©

Il Viandante

in rete dal 1996


Se ti siamo stati utili effettua una

Nuova Ricerca

ANNO 1894

STORIA e POLITICA RELIGIONE e FILOSOFIA ARTE

Bancarella Libri usati

Cosa Nostra
SCIENZE ECONOMIA LETTERE e TEATRO CINEMA

Leone XIII
(1878-1903)

- segretario di Stato: card. M. Rampolla del Tindaro

"Seconda Internazionale"

«segue da 1893»
1894 
-
«segue 1895»

 

prima guerra cino-giapponese

1894
Marzo
in seguito all'espansione coloniale nipponica in Corea (allora tributaria della Cina), già iniziata nel 1876, la Cina interviene militarmente contro il movimento antifeudale e nazionalista Tong-hak (scienza orientale);
il Giappone invia a sua volta un corpo di spedizione che, occupata Seul, impone sul trono coreano un reggente fantoccio;
Agosto
questo governo dichiara guerra alla Cina e chiede aiuto al Giappone;
Settembre
15
, sconfitta dei cinesi a Pyongyang
17, sconfitta dei cinesi nella battaglia navale dello Yalu;
Novembre
21
, i giapponesi invadono la Manciuria e occupano la penisola del Liao-tung (presa di Port Arthur) e Wei-hai-wei (odierna Wehai);
«segue 1895»






1894
Impero d'Austria
 
Francesco Giuseppe I
Albero genealogico
(Vienna 1830-1916)
figlio dell'arciduca Francesco Carlo d'Absburgo-Lorena e di Sofia di Baviera;
1848-1916, imperatore d'Austria;
1867-1916, re d'Ungheria;
nel 1889 suo figlio Rodolfo si suicida a Mayerling con la giovane amante Maria Vetsera;

 
Ministro degli Affari Esteri
Kasimir Felix Badeni
[1846-1909]
(1893 - 1897)
Ministro delle Finanze
-
-

1894
dal 1879 l'Austria-Ungheria si è accostata al Reich tedesco (duplice alleanza);

Alldeutsche Vereinigung
(Unione pangermanica)

1886-1907, opera questa associazione politica austriaca, antislava e antisemitica, contro la politica di conciliazione e di equilibrio fra le varie nazionalità condotta da Kasimir Felix Badeni.


AUSTRIA
Cancelliere
-
Ministro della Difesa
-
Ministro degli Interni
-
 
Istria
1894
-
Dalmazia
1894
-

[Joze Pirjevec, Serbi, Croati, Sloveni - Storia di tre nazioni, Universale Paperbacks, Il Mulino, Bologna 1995]
Cattaro
1894
-
UNGHERIA
Cancelliere
-
Ministro della Difesa
-
Ministro degli Interni
-
1894
-
Croazia-Slavonia
[Da marzo 1849, la nuova costituzione riconosce il regno di Croazia indipendente dall'Ungheria, una disposizione tuttavia di valore meramente simbolico.]
Bano
conte Károly Khuen-Héderváry
(1883 - 1903)
1894
Zagabria,

[Joze Pirjevec, Serbi, Croati, Sloveni - Storia di tre nazioni, Universale Paperbacks, Il Mulino, Bologna 1995]
Fiume [detta "il Corpus separatum" - esclusa dalla Croazia-Slavonia]
1894
-
 

 

***


"Giovani cechi": T.G. Masaryk, leader del movimento costituitosi nel 1863 e staccatosi dai "Vecchi Cechi" nel 1879, è deputato (1891-1893) al parlamento di Vienna;
[dal 1883 l'università di Praga è divisa in due sezioni, una ceca e una tedesca.]





