©

Il Viandante

in rete dal 1996


Se ti siamo stati utili effettua una

Nuova Ricerca

Papa Gregorio XVI
(1831-46)

- segretario di Stato nonché responsabile dell'Entità: card. L. Lambruschini;

1840
viene aumentato il numero dei vescovi in Inghilterra; i quattro vicariati apostolici fondati sotto il regno di James II vengono suddivisi in modo da raddoppiarne il numero;
[Per es. il vicariato settentrionale che comprendeva le quattro contee indicate con questo epiteto, hanno ora in più Lancaster e York; da questa prima distribuzione in poi di giurisdizione vescovile, città e borghi come Nearchester, Liverpool, Leds e Newcastle salgono dall'ordine secondario alle dimensioni di capitali.]
Sono eletti quindi altri nuovi quattro vescovi e Nicola Wiseman è nominato coadiutore o assistente del vescovo Walsh in Wolverhampton.

Francescani

«segue da 1835»
1840, abbandonato dalle potenze europee, Ibrahim Pascià, deve restituire le province siriache a Mahmud II e così la Palestina ricade sotto il governo ottomano;
«segue 1856»

Gesuiti

«segue da 1839»
[preposito generale: p. G.F. Roothaan (?-?)]
1840,
«segue 1841»

Ordine del Collare
(poi dell'Annunziata)

«segue da 1607»
1840, Carlo Alberto di SAVOIA dichiara cappella dell'ordine la chiesa della Certosa di Collegno;
i cavalieri di quest'ordine hanno dal re il titolo di cugini e la preminenza su tutte le cariche dello stato eccetto quella di gran cancelliere.
Fine/Inizio 1362

«The Dial»

1840 luglio, promosso da R.W. Emerson, esce il primo numero di questa rivista, espressione del nucleo militante del movimento del "trascendentalismo";
1844, aprile, esce l'ultimo dei sedici numeri.
Tra i membri del movimento:
. George Ripley,
. Theodore Parker,
. Orestes A. Brownson,
. Bronson Alcott,
. F.H. Hedge,
. C.P. Cranch,
. Channing jr., nipote di W.E.,
. Elizabeth Peabody,
. Margaret Fuller,
. H.D. Toreau.

Mormoni
(Chiesa di Gesù Cristo dei santi dell'ultimo giorno)

«segue da 1837»
1840, nell'Illinois i mormoni acquistano allora la città di Commerce, ribattezzata Nauvoo, cioè "la bella";
«segue 1844»

1840, Filippo Pacini pubblica il testo nel quale espone la scoperta dei "corpuscoli" terminali dei nerVI di senso digitali, che portano il suo nome. Nel 1854 descriverà per primo il VIbrione del colera, che sarà poi riscoperto da R. Koch, e riconosciuto come agente patogeno di quella malattia trent'anni più tardi.
Charles Babbage presenta per la prima volta a Torino, in occasione della Seconda Riunione degli Scienziati Italiani, la sua "analytical engine", la macchina più tardi riconosciuta come il prototipo di tutti i moderni calcolatori.

ANNO 1840






1840
Deutscher Bund*
(Confederazione Germanica)
1815 8 giugno - 23 agosto 1866
[Unione, con vincoli assai blandi,
di trentacinque stati sovrani.]
 
Impero d'Austria (escluse le regioni polacche o ungheresi)
Ferdinando I (Vienna 1793-Praga 1875)
figlio primogenito di Francesco I e di Maria Teresa di Borbone-Napoli;
1835-48, imperatore d'Austria;
- Cancelliere:
- Ministro degli Esteri: principe di Metternich-Winneburg (1809-48);
1814-15, congresso di Vienna: la perdita dei Paesi Bassi è stata compensata dalla creazione del Regno del Lombardo Veneto e dall'acquisto del Salisburghese e del Tirolo;
1840
l'imperatore, in quanto soggetto ad attacchi di epilessia, è affiancato nel governo da una sorta di consiglio di reggenza, la "Staatconferenz", il vero organo decisionale dove l'antiliberale ministro degli esteri ha la parte preminente;
Albero genealogico
 
SLOVENIA
1840
-
DALMAZIA
1840
-
Regno di Prussia (escluse le terre polacche)
Federico Guglielmo III (Potsdam 1770-Berlino 1840)
figlio di Federico Guglielmo II e di Federica Luisa di Assia-Darmstadt;
1797-1840, re di Prussia;
1814-15, congresso di Vienna: ottiene cospicui ingrandimenti territoriali nelle regioni renane;
1840
-
Albero genealogico
 
Federico Guglielmo IV (Berlino 1795-Sans-Souci, Potsdam 1861)
figlio di Federico Guglielmo III e di Luisa Augusta di Meclemburgo-Strelitz;
1840-61, re di Prussia;
1814-15, congresso di Vienna: la Prussia ha ottenuto cospicui ingrandimenti territoriali nelle regioni renane;
1840
contrario sia all'assolutismo illuminato sia al liberalismo costituzionale, cerca di realizzare un suo ideale di stato patrimoniale nel quale il potere del re dovrebbe venire temperato dal consiglio degli "stati";
Albero genealogico
 
Regno di Baviera
Ludwig I (Strasburgo 1786-Nizza 1868)
figlio del re Maximilian I Joseph e della langravina Auguste Wilhelmine von Hesse-Darmstadt;
1806, serve negli eserciti napoleonici;
1809, serve negli eserciti napoleonici;
1813-15, combatte nella guerra d'indipendenza nazionale tedesca contro la Francia;
1825-48, re di Baviera;
1814-15, congresso di Vienna: la Baviera continua a dominare la Franconia e la Svevia. Ha dovuto invece restituire il Tirolo all'imperatore d'Austria.
1840
-
 
Regno di Hannover

Ernst August I (Londra 1771-Hannover 1851)
quintogenito di re Giorgio III d'Inghilterra e di Carlotta Sofia di Mecklenburg-Strelitz;
1799-51, duca di Cumberland;
1837-51, re di Hannover;
1840
sin dall'inizio regna da monarca assoluto, dopo aver abolito la costituzione del 1833;

Albero genealogico
 
Regno di Sassonia
Friedrich August II (Dresda 1797-Brennbüchel, Tirolo 1854)
figlio di Maximilian e di Carolina di Parma;
1830, viene associato al trono dello zio Antonio;
1836-54, re di Sassonia;
1840 
Albero genealogico
 
Regno di Württemberg 
Wilhelm I (Lübben 1781 - Schloß Rosenstein 1864)
figlio del re Friedrich I e della duchessa Auguste von Braunschweig-Wolfenbüttel;
1803-1805, principe elettore di Württemberg;
1816-1864, re di Württemberg;
1840
-
Albero genealogico
 
In tutto 35 stati sovrani compresi i seguenti:
Elettorato
Elettorato di Assia-Kassel
Wilhelm II (Hanau 1777 - Frankfurt 1847)
figlio del pr. elettore Wilhelm I e della p.ssa Caroline di Danimarca;
1821-47, principe elettore di Hessen;
1840
-
Albero genealogico
 
Granducati
Granducato di Assia
Ludwig II (Darmstadt 1777 - Darmstadt 1848)
figlio del granduca Ludwig I e della langravina Luise di Hesse-Darmstadt;
1830-48, granduca di Hessen und bei Rhein;
1840
-
Albero genealogico
 
Granducato di Baden
Leopoldo (Karlsruhe 1790 - Karlsruhe 1852)
figlio del granduca Karl Friedrich e di Luise Karoline Geyer von Geyersberg;
1830-52, granduca di Baden;
1840
-
Albero genealogico
 
Granducato di Lussemburgo
Willelm I (The Hague 1772 - Berlin 1843)
figlio del principe Willelm V di Nassau-Dietz e della p.ssa Wilhelmine di Prussia;
1815-40, re dei Paesi Bassi e granduca di Lussemburgo;
1840
Ottobre
7
, abdica.
Albero genealogico
 
Willelm II (The Hague 1792 - Tillburg 1849)
figlio del re Willelm I e della p.ssa Wilhelmine di Prussia;
1840-49, re dei Paesi Bassi e granduca di Lussemburgo;
1840
-
Albero genealogico
 
Granducato di Meclemburgo-Schwerin
Paul Friedrich (Ludwigslust 1800 - Schwerin 1842)
figlio del pr.ered. Friedrich Ludwig e della grand.ssa Elena Pavlovna di Russia;
1837-42, granduca di Mecklenburg-Schwerin;
1840
-
Albero genealogico
 
Granducato di Meclemburgo-Strelitz
Georg (Hannover 1779 - Schweizerhaus, vicino Neustrelitz 1860)
figlio del granduca Karl II e della langravina Friederike von Hessen-Darmstadt;
1816-60, granduca di Mecklenburg-Strelitz;
1840
-
Albero genealogico
 
Granducato di Oldenburg
August (Rastede 1783 - Oldenburg 1853)
figlio di Peter I e della d.ssa Friederike di Württemberg;
1829-53, granduca di Oldenburg;
1840
-
Albero genealogico
 
Granducato di Sassonia-Weimar-Eisenach

Karl Friedrich (Weimar 1783 - Belvedere, vicino Weimar 1853)
figlio del granduca Karl August e della c.ssa Luise von Hessen-Darmstadt;
1828-53, granduca di Sassonia-Weimar-Eisenach;
1840
-

Albero genealogico
 
Ducati
Ducato di Braunschweig
Wilhelm (Braunschweig 1806 - Schloss Sibyllenort 1884)
figlio del duca Friedrich Wilhelm e della p.ssa Marie von Baden;
1830-84, duca di Braunschweig;
1840
-
Albero genealogico
 
Ducato di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg
Karl (Gottorp 1813 - Luisenlund 1878)
figlio del duca Wilhelm e della langravina Luise von Hessen-Kassel;
1831-63, duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg;
1840
-
Albero genealogico
 
Ducato di Lauenburg
Ducato di Limburgo
Ducato di Nassau
Adolf (castello di Biebrich in Wiesbaden 1817 - castello di Hohenburg vicino Lenggries 1905)
figlio del duca Wilhelm e della p.ssa Luise di Saxe-Altenburg;
1839-66, duca di Nassau;
1840
-
Albero genealogico
 
