©

Il Viandante

in rete dal 1996


Se ti siamo stati utili effettua una

Nuova Ricerca

ANNO 1892

STORIA e POLITICA RELIGIONE e FILOSOFIA ARTE

Bancarella Libri usati

Cosa Nostra
SCIENZE ECONOMIA LETTERE e TEATRO CINEMA

Leone XIII
(1878-1903)

- segretario di Stato: card. M. Rampolla del Tindaro;
- segretario degli affari ecclesiastici straordinari: mons. F. Segna;

1892
Febbraio
16
, emana l'enciclica Au milieu des sollicitudes: sulle forme di governo; rivolta ai francesi;
vi incoraggia il ralliement in Francia.
Dichiara «assurda la teoria della separazione dello Stato dalla Chiesa».

"Seconda Internazionale"

«segue da 1891»
1892 
-
«segue 1893»

 

1892, 9 gennaio, Jerez de la Frontera, Andalusia:
il tentativo di liberare 157 anarchici sospettati di appartenere alla Mano Negra finisce in cruenta battaglia. 
I primi due decenni del '900 vedono la presenza in Andalusia di uno stato di guerriglia permanente con una popolazione composta per tre quarti di braccianti agricoli alla giornata, pagati dai latifondisti con miseri salari; la lotta si esprimerà in:
- distruzione di catasti e contratti d'affitto,
- abolizione del denaro,
- creazione di comuni collettiviste indipendenti.
La rivolta acquista col tempo un cosciente carattere anarchico e viene repressa in maniera durissima: migliaia di arresti e decine di condanne a morte per garrota.
23 luglio, Alexander Berkman, un giovane anarchico di origine russa ferisce a colpi di pistola il magnate delle acciaierie Frick, responsabile dell'uccisione di diversi scioperanti attraverso i pistoleros della Pinkerton. Berkmann viene condannato a 21 anni di carcere.

Francia

1892, escono:
- «La Libre Parole», giornale di battaglia politica [denuncia lo scandalo di Panama] e
- «Le Diable au XIX siècle»… poco attendibile.






1892
Impero d'Austria
 
Francesco Giuseppe I
Albero genealogico
(Vienna 1830-1916)
figlio dell'arciduca Francesco Carlo d'Absburgo-Lorena e di Sofia di Baviera;
1848-1916, imperatore d'Austria;
1867-1916, re d'Ungheria;
nel 1889 suo figlio Rodolfo si suicida a Mayerling con la giovane amante Maria Vetsera;

 
Ministro degli Affari Esteri
conte E. von Taaffe
(1879 - 1893)
Ministro delle Finanze
-
-

1892
dal 1879 l'Austria-Ungheria si è accostata al Reich tedesco (duplice alleanza);

Alldeutsche Vereinigung
(Unione pangermanica)

1886-1907, opera questa associazione politica austriaca, antislava e antisemitica, contro la politica di conciliazione e di equilibrio fra le varie nazionalità condotta da E. von Taaffe.


AUSTRIA
Cancelliere
-
Ministro della Difesa
-
Ministro degli Interni
-
 
Istria
1892
-
Dalmazia
1892
-

[Joze Pirjevec, Serbi, Croati, Sloveni - Storia di tre nazioni, Universale Paperbacks, Il Mulino, Bologna 1995]
Cattaro
1892
-
UNGHERIA
Cancelliere
-
Ministro della Difesa
-
Ministro degli Interni
-
Croazia-Slavonia
[Da marzo 1849, la nuova costituzione riconosce il regno di Croazia indipendente dall'Ungheria, una disposizione tuttavia di valore meramente simbolico.]
Bano
conte Károly Khuen-Héderváry
(1883 - 1903)
1892
Zagabria,

[Joze Pirjevec, Serbi, Croati, Sloveni - Storia di tre nazioni, Universale Paperbacks, Il Mulino, Bologna 1995]
Fiume [detta "il Corpus separatum" - esclusa dalla Croazia-Slavonia]
1892
-
 

 

***


"Giovani cechi": T.G. Masaryk, leader del movimento costituitosi nel 1863 e staccatosi dai "Vecchi Cechi" nel 1879, è deputato (1891-1893) al parlamento di Vienna;
[dal 1883 l'università di Praga è divisa in due sezioni, una ceca e una tedesca.]





1892
Deutsches Reich
Guglielmo II
Albero genealogico

(Potsdam 1859-Doorn, Utrecht 1941)
primogenito dell'imperatore Federico III e della principessa inglese Victoria, e affetto da una paralisi parziale al braccio sinistro;
1888-1918, imperatore di Germania e re di Prussia;

 
Presidente
del Bundesrat

(consiglio federale)
L. von Caprivi
(1890 20 mar - 26 ott 1894)
Presidente
del Reichstag
 
 
Cancelliere del Reich
[Reichskanzler]
L. von Caprivi
(1890 20 mar - 26 ott 1894)
   
   
   
   
   
1892
dal 1882 "Triplice alleanza" tra Germania, Austria-Ungheria e Italia, in funzione anti Russia (dal 1890 in intesa con la Francia).
Dal 1890 opera l'SPD (Partito socialdemocratico tedesco) e si sono ricostituiti i sindacati socialisti.



??OOO??
Regni
Regno di Baviera

Otto I (München 1848 - Schloß Fürstenried 1916)
figlio del re Massimiliano II Joseph e della p.ssa Marie di Prussia;
1886-1913, re di Baviera;
1892
poiché colpito da squilibrio mentale, governa lo zio, principe reggente Luitpold di Wittelsbach;

 
Regno di Sassonia

Albert I (Dresden 1828 - Castello di Sibyllenort 1902)
figlio di Johann I e di Amalie di Baviera;
1873-1902, re di Sassonia;
1892
-

Albero genealogico
 
Regno di Württemberg

Wilhelm II (Stuttgart 1848 - Schloss Bebenhausen 1921)
figlio di Friedrich Karl August e della p.ssa Katharine von Württemberg;
1891-1918, re di Württemberg;
1892
-

Albero genealogico
 
Granducati
Granducato di
 
 
Granducato di
 
 
 
   
 
Ducati
Ducato di Sassonia-Coburgo-Gotha

Ernst II (Coburgo 1818-castello di Reinhardsbrunn 1893)
figlio di Ernst I e della p.ssa Luise di Saxe-Gotha; Luise di Saxe-Gotha;
1844-93, duca di Sassonia-Coburgo-Gotha;
1892
-

Albero genealogico
 
Ducato di Sassonia-Meiningen

Georg II (Meiningen 1826 - Wildungen 1914)
figlio del duca Bernhard II e della p.ssa Marie di Hesse-Kassel;
1866-1914, duca di Sassonia-Meiningen;
1892
-

Albero genealogico
 
 
   
 
Principati
 
 


1892
REGNO di POLONIA
(Regno del Congresso)
[capitale Varsavia]
- dal 1864 il governo russo ha abolito il polacco come lingua ufficiale, soppresso ogni forma di governo locale e promulgata una riforma agraria molto più radicale di quella russa del 1861, per danneggiare la turbolenta nobiltà;
anche la chiesa cattolica viene perseguitata;
 
1892
B. Limanowski fonda il PPS (Partito socialista polacco), capeggiato poi da J. Pilsudski, dal quale si stacca subito un'ala di sinistra, minoritaria, guidata da Rosa Luxemburg e J. Marchlewski;








1892
Milan Obrenovic
Albero genealogico
(Marasesti, Moldavia 1845 - Vienna 1901)
pronipote del principe Miloš I;
1868-82, principe di Serbia;
dal 1878 la Serbia è un paese completamente indipendente;
1882-89, re di Serbia;
da marzo 1889 ha abdicato in favore del figlio Alessandro;
1892
stabilitosi in Francia, rinuncia addirittura alla cittadinanza serba;
Alessandro I Obrenovic
Albero genealogico
(Belgrado 1876 - 1903)
figlio di Milan I e di Natalia Kescho, figlia di un ufficiale russo;
1889-1903, re di Serbia;
in seguito all'abdicazione del padre, ma sotto un consiglio di reggenza presieduto dal ministro Ristic; il periodo della reggenza è disturbato dalle continue e poco edificanti liti fra l'ex re e sua moglie;

Primo ministro
Nikola Pašic
(1892 - 1893)
[fondatore del Partito radicale serbo (1881)]
1892
Viene ora ribadito ufficialmente dal sabor croato l'accordo, stretto a Vienna nel 1850 (e confermato dal governo serbo nel 1868), sotto l'egida delle autorità asburgiche, da alcuni intellettuali croati e serbi (tra cui non poteva mancare naturalmente Vuk Stefanovic Karadzic) di coltivare come lingua letteraria comune la cosiddetta variante iekava del dialetto dello što.


Principato del Montenegro
Nicola I Petrovich Njegosh
Albero genealogico

(Njegoš, Principato del Montenegro 1841 - Antibes, Francia 1921)
1860-1918, principe del Montenegro;

1910-18, re del Montenegro (Nicola I);

1891
dal 1878 al congresso di Berlino ha ottenuto il riconoscimento della completa indipendenza del suo stato il cui territorio è stato notevolmente accresciuto e dotato di uno sbocco sull'Adriatico: Antivari;






1892
Regno degli Elleni
Giorgio I
Albero genealogico

(Copenaghen 1845-Salonicco 1913)
figlio di Cristiano IX re di Danimarca e di Luisa di Assia-Kassel nonché cognato di Edward VII re d'Inghilterra;
1863-1913, re degli Elleni;
- dal 1864 ha accordato al paese una costituzione democratica (non di immediata applicazione) e sostiene con alterna fortuna le aspirazioni all'indipendenza dell'isola di Creta;
- dal 1881 ha ottenuto la Tessaglia e parte dell'Epiro;


 
1892
-



1892
IMPERO OTTOMANO
[dal 1879 è sotto l'influenza della Germania]
Abdülhamit II o Abdülhamid
o 'Abd al-Hamid
Albero genealogico
(Istanbul, 21 set 1842 – Istanbul, 10 feb 1918)
figlio di 'Abd-ul-Mejid I e della sua sposa armena Tirimüjgan;
1876-1909, XXXIV sultano; "il sultano rosso"


TURCHIA
1892
"Giovani turchi": nel 1891 è stato istituito a Ginevra l'organo esecutivo del movimento, il famoso C.U.P. o "Comitato di Unione e Progresso" (Ittihad ve Taraqqi);

BOSNIA-Erzegovina
[dal 1878, dopo il congresso di Berlino, è amministrata dall'Austria-Ungheria]

1892
-

Novibazar [sangiacato]

1892
Il sangiacato di Novibazar, che separa la Serbia dal Principato del Montenegro, è abitato in gran parte da serbi, metà dei quali musulmani, e resta alla Turchia, anche se sotto un regime speciale.