1894
Deutsches Reich
Guglielmo II
Albero genealogico

(Potsdam 1859-Doorn, Utrecht 1941)
primogenito dell'imperatore Federico III e della principessa inglese Victoria, e affetto da una paralisi parziale al braccio sinistro;
1888-1918, imperatore di Germania e re di Prussia;

 
Presidente
del Bundesrat
(consiglio federale)
L. von Caprivi
(1890 20 mar - 26 ott 1894)
principe Chlodwig zu Hohenlohe-Schillingsfürst
(29 ott - 17 ott 1900)
Presidente
del Reichstag
 
 
Cancelliere del Reich
[Reichskanzler]
L. von Caprivi
(1890 20 mar - 26 ott 1894)
principe Chlodwig zu Hohenlohe-Schillingsfürst
(29 ott - 17 ott 1900)
   
   
   
   
   

1894
dal 1882 "Triplice alleanza" tra Germania, Austria-Ungheria e Italia, in funzione anti Russia (dal 1890 in intesa con la Francia) ma i rapporti con l'Inghilterra (apertura nel 1890) anziché migliorare cominciano progressivamente a peggiorare;
Dal 1890 opera l'SPD (Partito socialdemocratico tedesco) e si sono ricostituiti i sindacati socialisti.

Ottobre
26
, in seguito alla sua politica di repressione voluta contro i socialdemocratici (leggi antianarchiche) il cancelliere L. von Caprivi, consapevole della necessità di far fronte al rafforzamento del movimento socialista con adeguate leggi per la tutela dei lavoratori, dà le dimissioni;
sotto il nuovo cancelliere principe Chlodwig zu Hohenlohe-Schillingsfürst le difficoltà peggiorano;



??OOO??
Regni
Regno di Baviera

Otto I (München 1848 - Schloß Fürstenried 1916)
figlio del re Massimiliano II Joseph e della p.ssa Marie di Prussia;
1886-1913, re di Baviera;
1894
poiché colpito da squilibrio mentale, governa lo zio, principe reggente Luitpold di Wittelsbach;

 
Regno di Sassonia

Albert I (Dresden 1828 - Castello di Sibyllenort 1902)
figlio di Johann I e di Amalie di Baviera;
1873-1902, re di Sassonia;
1894
-

Albero genealogico
 
Regno di Württemberg

Wilhelm II (Stuttgart 1848 - Schloss Bebenhausen 1921)
figlio di Friedrich Karl August e della p.ssa Katharine von Württemberg;
1891-1918, re di Württemberg;
1894
-

Albero genealogico
 
Granducati
Granducato di
 
 
Granducato di
 
 
 
   
 
Ducati
Ducato di Sassonia-Coburgo-Gotha

Alfred (Windsor Castle 1844 - Schloß Rosenau 1900)
figlio della regina Vittoria di Gran Bretagna e del principe consorte Alberto)
principe di Great Britain e Ireland,
1866-1900, duca di Edinburgh, ecc.;
1893-1900, duca di Sassonia-Coburgo-Gotha;
1894
-

Albero genealogico
 
Ducato di Sassonia-Meiningen

Georg II (Meiningen 1826 - Wildungen 1914)
figlio del duca Bernhard II e della p.ssa Marie di Hesse-Kassel;
1866-1914, duca di Sassonia-Meiningen;
1894
-

Albero genealogico
 
 
   
 
Principati
 
 


1894
REGNO di POLONIA
(Regno del Congresso)
[capitale Varsavia]
- dal 1864 il governo russo ha abolito il polacco come lingua ufficiale, soppresso ogni forma di governo locale e promulgata una riforma agraria molto più radicale di quella russa del 1861, per danneggiare la turbolenta nobiltà;
anche la chiesa cattolica viene perseguitata;
- dal 1892 opera il Partito socialista polacco, capeggiato poi da J. Pilsudski, dal quale si è staccata subito un'ala di sinistra, minoritaria, guidata da R. Luxemburg e J. Marchlewski;
 
