©

Il Viandante

in rete dal 1996


Se ti siamo stati utili effettua una

Nuova Ricerca

Papa Gregorio XVI
(1831-46)

- segretario di Stato nonché responsabile dell'Entità: card. L. Lambruschini;

Gesuiti

«segue da 1842»
[preposito generale: p. G.F. Roothaan (?-?)]
1843,
«segue 1844»

Neoguelfismo
1843-48

Forma italiana del "cattolicesimo liberale", che sa però evitare la condanna dottrinale della Chiesa;
il termine neoguelfismo, usato prima in senso polemico dagli avversari dei cattolici liberali italiani, viene poi da questi accettato;
con un vago richiamo al guelfismo medievale, nasce per giunta da una deformazione patriottica operata dalla storiografia ottocentesca (il Papato medievale visto come fautore dell'indipendenza d'Italia);
suo sforzo principale è quello di conciliare il cattolicesimo con i due nuovi principi della libertà e della nazionalità, creando un movimento che sia cattolico-liberale-nazionale; può essere anche definito come il movimento culturale e poi politico che negli anni immediatamente precedenti la crisi del 1848-49 cercherà di risolvere i problemi della società italiana facendo perno sul Papato;
preesistente alla predicazione giobertiana, come stato d'animo di molti cattolici non reazionari (per es. A. Manzonie N. Tommaseo), trova la sua formulazione programmatica più esplicita e suggestiva nel Primato… (1843) di V. Gioberti;
«segue 1848»

Avventisti

«segue da 1831»
1843, poiché, nonostante la profetizzata "fine dei tempi" (William Miller (1782-1849)… nulla succede, i suoi seguaci si disperdono; 
«segue 1845»

«The Economist»

1843, J. Wilson, fratello del presidente dell'Anti-Corn-Law League, fonda a Londra questo settimanale economico come mezzo di diffusione delle tesi liberali della "Scuola di Manchester";
1843-59, si distingue per una linea di intransigente difesa del laissez-faire e, richiamandosi ad A. Smith, dell'armonia naturale dei fattori di mercato;
«segue 1859»

«La Caricature»

«segue da 1838»
1843, si conclude anche la seconda serie, sempre diretta da Charles Philipon.

Society for the Diffusion of Useful Knowledge

«segue da 1834»
1843, quando il prezzo della «Penny Cyclopaedia» (finora venduta a dispense settimanali da due penny) raggiunge le quattro pence il numero, la tiratura scende da 55 a 20 mila copie.

ANNO 1843






1843
Deutscher Bund*
(Confederazione Germanica)
1815 8 giugno - 23 agosto 1866
[Unione, con vincoli assai blandi,
di trentacinque stati sovrani.]
 
Impero d'Austria (escluse le regioni polacche o ungheresi)
Ferdinando I (Vienna 1793-Praga 1875)
figlio primogenito di Francesco I e di Maria Teresa di Borbone-Napoli;
1835-48, imperatore d'Austria;
- Cancelliere:
- Ministro degli Esteri: principe di Metternich-Winneburg (1809-48);
1814-15, congresso di Vienna: la perdita dei Paesi Bassi è stata compensata dalla creazione del Regno del Lombardo Veneto e dall'acquisto del Salisburghese e del Tirolo;
1843
l'imperatore, in quanto soggetto ad attacchi di epilessia, è affiancato nel governo da una sorta di consiglio di reggenza, la "Staatconferenz", il vero organo decisionale dove l'antiliberale ministro degli esteri ha la parte preminente;
Albero genealogico
 
Regno di Prussia (escluse le terre polacche)
Federico Guglielmo IV (Berlino 1795-Sans-Souci, Potsdam 1861)
figlio di Federico Guglielmo III e di Luisa Augusta di Meclemburgo-Strelitz;
1840-61, re di Prussia;
1814-15, congresso di Vienna: la Prussia ha ottenuto cospicui ingrandimenti territoriali nelle regioni renane;
1843
-

Albero genealogico
 
Regno di Baviera
Ludwig I (Strasburgo 1786-Nizza 1868)
figlio del re Maximilian I Joseph e della langravina Auguste Wilhelmine von Hesse-Darmstadt;
1806, serve negli eserciti napoleonici;
1809, serve negli eserciti napoleonici;
1813-15, combatte nella guerra d'indipendenza nazionale tedesca contro la Francia;
1825-48, re di Baviera;
1814-15, congresso di Vienna: la Baviera continua a dominare la Franconia e la Svevia. Ha dovuto invece restituire il Tirolo all'imperatore d'Austria.
1843
-
 
Regno di Hannover

Ernst August I (Londra 1771-Hannover 1851)
quintogenito di re Giorgio III d'Inghilterra e di Carlotta Sofia di Mecklenburg-Strelitz;
1799-51, duca di Cumberland;
1837-51, re di Hannover;
1843
sin dall'inizio regna da monarca assoluto, dopo aver abolito la costituzione del 1833;

Albero genealogico
 
Regno di Sassonia
Friedrich August II (Dresda 1797-Brennbüchel, Tirolo 1854)
figlio di Maximilian e di Carolina di Parma;
1830, viene associato al trono dello zio Antonio;
1836-54, re di Sassonia;
1843
-
Albero genealogico
 
Regno di Württemberg 
Wilhelm I (Lübben 1781 - Schloß Rosenstein 1864)
figlio del re Friedrich I e della duchessa Auguste von Braunschweig-Wolfenbüttel;
1803-1805, principe elettore di Württemberg;
1816-1864, re di Württemberg;
1843
-
Albero genealogico
 
In tutto 35 stati sovrani compresi i seguenti:
Elettorato
Elettorato di Assia-Kassel
Wilhelm II (Hanau 1777 - Frankfurt 1847)
figlio del pr. elettore Wilhelm I e della p.ssa Caroline di Danimarca;
1821-47, principe elettore di Hessen;
1843
-
Albero genealogico
 
Granducati
Granducato di Assia
Ludwig II (Darmstadt 1777 - Darmstadt 1848)
figlio del granduca Ludwig I e della langravina Luise di Hesse-Darmstadt;
1830-48, granduca di Hessen und bei Rhein;
1843
-
Albero genealogico
 
Granducato di Baden
Leopoldo (Karlsruhe 1790 - Karlsruhe 1852)
figlio del granduca Karl Friedrich e di Luise Karoline Geyer von Geyersberg;
1830-52, granduca di Baden;
1843
-
Albero genealogico
 
Granducato di Lussemburgo
Willelm II (The Hague 1792 - Tillburg 1849)
figlio del re Willelm I e della p.ssa Wilhelmine di Prussia;
1840-49, re dei Paesi Bassi e granduca di Lussemburgo;
1843
-
Albero genealogico
 
Granducato di Meclemburgo-Schwerin
Friedrich Franz II (Ludwigslust 1823 - Schwerin 1883)
figlio del granduca Paul Friedrich e della p.ssa Alexandrine di Prussia;
1842-83, granduca di Mecklenburg-Schwerin;
1843
-
Albero genealogico
 
Granducato di Meclemburgo-Strelitz
Georg (Hannover 1779 - Schweizerhaus, vicino Neustrelitz 1860)
figlio del granduca Karl II e della langravina Friederike von Hessen-Darmstadt;
1816-60, granduca di Mecklenburg-Strelitz;
1843
-
Albero genealogico
 
Granducato di Oldenburg
August (Rastede 1783 - Oldenburg 1853)
figlio di Peter I e della d.ssa Friederike di Württemberg;
1829-53, granduca di Oldenburg;
1843
-
Albero genealogico
 
Granducato di Sassonia-Weimar-Eisenach

Karl Friedrich (Weimar 1783 - Belvedere, vicino Weimar 1853)
figlio del granduca Karl August e della c.ssa Luise von Hessen-Darmstadt;
1828-53, granduca di Sassonia-Weimar-Eisenach;
1843
-

Albero genealogico
 
Ducati
Ducato di Braunschweig
Wilhelm (Braunschweig 1806 - Schloss Sibyllenort 1884)
figlio del duca Friedrich Wilhelm e della p.ssa Marie von Baden;
1830-84, duca di Braunschweig;
1843
-
Albero genealogico
 
Ducato di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg
Karl (Gottorp 1813 - Luisenlund 1878)
figlio del duca Wilhelm e della langravina Luise von Hessen-Kassel;
1831-63, duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg;
1843
-
Albero genealogico
 
Ducato di Lauenburg
Ducato di Limburgo
Ducato di Nassau
Adolf (castello di Biebrich in Wiesbaden 1817 - castello di Hohenburg vicino Lenggries 1905)
figlio del duca Wilhelm e della p.ssa Luise di Saxe-Altenburg;
1839-66, duca di Nassau;
1843
-
Albero genealogico
 