ALBANIA

1892
Il sentimento nazionale, promosso dalla cessione di Plava e Gusinje al Montenegro decretata dal congresso di Berlino, si rafforza sempre di più, facendo capo alla Lega albanese di resistenza.

MACEDONIA [ceduta dalla Bulgaria alla Turchia nel 1878]

1892
-



CRETA

1892
-

CIPRO
1892
in seguito all'occupazione britannica dell'Egitto, l'isola perde gran parte della sua importanza e perciò il governo di Londra si disinteressa dell'isola trascurandola completamente.










1892
RUSSIA
 
Alessandro III Romanov
Albero genealogico

(Pietroburgo 1845 - Livadija, Crimea 1894)
secondogenito di Alessandro II e di Maria di Assia-Darmstadt;
1881-94, zar di Russia;
-

 
Ministro delle comunicazioni
-
S.J. VItte
(1892 feb - 1903)
Ministro delle finanze, commercio e industria
-
S.J. VItte
(1892 ago - 1903)
capo della polizia
V.K. von Pleve
(1881 - ?)
1892
-




-
1892
-
 
Granducato di Finlandia
[relativamente autonomo]
- dal 1809, in seguito alla pace di Tilsit e al trattato di Fredrikshamn;
- dal 1863 la dieta viene convocata ufficialmente ogni cinque anni e
la lingua ufficiale è diventata il finlandese; la religione è luterana già dal XVI sec.;
- dal 1869 lo zar ha concesso la costituzione;
1892
-


1892
REGNO di ROMANIA
Carlo I

Albero genealogico

(Sigmaringen, Prussia 1839 - Sinaia, Valacchia 1914)
figlio di Carlo Antonio († 1885) principe di Hohenzollern-Sigmaringen (1848-49, abd.) e di Giuseppina di Baden;
1866-81, principe di Romania;
1869, sposa la principessa Elisabetta di Wied (o Carmen Sylva);
1877, alleato della Russia nella guerra contro la Turchia, comanda personalmente le truppe romene distinguendosi nell'assedio di Plevna;
nel 1878 l'annessione della Bessarabia alla Russia in cambio della non desiderata Dobrugia ceduta alla Romania crea un aspro dissenso fra Romania e il neo principato di Bulgaria;
1881-1914, re di Romania;
1892
dal 1883 è legato alla Triplice alleanza;

1892
-
 

a



1892
Principato di BULGARIA

Ferdinando

Albero genealogico

(Vienna 1861 - Coburgo 1948)
figlio di Augusto di Sassonia-Coburgo-Koháry († 1881) e di Clementina d'Orléans;
1887-1908, principe di Bulgaria;
[eletto dal Sobranje (Assemblea nazionale), è succeduto ad Alessandro di Battenberg (1879-86) che ha abdicato]


1908-18, zar dei bulgari;

Primo Ministro
Stambuloff
(1887 ago - mag 1894)

1892
-
 

a





1892
FRANCIA
III REPUBBLICA
Presidente della Repubblica
S. Carnot
(1887 3 dic - 25 giu 1894)
Presidente del Senato
-
Presidente della Camera
-
Presidente dell'Assemblea nazionale
(Senato+Camera)
-
 
Presidente del Consiglio
C. de Freycinet
IV
(1890 17 mar - 18 feb 1892)
É. Loubet
(27 feb-28 nov)
A. Ribot
I
(1892 6 dic-10 gen 1893)
Interni
Ernest Constans
(1890 17 mar - 27 feb 1892)
É. Loubet
(1892 27 feb - 11 gen 1893)
Affari Esteri
A.-F.-J. Ribot
(1890 17 mar - 11 gen 1893)
Colonie
-
-
Guerra
Finanze
Maurice Rouvier
(1889 22 feb - 12 dic 1892)
Pierre Tirard
( 13 dic - 4 apr 1893)
Lavori pubblici
-
-
Lavoro
-
Giustizia
Armand Fallières
(1890 17 mar - 27 feb 1892)
Louis Ricard
(27 feb - 6 dic)
Léon Bourgeois
( 6 dic - 12 mar 1893)
Istruzione Pubblica
-
   
   
 
1892
-

1892
REGNO dei PAESI BASSI

Guglielmina

Albero genealogico

(l'Aia 1880 - castello di Het Loo, presso Apeldoorn 1962)
figlia di Guglielmo III re d'Olanda e della sua seconda moglie Emma di Waldeck-Pyrmont;
1890-1948, regina dei Paesi Bassi;
[sotto la reggenza della madre]

Primo ministro

-
1892
-

a



1892
REGNO del BELGIO

Leopoldo II

Albero genealogico

(1835 - 1909)
figlio di Leopoldo I e di Carolina Carlotta Augusta d'Inghilterra;
1865-1909, re dei belgi;
1885-1908, sovrano dello Stato Indipendente del Congo [in realtà un suo possedimento personale]



 
1892
-

a



1892
Granducato di Lussemburgo

Adolfo di Nassau-Weilburg

Albero genealogico

(† 1905)
figlio di Guglielmo duca di Nassau e di Carlotta Federica Luisa di Sassonia Altenburg;
1839-66, duca di Nassau;
1890-1905, granduca di Lussemburgo;
[alla morte di Guglielmo III, re dei Paesi Bassi e granduca di Lussemburgo, in seguito ad una precedente convenzione.]


 

1892
-

a

 




1892
Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda
Vittoria
Albero genealogico

(Londra 1819-Osborne, isola di Wight 1901)
figlia di Edoardo duca di Kent e di Vittoria Maria Luisa di Sassonia-Coburgo-Gotha;
1820, alla morte del padre è posta sotto la tutela dello zio materno Leopoldo di Sassonia-Coburgo-Saalfeld (futuro Leopoldo I del Belgio);
1837-1901, regina del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda;
succeduta alla morte dello zio Guglielmo IV morto senza eredi legittimi;
dal febbraio 1840 è sposata con l'amatissimo cugino Alberto di Sassonia-Coburgo-Gotha;
dal 14 febbraio 1861 è vedova;
1877-1901, imperatrice delle Indie;

Primo lord
del Tesoro
[First Lord
of the Treasury
]
R.A.T. Gascoyne-Cecil
conservatore
3° marchese di Salisbury
(1886 3 ago - 15 ago 1892)
W.E. Gladstone liberale
IV
(15 ago - 5 mar 1894
Cancelliere dello Scacchiere
[Chancellor
of the Exchequer
]
George Joachim Goschen
(1887 14 gen - 11 ago 1892)
sir William Vernon Harcourt
(1892 18 ago - 21 giu 1895)
Segretari di Stato
 
Affari Esteri e Commonwealth
R.A.T. Gascoyne-Cecil
conservatore
3° marchese di Salisbury
(1886 3 ago - 15 ago 1892)
A.Ph. Primrose
5° conte di Rosebery
(ago- mar 1894)
Guerra
-
-
Affari Interni
-
-
Giustizia
-
-
Colonie
-
-
Commercio
-
-
1892
-
1892
-



1892
REGNO di DANIMARCA
Cristiano IX
Albero genealogico

(Gottorp, Schleswig-Holstein 1818 - Copenaghen 1906)
figlio di Federico Guglielmo e di Luisa di Assia-Kassel;
1863-1906, re di Danimarca;

1892
-

ISLANDA

1892
-


1892
REGNO di SVEZIA e NORVEGIA
Oscar II
Albero genealogico

(Stoccolma 1829 - 1907)
figlio di Oscar I e di Giuseppina di Leuchtenberg, e fratello di Carlo XV;
1872-1907, re di Svezia;
1872-1905, re di Norvegia;



SVEZIA
1892
-
NORVEGIA
1892
-






1892
REGNO di PORTOGALLO
Carlo I
Albero genealogico
(Lisbona 1863 - 1908)
figlio primogenito di re Luigi di Sassonia-Coburgo-Gotha-Koháry e di Maria Pia di Savoia-Carignano;
1886, sposa la princ.ssa Amélie de Orléans (1865-1951);
1889-1908, re di Portogallo;

Ministro degli Interni

-

1892
-


a


1892
REGNO di SPAGNA
Alfonso XIII di Borbone
Albero genealogico

(Madrid 1886 - Roma 1941)
figlio postumo di Alfonso XII e di Maria Cristina d'Absburgo-Lorena;
1886-1931, re di Spagna;

 
Primo Ministro
1892
governa appoggiandosi alle "giunte" militari, all'alto clero e ai grandi proprietari fondiari e incoraggiando, spesso, una politica repressiva;










1892
REGNO D'ITALIA
Umberto I
Albero genealogico

(Torino 1844-Monza 1900)
figlio di Vittorio Emanuele II e di Maria Adelaide d'Absburgo-Lorena;
1849-78, principe di Piemonte;
1878-1900, re d'Italia;

 

PARLAMENTO
XVII Legislatura
(1890 10 dic - 27 set 1892)
 
XVIII Legislatura
(1892 23 nov - 8 mag 1895)
Presidente del Senato D. Farini
romagnolo
(1890 10 dic - 27 set 1892)
  D. Farini
romagnolo
(1892 23 nov - 13 gen 1895)
Presidente della Camera G. Biancheri
ligure
(1890 10 giu - 27 set 1892)
  G. Zanardelli
lombardo
(1892 23 nov - 20 feb 1894)
 
Presidenti
del Consiglio
A. Starabba,
marchese di Rudini I
siciliano
(1891 6 feb - 15 mag 1892)
G. Giolitti I
piemontese
(1892 15 mag - 15 dic 1893)
Interno
G. Nicotera
calabrese
(1891 6 feb - 15 mag 1892)
Sottosegretario P. Lucca
piemontese
(1891 6 feb - 15 mag 1892)
P. Rosano
campano
(1892 15 mag - 15 dic 1893)
Affari Esteri
A. Starabba,
marchese di Rudini
siciliano
(1891 6 feb - 15 mag 1892)
B. Brin
piemontese
(1892 15 mag - 15 dic 1893)
Sottosegretario A. D'Arco
lombardo
(1891 6 feb - 15 mag 1892)
L. Ferrari
romagnolo
(1892 15 mag - 15 dic 1893)
Guerra
L.G. Pelloux
savoiardo
(1891 6 feb - 15 dic 1893)
Sottosegretario F. Carenzi
piemontese
(1891 2 lug - 15 dic 1893)
Marina
S.A. P. de Saint-Bon
savoiardo
(1891 15 feb - 15 mag 1892)
B. Brin
piemontese
(28 set - 8 dic)
[ad interim]
C.A. Racchia
piemontese
(8 dic - 15 dic 1893)
Sottosegretario R. Corsi
campano
(1891 6 feb - 15 mag 1892)
 