1894
-






1894
Milan Obrenovic
Albero genealogico
(Marasesti, Moldavia 1845 - Vienna 1901)
pronipote del principe Miloš I;
1868-82, principe di Serbia;
dal 1878 la Serbia è un paese completamente indipendente;
1882-89, re di Serbia;
- dal 1889 ha abdicato in favore del figlio Alessandro e, stabilitosi in Francia, dal 1892 ha addirittura rinunciato alla cittadinanza serba;
- 1893, torna trionfalmente in patria per continuare, con alterne vicende, la sua lotta con la moglie Natalia;
Alessandro I Obrenovic
Albero genealogico
(Belgrado 1876 - 1903)
figlio di Milan I e di Natalia Kescho, figlia di un ufficiale russo;
1889-1903, re di Serbia;
in seguito all'abdicazione del padre, ma sotto un consiglio di reggenza presieduto dal ministro Ristic; il periodo della reggenza è disturbato dalle continue e poco edificanti liti fra l'ex re e sua moglie;
- dal 1893 governa in modo autoritario ma poco efficiente, durante un decennio di profonda crisi politica e di caos finanziario;
1894
Maggio
21
, abolisce la nuova costituzione per ristabilire quella del 1869 che gli consente di governare quasi dispoticamente;
l'ex primo ministro Nikola Pašic, fondatore del Partito radicale serbo, dal 1893 ambasciatore a Pietroburgo, viene allontanato;

Primo ministro
-
1894
-


Principato del Montenegro
Nicola I Petrovich Njegosh
Albero genealogico

(Njegoš, Principato del Montenegro 1841 - Antibes, Francia 1921)
1860-1918, principe del Montenegro;

1910-18, re del Montenegro (Nicola I);

1894
dal 1878 al congresso di Berlino ha ottenuto il riconoscimento della completa indipendenza del suo stato il cui territorio è stato notevolmente accresciuto e dotato di uno sbocco sull'Adriatico: Antivari;



1894
Regno degli Elleni
Giorgio I
Albero genealogico

(Copenaghen 1845-Salonicco 1913)
figlio di Cristiano IX re di Danimarca e di Luisa di Assia-Kassel nonché cognato di Edward VII re d'Inghilterra;
1863-1913, re degli Elleni;
- dal 1864 ha accordato al paese una costituzione democratica (non di immediata applicazione) e sostiene con alterna fortuna le aspirazioni all'indipendenza dell'isola di Creta;
- dal 1881 ha ottenuto la Tessaglia e parte dell'Epiro;


Primo Ministro
Trikoupes
(? - † 1896)
1894
-

L'ISOLA DI SAMO, abitata – come il resto dell'arcipelago dell'Egeo – da popolazioni greche, non ha seguito nel 1828 la sorte della Grecia ma nel 1832 ai samioti venne conferita una larga misura di autonomia sotto un governatore cristiano col titolo di principe di Samo e con un'assemblea legislativa dotata di poteri limitati.
Nel 1885 è stato nominato principe Alessandro Karatheodory il quale è venuto ben presto a conflitto con l'assemblea.
Poiché per sopprimere i disordini ha chiamato nell'isola truppe turche (cosa contraria al firmano del 1832), è ora costretto a dimettersi. Da questo momento il malcontento dilaga e le agitazioni sono frequenti.
[Mentre nei 60 anni precedenti ci sono stati 8 principi, con una reggenza media di 7 anni e mezzo, nei 18 anni successivi ce ne saranno ben 18 e i conflitti tra il principe e l'assemblea si intensificheranno sempre di più. Fino alla crisi più violenta del 1908…]


1894
IMPERO OTTOMANO
[dal 1879 è sotto l'influenza della Germania]
Abdülhamit II o Abdülhamid
o 'Abd al-Hamid
Albero genealogico
(Istanbul, 21 set 1842 – Istanbul, 10 feb 1918)
figlio di 'Abd-ul-Mejid I e della sua sposa armena Tirimüjgan;
1876-1909, XXXIV sultano; "il sultano rosso"


