©

Il Viandante

in rete dal 1996


Se ti siamo stati utili effettua una

Nuova Ricerca

Papa Gregorio XVI
(1831-46)

- segretario di Stato nonché responsabile dell'Entità: card. L. Lambruschini;

Gesuiti

«segue da 1841»
[preposito generale: p. G.F. Roothaan (?-?)]
1842, nell'antico convento di Chiari (Brescia), viene aperto un altro convitto (dopo qualche anno la scuola passerà a Brescia);
«segue 1843»

Irvingianesimo

«segue da 1832»
1842, il culto assume molti elementi del rito e della dottrina cattolica; Irving viene però tenuto in disparte e non ha funzioni direttive nella chiesa;
«segue 1901»

Libro dei morti

1842, K.R. Lepsius cura la prima edizione di questo libro, dal titolo convenzionale, che designa una raccolta di formule magico-funerarie, scritte su papiro, chiamata dagli antichi egizi Libro dell'uscire alla luce;
ne fissa anche la numerazione, ormai accettata, delle formule o "capitoli".
Il libro cominciò ad essere deposto nelle tombe a partire dalla XVIII dinastia (sec. XVI a.C.): veniva appoggiato sul sarcofago oppure messo tra le bende che avvolgevano il morto;
destinati ad assicurare un aldilà senza incertezze, i manoscritti del Libro dei morti, scritti dapprima in geroglifico corsivo, dalla XXI dinastia in ieratico e poi in demotico, sono pervenuti in gran copia perlopiù illustrati con vignette, spesso vere miniature, relative al contesto delle formule, la cui disposizione e scelta non divenne stabile, fino all'epoca tarda;
i temi non sempre originali erano incentrati sul mito di Osiride, signore dell'oltretomba, sul giudizio del defunto (psicostasia) e sulla sua esistenza dopo la morte.
Per il Bar-do Thos-grol (libro dei morti tibetano, sec VIII d.C.)
vedi: Rigs-hdzin Kar-ma gLin-pa, mitico scopritore di tesori.

«Junges Deutschland» (Giovane Germania)

«segue da 1838»
1842, alla fine di febbraio Federico Guglielmo IV di Prussia abolisce le misure di polizia contro i "giovani tedeschi".

ANNO 1842

Estate: eclissi di sole.






1842
Deutscher Bund*
(Confederazione Germanica)
1815 8 giugno - 23 agosto 1866
[Unione, con vincoli assai blandi,
di trentacinque stati sovrani.]
 
Impero d'Austria (escluse le regioni polacche o ungheresi)
Ferdinando I (Vienna 1793-Praga 1875)
figlio primogenito di Francesco I e di Maria Teresa di Borbone-Napoli;
1835-48, imperatore d'Austria;
- Cancelliere:
- Ministro degli Esteri: principe di Metternich-Winneburg (1809-48);
1814-15, congresso di Vienna: la perdita dei Paesi Bassi è stata compensata dalla creazione del Regno del Lombardo Veneto e dall'acquisto del Salisburghese e del Tirolo;
1842
l'imperatore, in quanto soggetto ad attacchi di epilessia, è affiancato nel governo da una sorta di consiglio di reggenza, la "Staatconferenz", il vero organo decisionale dove l'antiliberale ministro degli esteri ha la parte preminente;
Albero genealogico
 
Regno di Prussia (escluse le terre polacche)
Federico Guglielmo IV (Berlino 1795-Sans-Souci, Potsdam 1861)
figlio di Federico Guglielmo III e di Luisa Augusta di Meclemburgo-Strelitz;
1840-61, re di Prussia;
1814-15, congresso di Vienna: la Prussia ha ottenuto cospicui ingrandimenti territoriali nelle regioni renane;
1842
-

Albero genealogico
 
Regno di Baviera
Ludwig I (Strasburgo 1786-Nizza 1868)
figlio del re Maximilian I Joseph e della langravina Auguste Wilhelmine von Hesse-Darmstadt;
1806, serve negli eserciti napoleonici;
1809, serve negli eserciti napoleonici;
1813-15, combatte nella guerra d'indipendenza nazionale tedesca contro la Francia;
1825-48, re di Baviera;
1814-15, congresso di Vienna: la Baviera continua a dominare la Franconia e la Svevia. Ha dovuto invece restituire il Tirolo all'imperatore d'Austria.
1842
-
 
Regno di Hannover

Ernst August I (Londra 1771-Hannover 1851)
quintogenito di re Giorgio III d'Inghilterra e di Carlotta Sofia di Mecklenburg-Strelitz;
1799-51, duca di Cumberland;
1837-51, re di Hannover;
1842
sin dall'inizio regna da monarca assoluto, dopo aver abolito la costituzione del 1833;

Albero genealogico
 
Regno di Sassonia
Friedrich August II (Dresda 1797-Brennbüchel, Tirolo 1854)
figlio di Maximilian e di Carolina di Parma;
1830, viene associato al trono dello zio Antonio;
1836-54, re di Sassonia;
1842
-
Albero genealogico
 
Regno di Württemberg 
Wilhelm I (Lübben 1781 - Schloß Rosenstein 1864)
figlio del re Friedrich I e della duchessa Auguste von Braunschweig-Wolfenbüttel;
1803-1805, principe elettore di Württemberg;
1816-1864, re di Württemberg;
1842
-
Albero genealogico
 
In tutto 35 stati sovrani compresi i seguenti:
Elettorato
Elettorato di Assia-Kassel
Wilhelm II (Hanau 1777 - Frankfurt 1847)
figlio del pr. elettore Wilhelm I e della p.ssa Caroline di Danimarca;
1821-47, principe elettore di Hessen;
1842
-
Albero genealogico
 
Granducati
Granducato di Assia
Ludwig II (Darmstadt 1777 - Darmstadt 1848)
figlio del granduca Ludwig I e della langravina Luise di Hesse-Darmstadt;
1830-48, granduca di Hessen und bei Rhein;
1842
-
Albero genealogico
 
Granducato di Baden
Leopoldo (Karlsruhe 1790 - Karlsruhe 1852)
figlio del granduca Karl Friedrich e di Luise Karoline Geyer von Geyersberg;
1830-52, granduca di Baden;
1842
-
Albero genealogico
 
Granducato di Lussemburgo
Willelm II (The Hague 1792 - Tillburg 1849)
figlio del re Willelm I e della p.ssa Wilhelmine di Prussia;
1840-49, re dei Paesi Bassi e granduca di Lussemburgo;
1842
-
Albero genealogico
 
Granducato di Meclemburgo-Schwerin
Paul Friedrich (Ludwigslust 1800 - Schwerin 1842)
figlio del pr.ered. Friedrich Ludwig e della grand.ssa Elena Pavlovna di Russia;
1837-42, granduca di Mecklenburg-Schwerin;
1842
-
Albero genealogico
 
Friedrich Franz II (Ludwigslust 1823 - Schwerin 1883)
figlio del granduca Paul Friedrich e della p.ssa Alexandrine di Prussia;
1842-83, granduca di Mecklenburg-Schwerin;
1842
-
Albero genealogico
 
Granducato di Meclemburgo-Strelitz
Georg (Hannover 1779 - Schweizerhaus, vicino Neustrelitz 1860)
figlio del granduca Karl II e della langravina Friederike von Hessen-Darmstadt;
1816-60, granduca di Mecklenburg-Strelitz;
1842
-
Albero genealogico
 
Granducato di Oldenburg
August (Rastede 1783 - Oldenburg 1853)
figlio di Peter I e della d.ssa Friederike di Württemberg;
1829-53, granduca di Oldenburg;
1841
-
Albero genealogico
 
Granducato di Sassonia-Weimar-Eisenach

Karl Friedrich (Weimar 1783 - Belvedere, vicino Weimar 1853)
figlio del granduca Karl August e della c.ssa Luise von Hessen-Darmstadt;
1828-53, granduca di Sassonia-Weimar-Eisenach;
1842
-

Albero genealogico
 
Ducati
Ducato di Braunschweig
Wilhelm (Braunschweig 1806 - Schloss Sibyllenort 1884)
figlio del duca Friedrich Wilhelm e della p.ssa Marie von Baden;
1830-84, duca di Braunschweig;
1842
-
Albero genealogico
 
Ducato di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg
Karl (Gottorp 1813 - Luisenlund 1878)
figlio del duca Wilhelm e della langravina Luise von Hessen-Kassel;
1831-63, duca di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg;
1842
-
Albero genealogico
 
Ducato di Lauenburg
Ducato di Limburgo
Ducato di Nassau
Adolf (castello di Biebrich in Wiesbaden 1817 - castello di Hohenburg vicino Lenggries 1905)
figlio del duca Wilhelm e della p.ssa Luise di Saxe-Altenburg;
1839-66, duca di Nassau;
1842
-
Albero genealogico
 
Ducato di Sassonia-Altenburg
Joseph (Hildburghausen 1789 - Altenburg 1868)
figlio del duca Friedrich e della d.ssa Charlotte von Mecklenburg-Strelitz;
1780-1826, duca di Sassonia-Hildburghausen;
1834-48, duca di Sassonia-Altenburg;
1842
-
Albero genealogico
 
Ducato di Sassonia-Coburgo-Gotha
Ernst I (Coburg 1784 - Gotha 1844)
figlio del duca Franz e della c.ssa Auguste Reuss zu Ebersdorf;
1806-26, duca di Sassonia-Coburgo-Saalfeld;
1826-44, duca di Sassonia-Coburgo-Gotha;
1842
-
Albero genealogico
 
Ducato di Sassonia-Meiningen
Bernhard II (Meiningen 1800 - Meiningen 1882)
figlio del duca Georg I e della p.ssa Luise Eleonore zu Hohenlohe-Langenburg;
1803-66, duca di Sassonia-Meiningen;
1842
-
Albero genealogico
 
Principati
Principato di Assia-Homburg
Philipp (Homburg 1779 - Homburg 1846)
figlio del principe Friedrich V e della langravina Karoline von Hessen-Darmstadt;
1839-46, principe di Assia-Homburg;
1842
-
Albero genealogico
 
Principato di Hohenzollern-Hechingen

Konstantin (Sagan 1801 - Schloss Polnisch-Klettkau 1869)
figlio del principe Friedrich e della p.ssa Pauline Biron von Kurland;
1838-49, principe di Hohenzollern-Hechingen;
1842
-

Albero genealogico
 
Principato di Hohenzollern-Sigmaringen
Karl (Sigmaringen 1785 - Bologna 1853)
figlio del principe Anton Alois e della p.ssa Amalie Zephyrine zu Salm-Kyrburg;
1831-48, principe di Hohenzollern-Sigmaringen;
1842
-
Albero genealogico
 