Tesoro
L. Luzzatti
veneto
(1891 6 feb - 15 mag 1892)
B. Grimaldi
calabrese
(1892 15 mag - 15 dic 1893)
Sottosegretario S. Frola
piemontese
(1891 6 feb - 15 mag 1892)
A. Fagioli
veneto
(1892 15 mag - 15 dic 1893)
Finanze
G. Colombo
lombardo
(1891 6 feb - 4 mag 1892)
L. Luzzatti
veneto
(4 - 15 mag)
[ad interim]
V. Ellena
piemontese
(15 mag - 7 lug; † 19 lug)
B. Grimaldi
calabrese
(1892 7 lug - 24 mag 1893)
[ad interim]
Sottosegretario A. Salandra
pugliese
(1891 6 feb - 15 mag 1892)
G. Lanzara
campano
(1892 15 mag - 15 dic 1893)
Agricoltura, Industria e Commercio
  A. Starabba,
marchese di Rudini
siciliano
(1891 31 dic - 15 mag 1892)
[ad interim]
P. Lacava
lucano
(1892 15 mag - 15 dic 1893)
Sottosegretario G. Arcoleo
siciliano
(1891 6 feb - 15 mag 1892)
A. Paternò-Castello
marchese di San Giuliano
siciliano
(1892 15 mag - 15 dic 1893)
Lavori Pubblici
A. Branca
lucano
(1891 6 feb - 15 mag 1892)
F. Genala
lombardo
(1892 15 mag - 12 set 1893)
Sottosegretario C. Buttini
piemontese
(1891 6 feb - 15 mag 1892)
G. Sani
veneto
(1892 15 mag - 15 dic 1893)
Grazia e Giustizia, e Culti
B. Chimirri
calabrese
(1891 31 dic - 15 mag 1892)
T. Bonacci
marchigiano
(1892 15 mag - 24 mag 1893)
Sottosegretario G. Della Rocca
campano
(1891 6 feb - 23 apr 1892)
P. Nocito
siciliano
(1892 15 mag - 14 mag 1893)
Istruzione Pubblica
P. Villari
campano
(1891 6 feb - 15 mag 1892)

F. Martini
toscano
(1892 15 mag - 15 dic 1893)

Sottosegretario L. Pullè
veneto
(1891 6 feb - 15 mag 1892)
S. Ronchetti
lombardo
(1892 15 mag - 15 dic 1893)
Poste e Telegrafi
A. Branca
lucano
(1891 6 feb - 15 mag 1892)
[ad interim]
C. Finocchiaro Aprile
siciliano
(1892 15 mag - 15 dic 1893)
Sottosegretario A. Pascolato
veneto
(1891 6 feb - 15 mag 1892)
U. Papa
lombardo
(1892 15 mag - 15 dic 1893)
 

1892

Gennaio

Febbraio
il col. O. Baratieri viene nominato governatore dell'Eritrea;

Marzo

Aprile
il governo si dimette a seguito dell'opposizione alla sua politica finanziaria;

Maggio
un voto della Camera provoca la caduta del governo;
il re affida l'incarico di costituire il nuovo governo al piemontese G. Giolitti;

Giugno
 
Luglio
i lavoratori italiani hanno un loro giornale «Lotta di classe» fondato a Milano e diretto ufficiosamente da F. Turati e A. Kuliscioff.

Agosto
dietro il pagamento di un canone annuo di 268.000 lire l'Italia assicura la sua autorità sui porti di Brava, Merca, Mogadiscio e Warshikh in Somalia. 
14, Genova, si apre il Congresso nazionale del Partito dei Lavoratori Italiani;
15, Genova, i socialisti abbandonano il congresso riunendosi nella sala dei Carabinieri e dando vita al Psi (Partito Socialista Italiano).
È la frattura decisiva fra anarchici e socialisti.
Con il programma preparato da F. Turati, questo amalgama di un complesso di
- leghe sindacali, 
- circoli socialisti,
- società mutualistiche; 
è il primo a darsi un'organizzazione moderna, a ordinamento democratico, estesa su scala nazionale;

Settembre
si indicono nuove elezioni per novembre;
G. Giolitti modifica la legge elettorale: il collegio a scrutinio di lista viene sostituito col collegio uninominale. Ciò dà al governo un maggiore controllo e una maggiore possibilità di pressione sul corpo elettorale… e se ne vedranno i risultati.

Ottobre

Novembre
6
e 13, il 55,9% degli aventi diritto partecipa alle elezioni che vedono un notevole successo di G. Giolitti;
Imola, A. Costa viene battuto dal marchese Zappi e a nulla vale denunciare al governo le irregolarità di questa elezione.


Dicembre
-





 

DOMINION OF CANADA
[Aggiunta alle altre province britanniche nel 1763, include la regione sulle due rive del fiume San Lorenzo grossolanamente delimitate da Anticosti a est e il Lago Nipissing a ovest.
Dal 7 nov 1763 la provincia (ex Canada francese) è stata divisa formalmente in tre distretti: Québec, Trois-Rivières, Montréal.
Nel 1791 la provincia è stata separata in due parti:
Basso Canada (francofoni) e Alto Canada (lealisti).
Nel 1841, con l'Act of Union sono stati nominati due primi ministri ma Canada Est e Canada Ovest continuano ad andare ognuna per la sua strada. Il sistema dura ben 25 anni (1842-67).
Nel 1867, 1° luglio, nasce ufficialmente la confederazione: Dominion of Canada.]
Governatore generale
Frederick A. Stanley
barone Stanley of Preston,
conte di Derby
(1888 - 1893)
Primo ministro
John J.C. Abbott
(1891 - 1892)
[conservatore]
John S.D. Thompson
(1892 - 1894)
[conservatore]

1892
-

Dopo la morte di John A. Macdonald (1892) vi sono alcuni screzi tra Londra e Ottawa per quanto riguarda l'autonomia dei dominions nel campo dei trattati commerciali.
Ancora una voltta però è una questione riguardante i rapporti Gran Bretagna-Stati Uniti.

 

 

 

 

 


QUÉBEC
Vescovo di Montréal
-

1892
-

 

 

 

ONTARIO
-
-

1892
-


NEW BRUNSWICK
-
-

1892
-

NOVA SCOTIA
-
-

1892
-

MANITOBA [dal 1870]
-
-

1892
-


NORTHWEST (territori) [dal 1870]
-
-

1892
Nei primi decenni dopo la Confederazione in questa zona si sono spinti soltanto cacciatori di balene e commercianti che trattano con gli indiani, seguiti più tardi da missionari e agenti delle Giubbe Rosse.
Finora di questi territori il governo di Ottawa se ne è sostanzialmente disinteressato, ma ora si pone il problema di stabilire l'esatto confine con l'Alaska, ceduta dalla Russia agli Stati Uniti nel 1867.
La questione non è di facile soluzione perché le due parti sono in assoluto disaccordo rispetto all'attribuzione della striscia costiera del Pacifico che garantisce l'accesso via mare allo Yukon e alla parte settentrionale della British Columbia.
[Il problema dell'attribuzione del "Panhandle" ("manico di padella"), come è (e sarà) chiamata la zona costiera in questione, si trascinerà per lungo tempo sino al 1903.]


BRITISH COLUMBIA [dal 1858]
[nel 1866 ha incorporato l'Isola di Vancouver e dal 1871 fa parte della confederazione.]
Governatore della provincia
-

1892
-

 

ISOLA DEL PRINCIPE EDOARDO
[Dal 1873 fa parte della confederazione.]
Governatore della provincia
-

1892
-

 

 

TERRANOVA
Primo Ministro
William V. Whiteway
(1889 - 1894)

1892
-

 


 

UNIONE degli STATI UNITI d'AMERICA
Presidente degli Stati Uniti
B. Harrison [23°]
(1889 4 mar - 4 mar 1893)
[Pr]
Vicepresidente
-
Segretario di Stato
[Ministro degli Esteri]
-
Ministro del Tesoro
-
Ministro della Guerra
-
Presidente della Corte Suprema
M.W. Fuller
(1888 8 ott - 4 lug 1910)

1892
Gennaio
-

Alle elezioni presidenziali il People's Party ha scarso successo. James B. Weaver:
- regge bene negli stati della "Northwestern Farmers' Alliance" e sulle Montagne Rocciose conquistando quattro stati, ma il suo milione di voti è meno del 9% del totale;
- non trova praticamente consensi negli stati dove un tempo era forte la "National Grange of the Patrons of Husbandry", come lo IOWA, il WISCONSIN e l'ILLINOIS, dove l'agricoltura ha scoperto una nuova prosperità dedicandosi all'industria casearia, alla coltivazione del grano e all'allevamento dei suini, abbandonando così la monocoltura;
- non ha un grosso impatto al sud dove i bianchi, memori della ricostruzione radicale, non abbandonano i democratici e dove la gente di colore continua cocciutamente a votare repubblicano;
- non riesce nemmeno a guadagnarsi le simpatie della classe operaia dell'industria: anche se i populisti parlano dell' "armonia del lavoro" tra agricoltori e operai, i due gruppi sociali hanno in effetti diritti diversi da rivendicare e priorità fra loro incompatibili.
Così le elezioni finiscono con l'essere una specie di ripetizione del "duello Harrison-Cleveland" (1888).
I due partiti maggiori non affrontano il problema monetario dal momento che quello fondamentale (ammesso che ce ne sia uno solo) è la questione dei dazi doganali.

 

Elezioni presidenziali
 
voto popolare
voto elettorale
. S.G. Cleveland (Democratico)
5.556.918
277
. B. Harrison (Repubblicano)
5.176.108
145
. James B. Weaver (Populista)
1.041.028
22

Dopo essere stato sconfitto nel 1888, viene ora rieletto presidente il democratico S.G. Cleveland superando B. Harrison di 380.000 voti, un margine certamente modesto ma il maggiore verificatosi negli ultimi vent'anni.

 


 


 

 

[Maldwyn A. Jones, Storia degli Stati Uniti, Bompiani 1984.]

 




[01] DELAWARE [dal 7 dicembre 1787] - cap. Dover
[Primo stato a ratificare la Costituzione degli Stati Uniti d'America.
Non esistono collegamenti fra chiesa e stato e una grande libertà religiosa si è affermata sin dall'inizio.]
Governatore
-

1892
-

 

[02] PENNSYLVANIA [dal 12 dicembre 1787] - cap. Harrisburg
[Non esistono collegamenti fra chiesa e stato e una grande libertà religiosa si è affermata sin dall'inizio.]
Governatore
-

1892
-
Homestead, presso Pittsburgh, alle acciaierie di Andrew Carnagie avviene un durissimo sciopero, iniziato quando una vertenza sul salario si trasforma in una contrattazione collettiva.
Il direttore dello stabilimento, Henry Clay Frick, decide di far ricorso al lavoro dei crumiri e ingaggia 300 agenti della Pinkerton per proteggerli.