TURCHIA
1894
"Giovani turchi": il movimento riorganizza il C.U.P. o "Comitato di Unione e Progresso" (Ittihad ve Taraqqi) sotto la guida del nuovo leader Ahmed Riza e degli ufficiali Niazi e Enver Pascià.
[Le aspirazioni del movimento sono ad un tempo costituzionali e nazionaliste. Essi vogliono dare al loro paese un regime politico moderno all'europea, anche per togliere alle grandi potenze ogni pretesto per intervenire in Turchia a favore delle popolazioni cristiane e agli stati balcanici ogni velleità di annessione di questo o quel territorio turco.
Come nazionalisti vogliono rafforzare la Turchia e intensificare il sentimento patriottico ottomano, e hanno anche delle tendenze panislamiche che non sono del tutto in contrasto con le idee del sultano… se non fosse per quelle aspirazioni liberali inVIse a quest'ultimo il quale mobilita tutta la sua organizzazione poliziesca e spionistica contro di essi.
Il movimento ha speciale diffusione in Macedonia perché proprio qui è più evidente lo sfacelo dell'Impero ottomano, più attive la penetrazione e le interferenze europee, più pericolose le aspirazioni irredentistiche degli stati balcanici a spese della Turchia.




BOSNIA-Erzegovina
[dal 1878, dopo il congresso di Berlino, è amministrata dall'Austria-Ungheria]

1894
-

Novibazar [sangiacato]

1894
Il sangiacato di Novibazar, che separa la Serbia dal Principato del Montenegro, è abitato in gran parte da serbi, metà dei quali musulmani, e resta alla Turchia, anche se sotto un regime speciale.

ALBANIA

1894
Il sentimento nazionale, promosso dalla cessione di Plava e Gusinje al Montenegro decretata dal congresso di Berlino, si rafforza sempre di più, facendo capo alla Lega albanese di resistenza.

MACEDONIA [ceduta dalla Bulgaria alla Turchia nel 1878]

1894
i patrioti macedoni organizzano a Salonicco l'ORIM (Organizzazione rivoluzionaria interna macedone) [o O.R.M.I.] che rivendica l'autonomia pur nell'ambito dell'impero turco.
[Così denominata perché opera all'interno della Macedonia e per distinguerla dalla organizzazione esterna che svolge un'attiva propaganda in Bulgaria e all'estero, cercando di interessare le grandi potenze alla questione macedone.]
Essa assume la direzione di tutta l'agitazione rivoluzionaria e finisce per venire a conflitto non solo con le autorità turche, ma anche con l'elemento ellenico.

Le riforme non vengono, anzi la repressione continua.



CRETA

1894
-

CIPRO
1894
in seguito all'occupazione britannica dell'Egitto, l'isola perde gran parte della sua importanza e perciò il governo di Londra si disinteressa dell'isola trascurandola completamente.








1894
RUSSIA
 
Alessandro III Romanov
Albero genealogico

(Pietroburgo 1845 - Livadija, Crimea 1894)
secondogenito di Alessandro II e di Maria di Assia-Darmstadt;
1881-94, zar di Russia;
1894
muore.

 
Nicola II Romanov
Albero genealogico

(Carskoe Selo 1868 - Ekaterinburg, odierna Sverdlovsk 1918)
primogenito di Alessandro III e di Dagmar di Danimarca;
1894-1917, zar di Russia;
1894
Novembre
succede al padre; V.K. von Pleve è vice ministro degli interni;

 
Ministro dell'Interno
I.L. Goremykin
(1894 nov -1899)
viceministro
V.K. von Pleve
(1894 nov -1899)
Ministro
delle Comunicazioni
S.J. Vitte
(1892 feb - 1903)
Ministro
delle Finanze, Commercio e Industria
S.J. Vitte
(1892 ago- 1903)
1894
un trattato con la Francia (1893-94), che mira a controbilanciare la triplice alleanza, ha anche l'effetto di attirare capitali francesi in Russia, con notevole beneficio per il suo sviluppo industriale;






1894
-
 
Granducato di Finlandia
[relativamente autonomo]
- dal 1809, in seguito alla pace di Tilsit e al trattato di Fredrikshamn;
- dal 1863 la dieta viene convocata ufficialmente ogni cinque anni e
la lingua ufficiale è diventata il finlandese; la religione è luterana già dal XVI sec.;
- dal 1869 lo zar ha concesso la costituzione;
1894
-