Ducato di Sassonia-Altenburg
Joseph (Hildburghausen 1789 - Altenburg 1868)
figlio del duca Friedrich e della d.ssa Charlotte von Mecklenburg-Strelitz;
1780-1826, duca di Sassonia-Hildburghausen;
1834-48, duca di Sassonia-Altenburg;
1843
-
Albero genealogico
 
Ducato di Sassonia-Coburgo-Gotha
Ernst I (Coburg 1784 - Gotha 1844)
figlio del duca Franz e della c.ssa Auguste Reuss zu Ebersdorf;
1806-26, duca di Sassonia-Coburgo-Saalfeld;
1826-44, duca di Sassonia-Coburgo-Gotha;
1843
-
Albero genealogico
 
Ducato di Sassonia-Meiningen
Bernhard II (Meiningen 1800 - Meiningen 1882)
figlio del duca Georg I e della p.ssa Luise Eleonore zu Hohenlohe-Langenburg;
1803-66, duca di Sassonia-Meiningen;
1843
-
Albero genealogico
 
Principati
Principato di Assia-Homburg
Philipp (Homburg 1779 - Homburg 1846)
figlio del principe Friedrich V e della langravina Karoline von Hessen-Darmstadt;
1839-46, principe di Assia-Homburg;
1843
-
Albero genealogico
 
Principato di Hohenzollern-Hechingen

Konstantin (Sagan 1801 - Schloss Polnisch-Klettkau 1869)
figlio del principe Friedrich e della p.ssa Pauline Biron von Kurland;
1838-49, principe di Hohenzollern-Hechingen;
1843
-

Albero genealogico
 
Principato di Hohenzollern-Sigmaringen
Karl (Sigmaringen 1785 - Bologna 1853)
figlio del principe Anton Alois e della p.ssa Amalie Zephyrine zu Salm-Kyrburg;
1831-48, principe di Hohenzollern-Sigmaringen;
1843
-
Albero genealogico
 
Principato di Liechtenstein
Aloisio II (Wien 1796 - Lednice (Eisgrub), Moravia 1858)
figlio del principe Johann I e della ldgfn Josephine Sophie zu Fürstenberg-Weitra;
1836-58, principe von und zu Liechtenstein;
1843
-
Albero genealogico
 
Principato di Lippe
Leopold II (Detmold 1796 - Detmold 1851)
figlio del principe Leopold I e della p.ssa Pauline Christine von Anhalt-Bernburg;
1809-51, principe di Lippe-Detmol;
1843
-
Albero genealogico
 
Principato di Reuss-Greiz
Heinrich XX (Offenbach 1794 - Greiz 1859)
figlio del principe Heinrich XIII e della p.ssa Luise Pss von Nassau-Weilburg;
1836-59, principe di Reuss-Greiz;
1843
-
Albero genealogico
 
Principato di Reuss-Schleiz
Heinrich LXII (Schleiz 1785 - Gera 1854)
figlio del conte Heinrich XLII e della p.ssa Karoline Henriette zu Hohenlohe-Kirchberg;
1818-54, principe di Reuss-Schleiz;
1843
-
Albero genealogico
 
Principato Schaumburg-Lippe
Georg (Bückeburg 1784 - Bückeburg 1860)
figlio del conte Philipp II e della langravina Juliane von Hessen-Philippsthal;
1806-60, principe di Schaumburg-Lippe;
1843
-
Albero genealogico
 
Principato di Schwarzburg-Rudolstadt
Friedrich Günther I (Rudolstadt 1793 - Schloss Heidecksburg 1867)
figlio del principe Ludwig Friedrich II e della ldgvne Karoline di Hesse-Homburg;
1807-67, principe di Schwarzburg-Rudolstadt;
1843
-
Albero genealogico
 
Principato di Schwarzburg-Sondershausen
Günther Friedrich Karl II (Sondershausen 1801 - Sondershausen 1889)
figlio del principe Günther Friedrich Karl I e della p.ssa Karoline von Schwarzburg-Rudolstadt;
1835-80, principe di Schwarzburg-Sondershausen;
1843
-
Albero genealogico
 
Principato di Waldeck e Pyrmont
Georg Friedrich Heinrich (Weil 1789 - Arolsen 1845)
figlio del principe Georg e della p.ssa Auguste von Schwarzburg-Sondershausen;
1813-45, principe di Waldeck e Pyrmont;
1843
-
Albero genealogico
 
Città libere e anseatiche
Francoforte sul Meno
Brema
Amburgo
Lubecca
*Bund in tedesco significa tanto confederazione quanto federazione.
[Fino al 1847 costituirà poco più di una cassa di risonanza, in Germania, della politica del cancelliere austriaco principe di Metternich-Winneburg.]

 


1843
REGNO di POLONIA
(Regno del Congresso)
[capitale Varsavia]
 
 
1843
dopo la repressione scatenata nel 1831 da Nicola I, la costituzione del 1815 e l'autonomia amministrativa sono state abolite, l'esercito dissolto, …



1843
Repubblica di Cracovia
 
 
1843
-

1843
Regno di Ungheria
[All'inizio dell'800 in tutto il regno, che si estende anche alla Slovacchia, alla Transilvania e alla Vojvodina, solo 3 milioni di abitanti su 10 sono di nazionalità ungherese.]
 
1843
Budapest,
CROAZIA [dal 1096 fino al sec. XIX fa parte della corona ungherese; dal 1102 al 1918 l'Ungheria segnerà in maniera decisiva la storia croata; nel XIII secolo si stacca la Slavonia che ottiene un bano e una dieta propri.
Dal 1390 al 1409 fa parte, assieme alla Bosnia, del Regno di Croazia e di Dalmazia; dal 1409 ritorna a far parte dell'Ungheria.
Dopo aver fatto parte delle Province Illiriche (1809-1821), nel 1822 la Croazia del bano (o "Croazia civile") viene nuovamente annessa all'Ungheria.]
1843
Gennaio
il nome "illirico" viene ufficialmente proibito, senza con questo danneggiare il partito che assume la qualifica di "nazionale".

Intanto Ljudevit Gaj e i suoi amici sviluppano una vivace attività segreta, d'intesa con:
- i francescani bosniaci,
- gli agenti del principe polacco Adam Czartoryski (che dal suo esilio parigino cerca di organizzare un fronte comune con gli slavi balcanici contro l'Austria e la Russia),
- il governo serbo e, perfino,
- i rivoluzionari italiani.
Essi sono disposti a riconoscere la Serbia come centro del futuro impero slavo meridionale, secondo il progetto che il rappresentante di Adam Czartoryski a Belgrado, František Zach, suggerisce ora al ministro serbo Ilija Garašanin.

[Joze Pirjevec, Serbi, Croati, Sloveni - Storia di tre nazioni, Universale Paperbacks, Il Mulino, Bologna 1995]
BOSNIA [Dal 1390 al 1409 fa parte, assieme alla Croazia, del Regno di Croazia e di Dalmazia; dal 1409 ritorna a far parte dell'Ungheria]
1843
-




1843
Alessandro Karagjorgjevic
Albero genealogico

(Topola, Belgrado 1806 - Timisoara 1885)
figlio di Karagjorgje;
1842-58, principe di Serbia;
è costretto ben presto a lasciare il governo del paese ai "difensori della costituzione", tra i quali primeggia Ilija Garašanin;

1843
-


1843
Montenegro
Petar II Njegoš
Albero genealogico

(1813 - 1851)
nipote di Petar I Petrovic Njegoš;
1830-51, vladika di Cettigne;
[vladika=metropolita ortodosso, principe vescovo]
appena 17enne, succede allo zio;

1843
-






1843
REGNO di GRECIA

Ottone I

Albero genealogico

(Salisburgo 1815 - Bamberga 1867)
secondogenito di Luigi I re di Baviera;
1832-62, re dei greci;


- i greci rimangono esclusi dalla direzione politica del paese -

 
1843
Settembre
scoppia una rivolta militare;




1843
IMPERO OTTOMANO

'Abd ul-Mejid I

Albero genealogico

(23 aprile 1823 – 25 giugno 1861)
figlio di Mahmud II;
1839-61, XXXI sultano;

1843
riorganizza l'esercito e istituisce un metodo regolare di reclutamento, mobilitazione e fissazione della durata del servizio militare di leva obbligatoria e della sua durata (1843–44).