Luglio
6
, gli scioperanti sparano contro gli agenti della Pinkerton che si stanno avvicinando alla fabbrica su delle imbarcazioni e negli scontri che ne seguono ci sono morti e feriti da entrambe le parti.
Alla fine gli agenti della Pinkerton sono costretti ad arrendersi e a marciare lungo le strade fra gli insulti degli scioperanti.
Henry Clay Frick chiede aiuto al governatore della PENNSYLVANIA e l'intervento della guardia nazionale pone fine all'occupazione degli impianti.
L'opinione pubblica, in un primo momento favorevole agli scioperanti un po' per l'impiego degli odiati agenti della Pinkerton un po' perché Andrew Carnagie ha ridotto i salari subito dopo aver chiesto un dazio doganale più alto per l'acciaio, cambia parere dopo che un anarchico ha tentato di assassinare Henry Clay Frick.

Novembre
gli scioperanti sono costretti a cedere e da questo momento il sindacato viene in pratica cancellato dalle industrie di Andrew Carnagie.

 

[03] NEW JERSEY [dal 18 dicembre 1787] - cap. Trenton
[Non esistono collegamenti fra chiesa e stato e una grande libertà religiosa si è affermata sin dall'inizio.]
Governatore
-

1892
-

 

[04] - [04] GEORGIA [dal 2 gennaio 1788] - cap. Atlanta
[Già ammesso nell'Unione nel 1780 ma ratificato solo il 2 gennaio 1788.
Riammesso al Congresso il 30 marzo 1870.]
Governatore
-
-

1892
-




[05] CONNECTICUT [dal 4 gennaio 1788] - cap. Hartford
Governatore
-

1892
-

[06] MASSACHUSETTS [dal 6 febbraio 1788] - cap. Boston
Governatore
-

1892
-



[07] MARYLAND [dal 28 aprile 1788] - cap. Annapolis
Governatore
-

1892
-

 



 






[08] - [01] SOUTH CAROLINA [dal 23 maggio 1788] - cap. Columbia
Governatore
-
-

1892
-


[09] NEW HAMPSHIRE [dal 21 giugno 1788] - cap. Concord
Governatore
-

1892
-

 





[10] - [08] VIRGINIA [dal 26 giugno 1788] - cap. Richmond
[Riammesso al Congresso il 30 marzo 1870]
Governatore
-
-

1892
-

 





[11] NEW YORK [dal 26 luglio 1788] - cap. Albany
[L'anglicanesimo è la religione di stato in quattro contee.]
Governatore
-

1892
-

 

[12] - [09] NORTH CAROLINA [dal 29 maggio 1789] - cap. Raleigh
[Tratto di terre immediatamente a sud della Virginia, attorno allo stretto di Albemarle.]
Governatore
-
-

1892
-

[13] RHODE ISLAND [dal 29 maggio 1790] - cap. Providence
Governatore
-

1892
-


[14] VERMONT [dal 4 marzo 1791] - cap. Montpelier
Governatore
-

1892
-


[15] KENTUCKY [dal 1° giugno 1792] - cap. Frankfort
Governatore
-
-

1892
-



[16] - [10] TENNESSEE [dal 1° giugno 1796] - cap. Nashville
[Riammesso all'Unione dall'aprile 1866.]
Governatore
-
-

1892
-




[17] OHIO [dal 1° marzo 1803] - cap. Columbus
Governatore
-
-

1892
-

[18] - [05] LOUISIANA [dal 30 aprile 1812] - cap. Baton Rouge
- 1819, Trattato Adams-Onís: stabilisce il confine con il MESSICO spagnolo: va dal fiume Sabine, nel TEXAS orientale, fino al 42° parallelo (futuro confine settentrionale della CALIFORNIA) e da quel punto, verso ovest, fino al Pacifico.
Governatore
-
-

1892
-

 


[19] INDIANA [dal 11 dicembre 1816] - cap. Indianapolis
Governatore
-
-

1892
-

[20] - [06] MISSISSIPPI [dal 10 dicembre 1817] cap. Jackson
[Riammesso al Congresso il 30 marzo 1870]
Governatore
-
-

1892
-


[21] ILLINOIS [dal 3 dicembre 1818] - cap. Springfield
-
Governatore
-
-

1892
-



[22] ALABAMA [dal 14 dicembre 1819] - cap. Montgomery
[Dal 18 ottobre 1867 sotto la sovranità degli Stati Uniti.]
Governatore
-

1868
-

 

 




[23] MAINE [dal 15 marzo 1820] - cap. Augusta
-
Governatore
-
-

1892
-

[24] MISSOURI [dal 10 agosto 1821] - cap. Jefferson City
Governatore
-
-

1892
-

Febbraio
St. Louis, in un convegno dominato dai rappresentanti degli agricoltori ma cui partecipano anche delegati di:
- Cavalieri del Lavoro,
- Greenback Labor Party,
- altri gruppi riformisti,
si forma ufficialmente il People's Party (Partito populista o del popolo) che rappresenta gli interessi contadini del sud e del Middle West;


[25] - [11] ARKANSAS [dal 15 giugno 1836] - cap. Little Rock
Governatore
-
-

1892
-

 


[26] MICHIGAN [dal 26 gennaio 1837] - cap. Lansing
Governatore
-
-

1889
-


[27] - [03] FLORIDA [dal 3 marzo 1845] - cap. Tallahassee
Tra il 1810 al 1813 gli Stati Uniti hanno inglobato la maggior parte della Florida occidentale, la scia costiera che corre da New Orleans a Mobile, ma una buona parte della colonia, unitamente a tutta la Florida orientale, cioè la penisola, resta ancora sotto il dominio spagnolo.
Nel 1819, con il Trattato Adams-Onís è stata completamente ceduta agli Stati Uniti dalla Spagna.
Nel 1868 è rientrata a far parte dell'Unione.]
Governatore
-
-

1892
-


[28] - [07] TEXAS [dal 29 dicembre 1845] - cap. Austin
Governatore
-
-

1892
-

 


[-] Territorio del NEW MEXICO [dal 1846]
Governatore
-
-

1892
-

 


[29] IOWA [dal 28 dicembre 1846] - cap. Des Moines
Governatore
-
-

1892
-

 


[30] WISCONSIN [dal 29 maggio 1848] - cap. Madison
Governatore
-
-

1892
-

 


[-] Territorio dell'UTAH [dal 1850]
[Dal 2 marzo 1861 si è staccato il Territorio del NEVADA.]
Governatore
-

1892
-

 


[31] CALIFORNIA [dal 9 settembre 1850] - cap. Sacramento
Governatore
-

1892
-

 


[32] MINNESOTA [dall'11 maggio 1858] cap. Saint Paul
Governatore
-
-

1892
Gennaio
-

 

 


[33] OREGON [dal 14 febbraio 1859] - cap. Salem
- 1845, alla fine dell'anno i 5000 coloni americani dell'Oregon organizzano un governo provvisorio e chiedono la fine del regime di occupazione comune e l'esclusiva giurisdizione americana.
- 1848, diventa territorio autonomo.
Governatore
-
-

1892
-

 


[34] KANSAS [dal 28 gennaio 1861] - cap. Topeka
Governatore
-
-

1892
Gennaio
-

 

 


[35] WEST VIRGINIA [dal 19 giugno 1863] - cap. Charleston
Governatore
-
-

1892
Gennaio
-

 

 


[36] NEVADA [dal 31 ottobre 1864] - cap. Carson City
[Il 2 marzo 1861 il suo territorio era stato separato da quello dell'UTAH.]
Governatore
-

1892
-

 


[37] NEBRASKA [dal 1° marzo 1867] - cap. Lincoln
Governatore
-
-

1892
-

Luglio
Omaha, in una convenzione i populisti (i membri del People's Party) eleggono candidato alla presidenza un vecchio esponente del Greenback Labor Party, James B. Weaver, un inflazionista convinto
La piattaforma del partito – "piattaforma di Omaha", il cui autore Ignatius Donnelly ha scritto Caesar's Column, un romanzo apocalittico in cui pronostica la fine del capitalismo – chiede:
- il conio libero e illimitato di argento,
- la nazionalizzazione delle ferrovie, dei telegrafi e dei telefoni,
- un'imposta progressiva sui redditi,
- l'attuazione del "progetto Macune" sui prestiti agricoli del Tesoro.
Altri punti del programma hanno lo scopo di diminuire l'influenza politica del mondo degli affari e dell'alta finanza:
- il ballottaggio segreto,
- l'iniziativa legislativa popolare,
- il referendum,
- la possibilità di revoca e l'elezione diretta dei senatori.
Infine, nel tentativo di conquistare i lavoratori dell'industria, vengono chieste anche una giornata lavorativa più breve e restrizioni sull'immigrazione.
Il KANSAS fornisce un trio di persone alquanto pittoresco:
. Jerry Simpson [Socrate scalzo],
. William A. Peffer, che con la sua barba sembra un profeta dell'Antico Testamento,
. Mary Ellen Lease [pitonessa del Kansas], che ha attraversato lo stato predicando che «Wall Street possiede il paese» e consigliando agli agricoltori di «coltivare meno grano e far sentire di più la propria voce».


[38] COLORADO [dal 1° agosto 1876] - cap. Denver
[Territorio autonomo dal 28 febbraio 1861.]
Governatore
-

1892
-

 


[39] NORTH DAKOTA [dal 2 novembre 1889] - cap. Bismarck
Governatore
-
-

1892
-

 


[40] SOUTH DAKOTA [dal 2 novembre 1889] - cap. Pierre
Governatore
-
-

1892
-

 


[41] MONTANA [dall'8 novembre 1889] - cap. Helena
[cap.li: fino al 1865 Bannack, fino al 1875 Virginia City.]
Governatore
-
-

1892
-

 


[42] WASHINGTON [dall'11 novembre 1889] - cap. Olympia
Governatore
-
-

1892
-

 


[-] Territorio dell'OKLAHOMA [dal 2 maggio 1890]
Governatore
-
-

1892
-


[43] IDAHO [dal 3 luglio 1890] - cap. Boise
[Territorio autonomo dal 24 marzo 1863 con cap. Boise.
Inizialmente, fino al 7 dicembre 1864, la capitale era Lexinton.]
Governatore
-
-

1892
-

 


[44] WYOMING [dal 10 luglio 1890] - cap. Cheyenne
Governatore
-
-

1892
-

 


a





1892
GRANDI ANTILLE
- Presidente della repubblica
?
(?-?)
guerra grande (1868-78): prima guerra d'indipendenza cubana;
guerra pequeña (1879-80);
1884
i maggiori esponenti del movimento patriottico in esilio (A. Maceco, C. García, M. Gómez) formano nel Messico, sotto la guida del nuovo leader indipendentista J. Martí, il Partido de la revolución cubana che si propone di risolvere la questione nazionale cubana nel più ampio quadro della lotta dei popoli latinoamericani contro ogni forma di colonialismo, vecchio e nuovo, saldando la lotta per l'indipendenza a quella dell'emancipazione delle masse diseredate, nere e meticce;
ma il governo di Madrid è sempre riluttante a concedere all'isola una sia pur temperata autonomia;
Haiti
-
?
(?-?)
1892
-
- Presidente della repubblica
?
(?-?)
1892
-
- Governatore
?
(?-?)
[colonia britannica dal 1866]
1892
-