1894
REGNO di ROMANIA
Carlo I

Albero genealogico

(Sigmaringen, Prussia 1839 - Sinaia, Valacchia 1914)
figlio di Carlo Antonio († 1885) principe di Hohenzollern-Sigmaringen (1848-49, abd.) e di Giuseppina di Baden;
1866-81, principe di Romania;
1869, sposa la principessa Elisabetta di Wied (o Carmen Sylva);
1877, alleato della Russia nella guerra contro la Turchia, comanda personalmente le truppe romene distinguendosi nell'assedio di Plevna;
nel 1878 l'annessione della Bessarabia alla Russia in cambio della non desiderata Dobrugia ceduta alla Romania crea un aspro dissenso fra Romania e il neo principato di Bulgaria;
1881-1914, re di Romania;
1894
dal 1883 è legato alla Triplice alleanza;

1894
-
 

a



1894
Principato di BULGARIA

Ferdinando

Albero genealogico

(Vienna 1861 - Coburgo 1948)
figlio di Augusto di Sassonia-Coburgo-Koháry († 1881) e di Clementina d'Orléans;
1887-1908, principe di Bulgaria;
[eletto dal Sobranje (Assemblea nazionale), è succeduto ad Alessandro di Battenberg (1879-86) che ha abdicato]
nel 1893 sposa la p.ssa Maria Luisa di Borbone-Parma (a condizione che i figli siano battezzati cattolici);
muore l'ex principe Alessandro di Battenberg ed egli si trova così a non avere più rivali da temere;
1894
battezza il figlio Boris secondo il rito ortodosso (come previsto dalla costituzione bulgara) per ingraziarsi il clero slavo, nonostante la disapprovazione di papa Leone XIII; padrino è nientemeno che lo zar Nicola II per cui viene suggellata la riconciliazione russo-bulgara;


1908-18, zar dei bulgari;

Primo Ministro

Stambuloff
(1887 ago - mag 1894)
avv. Stoiloff
(1894 mag - ?)

1894
Maggio
31
, il primo ministro si dimette;
[È da molto che il principe, desideroso di ottenere il riconoscimento della Russia, vuole sbarazzarsi di lui. Egli è inoltre molto contadino e ostenta un disprezzo per le forme e il cerimoniale. Uno scandalo domestico concernente uno dei suoi più fidi colleghi fornisce al principe il pretesto desiderato per disfarsi di lui.]
Il principe accetta le dimissioni e chiama alla successione l'avv. Stoiloff, già segretario del principe Alessandro di Battenberg.
Desideroso di vendicarsi dei suoi avversari, non vedendo riconosciuti i reali benefici recati al paese, Stambuloff accorda a un giornale tedesco un'intervista in cui attacca ferocemente lo stesso principe. Si viene così alla guerra aperta tra il sovrano e il suo ex primo ministro.
Stambuloff viene processato per diffamazione, la sua proprietà viene sequestrata e gli viene negato il passaporto per recasi all'estero chiesto per ragoni di salute.
 

a




 
1894
FRANCIA
III REPUBBLICA
Presidente della Repubblica
M.-F.-S. Carnot
(1887 3 dic - 25 giu 1894, assassinato)
J. Casimir-Périer
(1894 27 giu-15 gen 1895)
Presidente del Senato
Paul-Armand Challemel-Lacour
(1893 27 mar - 16 gen 1896)
Presidente della Camera
-
Presidente dell'Assemblea nazionale
(Senato+Camera)
-
 