1843
RUSSIA
 
Nicola I Romanov
Albero genealogico

(Carskoe Selo, Pietroburgo 1796 - Pietroburgo 1855)
terzogenito di Paolo I e di Maria Fëdorovna;
1825-55, zar di Russia;
- dal 1832 vigilanza poliziesca sulla stampa, sulla pubblica istruzione e in generale sulla cultura;

 
Ministro degli Esteri
K.V. Nessel'rode
(1816 - 1856)
1843
-




1843
-
 
Granducato di Finlandia
[relativamente autonomo]
- dal 1809, in seguito alla pace di Tilsit e al trattato di Fredrikshamn;
1843
-





1843
FRANCIA
Luigi Filippo d'Orléans
Albero genealogico

(Parigi 1773 - Claremont, Londra 1850)
primogenito di Luigi Filippo Giuseppe duca di Orléans e di Luisa Maria Adelaide di Borbone Penthiève;
1785-93, duca di Chartres;
1793-1830, duca di Orléans;
1807-30, duca di Montpensier;
1830-48, re dei francesi;

Camera dei Pari
[Carta del 1830]
Étienne-Denis Pasquier
duca
(1830 3 ago - 24 feb 1848)
Camera dei deputati
[Carta del 1830]
 
 
Primo ministro
mar.llo N.-J. Soult
III
(1840 29 ott - 18 set 1847)
Affari Esteri
F.-P.-G. Guizot
(1840 29 ott - 23 feb 1848)*
Interno

C.-M.-T. Duchâtel
conte
(1840 29 ott - 24 feb 1848)

sottosegr. di stato
A.-F. Passy
(1840 29 ott - 24 feb 1848)

Educazione pubblica  
Giustizia e Affari religiosi
N. Martin
(1840 29 ott - 12 mar 1847)
Finanze
J.-P.-J. Lacave-Laplagne
(1842 25 apr - 9 mag 1847)
Agricoltura e Commercio
L. Cunin
(1840 29 ott - 24 feb 1848)
Lavori pubblici
J.-B. Teste
(1840 29 ott - 16 dic 1843)
P.-S. Dumon
(16 dic - 9 mag 1847)
Guerra
mar.llo N.-J. Soult
(1840 29 ott - 10 nov 1845)
Marina e Colonie  
*La vera anima del ministero.
1843
-

1843

Carlo Luigi Napoleone Bonaparte

Albero genealogico

(Parigi 1808 - Chislehurst, Kent 1873)
figlio terzogenito (Carlo Luigi Napoleone Bonaparte) di Luigi Bonaparte re d'Olanda (1806-10) e di Ortensia Beauharnais;
Delle idee napoleoniche (1839)
1843
dal 1840 è rinchiuso nella fortezza di Ham, condannato alla detenzione perpetua;


1852-70, imperatore dei francesi (Napoleone III);

 
1843
REGNO dei PAESI BASSI
Guglielmo II

Albero genealogico

Frédéric-Georges-Louis (1792-1849)
figlio di Guglielmo I e di Federica Luisa di Hohenzollern;
1840-49, re dei Paesi Bassi e granduca di Lussemburgo (Guglielmo II);
[dopo l'abdicazione del padre.]


Primo ministro
-
1843
-
 

a



1843
REGNO del BELGIO

Leopoldo I

Albero genealogico

(1790 - 1865)
figlio di Francesco Federico duca di Sassonia-Coburgo-Saalfeld e di Carl. di Reuss d'Ebersd;
[dal 1830 il Belgio è indipendente e dal 1939, con il "trattato dei ventiquattro articoli" che, tra l'altro, gli ha imposto uno statuto di neutralità assoluta, è riconosciuto definitivamente come paese indipendente dall'Olanda e dalle potenze.]
1831-65, re dei belgi;



 
Primo ministro
-
1843
si assiste ad un periodo di ministeri "unionisti" di liberali e cattolici;


a

 




1843
Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda
Vittoria
Albero genealogico

(Londra 1819-Osborne, isola di Wight 1901)
figlia di Edoardo duca di Kent e di Vittoria Maria Luisa di Sassonia-Coburgo-Gotha;
1820, alla morte del padre è posta sotto la tutela dello zio materno Leopoldo di Sassonia-Coburgo-Saalfeld (futuro Leopoldo I del Belgio);
1837-1901, regina del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda;
succeduta alla morte dello zio Guglielmo IV morto senza eredi legittimi;
dal febbraio 1840 è sposata con l'amatissimo cugino Alberto di Sassonia-Coburgo-Gotha;
1843
-



Primo lord
del Tesoro
[First Lord
of the Treasury
]
sir R. Peel Tory
(1841 30 ago - 27 giu 1846)
Cancelliere dello Scacchiere
[Chancellor
of the Exchequer
]
Henry Goulburn
(1841 3 set - 27 giu 1846)
Segretari di Stato
 
Affari Esteri e
Commonwealth
-
Affari Interni
-
Giustizia
-
Colonie
E.G. Stanley
conte di Derby
(1841 - 1844)

1843
-

1843
-



1843
REGNO di DANIMARCA
Cristiano VIII
Albero genealogico
(Copenaghen 1786-1848)
figlio di Federico (fratello di Cristiano VII) e di Sofia di Mecklenburg-Schwerin;
1814(17 mag-ott),re di Norvegia(Cristiano Federico);
si ritira poi in Danimarca dove si dedica a studi scientifici;
1839-48, re di Danimarca;



1843
-

ISLANDA

1843
-

1843
REGNO di SVEZIA e NORVEGIA
Carlo XIV
Albero genealogico

(Pau 1763 - Stoccolma 1844)
[Charles-Jean-Baptiste-Jules Bernadotte, adottato da Carlo XIII]
1818-44, re di Svezia e Norvegia;
[già dal 1810 ha assunto di fatto la direzione della politica svedese e posto le basi per la creazione di una moderna monarchia costituzionale.]


SVEZIA
1843
-
NORVEGIA
1843
-





1843
REGNO di PORTOGALLO
Maria II
Albero genealogico
(Rio de Janeiro 1819 - Lisbona 1853)
figlia di Pietro I;
1826-53, regina di Portogallo;


Ministro degli Interni

-

1843
-

a


1843
REGNO di SPAGNA
Isabella II
Albero genealogico

(1830 - 1904)
figlia di Ferdinando VII e di Maria Cristina di Napoli;
1833-68, regina di Spagna;
[reggente la madre (1833-41)]
Prima guerra carlista (1834-39);




Primo Ministro
e Reggente
B. Espartero
(1841 - 1843)
 

1843
l'insurrezione conservatrice capeggiata da R.M. Narváez, costringe B. Espartero a lasciare il potere e la Spagna;
la regina è dichiarata maggiorenne a soli 13 anni;










1843
REGNO DI SARDEGNA
Carlo Alberto
Albero genealogico

(Torino 1798 - Oporto 1849)
figlio di Carlo Emanuele di Savoia principe di Carignano e di Albertina Maria Cristina di Sassonia;
1800-31, 7° principe di Carignano;
1831-49, re di Sardegna;
G. Mazzini e G. Garibaldi
sono stati condannati a morte in contumacia –

1843
mentre già dal 1840 la sua politica ha preso un orientamento antiaustriaco, si accentua quando tra Austria e Piemonte si delinea un contrasto commerciale: l'importazione dei vini piemontesi in Lombardia viene bloccata dall'Austria con l'mposizione di un altissimo dazio;

SARDEGNA
dal 1839 sono stati aboliti i diritti feudali;



1843
ducato di Modena e Reggio
Francesco IV d'Austria-Este
Albero genealogico

(Milano 1779 - Modena 1846)
figlio dell'arciduca Ferdinando d'Absburgo e di Maria Beatrice d'Este;
1814-46, duca di Modena e Reggio;

1843
dal 1829 ha aggregato ai suoi stati Massa e Carrara, che gli danno lo sbocco sul mare;



1843
ducato di Parma, Piacenza e Guastalla
Maria Luisa d'Austria
Albero genealogico

(Wien 1791 - Parma/Wien 1847)
figlia di Francesco I e di Maria Teresa di Borbone-Due Sicilie;
1810, sposa Napoleone I († 5 mag 1821);
1811, 21 marzo, nasce Napoléon-François-Charles-Joseph;
[dal 1818 duca di Reichstadt] († Schönbrunn 22 lug 1832)
1814-47, duchessa di Parma, Piacenza e Guastalla;
1821, sposa il generale austriaco conte A.A. von Neipperg († 22.2.1829)
dal 22.2.1829 è vedova per la seconda volta;
dal 17.2.1834 è sposata con il conte Ch.-R. de Bombelles (1785 - 1856);