1892
STATI UNITI del MESSICO
(repubblica federale)
- Presidente della repubblica federale
José Porfirio Diaz
(1884 - 1911) II
[autoritarismo paternalistico]
1892
protagonista della guerra della reforma, ma al tempo stesso consapevole dell'impossibilità di rinunciare all'appoggio delle gerarchie terriere ed ecclesiastiche, tende ad imporre un regime stabile che restituisca al Messico una facciata di credibilità tale da attirare gli investimenti esteri;



1892
GUATEMALA
[formalmente indipendente dal 1847]
- Capo del governo
-
1892
-


1892
HONDURAS
-
?
(?-?)
1892
cresce la dipendenza dagli Stati Uniti, interessati a mantenere sotto proprio controllo le ricche piantagioni di banane, unica risorsa economica del paese;

1892
- Presidente
?
(? - ?)
1892
-


1892
NICARAGUA
[protettorato della Gran Bretagna sulla Costa de Mosquitos: (1848-60)]
- Dittatore
-
1892
lotte tra liberali e conservatori (clericali) agitano la vita interna del paese per tutto il secolo XIX;
gli interessi nordamericani sono rafforzati dal progetto di costruire un canale interoceanico attraverso il Nicaragua;



1892
COSTA RICA
[il paese è indipendente dal 1821]
- Presidente
T. Guardia
(1870 - ?)
1892
l'economia è basata in netta prevalenza sulla coltura del caffè e nel corso del secolo XIX, mentre si assiste ad una sistematica penetrazione di capitali inglesi e nordamericani, si forma pure una ristretta élite, socialmente e politicamente dominante, legata all'esportazione di questo prodotto;





1892
- Presidente
L. Núñez
(1880 - 1894)
1892
la forte espansione verso gli Stati Uniti e l'Inghilterra fa aumentare il potere economico dei gruppi oligarchici e contribuisce sotto le tre presidenze di L. Núñez all'instaurazione di un regime politico fortemente accentrato, in grado di salvaguardare gli interessi economici e di ristabilire l'influenza delle gerarchie ecclesiastiche;


1892
- Presidente della repubblica
A. Guzmán Blanco
(1870 - 1888)
[dispotismo illuminato]
1892
-

1892
República del Ecuador
Presidente della repubblica
-
 
1892
si alternano dittature conservatrici (J.J. Flores, G. García Moreno) e di dittature liberali (V. Rocafuerte, E. Alfaro) e da crescenti ingerenze dell'esercito, formato all'origine da elementi venezuelani;



1892
BOLIVIA
Presidente della repubblica
?
(1825-?)
 
1892
l'evoluzione storica della regione è caratterizzata dall'instabilità politica, sociale ed economica, conseguenza della lotta tra le contrapposte oligarchie dell'altopiano minerario e del Chaco agricolo e delle tensioni sociali che percorrono il paese (agitazioni contadine e scioperi dei minatori);


1892
PERU'
[Repubblica indipendente dal 1827]
- Presidente della repubblica
?
(?-?)
1892
con il trattato di Ancon il Perù ha perso nel 1883 le province ricche di salnitro di Tarapacá e Tacna (sarà restituita al Perù fra 50 anni);
l'economia peruviana segue un modello di sviluppo di stampo neocoloniale, incentrato sul rilancio dell'economica mineraria e di piantagione a scapito dell'allargamento del mercato interno;


1892
CILE
-
-
 
1892
fine della repubblica presidenziale e restaurazione del predomino oligarchico (1891-1925)


1892
GUYANE
[dal 1816 divise nelle tre colonie]
 dal 1816 divise nelle tre colonie:
Guyana Britannica (inglese)
1892
-
Suriname (olandese)
1892
-
Guyane Française (francese)
1892
già sede di una colonia penitenziaria e poi, dal 1852, di un bagno penale (fino al 1945);


1892
- Presidente provvisorio della repubblica
M.D. da Fonseca
(1891 feb - nov 1892)
F. Peixoto 
(1892 nov - 1894)
1892
Febbraio
viene proclamata una costituzione federativa sul modello statunitense; confermato nella carica di presidente dall'assemblea costituente, M.D. da Fonseca assume poteri dittatoriali;
Novembre
in seguito a contrasti con l'assemblea e allo scoppio di una rivolta nel Rio Grande do Sul, M.D. da Fonseca è costretto a dimettersi e viene sostituito dal suo vice, l'ammiraglio F. Peixoto; questi deve far fronte a una serie di sollevazioni da parte della marina, sobillata da elementi filomonarchici, che porta il paese sull'orlo della guerra civile, mentre il Rio Grande do Sul torna a minacciare la secessione;


1892
Presidente della repubblica
?
(1874 - 1904)
[partito dei colorados]
 
1892
mentre cresce la dipendenza del paese dalle aree commerciali più solide (Argentina e Brasile) sorgono pure aspri conflitti fra il partito dei colorados laico e liberale, salito ora al potere, e quello degli azules, conservatore;



1892
- Presidente della repubblica
J.A. Roca
(1880 - 1886)
 
1892
Buenos Aires, nel 1891 è sorta l'Unión Civica radical come espressione della piccola borghesia urbana e rurale di recente formazione;






1892
Presidente della repubblica
?
(? - ?)
[partito colorado]
 
1892
Montevideo,

 




1892
CINA
Tz'u-Hsi [Tz'u-Hsi]

(Dinastia Manciù)

ex concubina Jehonala;
1861-1908, imperatrice della Cina;

1892
Pechino,

 




a

 

 




1892
(periodo Mejji: 1868-1912)
Giappone

Mutsuhito

(? - ?)
1868-1912, imperatore del Giappone;

- Primo ministro
Ito Hirobumi
(1885 -?)
- Ministro degli esteri
Okuma Shigenobu
(1887 - ?)

1892
dopo le prime elezioni del 1890, nelle quali il Partito liberale ha guadagnato il maggior numero di seggi nella camera dei deputati (oltre alla quale esiste anche la camera dei pari), il governo è ancora formato dai vecchi leader della "restaurazione Meiji" i quali per lo più provengono dai quattro han più potenti;

a

 



1892
Villa Cisneros
[protettorato spagnolo dal 1884.]
-
-
1892
-


1892
Marocco
-
-
1892
-


1892
Algeria
[dal 1848 parte integrante del territorio nazionale francese, organizzata in tre dipartimenti d'oltremare.]
-
?
(?-?)
1892
-


1892
Tunisia
[con il trattato del Bardo del 1881, perfezionato nel 1883 con il trattato della Marsa, la Francia è riuscita a imporvi il suo protettorato.
Il bey conserva formalmente le sue prerogative.]
- Bey  
1892
-



1892
EGITTO
[parte dell'Impero Ottomano]
[dal 1882 il paese è stato privato dagli inglesi di ogni autonomia di fatto, ma senza modifica del suo statuto giuridico, se non per la cessazione automatica del tributo alla Porta;
nel 1884 si è dotato di una costituzione col gradimento inglese.]
Muhammad Tawfiq
(? - ?)
figlio di Isma'il;
1879-92, khedivè d'Egitto;
succede al padre, deposto per volere delle due potenze: Francia e Inghilterra, su pressione di Germania e Austria;
'Abbas Hilmi II
(Alessandria 1874 - Ginevra 1944)
figlio di Muhammad Tawfiq pascià;
1892-1914, khedivè d'Egitto;
1892
salito al trono alla morte del padre mantiene un atteggiamento ostile agli inglesi che nel 1882 hanno occupato l'Egitto;
- Alto Commissario
E. Baring
(1883 - 1907)
1892
Quando il neo khedivè mette in dubbio la qualità dell'esercito anglo-egiziano, il furioso H.H. Kitchener, suo sirda o sirdar (comandante in capo) minaccia di rassegnare le dimissioni.
[A partire dallo scioglimento dell'esercito nel 1882, gli ufficiali britannici hanno addestrato un contingente di circa 15.000 uomini, compresi cinque battaglioni di negri provenienti dalle tribù del Sudan meridionale. Le spese sono state sostenute dal bilancio egiziano, con un contributo addizionale per le guarnigioni delle truppe inglesi d'occupazione.]
Il primo obiettivo del nuovo esercito è stato quello di contribuire alla difesa dei confini egiziani, ma ora sia E. Baring che il governo britannico iniziano a considerare essenziale la riconqusita del Sudan. L'Italia è penetrata in Etiopia e minaccia di aggiudicarsi il controllo delle acque dell'Alto Nilo.
[Peter Mansfield, A History of the Middle East, 1991.]

1892
Sudan
[capitale Khartum]
Il chedivè d'Egitto Muhammad Alì e suo figlio Ismail, tra il 1820 e il 1822, conquistano l'Alta Nubia, il Kordofan e il Sennar, realizzando la prima unificazione politica del paese.
Nel 1840 la dominazione egiziana viene consolidata a est con l'annessione di Kassala e nel 1846 con l'annessione di Suakin sul mar Rosso.]
   

1892
-

 



1892
Senegal
[dal 1817 è sotto controllo francese;
dal 1865, sottomesso e pacificato, è diventato la testa di ponte per la conquista dell'entroterra sudanese.]
- Governatore
?
(? - ?)

1892
-



1892
Mauritania
[protettorato francese su su Trarza dal 1858.]
-
-
1892
-


1892
Sudan francese
[possedimento francese creato nel 1882 su gran parte del territorio dell'antico impero africano del Mali.]
   
1892
Archinard proclama colonia il Sudan francese.





1892
Niger
Rabah
(? - ?)
1870-1900, re;
[regno costituito nel Bahirmi, nel Kanem-Bornu e in parte del Ciad – capitale Dikoa]
forma nella capitale un fiorente mercato di schiavi;


1892
la lotta ingaggiata contro il re apre la via alla colonizzazione francese ora preparata da un accordo franco-britannico relativo all'area nigeriana (linea Say-Maroua)
[si concluderà nel 1920].

 



1892
[protettorato francese dal 1889 e colonia francese dal 1891.]
- Governatore
-
 
1892
-


1892
[colonia inglese dal 1808.]
- Governatore
?
(?-?)
1892
-


1892
[ex Monrovia, è una repubblica indipendente dal 1847, con una costituzione modellata su quella statunitense ma con il predominio dell'elemento nero-americano su quello autoctono;
nel 1857 al paese si è unita l'ex colonia formatasi a capo delle Palme nel 1833.]
-
-
1892
1891-98, John Payne Jackson, cittadino della Liberia, lancia, sulle pagine del periodico «Lagos Weekly Record», lo slogan «L'Africa agli Africani».