Presidente del Consiglio
J. Casimir-Périer
(1893 3 dic-22 mag 1894)
Charles Dupuy
II
(30 mag-25 giu)
Charles Dupuy
III
(1° lug-15 gen 1895)
Interni
David Raynal
(1893 3 dic - 30 mag 1894)
Charles Dupuy
(30 mag - 26 gen 1895)
Affari Esteri
Jean Casimir-Perrier
(3 dic - 30 mag 1894)
Gabriel Hanotaux
(30 mag - 1° nov 1895)
Colonie
-
Guerra
Marina
-
Finanze
Auguste Burdeau
(1893 3 dic - 30 mag 1894)
R. Poincaré
(30 mag - 26 gen 1895)
Lavori pubblici
-
-
Lavoro
-
Giustizia
Antonin Dubost
(1893 3 dic - 30 mag 1894)
Eugène Guérin
(30 mag - 26 gen 1895)
Istruzione Pubblica
-
-
   
   
 
1894
Gennaio
Febbraio
12
, Emile Henry getta una bomba al Caffè Terminus, causando un morto;
21, sale sul patibolo;
Giugno
24
, ritenendo il presidente francese M.-F.-S. Carnot responsabile della morte dei suoi due compagni, Sante Caserio, anarchico, fornaio ed emigrato di nazionalità italiana, lo ferisce a morte con una pugnalata;
Agosto
16
, Sante Caserio viene ghigliottinato.
In seguito a questo attentato, sotto la falsa accusa di esserne l'istigatore, P. Gori è costretto a fuggire a Lugano, in Svizzera ma anche da qui ormai gli anarchici vengono espulsi.
Ottobre
scoppia l' "Affaire Dreyfus": il cap. A. Dreyfus viene arrestato sotto l'accusa di «aver consegnato a una potenza straniera [la Germania] documenti interessanti la difesa nazionale»;
Dicembre
22
, il Consiglio di guerra condanna il cap. A. Dreyfus alla degradazione e alla deportazione perpetua nell'Isola del Diavolo (al largo della Guyana);



1894
REGNO dei PAESI BASSI

Guglielmina

Albero genealogico

(l'Aia 1880 - castello di Het Loo, presso Apeldoorn 1962)
figlia di Guglielmo III re d'Olanda e della sua seconda moglie Emma di Waldeck-Pyrmont;
1890-1948, regina dei Paesi Bassi;
[sotto la reggenza della madre]

Primo ministro

-
1894
il movimento operaio, inquadrato nelle strutture confessionali, è poco permeabile alle concezioni rivoluzionarie: il partito socialdemocratico di ispirazione marxista ne rappresenta solamente una frazione e si impegna nella lotta per il suffragio unviersale;

a



1894
REGNO del BELGIO

Leopoldo II

Albero genealogico

(1835 - 1909)
figlio di Leopoldo I e di Carolina Carlotta Augusta d'Inghilterra;
1865-1909, re dei belgi;
1885-1908, sovrano dello Stato Indipendente del Congo [in realtà un suo possedimento personale]



 
1894
le elezioni registrano, accanto alla massiccia affermazione dei cattolici (104 seggi) e al drastico ridimensionamento dei liberali (15 deputati), un buon successo del Partito operaio che manda alla camera 35 deputati;

a



1894
Granducato di Lussemburgo

Adolfo di Nassau-Weilburg

Albero genealogico

(† 1905)
figlio di Guglielmo duca di Nassau e di Carlotta Federica Luisa di Sassonia Altenburg;
1839-66, duca di Nassau;
1890-1905, granduca di Lussemburgo;
[alla morte di Guglielmo III, re dei Paesi Bassi e granduca di Lussemburgo, in seguito ad una precedente convenzione.]


 

1894
-

a






1894
Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda
Vittoria
Albero genealogico

(Londra 1819-Osborne, isola di Wight 1901)
figlia di Edoardo duca di Kent e di Vittoria Maria Luisa di Sassonia-Coburgo-Gotha;
1820, alla morte del padre è posta sotto la tutela dello zio materno Leopoldo di Sassonia-Coburgo-Saalfeld (futuro Leopoldo I del Belgio);
1837-1901, regina del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda;
succeduta alla morte dello zio Guglielmo IV morto senza eredi legittimi;
dal febbraio 1840 è sposata con l'amatissimo cugino Alberto di Sassonia-Coburgo-Gotha;
dal 14 febbraio 1861 è vedova;
1877-1901, imperatrice delle Indie;
1894
la regina utilizza per l'ultima volta la prerogativa reale di nominare il capo del governo indipendentemente dalla volontà del parlamento.