1843
-


1843
Granducato di Toscana
Leopoldo II di Lorena
Albero genealogico
(Firenze 1797-1870)
primogenito di Ferdinando III di Lorena e di Maria Luisa Amalia di Borbone-Napoli;
1817, sposa Maria Anna Carolina di Sassonia († ?)
1833, sposa in seconde nozze Maria Antonietta di Borbone-Napoli († 1898) [interamente nelle mani dei preti]
1824-59, granduca di Toscana;
-

1843
-

1843
ducato di Lucca
Carlo Ludovico
Albero genealogico
(Parma 1799 - Nizza 1883)
figlio di Ludovico I e di Maria Luisa di Borbone-Spagna;
1803-07, re d'Etruria (Ludovico II);
1820, sposa Maria Teresa di Savoia, figlia di Vittorio Emanuele I;
1824-47, duca di Lucca;
succeduto alla madre, si disinteressa degli affari di stato che lascia in mano ad avventurieri, come l'inglese Ward, dedicandosi soprattutto a lunghi viaggi all'estero e ad esperienze mistico-religiose (per qualche tempo simpatizzerà pure per il protestantesimo);


1847-49, duca di Parma e Piacenza (Carlo II Ludovico)

1843
-



1843
REGNO DELLE DUE SICILIE
Ferdinando II
Albero genealogico

(Palermo 1810 - Caserta 1859)
figlio di Francesco I re delle Due Sicilie e dell'infanta di Spagna Maria Isabella di Borbone;
1830-59, re delle Due Sicilie;



NAPOLI
1843
con il ministro di polizia S. del Carretto reprime duramente il movimento liberale;


SICILIA
1843
dal 1817 la Sicilia è stata annessa al Regno di Napoli, la costituzione definitivamente soppressa e il popolo siciliano privato di tutte le sue libertà.
Sembra che un moto debba scoppiare da un momento all'altro; ne stanno tessendo le fila M. Amari e G. La Farina, esuli entrambi, e da Malta, N. Fabrizi.





BRITISH NORTH AMERICA
[Nord America Britannico]
Governatore generale
Charles Bagot
(1841 - 1843)
Charles T. Metcalfe
barone Metcalfe
(1843 - 1845)
-
-

1843
Periodo di depressione economica (1841-43): l'assenza di tariffe protettive e l'avvento della competizione selvaggia rende duri gli anni 1840.

Viene costruito (1833-43) il Canale Chambly sul fiume Richelieu.



Costa settentrionale dell'Oceano Pacifico (territorio corrispondente più o meno alla futura British Columbia – il cui confine meridionale sarà in seguito fissato dal trattato dell'Oregon (1846) – e ai futuri stati americani di Washington e Oregon: le popolazioni sono passate, tra il 1835 e il 1843 , da 50.000 a 13.000.
Gli Haida delle Isole della Regina Carlotta, nel periodo 1839-43, sono 8.428. (si ridurranno a 1.598 nel periodo 1882-84).]


Ora che la questione dei confini tra Stati Uniti e Nord America Britannico sulla costa dell'Oceano Pacifico è ancora aperta – si chiuderà con il trattato dell'Oregon (1846) – la Hudson's Bay Company fonda Fort Victoria, sull'isola di Vancouver.


Red River (o Rivière-Rouge), nel pressi della futura città di Winnipeg nel Manitoba, capitale dei métis dell'ovest.
Da questo momento i métis di Red River cominciano a portare le loro pelli a Pembina, appena a sud del confine.
[Da Pembina i commerci si estenderanno ben presto verso sud fino a Sauk Rapids, Fort Snelling e St. Paul, nella zona di confluenza dei fiumi Mississippi e Minnesota.]

Nuovo governatore generale è Charles T. Metcalfe (1785-1846), barone Metcalfe.

 


PROVINCIA DEL CANADA
[Aggiunta alle altre province britanniche nel 1763, include la regione sulle due rive del fiume San Lorenzo grossolanamente delimitate da Anticosti a est e il Lago Nipissing a ovest.
Dal 7 nov 1763 la provincia (ex Canada francese) è stata divisa formalmente in tre distretti: Québec, Trois-Rivières, Montréal.
Nel 1791 la provincia è stata separata in due parti:
Basso Canada (francofoni) e Alto Canada (lealisti).
Nel 1841, con l'Act of Union sono stati nominati due primi ministri ma Canada Est e Canada Ovest continuano ad andare ognuna per la sua strada. Il sistema dura ben 25 anni (1842-67).]
[le due leaderschip sono espresse dallo stesso partito e quindi si ha un governo riformista moderato]
BASSO CANADA [o Canada Est]
Primo ministro
Louis-Hyppolite La Fontaine
(1842 - 1843)
Vescovo di Montréal
Ignace Bourget
(1840 - 1876)

1843
-

Montréal, nasce il Montréal Snow Shoe Club (il "circolo delle racchette da neve").

 

 

ALTO CANADA [o Canada Ovest]
Primo ministro
Robert Balwin
(1842 - 1843)

1843
-

 

 

 

 

 

TERRANOVA
Governatore della provincia
John Harvey
(1841 - 1846)

1843
Il Newfoundland Education Act stabilisce che l'intero sistema scolastico sia gestito da due diversi school boards (direzioni scolastiche), uno cattolico e l'altro protestante.
[Il sistema degli school boards, pubblici o "separati" (cioè confessionali) è un fenomeno esclusivamente canadese e statunitense.
Lo school board è costituito da un gruppo di membri della comunità scelti di solito tramite elezioni, ai quali la provincia delega il controllo di certi aspetti del funzionamento scolastico.
Il sistema sarà rimesso in discussione solo nel 1997 da un referendum popolare.]

 

ISOLA DEL PRINCIPE EDOARDO
Governatore della provincia
Henry V. Huntley
(1841 - 1847)

1843
-

 

NEW BRUNSWICK
Governatore della provincia
William M.G. Colebrooke
(1841 - 1848)

1843
-

 

 

NOVA SCOTIA
Governatore della provincia
Lucius Bentinck
visconte Falkland
(1840 - 1846)

1843
-

 


UNIONE degli STATI UNITI d'AMERICA
Presidente degli Stati Uniti
J. Tyler [10°]
(1841 4 apr - 4 mar 1845)
[Whig]
Vicepresidente
-
Segretario di Stato
[Ministro degli Esteri]
Ministro del Tesoro
-
Ministro della Guerra
-
Presidente della Corte Suprema
R.B. Taney
(1836 15 mar - 12 ott 1864)
[Partito whig-repubblicano]

1843
Gennaio


In autunno, J. Tyler autorizza il proprio ministro degli Esteri, Abel P. Upshur, acceso espansionista come il presidente, a riaprire le trattative per l'annessione del Texas.

[Maldwyn A. Jones, Storia degli Stati Uniti, Bompiani 1984.]

 




[01] DELAWARE [dal 7 dicembre 1787] - cap. Dover
[Primo stato a ratificare la Costituzione degli Stati Uniti d'America.
Non esistono collegamenti fra chiesa e stato e una grande libertà religiosa si è affermata sin dall'inizio.]
Governatore
-

1843
-

 

[02] PENNSYLVANIA [dal 12 dicembre 1787] - cap. Harrisburg
[Non esistono collegamenti fra chiesa e stato e una grande libertà religiosa si è affermata sin dall'inizio.]
Governatore
-

1843
-

 

[03] NEW JERSEY [dal 18 dicembre 1787] - cap. Trenton
[Non esistono collegamenti fra chiesa e stato e una grande libertà religiosa si è affermata sin dall'inizio.]
Governatore
-

1843
-

 

[04] GEORGIA [dal 2 gennaio 1788] - cap. Atlanta
[Già ammesso nel 1780 ma ratificato solo il 2 gennaio 1788.]
Governatore
-

1843
-


 


[05] CONNECTICUT [dal 4 gennaio 1788] - cap. Hartford
Governatore
-

1843
-

[06] MASSACHUSETTS [dal 6 febbraio 1788] - cap. Boston
Governatore
-

1843
-

Boston, Dorothea L. Dix, una fragile maestra di mezza età, risveglia la coscienza nazionale al problema della follia presentando un memoriale al parlamento del MASSACHUSETTS in cui spiega nei particolari come, nelle carceri e negli ospizi che ha visitato in varie parti dello stato, i malati di mente siano confinati in "gabbie, ripostigli, cantine, stalle, recinti", come siano frequentemente "incatenati, denudati, picchiati col bastone e frustati per ridurli all'obbedienza".
Una volta convinto lo stato a stanziare fondi per un ospedale psichiatrico, Dorothea L. Dix effettua inchieste analoghe in vari stati trovando dappertutto le stesse spaventevoli condizioni.
[Nel 1854 avrà percorso 50.000 km visitando centinaia di istituti e spronando i parlamentari di quindici stati a prendere qualche provvedimento. Ma i sui eroici sforzi non risolveranno il problema: ancora nel 1850 un terzo dei malati di mente americani saranno assistiti in case di cura, mentre in alcuni stati la trascuratezza e la crudeltà non saranno affatto diminuite.]