Ducato di Sassonia-Altenburg
Joseph (Hildburghausen 1789 - Altenburg 1868)
figlio del duca Friedrich e della d.ssa Charlotte von Mecklenburg-Strelitz;
1780-1826, duca di Sassonia-Hildburghausen;
1834-48, duca di Sassonia-Altenburg;
1840
-
Albero genealogico
 
Ducato di Sassonia-Coburgo-Gotha
Ernst I (Coburg 1784 - Gotha 1844)
figlio del duca Franz e della c.ssa Auguste Reuss zu Ebersdorf;
1806-26, duca di Sassonia-Coburgo-Saalfeld;
1826-44, duca di Sassonia-Coburgo-Gotha;
1840
-
Albero genealogico
 
Ducato di Sassonia-Meiningen
Bernhard II (Meiningen 1800 - Meiningen 1882)
figlio del duca Georg I e della p.ssa Luise Eleonore zu Hohenlohe-Langenburg;
1803-66, duca di Sassonia-Meiningen;
1840
-
Albero genealogico
 
Principati
Principato di Assia-Homburg
Philipp (Homburg 1779 - Homburg 1846)
figlio del principe Friedrich V e della langravina Karoline von Hessen-Darmstadt;
1839-46, principe di Assia-Homburg;
1840
-
Albero genealogico
 
Principato di Hohenzollern-Hechingen

Konstantin (Sagan 1801 - Schloss Polnisch-Klettkau 1869)
figlio del principe Friedrich e della p.ssa Pauline Biron von Kurland;
1838-49, principe di Hohenzollern-Hechingen;
1840
-

Albero genealogico
 
Principato di Hohenzollern-Sigmaringen
Karl (Sigmaringen 1785 - Bologna 1853)
figlio del principe Anton Alois e della p.ssa Amalie Zephyrine zu Salm-Kyrburg;
1831-48, principe di Hohenzollern-Sigmaringen;
1840
-
Albero genealogico
 
Principato di Liechtenstein
Aloisio II (Wien 1796 - Lednice (Eisgrub), Moravia 1858)
figlio del principe Johann I e della ldgfn Josephine Sophie zu Fürstenberg-Weitra;
1836-58, principe von und zu Liechtenstein;
1840
-
Albero genealogico
 
Principato di Lippe
Leopold II (Detmold 1796 - Detmold 1851)
figlio del principe Leopold I e della p.ssa Pauline Christine von Anhalt-Bernburg;
1809-51, principe di Lippe-Detmol;
1840
-
Albero genealogico
 
Principato di Reuss-Greiz
Heinrich XX (Offenbach 1794 - Greiz 1859)
figlio del principe Heinrich XIII e della p.ssa Luise Pss von Nassau-Weilburg;
1836-59, principe di Reuss-Greiz;
1840
-
Albero genealogico
 
Principato di Reuss-Schleiz
Heinrich LXII (Schleiz 1785 - Gera 1854)
figlio del conte Heinrich XLII e della p.ssa Karoline Henriette zu Hohenlohe-Kirchberg;
1818-54, principe di Reuss-Schleiz;
1840
-
Albero genealogico
 
Principato Schaumburg-Lippe
Georg (Bückeburg 1784 - Bückeburg 1860)
figlio del conte Philipp II e della langravina Juliane von Hessen-Philippsthal;
1806-60, principe di Schaumburg-Lippe;
1840
-
Albero genealogico
 
Principato di Schwarzburg-Rudolstadt
Friedrich Günther I (Rudolstadt 1793 - Schloss Heidecksburg 1867)
figlio del principe Ludwig Friedrich II e della ldgvne Karoline di Hesse-Homburg;
1807-67, principe di Schwarzburg-Rudolstadt;
1840
-
Albero genealogico
 
Principato di Schwarzburg-Sondershausen
Günther Friedrich Karl II (Sondershausen 1801 - Sondershausen 1889)
figlio del principe Günther Friedrich Karl I e della p.ssa Karoline von Schwarzburg-Rudolstadt;
1835-80, principe di Schwarzburg-Sondershausen;
1840
-
Albero genealogico
 
Principato di Waldeck e Pyrmont
Georg Friedrich Heinrich (Weil 1789 - Arolsen 1845)
figlio del principe Georg e della p.ssa Auguste von Schwarzburg-Sondershausen;
1813-45, principe di Waldeck e Pyrmont;
1840
-
Albero genealogico
 
Città libere e anseatiche
Francoforte sul Meno
Brema
Amburgo
Lubecca
*Bund in tedesco significa tanto confederazione quanto federazione.
[Fino al 1847 costituirà poco più di una cassa di risonanza, in Germania, della politica del cancelliere austriaco principe di Metternich-Winneburg.]





1840
REGNO di POLONIA
(Regno del Congresso)
[capitale Varsavia]
 
 
1840
dopo la repressione scatenata nel 1831 da Nicola I, la costituzione del 1815 e l'autonomia amministrativa sono state abolite, l'esercito dissolto, …



1840
Repubblica di Cracovia
 
 
1840
-


1840
Regno di Ungheria
[All'inizio dell'800 in tutto il regno, che si estende anche alla Slovacchia, alla Transilvania e alla Vojvodina, solo 3 milioni di abitanti su 10 sono di nazionalità ungherese.]
 
1840
Budapest, al parlamento gli ungheresi votano una legge che permette l'immigrazione nel paese solo a coloro che conoscono il magiaro, da proclamare quanto prima lingua ufficiale sull'intero territorio statale.
CROAZIA [dal 1096 fino al sec. XIX fa parte della corona ungherese; dal 1102 al 1918 l'Ungheria segnerà in maniera decisiva la storia croata; nel XIII secolo si stacca la Slavonia che ottiene un bano e una dieta propri.
Dal 1390 al 1409 fa parte, assieme alla Bosnia, del Regno di Croazia e di Dalmazia; dal 1409 ritorna a far parte dell'Ungheria.
Dopo aver fatto parte delle Province Illiriche (1809-1821), nel 1822 la Croazia del bano (o "Croazia civile") viene nuovamente annessa all'Ungheria.]
1840
Vane sono le proteste dei rappresentanti croati al parlamento di Budapest contro la legge che permette l'immigrazione nel paese solo a coloro che conoscono il magiaro.

[Joze Pirjevec, Serbi, Croati, Sloveni - Storia di tre nazioni, Universale Paperbacks, Il Mulino, Bologna 1995]
BOSNIA [Dal 1390 al 1409 fa parte, assieme alla Croazia, del Regno di Croazia e di Dalmazia; dal 1409 ritorna a far parte dell'Ungheria]
1840
-




1840
Mihailo III Obrenovic
Albero genealogico
(Kragujevac 1823 - Kosutnjak, Belgrado 1868)
figlio secondogenito di Miloš Obrenovic;
1839-42, 1860-68, principe di Serbia;
il sultano ha ratificato l'elezione ma ha nominato Petronievic e Vuicic al suo fianco come reggenti;


1840
-

1840
Montenegro
Petar II Njegoš
Albero genealogico

(1813 - 1851)
nipote di Petar I Petrovic Njegoš;
1830-51, vladika di Cettigne;
[vladika=metropolita ortodosso, principe vescovo]
appena 17enne, succede allo zio;

1840
-






1840
REGNO di GRECIA

Ottone I

Albero genealogico

(Salisburgo 1815 - Bamberga 1867)
secondogenito di Luigi I re di Baviera;
1832-62, re dei greci;

 
1840
i greci rimangono esclusi dalla direzione politica del paese;



1840
IMPERO OTTOMANO
'Abd ul-Mejid I o 'Abd al-Magid
Albero genealogico
(23 aprile 1823 – 25 giugno 1861)
figlio di Mahmud II;
1839-61, XXXI sultano;

1840
tra le riforme subito attuate:
- garanzie ai sudditi ottomani di sicurezza per le loro vite, onore e proprietà;
- introduzione delle prime banconote ottomane e abolizione dei dazi interni.





1840
RUSSIA
 
Nicola I Romanov
Albero genealogico

(Carskoe Selo, Pietroburgo 1796 - Pietroburgo 1855)
terzogenito di Paolo I e di Maria Fëdorovna;
1825-55, zar di Russia;
- dal 1832 vigilanza poliziesca sulla stampa, sulla pubblica istruzione e in generale sulla cultura;

 
Ministro degli Esteri
K.V. Nessel'rode
(1816 - 1856)
1840
potenzia al massimo la burocrazia, già ossatura del sistema zarista, e crea una terza sezione della cancelleria privata di sua maestà, il cui direttore è anche a capo della gendarmeria;
per quanto riguarda l'emancipazione dei contadini serVI, non ne capisce l'importanza ai fini dello sviluppo economico del paese e più volte istituisce comitati segreti per studiare il problema;
1840-41, a causa della sua politica orientale, basata su una fragile alleanza con l'impero ottomano, suscita la preoccupazione delle potenze occidentali che con le convenzioni di Londra riescono a sostituire nei Balcani al predominio della Russia il "concerto" delle potenze europee;







1840
-
 
Granducato di Finlandia
[relativamente autonomo]
- dal 1809, in seguito alla pace di Tilsit e al trattato di Fredrikshamn;
1840
-





1840
FRANCIA
Luigi Filippo d'Orléans
Albero genealogico

(Parigi 1773 - Claremont, Londra 1850)
primogenito di Luigi Filippo Giuseppe duca di Orléans e di Luisa Maria Adelaide di Borbone Penthiève;
1785-93, duca di Chartres;
1793-1830, duca di Orléans;
1807-30, duca di Montpensier;
1830-48, re dei francesi;

Camera dei Pari
[Carta del 1830]
Étienne-Denis Pasquier
duca
(1830 3 ago - 24 feb 1848)
Camera dei deputati
[Carta del 1830]
 
 
Primo ministro
mar.llo N.-J. Soult
II
(1839 12 mag - 1° mar 1840)
L.-A. Thiers
II
(1° mar - 29 ott)
mar.llo N.-J. Soult
III
(29 ott - 18 set 1847)
Affari Esteri
mar.llo N.-J. Soult
(1839 12 mag - 1° mar 1840)
L.-A. Thiers
(1° mar - 29 ott)
F.-P.-G. Guizot
(29 ott - 23 feb 1848)
Interno
C.-M.-T. Duchâtel
conte
(12 mag - 1° mar 1840)
 

C.-M.-T. Duchâtel
conte
(1840 29 ott - 24 feb 1848)

sottosegr. di stato
A.-F. Passy
(1840 29 ott - 24 feb 1848)