Principato di Liechtenstein
Aloisio II (Wien 1796 - Lednice (Eisgrub), Moravia 1858)
figlio del principe Johann I e della ldgfn Josephine Sophie zu Fürstenberg-Weitra;
1836-58, principe von und zu Liechtenstein;
1842
-
Albero genealogico
 
Principato di Lippe
Leopold II (Detmold 1796 - Detmold 1851)
figlio del principe Leopold I e della p.ssa Pauline Christine von Anhalt-Bernburg;
1809-51, principe di Lippe-Detmol;
1842
-
Albero genealogico
 
Principato di Reuss-Greiz
Heinrich XX (Offenbach 1794 - Greiz 1859)
figlio del principe Heinrich XIII e della p.ssa Luise Pss von Nassau-Weilburg;
1836-59, principe di Reuss-Greiz;
1842
-
Albero genealogico
 
Principato di Reuss-Schleiz
Heinrich LXII (Schleiz 1785 - Gera 1854)
figlio del conte Heinrich XLII e della p.ssa Karoline Henriette zu Hohenlohe-Kirchberg;
1818-54, principe di Reuss-Schleiz;
1842
-
Albero genealogico
 
Principato Schaumburg-Lippe
Georg (Bückeburg 1784 - Bückeburg 1860)
figlio del conte Philipp II e della langravina Juliane von Hessen-Philippsthal;
1806-60, principe di Schaumburg-Lippe;
1842
-
Albero genealogico
 
Principato di Schwarzburg-Rudolstadt
Friedrich Günther I (Rudolstadt 1793 - Schloss Heidecksburg 1867)
figlio del principe Ludwig Friedrich II e della ldgvne Karoline di Hesse-Homburg;
1807-67, principe di Schwarzburg-Rudolstadt;
1842
-
Albero genealogico
 
Principato di Schwarzburg-Sondershausen
Günther Friedrich Karl II (Sondershausen 1801 - Sondershausen 1889)
figlio del principe Günther Friedrich Karl I e della p.ssa Karoline von Schwarzburg-Rudolstadt;
1835-80, principe di Schwarzburg-Sondershausen;
1842
-
Albero genealogico
 
Principato di Waldeck e Pyrmont
Georg Friedrich Heinrich (Weil 1789 - Arolsen 1845)
figlio del principe Georg e della p.ssa Auguste von Schwarzburg-Sondershausen;
1813-45, principe di Waldeck e Pyrmont;
1842
-
Albero genealogico
 
Città libere e anseatiche
Francoforte sul Meno
Brema
Amburgo
Lubecca
*Bund in tedesco significa tanto confederazione quanto federazione.
[Fino al 1847 costituirà poco più di una cassa di risonanza, in Germania, della politica del cancelliere austriaco principe di Metternich-Winneburg.]

 


1842
REGNO di POLONIA
(Regno del Congresso)
[capitale Varsavia]
 
 
1842
dopo la repressione scatenata nel 1831 da Nicola I, la costituzione del 1815 e l'autonomia amministrativa sono state abolite, l'esercito dissolto, …



1842
Repubblica di Cracovia
 
 
1842
-


1842
Regno di Ungheria
[All'inizio dell'800 in tutto il regno, che si estende anche alla Slovacchia, alla Transilvania e alla Vojvodina, solo 3 milioni di abitanti su 10 sono di nazionalità ungherese.]
 
1842
Budapest,
CROAZIA [dal 1096 fino al sec. XIX fa parte della corona ungherese; dal 1102 al 1918 l'Ungheria segnerà in maniera decisiva la storia croata; nel XIII secolo si stacca la Slavonia che ottiene un bano e una dieta propri.
Dal 1390 al 1409 fa parte, assieme alla Bosnia, del Regno di Croazia e di Dalmazia; dal 1409 ritorna a far parte dell'Ungheria.
Dopo aver fatto parte delle Province Illiriche (1809-1821), nel 1822 la Croazia del bano (o "Croazia civile") viene nuovamente annessa all'Ungheria.]
1842
violenti scontri di piazza tra i fautori del partito filoungherese ["magiaroni"] e quelli del partito illirico surriscaldano l'atmosfera, tanto da spingere gli ungheresi, con il radicale Lajos Kossuth in testa, ad accusare di tendenze panslavistiche perfino il governo di principe di Metternich-Winneburg.
In effetti il governo di Vienna ha inizialmente appoggiato il movimento di Ljudevit Gaj per indebolire gli ungheresi e per non favoririe tra gli slavi meridionali simpatie filorusse; ora però comincia a rendersi conto di aver suscitato una forza potenzialmente più pericolosa dello stesso nazionalismo magiaro.

[Joze Pirjevec, Serbi, Croati, Sloveni - Storia di tre nazioni, Universale Paperbacks, Il Mulino, Bologna 1995]
BOSNIA [Dal 1390 al 1409 fa parte, assieme alla Croazia, del Regno di Croazia e di Dalmazia; dal 1409 ritorna a far parte dell'Ungheria]
1842
-




1842
Mihailo III Obrenovic
Albero genealogico
(Kragujevac 1823 - Kosutnjak, Belgrado 1868)
figlio secondogenito di Miloš Obrenovic;
1839-42, 1860-68, principe di Serbia;
1842
il sultano ha ratificato l'elezione ma ha nominato Petronievic e Vuicic al suo fianco come reggenti;
è costretto ad abdicare dai sostenitori della dinastia rivale dei Karagjeorgjevic;

Alessandro Karagjorgjevic
Albero genealogico

(Topola, Belgrado 1806 - Timisoara 1885)
figlio di Karagjorgje, segue in esilio il padre e milita nell'esercito russo;
1839, in seguito alla deposizione di Miloš Obrenovic, manovra in modo da essere eletto principe dall'assemblea nazionale (Skupština);
1842-58, principe di Serbia;
dopo l'allontanamento di Mihailo III Obrenovic; il sultano ratifica anche questa elezione;

1842
-

1842
Montenegro
Petar II Njegoš
Albero genealogico

(1813 - 1851)
nipote di Petar I Petrovic Njegoš;
1830-51, vladika di Cettigne;
[vladika=metropolita ortodosso, principe vescovo]
appena 17enne, succede allo zio;

1842
-






1842
REGNO di GRECIA

Ottone I

Albero genealogico

(Salisburgo 1815 - Bamberga 1867)
secondogenito di Luigi I re di Baviera;
1832-62, re dei greci;

 
1842
i greci rimangono esclusi dalla direzione politica del paese;




1842
IMPERO OTTOMANO

'Abd ul-Mejid I

Albero genealogico

(23 aprile 1823 – 25 giugno 1861)
figlio di Mahmud II;
1839-61, XXXI sultano;


1842
-





1842
RUSSIA
 
Nicola I Romanov
Albero genealogico

(Carskoe Selo, Pietroburgo 1796 - Pietroburgo 1855)
terzogenito di Paolo I e di Maria Fëdorovna;
1825-55, zar di Russia;
- dal 1832 vigilanza poliziesca sulla stampa, sulla pubblica istruzione e in generale sulla cultura;

 
Ministro degli Esteri
K.V. Nessel'rode
(1816 - 1856)
1842
una legge consente ai proprietari e ai contadini di tentare di trovare un accordo tra loro;


-
1842
-
 
Granducato di Finlandia
[relativamente autonomo]
- dal 1809, in seguito alla pace di Tilsit e al trattato di Fredrikshamn;
1842
-






1842
FRANCIA
Luigi Filippo d'Orléans
Albero genealogico

(Parigi 1773 - Claremont, Londra 1850)
primogenito di Luigi Filippo Giuseppe duca di Orléans e di Luisa Maria Adelaide di Borbone Penthiève;
1785-93, duca di Chartres;
1793-1830, duca di Orléans;
1807-30, duca di Montpensier;
1830-48, re dei francesi;

Camera dei Pari
[Carta del 1830]
Étienne-Denis Pasquier
duca
(1830 3 ago - 24 feb 1848)
Camera dei deputati
[Carta del 1830]
 
 
Primo ministro
mar.llo N.-J. Soult
III
(1840 29 ott - 18 set 1847)
Affari Esteri
F.-P.-G. Guizot
(1840 29 ott - 23 feb 1848)*
Interno

C.-M.-T. Duchâtel
conte
(1840 29 ott - 24 feb 1848)

sottosegr. di stato
A.-F. Passy
(1840 29 ott - 24 feb 1848)

Educazione pubblica  
Giustizia e Affari religiosi
N. Martin
(1840 29 ott - 12 mar 1847)
Finanze
G. Humann
(1840 29 ott - 25 apr 1842)
J.-P.-J. Lacave-Laplagne
(1842 25 apr - 9 mag 1847)
Agricoltura e Commercio
L. Cunin
(1840 29 ott - 24 feb 1848)
Lavori pubblici
J.-B. Teste
(1840 29 ott - 16 dic 1843)
Guerra

mar.llo N.-J. Soult
(1840 29 ott - 10 nov 1845)

Marina e Colonie  
*La vera anima del ministero.
1842
-

1842

Carlo Luigi Napoleone Bonaparte

Albero genealogico

(Parigi 1808 - Chislehurst, Kent 1873)
figlio terzogenito (Carlo Luigi Napoleone Bonaparte) di Luigi Bonaparte re d'Olanda (1806-10) e di Ortensia Beauharnais;
Delle idee napoleoniche (1839)
1842
dal 1840 è rinchiuso nella fortezza di Ham, condannato alla detenzione perpetua;


1852-70, imperatore dei francesi (Napoleone III);


1842
REGNO dei PAESI BASSI
Guglielmo II

Albero genealogico

Frédéric-Georges-Louis (1792-1849)
figlio di Guglielmo I e di Federica Luisa di Hohenzollern;
1840-49, re dei Paesi Bassi e granduca di Lussemburgo (Guglielmo II);
[dopo l'abdicazione del padre.]


Primo ministro
-
1842
-
 

a



1842
REGNO del BELGIO

Leopoldo I

Albero genealogico

(1790 - 1865)
figlio di Francesco Federico duca di Sassonia-Coburgo-Saalfeld e di Carl. di Reuss d'Ebersd;
[dal 1830 il Belgio è indipendente e dal 1939, con il "trattato dei ventiquattro articoli" che, tra l'altro, gli ha imposto uno statuto di neutralità assoluta, è riconosciuto definitivamente come paese indipendente dall'Olanda e dalle potenze.]
1831-65, re dei belgi;



 
Primo ministro
-

1842
I liberali, ben presto allarmati dall'invadenza cattolica nel settore scolastico, riescono ad imporre ai cattolici una legge di compromesso che amplia notevolmente l'intervento dello stato.

