: H. Bourghiba, in carcere 1934-36 e 1938-42) dal 1934 ha come obiettivo la fine del protettorato;
- Bey
?
(?-?)

1949
Maggio

Dopo una scissione all'interno della WFTU con conseguente formazione dell'ICFTU (International Congress of Free Trade Unions) antisovietico e filooccidentale, l'UGTT (Union Générale des Travailleurs de Tunisie), ottiene l'affiliazione con la WFTU.
In seguito ad ulteriori discriminazioni da parte di Saillant contro l'UGTT e in favore dell'USTT – che ha un quarto di iscritti rispetto all'UGTT – quest'ultima lascia la WFTU nel giugno del 1950 e nel luglio del 1951 si affilia all'ICFTU, all'interno del quale l'americana AFL (American Federation of Labor) e il TUC britannico si contendono il controllo sui sindacati tunisini e kenyoti.


1949
Maggio
LIBIA
[nome romano riesumato durante il conflitto per indicare le due regioni della Tripolitania e della Cirenaica]
-

1949
Maggio

-

Muhammad Idris al-Mahdi al-Sanusi
-

(Giarabub 1890 - Il Cairo 1983)
1917-22, capo della confraternita dei Senussi;
1923-48, è costretto all'esilio;
1948, emiro di Cirenaica;



1950-69, re di Libia(Idris I);



1949
Maggio
Faruk  
(Il Cairo 1920 - Roma 1965)
figlio di re Fu'ad I;
1936-52, re d'Egitto;



1951-52, re d'Egitto e del Sudan;
- Primo Ministro
?
(1949 - 1950)
1949
Maggio

-


1949
Maggio
Sudan
[dalla convenzione del 18 gennaio 1899, il paese è stato costituito in "condominio" anglo-egiziano, di fatto in possedimento britannico;
la dominazione inglese ne ha accentuato la dipendenza coloniale, contestata fin dal periodo tra le due guerre mondiali dai nazionalisti sudanesi divisi tra una tendenza indipendentistica e una tendenza favorevole all'unione con l'Egitto;
nel settembre 1946 il RDA (Rassemblement Démocratique Africain) è diventato un'organizzazione popolare di massa nel Sudan (poi Mali).]
   
1949
Maggio

-


1949
Maggio
Guinea-Bissau
[colonia autonoma portoghese dal 1879, i suoi confini (rettilinei e artificiosi di evidente origine coloniale) con l'Africa Occidentale Francese sono stati regolati nel 1896.]
-
?
(?-?)
1949
Maggio

-


1949
Maggio
Africa Occidentale Francese
(AOF – 1895-1958)

[Dall'inizio del 1946 è diventato un possedimento d'oltremare dell'Union Française, con la conseguente trasformazione dei suoi abitanti in cittadini francesi; il governatore generale viene affiancato da un Grand Conseil formato da 5 delegati di ogni singolo territorio.]

Senegal [sotto controllo francese dal 1817, sottomesso e pacificato dal 1865.] cap. Dakar.
1949
nel 1948 Léopold Sédar Senghor è uscito dal Partito socialista francese e ha fondato il SDB (Senegalese Democratic Bloc - Blocco democratico senegalese).
Mauritania [protettorato francese dal 1904, il territorio vi è stato annesso dal 1920 ma le autorità coloniali non verranno mai completamente a capo dello spirito d'indipendenza mauro]
1949
Maggio

-
Sudan francese [ex Senegal-Niger dal 1904, nel 1921 è tornato al suo nome originario.]
1949
Maggio

dal 1946 l'UDS (Union démocratique soudanaise), sezione locale del RDA (Rassemblement démocratique africain), ha assunto con il suo leader Modibo Keita la testa del movimento nazionale;

Alto Volta [1932-47, la colonia è soppressa e smembrata tra Costa d'Avorio, Sudan Francese e Niger]
1949
Maggio