Pubblica Istruzione
A.-F. Villemain
(12 mag - 1° mar 1840)
  Educazione pubblica
Abel-François Villemain
Guardasigilli e Culti
J.-B. Teste
(1839 12 mag - 1° mar 1840)
A.-F.-A. Vivien
(1° mar - 29 ott)
Giustizia e Affari religiosi
N. Martin
(29 ott - 12 mar 1847)
Finanze
H.Ph. Passy
(1839 12 mag - 1° mar 1840)
P.-J.-C. Pelet de la Lozère
conte
(1° mar - 29 ott)
G. Humann
(29 ott - 25 apr 1842)
Agricoltura e Commercio
L. Cunin
(1839 12 mag - 1° mar 1840)
A.-H. Goüin
(1° mar - 29 ott)
L. Cunin
(29 ott - 24 feb 1848)
Lavori Pubblici
J. Dufaure
(1839 12 mag - 1° mar 1840)
H.-F. Jaubert
(1° mar - 29 ott)
J.-B. Teste
(29 ott - 16 dic 1843)
Guerra
ten.gen. A.-V. Schneider
(1839 12 mag - 1º mar 1840)
ten.gen. A.-L. Despans-Cubières
(1º mar - 29 ott)
mar.llo N.-J. Soult
(29 ott - 10 nov 1845)
Marina e Colonie     Guy-Victor Duperré

Albin Roussin

Ange de Mackau
 

1840
questione egiziana;

Marzo
, nuovo presidente del consiglio diventa L.-A. Thiers (1° mar - 29 ott) II;

Luglio
27
, una delle navu ammiraglie della Marina francese, La Belle poule, salpa al comando del duca di Joinville, figlio di re Luigi Filippo, con la missione di ricondurre in Europa dall'isola di Sant'Elena le spoglie di Napoleone I;

Ottobre
29
, presidente del consiglio è ancora il mar.llo N.-J. Soult (29 ott - 18 set 1847) III, ma con un ruolo politico subordinato a quello del ministro degli Esteri F.-P.-G. Guizot, la vera anima del ministero;

Dicembre
15
, Parigi, la bara di Napoleone I passa in solenne processione per le strade della città, attraversa l'Arc de Triomphe (ormai completato nella costruzione) percorre gli Champs-Elysées e Place de la Concorde per arrivare infine al Dôme des Invalides ed essere tumulata provvisoriamente sotto la cupola della cappella di Saint Jérôme;


1840

Carlo Luigi Napoleone Bonaparte

Albero genealogico

(Parigi 1808 - Chislehurst, Kent 1873)
figlio terzogenito (Carlo Luigi Napoleone Bonaparte) di Luigi Bonaparte re d'Olanda (1806-10) e di Ortensia Beauharnais;
Delle idee napoleoniche (1839)
1840
Aprile
6
, a Boulogne tenta ancora con un colpo di mano, sempre assieme all'amico [non seguace] Persigny, di rovesciare Luigi Filippo, ma subisce uno scacco completo: arrestato, viene condannato alla detenzione perpetua nella fortezza di Ham [riuscirà ad evadere 6 anni dopo];


1852-70, imperatore dei francesi (Napoleone III);



1840
Paesi Bassi - Lussemburgo
WILLEM I
Albero genealogico

(The Hague 1772 - Berlin 1843)
figlio di Willem V [il Batavo], principe di Orange-Nassau, e della p.ssa Sofia Wilhelmine di Prussia;
[viene spogliato di tutti i suoi possessi da Napoleone I]
1813, si autoproclama principe sovrano dei Paesi Bassi;
1815-40, re dei Paesi Bassi e granduca di Lussemburgo;
[dal 1815 il congresso di Vienna ha decretato la fusione delle antiche province Unite e dei Paesi Bassi belgi in un unico regno, concepito come stato cuscinetto in funzione antifrancese.]
1840
Ottobre
7
, abdica lasciando le finanze oberate di debiti.




 
WILLEM II
Albero genealogico
Willem Frederik Georg Lodewijk (1792-1849)
figlio di Willem I e della p.ssa Wilhelmine di Prussia;
1840-49, re dei Paesi Bassi e granduca di Lussemburgo (Willem II);
[dopo l'abdicazione del padre.]

1840
-


1840
REGNO del BELGIO

Leopoldo I

Albero genealogico

(1790 - 1865)
figlio di Francesco Federico duca di Sassonia-Coburgo-Saalfeld e di Carl. di Reuss d'Ebersd;
[dal 1830 il Belgio è indipendente.]
1831-65, re dei belgi;



 
Primo ministro
?
(1931 - ?)
del parti catholique
1840
si assiste ad un periodo di ministeri "unionisti" di liberali e cattolici;
la società degli studenti dell'università libera di Bruxelles pubblica un Annuario, in cui vi sono eccellenti confutazioni delle dottrine insegnate all'università cattolica libera di Lovanio;


a





1840
Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda
Vittoria
Albero genealogico

(Londra 1819-Osborne, isola di Wight 1901)
figlia di Edoardo duca di Kent e di Vittoria Maria Luisa di Sassonia-Coburgo-Gotha;
1820, alla morte del padre è posta sotto la tutela dello zio materno Leopoldo di Sassonia-Coburgo-Saalfeld (futuro Leopoldo I del Belgio);
1837-1901, regina del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda;
succeduta alla morte dello zio Guglielmo IV morto senza eredi legittimi;
1840
Febbraio
sposa il cugino amatissimo Alberto di Sassonia-Coburgo-Gotha, al quale darà 9 figli;

1877-1901, imperatrice delle Indie;



Primo lord
del Tesoro
[First Lord
of the Treasury
]
W. Lamb Whig
2° visconte Melbourne
(1835 18 apr - 30 ago 1841)
Cancelliere dello Scacchiere
[Chancellor
of the Exchequer
]
sir Francis Baring
I barone Northbrook
(26 ago - 30 ago 1841)
Segretari di Stato
 
Affari Esteri e
Commonwealth
H.J. Temple
visconte Palmerston
(1830 nov - 1841)
Affari Interni
-
Giustizia
-
Colonie
J. Russell
(1839 - 1841)

1840
Londra, si tiene la Conferenza mondiale contro lo schiavismo.
[Alle donne americane che vogliono presenziare viene opposto un rifiuto.]

1840
-


1840
REGNO di DANIMARCA
Cristiano VIII
Albero genealogico
(Copenaghen 1786-1848)
figlio di Federico (fratello di Cristiano VII) e di Sofia di Mecklenburg-Schwerin;
1814(17 mag-ott),re di Norvegia(Cristiano Federico);
si ritira poi in Danimarca dove si dedica a studi scientifici;
1839-48, re di Danimarca;



1840
-

ISLANDA

1840
-

1840
REGNO di SVEZIA e NORVEGIA
Carlo XIV
Albero genealogico

(Pau 1763 - Stoccolma 1844)
[Charles-Jean-Baptiste-Jules Bernadotte, adottato da Carlo XIII]
1818-44, re di Svezia e Norvegia;
[già dal 1810 ha assunto di fatto la direzione della politica svedese e posto le basi per la creazione di una moderna monarchia costituzionale.]


SVEZIA
1840
-
NORVEGIA
1840
-




1840
REGNO di PORTOGALLO
Maria II
Albero genealogico
(Rio de Janeiro 1819 - Lisbona 1853)
figlia di Pietro I;
1826-53, regina di Portogallo;


Ministro degli Interni

-

1840
-

a


1840
REGNO di SPAGNA
Isabella II
Albero genealogico

(1830 - 1904)
figlia di Ferdinando VII e di Maria Cristina di Napoli;
1833-68, regina di Spagna;
[reggente la madre (1833-41)]
Prima guerra carlista (1834-39);




Primo Ministro
-
B. Espartero
(1840 - 1841)

1840
assume la presidenza del consiglio B. Espartero;









1840
REGNO DI SARDEGNA
Carlo Alberto
Albero genealogico

(Torino 1798 - Oporto 1849)
figlio di Carlo Emanuele di Savoia principe di Carignano e di Albertina Maria Cristina di Sassonia;
1800-31, 7° principe di Carignano;
1831-49, re di Sardegna;
G. Mazzini e G. Garibaldi
sono stati condannati a morte in contumacia –



1840
-

SARDEGNA
dal 1839 sono stati aboliti i diritti feudali;



1840
ducato di Modena e Reggio
Francesco IV d'Austria-Este
Albero genealogico

(Milano 1779 - Modena 1846)
figlio dell'arciduca Ferdinando d'Absburgo e di Maria Beatrice d'Este;
1814-46, duca di Modena e Reggio;

1840
dal 1829 ha aggregato ai suoi stati Massa e Carrara, che gli danno lo sbocco sul mare;



1840
ducato di Parma, Piacenza e Guastalla
Maria Luisa d'Austria 
Albero genealogico
(Wien 1791 - Parma/Wien 1847)
figlia di Francesco I e di Maria Teresa di Borbone-Due Sicilie;
1810, sposa Napoleone I († 5 mag 1821);
1811, 21 marzo, nasce Napoléon-François-Charles-Joseph;
[dal 1818 duca di Reichstadt] († Schönbrunn 22 lug 1832)
1814-47, duchessa di Parma, Piacenza e Guastalla;
1821, sposa il generale austriaco conte A.A. von Neipperg († 22.2.1829)
dal 22.2.1829 è vedova per la seconda volta;
dal 17.2.1834 è sposata con il conte Ch.-R. de Bombelles (1785 - 1856);
1840
stanca del marito, va alla ricerca di nuovi giovani e prestanti amanti:
. Luigi Rousseau, suo cuoco personale;
. Jules Lecomte, tenore francese;
[Nato a Boulogne-sur-Mer, ufficiale di marina, giornalista e poi romanziere. si intrattiene a Parma giusto il tempo per rimpinguare le sue scarse finanze (di recente a Firenze aveva osato schiaffeggiare Alexandre Dumas [padre] che non aveva voluto stringergli la mano considerandolo un "volgare truffatore"… per aver firmato una cambiale con nome falso.]