La nomina degli istitutori nelle scuole primarie dipende dal Consiglio comunale (ai sensi dell'art. 84, n. 6, della legge comunale del 30 marzo 1836), il quale li deve scegliere tra i candidati che hanno frequentato con profitto almeno per due anni i corsi di una delle scuole normali dello Stato, i corsi aggiunti dal Governo ad una delle scuole primarie superiori, o quelli d'una scuola normale privata che abbia accettato il regime d'ispezione dello Stato; ma fino ad ora il Governo possiede soltanto due scuole normali, dirette anch'esse da ecclesiastici, mentre (oltre a cinque sezioni normali fondate presso alcune scuole seocondarie) sette scuole episcopali sono autorizzate legalmente a preparare i candidati per l'insegnamento primario.

Settembre
13
, il disegno di legge del ministro Nothomb sull'insegnamento primario, presentato ancora nel 1834, riceve soltanto ora una deliberazione definitiva; vengono fondate delle scuole primarie, ma soltanto per ragazzi, e due scuole normali per formare dei maestri;
nella legge si sanziona il principio che il clero interviene come autorità nella scuola primaria, la quale è sottoposta alla sua ispezione;
l'insegnamento della religione e della morale viene impartito, secondo questa legge, dai ministri del culto professato dalla maggioranza degli allievi, cioè per i cattolici;
viene così ribaltato il concetto di separazione della Chiesa dallo Stato;


a






1842
Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda
Vittoria
Albero genealogico

(Londra 1819-Osborne, isola di Wight 1901)
figlia di Edoardo duca di Kent e di Vittoria Maria Luisa di Sassonia-Coburgo-Gotha;
1820, alla morte del padre è posta sotto la tutela dello zio materno Leopoldo di Sassonia-Coburgo-Saalfeld (futuro Leopoldo I del Belgio);
1837-1901, regina del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda;
succeduta alla morte dello zio Guglielmo IV morto senza eredi legittimi;
dal febbraio 1840 è sposata con l'amatissimo cugino Alberto di Sassonia-Coburgo-Gotha;
1842
-



Primo lord
del Tesoro
[First Lord
of the Treasury
]
sir R. Peel Tory
(1841 30 ago - 27 giu 1846)
Cancelliere dello Scacchiere
[Chancellor
of the Exchequer
]
Henry Goulburn
(1841 3 set - 27 giu 1846)
Segretari di Stato
 
Affari Esteri e
Commonwealth
G.G. Aberdeen
(1841 - ?)
 
Affari Interni
-
Giustizia
-
Colonie
E.G. Stanley
conte di Derby
(1841 - 1844)

1842
-

1842
-




1842
REGNO di DANIMARCA
Cristiano VIII
Albero genealogico
(Copenaghen 1786-1848)
figlio di Federico (fratello di Cristiano VII) e di Sofia di Mecklenburg-Schwerin;
1814(17 mag-ott),re di Norvegia(Cristiano Federico);
si ritira poi in Danimarca dove si dedica a studi scientifici;
1839-48, re di Danimarca;



1842
-

ISLANDA

1842
-

1842
REGNO di SVEZIA e NORVEGIA
Carlo XIV
Albero genealogico

(Pau 1763 - Stoccolma 1844)
[Charles-Jean-Baptiste-Jules Bernadotte, adottato da Carlo XIII]
1818-44, re di Svezia e Norvegia;
[già dal 1810 ha assunto di fatto la direzione della politica svedese e posto le basi per la creazione di una moderna monarchia costituzionale.]


SVEZIA
1842
-
NORVEGIA
1842
-





1842
REGNO di PORTOGALLO
Maria II
Albero genealogico
(Rio de Janeiro 1819 - Lisbona 1853)
figlia di Pietro I;
1826-53, regina di Portogallo;


Ministro degli Interni

-

1842
-

a


1842
REGNO di SPAGNA
Isabella II
Albero genealogico

(1830 - 1904)
figlia di Ferdinando VII e di Maria Cristina di Napoli;
1833-68, regina di Spagna;
[reggente la madre (1833-41)]
Prima guerra carlista (1834-39);




Primo Ministro
e Reggente
B. Espartero
(1841 - 1843)

1842
-









1842
REGNO DI SARDEGNA
Carlo Alberto
Albero genealogico

(Torino 1798 - Oporto 1849)
figlio di Carlo Emanuele di Savoia principe di Carignano e di Albertina Maria Cristina di Sassonia;
1800-31, 7° principe di Carignano;
1831-49, re di Sardegna;
G. Mazzini e G. Garibaldi
sono stati condannati a morte in contumacia –

1842
favorisce l'Associazione agraria, appena fondata, che diventerà uno dei centri propulsori del rinnovamento dell'economia piemontese ed avrà una funzione di rilievo nella formazione del movimento liberale democratico;

SARDEGNA
dal 1839 sono stati aboliti i diritti feudali;



1842
ducato di Modena e Reggio
Francesco IV d'Austria-Este
Albero genealogico

(Milano 1779 - Modena 1846)
figlio dell'arciduca Ferdinando d'Absburgo e di Maria Beatrice d'Este;
1814-46, duca di Modena e Reggio;

1842
dal 1829 ha aggregato ai suoi stati Massa e Carrara, che gli danno lo sbocco sul mare;



1842
ducato di Parma, Piacenza e Guastalla
Maria Luisa d'Austria 
Albero genealogico

(Wien 1791 - Parma/Wien 1847)
figlia di Francesco I e di Maria Teresa di Borbone-Due Sicilie;
1810, sposa Napoleone I († 5 mag 1821);
1811, 21 marzo, nasce Napoléon-François-Charles-Joseph;
[dal 1818 duca di Reichstadt] († Schönbrunn 22 lug 1832)
1814-47, duchessa di Parma, Piacenza e Guastalla;
1821, sposa il generale austriaco conte A.A. von Neipperg († 22.2.1829)
dal 22.2.1829 è vedova per la seconda volta;
dal 17.2.1834 è sposata con il conte Ch.-R. de Bombelles (1785 - 1856);

1842
-


1842
Granducato di Toscana
Leopoldo II di Lorena
Albero genealogico
(Firenze 1797-1870)
primogenito di Ferdinando III di Lorena e di Maria Luisa Amalia di Borbone-Napoli;
1817, sposa Maria Anna Carolina di Sassonia († ?)
1833, sposa in seconde nozze Maria Antonietta di Borbone-Napoli († 1898) [interamente nelle mani dei preti]
1824-59, granduca di Toscana;
-

1842
-

1842
ducato di Lucca
Carlo Ludovico
Albero genealogico
(Parma 1799 - Nizza 1883)
figlio di Ludovico I e di Maria Luisa di Borbone-Spagna;
1803-07, re d'Etruria (Ludovico II);
1820, sposa Maria Teresa di Savoia, figlia di Vittorio Emanuele I;
1824-47, duca di Lucca;
succeduto alla madre, si disinteressa degli affari di stato che lascia in mano ad avventurieri, come l'inglese Ward, dedicandosi soprattutto a lunghi viaggi all'estero e ad esperienze mistico-religiose (per qualche tempo simpatizzerà pure per il protestantesimo);


1847-49, duca di Parma e Piacenza (Carlo II Ludovico)

1842
-


1842
REGNO DELLE DUE SICILIE
Ferdinando II
Albero genealogico

(Palermo 1810 - Caserta 1859)
figlio di Francesco I re delle Due Sicilie e dell'infanta di Spagna Maria Isabella di Borbone;
1830-59, re delle Due Sicilie;



NAPOLI
1842
con il ministro di polizia S. del Carretto reprime duramente il movimento liberale;


SICILIA
1842
dal 1817 la Sicilia è stata annessa al Regno di Napoli, la costituzione definitivamente soppressa e il popolo siciliano privato di tutte le sue libertà.







BRITISH NORTH AMERICA
[Nord America Britannico]
Governatore generale
Charles Bagot
(1841 - 1843)
-
-

1842
Periodo di depressione economica (1841-43): l'assenza di tariffe protettive e l'avvento della competizione selvaggia rende duri gli anni 1840.

Nel periodo 1820-42 tutte le province hanno sperimentato un acuirsi del conflitto tra i vari family compact e i nuovi settori sociali che ambiscono a diventare parte di un nuovo e più allargato ceto dirigente.

Agosto
9
, trattato Ashburton-Webster, Stati Uniti e Gran Bretagna raggiungono un accordo sui rispettivi confini di New Brunswick e Maine, Canada Est e New Hampshire, e Canada Ovest e il futuro (1858) stato del Minnesota.








 

 


PROVINCIA DEL CANADA
[Aggiunta alle altre province britanniche nel 1763, include la regione sulle due rive del fiume San Lorenzo grossolanamente delimitate da Anticosti a est e il Lago Nipissing a ovest.
Dal 7 nov 1763 la provincia (ex Canada francese) è stata divisa formalmente in tre distretti: Québec, Trois-Rivières, Montréal.
Nel 1791 la provincia è stata separata in due parti:
Basso Canada (francofoni) e Alto Canada (lealisti).
Nel 1841, con l'Act of Union sono stati nominati due primi ministri ma Canada Est e Canada Ovest continuano ad andare ognuna per la sua strada. Il sistema dura ben 25 anni (1842-67).]
[le due leaderschip sono espresse dallo stesso partito e quindi si ha un governo riformista moderato]
BASSO CANADA [o Canada Est]
Primo ministro
Louis-Hyppolite La Fontaine
(1842 - 1843)
Vescovo di Montréal
Ignace Bourget
(1840 - 1876)

1842
-

Nuovo primo ministro francofono è Louis-Hyppolite La Fontaine (1807-1864).

 

 

ALTO CANADA [o Canada Ovest]
Primo ministro
Robert Balwin
(1842 - 1843)

1842
-

Nuovo primo ministro anglofono è Robert Balwin (1804-1858).

 

 

 

 

 

TERRANOVA
Governatore della provincia
John Harvey
(1841 - 1846)

1842
Agosto
12, per evitare la deflagrazione di una vera e propria guerra etnico sociale nell'isola, con il Newfoundland Act Londra sospende temporaneamente il parlamento provinciale.
[Per lo stesso motivo dieci anni prima era stato istituito.]