Primo lord
del Tesoro
[First Lord
of the Treasury
]
W.E. Gladstone liberale
IV
(1892 15 ago - 5 mar 1894)
A.Ph. Primrose liberale
5° conte di Rosebery
(5 mar - 25 giu 1895)
Cancelliere dello Scacchiere
[Chancellor
of the Exchequer
]
sir William Vernon Harcourt
(1892 18 ago - 21 giu 1895)
Segretari di Stato
 
Affari Esteri e Commonwealth
A.Ph. Primrose
5° conte di Rosebery
(1892 ago- mar 1894)
-
Guerra
-
-
Affari Interni
-
-
Giustizia
-
-
Colonie
-
-
Commercio
-
-
1894
-
1894
-


1894
REGNO di DANIMARCA
Cristiano IX
Albero genealogico

(Gottorp, Schleswig-Holstein 1818 - Copenaghen 1906)
figlio di Federico Guglielmo e di Luisa di Assia-Kassel;
1863-1906, re di Danimarca;

1894
-

ISLANDA

1894
-


1894
REGNO di SVEZIA e NORVEGIA
Oscar II
Albero genealogico

(Stoccolma 1829 - 1907)
figlio di Oscar I e di Giuseppina di Leuchtenberg, e fratello di Carlo XV;
1872-1907, re di Svezia;
1872-1905, re di Norvegia;



SVEZIA
1894
-
NORVEGIA
1894
-







1894
REGNO di PORTOGALLO
Carlo I
Albero genealogico
(Lisbona 1863 - 1908)
figlio primogenito di re Luigi di Sassonia-Coburgo-Gotha-Koháry e di Maria Pia di Savoia-Carignano;
1886, sposa la princ.ssa Amélie de Orléans (1865-1951);
1889-1908, re di Portogallo;

Ministro degli Interni

João Franco
(1893 - 1906)

1894
favorisce le tendenze autoritarie del ministro degli interni;


a


1894
REGNO di SPAGNA
Alfonso XIII di Borbone
Albero genealogico

(Madrid 1886 - Roma 1941)
figlio postumo di Alfonso XII e di Maria Cristina d'Absburgo-Lorena;
1886-1931, re di Spagna;

 
Primo Ministro
1894
governa appoggiandosi alle "giunte" militari, all'alto clero e ai grandi proprietari fondiari e incoraggiando, spesso, una politica repressiva;
ridiventa primo ministro A. Cánovas del Castillo;










1894
REGNO D'ITALIA
Umberto I
Albero genealogico
(Torino 1844-Monza 1900)
figlio di Vittorio Emanuele II e di Maria Adelaide d'Absburgo-Lorena;
1849-78, principe di Piemonte;
1878-1900, re d'Italia;

 