[07] MARYLAND [dal 28 aprile 1788] - cap. Annapolis
Governatore
-

1843
-



 






[08] SOUTH CAROLINA [dal 23 maggio 1788] - cap. Columbia
Governatore
-

1843
-

Charleston, viene fondata The Citadel, un'accademia militare.

 


[09] NEW HAMPSHIRE [dal 21 giugno 1788] - cap. Concord
Governatore
-

1843
-

 





[10] VIRGINIA [dal 26 giugno 1788] - cap. Richmond
Governatore
-

1843
-

 





[11] NEW YORK [dal 26 luglio 1788] - cap. Albany
[L'anglicanesimo è la religione di stato in quattro contee.]
Governatore
-

1843
-

 

[12] NORTH CAROLINA [dal 21 novembre 1789] - cap. Raleigh
[Tratto di terre immediatamente a sud della Virginia, attorno allo stretto di Albemarle.]
Governatore
-

1843
-

[13] RHODE ISLAND [dal 29 maggio 1790] - cap. Providence
Governatore
-

1843
-


[14] VERMONT [dal 4 marzo 1791] - cap. Montpelier
Governatore
-

1843
-


[15] KENTUCKY [dal 1° giugno 1792] - cap. Frankfort
Governatore
-
-

1843
-


[16] TENNESSEE [dal 1° giugno 1796] - cap. Nashville
Governatore
-
-

1843
-

 





[17] OHIO [dal 1° marzo 1803] - cap. Columbus
Governatore
-
-

1843
-

[18] LOUISIANA [dal 30 aprile 1812] - cap. Baton Rouge
- 1819, Trattato Adams-Onís: stabilisce il confine con il MESSICO spagnolo: va dal fiume Sabine, nel TEXAS orientale, fino al 42° parallelo (futuro confine settentrionale della CALIFORNIA) e da quel punto, verso ovest, fino al Pacifico.
Governatore
-

1843
-

 

 


[19] INDIANA [dal 11 dicembre 1816] - cap. Indianapolis
Governatore
-
-

1843
-

 


[-] FLORIDA [Territorio autonomo dal 1821]
Nel 1819, con il Trattato Adams-Onís è stata completamente ceduta agli Stati Uniti dalla Spagna.
Governatore
-
-

1843
guerra contro i seminole in Florida: (1835-42).
Si conclude la guerra contro i seminole, che pone termine alle guerre indiane a est del Mississippi.

 


[20] MISSISSIPPI [dal 10 dicembre 1817] cap. Jackson
Governatore
-
-

1843
-

[21] ILLINOIS [dal 3 dicembre 1818] - cap. Springfield
-
Governatore
-
-

1843
-

[22] ALABAMA [dal 14 dicembre 1819] - cap. Montgomery
Governatore
-
-

1843
-

[23] MAINE [dal 15 marzo 1820] - cap. Augusta
-
Governatore
-
-

1843
-

[24] MISSOURI [dal 10 agosto 1821] - cap. Jefferson City
Governatore
-
-

1843
-


[25] ARKANSAS [dal 15 giugno 1836] - cap. Little Rock
Governatore
-
-

1843
-


[26] MICHIGAN [dal 26 gennaio 1837] - cap. Lansing
Governatore
-
-

1843
-


a

 

1843
TEXAS
[Indipendente dal 1836]
- Governo provvisorio
-
1843



 

 





1843
STATI UNITI del MESSICO
(repubblica federale)
- Presidente della repubblica federale
Antonio López de Santa Anna
(1834 - ago 1855)
[conservatore]
1843
-

CALIFORNIA
1843
-


1843
GUATEMALA
- Capo del governo
Rafael Carrera
(1839-65)
1843
-


1843
HONDURAS
-
?
(?-?)
1843
dopo lo scioglimento della federazione, il paese tenta a più riprese di dar vita a nuovi esperimenti federativi, come ora quello con il Nicaragua ed El Salvador (1842-44);


1843
-
?
(?-?)
1843
la preminenza dell'elemento meticcio (i cosiddetti trigueños) connota la fisionomia della popolazione, mentre l'allevamento impostato durante il periodo coloniale ne resta la principale risorsa economica;
lotte tra liberali e conservatori (clericali) agitano la vita interna del paese per tutto il secolo XIX;


1843
COSTA RICA
[il paese è indipendente dal 1821]
-
?
(?-?)
1843
l'economia è basata in netta prevalenza sulla coltura del caffè e nel corso del secolo XIX, mentre si assiste ad una sistematica penetrazione di capitali inglesi e nordamericani, si forma pure una ristretta élite, socialmente e politicamente dominante, legata all'esportazione di questo prodotto;


1843
EL SALVADOR
[il paese è indipendente dal 1823]
-
?
(?-?)
1843
dopo lo scioglimento della federazione, il paese tenta a più riprese di dar vita a nuovi esperimenti federativi, come ora quello con il Nicaragua e l'Honduras (1842-44);





1843
VENEZUELA
[Repubblica indipendente dal 1830]
Presidente
J.A. Páez (1830-46)
[oligarchia conservatrice]
1843
-


1843
ECUADOR
Presidente della repubblica
J.J. Flores
(1839-45) II
 
1843
vige una costituzione molto illiberale che merita il nome di "Carta della schiavitù";




1843
BOLIVIA
Presidente della repubblica
?
(1825-?)
 
1843
l'evoluzione storica della regione è caratterizzata dall'instabilità politica, sociale ed economica, conseguenza della lotta tra le contrapposte oligarchie dell'altopiano minerario e del Chaco agricolo e delle tensioni sociali che percorrono il paese (agitazioni contadine e scioperi dei minatori);


1843
PERU'
[Repubblica indipendente dal 1827]
Dittatore
?
-
 
1843
-



1843
CILE
Presidente della repubblica
?
(?-?)
 
1843
-


1843
GUYANE
[dal 1816 divise nelle tre colonie]
 dal 1816 divise nelle tre colonie:
Guyana Britannica (inglese)
1843
-
Suriname (olandese)
1843
-
Guyane Française (francese)
1843
-


1843
Pedro II
Albero genealogico
(Rio de Janeiro 1825 - Parigi 1891)
figlio di Pietro I;
1831-89, imperatore del Brasile;
a soli sei anni dopo l'abdicazione del padre;
[incoronato imperatore nel 1841, regnerà di fatto solo dal 1847]

1843
rivolta dei farrapos nel Rio Grande do Sul (1835-45);




1843
PARAGUAY
Presidente della repubblica
C.A. López
(1841-62)
 
1843
sin dall'inizio il presidente ha imboccato la strada dell'economia aperta;


1843
Province Unite del Rio de la Plata
[Indipendente dal 9 luglio 1816]
Dittatore
Juan Manuel de Rosas
(1829-32) (1835-52)
[governatore di Buenos Aires con poteri straordinari]
 
1843
"guerra grande" contro l'Uruguay (1939-52);



1843
Presidente della repubblica
gen. F. Rivera
(1830-35) (1838-?)
[del partito liberale o colorado]
 
1843
"guerra grande" contro l'Argentina (1939-52);






Cina







Giappone




1843
Marocco
-
-
1843
anche se di riflesso, risente della conquista coloniale dell'Algeria;


1843
Algeria
-
-
1843
continua la tenace resistenza dell'emiro 'Abd el-Kader contro l'occupazione francese;



1843
EGITTO
[parte dell'Impero Ottomano]
[provincia ottomana dal 1841, per decreto del sultano, dotata di uno statuto speciale e di una dinastia propria.]
Mehmet Alì o Muhammad 'Ali
(Cavalla, Macedonia 1769 - Il Cairo 1849)
di famiglia albanese (secondo altri turca), nato in Macedonia;
1805-48, wali o pascià d'Egitto;
[eletto dagli "ulama" egiziani, insorti contro i mamelucchi, al posto del governatore Cosroe Pasha, ottenendo dalla Porta la ratifica della loro scelta.
Considerato il fondatore dell'Egitto moderno, riorganizza l'esercito su modello europeo, inizia a razionalizzare l'agricoltura e incentiva una nascente industria manifatturiera.]
1841, con il trattato di Londra le grandi potenze europee gli tolgono la Siria, Creta e Adana (restituite alla Porta) riconoscendo però a lui e alla sua dinastia il governo ereditario dell'Egitto e a lui il Sudan a titolo vitalizio.
1843
-