 

ISOLA DEL PRINCIPE EDOARDO
Governatore della provincia
Henry V. Huntley
(1841 - 1847)

1842
soltanto la mediazione del governatore Charles Aughustus FitzRoy (1796-1858) riesce ad evitare che il conflitto tra gli "aristocratici", i riformatori e i populisti dell'Escheat Party (che vogliono che la terra sia redistribuita tra coloro che la abitano e la lavorano) si trasformi in una vera e propria ribellione armata.

 

NEW BRUNSWICK
Governatore della provincia
William M.G. Colebrooke
(1841 - 1848)

1842
una funzione simile di mediazione svolge il governatore John Harvey (1778-1852) – già predecessore di Charles Aughustus FitzRoy all'Isola del Principe Edoardo.

 

 

NOVA SCOTIA
Governatore della provincia
Lucius Bentinck
visconte Falkland
(1840 - 1846)

1842
la separazione tanto etnica quanto geografica tra le varie comunità evita la focalizzaione del conflitto politico su temi potenzialmente unificanti.

Per circa un anno e mezzo (1842 gen-apr 1843) il mazziniano parmense Antonio Carlo Napoleone Gallenga (1810-1895), che ha assunto il nome di Louis Mariotti, insegna lingue moderne (tra cui l'italiano) al King's College di Windsor, in Nova Scotia.
[Respinto dal clima e, a sua detta, dalla chiusura della società locale, sarà ben lieto di tornarsene in Gran Bretagna, dove diverrà cittadino britannico e sarà per molti anni corrispondente estero del «Times».
Quando se ne andrà, sarà rimpiazzato da un certo Mantovani (fl.1842-1852), un lombardo, che rimarrà al King's College fino al 1852.]

 


UNIONE degli STATI UNITI d'AMERICA
Presidente degli Stati Uniti
J. Tyler [10°]
(1841 4 apr - 4 mar 1845)
[Whig]
Vicepresidente
-
Segretario di Stato
[Ministro degli Esteri]
Ministro del Tesoro
-
Ministro della Guerra
-
Presidente della Corte Suprema
R.B. Taney
(1836 15 mar - 12 ott 1864)
[Partito whig-repubblicano]

1842
Gennaio
guerra contro i seminole (1835-42): dopo aver comportato grosse operazioni nelle paludi della FLORIDA, è costata agli Stati Uniti 1500 uomini e 50 Mni di dollari.

Agosto
9
, trattato Ashburton-Webster, Stati Uniti e Gran Bretagna raggiungono un accordo sui rispettivi confini di NEW BRUNSWICK e MAINE, Canada Est e NEW HAMPSHIRE, e Canada Ovest e il futuro (1858) stato del MINNESOTA.

Lo stesso mese i whig scelgono la via del "protezionismo"; viene così approvata una legge tariffaria che eleva le aliquote all'incirca al livello del 1832, vale a dire molto al disopra del 20%, mentre respinge chiaramente la "distribuzione".
J. Tyler è contrario alle tariffe alte, ma firma a malincuore il progetto perché occorrono urgentemente nuove entrate.

Causa Prigg contro PENNSYLVANIA: la Corte suprema sostiene che una legge statale del genere – Fugitive Slave Act (1793) – è incostituzionale, ma contemporaneamente decide che, essendo l'esecuzione della clausola della Costituzione sugli schiavi di esclusiva pertinenza del potere federale, le autorità statali non sono tenute a collaborare.
Ciò comporta l'adozione di nuove e più rigorose leggi sulla libertà personale.

[Maldwyn A. Jones, Storia degli Stati Uniti, Bompiani 1984.]

 




[01] DELAWARE [dal 7 dicembre 1787] - cap. Dover
[Primo stato a ratificare la Costituzione degli Stati Uniti d'America.
Non esistono collegamenti fra chiesa e stato e una grande libertà religiosa si è affermata sin dall'inizio.]
Governatore
-

1842
-

 

[02] PENNSYLVANIA [dal 12 dicembre 1787] - cap. Harrisburg
[Non esistono collegamenti fra chiesa e stato e una grande libertà religiosa si è affermata sin dall'inizio.]
Governatore
-

1842
-

 

[03] NEW JERSEY [dal 18 dicembre 1787] - cap. Trenton
[Non esistono collegamenti fra chiesa e stato e una grande libertà religiosa si è affermata sin dall'inizio.]
Governatore
-

1842
-

 

[04] GEORGIA [dal 2 gennaio 1788] - cap. Atlanta
[Già ammesso nel 1780 ma ratificato solo il 2 gennaio 1788.]
Governatore
-

1842
-


 


[05] CONNECTICUT [dal 4 gennaio 1788] - cap. Hartford
Governatore
-

1842
-

[06] MASSACHUSETTS [dal 6 febbraio 1788] - cap. Boston
Governatore
-

1842
-



[07] MARYLAND [dal 28 aprile 1788] - cap. Annapolis
Governatore
-

1842
-



 






[08] SOUTH CAROLINA [dal 23 maggio 1788] - cap. Columbia
Governatore
-

1842
-

 


[09] NEW HAMPSHIRE [dal 21 giugno 1788] - cap. Concord
Governatore
-

1842
-

 





[10] VIRGINIA [dal 26 giugno 1788] - cap. Richmond
Governatore
-

1842
-

 





[11] NEW YORK [dal 26 luglio 1788] - cap. Albany
[L'anglicanesimo è la religione di stato in quattro contee.]
Governatore
-

1842
-

 

[12] NORTH CAROLINA [dal 21 novembre 1789] - cap. Raleigh
[Tratto di terre immediatamente a sud della Virginia, attorno allo stretto di Albemarle.]
Governatore
-

1842
-

[13] RHODE ISLAND [dal 29 maggio 1790] - cap. Providence
Governatore
-

1842
-


[14] VERMONT [dal 4 marzo 1791] - cap. Montpelier
Governatore
-

1842
-


[15] KENTUCKY [dal 1° giugno 1792] - cap. Frankfort
Governatore
-
-

1842
-


[16] TENNESSEE [dal 1° giugno 1796] - cap. Nashville
Governatore
-
-

1842
-

 





[17] OHIO [dal 1° marzo 1803] - cap. Columbus
Governatore
-
-

1842
-

[18] LOUISIANA [dal 30 aprile 1812] - cap. Baton Rouge
- 1819, Trattato Adams-Onís: stabilisce il confine con il MESSICO spagnolo: va dal fiume Sabine, nel TEXAS orientale, fino al 42° parallelo (futuro confine settentrionale della CALIFORNIA) e da quel punto, verso ovest, fino al Pacifico.
Governatore
-

1842
-

 

 


[19] INDIANA [dal 11 dicembre 1816] - cap. Indianapolis
Governatore
-
-

1842
-

 


[-] FLORIDA [Territorio autonomo dal 1821]
Nel 1819, con il Trattato Adams-Onís è stata completamente ceduta agli Stati Uniti dalla Spagna.
Governatore
-
-

1842
guerra contro i seminole in Florida: (1835-42).
Si conclude la guerra contro i seminole, che pone termine alle guerre indiane a est del Mississippi.

 


[20] MISSISSIPPI [dal 10 dicembre 1817] cap. Jackson
Governatore
-
-

1842
-

[21] ILLINOIS [dal 3 dicembre 1818] - cap. Springfield
-
Governatore
-
-

1842
-

[22] ALABAMA [dal 14 dicembre 1819] - cap. Montgomery
Governatore
-
-

1842
-

[23] MAINE [dal 15 marzo 1820] - cap. Augusta
-
Governatore
-
-

1842
-

[24] MISSOURI [dal 10 agosto 1821] - cap. Jefferson City
Governatore
-
-

1842
-


[25] ARKANSAS [dal 15 giugno 1836] - cap. Little Rock
Governatore
-
-

1842
-


[26] MICHIGAN [dal 26 gennaio 1837] - cap. Lansing
Governatore
-
-

1842
-


a

 

 
1842
TEXAS
[Indipendente dal 1836]
- Governo provvisorio
-
1842








1842
STATI UNITI del MESSICO
(repubblica federale)
- Presidente della repubblica federale
Antonio López de Santa Anna
(1834 - ago 1855)
[conservatore]
1842
-

CALIFORNIA

1842
-
Erroneamente convinto che gli Stati Uniti siano entrati in guerra con il Messico, il comandante della squadra navale americana del Pacifico prende d'assalto il porto di Monterey e proclama l'annessione della California.
[Nonostante l'immediato ritiro della flotta e le ampie scuse presentate dal ministero degli esteri americano al governo del Messico, appare chiaro che gli Stati Uniti hanno delle mire sulla California.]

 



1842
GUATEMALA
- Capo del governo
Rafael Carrera
(1839-65)
1842
-


1842
HONDURAS
-
?
(?-?)
1842
dopo lo scioglimento della federazione, il paese tenta a più riprese di dar vita a nuovi esperimenti federativi, come ora quello con il Nicaragua ed El Salvador (1842-44);


1842
-
?
(?-?)
1842
la preminenza dell'elemento meticcio (i cosiddetti trigueños) connota la fisionomia della popolazione, mentre l'allevamento impostato durante il periodo coloniale ne resta la principale risorsa economica;
lotte tra liberali e conservatori (clericali) agitano la vita interna del paese per tutto il secolo XIX;


1842
COSTA RICA
[il paese è indipendente dal 1821]
-
?
(?-?)
1842
l'economia è basata in netta prevalenza sulla coltura del caffè e nel corso del secolo XIX, mentre si assiste ad una sistematica penetrazione di capitali inglesi e nordamericani, si forma pure una ristretta élite, socialmente e politicamente dominante, legata all'esportazione di questo prodotto;


1842
EL SALVADOR
[il paese è indipendente dal 1823]
-
?
(?-?)
1842
dopo lo scioglimento della federazione, il paese tenta a più riprese di dar vita a nuovi esperimenti federativi, come ora quello con il Nicaragua e l'Honduras (1842-44);







1842
VENEZUELA
[Repubblica indipendente dal 1830]
Presidente
J.A. Páez (1830-46)
[oligarchia conservatrice]
1842
-


1842
ECUADOR
Presidente della repubblica
J.J. Flores
(1839-45) II
 
1842
vige una costituzione molto illiberale che merita il nome di "Carta della schiavitù";




1842
BOLIVIA
Presidente della repubblica
?
(1825-?)
 
1842
l'evoluzione storica della regione è caratterizzata dall'instabilità politica, sociale ed economica, conseguenza della lotta tra le contrapposte oligarchie dell'altopiano minerario e del Chaco agricolo e delle tensioni sociali che percorrono il paese (agitazioni contadine e scioperi dei minatori);