1892
- Governatore
-
 
1892
-


1892
Costa d'Oro
[Ghana]
[dal 1874 colonia della Corona inglese con gli Ashanti come popolo "indipendente" (finché non saranno piegati).]
-
-
1892
-


1892
Lagos
[dal 1861 colonia della Corona britannica.]
-
-
1892
-

1892
Togo
[protettorato tedesco dal 1884, confermato dalla conferenza di Berlino nel 1885.]
1892
-

1892
Dahomey
[protettorato francese dal 1883.]
-
-
1892
la Francia che nel 1890 ha occupato il regno con una prima campagna militare, ne compie ora una seconda (1892-93);

i francesi sconfiggono l'esercito di re Behanzin;

1892
Nigeria
-
-

1892
dal 1888 il governo britannico ha delimitato le sfere di interesse con la Francia (linea Say-Maroua) nella regione degli Oil Rivers (riconosciuti protettorato inglese dall'assemblea di Berlino del 1865) trasferendo i diritti della RNCO (Royal Niger Company) alla corona.




1892
[regione in parte colonizzata dai francesi nel 1889 con la fondazione del centro di Bangui.]
-
- -
1892
-



1892
Camerun
Njoya
-
(? - ?)
1883-1933, re dei bantu;


1892
-



1892
[colonia di Ntamo, nucleo della futura BrazzaVille ;
nel 1888 ha assorbito il Gabon.]
Commissario generale
1892
valendosi di "trattati" illegali dal punto di vista tribale, stipulati con i capitribù, il conte Pietro Savorgnan di Brazzàestende il territorio francese;


1892
[il territorio dello Zaire, già sede (ancor prima dell'arrivo dei portoghesi) di importanti regni autoctoni quali quello del Congo, di Kuba, Luba, Lunda, nel 1880 è stato posto sotto il controllo dell'Associazione internazionale per il Congo, promossa da Leopoldo II re del Belgio; la conferenza internazionale di Berlino (1884-85) per la spartizione delle sfere d'influenza europee in Africa ha convalidato il fatto compiuto e istituito questo nuovo stato affidandone la sovranità allo stesso re Leopoldo II che da quel momento la esercita a titolo personale.]

Leopoldo II

Albero genealogico

1885-1908, sovrano dello Stato Indipendente del Congo;
[sovranità esercitata a titolo personale.]
1892
mediante lo sfruttamento estremo della manodopera locale, nel possedimento sono costruite infrastrutture di base, create le prime piantagioni ed iniziata la prospezione dei giacimenti minerari;

Lo stesso anno il dott. Eduard Schnitzler penetra, per scopi rimasti poco chiari, nel territorio a sud-est dell'attuale StanleyVille e lì viene massacrato dagli schiavisti arabi.

Katanga [regione sudorientale, annessa militarmente dai belgi nel 1891 sotto l'egida della Compagnie du Katanga istituita da re Leopoldo II.]

1892
Giunge una spedizione dello stato del Congo per sancire concretamente la sovranità belga; della spedizione fa parte un valente geologo, Jules Cornet, e con lui comincia la prospezione sistematica della zona. Poiché trova quantitià scarse di oro, la delusione è così forte che per alcuni anni nessuno intenderà occuparsi di nessun'altra risorsa mineraria katanghese!
Eppure, scrutando le colline nude (dell'attuale JadotVille ) le rocce gli rivelano la presenza di inaudite riserve di ricchezza.
Il rame trovato vale ben più dell'oro sperato.
La linea di confine tra possedimenti belgi e inglesi in questo periodo è solo teorica, coincide genericamente con lo spartiacque Congo-Zambesi. Al momento di definire la linea sul terreno, grazie a Jules Cornet i belgi sanno cosa c'è sotto mentre gli inglesi (sembra) non lo sanno.
[Si parla che una cassa di autentico champagne abbia fatto perdere agli inglesi – per una minima differenza di mezzo chilometro – un colossale giacimento di rame, quello di Kipushi a E'Ville (ElisabethVille ).]








1892
Eritrea
[colonia italiana dal 1° gennaio 1890, con il fiume Mareb come confine con l'Etiopia.]
-
-
1892
-


1892
Impero di Etiopia
Menelik II
(Ancober, Scioà 1844 - Addis Abeba 1913)
figlio del re dello Scioà Hayla Malakot;
1855-68, è praticamente prigioniero nel forte di Magdala, da cui fugge solo alla morte dell'imperatore Teodoro II;
proclamatosi re dello Scioà, contende la successione imperiale a Giovanni IV, re del Tigré, riuscendo a farsi riconoscere una specie di influenza prioritaria nella parte meridionale dell'impero e il diritto di successione al trono imperiale alla morte di Giovanni IV;
1889-1913, imperatore di Etiopia;

1892
è in vigore il trattato di Uccialli con l'Italia;




1892
SOMALIA
Costa francese dei Somali
protettorato francese dal 1884, vi è stato costruito nel 1888 il porto di Gibuti;
[situato in territorio dancalo e non propriamente somalo]
1892
Legarde si serve di Obok e Gibuti come basi per la conquista violenta della Somalia (Francese).
Somalia Britannica
protettorato inglese dal 1884 con l'occupazione di Zeila, Berbera e Bulhar (in pratica la costa settentrionale del territorio, possesso egiziano 1840-84) a opera della Compagnia inglese delle Indie orientali;
1892
-
Somalia italiana
1892
attraverso i trattati di protettorato con i sultanati di Obbia e di Migiurtinia (Somalia settentrionale) dal 1889 è iniziata la penetrazione italiana estesasi ora con l'acquisto in affitto dal sultano di Zanzibar dei porti del Benadir (Brava, Merca, Mogadiscio e Uarsceik);

1892
 
- Governatore
cap. Lugard
(1890 - ?)

1892
Nel 1891 Portogallo e Gran Bretagna hanno raggiunto l'accordo sulle "sfere di influenza" in Africa orientale.

Mwanga si converte al cattolicesimo e Lugard usa le mitragliatrici Maxim per armare i Baganda "protestanti" contro i Baganda "cattolici".
Lugard
concede rifugio ai missionari bianchi. Mwanga fugge su un'isola del Lago Vittoria, dove viene arrestato da una spedizione combinata di missionari cattolici e anglicani.
Alla guerra fa seguito la spartizione del territorio fra cattolici e protestanti.

 



1892
Kenya
(nome ufficiale solo dal 1920)
-
-

1892
-





1892
Africa Orientale Tedesca
(Deutsch-Ost-Afrika)
Ruanda-Urundi [protettorato tedesco dal 1890]
-
-
1892
le incessanti lotte dei baHutu, contro il predominio della minoranza tutsi (watutsi o vatussi) (la stirpe dei sovrani mwami) favoriscono l'instaurazione del dominio coloniale tedesco sul Burundi, che con il contiguo regno del Ruanda viene costituito in territorio del Ruanda-Urundi.
Tanganica [protettorato tedesco e, formalmente, colonia tedesca dal 1890, dal 1891 il territorio è passato sotto la diretta sovranità della Germania]
-
-
1892
-


1892
[dal 1890 l'isola (assieme all'isola di Pemba) è diventata protettorato della Gran Bretagna che vi induce l'afflusso di indo-pakistani.]
-
-
1892
-


1892
Africa del Sud-Ovest
[protettorato tedesco dal 1884.]
 
-

1892
-



1892
Botswana
[la regione a nord del fiume Malopo è protettorato inglese dal 1885 mentre la parte meridionale (British Bechuanaland) è colonia.]
 
-
1892
-


1892
Lobenguela
-
(1833 ca-1894)
figlio di
1868 - ?, re dei maTabele di Zimbabwe;
[clan guerriero nguni (zulu)]

1892
dal 1890 la British South Africa Chartered Co., società fondata da Cecil J. Rhodes, ha ottenuto da re LoBenguella la concessione esclusiva di sfruttamento venticinquennale del territorio del protettorato sui maTabele;
gli inizi della colonizzazione, condotta in modo sistematico con un massiccio popolamento bianco, urtano contro la resistenza indigena che viene stroncata sul nascere dall'efficiente corpo di polizia privata della Compagnia.

Il liberale Rose-Innes appoggia il "Decreto sul Voto" proposto da Cecil J. Rhodes, che nega il diritto di voto agli africani.





1892
Malawi
-
-
1892
-


1892
Mozambico
-
-

1892
il Portogallo ha completato nel 1891 la conquista delle regioni interne senza tuttavia riuscire a pacificarle;



1892
Regno del Madagascar
(Imérina)
Ranavalona III
-
(† ?)
1883-96, regina del Madagascar;
1892
la Francia ha occupato militarmente dal 1883 il protettorato sakalava e il nord-est dell'isola fino a Tamatave;


1892
Repubblica del Transvaal
[dal 1856]
[territorio dal Vaal al Limpopo - capitale: Pretoria]
Presidente
S.J.P. Kruger [Oom Paul]
(1883 - 1900)
1892
[nel 1884 è stato istituito il protettorato della Beciuania.]
Pretoria, il presidente si allea con lo Stato Libero d'Orange, conquista le simpatie della Germania ed ottiene il controllo dello Swaziland;

1892
Natal
[dominio inglese dal 1844]
[nel 1838 la regione è stata conquistata e colonizzata da coloni olandesi (boeri) e nel 1840 trasformata in repubblica indipendente;
1842-44, gli inglesi vi affermano nuovamente il loro dominio, dopo aver costretto i boeri a trasferirsi nell'interno, nello stato libero dell'Orange.]
Governatore
?
(? - ?)
1892
-

1892
Stato Libero d'Orange
[territorio dall'Orange al Vaal - capitale: Bloemfontein]
[stato indipendente creato nel 1836 da coloni olandesi provenienti da Città del Capo;
dal 1848 è occupato dalle truppe britanniche che hanno spostato il centro amministrativo a Bloemfontein;
nel 1854, vista l'impossibilità di controllare militarmente l'immenso territorio, gli inglesi si sono ritirati.]
Presidente
-

1892
-

 


1892
[L'insediamento degli inglesi, divenuto definitivo dal 1814, ha formato un'oligarchia amministrativo-commerciale anglosassone nel Sud;
1834-39, grande trek (spostamento di massa dei coloni boeri verso le regioni dell'interno: Orange e Transvaal.]
Governatore
?
(? - ?)

1892
Rose-Innes accetta la Legge sullo Scrutinio Segreto e impedisce che un efendi musulmano venga eletto al Parlamento.



 
1892
Sudafrica
[L'insediamento degli inglesi, divenuto definitivo dal 1814, ha formato un'oligarchia amministrativo-commerciale anglosassone nel Sud; 1834-39, grande trek (spostamento di massa dei coloni boeri verso le regioni dell'interno: Orange e Transvaal.]