Sudan [cap. Khartum]
Vasti territori situati a sud dell'Egitto, conosciuti dagli scrittori arabi medievali con il nome di Bilad al-Sudan ("terra dei neri").
1820-22, il chedivè d'Egitto Muhammad 'Ali e suo figlio Ismail conquistano l'Alta Nubia, il Kordofan e il Sennar, realizzando la prima unificazione politica del paese;
1840, la dominazione egiziana viene consolidata a est con l'annessione di Kassala.
1843
-



1843
Guinea
 
-  

1843
-



1843
Senegal
[dal 1814 restituito alla Francia con il trattato di Parigi.]
- Governatore
-
1843
-




1843
Niger
1843
-


1843
Sierra Leone
[colonia inglese dal 1808.]
- Governatore
?
(?-?)
1843
-


1843
Monrovia
 
-
-
1843
-

capo delle Palme (Liberia)

1833, all'ex capo delle Palme si forma questa colonia di ex schiavi negri del Maryland;


1843
Camerun
-
1843
-

1843
Gabon
-
-

1843
1839-49, prende avvio l'insediamento francese con il pretesto della repressione della tratta degli schiavi (fondazione di LibreVille );



1843
- Governatore
-
 
1843
-


1843
Costa d'Oro
[dal 1821 il governo britannico è presente direttamente sul territorio.]
- Governatore
Maclean
(?-?)
1843
Maclean è a capo del nuovo regime britannico;
gli inglesi debellano la resistenza delle tribù del Ghana con azioni militari e con iniziative missionarie;


1843
Nigeria
-
-
1843
-


1843
Africa Centrale
-
-
1843
-

1843
Basso Congo
-
1843
-


1843
Somalia
[nel 1840 la costa settentrionale del territorio è diventata possedimento egiziano.]
-
-
1843
-

1843
Zanzibar

-
-
1843
-


1843
Angola
-

1843
-


 


1843
Moselekatse [o Mzilikazi]
-
figlio di
? - 1868, re dei maTabele di Zimbabwe;
[clan guerriero nguni (zulu)]
1843
-


1843
Mozambico
-
-
1843
1831-50, il traffico di schiavi in Mozambico tocca le 25.000 unità all'anno.
La maggior parte delle navi per il trasporto dei negri batte bandiera spagnola, brasiliana, francese e americana, mentre le navi inglesi, catturando "negri di gran pregio", esercitano un proprio traffico di schiavi che aumenta le scorte di mandopera in tutti gli insediamenti britannici.




1843
Regno del Madagascar
(Imérina)
Ranavalona I
(† 1861)
vedova di Radama I (1810-28);
1828-61, regina del Madagascar;


1843
-


1843
Transvaal
[territorio dal Vaal al Limpopo]

[1834-39, abitata da tribù di lingua bantu, la regione subisce il grande trek (spostamento di massa dei coloni boeri );
dal 1840 viene progressivamente colonizzata dai boeri guidati da A. Potgieter e L. Trigart e, in seguito, vi giungono altri boeri dal Natal.]

   
1843
-

1843
[nel 1838 la regione è stata conquistata e colonizzata da coloni olandesi (boeri) e nel 1840 trasformata in repubblica indipendente.]
   
1843
1842-44, dopo aver costretto i boeri a trasferirsi nell'interno, nello stato libero dell'Orange, gli inglesi vi affermano nuovamente il loro dominio;

1843
Stato Libero d'Orange
[territorio dall'Orange al Vaal - capitale: Wimburg]
[stato indipendente creato nel 1836 da coloni olandesi provenienti da Città del Capo.]
   
1843
-

1843
[L'insediamento degli inglesi, divenuto definitivo dal 1814, ha formato un'oligarchia amministrativo-commerciale anglosassone nel Sud;
1834-39, grande trek (spostamento di massa dei coloni boeri verso le regioni dell'interno: Orange e Transvaal.]
Governatore
?
(? - ?)
1843
-

 




1843
Persia
Muhammad Scià
(? - ?)
nipote di Fath 'Ali, della dinastia Qagiar;
1834-48, scià di Persia;


1843
-



 



La rivoluzione industriale

1843,

 



Arène, Paul (Sisteron 1843-Antibes 1896) scrittore provenzale, «felibrismo»
Jean des Figues poi La gueuse parfumée (raccolta di racconti, La pezzente profumata)
Au bon soleil (1881, novelle, In pieno sole)
Les contes de Paris et de Provence (1887, I racconti di Parigi e di Provenza).

Avarna, Giuseppe duca di Gualtieri (Palermo 1843-Roma 1916) diplomatico italiano
Carteggio Avarna-Bollati (luglio 1914-maggio 1915), edito nel 1953.

Avenarius, Richard (Parigi 1843-Zurigo 1896) filosofo e psicologo francese, «empiriocriticismo» con E. Mach; professore di filosofia induttiva a Zurigo
1877, dirige fino alla morte la «Wierteljahrsschrift für wissenschaftliche Philosophie» (rivista trimestrale di filosofia scientifica) in collaborazione con Wundt e altri
Le due prime fasi del panteismo spinozistico e la relazione della seconda alla terza fase (Lipsia 1868)
La filosofia come pensiero del mondo secondo il principio del minimo sforzo (1876)
Critica dell'esperienza pura (1888 e 90, in due voll.)
Concetto umano del mondo (1891).

Beccari, Odoardo (Firenze 1843-1920) esploratore e naturalista italiano
Nelle foreste del Borneo: viaggi e ricerche di un naturalista (1901).

Braga, Teófilo (Ponta Delgada, Azzorre 1843-Lisbona 1924) saggista e politico portoghese, tra i promotori della cosiddetta "questione di Coimbra", polemica letteraria antitradizionalista e antiromantica; 
Traços geraes de philosophia positiva (1877, Lineamenti generali della filosofia positivista, con cui diffonde il positivismo di A. Comte nel suo paese)
História da literatura portuguesa (1896-1907, in 12 voll., Storia della letteratura portoghese)
VIsão dos tempos (1864, visione dei tempi, in cui traccia la storia dell'umanità sulla scorta della Leggenda dei secoli di V. Hugo)
1910, presidente della repubblica dopo la caduta della monarchia.

Cagna, Achille Giovanni (Vercelli 1843-1931) scrittore italiano
provinciali (1887)
Alpinisti ciabattoni (1887)
A volo 1905)
Contrada dei gatti (1924).

Candeo, Angelo (Faedo, Padova 1843-Mestrino, Padova 1930) ecclesiastico italiano, monsignore e cavaliere, parroco per 33 anni nella parrocchia di Mestrino; appassionato di scienza agraria inventò numerosi attrezzi agricoli (famosa la sua pompa irroratrice per le VIti);
quattro pontefici, Leone XIII, Pio X, Benedetto XV e Pio XI, lo vollero a Roma perché i vigneti del Vaticano fossero oggetto delle sue esperte cure.

Carcano, Paolo (Como, 24 gennaio 1843 – Como, 6 aprile 1918) politico italiano.

Chamberlin, Thomas Chrowder (Mattoon, Illinois 1843-Chicago 1928) geologo statunitense, fondatore nel 1893 del «Journal of Geology».

Coffari, Girolamo (Cammarata, Girgenti 1843-?) politico italiano, di largo censo;
1882, eletto deputato dal collegio plurinominale di Sciacca come moderato trasformista; rimane alla Camera fino al 1895, sedendo alla Destra;
1897, viene rieletto deputato dal collegio di Aragona, rimanendo alla Camera fino al 1909 costantemente ministeriale da A. Depretis, a F. Crispi, a Rudinì, a Giolitti;
1911, 4 giugno, eletto senatore.


Doughty, Charles Montagu (Theberton Hall, Suffolk 1843-Sissinghurst, Kent 1926) scrittore ed esploratore inglese;
Travels in Arabia deserta (1888, viaggi nell'Arabia desertica)
The Dawn in Britain (1906, Alba in Britannia).

Fagioli, Achille (Cerea, Verona 17 marzo 1843 - Canore, Verona 10 dicembre 1896) politico italiano.

Flemming, Walter (Sachsenberg 1843-Kiel 1906) embriologo e biologo tedesco, il primo a dimostrare la "mitosi" nel 1882 e a scoprire i "cromosomi" nel 1875: è considerato uno dei pionieri della citogenetica.