1842
PERU'
[Repubblica indipendente dal 1827]
Dittatore
?
-
 
1842
-



1842
CILE
Presidente della repubblica
?
(?-?)
 
1842
-


1842
GUYANE
[dal 1816 divise nelle tre colonie]
 dal 1816 divise nelle tre colonie:
Guyana Britannica (inglese)
1842
-
Suriname (olandese)
1842
-
Guyane Française (francese)
1842
-


1842
Pedro II
Albero genealogico
(Rio de Janeiro 1825 - Parigi 1891)
figlio di Pietro I;
1831-89, imperatore del Brasile;
a soli sei anni dopo l'abdicazione del padre;
[incoronato imperatore nel 1841, regnerà di fatto solo dal 1847]

1842
rivolta dei farrapos nel Rio Grande do Sul (1835-45);




1842
PARAGUAY
Presidente della repubblica
C.A. López
(1841-62)
 
1842
sin dall'inizio il presidente ha imboccato la strada dell'economia aperta;


1842
Province Unite del Rio de la Plata
[Indipendente dal 9 luglio 1816]
Dittatore
Juan Manuel de Rosas
(1829-32) (1835-52)
[governatore di Buenos Aires con poteri straordinari]
 
1842
"guerra grande" contro l'Uruguay (1939-52);



1842
Presidente della repubblica
gen. F. Rivera
(1830-35) (1838-?)
[del partito liberale o colorado]
 
1842
"guerra grande" contro l'Argentina (1939-52);






guerra dell'oppio
1839-42
Inghilterra-Cina

«segue da 1841»
1842, febbraio, riprese le ostilità gli inglesi occupano quasi simultaneamente Shanghai e il nodo strategico di Chinkiang, situato all'intersezione dello Yangtze Kiang e del canale Imperiale: vengono così tagliate le comunicazioni tra la Cina meridionale e la capitale, Nanchino, che viene assediata;
maggio, c'è un estremo tentativo di resistenza cinese a Canton;
agosto, vengono avviati i negoziati di pace
29 agosto, con il trattato di Nanchino, firmato sulla nave britannica Cornwallis, all'ancora nel porto fluviale di Nanchino, la Cina deve sottostare a dure condizioni:
- cessione in affitto perpetuo di Hong Kong;
- apertura al commercio estero dei porti di Canton, Shanghai, Amoy, Foochow e Ningpo;
- riconoscimento alla Gran Bretagna del trattamento della nazione più favorita;
- abolizione della società Cohong e concessione al governo britannico del diritto di giurisdizione consolare e di altri privilegi;
- un indennizzo di oltre 20 milioni di dollari alla Gran Bretagna;
8 ottobre, viene perfezionato dal trattato di Bogue,
questa guerra segna l'apertura del Celeste Impero alla penetrazione europea, e soprattutto costituisce la prima breccia nel precario equilibrio dello stato manciù, destinato di lì a poco a disgregarsi, sempre più rapidamente sotto l'effetto congiunto di prepotenti spinte interne (prima di tutte la rivolta dei T'ai-p'ing) e delle rinnovate pressioni esterne delle potenze occidentali.






Giappone




1842
Marocco
-
-
1842
anche se di riflesso, risente della conquista coloniale dell'Algeria;


1842
Algeria
-
-
1842
continua la tenace resistenza dell'emiro 'Abd el-Kader contro l'occupazione francese;



1842
EGITTO
[parte dell'Impero Ottomano]
[provincia ottomana dal 1841, per decreto del sultano, dotata di uno statuto speciale e di una dinastia propria.]
Mehmet Alì o Muhammad 'Ali
(Cavalla, Macedonia 1769 - Il Cairo 1849)
di famiglia albanese (secondo altri turca), nato in Macedonia;
1805-48, wali o pascià d'Egitto;
[eletto dagli "ulama" egiziani, insorti contro i mamelucchi, al posto del governatore Cosroe Pasha, ottenendo dalla Porta la ratifica della loro scelta.
Considerato il fondatore dell'Egitto moderno, riorganizza l'esercito su modello europeo, inizia a razionalizzare l'agricoltura e incentiva una nascente industria manifatturiera.]
1841, con il trattato di Londra le grandi potenze europee gli tolgono la Siria, Creta e Adana (restituite alla Porta) riconoscendo però a lui e alla sua dinastia il governo ereditario dell'Egitto e a lui il Sudan a titolo vitalizio.
1842
La riduzione forzata delle forze armate (a 18.000 uomini) in base al trattato di Londra, ha fatto scomparire la necessità di elevate spese militari che in passato avevano dissanguato la nazione.
Ma ciò significa anche che l'Egitto non è più una potenza militare rilevante, anche se il sultano ottomano spesso non vuole né può offrire protezione contro l'occupazione di una potenza straniera.
La politica egiziana della "porta aperta" [equivalente alla futura infitah di Sadat], cioè dell'apertura dell'Egitto al commercio e all'imprenditoria europea, promuove uno sviluppo economico più vasto e intensivo di quello che sta avendo luogo in Turchia.
L'Egitto è esteso quanto la Francia e la Spagna, ma solo il 3% del territorio è abitato (e la popolazione è meno di un decimo di quella della fine del XX secolo).


Sudan [cap. Khartum]
Vasti territori situati a sud dell'Egitto, conosciuti dagli scrittori arabi medievali con il nome di Bilad al-Sudan ("terra dei neri").
1820-22, il chedivè d'Egitto Muhammad 'Ali e suo figlio Ismail conquistano l'Alta Nubia, il Kordofan e il Sennar, realizzando la prima unificazione politica del paese;
1840, la dominazione egiziana viene consolidata a est con l'annessione di Kassala.
1842
-



1842
Guinea
 
-  

1842
gli uomini delle cannoniere "antischiaviste" francesi conquistano la Guinea per la Francia.





1842
Senegal
[dal 1814 restituito alla Francia con il trattato di Parigi.]
- Governatore
-
1842
-




1842
Niger
1842
-


1842
Sierra Leone
[colonia inglese dal 1808.]
- Governatore
?
(?-?)
1842
-


1842
Monrovia
 
-
-
1842
-

capo delle Palme (Liberia)

1833, all'ex capo delle Palme si forma questa colonia di ex schiavi negri del Maryland;


1842
Camerun
-
1842
-

1842
Gabon
-
-

1842
1839-49, prende avvio l'insediamento francese con il pretesto della repressione della tratta degli schiavi (fondazione di Libreville);



1842
- Governatore
-
 
1842
-


1842
Costa d'Oro
[dal 1821 il governo britannico è presente direttamente sul territorio.]
- Governatore
?
(?-?)
1842
-


1842
Nigeria
-
-
1842
-


1842
Africa Centrale
-
-
1842
-

1842
Basso Congo
-
1842
-


1842
Somalia
[nel 1840 la costa settentrionale del territorio è diventata possedimento egiziano.]
-
-
1842
-

1842
Zanzibar

-
-
1842
-


1842
Angola
-

1842
I missionari renani, Hugo Hahn e Heindrih Kleinschmidt, occupano terra africana a Windhoek e vi fondano una missione.


 


1842
Moselekatse [o Mzilikazi]
-
figlio di
? - 1868, re dei maTabele di Zimbabwe;
[clan guerriero nguni (zulu)]
1842
-


1842
Mozambico
-
-
1842
1831-50, il traffico di schiavi in Mozambico tocca le 25.000 unità all'anno.
La maggior parte delle navi per il trasporto dei negri batte bandiera spagnola, brasiliana, francese e americana, mentre le navi inglesi, catturando "negri di gran pregio", esercitano un proprio traffico di schiavi che aumenta le scorte di mandopera in tutti gli insediamenti britannici.




1842
Regno del Madagascar
(Imérina)
Ranavalona I
(† 1861)
vedova di Radama I (1810-28);
1828-61, regina del Madagascar;


1842
-



1842
Transvaal
[territorio dal Vaal al Limpopo]

[1834-39, abitata da tribù di lingua bantu, la regione subisce il grande trek (spostamento di massa dei coloni boeri );
dal 1840 viene progressivamente colonizzata dai boeri guidati da A. Potgieter e L. Trigart e, in seguito, vi giungono altri boeri dal Natal.]

   
1842
-

1842
[nel 1838 la regione è stata conquistata e colonizzata da coloni olandesi (boeri) e nel 1840 trasformata in repubblica indipendente.]
   
1842
1842-44, dopo aver costretto i boeri a trasferirsi nell'interno, nello stato libero dell'Orange, gli inglesi vi affermano nuovamente il loro dominio;

1842
Stato Libero d'Orange
[territorio dall'Orange al Vaal - capitale: Wimburg]
[stato indipendente creato nel 1836 da coloni olandesi provenienti da Città del Capo.]
   
1842
-

1842
[L'insediamento degli inglesi, divenuto definitivo dal 1814, ha formato un'oligarchia amministrativo-commerciale anglosassone nel Sud;
1834-39, grande trek (spostamento di massa dei coloni boeri verso le regioni dell'interno: Orange e Transvaal.]
Governatore
?
(? - ?)
1842
-

 





1842
Persia
Muhammad Scià
(? - ?)
nipote di Fath 'Ali, della dinastia Qagiar;
1834-48, scià di Persia;


1842
-


 



La rivoluzione industriale

1841, invenzione del martello pneumatico; brevetti del maglio per forgiare;

 



Abadie, Charles (1842-Parigi 1932) oftalmologo francese; autore di un trattato sulle malattie degli occhi, si occupò in particolare dell'antisepsi.

Abdülhamit II o Abdülhamid o 'Abd al-Hamid [il sultano rosso] (Costantinopoli 1842-Magnesia 1915) sultano ottomano (1876-1909);
1876, sale al trono, succedendo al fratello Murad V, quando la Turchia è in guerra con la Serbia e il Principato del Montenegro;
1878, con il congresso di Berlino la Russia vede notevolmente ridotti i suoi vantaggi in Turchia mentre quest'ultima cade sotto l'influenza della Germania;
1895-96, si dimostra troppo tollerante nei confronti dei banditi curdi che massacrano migliaia dei suoi sudditi armeni;
1908, luglio, posto di fronte alle richieste di riforme politiche presentate dal triumvirato degli ufficiali "giovani turchi" (Talaat, Enver, Giamal), concede una costituzione;
1909, aprile, dopo il fallimento di un tentativo controrivoluzionario da lui promosso, viene deposto ed esiliato; gli succede il fratello Reshad, con il nome di Maometto V.

Afan De Rivera, Achille - marchese (Santa Maria Capua Vetere, Caserta 19 gennaio 1842 – Napoli 26 ottobre 1904) militare e politico italiano.