-
Niger [completamente colonizzato dal 1920] cap. Zinder.
1949
Maggio

-
Guinea Francese [protettorato francese dal 1889, è sorta la città di Conakry nel 1890; colonia francese dal 1891;
con l'acquisizione dell'isola di Los nel 1904 ha assunto il suo assetto territoriale definitivo.]
1949
Maggio

dal 1946 sono iniziati i primi movimenti nazionalisti guidati dal PDG (Parti dèmocratique de Guinée), emanazione del moderato RDA (Rassemblement démocratique africain) dal quale il primo si distanzia anche per influenza del blocco sovietico, assumendo posizioni più radicali sotto direzione di Sékou Touré uno dei più prestigiosi leader del nascente "risveglio africano";
Costa d'Avorio [colonia francese dal 1893.]
1949
Maggio

Febbraio
il RDA organizza dimostrazioni di massa contro la Francia.
Dahomey [annesso dal 1899 ma, completamente, dal 1916]
1949
Maggio

-

1949
Maggio
Sierra Leone
[colonia inglese dal 1808.]
- Governatore
?
(?-?)
1949
Maggio

-

1949
Maggio
[ex Monrovia, è una repubblica indipendente dal 1847, con una costituzione modellata su quella statunitense ma con il predominio dell'elemento nero-americano su quello autoctono;
nel 1857 al paese si è unita l'ex colonia formatasi a capo delle Palme nel 1833;
dalla fine della prima guerra mondiale è diventata una dipendenza economica degli Stati Uniti che si sono assicurati importanti concessioni per lo sfruttamento delle piantagioni di caucciù attraverso la società Firestone;
dal 1946 mira ora a diventare uno dei maggiori "paradisi fiscali" del mondo fornendo la propria "bandiera ombra" alle flotte mercantili private di ogni nazionalità; partito di governo è il TWP (True Whig Party) che domina la scena politica liberiana da oltre un secolo.]
-
-
1949
Maggio

-

1949
Maggio
Costa d'Oro
[colonia della corona britannica dal 1874, si è ingrandita nel 1922 con l'annessione della parte occidentale (Togoland) dell'ex Togo tedesco;
dal 1946 è in vigore la "Costituzione Burns".]
- Governatore
-
1949
Maggio

comincia ora a svilupparsi la lotta per l'indipendenza per iniziativa del Convention People's Party di Kwame Nkrumah;

1949
Maggio
Togo
[sotto mandato francese dalla fine della prima guerra mondiale, dal 1922 il territorio comprende solo la parte orientale dell'ex Togo tedesco e mantiene una distinta fisionomia giuridica.]
?
(?-?)
1949
Maggio

-


1949
Maggio
comprende i due ex protettorati britannici;
all'unità amministrativa della federazione non corrisponde tuttavia una reale integrazione etnico-culturale del paese;
Nigeria settentrionale [territori haussa, riuniti dal 1900]
-
-
1949
Maggio


La polizia britannica apre il fuoco contro 7500 lavoratori delle miniere di carbone di Enugu, Nigeria, provocando la morte d 21 persone e il ferimento di 51.
Due movimenti sindacali di ideologie opposte si alleano al Congresso del Lavoro Nigeriano; lo sciopero investe anche le altre industrie fino a coinvolgere, nel 1950, cinquantamila lavoratori.
Nigeria Meridionale [territori degli Oil Rivers (dal 1849), di Lagos (dal 1861) e Benin (dal 1897), riuniti dal 1906]
-
-
1949
Maggio

dopo i vari elementi di divisione che si portano avanti da tempo, continua a crescere il movimento nazionalista che, sotto la direzione di Nmandi Azikiwe (detto Zik) e ora favorito dalla creazione dell'università di Ibadan, pone le premesse per l'autogoverno;
Lagos
1949
Maggio

-





1949
Maggio
Camerun
[dal 1920 l'ex protettorato franco-britannico è diviso in due mandati coloniali previsti dal trattato di Versailles]
Njoya
-
(? - ?) c
1883-1933, re dei bantu;

Mandato (1) [alla Gran Bretagna, la porzione nordorientale, circa un quinto del paese]
1949
Maggio