Fucini, Renato o Neri Tanfucio (Monterotondo, Grosseto 1843-Empoli 1921) scrittore italiano
Cento sonetti in vernacolo pisano (1872)
Napoli a occhio nudo (1878)
Cinquanta nuovi sonetti (1881)
Le poesie (1905, raccolta dei precedenti, con prefazione di E. De Amicis)
Le veglie di Neri (1884)_
All'aria aperta (1887)
Acqua passata (1921, postumo)
Foglie al vento (1921, postumo).

Genala, Francesco (Soresina, Cremona 6 gennaio 1843
- Roma 8 novembre 1893) politico italiano.

Giusso, Girolamo (Napoli 25 maggio 1843 – Vico Equense, Napoli 25 dicembre 1921) politico italiano.

Gualterio, Enricomarchese di Corgnolo (Orvieto, Perugia (poi Terni) 5 settembre 1843 – Roma 14 gennaio 1929) militare e politico italiano.

Hertling, Georg von (Darmstadt 1843-Ruhpolding, Baviera 1919) politico tedesco;
1875-90, deputato del Centro cattolico al Reichstag;
1876, fonda la Società Görres per la tutela della scienza nella Germania cattolica; ha una parte di rilievo dopo la fine del Kulturkampf nella riconciliazione fra l'impero e la Santa Sede;
1896-1912, deputato del Centro cattolico al Reichstag;
1909, presidente del Centro cattolico;
1912-17, presidente del consiglio dei ministri di Baviera e ministro degli esteri è favorevole durante la prima guerra mondiale alla più energica condotta delle operazioni militari;
1917, novembre, nominato cancelliere del Reich non può svolgere un'attività politica di rilievo;
1918, settembre, dimessosi, viene sostituito da Guglielmo II con Massimiliano di Baden
Ricordi (1919-20. in due voll.).

Hevesi, Lajos (1843-1910) giornalista, scrittore e critico d'arte ungherese;
1873, autore della prima guida turistica di Budapest;
Jelky András bajai szabólegény kalandjai szárazon és vízen (1875, Le avventure… Jelki; romanzo di avventure per ragazzi)

James, Henry (New York 1843-Londra 1916) scrittore statunitense:
oltre cento racconti, venti romanzi, tre volumi autobiografici, saggi critici ed estetici.

Kettenfeier, Petri o Peter Rosegger (Alpl, Stiria 1843-Krieglach, Stiria 1918) scrittore austriaco, di famiglia contadina, lavorò come sarto e commesso di libreria; rappresentante più tipico della "Heimatliteratur"
1869, si volge alla carriera letteraria dopo che una prima raccolta poetica gli ha dato la notorietà; 
Die Schriften des Waldschulmeisters (1875, Pagine di un maestrino di campagna)
Waldheimat (1877, Patria di boschi)
Der Gottsucher (1883, Il cercatore di Dio)
Jakob der Letzte (1888, Jakob l'ultimo)
Das ewige Licht (1896, La luce perenne)
Erdsegen (1900, Felicità terrena)
I.N.R.I. (1905).

Kiss, József (1843-1921) poeta ungheres;
1890, redattore di «A Hét» (La settimana, 1890-1924).
[La rivista letteraria ungherese più famosa prima dell'avvento di «Nyugat» (Occidente, 1908-1941).]

Koch, Robert (Clausthal, Hannover 1843-Baden-Baden 1910) batteriologo e igienista tedesco;
1866, dopo la laurea è per un breve periodo a Berlino alla scuola del grande patologo R. VIrchow dai cui insegnamenti si stacca perché colpito dalle scoperte di L. Pasteur e dalla valorizzazione della genesi infettiva delle malattie;
1880, dopo aver esercitato l'attività di medico in provincia, è nominato direttore dell'Ufficio imperiale di igiene di Berlino;
1882, scopre il bacillo della tubercolosi, poi "bacillo di Koch";
1884, scopre il bacillo "komma" (ossia VIrgola), germe patogeno del colera;
1885, professore di igiene dell'Istituto per le malattie infettive;
1891, direttore dello stesso istituto; apre nella microbiologia nuove possibilità di ricerca (introduce le lenti a immersione, inaugura processi di colorazione dei germi, ecc.)
1905, premio Nobel per la fisiologia e la medicina.

Labriola, Antonio (Cassino 1843-Roma 1904) filosofo italiano, allievo di B. Spaventa;
La dottrina di Socrate secondo Senofonte, Platone e Aristotele (1871)
Morale e religione (1873)
Della libertà morale (1873)
Dell'insegnamento della storia (1876)
In memoria del Manifesto dei comunisti (1895)
Del materialismo storico. Dilucidazione preliminare (1896)
Discorrendo di socialismo e di filosofia (1898)
Scritti vari editi e inediti di filosofia e di politica (1906, postumo).

McKinley, William (Niles, Ohio 29 gennaio1843 - Buffalo, Stato di New York, 14 settembre 1901) politico statunitense, del Partito repubblicano;
1897, 4 marzo- 14 settembre 1901, 25° presidente degli Stati Uniti d'America.

Muhammad Ahmad ibn 'Abd Allah detto il Mahdi (Dongola 1843-Omdurman 1885) capo religioso e politico sudanese, considerato uno degli esponenti più importanti di quel nazionalismo primitivo, ancora legato agli interessi delle dinastie miltari-religiose eppure sensibile al principio dell'indipendenza che cercò di resistere alla penetrazione coloniale in Africa; nacque da una famiglia che asseriva di discendere da Maometto;
1880, dopo una profonda vocazione ascetica fin da ragazzo, entra in un'organizzazione che ha come scopo la rinascita dell'Islam e la guerra contro gli "infedeli";
1881, si proclama Mahdi e incomincia a porre le basi dello stato (Sudan) che deve mettere in pratica i suoi insegnamenti;
1883, il centro della sua azione diventa el-Obeid, nel Kordofan e da qui egli scatena un'offensiva contro le truppe egiziane e inglesi estendendo il suo potere su tutto il Sudan; 
1885, 26 gennaio, conquista Khartum ma muore nel giugno dello stesso anno, probabilmente di tifo, non potendoci dare così la piena misura delle sue capacità; lo stato mahdista sopravVIvrà al suo fondatore fino al 1898 quando cadrà per opera del gen. H.H. Kitchener.

Pasch, Moritz (Breslavia 1843-Bad Homburg 1930) matematico tedesco, laureatosi nella città natale, si recò a Berlino per seguire gli insegnamenti di K. Weierstrass e L. Kronecker;
1875, ottiene una cattedra a Giessen, nell'Assia
Lezioni di geometria (1882).
[Postulato di Pasch.]

Pérez Galdós, Benito (Las Palmas, isole Canarie 1843-Madrid 1920) narratore spagnolo, figlio di un colonnello reduce dalle guerre contro Napoleone
1862, giunge a Madrid
1865, inizia l'attività giornalistica
La expulsion de los moriscos (1865, La cacciata dei mori, dramma romantico in versi)
La fontana de oro (1868, La fontana d'oro)
Episodios nacionales (1875-1912, Episodi nazionali; hanno per argomento la storia della Spagna tra la battaglia di Trafalgar e la restaurazione borbonica che mise sul trono Alfonso XII: cinque serie di dieci volumi ognuna, tranne la quinta che è di sei volumi:
- I (1873-75), II (1875-79), III 1898-1900, IV 1902 07), V (1907-12) )
Doña Perfecta (1876)
Gloria (1877)
La familia de León Roch (1878, La famiglia di León Roch)
Marianela (1878)
El amigo Manso (1882, L'amico Manso)
Tormento (1884)
1886, è deputato per le liste liberali
Fortunata y Jacinta (1887, Fortunata e Giacinta)
Miau (1888)
Realidad (novela en cinco jornadas) (1889, Realtà (Romanzo in cinque giornate); poi trasformato in dramma)
Ángel Guerra (1891)
Tristana (1892, da cui il film del 1970 di Luis Buñuel)
Nazarin (1895, da cui il film del 1958 di Luis Buñuel)
Misericordia (1897)
La società come materia di romanzo (1897, discorso pronunciato quando entrò all'Accademia)
1897, è ammesso alla Reale Accademia Spagnola
1907, deputato per le le liste repubblicane
1910, ancora deputato per le liste repubblicane
1912, pur colpito da cecità, lavora intensamente fino alla morte.