Bacilieri, Bartolomeo (Breonio, Verona 28 marzo 1842 – Verona, 14 febbraio 1923) cardinale e vescovo cattolico italiano;
1864, 17 dicembre, ordinato presbitero;
1888, 1º giugno, nominato vescovo da papa Leone XIII;
10 giugno, consacrato vescovo dal card. Mariano Rampolla del Tindaro;
1901, 15 aprile, creato cardinale da papa Leone XIII.
[Nei suoi 21 anni di cardinalato partecipa a tre conclavi:
- 1903 che elegge Pio X,
- 1914 che elegge Benedetto XV,
- 1922 che elegge Pio XI.]

1923, 14 febbraio, muore a Verona.

Barbieri, Ulisse (Mantova 1842-San Benedetto Po 1899) scrittore di teatro;
Marat, Caprera, Oggi! (1868, libretti d'opera)
Amore nel deserto (1875, dramma).

Bertetti, Michele (Volpiano, Torino 29 settemre 1842 – Torino 19 dicembre 1929) politico italiano.

Bierce, Ambrose (Meigs County, Ohio 1842-Messico 1914) scrittore statunitense: combattente nella guerra civile, giornalista in California, letterato a Londra, scomparve nel Messico durante la rivoluzione;
The Dance of Death (1877, La danza della morte)
Tales of Soldiers and civilians (1891, Storie di militari e di civili)
In the Midst of Life (1892, Nel mezzo della vita)
Can such things be? (1893, Possono accadere cose del genere?)
The Devil's Dictionary (1906, Il dizionario del diavolo).
vedi I Patiti del Giallo.

Boito, Arrigo (Padova 1842-Milano 1918) poeta e compositore italiano, esponente della "scapigliatura" milanese, direttore onorario del conservatorio di Parma;
[Fratello di Camillo.]
Le madri galanti (1863, con E. Praga, commedia)
1864, direttore del mensile «Figaro», noto per le sue violente polemiche antimanzoniane;
Re Orso (1865, poemetto)
1866, garibaldino;
Il libro di versi (1877)
1912, senatore;
Otello (libretto per G. Verdi; 1887, 5 febbraio, prima rappresentazione al Teatro alla Scala di Milano)
Falstaff (libretto per G. Verdi)
Mefistofele (1868, libretto e musica)
Nerone (1924, postumo, libretto e musica).

Boldini, Giovanni (Ferrara 1842-Parigi 1931) pittore italiano.

Brandes, Georg Morris (Copenaghen 1842-1927) critico letterario danese, amico di Ernst Ahlgren, divulgò il pensiero di Comte, l'estetica di Taine, e l'etica di J.S. Mill;
Grandi correnti della letteratura europea nel secolo XIX (1872-90, in 6 voll., raccolta delle sue lezioni tenute, sin dal 1871, all'università di Copenaghen)
- La letteratura degli emigrati (1872)
- La scuola romantica in Germania (1873)
- La reazione in Francia (1874)
- Il naturalismo in Inghilterra (1875)
- La scuola romantica in Francia (1881)
- La giovane Germania (1890)
1886, l'incontro con il pensiero di Nietzsche, esalta in lui il culto dell'eroico;
Shakespeare (1895-96)
Goethe (1914-15)
Cesare (1918)
Michelangelo (1921).

Breuer, Josef (Vienna 1842-1925) neuropsichiatra austriaco
Studi sull'isteria (1895, assieme a Freud).

Buttini, Carlo (Saluzzo, Cuneo 22 luglio 1842 – Saluzzo, Cuneo 7 luglio 1901) politico italiano.

Caetani, Onorato don (Roma 18 gennaio 1842 – Roma 2 settembre 1917) politico italiano.
[Figlio di don Michelangelo e padre di don Gelasio.]

Cairoli, Giovanni (1842-1869) politico italiano;
[Figlio quintogenito di Carlo (1777-1849), medico e docente universitario, e di Adelaide Bono (1806-1871), figlia di un conte dell'impero napoleonico e ardente patriota;
[fratello di Benedetto, Ernesto, Luigi, Enrico.]

1869, morto in seguito alle ferite riportate a Villa Gloria nel 1867.

Cavallotti, Felice (Milano 1842-Roma 1898) politico italiano, morto nel duello con il deputato conservatore Ferruccio Macola (fondatore de «Il Secolo XIX»);
1860, raggiunge G. Garibaldi in Sicilia; tornato a Milano si dedica al giornalismo e al teatro:
I pezzenti (1871)
Guido, Agnese
(1873)
1873, in parlamento si schiera all'estrema sinistra;
Alcibiade
(1874)
I messeni (1877)
La sposa di Menecle (1882)
Il libro dei versi (1898, poesie).

Chimirri, Bruno (Serra San Bruno, Catanzaro 24 gennaio 1842 - Amato, Catanzaro 28 ottobre 1917) politico italiano.

Cocco-Ortu, Francesco (Cagliari, 22 ottobre 1842 o Benetutti (Nuoro) 19 ottobre 1842 – Roma, 4 marzo 1929) politico italiano;
[Figlio di Giuseppe Cocco-Mulas, magistrato, e di Berta Ortu-Mereu.].

Cohen, Hermann (1842-1918), filosofo tedesco, fondatore della "scuola di Marburgo", sostenitore di un socialismo non materialistico
La teoria di Kant dell'esperienza pura (1871)
Il fondamento dell'etica kantiana (1871)
L'influsso di Kant sulla cultura tedesca (1883)
Il principio del metodo infinitesimale e la sua storia (1883)
Il fondamento dell'estetica kantiana (1889)
Sistema di filosofia (diviso in tre parti:
- Logica della conoscenza pura (1902)
- Etica del volere puro (1904)
- Estetica del sentimento puro (1912))
Religione ed eticità (1907)
Sul carattere proprio del popolo tedesco (1914, in cui difende la superiorità spirituale del popolo tedesco)
Il concetto della religione nel sistema della filosofia (1915).

Coppée, François (Parigi 1842-1908) scrittore francese
Le reliquaire (1866, Il reliquiario)
Intimités (1868, Intimità)
Le passant (1869, Il viandante, teatro, musicato da Mascagni nell'opera Zanetto, interpretato da Sarah Bernard)
Promenades et intérieurs (1870, Passeggiate e interni)
Les humbles (1872, Gli umili)
Le luthier de Crémone (1876, Il liutaio di Cremona, teatro)
Les récits et les élégies (1878)
Les paroles sincères (1890, Le parole sincere)
Dans la prière et dans la lutte (1901, Nella preghiera e nella lotta).

Cros, Charles (Fabrezan, Aude 1842-Parigi 1888, alcoolizzato) poeta e scienziato francese, inventore della fotografia a colori e di un apparecchio anticipatore del fonografo di Edison;
Le fleuve (1875, Il fiume)
Le coffret de santal (1879, Il cofanetto di sandalo, dedicato all'amata Nina de Villard)
Le collier de griffes (postumo, 1908, La collana di artigli).

Csiky, Gergely (Pankota, Arad, Romania 1842-Budapest 1891) drammaturgo ungherese
Profezia (1875)
I proletari (1882, oggi si rappresenta col titolo I parassiti)
Miseria dorata (1882).

Darboux, Jean-Gaston (Nîmes 1842-Parigi 1917) matematico francese, allievo di J.-L.-F. Bertrand.
[Teorema d Darboux.]

Delbrück, Berthold (Putbus, isola di Rügen 1842-Jena 1922) linguista tedesco, membro del movimento neogrammatico, fondatore degli studi di sintassi comparata indoeuropea
Ricerche sintattiche (1871, in collaborazione con E. Windisch)
Introduzione allo studio delle lingue indoeuropee (1880)
Sintassi comparata delle lingue indoeuropee (dal 1893)
Fondamenti della sintassi del tedesco moderno (1920).

Dewar, James (Kincardine-on-Forth, Scozia 1842-Londra 1923) fisico e chimico britannico, da cui i vasi di Dewar per la conservazione dei gas liquefatti (stesso procedimento per i moderni thermos).

Engler, Carl Oswald Viktor (Weisweil, Baden 1842-Karlsruhe 1925) chimico tedesco, studioso degli oli minerali e dei derivati del petrolio, da cui il Viscosimetro di Engler.

Fogazzaro, Antonio (Vicenza 1842-1911) scrittore italiano, allievo del poeta e sacerdote G. Zanella, fu legato al pensiero religioso di A. Rosmini; fu in corrispondenza con A. Giacomelli;
1866, sposa Margherita dei conti di Valmarana; 
1869, entra in crisi di fede;
1873, ritorna alla religione, grazie forse alla lettura della Filosofia del Credo del padre Gratry;
Miranda (1874, idillio in versi)
Malombra (1881)
Daniele Cortis (1884)
Fedele e altri racconti (1887, tra cui Un'idea di Ermes Torranza, ambientato nella Villa e nel parco di Frassanelle dei conti Papafava Colli Euganei)
Il mistero del poeta (1888)
Piccolo mondo antico (1895)
Piccolo mondo moderno (1901)
Il santo (1905, condannato dal santo uffizio; lo scrittore si sottomette al decreto)
1907, collabora al «Rinnovamento», la rivista dei cattolici liberali;
Lella (1910, pure condannato dal santo uffizio; morirà senza conoscere la condanna).

Giolitti, Giovanni (Mondovì, Cuneo 27 ottobre 1842-Cavour, Torino 16 luglio 1928) politico italiano, esponente della Sinistra storica, Liberali, Partito Liberale Italiano.
[Nonno di Antonio, senatore]

Hartmann, Eduard von (Berlino 1842-Grosslichterfelde, Berlino 1906) filosofo tedesco, esponente della metafisica spiritualistica
Filosofia dell'inconscio (1869, ebbe 11 edizioni)
Verità ed errore nel darwinismo (1875)
Fenomenologia della coscienza morale (1879)
Filosofia della religione (1881)
Estetica (1886-87)
Il problema fondamentale della teoria della conoscenza (1889)
Dottrina delle categorie (1898)
Storia della metafisica (1899-1900)
La psicologia moderna (1901)
L'intuizione del mondo della fisica moderna (1902)
Sistema di filosofia (1907-09, postumo, in 8 parti:
1 - Teoria della conoscenza
2 - Filosofia della natura
3 - Psicologia
4 - Metafisica
5 - Axiologia
6 - Principi di etica
7 - Filosofia della religione
8 - Estetica).