-
Mandato (2) [alla Francia, il resto (ha recuperato anche i territori ceduti nel 1911); dal 1946 è entrato a far parte dell'Union Française.]
1949
Maggio

l'UPC (Union des populations du Cameroun) è alla testa della lotta per l'indipendenza (1948-58);

1949
Maggio
Africa Equatoriale Francese
(1910-1958)
1910, la Francia crea questa nuova unità amministrativa che, pur mantenendo a Brazzaville la sede del governatore generale, è divisa in quattro ripartizioni:
Medio Congo [ex Congo Francese]
-
1949
Maggio

André Matsua, fondatore nel 1925 della Société amicale des originaires de l'Afrique Equatoriale Française e finora sopravvissuta nella clandestinità, si trova ora arruolato nell'esercito francese;
nuovamente arrestato sotto l'imputazione di "intelligenza col nemico" è ricondotto a Brazaville. Qui tutti gli esponenti del movimeno amicale, divenuti fautori sempre più decisi delle rivendicazioni autonomiste delle popolazioni Bakongo, sono condannati a morte e fucilati.

Gabon [già assorbito dal Congo Francese nel 1888 e ora separato]
-
1949
Maggio

-
Ubangi Sciari (Oubangui-Chari) [ex Impero Centrafricano, diventato colonia francese dal 1905; Territorio d'oltremare dal 1946.]
-
1949
Maggio

-

Ciad [Territorio d'oltremare dal 1946.]
-
1949
Maggio

-



1949
Maggio
Congo Belga
[colonia dello stato belga dal 1908]
(capitale: Lépoldville)
[il territorio dello Zaire, già sede (ancor prima dell'arrivo dei portoghesi) di importanti regni autoctoni quali quello del Congo, di Kuba, Luba, Lunda:
- nel 1880 è stato posto sotto il controllo dell'Associazione internazionale per il Congo, promossa da Leopoldo II re del Belgio;
- 1885-1908, sotto la sovranità (esercitata a titolo personale) di Leopoldo II re del Belgio.]
Governatore
-
1949
Maggio

Dalla fine della seconda guerra mondiale si sviluppa nel paese un movimento di liberazione con orientamenti progressisti, diffuso specialmente nelle città, fra gli strati di popolazione indigena che, venuti a contatto con la cultura europea, hanno abbandonato gli antichi costumi tribali e maturato una coscienza nazionale.
Katanga [regione sudorientale, annessa militarmente dai belgi nel 1891 sotto l'egida della Compagnie du Katanga istituita da re Leopoldo II.]
1949
nella zona dell'attuale Jadotville, la Union Minière:
- nel 1917, a Likasi, ha aperto un'altra grande miniera di rame (dopo quella iniziale a Elisabethville);
- nel 1921, a Panda, ha installato un concentratore di minerale;
- nel 1928, a Shituru, ha inaugurato un nuovo complesso industriale, di gran lunga il maggiore del Congo e fra i più imponenti dell'intera Africa.
ll complesso industriale [intitolato a Jean Jadot] forma una delle capitali mondiali del rame.
Ruanda-Urundi [dal 1919 sotto amministrazione belga, nel 1925 è stato annesso alla colonia.]
1949
Maggio

-





1949
Maggio
-
ETIOPIA
[Abissinia: con il termine si intende indicare la regione etiopica (comprendente il Tigré, lo Scioà, l'Amara e il Goggiam) che si estende a Nord del fiume Auasc e dello spartiacque tra l'Omo e l'Abbai]
-

(Harar 1891 - † 1975)
Tafari Makonnen, figlio del principe Makonnen e nipote di Menelik II;
1930-75, imperatore di Etiopia;
negus neghesti
(re dei re);
da maggio 1941 è rientrato insieme alle truppe inglesi ad Addis Abeba;