1840


1840
Granducato di Toscana
Leopoldo II di Lorena
Albero genealogico
(Firenze 1797-1870)
primogenito di Ferdinando III di Lorena e di Maria Luisa Amalia di Borbone-Napoli;
1817, sposa Maria Anna Carolina di Sassonia († ?)
1833, sposa in seconde nozze Maria Antonietta di Borbone-Napoli († 1898) [interamente nelle mani dei preti]
1824-59, granduca di Toscana;
-

1840
-



1840
ducato di Lucca
Carlo Ludovico
Albero genealogico
(Parma 1799 - Nizza 1883)
figlio di Ludovico I e di Maria Luisa di Borbone-Spagna;
1803-07, re d'Etruria (Ludovico II);
1820, sposa Maria Teresa di Savoia, figlia di Vittorio Emanuele I;
1824-47, duca di Lucca;
succeduto alla madre, si disinteressa degli affari di stato che lascia in mano ad avventurieri, come l'inglese Ward, dedicandosi soprattutto a lunghi viaggi all'estero e ad esperienze mistico-religiose (per qualche tempo simpatizzerà pure per il protestantesimo);


1847-49, duca di Parma e Piacenza (Carlo II Ludovico)

1840
-


1840
REGNO DELLE DUE SICILIE
Ferdinando II
Albero genealogico

(Palermo 1810 - Caserta 1859)
figlio di Francesco I re delle Due Sicilie e dell'infanta di Spagna Maria Isabella di Borbone;
1830-59, re delle Due Sicilie;

NAPOLI
1840
con il ministro di polizia S. del Carretto reprime duramente il movimento liberale;


SICILIA
1840
Dal 1817 la Sicilia è stata annessa al Regno di Napoli, la costituzione definitivamente soppressa e il popolo siciliano privato di tutte le sue libertà.






BRITISH NORTH AMERICA
[Nord America Britannico]
Governatore generale
C.E.P. Thomson
(1839 - 1841)
-
-

1840
-

La posta proveniente dalla Gran Bretagna e dalle province atlantiche, non diversamente da chi ha fretta di arrivare, raggiunge Montrèal e Toronto via New York e Boston.


Red River (o Rivière-Rouge), nel pressi della futura città di Winnipeg nel Manitoba, capitale dei métis dell'ovest.
A partire dagli anni 1840 missioni metodiste e presbiteriane si aggiungono a quelle cattoliche e anglicane che finora si sono disputate il controllo dell'ovest.

Costa settentrionale dell'Oceano Pacifico (territorio corrispondente più o meno alla futura British Columbia – il cui confine meridionale sarà in seguito fissato dal trattato dell'Oregon (1846) – e ai futuri stati americani di Washington e Oregon: dal 1799 i russi operano sulla costa nordamericana sotto l'autorità della Compagnia Russo-Americana, l'equivalente della Hudson's Bay Company britannica, diretta fino al 1818 da Alexandr Andreevich Baranov (1747-1819).
Essa ha come centro amministrativo Novo-Arkangel'sk (poi Sitka, Alaska), posta in pieno territorio tlingit.
[Tra il 1819 e il 1840 la Compagnia Russo-Americana è stata riorganizzata e i suoi impiegati hanno perso ogni autonomia commerciale trasformandosi in personale salariato. Gli interessi della compagnia, nonostante alcuni tentativi di colonizzazione, rimangono legati esclusivamente alla tratta e la popolazione non aumenta in misura notevole.]

Da questo momento fino al 1870, l'emigrazione dal Nord America Britannico verso gli Stati Uniti aumenterà – secondo la demografa Yolande Lavoie (1972, 1981) – in progressione geometrica:
- 88.000 (1840-50),
- 190.000/200.000 (1850-60),
- 275.000 (1860-70).
[Prima che la nascita del Manitoba (1870) renda la nuova provincia una ulteriore opzione per gli emigranti, gli abitatni del Canada Ovest sceglieranno soprattutto Michigan, Wisconsin e Illinois.
Dopo la guerra civile americana (1861-65) molti si stabiliranno nello stato del Minnesota e nei territori del Dakota e del Nebraska.
Dei 560.000 emigranti di cui sopra, faranno parte 205.000 francocanadesi.]

La popolazione di origine europea o africana del Nord America Britannico è passata da 254.000 (1791) a 1.694.000 (c.1841).
Altre province:
- Terranova, 96.000 (1845),
- New Brunswick, 155.000 (1840),
- Nova Scotia , 202.000 (1838),
- Isola del Principe Edoardo, 47.000 (1841).
Il totale è di 540.000 abitanti per l'intera regione atlantica (crescita circa 6 volte e mezza).
Da soli:
- Basso Canada, 697.000 abitanti (1844),
- Alto Canada, 487.000 (1842) (crescita circa 35 volte).
Altre 10.000 persone, esclusi gli indiani, vivono nell'ovest.


PROVINCIA DEL CANADA
[Aggiunta alle altre province britanniche nel 1763, include la regione sulle due rive del fiume San Lorenzo grossolanamente delimitate da Anticosti a est e il Lago Nipissing a ovest.
Dal 7 nov 1763 la provincia (ex Canada francese) è stata divisa formalmente in tre distretti: Québec, Trois-Rivières, Montréal.
Nel 1791 la provincia è stata separata in due parti:
Basso Canada (francofoni) e Alto Canada (lealisti).]
BASSO CANADA [o Canada Est]
Governatore della provincia
C.E.P. Thomson
(1839 - 1841)
Vescovo di Montréal
-
Ignace Bourget
(1840 - 1876)

1840
Dal 1838 opera, in sintonia con il governatore generale, il Consiglio Speciale (1838 10 feb-10 feb 1841).

Soprattutto a partire dal mandato (1840-76) del vescovo di Montréal, Ignace Bourget (1799-1885), la religone cattolica, oltre alla lingua e alla cultura sarà il tratto distintivo della comunità francocanadese. La chiesa si occupa sistematicamente di istruzione e di sanità, di assistenza ai poveri, ai bambini, ai malati di mente, agli anziani e agli emarginati.
I compiti che nelle altre province vengono assunti dalle organizzazioni di volontariato di originie protestante (anche se ufficialmente slegati dalle varie denominazioni) nel Canada Est sono fatti propri dalla gerarchia cattolica assistita dai laici devoti.
Contemporaneamente la chiesa cattura l'immaginazione dei fedeli con una spettacolarizzazione delle occasioni comunitarie (le processioni, le veglie, i funerali,) e con una romanizzazione della liturgia fino ai più minuti dettagli (candele, fiori, abiti talari, incenso, musica, vasellame).
La cattedrale di Montréal, dedicata a Saint-Jacques sarà più volte distrutta dagli incendi.

 

 

ALTO CANADA [o Canada Ovest]
Governatore della provincia
George Arthur
(1838 - 1841)

1840
Il governatore generale Charles Edward Poulett Thomson (1799-1841), poi barone Sydenham, toglie alla Chiesa d'Inghilterra il monopolio dei redditi delle clergy reserves, garantendone una metà alla stessa Chiesa d'Inghilterra e alla Chiesa di Scozia, da dividere in due parti uguali, e l'altra metà ad altre denominazioni.

 

 

 

 

 

TERRANOVA
Governatore della provincia
Henry Prescott
(1834 - 1841)

1840
-

 

ISOLA DEL PRINCIPE EDOARDO
Governatore della provincia
Charles A. FitzRoy
(1837 - 1841)

1840
-

 

NEW BRUNSWICK
Governatore della provincia
John Harvey
(1837 - 1841)

1840
-

 

 

NOVA SCOTIA
Governatore della provincia
Colin Campbell
(1834 - 1840)
Lucius Bentinck
visconte Falkland
(1840 - 1846)

1840
-

 


UNIONE degli STATI UNITI d'AMERICA
Presidente degli Stati Uniti
M. van Buren [8°]
(1837 4 mar – 4 mar 1841)
[Democratic Party]
Vicepresidente
-
Segretario di Stato
[Ministro degli Esteri]
Ministro del Tesoro
-
Ministro della Guerra
-
Presidente della Corte Suprema
R.B. Taney
(1836 15 mar - 12 ott 1864)

1840
Gennaio



Nel periodo (1790-1840) gli abitanti degli Stati Uniti sono passati da 3.900.000 a 17.100.000 (crescita circa 4 volte e mezza).

Dopo che i democratici conservatori si sono uniti per due volte con i whig per far cadere la proposta dell'Independent Treasury Bill essa riesce ora a passare con un lievissimo margine.
I voti della vittoria vengono dal gruppo di J.C. Calhoun, attivo nel sostenere i diritti dei singoli stati, che smette di corteggiare i whig per allinearsi con un partito il cui concetto negativo dello stato coincide col proprio.
[Per quanto abolito nel 1841, il sistema dell'Independent Treasury Act sara restaurato nel 1846 e durerà fino al 1863; esso non provocherà la pericolosa carenza di valuta pregiata prevista dai suoi critici, anche se ciò sarà dovuto a una fortuita combinazione di circostanze:
- l'espansione delle esportazioni di grano dall'America,
- la scoperta dell'oro in California,
- un forte aumento degli investimenti europei nelle ferrovie americane;
ma con il "divorzio fra banca e stato" viene a mancare un'importante organizzazione di coordinamento, con effetti quanto mai negativi nella stabilità economica e sulla valuta.]

In vista delle elezioni presidenziali i whig scelgono come candidato il gen. William Henry Harrison [Old Tippecanoe].
[Così chiamato dopo la sua vittoria contro gli indiani a Tippecanoe nel 1811.]
Come candidato alla vicepresidenza viene scelto John Tyler della VIRGINIA.
I democratici tornano a presentare M. van Buren con un programma che sottolinea i limitati poteri del governo federale.

Per la prima volta du epartiti nettamente divisi e disciplinati scendono incampo a livelo nazinale statle e locale e, fatto più importante, adottano un nuovo stile di propaganda elettorale, allo stesso tempo allegro, emotivo, demagogico e irrazionlae.
L'affluenza alle urne è del 78%, superando di gran lunga il primato del 56% raggiunto nelle elezioni del 1828.
Il gen. William Henry Harrison [Old Tippecanoe] vince le elezioni.

Nel decennio 1840-50 l'espansione territoriale raggiungerà un nuovo massimo di intensità.
[Una delle cause è la preoccupazione per la sicurezza nazionale, che sembra minacciata dall'attività degli inglesi in Texas, California e Oregon, ma più importante è l'insieme delle convinzioni riassunte nello slogan manifest destiny "il destino palese", coniata da un giornalista di New York nel 1845.
L'espressione riflette il presupposto che la Provvidenza abbia voluto assegnare agli Stati Uniti i controllo di tutto il continente nordamericano; questo assunto fornisce una comoda motivazione razionale alla cacciata di razze inferiori come indiani e messicani da parte dei pionieri affamati di terre, e sarà straordinariamente simile a quello adottato successivamente per giustificare l'imperialismo delle grandi potenze europee.]