Hennebique, François (Neuville St. Vaast, Belgio 1842-Parigi 1921) ingegnere francese, legò il suo nome ai primi studi teorici sul cemento armato e alle prime applicazioni di esso secondo i principi di quella che sarà chiamata "scienza delle costruzioni".

Heredia, José-Maria de (La Fortuna, Cuba 1842-Bourdonnée, Parigi 1905) poeta francese;
Les trophées (1893, I trofei, 120 sonetti divisi in 5 libri).

James, William (New York 1842-Chocura 1910) psicologo e filosofo statunitense;
[Figlio del filosofo Henry James Sr. e fratello del romanziere Henry James Jr. (1843-1916).]
riprese e rielaborò il "pragmatismo", dottrina denominata vent'anni prima dal suo amico Ch. S. Peirce, facendolo conoscere alla cultura mondiale e imponendolo come una delle principali correnti di pensiero del primo '900
Principi di psicologia (1890)
La volontà di credere (1897)
Varie forme dell'esperienza religiosa (1902)
Pragmatismo: nome nuovo per vecchi modi pensare (1907)
Il significato della verità: séguito a pragmatismo (1909)
Un universo pluralistico (1909)
Postumi:
Problemi di filosofia. Inizio di un'introduzione alla filosofia (1911)
Memorie e studi (1911)
Saggi sull'empirismo radicale (1912)
Saggi e recensioni (1920)
Lettere (1920, a cura del figlio).

Konopnicka, Maria (Suwalki 1842-Leopoli 1910) scrittrice polacca, diresse a Varsavia la rivista democratica per le donne «Swit» (Alba);
Poesie (1881, 1883, 1886, 1896)
Quattro novelle (1888)
1890, per i suoi versi di ispirazione patriottico-sociale viene bandita dalla Polonia;
I miei conoscenti (1890)
I nani e l'orfana Marjsia (1896, fiaba)
Novelle (1897)
Il signor Bolcer in Brasile (1910, poema).

Kropotkin, Pëtr Alekseevic principe (Mosca 1842-Dmitrov, presso Mosca 1921) politico russo.

Lafargue, Paul (Santiago de Cuba 1842-Draveil, Parigi 1911) politico francese, giornalista e polemista; sposò Laura la figlia di K.H. Marx;
1871, difensore della Comune di Parigi, va in esilio in Spagna dove fonda una sezione dell'Internazionale e contribuisce a formare i primi nuclei del movimento socialista spagnolo di orientamento marxista;
1880, dopo l'amnistia torna in Francia;
Il diritto alla pigrizia (1880)
1882-1905,  è uno dei principali esponenti del Partito operaio francese di tendenza marxista;
1885-93, deputato, svolge in Francia una importante opera di divulgatore del socialismo scientifico;
Il comunismo e l'evoluzione economica (1892)
Idealismo e materialismo nella storia (1895).

Lanier, Sidney (Macon, Georgia 1842-Lynn, North Carolina 1881) scrittore statunitense;
1864-65, dalla parte dei sudisti nella guerra civile, cade prigioniero; contrae la tubercolosi;
Tiger Lilies (1867, Gigli tigrati, sulla guerra civile)
1873, lavora stabilmente come flautista nella Peabody Orchestra di Baltimora;
La sinfonia (1875)
Poems (1877, Poesie)
The Marshes of Glynn (1878, Le paludi di Glynn)
The Science of English Verse (1880, Scienza del verso inglese, raccolta di lezioni di letteratura tenute alla Johns Hopkins University di Baltimora)
La canzone del Chattahoochee (1883)
Il romanzo inglese (1883, prosa critica).

Lie, Marius Sophus (Nordfjordeide 1842-Oslo 1899) matematico norvegese;
1865, consegue l'abilitazione all'insegnamento all'università di Cristiania (l'attuale Oslo);
1869, ottiene la borsa di studio per un corso di perfezionamento prima a Berlino, dove collabora con F. Klein, e quindi a Parigi;
1872, ha una cattedra a Cristiania;
1886, è chiamato a Lipsia per sostituire F. Klein;
1898, premio Lobacevskij indetto dall'università di Kazan; colpito da una forma leucemica ritorna ad Oslo.
[Anello di Lie, Gruppi di Lie.]

Linde, Karl Paul Gottfried von (Berndorf, Alta Pomerania 1842-Monaco di Baviera 1934) ingegnere tedesco;
1875, costruisce la prima macchina frigorifera a compressione;
1879, fonda la società Linde, di cui è presidente, e si occupa principalmente dello studio e della produzione di bassissime temperature.

Mallarmé, Stéphane (Parigi 1842-Valvins, Seine-et-Marne 1898) poeta francese.

Marschall von Bieberstein, Adolf (Karlsruhe 1842-Badenweiler 1912) politico tedesco;
1878, deputato al Reichstag, conservatore, ma avversario di Bismarck e della destra agraria;
1890, segretario di stato per gli affari esteri nel governo Caprivi; molto legato a F.A. von Holstein, si oppone al rinnovo del trattato di contrassicurazione con la Russia stipulato da Bismarck
1894, ministro degli esteri nel governo Hohenlohe;
1895, redige il telegramma di solidarietà al presidente del Transvaal, P. Kruger, favorendo le iniziative antinglesi di Guglielmo II e inaugurando la politica della Germania come "potenza mondiale";
1907-12, ambasciatore a Costantinopoli, stringe stretti legami politici ed economici con il sultano, ottenendo fra l'altro la concessione della ferrovia per Baghdad.

Marshall, Alfred (Clapham, Londra 1842-Cambridge 1924) economista inglese, figlio di un cassiere della Banca d'Inghilterra;
1861-65, dopo studi secondari di indirizzo prevalentemente classico frequenta il Saint John's College di Cambridge, dedicandosi soprattutto alla matematica; 
1868, nominato fellow del suo college, si interessa poi di filosofia, etica, psicologia e infine di economia; 
Teoria dell'economia politica di W.S. Jevons (1872, recensione)
La teoria pura del commercio internazionale (1879)
L'economia dell'industria (1879, scritto con la moglie Mary Paley, sua allieva a Cambridge)
1881, ha una grave malattia per cui passa un anno di riposo in Italia;
1882, si trasferisce a Bristol come direttore dello University College e professore di economia politica;
1883, si trasferisce a Oxford;
1885, si trasferisce a Cambridge come professore di economia politica;
Principi di economia (1890, scritti in collaborazione con la moglie, continuamente rivisti , raggiungono otto edizioni prima della sua morte e sostituiscono i Principi di Mill come testo base per l'insegnamento dell'economia in Inghilterra)
Elementi di economia industriale (1892, un riassunto dei Principi destinato a sostituire il libro)
1908, si ritira dall'insegnamento;
Industria e commercio (1919)
Moneta, credito e commercio (1923)
Degne di nota sono anche le sue testimonianze di fronte a comitati governativi, raccolte in volume e pubblicate nel 1926.
Da lui partirà J.M. Keynes che ne scriverà pure una magistrale biografia.
La teoria marshalliana della domanda, che si basa sulla "legge della utilità marginale decrescente", sarà sostituita dall'analisi basata sulle "curve di indifferenza" ÚF.Y Edgeworth.

May, Karl (Hohenstein-Ernstthal, Sassonia 1842-Radebeul, Sassonia 1912) scrittore tedesco; figlio di un povero tessitore, divenne maestro di scuola, ma disordinate esperienze lo portarono più volte in carcere; i suoi romanzi d'avventure erano ambientati prevalentemente nei paesi arabi del deserto o nel West degli indiani (posti mai visitati dall'autore); 43 milioni di copie vendute fino al 1968. 
Winnetou (1893-1910, Le avventure di Mano di ferro)
Old Surehand (1894, La fattoria del deserto))
Der Schatz im Silbersee (1894, Il tesoro del lago d'argento)
Im Lande des Mahdi (1895, Nelle terre del profeta)
? (Il segreto degli schipetari) (?).

Oyama, Iwao (Kagoshima 1842-Tokyo 1916) militare giapponese
1880, ministro della guerra
1882, capo di stato maggiore dell'esercito
1894-95, durante la guerra cino-giapponese comanda la II armata nipponica che opera in Manciuria e conquista Port Arthur
1904-05, dirige, con il grado di maresciallo, le forze terrestri nipponiche nel corso della guerra russo-giapponese segnalandosi specialmente nella decisiva battaglia di Mukden (febbraio-marzo)
1914, è nominato ministro della casa imperiale.

Paepe, César de (Ostenda 1842-Cannes 1890) politico belga, laureato in medicina; influenzato dall'opera di P.-J. Proudhon, ebbe una parte di primo piano come rappresentante della sezione belga, in vari congressi della Prima internazionale; 
Memorie sulla proprietà terriera (1868, dove, modificate le posizioni iniziali, giunge a sostenere contro i proudhoniani la proprietà collettiva del suolo)
1872, al congresso dell'Aia si schiera con la frazione bakuninista; 
Saggio sull'organizzazione dei servizi pubblici (1874, in cui abbandona le tendenze "antiautoritarie" di M.A. Bakunin);
1877, al congresso socialista internazionale di Gand si pronuncia a favore del metodo socialdemocratico di partecipazione alla lotta elettorale;
1885, è uno dei fondatori del Partito operaio belga a Bruxelles.

Pantano, Edoardo (Assoro, Catania - in seguito Enna - 14 febbraio 1842 – Roma 16 maggio 1932) politico italiano
.

Pedotti, Ettore (Laveno, Como - poi Laveno Mombello (Varese) - 8 marzo 1842 – Roma, 6 gennaio 1919) militare e politico italiano.

Pinchia, Emilio (Torino 25 aprile 1842 - Torino 8 maggio 1934) politico italiano;
eletto deputato dalla XVII alla XXIII Legislatura;
1898, 1°-29 giugno, sottosegretario all'Istruzione Pubblica
(IV "governo di Rudinì");
1903, 3 nov-12 mar 1905, sottosegretario all'Istruzione Pubblica (II "governo Giolitti");
1905, 12-28 marzo, sottosegretario all'Istruzione Pubblica ("governo Tittoni").

Ponza di San Martino, Coriolano conte (Torino, 9 ottobre 1842 – Cuneo, 6 gennaio 1926) politico italiano, senatore del Regno d'Italia;
[Figlio di Gustavo Ponza di San Martino, anch'egli senatore del Regno di Sardegna prima e del Regno d'Italia poi.]
1900 7 apr - 27 apr 1902, ministro della Guerra del Regno d'Italia ("governo Pelloux II", "governo Saracco" e "governo Zanardelli").