ERITREA

1949
Maggio

-





1949
Maggio
SOMALIA
L'integrazione amministrativa da parte degli inglesi dei due territori ex Somalia Britannica ed ex Somalia Italiana, favorisce l'aggregazione delle forze nazionaliste nel partito Somali Youth League (Lega dei Giovani Somali) avviando il movimento indipendentista.
Progetto della Grande Somalia: rimane inoperante;
1949
Maggio

-

Somalia Francese [Territorio d'oltremare dal 1946.]
il porto di Gibuti (1888) è collegato per ferrovia alla capitale etiopica Addis Abeba (1897-1917);
[situata in territorio dancalo e non propriamente somalo]
1949
Maggio

-

1949
Maggio
Africa Orientale Britannica
(IBEAImperial British East Africa)
Uganda [protettorato britannico dal 1894]
-
-
1949
Maggio

formalmente diviso in quattro regni federati, è uno dei possedimenti più prosperi della Gran Bretagna in Africa;

Gli inglesi imprigionano per due anni un leader del partito Bataka, accusato di aver chiesto che il numero dei membri eletti del Lukiko sia portato a sessanta. Assemblee di massa si tengono davanti al Lukiko.
Mulumba dirige il giornale «Uganda Star» (Stella dell'Uganda) che pubblica articoli antibritannici.
La Gran Bretagna propone l'annessione dell'Uganda al Kenya.
La polizia inglese, armata, carica gruppi di dimostranti che protestano contro la politica di "dominazione bianca" seguita dai britannici. I capi della sommossa vengono imprigionati.
I contadini incendiano le case dei capitribù.
Gli inglesi fanno intervenire reparti dei Reali Fucilieri Africani, arruolano in un corpo di "polizia speciale" europei e asiatici, dichiarano lo stato di emergenza, arrestano 1724 persone e sciolgono il partito Bataka e il sindacato degli agricoltori africani. Il governo laburista invia, in qualità di nuovo governatore, Andrew Cohen con l'incarico di "ristabilire l'ordine".

Kenya [nome ufficiale solo dal 1920]
-
-
1949
Maggio

Il partito nazionalista KAU (Kenya African Union) è diretto dall'antropologo Jomo Kenyatta;

La Gran Bretagna interrompe con la forza uno sciopero generale. A Nyanza, Oginga Odinga diventa leader della KAU e i Luo si alleano ai Kikuyu in una unione non tribale, sostenuta e favorita da J.M. Kariuki (autore, nel 1963, dello studio Mau-Mau Detainee - Mau Mau confinato).



1949
Maggio
[dalla fine del primo conflitto mondiale (novembre 1918) il territorio è attribuito dalla Società delle Nazioni in mandato [Mandato B] alla Gran Bretagna che concede una relativa autonomia interna.]
-
-
1949
Maggio

-

1949
Maggio
[protettorato (assieme all'isola di Pemba) dal 1890 e colonia dal 1913 della corona britannica.]
-
?
(?-?)
1949
Maggio

-


1949
Maggio
Angola
- Governatore
?
(? - ?)

1949
Maggio

-


1949
Maggio
Rhodesia
1949
Maggio

ribattezzato Rhodesia dal 1895 in onore di Cecil J. Rhodes;
dal 1890 la British South Africa Chartered Co., società fondata da Cecil J. Rhodes, ha ottenuto da re LoBenguella la concessione esclusiva di sfruttamento venticinquennale del territorio del protettorato sui maTabele;
Rhodesia del Nord-Ovest [protettorato dal 1899, dal 1914, è uno dei più poveri possedimenti britannici]
-
-
1949
Maggio

passata dal 1924 sotto il controllo statale, ha mantenuto lo status di protettorato, dipendendo dal Foreign Office;
dal 1948 l'opposizione africana e guidata dal NRAC (Congresso Africano della Rhodesia del Nord) guidato da G.L. Mbikusita;
Rhodesia del Sud [protettorato dal 1911]
-
-
1949
Maggio

passata sotto il controllo statale nel 1923, si è rifiutata d'integrarsi nell'Unione Sudafricana divenendo colonia autonoma della corona e godendo così di maggiore libertà amministrativa; a forte immigrazione bianca, adotta una legislazione razziale analoga a quella sudafricana (apartheid) sancendo la completa esclusione dell'elemento indigeno dalla vita politica del paese;
[la situazione rimane così fino al secondo dopoguerra: vedi 1953]