Questo concetto porterà all'annessione del Texas, alla composizione della vertenza dell'Oregon e all'acquisizione della California, del New Messico e dell'Utah.

Una versione modificata delle teorie di Ch. Fourier – che non andò mai negli Stati Uniti – raggiunge ora gli americani con gli scritti di Albert Brisbane il cui Destino sociale dell'uomo (1840) spiega i principi dell' "associazionismo", un sistema cooperativo di piccole comunità, le "falangi".
[Negli anni successivi saranno fondate più di quaranta comunità sul modello di Ch. Fourier: la più famosa sarà "Brook Farm", presso Boston, istituita nel 1841 come tentativo trascendentalista, ma successivamente riorganizzata secondo le teorie di Ch. Fourier.
Attirerà molti intellettuali della Nuova Inghilterra, fra cui Nathaniel Hawthorne che ne darà un ritratto satirico nel Valgiconda (1852), ma l'esperimento sarà interrotto bruscamente nel 1847 dopo un incendio rovinoso.]

L'American Society for the Promotion of Temperance fondata nel MASSACHUSETTS, entra ora in una fase più attiva con la costituzione della Washington Temperance Society, organizzata da ex alcolizzati e tesa alla redenzione di coloro che sono stati schiavi del dio Bacco: essa recluta rapidamente sostenitori in tutto il paese le cui riunioni attirano grandi folle, mobilita migliaia di bambini in quello che viene chimato l' "esercito dell'acqua fresca" e conta molto su predicatori itineranti come Johan B. Gough, un rilegatore di libri nato in Inghilterra i cui "incontri di esperienza" provocano un'intensa reazione emotiva.

Aprile
alcuni oppositori di William Lloyd Garrison, soprattutto newyorkesi, organizzano un primo partito antischiavista, il Partito della libertà, e nominano James G. Birney candidatio alla presidenza; alle elezioni James G. Birney raccoglie soltanto 7000 voti.
[Nel 1844 ricevera però abbastanza consensi nello stato chiave di NEW YORK da risultare determinante nella sconfitta di Henry Clay.]

Maggio
alla riunione annuale dell'American Anti-Slavery Society, dopo essere riusciti a porre una donna, Abby Kelley, nel comitato direttivo, i conservatori si dissociano e danno vita alla loro American and Foreign Anti-Slavery Society.

[segue da 1793]
Cotone
: all'incirca in questo periodo il "regno del cotone" si estende per più di 1600 km da est a ovest e risale per circa 1000 km la vallata del Mississippi.
[segue 1860]

Votanti alle elezioni presidenziali
[adulti maschi bianchi]
Anno
%
1824
26,5
1828
56,3
1840
78,0
Ciò non è dovuto soltanto all'allargamento del voto o all'aumento della popolazione: l'elettorato sta diventando politicamente più maturo e le nuove organizzazioni di partito che stanno costituendosi fanno ogni sforzo "per produrre voti".
[Maldwyn A. Jones, Storia degli Stati Uniti, Bompiani 1984.]

Elezioni presidenziali
 
voto popolare
voto elettorale
. W.H. Harrison (Whig)
1.274.624
234
. M. Van Buren (Democratico)
1.127.781
60
. J.G. Birney (Libertà)
7.069
-

 

Da questo momento la Nuova Inghilterra, e Boston in particolare, sostituisce New York come centro principale della letteratura americana.

[Maldwyn A. Jones, Storia degli Stati Uniti, Bompiani 1984.]

 




[01] DELAWARE [dal 7 dicembre 1787] - cap. Dover
[Primo stato a ratificare la Costituzione degli Stati Uniti d'America.
Non esistono collegamenti fra chiesa e stato e una grande libertà religiosa si è affermata sin dall'inizio.]
Governatore
-

1840
-

 

[02] PENNSYLVANIA [dal 12 dicembre 1787] - cap. Harrisburg
[Non esistono collegamenti fra chiesa e stato e una grande libertà religiosa si è affermata sin dall'inizio.]
Governatore
-

1840
-

 

[03] NEW JERSEY [dal 18 dicembre 1787] - cap. Trenton
[Non esistono collegamenti fra chiesa e stato e una grande libertà religiosa si è affermata sin dall'inizio.]
Governatore
-

1840
-

 

[04] GEORGIA [dal 2 gennaio 1788] - cap. Atlanta
[Già ammesso nel 1780 ma ratificato solo il 2 gennaio 1788.]
Governatore
-

1840
-


 


[05] CONNECTICUT [dal 4 gennaio 1788] - cap. Hartford
Governatore
-

1840
-

[06] MASSACHUSETTS [dal 6 febbraio 1788] - cap. Boston
Governatore
-

1840
-



[07] MARYLAND [dal 28 aprile 1788] - cap. Annapolis
Governatore
-

1840
-



 






[08] SOUTH CAROLINA [dal 23 maggio 1788] - cap. Columbia
Governatore
-

1840
-

 


[09] NEW HAMPSHIRE [dal 21 giugno 1788] - cap. Concord
Governatore
-

1840
-

 





[10] VIRGINIA [dal 26 giugno 1788] - cap. Richmond
Governatore
-

1840
-

 





[11] NEW YORK [dal 26 luglio 1788] - cap. Albany
[L'anglicanesimo è la religione di stato in quattro contee.]
Governatore
-

1840
-

 

[12] NORTH CAROLINA [dal 21 novembre 1789] - cap. Raleigh
[Tratto di terre immediatamente a sud della Virginia, attorno allo stretto di Albemarle.]
Governatore
-

1840
-

[13] RHODE ISLAND [dal 29 maggio 1790] - cap. Providence
Governatore
-

1840
-


[14] VERMONT [dal 4 marzo 1791] - cap. Montpelier
Governatore
-

1840
-


[15] KENTUCKY [dal 1° giugno 1792] - cap. Frankfort
Governatore
-
-

1840
-


[16] TENNESSEE [dal 1° giugno 1796] - cap. Nashville
Governatore
-
-

1840
-

 





[17] OHIO [dal 1° marzo 1803] - cap. Columbus
Governatore
-
-

1840
-

[18] LOUISIANA [dal 30 aprile 1812] - cap. Baton Rouge
- 1819, Trattato Adams-Onís: stabilisce il confine con il MESSICO spagnolo: va dal fiume Sabine, nel TEXAS orientale, fino al 42° parallelo (futuro confine settentrionale della CALIFORNIA) e da quel punto, verso ovest, fino al Pacifico.
Governatore
-

1840
-

 

 


[19] INDIANA [dal 11 dicembre 1816] - cap. Indianapolis
Governatore
-

1840
-

 


[-] FLORIDA [Territorio autonomo dal 1821]
Nel 1819, con il Trattato Adams-Onís è stata completamente ceduta agli Stati Uniti dalla Spagna.
Governatore
-
-

1840
-

 


[20] MISSISSIPPI [dal 10 dicembre 1817] cap. Jackson
Governatore
-
-

1840
-


[21] ILLINOIS [dal 3 dicembre 1818] - cap. Springfield
-
Governatore
-
-

1840
-

[22] ALABAMA [dal 14 dicembre 1819] - cap. Montgomery
Governatore
-
-

1840
-

[23] MAINE [dal 15 marzo 1820] - cap. Augusta
-
Governatore
-
-

1840
-

[24] MISSOURI [dal 10 agosto 1821] - cap. Jefferson City
Governatore
-
-

1840
-


[25] ARKANSAS [dal 15 giugno 1836] - cap. Little Rock
Governatore
-
-

1840
-


[26] MICHIGAN [dal 26 gennaio 1837] - cap. Lansing
Governatore
-
-

1840
Gennaio
-


a

 

1840
TEXAS
[Indipendente dal 1836]
- Governo provvisorio
-
1840








1840
STATI UNITI del MESSICO
(repubblica federale)
- Presidente della repubblica federale
Antonio López de Santa Anna
(1834 - ago 1855)
[conservatore]
1840
-

CALIFORNIA
1840
Tra il 1830 e il 1840 arriva un piccolo gruppo di commercianti americani.



1840
GUATEMALA
- Capo del governo
Rafael Carrera
(1839-65)
1840
-


1840
HONDURAS
-
?
(?-?)
1840
dopo lo scioglimento della federazione, il paese tenta a più riprese di dar vita a nuovi esperimenti federativi;


1840
-
?
(?-?)
1840
la preminenza dell'elemento meticcio (i cosiddetti trigueños) connota la fisionomia della popolazione, mentre l'allevamento impostato durante il periodo coloniale ne resta la principale risorsa economica;
lotte tra liberali e conservatori (clericali) agitano la vita interna del paese per tutto il secolo XIX;


1840
COSTA RICA
[il paese è indipendente dal 1821]
-
?
(?-?)
1840
l'economia è basata in netta prevalenza sulla coltura del caffè e nel corso del secolo XIX, mentre si assiste ad una sistematica penetrazione di capitali inglesi e nordamericani, si forma pure una ristretta élite, socialmente e politicamente dominante, legata all'esportazione di questo prodotto;


1840
EL SALVADOR
[il paese è indipendente dal 1823]
-
?
(?-?)
1840
-





1840
VENEZUELA
[Repubblica indipendente dal 1830]
Presidente
J.A. Páez (1830-46)
[oligarchia conservatrice]
1840
-


1840
ECUADOR
Presidente della repubblica
J.J. Flores
(1839-45) II
 
1840
il presidente vara una costituzione molto illiberale che merita il nome di "Carta della schiavitù";




1840
BOLIVIA
Presidente della repubblica
?
(1825-?)
 
1840
l'evoluzione storica della regione è caratterizzata dall'instabilità politica, sociale ed economica, conseguenza della lotta tra le contrapposte oligarchie dell'altopiano minerario e del Chaco agricolo e delle tensioni sociali che percorrono il paese (agitazioni contadine e scioperi dei minatori);


1840
PERU'
[Repubblica indipendente dal 1827]
Dittatore
?
-
1840
il dittatore BOLIVIAno A. Santa Cruz ha istituito una effimera confederazione peruviano-BOLIVIAna;
battaglia di Yungay: l'intervento armato del Cile conclude questa esperienza;