Pratesi, Mario (Santa Fiora sull'Amiata, Grosseto 1842-Firenze 1921) narratore italiano, amico di G.C. Abba, segretario di N. Tommaseo, professore di lettere negli istituti tecnici, provveditore agli studi di Belluno
Il mio amico Tristano (1869)
Iacopo e Marianna (1872)
In provincia (1884)
L'eredità (1889, ristampata nel 1942 da V. Pratolini)
Di paese in paese (1895)
Il mondo di Dolcetta (1895)
La perfidia del caso (1898)
Figure e paesi d'Italia (1905)
La dama del minuetto (1910).

Quental, Anthero Tarquinio de (Ponta Delgada, isole Azzorre 1842-1891, suicida) poeta portoghese, di famiglia benestante partecipò fin dalla Giovinezza alle lotte per la libertà politica e religiosa; attratto dal socialismo, scelse di lavorare a Parigi come tipografo; a Coimbra ospitò un «Cenáculo» in cui si discutevano le opere di Saint-Simon, A. Comte, Ch.R. Darwin ecc.; la sua polemica posizione nei confronti del romanticismo darà vita alla "questione di Coimbra"; a Lisbona fu il fondatore delle "Conferenze democratiche del Casinò di Lisbona" che avevano come obiettivo modernizzare ed europeizzare la società e soprattutto la letteratura portoghesi;
Odes modernas (1864, Odi moderne)
Bom-senso e bom-gosto (1865, Buon senso e buon gusto)
Sonetos completos (1865, Sonetti completi)
1871, nella prima delle conferenze, tenuta proprio da lui, si dichiara l'opposizione del gruppo all'assolutismo e alla politica di conquista, individuati come responsabili della decadenza del popolo iberico-lusitano
Carta autobiográfica (1891, Lettera autobiografica)
Hino da manhã (1891, Inno del mattino).

Rákosi, Jenö (1842-1929) drammaturgo, giornalista ed editore ungherese di indirizzo conservatore.

Rayleigh, John William Strutt, barone di o lord Rayleigh (Langford Grove 1842-Terling Place 1919) fisico inglese, discendente da una nobile famiglia dell'Essex, studiò all'università di Cambridge; famosa una sua spiegazione teorica del colore azzurro del cielo
La teoria del suono (1877-78)
1879, VI diventa professore, succedendo a J.C. Maxwell/a> nella cattedra di fisica sperimentale;
1900, formula una legge per affrontare il problema della radiazione del "corpo nero", poi ripresa da
M. Planck; ha così un ruolo, sia pure indiretto, nella nascita della teoria quantistica; al suo nome è legata la scoperta del primo gas nobile, l'argo, la cui esistenza egli ha previsto notando che l'azoto ottenuto dall'aria è più denso di quello ricavato dall'ammoniaca;
1904, premio Nobel per la fisica , con W. Ramsay per quest'ultimo risultato.

Reynolds, Osborne (Belfast 1842-Watchett 1912) fisico e ingegnere inglese, laureatosi in ingegneria a Cambridge, divenne professore di ingegneria all'università di Manchester dove rimase tutta la vita; si interessò soprattutto di idrodinamica dando fondamentali contributi alla teoria della cavitazione; da cui il numero di Reynolds
Sulla teoria della lubrificazione (1886, prima trattazione matematica del problema).

Ribot, Alexandre-Félix-Joseph (Saint-Omer, Pas-de-Calais 1842-Parigi 1923) politico francese;
1878-85, deputato del centrosinistra;
1881-82, è uno dei rappresentanti della tendenza moderata contraria al gabinetto di L. Gambetta;
1887-1909, deputato del centrosinistra;
1890-93, ministro degli esteri;
1892 dicembre-marzo 1893, presidente del consiglio;
1895, gennaio-ottobre, presidente del consiglio, mette fine all'isolamento diplomatico della Francia avviando il riavvicina mento alla Russia e sostenendo VIgorosamente l'espansione coloniale (completamento della conquista del Madagascar);
1896, è all'opposizione; 
1905, è contrario alla politica di separazione della chiesa dallo stato e si fa promotore di misure di legislazione sociale;
1909, senatore;
1914-7, ministro delle finanze durante il primo conflitto mondiale;
1917, marzo-settembre, presidente del consiglio, si oppone agli incerti tentativi di pace del governo tedesco.
Memorie.

Schuchardt, Hugo (Gotha 1842-Graz 1927) linguista tedesco, allievo di A. Schleicher a Jena e di F. Diez a Bonn, insegnò filologia romanza ad Halle;
Il vocalismo del latino volgare (1866-68, in 3 voll.)
Ritornello e terzina (1874)
1876-1900, insegna filologia romanza a Graz;
Studi creoli (1882-90, in otto parti)
Studi baschi (1893)
Etimologie romanze (1897 e 1899)
Sulle leggi fonetiche. Contro i neogrammatici (1885)
breviario di H. Schuchardt (1922, cospicua raccolta dei suoi scritti, allestita da L. Spitzer).

Serra, Luciano (Foggia 15 dicembre 1842 - Napoli 3 agosto 1925) militare italiano;
1893, 15 dic-10 mar 1896, sottosegretario alla Marina (III e IV "governo Crispi");
1900, giugno, eletto deputato (XXI Legislatura 1900 16 giu - 18 ott 1904);
24 giu-15 feb 1901, sottosegretario alla Marina ("governo Saracco");
1901, 15 feb-3 nov 1903, sottosegretario alla Marina ("governo Zanardelli").

Tarditi, Cesare (Torino 16 aprile 1842 – Roma 22 febbraio 1913) militare e politico italiano.

Thyssen, August (Eschweiler 1842-castello di Landsberg, Kettwig 1926) industriale tedesco;
[Padre di Fritz (1873-1951).]
1871, già proprietario di una fabbrica metallurgica, fonda a Mülheim, nella Ruhr, la Thyssen & Co.K.G. intorno alla quale negli anni seguenti costruisce un potente gruppo industriale che integra attività siderurgiche e minerarie; è il primo ad introdurre i Germania il "processo Thomas" che consente un'elevata utilizzazione del minerale ricco di fosforo della Lorena, contribuendo al forte sviluppo della produzione di acciaio e all'industrializzazione del paese; contrario a rispettare il patto di Versailles, è tra gli avversari di W. Rathenau e uno dei primi e più generosi finanziatori del Partito nazionalsocialista;
1926, riunisce le attività controllate nel gruppo Vereinigte Stahlwerke AG.

Torelli-Viollier, Eugenio (Napoli 1842-Milano 1900) giornalista italiano;
1860, fa parte delle formazioni garibaldine;
1861, torna a Napoli dove inizia l'attività giornalistica come redattore dell' «Indipendente» di A. Dumas padre, del quale diviene intimo amico;
1865, conosce E. Sonzogno che lo convince a trasferirsi a Milano e ad entrare nella redazione dell' «Illustrazione universale» e dell' «Emporio pittoresco» dei quali diventa direttore;
1867, passa al «Secolo» come cronista e critico teatrale e collabora anche al «Gazzettino rosa»;
1872, di idee liberal moderate si allontana da E. Sonzogno e preferisce passare al «Corriere di Milano» di E. Treves;
1875, lascia questo per dirigere la «Lombardia»;
1876, lascia il quotidiano per fondare, con l'aiuto di pochi amici e l'appoggio delle correnti più avanzate della destra milanese, il «Corriere della Sera» che dirige fino al 1898 cercando di farne un giornale indipendente secondo il modello inglese.

Widmann, Joseph Viktor (Berna 1842-1911) scrittore svizzero tedesco, autore anche di molti libretti per musica, compì molti viaggi in Italia, alcuni dei quali in compagnia di Brahms; fu lui ad additare Lord Byron come colpevole del trafugamento di un braccio dello scheletro del Petrarca dalla tomba di Arquà [Colli Euganei];
Sizilen und andere gegenden Italiens. Reisen mit Johannes Brahms (in Terra d'Este 1996, trad. Waltraud Salat).

Torna su

Stampa

«segue da 1841»
1842
Inghilterra
Il Copyright Act stabilisce che la proprietà letteraria di un libro cessi sette anni dopo la morte dell'autore o comunque quarantadue anni dopo l'uscita della prima edizione.
Londra, Charles Edward Mudie (1810-90) [sinonimo di "biblioteca circolante"] apre la Mudie's Lending Library: prezzo annuale d'iscrizione (una ghinea) equivalente al prezzo di due "pezzi" d'un three-decker.
Diventerà l'arbitro e giudice unico del gusto letterario contemporaneo esercitando sugli autori e gli editori di romanzi e racconti una spietata dittatura: il modo più sicuro per incontrare il suo favore è di scrivere adattandosi alle ristrette vedute della borghesia Vittoriana.
Le più famose "regine" della biblioteca circolante sono:
. Charlotte Yonge,
. Rhoda Broughton,
. Ouida,
. Marie Corelli,
. Henry Wood (signora, 2,5 milioni di copie)
. ecc..
Pertanto solo gli autori e gli editori che d'ora in poi si uniformeranno ai canoni letterari morali e sociali stabiliti da Charles Edward Mudie godranno di sicurezza economica (e di popolarità) derivante dalla vendita costante delle loro opere.
Esce, stampato da Clowes con illustrazioni di intrattenimento, l' «Illustrated London News».
Germania
esce il primo numero della collana, imitata dai modelli inglesi, «Collection of British Authors» dello stampatore di Lipsia Ch.B. von Tauchnitz.
[La collana, in seguito «Collection of British and American Authors», sarà per circa un secolo (5.400 libri nel 1939) il compagno preferito dei viaggiatori di lingua inglese nell'Europa centrale nonché, per gli studiosi stranieri, il mezzo principale di accostarsi ai tesori delle letterature inglese e americana.]
Australia
Sidney, il «Sidney Gazette and New South Wales Advertiser» (primo giornale australiano pubblicato il 5 marzo 1803 da George Howe) è costretto a sospendere le pubblicazoni a causa di una crisi nell'economia.
«segue 1843»

Marzotto

«segui da 1815»
1842, Valdagno (VI), con il fondatore L. Marzotto l'industria laniera arriva a 30 dipendenti;
«segui 1876»

Lanerossi

«segue da 1827»
1842, Schio (Vicenza), A. Rossi, il quinto di sette figli, buon finanziere, alla morte del padre rileva l'azienda portandola al primo posto tra le industrie della Penisola.
A Schio, ormai chiamata la "Manchester italiana" grazie alla fitta concentrazione industriale, 6.000 dei 12.000 fusi operanti appartengono ai Rossi;
«segue 1846»

Nuova Ricerca