1949
Maggio
[l'ex territorio Malawi, protettorato britannico dal 1891, che aveva assunto formalmente il nome British Central Africa
nel 1893, ha assunto questo nuovo nome nel 1907]
-
-
1949
Maggio

sin dall'inizio del secolo fermenti antibritannici sono già sorti e ora si diffondono a causa dell'indiscriminata diffusione delle piantagioni coloniali a scapito delle colture alimentari per il fabbisogno della popolazione (in costante aumento);
dal 1944 il movimento nazionalista nero ha ripreso vigore con la fondazione del NAC (Nyasaland African Congress);


1949
Maggio
Mozambico
-
-
1949
Maggio

il Portogallo, che nel 1923 ha integrato il triangolo di Kionga, procede tra le due guerre al riassetto definitivo del possedimento gestito in parte dalla società privata Companhia de Moçambique;

È costituito il Congresso Sindacale dell'Africa Orientale, che gli inglesi non vogliono riconsocere.
La Gran Bretagna proclama una legge sul lavoro obbligatorio, un'ordinanza sulla deportazione e un'altra ordinanza sul riconoscimento legale dei sindacati nel tentativo di bandire o disciplinare i sindacati africani. Il partito laburista britannico e il TUC non sono estranei a questo attacco ai sindacati africani (e indiani) dell'Africa orientale.
Nel Mozambico gli studenti africani e indiani fondano il NESAM.


1949
Maggio
Madagascar
(Imérina)
[annesso alla Francia dal 1896]
- Governatore
Cayla
(? - ?)
1949
Maggio

continuano le repressioni provocate dal fallito moto insurrezionale del 1947 diretto dal MDRM (Mouvement Démocratique de la Rénovation Malgache);




1949
Maggio
Unione Sudafricana
[dominion britannico a struttura federativa dal 1910 ma indipendente sul piano internazionale (statuto di Westminster, 1931).]
- Primo ministro
D.F. Malan
(1948 - 1954)
[Nazionalista]
dal 1912 si è costituito il SANNC (South African Native National Congress) – dal 1925 mutato in ANC (African National Congress) – formazione politica nera;
dal 1913 è in vigore il Native Land Act che consente al primo ministro di coinvolgere l'elemento boero nella prima guerra mondiale a fianco dell'Inghilterra;
dal 1914 è abolita l'imposta discriminatoria nei confronti degli indiani del Natal;
dal 1918 si è annessa con una serie di decisioni unilaterali l'ex colonia tedesca dell'Africa del Sud-Ovest, ricevuta invece in amministr azione fiduciaria dalla Lega delle Nazioni; nel tentativo di diminuire il costo del lavoro nell'industria mineraria colpita da recessione in conseguenza del declino del gold standard, il primo ministro fa ricorso alla manodopera africana semispecializzata;
mentre dal 1925 l'afrikaans ha rimpiazzato l'olandese come seconda lingua ufficiale dell'Unione, sono in vigore: Native Land Act (dal 1913) e Colour Bar Act (dal 1926);
dal 1934 il Partito afrikaner (unionista) di J.C. Smuts e il Nationalist Party (nazionalista) di J.B.M. Hertzog si sono fusi nell'United Party favorendo così l'aggregazione in partito politico della destra ultrarazzista e apertamente filonazista di D.F. Malan (Purified Nationalist Party) a cui nel 1936 Hertzog e Smuts hanno dovuto concedere il Representation of Natives Act che sospende i diritti politici della comunità nera;
grazie alla posizione favorevole all'ingresso del paese nel conflitto a fianco degli alleati (80 voti contro 67)