1840
CILE
Presidente della repubblica
?
(?-?)
 
1840
-


1840
GUYANE
[dal 1816 divise nelle tre colonie]
 dal 1816 divise nelle tre colonie:
Guyana Britannica (inglese)
1840
-
Suriname (olandese)
1840
-
Guyane Française (francese)
1840
-


1840
Pedro II
Albero genealogico
(Rio de Janeiro 1825 - Parigi 1891)
figlio di Pietro I;
1831-89, imperatore del Brasile;
a soli sei anni dopo l'abdicazione del padre;
1840
con la fine della reggenza, l'ato adicional viene modificato in senso restrittivo così da ristabilire la supremazia del potere centrale;

1840
rivolta dei farrapos nel Rio Grande do Sul (1835-45);




1840
PARAGUAY
Presidente della repubblica
G. Rodriguez Francia
(1814-40)
 
1840
durante la sua presidenza ha ripristinato il regime di monopolio e perseguito una politica economica di rigida autarchia che ha chiuso quasi totalmente gli scambi con l'estero, e ha indotto a differenziare la produzione agricola e a rafforzare l'embrionale industria locale che si trovava a livello semiartigianale; gli succede alla presidenza della repubblica C.A. López, suo nipote;


1840
Province Unite del Rio de la Plata
[Indipendente dal 9 luglio 1816]
Dittatore
Juan Manuel de Rosas
(1829-32) (1835-52)
[governatore di Buenos Aires con poteri straordinari]
 
1840
"guerra grande" contro l'Uruguay (1939-52);



1840
Presidente della repubblica
gen. F. Rivera
(1830-35) (1838-?)
[del partito liberale o colorado]
 
1840
"guerra grande" contro l'Argentina (1939-52);

 





guerra dell'oppio
1839-42
Inghilterra-Cina

«segue da 1839»
1840, su invito del residente inglese, capitano Ch. Elliot, un corpo di spedizione britannico di 15.000 uomini viene richiamato dall'India in Cina; presto le operazioni si estendono dal Kwangtung al Fukien, 
giugno, qui gli inglesi conquistano Amoy
luglio, occupano il porto di Ningpo e l'isola di Chou Shan;
durante una breve tregua cade anche Hong Kong;
«segue 1841»


 





Giappone






1840
Marocco
-
-
1840
-



1840
Algeria
[dal 1830 i francesi hanno occupato i principali centri della costa, Algeri, Annaba, Orano.]
-
-
1840
continua la tenace resistenza (1832-47) dell'emiro 'Abd el-Kader contro l'occupazione francese;
il gen. Bugeaud dà inizio alla politica francese di allontanare i contadini algerini dalle loro terre per insediarvi coloni francesi;


1840
Tripolitania
 
-
1840
-

1840
EGITTO
[parte dell'Impero Ottomano]
Mehmet Alì o Muhammad 'Ali

(Cavalla, Macedonia 1769 - Il Cairo 1849)
di famiglia albanese (secondo altri turca), nato in Macedonia;
1805-48, wali o pascià d'Egitto;
[eletto dagli "ulama" egiziani, insorti contro i mamelucchi, al posto del governatore Cosroe Pasha, ottenendo dalla Porta la ratifica della loro scelta.
Considerato il fondatore dell'Egitto moderno, riorganizza l'esercito su modello europeo, inizia a razionalizzare l'agricoltura e incentiva una nascente industria manifatturiera.]



1840
Luglio
alla Conferenza di Londra, Gran Bretagna, Francia (riluttante), Prussia, Austria e Russia stipulano un accordo sulla «Pacificazione del Levante».

Quando Napier da Beirut fa vela alla volta di Alessandria, Muhammad 'Ali comprende di essere stato vinto. Gli alleati francesi lo hanno abbandonato e certamente non può affrontare da solo le potenze europee.

Muhammad 'Ali deve evacuare la Siria e l'Arabia, ottenendo in cambio di conservare l'Egitto a titolo ereditario e il Sudan a titolo vitalizio.

Sudan [cap. Khartum]
Vasti territori situati a sud dell'Egitto, conosciuti dagli scrittori arabi medievali con il nome di Bilad al-Sudan ("terra dei neri").
1820-22, il chedivè d'Egitto Muhammad 'Ali e suo figlio Ismail conquistano l'Alta Nubia, il Kordofan e il Sennar, realizzando la prima unificazione politica del paese.
1840
la dominazione egiziana viene consolidata a est con l'annessione di Kassala;
Siria
Governatore
Ibrahim
(1831-1840)
1840
Ibrahim ha dovuto sopportare numerosi atti di ribellione che ha soppresso con la solita scaltrezza; ciononostante i successi ottenuti nel suo decennio di governatorarto sono stati notevoli:
- ha reso più efficiente l'amministrazione;
- ha riformato il sistema fiscale;
- ha avviato il processo di diffusione dell'educazione.
I suoi obiettivi sono stati in armonia con quelli del padre in Egitto: porre le basi di uno stato forte con un'economia autosufficiente.
Di fatto però, nonostante i suoi tentativi di identificarsi con la realtà che lo circonda, rimane sempre un occupante straniero.
[Simili problemi si verificheranno anche 120 anni dopo nel successivo tentativo egiziano di governare la Siria.]
La sua politica di modernizzazione ha incluso, per la prima volta, il permesso a missionari cristiani di aprire scuole. Tali missionari, perlopiù protestanti americani, fondano numerose scuole compresa una per ragazze. Aprono persino la prima tipografia araba in Siria.
Egli compie un ulteriore passo in avanti nel promuovere l'uguaglianza tra musulmani e cristiani.
[All'interno dell'impero ottomano ciò significa favorire i cristiani a scapito dei musulmani.]
In Egitto Muhammad 'Ali ha sempre utilizzato talento ed esperienza a prescindere dalla loro provenienza e non ha mai esitato a servirsi di europei o a promuovere non musulmani del luogo qualora lo ritenesse necessario.
In Siria siffatta politica significa favorire i mercanti cristiani che intrattengono rapporti migliori con l'Europa (e sovente possiedono berat, patenti concesse da consolati europei).
Ibrahim impone un testatico speciale ai musulmani residenti nelle città, equiparandoli ai non muslmani che hanno sempre pagato tale tassa. Non appare quindi strano che i musulmani non gradiscano tale innovazione.
Il risentimento cresce allorché Muhammad 'Ali preme affinché il figlio inizi ad arruolare siriani nell'esercito egiziano. Ibrahim, che si identifica più del padre con i sudditi arabi, protesta giudicando tale decisione poco saggia; tuttavia Muhammad 'Ali procede nel suo intento.

Quando, sdegnato, Muhammad 'Ali rifiuta le condizioni previste dal Trattato di Londra, una flotta britannica agli ordini dell'ammiraglio Napier prende posizione al largo della costa siriana e invia agenti segreti a incitare la popolazione alla rivolta. Tutto il risentimento:
- per l'arruolamento obbligatorio,
- per l'esosità della tassazione e
- per il disprezzo da parte di Ibrahim delle tradizioni locali,
trova sfogo in ribellioni che scoppiano in tutto il paese.
Dopo il fallito tentativo di corrompere il governatore di Ibrahim a Beirut affinché defezionasse, la flotta britannica bombarda la città e un esercito anglo-turco sbarca.
Lasciata Beirut, Napier fa quindi vela alla volta di Alessandria…
Arabia
Governatore
?
(? - ?)
1840
-


1840
Guinea
 
-  
1840
-



1840
Senegal
[dal 1814 restituito alla Francia con il trattato di Parigi.]
- Governatore
-
1840
dopo gli esperimenti di Richard Toll, la colonia comincia l'esportazione di arachidi a Marsiglia.
Ha inizio il sistema coloniale francese di monocoltura.




1840
Niger
1840
-


1840
Sierra Leone
[colonia inglese dal 1808.]
- Governatore
?
(?-?)
1840
-


1840
Monrovia
 
-
-
1840
-

capo delle Palme (Liberia)

1833, all'ex capo delle Palme si forma questa colonia di ex schiavi negri del Maryland;


1840
Camerun
-
1840
-

1840
Gabon
-
-

1840
1839-49, prende avvio l'insediamento francese con il pretesto della repressione della tratta degli schiavi (fondazione di Libreville);



1840
- Governatore
-
 
1840
-


1840
Costa d'Oro
[dal 1821 il governo britannico è presente direttamente sul territorio.]
- Governatore
?
(?-?)
1840
Tra il 1830 e il 1840 le importazioni della Costa d'Oro passano da 131.000 sterline a 423.000 sterline e le esportazioni da 70.000 a 325.000.


1840
Nigeria
-
-
1840
-


1840
Africa Centrale
-
-
1840
-

1840
Basso Congo
-
1840
-


1840
Somalia
-
-
1840
la costa settentrionale del territorio diventa possedimento egiziano;

1840
Africa Orientale
-
-
1840
Nel periodo 1840-50, i missionari tedeschi Johann Krapf e Johannes Rebmann cercano di stipulare trattati con il popolo Chagga della Costa Orientale.

1840
Zanzibar

-
-
1840
-


1840
Angola
-

1840
-


 


1840
Rhodesia
Moselekatse [o Mzilikazi]
-
figlio di
? - 1868, re dei maTabele di Zimbabwe;
[clan guerriero nguni (zulu)]
1840
dopo aver superato lo Zambesi e occupato il paese maShona verso il 1820, il clan guerriero nguni (zulu) dei maTabele, con a capo Moselekatse o Mzilikazi, fonda a Bulawayo un potente regno;
nello stesso periodo, un altro gruppo nguni, i nDwande, attraversa tutta la regione, disperdendosi ai confini con il Tanganica;

 
1840
Mozambico
-
-
1840
1831-50, il traffico di schiavi in Mozambico tocca le 25.000 unità all'anno.
La maggior parte delle navi per il trasporto dei negri batte bandiera spagnola, brasiliana, francese e americana, mentre le navi inglesi, catturando "negri di gran pregio", esercitano un proprio traffico di schiavi che aumenta le scorte di mandopera in tutti gli insediamenti britannici.