Rampolla del Tindaro, Mariano (Polizzi Generosa, Palermo 1843-Roma 1913) ecclesiastico italiano;
1870, addetto alla congregazione degli affari ecclesiastici straordinari;
1875-77, incaricato d'affari in Spagna;
1877, segretario della congregazione di Propaganda Fide;
1882-87, nunzio apostolico a Madrid;
1887, nominato cardinale e segretario di stato da Leone XIII favorisce il ristabilimento di buoni rapporti tra la Santa Sede e la Francia invitando i cattolici francesi a collaborare con la terza repubblica;
1903, poco gradito all'Austria per questa politica, vede compromesse le sue possibilità di succedere a Leone XIII nel conclave dal veto che (in virtù di un antico privilegio, poi abolito da Pio X) Francesco Giuseppe fa porre contro di lui dal cardinale J. Puzyna, vescovo di Cracovia; con l'avvento al pontificato di Pio X, lascia la segretaria di stato, dedicandosi principalmente all'attività di segretario della congregazione del Sant'Uffizio.

Roca, Julio Argentino (Tucumán 1843-Buenos Aires 1914) politico argentino;
1865-70, comandante militare nella guerra contro il Paraguay;
1874, generale;
1879, ministro della guerra sotto la presidenza di N. Avellaneda;
1878-80, conduce una fortunata guerra contro gli indios a cui strappa 100.000 kmq di fertili terre meridionali;
1880-86, presidente della repubblica;
1898-1904, ancora presidente della repubblica; riesce ad imporre un programma di pacificazione interna, nel rispetto formale delle garanzie costituzionali, ma con un largo ricorso a metodi di corruzione politica e amministrativa.

Schwarz, Karl Hermann (Hermsdorf, Slesia 1843-Berlino 1921) matematico tedesco;
allievo di K. Weierstrass ed E. Kummer;
1864, si laurea all'università di Berlino;
1892, vi ritorna ad insegnare dopo la docenza al Politecnico di Zurigo.
[Diseguaglianza di Schwarz. Sua, fra l'altro, la prima dimostrazione che la superficie della sfera ha l'area minore di qualsiasi altro solido dello stesso volume.]


Sitte, Camillo (Vienna 1843-1903) urbanista, architetto e teorico austriaco
1868, si laurea all'università di Vienna, viaggiando poi in Europa, in Asia mInore e in Egitto
1875, direttore della Scuola imperiale e reale di arte industriale di Salisburgo
1883, ricopre lo stesso incarico nell'analoga istituzione viennese; tra i collaboratori  dei periodici viennesi «Der Architekt» e «Kunst und Kunsthandwerk», è tra i fondatori della prima importante rivista di urbanistica «Der Stadtbau»
L''arte di costruire le città (Vienna 1889).

Tarde, Gabriel de (Sarlat, Dordogne 1843-Parigi 1904) sociologo e criminologo francese; ex magistrato e direttore dell'ufficio statistico del ministero della giustizia;
La criminalità comparata (1886)
La filosofia penale (1890, per controbattere le tesi di C. Lombroso)
si dedica in seguito, come docente alla scuola di scienze politiche e al collegio di Francia, a studi di sociologia generale;
Le leggi dell'imitazione (1890)
La logica sociale (1895)
L'opposizione universale (1897)
Le leggi sociali (1898)
Studi di psicologia sociale (1898)
L'opinione e la folla (1901)
Psicologia economica (1902).

Uspenskij, Gleb IvaNovic (Tula 1843-Strel'na, Pietroburgo 1902) scrittore russo;
1862, lascia l'università per mancanza di mezzi, e comincia a scrivere; vede comparire i suoi primi scritti sulla rivista di Tolstoj «Jasnaja Poljana»;
1864-65, … «La parola russa» 
1865-66, … «Il contemporaneo»;
I costumi di via Rasterjaeva (1866)
La rovina (1871)
in un soggiorno all'estero stringe amicizia con I.S. Turgenev;
Dal diario contadino (1880)
La potenza della terra (1882).

Viganò, Ettore (Tradate, Como - in seguito Varese, 27 aprile 1843 – Firenze 8 agosto 1933) militare e politico italiano.

Ward, James (Hull 1843-Cambridge 1925) filosofo e psicologo inglese, compì i suoi studi di psicologia in Inghilterra e in Germania dove lavorò presso il laboratorio di fisiologia di Lipsia;
1897, insegna al Trinity College di Cambridge;
Naturalism and Agnosticism (1899, Naturalismo e agnosticismo)
Il regno dei fini, ovvero pluralismo e teismo (1911)
Principi psicologici (1918).


Torna su

Cose di Romagna

1843
Agosto
15
, Savigno, i fratelli:
. Pasquale Muratori, di Savigno,
. Saverio Muratori, di Savigno, e
. Gaetano Turri, bolognese,
sapendosi ricercati, si mettono a capo di una sessantina di armati e assalgono ventisei carabinieri pontifici comandati dal capitano Castelvetri, ne uccidono tre e ne fanno prigionieri altri due, tra cui il comandante, che poi fucilano mentre marciano per l'Appennino per suscitarVI l'insurrezione;
24, la banda, ingrossatasi fino a trecento uomini, viene assalita presso Castel del Rio dal colonnello Cavanna che, al comando di cinquecento soldati pontifici, riesce facilmente (per maggior numero e per armamenti) a neutralizzare gli insorti;
alcuni sono fatti prigionieri, altri riparano in Toscana con l'aiuto di don Giovanni Verità, parroco di Modigliana, e di G. Montanelli, e di là poi in Corsica; i più si disperdono per le montagne.
26, il cardinale Spinola, legato di Bologna, lancia alla cittadinanza un proclama, in calce al quale si annuncia l'istituzione di una "Commissione militare" perché con "giudizio sommario e inappellabile" si pronunci sulla sorte dei colpevoli. La commissione è così composta:
. Presidente: col. Freddi,
. Florido Allegrini, com.te dei dragoni,
. cap. Paolo Sampieri,
. cap. Angelo Rubinetti,
. cap. Giuseppe Martinelli.
Settembre
tornato da Napoli, il col. I. Ribotti di Molières raccoglie i superstiti della banda dei fratelli Muratori e con una schiera di circa duecento uomini dal ponte della Savena a Bologna marcia verso Imola, dove spera di ricevere aiuti da quei liberali e catturare i cardinali Amat, G.M. Mastai Ferretti e Falconieri che si trovano in un casolare di campagna. Quando i cardinali riescono a mettersi in salvo e gli Imolesi non si muovono, e allora il col. I. Ribotti di Molières scioglie la banda e se ne va ad Ancona.
Ottobre
30
, radunata una terza banda, un certo Giugni, ex ufficiale del col. I. Ribotti di Molières, assale un corpo di guardia pontificio ma, inseguito, è poi costretto a rifugiarsi sui monti e a disperdere i suoi compagni, molti dei quali vengono presto catturati dai soldati papalini. Intanto la Commissione militare ha già iniziato il compito affidatole ad agosto: 120 sono i cittadini sottoposti a processo.
«segue 1844»

Stampa

«segue da 1842»
1843
Inghilterra

Rispetto agli inizi dell'Ottocento, il prezzo della carta in generale è ormai diminuito della metà.
Italia
G. MAzzini ottiene un brevetto relativo alla macchina per comporre.
«segue 1844»

Almanacchi

«segue da 1833»
1843
Almanacco popolare:
- L'interesse accieca tutti, Almanacco per l'anno 1843

Almanacco speciale o Annuario:
- Almanacco Ecclesiastico
(S. Angiola Merici)

«segue 1848»

Accademia della Crusca

«segue da 1811»
1843, si inizia un'altra edizione del Vocabolario il cui primo volume uscirà nel 1863;
«segue 1863»

Italia

1843, Venezia, l'Austria apre la Scuola tecnica superiore, con corsi della durata di tre anni.

La "Vera storia"

Nel XIX secolo schiere di archeologi si sentono spinti a recarsi nelle terre dell'antico Oriente; e si viene a una serie di entusiasmanti scoperte ovunque: in Egitto, in Mesopotamia, in Asia Minore e i Palestina.
Con essi comincia a prendere forma la "vera storia":
- 1843, P.-É. Botta riporta alla luce Khorsabäd sul Tigri, la residenza di Sargon, potente sovrano dell'Assiria;
- 1845, Layard scopre Nimrud (Kalach),
- ?, H. C. Rawlinson scopre la metropoli assira di Ninive;
- J.-F. Champollion riesce a decifrare i geroglifici egizi;
- dopo il 1850, H. C. Rawlinson e altri studiosi sciolgono l'enigma dei caratteri cuneiformi;
- 1870, H. Schliemann scopre nove strati dell'antica Troia;
- 1873, … trova il tesoro di Priamo,
- 1873, … le tombe regali di Micene con il loro ricco corredo…
- ecc.
[Werner Keller, La civiltà etrusca, Garzanti 1971]

Nuova Ricerca