1949
Maggio

-





1949
Maggio
LEGA ARABA
Il 22 marzo 1945 è nata al Cairo questa lega fondata da Egitto, Libano, Siria, Giordania, Iraq, Arabia Saudita e Yemen;
1953, Libia
1956, Sudan
1958, Tunisia e Marocco
1961, Kuwait
1962, Algeria.
Fa parte anche l'OLP (Organizzazione per la liberazione della Palestina), presieduta da Yasir Arafat.
1949
Maggio

-




1949
Maggio
Regno Arabo Saudita
[dal 27 set 1932]
[come membro fondatore, dal 22 marzo 1945 fa parte della "Lega araba".]
'Abd al-'Aziz III o ibn Sa'ud
Albero genealogico
(Riyadh 1887-Taif 1953)
discendente della dinastia wahhabita dei Banu Sa'ud;
1891, la dinastia viene scalzata dalla capitale Riyadh a opera dei rivali Banu Rashid del Gebel Shammar;
1902-13, ristabilisce con una serie di campagne l'unità del Neged, intraprendendo dopo il crollo dell'impero ottomano l'unificazione della penisola arabica;
1915-18, prima guerra mondiale: pur avendo stipulato un accordo di alleanza con la Gran Bretagna (1915), si mantiene neutrale dedicandosi al consolidamento interno dello stato, da lui organizzato sulla base di colonie agricolo-militari di contadini soldati legati al sovrano da un patto ("fratelli fedeli");
1918, approfitta dei contrasti anglo-francesi nel Vicino Oriente per sviluppare una tempestiva politica di annessioni;
1919, si annette il Gebel Shammar;
1924, si annette la Mecca;
1925, si annette Gidda;
1926, re del Higiaz;
1927-32, re del Higiaz e del Neged;
[… e dipendenze];
riconosciuto al congresso musulmano universale della Mecca, ottiene anche il riconoscimento della Gran Bretagna (trattato di Gidda);
1932 (27 settembre) procede alla piena integrazione dei suoi possedimenti dando ad essi il nome di Regno Arabo Saudita;
1932-53, re dell'Arabia Saudita;
uno dei principali protagonisti del risorgimento arabo;
1949
Maggio

guerra arabo-israeliana (1948-49): coinvolge il paese solo nominalmente;


1949
Maggio
Yemen
(imamato)
[come membro fondatore, dal 22 marzo 1945 fa parte della "Lega araba".]
? 

1949
Maggio

dalla congiura di palazzo del 1948 che ha deposto il vecchio Yahya, al potere dal 1911, è in corso una cauta modernizzazione tramite il ricorso a capitali occidentali e l'inserimento del paese nei nuovi equilibri panarabi;


1949
Maggio
Regno Hashemita del Giordano
(Giordania)
[come membro fondatore, dal 22 marzo 1945 fa parte della "Lega araba".]
Abdullah o 'Abd Allah ibn al-Husayn
(La Mecca 1882 - Gerusalemme 1951) secondogenito del re del Higiaz Husayn ibn 'Ali, della dinastia degli Hashimiti o Hashemiti;
1920, re dell'Iraq;
[designato dal Congresso panarabo di Damasco]
1921, deve cedere il trono iracheno al fratello maggiore Faysal, espulso dalla Siria dai francesi, ottenendo in cambio l'emirato autonomo di Transgiordania, sotto mandato britannico;
1921-46, emiro di Transgiordania [sotto mandato britannico];
1933, dopo la morte del fratello Faysal, ne riprende il progetto di creazione di una "grande Siria" (Transgiordania, Palestina, Libano e Siria) rinsaldando a tale scopo l'alleanza con la Gran Bretagna;
1946-51, re del Regno hashemita del Giordano;
[ottenuta l'indipendenza dal mandato britannico, assume il titolo di re e muta il nome dell'emirato autonomo di Transgiordania in questo]
1949
Maggio

guerra arabo-israeliana (1948-49):


1949
Maggio

[come membro fondatore, dal 22 marzo 1945 fa parte della "Lega araba".]