1840
Regno del Madagascar
(Imérina)
Ranavalona I
(† 1861)
vedova di Radama I (1810-28);
1828-61, regina del Madagascar;
succeduta al marito;
1840
1838-41, mentre Parigi assume il protettorato dei sakalava stabilendosi a Nosy-Bé, due avventurieri il bretone de Lastelle e il guascone J. Laborde, s'accattivano l'aristocrazia hova, giungendo in breve a monopolizzare le principali attività economiche e il commercio estero del paese;


1840
Transvaal
[territorio dal Vaal al Limpopo]
[1834-39, abitata da tribù di lingua bantu, la regione subisce il grande trek (spostamento di massa dei coloni boeri ).]
   
1840
sin da ora la regione viene progressivamente colonizzata dai boeri guidati da A. Potgieter e L. Trigart;

1840
[nel 1838 la regione è stata conquistata e colonizzata da coloni olandesi (boeri).]
   

1840
i boeri trasformano la regione in repubblica indipendente;

 



1840
Stato Libero d'Orange
[territorio dall'Orange al Vaal - capitale: Wimburg]
[stato indipendente creato nel 1836 da coloni olandesi provenienti da Città del Capo.]
   
1840
-



1840
[L'insediamento degli inglesi, divenuto definitivo dal 1814, ha formato un'oligarchia amministrativo-commerciale anglosassone nel Sud;
1834-39, grande trek (spostamento di massa dei coloni boeri verso le regioni dell'interno: Orange e Transvaal.]
Governatore
?
(? - ?)
1840
-






1840
Persia
Muhammad Scià
(? - ?)
nipote di Fath 'Ali, della dinastia Qagiar;
1834-48, scià di Persia;


1840
-

 

 



La rivoluzione industriale
1840,



Abbe, Ernst (Eisenach 1840-Jena 1905) fisico tedesco, professore di fisica teorica all'università di Jena dove tenne per molti anni la direzione dell'osservatorio scientifico della fabbrica di strumenti ottici Carl Zeiss di Jena, e poi socio di Carl Zeiss;
divenuto proprietario della Carl Zeiss, migliora le condizioni dei lavoratori istituendo un sistema di pensionamento non contributivo e un fondo speciale [precursore, per le sue finalità, della cassa integrazione guadagni];
1889, crea la fondazione "Carl Zeiss" per la ricerca scientifica e il progresso sociale;
Gesammelte Abhandlungen (cinque voll.)
Altri scritti (tre voll., usciti in parte postumi).

Adamoli, Giulio (Besozzo, Varese 29 febbraio 1840 – Il Cairo, 25 dicembre 1926) ingegnere, patriota e politico italiano.

Arbes, Jakub (Praga 1840-1914) scrittore ceco, la cui fama è legata soprattutto ai "romaneta" (romanzetti) in cui si intrecciano intenti di divulgazione scientifica e trame "a sensazione", ispirati alla lettura di Poe e dei romantici inglesi; tutti sono basati sul conflitto tra razionalità e mistero;
San Saverio (1873)
Crocefissa (1876)
Il cervello di Newton (1878).

Arbib, Edoardo (Firenze 1840-Roma 1906) pubblicista, storico e patriota, valoroso combattente delle guerre risorgimentali (1859, spedizione dei Mille, 1866);
1870, fonda a Roma il giornale moderato «La libertà»;
Cinquant'anni di storia parlamentare del regno d'Italia (1898-1907)
1904, senatore dopo essere già stato deputato.

Balan, Pietro (Este 1840-Pragatto 1893) polemista e storico italiano, sacerdote;
1863, ordinato sacerdote, dirige alcuni giornali cattolici, tra cui l' «Unità Cattolica» di Firenze, polemizzando aspramente con il liberalismo e sostenendo tesi temporaliste;
Storia della Chiesa (continua quella del Rohrbacher)
Storia d'Italia (d'ispirazione neoguelfa).

Bebel, August Friedrich (Colonia 1840-Passugg, Chur 1913) politico tedesco, esponente del Partito socialdemocratico tedesco;
1867, deputato al Reichstag, rappresentante del marxismo ortodosso;
La donna e il socialismo (1883)
1900, dopo la morte di W. Liebknecht, assume la direzione del Partito socialdemocratico tedesco [SPD] costituito dopo i congressi di Eisenach (1867) e di Gotha (1875);
Dalla mia vita (1910-14).

Betteloni, Vittorio (Verona 1840-Castelrotto, Bolzano 1910) poeta italiano;
[Figlio del poeta Cesare.]
laureato in legge a Pisa, venne affidato alle cure di Aleardo Aleardi;
In primavera (1869)
nuovi versi (1880, con prefazione di G. Carducci)
Arminio e Dorotea di Goethe (1893, traduzione)
Don Giovanni di Byron (1897, traduzione)
Piccolo mondo (poemetto)
Crisantemi (1903).

Borgognoni, Adolfo (Corropoli, Teramo 1840-Pavia 1893) critico letterario italiano;
1880, professore nell'università di Pavia, amico del Carducci;
Studi d'erudizione e d'arte (1877)
Scelta di studi danteschi (1897)
vedi: B. Croce, Disciplina e spontaneità nell'arte (Bari 1913, raccolta di saggi che ben rappresentano il suo lavoro).

Branca Ascanio (Potenza, 10 marzo 1840 – Napoli, 7 marzo 1903) patriota e politico italiano.

Cairoli, [Carlo Benedetto] Enrico (Pavia 21 febbraio 1840-Roma 23 ottobre 1867) patriota italiano;
[Quartogenito di Carlo (1777-1849), medico e docente universitario, e di Adelaide Bono (1806-1871), figlia di un conte dell'impero napoleonico e ardente patriota;
[fratello di Benedetto, Ernesto, Luigi, Giovanni.]

1866, prende parte alla campagna del Tirolo quale maggiore dei garibadini;
1867, 23 ottobre, muore nello scontro di Villa Glori nella spedizione per la liberazione di Roma.

Cavasola, Giannetto (Pecetto Torinese, Torino 11 dicembre 1840 – Roma 27 marzo 1922) politico italiano.

Cerruti, Carlo (Novara 13 novembre 1840 – Novara 19 dicembre 1904) politico italiano.
[Padre di Vittorio.]


Daudet, Alphonse (Nîmes 1840-Parigi 1897) scrittore francese;
[Padre di Léon (1867-1942).]
Lettres de mon mouline (1866, Lettere dal mio mulino, racconti pubblicati su «L'Evénement» dall'agosto, poi riuniti in volume nel 1869)
Le Petit Chose (1868, Storia di un fanciullo)
Les aventures prodigieuses de Tartarin de Tarascon (1872, Tartarino di Tarascona)
L'Arlesienne (1872, teatro, musica di G. Bizet)
Contes du lundi (1873, Racconti del lunedì)
Fromont jeune et Risler aîné (1874, Ditta Fromont e Risler)
Jack (1876)
Le nabab (1878, Il nababbo)
Les rois en exil (1879, I re in esilio)
Numa Roumestan (1880, ritratto satirico forse di L. Gambetta)
L'evangéliste (1883, L'evangelista)
Sapho (1885, Saffo)
Tartarin sur les Alpes (1885, Tartarino sulle Alpi)
Port-Tarascon (1890).

De Gubernatis, Angelo (Torino 1840-Roma 1913) indianista e letterato italiano;
1867, fonda la «rivista Orientale»;
Letture sopra la mitologia vedica (1874)
1876, fonda il «Bollettino degli Studi Orientali»;
Mitologia delle piante o le leggende del regno vegetale (1878-82)
Storia comparata degli usi natalizi, nuziali e funebri in Italia e presso gli altri popoli indoeuropei (1878, II ediz.)
1880, fonda «Cordelia», rivista mensile la cui direzione viene poi affidata a Ida Baccini;
[Passerà poi all'indimenticabile Jolanda, quindi alla sorella Bruna, a Rina Maria Pierazzi, ecc.]
Storia universale della letteratura (1883-85)
fonda il Museo Indiano di Firenze e la Società asiatica italiana;
Dizionario internazionale degli scrittori del mondo latino (1905-07).

Di Broglio, Ernesto (Resana, Treviso 12 aprile 1840 – Roma, 22 giugno 1918) politico italiano.

Erb, Wilhelm Heinrich (Winnweiler 1840-Heidelberg 1921) medico tedesco, legò il suo nome alla paralisi del plesso brachiale o paralisi di Erb-Duchenne (1873) e a quella spinale spastica o malattia di Erb-Charcot (1875).

Galli, Roberto (Chioggia, Venezia 28 dicembre 1840 - Bergamo 19 febbraio 1931) politico italiano;
laureato in giurisprudenza, avvocato, pubblicista/giornalista;
eletto deputato dalla XVI alla XXIV Legislatura;
1893, 15 dic-14 giu 1894, sottosegretario all'Interno (III "governo Crispi");
1894, 14 giu-10 mar 1896, sottosegretario all'Interno (IV "governo Crispi").

Goremykin, Ivan Logginovic (Novgorod 1840-regione del Caucaso 1917) politico russo;
1891, viceministro della giustizia;
1895-99, ministro dell'interno;
1906, per pochi mesi presidente del consiglio dei ministri tiene un atteggiamento ostile verso la prima duma;
1914, febbraio, tornato alla testa del governo, dichiara guerra ad Austria e Germania;
1916, febbraio, è costretto alle dimissioni da G.E. Rasputin;
1917, dopo la rivoluzione si ritira nelle sue tenute dove viene ucciso durante una rapina.

Hardy, Thomas (Higher Bockhampton, Dorset 1840-Dorchester 1928) scrittore inglese;
Under the Greenwood Tree (1872, Sotto l'albero del bosco)
Far from the Madding Crowd (1874, via dalla pazza folla)
The Return of the Native (1878, Il ritorno al paese)
The Mayor of Casterbridge (1886, Il sindaco di Casterbridge)
The Woddlanders (1887, Gli abitanti del bosco)
Tess of the D'UberVIlles (1891, Tess dei D'UberVIlles, il suo capolavoro)
Jude the Obscure (1896, Giuda l'oscuro)
Wessex Poems and Other Verses (1898, Poesie del Wessex)
Poems of the Past and Present (1901, Poesie del passato e del presente)
The Dynasts (1903-08)
Collected Poems (1927, Poesie).