1892
1890-1910, triplica la popolazione urbana del Sudafrica.


Capo

1892
-

 



















































 




1892
Persia
Nasir al-Din Scià
(1831-1896)
figlio di Muhammad Scià, della dinastia Qagiar;s
1848-96, scià di Persia;


1892
-

 

 



Alekhine, Alexander (Russia 1892-?) campione di scacchi russo, nato da una famiglia aristocratica;
1914, lo scoppio della prima guerra mondiale lo sorprende impegnato in un torneo in Germania, dove viene internato;
riuscito a fuggire, torna in patria dove combatte valorosamente contro i tedeschi, due volte ferito e due volte decorato;
1917, allo scoppio della rivoluzione sovietica, mentre la sua famiglia perde tutte le proprietà, egli ha salva la vita solo grazie alla sua fama di giocatore;
1927, rifugiatosi in Francia, giunto a piena maturità, diviene campione del mondo sconfiggendo il leggendario cubano José Raul Capablanca (che in oltre quarant'anni di carriera perse solo trentacinque partite, un record mai superato);
1942, nel primo "campionato europeo" di scacchi svoltosi a Monaco di Baviera ed organizzato dalla Europaschachbund (Federazione scacchistica europea) surclassa gli avversari;
1946, dopo la guerra è chiamato a discolparsi davanti ad un'apposita commissione, ma prima di poterVI comparire viene trovato morto in circostanze oscure nella sua camera d'albergo a Lisbona.

Arpinati, Leandro (Civitella Di Romagna, Forlì 29 febbraio 1892 – Malacappa, Bologna il 22 aprile 1945) politico italiano, aderente al Pnf (Partito nazionale fascista).

Bierut, Boleslaw (Lublino 1892-Mosca 1956) politico polacco;
1919, militante del Partito comunista polacco;
1933, condannato a sette anni di carcere;
1938, amnistiato, ripara in URSS nel 1939;
1943, tornato a Varsavia per condurre la lotta contro i tedeschi, è tra i fondatori (dicembre) del Consiglio nazionale del popolo di Lublino;
1944, luglio, ne diviene presidente;
1947-52, primo presidente della Repubblica Popolare Polacca, dopo l'allontanamento di W. Gomulka diviene segretario generale del POUP (Partito operaio unificato polacco)
1952-54, presidente del consiglio dei ministri.

Broz, Josip detto Tito (Kumrovec, Croazia 1892-Lubiana 1980) politico iugoslavo.

Brunatto, Emanuele (Torino 9 settembre 1892 – ?) informatore italiano.

Childe, Gordon Vere (Sydney 1892-1957) paletnologo e archeologo australiano;
L'alba della Civiltà europea (1925)
La preistoria della Scozia (1935)
Che cosa accadde nella storia (1942)
Migrazioni preistoriche in Europa (1950)
Nuova luce sul più antico Oriente (1953)
La preistoria della società europea (1958, postumo).

Cobolli Gigli, Giuseppe [Giulio Italico] (Trieste, 28 maggio 1892 – Malnate, Varese 22 luglio 1987) politico italiano esponente del PNF (Partito Nazionale Fascista).

Crollalanza, Araldo di (Bari, 19 maggio 1892 – Roma, 18 gennaio 1986) giornalista e politico italiano.

Del Din, Prospero (Rivamonte Agordino, Belluno 1892-Udine 1974) militare italiano;
1914, intrapresa la carriera militare, diventa sottotenente di complemento presso il VI Rgt Alpini;
1915-18, nella I Guerra mondiale viene decorato con la medaglia d'argento al valore militare;
1918, promosso capitano, viene assegnato al Btg Pieve di Cadore del VII Rgt Alpini e successivamente presta servizio al LVII Rgt Fanteria di Vicenza;
1932, promosso maggiore, entra a far parte dell'VIII Rgt Alpini di Udine;
1940, divenuto tenente colonnello, nella II Guerra mondiale è inviato in Albania al comando del Btg Alpini Val Natisone;
dicembre, viene catturato dall'esercito greco e consegnato agli inglesi;
dopo l'invasione della Grecia da parte delle Forze dell'Asse, è trasportato quale prigioniero di guerra in Egitto e poi in India;
qui, in un campo di concetramento alle pendici dell'Himalaya, rimane quasi quattro anni;
1944, ottobre, gli inglesi gli concedono un permesso speciale per rientrare in Italia;
[Il merito è tutto della figlia Paola Del Din, staffetta e informatrice partigiana della brigata "Osoppo", che in questi mesi ha condotto una missione informativa nel territorio occupato dai nazisti per conto della n. 1 Special Force. Come "ricompensa" per questa missione ella ha chiesto agli inglesi il rientro in Italia del padre.
Insegnante nel dopoguerra, sarà a lungo al vertice della federazione Volontari della libertà. Il 25 aprile 2005, a Udine, durante le celebrazioni per la festa di Liberazione, elogerà pubblicamente "Gladio" affermando di avere un giudizio del tutto positivo su chi ne fece parte. Queste parole saranno duramente contestate da esponenti locali di Rifondazione comunista, ma saranno difese dal segretaro regionale dell'Anpi Luciano Rapotez.]

Tornato in patria trascorre alcuni mesi a Bari e Palermo;
[Molto probabilmente in questo periodo ha allacciato stretti rapporti con i servizi segreti alleati.]
1945, maggio , solo ora fa rientro a Udine al seguito della VI Div.ne corazzata inglese, con l'incarico di ufficiale di collegamento fra il governo italiano e il Governo militare alleato;
1974, muore a Udine.
[Suo figlio, Renato Del Din, fu un autorevole esponente del movimento partigiano osovano in Friuli e morì appena 22enne combattendo contro i tedeschi (fu insignito della medaglia d'oro alla memoria).]

Dietrich, Josef "Sepp (Hawangen 1892-Ludwigsburg 1966) militare tedesco.

Di Vittorio, Giuseppe [Nicoletti] (Cerignola, Foggia 1892-Lecco 1957) sindacalista e politico italiano;
1910, dopo aver aderito al Partito socialista, è segretario regionale della Federazione giovanile socialista pugliese;
1913, passato al sindacalismo rivoluzionario, entra nel comitato centrale dell'Unione sindacale italiana;
1914, organizza le agitazioni popolari svoltesi a Bari in concomitanza con la «settimana rossa»;
1915, interventista «rivoluzionario», prende parte alla prima guerra mondiale;
1916, ferito viene poi internato come «sovversivo»; dopo la guerra dirige la camera del lavoro di Cerignola e di Bari;
1921, deputato socialista, è tra i promotori degli "arditi del popolo" per opporsi alle "squadre fasciste";
1923, dopo aver aderito alla frazione terzointernazionalista del PSI, passa al Partito comunista, poi rappresentato alla Camera nel 1925;
1926, dopo l'arresto è costretto a espatriare e viene condannato in contumacia dal tribunale speciale a dodici anni di reclusione;
1928-30, lavora a Mosca come rappresentante italiano presso l'internazionale contadina (Krestintern);
1931, trasferitosi a Parigi, diventa membro del comitato centrale e dell'ufficio politico del Partito comunista;
1936, scoppiata la guerra civile spagnola, raggiunge subito la Spagna dove combatte col nome di Mario Nicoletti nelle brigate internazionali al fianco dei repubblicani; 
1937, resta ferito  nella battaglia di Guadalajara;
1939, torna in Francia;
1941, febbraio, viene arrestato dai tedeschi, consegnato alla polizia fascista e detenuto a Lucera e Ventotene;
1943, 25 luglio, rimesso in libertà ha l'incarico dal governo Badoglio di commissario delle confederazioni sindacali; 8 settembre, è attivo nella resistenza;
1944, giugno, al "patto di Roma" è il principale promotore del patto d'unità sindacale firmato da comunisti, socialisti e democristiani nonché della successiva ricostituzione su basi unitarie della CGIL;
1945, diventa segretario generale della CGIL; deputato alla Costituente e nelle successive legislature, mette al centro della sua opera le lotte operaie e contadine;
1949, esponente di primo piano del movimento comunista internazionale ricopre, fino alla morte nel 1957, la carica di presidente della Federazione sindacale mondiale.

Dollfuss, Engelbert (Texingtal, 4 ottobre 1892 – Vienna, 25 luglio 1934) politico austriaco.

Dönitz, Karl (Meklenburgo 1892-?) ammiraglio tedesco;
1913, entrato nella marina imperiale tedesca come guardiamarina, viene assegnato all'incrociatore leggero Breslau facente parte della squadra tedesca del Mediterraneo;
1914, il Breslau fa la sua fuga verso Costantinopoli insieme col Goeben; inizia per lui un periodo di inattività;
1916, è al comando del piccolo sottomarino "U-25" ma, nonostante numerose uscite, non viene mai attaccato; in seguito riceve il comando del più grande incrociatore sommergibile "UB-68"; dopo lunghe crociere rientra ancora nel Mediterraneo;
1933, riceve l'incarico ufficiale di scegliere le officine che potrebbero produrre i primi sottomarini;
1936, febbraio, capitano, riceve il comando della prima flottiglia di sottomarini (Weddigen Flottilla);
1943, sostituisce l'ammiraglio Raeder come comandante in capo della marina del Reich.

Dorso, Guido (Avellino 1892-1947) pubblicista e politico italiano, direttore del «Corriere dell'Irpinia» (1923-25), collaboratore a «Rivoluzione liberale» di P. Gobetti; pubblicò nel 1945 il giornale «L'Azione» a Napoli; 
La rivoluzione meridionale (1925, raccolta in volume di articoli)
Durante il fascismo entra in contatto con i nuclei meridionali di Giustizia e libertà e aderisce poi al Partito d'azione;
1945, si stacca dal Partito d'azione per costituire un effimero "Partito meridionale d'azione";
Mussolini alla conquista del potere (1949)
Dittatura, classe politica e classe dirigente (1955)
L'occasione storica (1955, raccolta di scritti apparsi sul suo giornale «L'Azione»).

Ebner, Gregor (1892-1974) SS-Oberführer.

Eicke, Theodor (Hudingen 1892– nei pressi del Villaggio di Artelnoye 1943) militare tedesco.

Farinacci, Roberto (Isernia, Campobasso 16 ottobre 1892 – Vimercate, Milano 28 aprile 1945) politico italiano, il "ras di Cremona".

Ferrabino, Aldo (Cuneo 1892-Roma 1972) storico dell'antichità classica
L'impero atheniese (1927)
La dissoluzione della libertà nella Grecia antica (1929)
L'Italia romana (1934)
Nuova storia di Roma (1942-48, in 3 voll.)
Trilogia del Cristo (1946-47, in 3 voll.)
Le vie della storia (1955)
Scritti di filologia della storia (1962).