- Presidente
Bachara al-Khury
(1943 - 1952)
1949
Maggio

la Francia continua a intrattenere con Beirut rapporti privilegiati in campo militare e finanziario, che consentono ai ceti dirigenti del periodo coloniale di serbare la loro autonomia;
guerra arabo-israeliana (1948-49):


1949
Maggio
Repubblica araba di Siria

[dall'aprile 1946 il paese ha conseguito la piena indipendenza.]

- Presidente
Shukri al-Quwwatli
(1946 apr - ?)
[leader nazionalista]
1949
guerra arabo-israeliana (1948-49): vi prende parte come membro della "Lega araba";

Maggio

-

1949
Maggio
[dal 1922 la regione è stata attribuita in mandato dalla Società delle Nazioni alla Gran Bretagna, sulla base del piano di spartizione del levante convenuto da inglesi e francesi (accordo Sykes-Picot);
dal 1939 (libro bianco del maggio 1939) il governo inglese ha formulato la proposta, respinta dagli interessati, di istituire uno stato arabo palestinese indipendente, nell'arco di un decennio;
dal 1942 a New York l'Organizzazione sionistica mondiale pensa di dar vita a uno stato ebraico indipendente,
… ogni mediazione è improponibile;
dal 1947 la risoluzione dell'ONU di spartire la Palestina in due stati nazionali, internazionalizzando pro tempore Gerusalemme, non viene accettata dagli arabi;
l'URSS appoggia la costituzione dello stato di Israele.]
 

1949
Maggio
11
, … e in base a queste condizioni Israele viene ora ammesso alle Nazioni Unite.

Ciononostante Israele sostiene che il futuro dei profughi possa venir discusso solo come parte integrante di un piano di sistemazione generale.

L'impasse è totale.

Metà degli arabi palestinesi sono profughi.
Né il nuovo stato d'Israele né i nuovi vicini arabi possono aspettarsi un minimo di sicurezza e stabilità.

Le ripercussioni della sconfitta palestinese (al-nahdah in arabo) si fanno sentire in tutto l'Oriente arabo.
La responsabilità viene spartita tra Gran Bretagna, Stati Uniti e i leader arabi, la cui incompetanza e rivalità hanno contribuito alla misera figura araba.


1949
Maggio
Repubblica di Israele
 
- Presidente
?
(1948 - 1952)
- Primo ministro
David Ben Gurion
(1948 - dic 1953)
[MAPAL]
MAPAL (Organizzazione sionistica mondiale - Partito laburista);
David Ben Gurion è a capo di una coalizione di centro-sinistra; parlamento unicamerale (Knesset);
1949
Maggio
25
, la Transgiordania (già Emirato di Kerak), conquista l'indipendenza e la sovranità;





1949
Maggio
Iraq
[dal 1930 l'Iraq è "formalmente" indipendente; dal 1930 rimane infatti ancora legato alla Gran Bretagna da un trattato 25le;
membro fondatore delle Nazioni Unite (1945) e della "Lega araba" (22 marzo 1945);
dal 1948 è cessata la tutela britannica; ]
Faysal II

(? - 1958)
figlio di Ghazi I
1939-58, re dell'Iraq;


- Presidente del consiglio di reggenza
Nuri al-Sa'id
(?-?)
Kurdistan (iracheno)
1949
Maggio

le multinazionali del petrolio e in particolare l'Iraq Petroleum Corporation (anglo-franco-olandese-americana) operano nei giacimenti della zona di Kirkuk;



1949
Maggio
Iran
[mentre dal 1928 sono state annullate tutte le concessioni di extraterritorialità, dal 1933 è stato rinegoziato l'accordo con la AIOC (Anglo-Iranian Oil Company) che continua a sfruttare (1909-51) gli ingenti giacimenti petroliferi.]
Muhammad Reza Pahlavi

(Teheran 1919 - Il Cairo 1980)
primogenito di Reza Khan Pahlavi imperatore (scià) dell'Iran, educato all'occidentale;
1941-79, scià dell'Iran;
sale al trono dopo l'abdicazione del padre;



1949
Maggio

-










Torna su

 

Nuova Ricerca