Imbriani, Vittorio (Napoli 1840-1886) scrittore e patriota italiano; 
1859, combatte volontario;
1863-71, collabora all' «Italia» di F. de Sanctis;
1866, si arruola tra i garibaldini; preso prigioniero a Bezzecca è deportato in Croazia; tornato in patria rinnega gli ideali repubblicani e diventa fautore della monarchia;
La novellaia fiorentina (1871)
La novellaia milanese (1872)
1872, fonda con B. Spaventa e F. Fiorentino il «Giornale napoletano di filosofia e lettere»;
Canti popolari avellinesi (1874)
Mastr'Impicca (1874)
Il gran Basile (1875)
Dio ne scampi dagli Orsenigo (1876, romanzo, satira violenta contro l'aristocrazia italiana)
Fame usurpate (1877, demolisce l'opera di Goethe)
1878-1882, insegna letteratura italiana e tedesca all'università di Napoli passando poi alla cattedra di estetica;
Studi letterari e bizzarre critiche (1901, postumo).

Kemal, Namïq (Rodosto, odierna Tekirdag, Tracia 1840-Chio 1888) scrittore e patriota turco, di famiglia aristocratica;
1867, dopo aver aderito ai "giovani turchi" e una breve esperienza nel giornalismo deve andare in esilio;
1870, tornato in patria, dopo esser vissuto a Londra, Parigi e Vienna, riprende l'attività di giornalista impegnato e scrittore; è anche governatore di Chio;
Gelal el-Din (dramma, dedicato allo Shah del Khwarizm che nel XIII secolo lottò coraggiosamente contro le armate mongole di Gengis Khan)
Patria ovvero Silistra (1873, dramma, sull'eroismo di un soldato turco durante l'assedio di Silistra).

Krafft-Ebing, Richard von (Mannheim 1840-Graz 1902) psichiatra tedesco, docente di neurologia alle università di Strasburgo, Graz e Vienna
Manuale di psichiatria (1879)
Psychopathia Sexualis (1886)
L'esperimento ipnotico (1893).

Liebmann, Otto (Löwenberg, Slesia 1840-Jena 1912) filosofo tedesco
1865, libero docente a Tubinga
Kant e gli epigoni (1865)
Sulla dimostrazione individuale della libertà della volontà (1866)
1872, professore incaricato a Strasburgo
Analisi della realtà (1876)
1882, professore ordinario a Jena
Idee e fatti (1882-1907).

Mahan, Alfred Thayer (West Point, New York 1840-Washington 1914) militare e storico statunitense, ammiraglio e presidente della scuola di guerra navale da Newport, teorizzatore del ruolo decisivo del potere navale;
L'influenza del potere navale sulla storia 1660-1783 (1890-96)
L'influenza del potere navale sulla rivoluzione francese e sull'impero (c.s.)
vita di Nelson (c.s.).

Menger, Carl (Neu-Sandez, Galizia 1840-Vienna 1921) economista austriaco; dopo studi giuridici nelle università di Vienna, Praga e Cracovia, entra nell'ufficio stampa del gabinetto del primo ministro a Vienna;
Principi di economia pura (1871, segna l'inizio della cosiddetta "scuola austriaca")
1873-1903, professore di economia nella facoltà di legge dell'università di Vienna;
1877, ottiene la cattedra di economia politica all'università di Vienna;
Ricerche sul metodo delle scienze sociali e dell'economia in particolare (1883)
Gli errori dello storicismo in economia (1884, con il saggio precedente prende a bersaglio l'eclettismo e la mancanza di metodologia dell'economista Gustav von Schmoller (1838-1917) suscitando un dibattito (Methodenstreit) di grandissima risonanza in Germania).

Monet, Claude (Parigi 1840-Giverny, Eure 1926) pittore francese.

Palumbo, Giuseppe (Napoli 31 dicembre 1840 – Napoli 16 febbraio 1913) militare e politico italiano.

Panzacchi, Enrico (Ozzano, Bologna 1840-Bologna 1904) scrittore italiano, professore di storia dell'arte nell'università di Bologna; fu anche deputato e sottosegretario alla pubblica istruzione; amico di G. Carducci;
Teste quadre (1881)
Riccardo Wagner: ricordi e studi (1883)
Al rezzo (1885)
Racconti credibili e incredibili (1885)
Critica spicciola (1886)
I miei racconti (1889)
Nel mondo della musica (1895)
1900, 24 giu-15 feb 1901, sottosegretario all'Istruzione Pubblica ("governo Saracco");
Poesie (1908, raccolte postume da G. Pascoli).

Pisarev, Dmitrij Ivanovic (Zamenskoe, Orlov 1840-Dubbel'n, Riga 1868) critico russo, il più prestigioso esponente dell'intelligencija radicale e nichilista;
1861, collabora alla rivista «La parola russa» (chiusa nel 1866), passando poi agli «Annali puri» dove scrive per due anni fino alla morte;
1862, accusato di aver stampato proclami rivoluzionari, viene incarcerato; durante i quattro anni di prigionia scrive numerosi saggi di critica letteraria (dissacrante quello su A.S. Puškin).

Quigini Puliga, Carlo Alberto (Casale Monferrato, Alessandria il 9 maggio 1840 - Camogli, Genova 11 aprile 1913) militare e politico italiano;
[Figlio di Pietro e della baronessa Angelina Chionio Nuvoli.]
Sposa Gemma De Margherita.]

1853, 27 ottobre, Scuola di marina [di Genova];
1860-1861, campagna per l'Indipendenza e l'Unità d'Italia; 1866, terza guerra d'indipendenza;
1893, 9 febbraio, contrammiraglio;
1895, 16 feb-1° mag 1896, comandante superiore del corpo reale equipaggi;
1896, 9 apr-1° giugno 1905, viceammiraglio;
collocato in posizione ausiliaria;
1898, 1° lug-17 mag 1899, sottosegretario alla Marina (I "governo Pelloux");
1899, 17 mag-24 giu 1900, sottosegretario alla Marina (II "governo Pelloux");
1900, 16 set-1° lug 1901, vicepresidente del Consiglio superiore di marina;
1905, 4 marzo, nominato senatore.


Rodin, François-Auguste-René (Parigi 1840-Meudon, Parigi 1917) scultore francese.

Sumner, William Graham (Paterson, New Jersey 1840-Englewood, New Jersey 1910) sociologo statunitense, considerato in America l'esponente più autorevole del darwinismo sociale; compì gli studi a Yale e in Europa;
1872, già pastore presbiteriano, ricopre la cattedra di scienze politiche e sociali all'università di Yale;
L'assurdo sforzo di rifare il mondo
Il potere e l'azione benefica del capitalismo
Costumi di gruppo (1906).

Vaillant, Édouard (vierzon, Cher 1840-Parigi 1915) politico francese, laureato in medicina e in scienze, ingegnere civile, discepolo di P.-J. Proudhon e poi seguace di L.-A. Blanqui;
1867-72, membro della Prima internazionale;
1871, delegato alla istruzione pubblica durante la Comune di Parigi; condannato a morte in contumacia per la sua attività rivoluzionaria, si rifugia in Inghilterra dove conosce K.H. Marx e ne subisce in parte l'influenza;
1880, rientra in Francia e fonda con L.-A. Blanqui il giornale «Ni Dieu ni maître» (Né Dio né padrone);
1881, partecipa alla costituzione del comitato rivoluzionario centrale (organismo di propaganda e lotta politica di tendenza blanquista);
1884, consigliere municipale di Parigi;
1888, dirige «L'Homme Libre»;
1893, deputato;
1905, è uno dei fautori dell'unità socialista e una delle figure più eminenti dello SFIO, il nuovo partito socialista;
1914, assume un atteggiamento favorevole alla guerra, interpretando il conflitto mondiale come una crociata democratica contro il militarismo tedesco.

Verga, Giovanni (Catania 1840-1922) scrittore italiano.

Zola, Émile (Parigi 1840-1902) scrittore francese.

Torna su

«Apostolato popolare»
[1840 10 nov-31 set 1843]

1840, dopo aver fondato un'associazione per l'educazione nazionale degli operai italiani e aperto per costoro una scuola, G. Mazzini pubblica questo periodico di cui, tra il 10 novembre del 1840 e il 31 settembre del 1843, usciranno dodici numeri.

Stampa

«segue da 1839»
1840
Finora (anni Trenta del XIX secolo) i libri non sono nati con la copertina (come viene oggi intesa); ogni acquirente faceva legare il proprio esemplare secondo i propri gusti o le proprie possibilità.
[Ecco che allora ogni esemplare di una stessa edizione si presenta oggi diverso dagli altri.]
Gran Bretagna
l'indiscusso predominio dell'isola nel commercio mondiale dà lustro, anche se immeritato, alla stampa inglese; il solo particolare in cui essa si salva è senza dubbio la perfezione tecnica del disegno, dell'incisione e della rifinitura del decadente Englische Antiqua, nome generico dato in Germania ai caratteri modern style, di "stile moderno".
Due tentativi di combattere la decadenza generale sono fatti dallo stampatore C. Whittingham [il Giovane] e dall'editore W. Pickering, ma la loro è una vox clamantis in deserto.
Il tessitore sassone Friedrich Gottlob Keller è il primo a fabbricare la carta dalla pasta di legno.
L'impiego della fotografia contribuisce a diffondere la litografia.
«segue 1841»

1840, Laminee, Almanacco degli almanacchi, [Milano presso Santo Bravetta Tipografo-Libraio]

Italia

1840, secondo il Sacchi, nell'industria lombarda sono impiegati circa 37.800 fanciulli.

1840, in Germania inizia la pubblicazione del Meyers grosses Konversations-Lexicon (in 52 voll.) avrà termine nel 1852.

1840, Milano, Giulio Richard (Nyon, Ginevra 1812-Milano 1886) impianta una ditta operante nel campo della ceramica, che viene poi consolidata dal figlio Augusto (Milano 1856-1930)
1896, si fonde con la Ginori per dar vita alla Richard-Ginori.

Bemporad-Marzocco

1840, Firenze, Felice e Alessandro Paggi fondano una casa editrice;
«segue 1862»

«La rivista Europea»

«segue da 1838»
1840, entra C. Tenca;
«segue 1841»

l'Ucciardone

«segue da 1837»
1840, Palermo, dal palazzo della vicaria vengono trasferiti gli ultimi 339 detenuti nelle "nuove grandi carceri" costruite sul Piano dell'Ucciardone e dove non c'è ancora l'impianto idrico.

Nuova Ricerca