Franco Bahamonde, Francisco o el Caudillo (El Ferrol, Galizia 1892-Madrid 1975) militare e politico spagnolo.

Frignani, Giuseppe (Ravenna 14 aprile 1892 – Firenze 23 dicembre 1970) politico italiano.

Forrestal, James vincent (Beacon, New York 1892-Bethesda, Maryland 1949, suicida) politico statunitense; 
1940, nominato sottosegretario della marina da F.D. Roosevelt;
1944-47, segretario della marina, appoggia l'unificazione del dipartimento della marina, dell'aviazione e dell'esercito in un unico dipartimento della difesa;
1947-49, ne diventa segretario; si ritira per motivi di salute e muore suicida;
Diari (1951, postumi).

Godbout, Joseph-Adélard (Saint-Éloi, Quebec 24 settembre 1892 – Montréal, Québec 18 settembre 1956) agronomo e politico quebecchese, cattolico liberale, leader del PLQ (Partito Liberale del Québec);
1936, 11 giu-28 ago, 15° premier del Québec;
1939, 8 nov-30 ago 1944, ancora premier del Québec;
1949, 25 giu-18 set 1956, senatore per Montarville, Québec.

Hardy, Kálmán (1892-1980) militare ungherese;
tenente generale del regio esercito ungherese, consigliere militare di M. Horthy;
vien processato per tradimento dal governo dei crocefrecciati;
l'iniziale condanna a morte viene poi commutata in pena detentiva.

Host, Giovanni o Nino Host-Venturi (Fiume, Istria 24 giugno 1892 – Buenos Aires, Argentina 29 aprile 1980, suicida) politico e storico italiano.

Jannelli, Mario (Tricarico, Matera, Basilicata 11 gennaio 1892 – Tricarico 13 luglio 1958) politico italiano.

Kuo Mo-jo (Loshan 1892-Pechino 1978) scrittore e politico cinese, traduttore di opere di autori tedeschi, russi, inglesi, americani;
1921, medico, fonda con altri intellettuali il gruppo "Ch'uang-tsao shih" (Società Creazione, 1921-29); 
1925, 30 maggio, aderisce al marxismo e al movimento rivoluzionario; 
1926, docente all' "Università Sun Yat-sen" di Canton;
1927, va in esilio in Giappone dopo la rottura tra i comunisti e il Kuomintang;
1937, con la costituzione del fronte unito antigiapponese rientra in patria e partecipa attivamente alla riscossa nazionale in campo culturale;
1949, dalla costituzione della repubblica popolare è:
- presidente dell'Accademia delle scienze;
- presidente della Federazione pancinese degli scrittori e artisti;
- vicepresidente del Consiglio permanente dell'assemblea popolare;
- presidente del Comitato del popolo cinese per la difesa della pace mondiale;
1966, durante la rivoluzione culturale è costretto all' "autocritica"; 
1969, è pienamente riabilitato al IX congresso del PCC;
Versi in lingua parlata:
Dee
Spazio stellato
Raccolta di versi di Mo-jo

Opere teatrali
Ch'u Yuan
Kao Chien-li
Il segno della tigre
Fiori di prugno selvatico

Studi e saggi
Studi sulla società cinese antica
L'età del bronzo. 


Milch, Erlard (Wilhelmshaven 30 marzo 1892 – Düsseldorf 25 gennaio 1972) maresciallo tedesco.

Piccioni, Attilio (1892-?) politico italiano (Dc);
[Quattro figli (tra cui Piero e Donatella), rimane presto vedovo; fratello del vescovo di Livorno.]
responsabile provinciale del Partito popolare italiano a Torino;
con Guido Gonella traccia la piattaforma democristiana per la Costituente;
1950 27 gen-16 lug 1951, ministro di Grazia e Giustizia, si fa carico dell'autonomia dei magistrati proponendo il loro sganciamento dal resto dei pubblici dipendenti;
1953 16-28 luglio, vicepresidente del Consiglio;
ago-1954, ministro degli Esteri [cade in seguito allo "Scandalo Wilma Montesi";

Pohl, Oswald (Duisburg 1892–carcere di Landsberg 1951, impiccato) militare tedesco.

Rákosi, Mátyás (Ada, Serbia 14 marzo 1892-Mosca 15 agosto 1963) politico ungherese, stalinista ortodosso;
artefice del sistema di terrore poliziesco che porterà alla rivolta del 1956
;
[Figlio di un piccolo negoziante ebreo della Transilvania.]
1910, impiegato di Banca a Budapest, si iscrive al Partito socialista ungherese; emigra in Gran Bretagna dove svolge un ruolo attivo nei locali circoli della sinistra socialista; 
1914, torna in Ungheria allo scoppio della prima guerra mondiale e presta servizio nell'esercito ungherese;
1915, viene fatto prigioniero dai russi;
1918, al suo rientro in Ungheria diventa vicecommissario per il commercio nella Repubblica sovietica ungherese di Béla Kun;
1919, è costretto dalla vittoria della controrivoluzione a fuggire nella Russia sovietica dove ha un ruolo direttivo in seno al Komintern;
1921, eletto segretario del Komintern, lo rappresenta in Italia e in Francia;
1924, torna in Ungheria per riorganizzare il Partito comunista clandestino;
1925, viene arrestato e condannato al carcere a vita;
1940, rimesso in libertà, ripara in URSS;
1943, è tra i firmatari del decreto di scioglimento del Komintern;
1945, gennaio, fa ritorno in Ungheria dove viene eletto segretario generale del Partito comunista;
1949, è il principale responsabile del processo farsa contro László Rajk e altri leader ungheresi accusati di "filotitoismo";
1952, agosto-luglio 1953, alla carica di segretario generale del Partito comunista ungherese unisce quella di presidente del consiglio;
1956, luglio, viene destituito sull'onda della destalinizzazione;
ottobre, si rifugia in Unione Sovietica dove si stabilisce definitivamente;
1962, viene espulso dAL Partico comunista.

Richthofen, Manfred von (Breslavia 1892-Vaux-sur-Somme, Corbie 1918) aviatore tedesco, comandante di una squadriglia di caccia, durante la prima guerra mondiale, sul fronte orientale e poi su quello francese, divenne un personaggio quasi leggendario, noto come il "Barone rosso" e anche "Cavaliere rosso" (dal colore del suo aereo), per le ottanta vittorie aeree da lui conseguite prima di venire abbattuto sul fronte della Somme
Il bombardiere (1917 e 1941, memorie).

Seyss-Inquart, Arthur (1892-1946) politico austriaco.

Strasser, Gregor (Geisenfeld 31 maggio 1892 – Berlino, 30 giugno 1934) politico tedesco.
[Fratello di Otto (1897-1974).]

Tasca, Angelo o Amilcare Rossi e André Leroux (Moretta, Cuneo 1892-Parigi 1960) politico italiano;
1908, membro della Federazione giovanile socialista;
1919, è tra i fondatori della rivista «L'Ordine muovo»;
1921, nel congresso di Livorno aderisce al Partito comunista d'Italia del quale è in seguito uno dei principali esponenti;
1928, viene eletto membro dell'esecutivo dell'Internazionale comunista dove si schiera con il gruppo di N.I. Bucharin contro la direzione staliniana;
1929, viene espulso dal partito perché contrario alla nuova tattica "classe contro classe";
1934, rientrato nel Partito socialista svolge un'intensa attività pubblicistica a Parigi, in particolare sulle riviste «politica socialista» che pubblica fino al 1935 con G. Saragat e G. Faravelli, e su «Monde» sotto lo pseudonimo di Amilcare Rossi;
Dalla democrazia al socialismo (1934)
1936 naturalizzato francese, dirige fino allo scoppio della seconda guerra mondiale la pagina di politica estera del quotidiano socialista «Le Populaire» sotto lo pseudonimo di André Leroux
dopo l'occupazione tedesca della Francia e la costituzione del regime di vichy ha con le nuove autorità rapporti che lo fanno indicare in seguito come sospetto di collaborazionismo; 
Nascita e avvento del fascismo (1938 e 1949)
avversario del comunismo dopo l'espulsione, è tra i socialisti italiani il più rigido oppositore del patto d'unità d'azione, del quale riesce ad ottenere la denuncia dopo l'accordo tedesco-sovietico dell'agosto 1939;
Fisiologia del partito comunista francese (1948)
Due anni di alleanza tedesco-sovietica (1949)
I primi dieci anni del PCI (1953).

Vigorelli, Ezio (Lecco, 1892 – Milano, 24 ottobre 1964) politico italiano, esponente prima del PSI e poi del PSDI;
avvocato, si distingue come combattente nella Resistenza; affianca la Giunta provvisoria di Governo della Repubblica partigiana dell'Ossola in veste di Consulente Legale e Giudice Staordinario;
durante questi anni perde due suoi figli Bruno Vigorelli e Adolfo Vigorelli [Fofi], morti in combattimento nella non lontana Valgrande;
diviene pure presidente dell’ECA (Ente Comunale di Assistenza) di Milano e presidente dell’IFDAM (Istituto Fascista di Assistenza ai Minorenni) di Milano, Via Giulio e Corrado Venini, 15;
1945, 17 maggio, appena nominato Commissario Straordinario dell'ECA dal CNL, subito lo ridenomina IDAM (Istituto di Assistenza ai Minorenni);
è anche nominato Presidente della Metropolitana Milanese;
1946, nel dopoguerra continua la militanza nel Partito Socialista Italiano mantenendosi su posizioni moderate;
dopo la scissione del PSI e la nascita del PSDI, confluisce nel secondo per il quale diventa deputato all'assemblea Costituente;
1948, eletto deputato (I Legislatura);
maggio-gennaio 1950, sottosegretario al Tesoro (V "governo De Gasperi");
1953, rieletto deputato (II Legislatura);
1954 febbraio-giugno 1955, ministro del Lavoro ("governo Scelba").
1955 luglio-maggio 1957, ministro del Lavoro (I "governo Segni");
1958, rieletto deputato (III Legislatura);
luglio-gennaio 1959, ministro del Lavoro (II "governo Fanfani");
[Come ministro del lavoro predispone un sistema per attribuire efficacia erga omnes ai contratti di lavoro, detti "decreti Vigorelli" ma la successiva proroga di emanare decreti delegati sarà dichiarata incostituzionale dalla Corte Costituzionale.]


Torna su

«L'Opinione»

«segue da 1876»
1892, l'intervento finanziario di un gruppo di deputati moderati, capeggiati da A. Starabba, marchese di Rudini, non fa molto di più;
«segue 1900»

«La Giustizia»

«segue da 1886»
1892, nato il Psi (Partito socialista italiano), la storia del giornale, favorevole ad un socialismo gradualista e legalitario, si intreccia e si confonde per circa un trentennio con quella della corrente riformista;
«segue 1904»



Nuova Ricerca