PARLAMENTO
XVIII Legislatura
(1892 23 nov - 8 mag 1895)
Presidente del Senato
D. Farini
romagnolo
(1892 23 nov - 13 gen 1895)
Presidente della Camera
G. Zanardelli
lombardo
(1892 23 nov - 20 feb 1894)
G. Biancheri
ligure
(1892 22 feb - 13 gen 1895)
Presidente
del Consiglio
F. Crispi III
siciliano
(1893 15 dic - 14 giu 1894)
F. Crispi IV
siciliano
(1894 14 giu - 10 mar 1896)
Interno
Sottosegretario R. Galli
veneto
(1893 15 dic - 10 mar 1896)
Affari Esteri
A. de Blanc
savoiardo
(1893 15 dic - 10 mar 1896) 
Sottosegretario P. Antonelli
laziale
(1893 15 dic - 20 giu 1894)
G. Adamoli
lombardo
(1894 21 giu - 10 mar 1896)
Guerra
S. Mocenni
toscano
(1893 15 dic - 10 mar 1896)
Sottosegretario G. Bogliolo
piemontese
(1893 15 dic - 10 mar 1896)
Marina
E.C. Morin
ligure
(1893 15 dic - 10 mar 1896) 
Sottosegretario L. Serra
pugliese
(1893 15 dic - 10 mar 1896)
Tesoro
S.C. Sonnino
toscano
(1893 15 dic - 14 giu 1894)
[ad interim]
S.C. Sonnino
toscano
(1894 14 giu - 10 mar 1896)
Sottosegretario A. Salandra
pugliese
(1893 15 dic - 10 mar 1896)
Finanze
S.C. Sonnino
toscano
(1893 15 dic - 14 giu 1894)
P. Boselli 
ligure
(1894 14 giu - 10 mar 1896)
Sottosegretario A. Salandra
pugliese
(1893 15 dic - 20 giu 1894)
P. Bertolini
veneto
(1894 21 giu - 10 mar 1896)
Agricoltura, Industria e Commercio
P. Boselli 
ligure
(1893 15 dic - 14 giu 1894)
A. Barazzuoli
toscano
(1894 14 giu - 10 mar 1896)
Sottosegretario G. Adamoli
lombardo
(1893 15 dic - 1° dic 1894)
barone D. Sciacca-Della Scala
siciliano
(1894 2 dic - 10 mar 1896)
Lavori Pubblici
G. Saracco
piemontese
(1893 15 dic - 10 mar 1896)
Sottosegretario L. Romanin Jacur
veneto
(1893 15 dic - 10 mar 1896)
Grazia e Giustizia, e Culti
V. Calenda di Tavani
campano
(1893 15 dic - 10 mar 1896)
Sottosegretario E. Daneo
piemontese
(1893 15 dic - 10 mar 1896)
Istruzione Pubblica
G. Baccelli
laziale
(1893 15 dic - 10 mar 1896)
Sottosegretario S. Costantini
abruzzese
(1893 15 dic - 10 mar 1896)
Poste e Telegrafi
M. Ferraris
piemontese
(1893 15 dic - 10 mar 1896)
Sottosegretario L. Rava
romagnolo
(1893 15 dic - 10 mar 1896)

1894

Gennaio 
13, Lunigiana, insurrezione anarchica in appoggio ai siciliani. A Carrara sciopero generale: scoppia la rivolta con barricate e scontri armati, in prima fila i cavatori anarchici. Alla caserma Dogali una colonna di 400 dimostranti si scontra con una compagnia di soldati, che ne uccide otto ferendone diverse decine. 
31, la repressione per i fatti di Carrara è spropositata: in totale vengono comminati 1000 anni di carcere. 
Si cerca un inesistente capo e lo si trova in Luigi Molinari [come prova il testo della canzone Inno alla rivolta], un giovane anarchico di Mantova, avvocato e giornalista, che viene condannato a 23 anni ma poi liberato ed amnistiato in seguito ad una forte campagna della stampa democratica.

Febbraio

Marzo 

Aprile

Maggio

GiugnoA. Costa
Roma, F. Crispi subisce un attentato in via Capo le Case, laterale di via Gregoriana, da parte di Paolo Lega di Lugo di Romagna, falegname disoccupato, 25 enne anarchico; condannato a 20 anni, morirà in carcere dopo un anno e mezzo; 

Luglio
la Camera approva tre leggi antianarchiche presentate da F. Crispi. Presentando i cosiddetti provvedimenti di pubblica sicurezza, il ministero sancisce la pena del domicilio coatto per i delitti contro l'ordine pubblico.
Il gen. O. Baratieri occupa Kassala nel Sudan.

Agosto


Settembre
22
,  dopo l'approvazione di leggi speciali per la repressione antianarchica in Italia, il "governo Crispi" decreta lo scioglimento di tutte le associazioni anarchiche, socialiste e operaie.

Ottobre
23
, con decreto governativo F. Crispi scioglie i circoli, le leghe e le federazioni socialiste. Viene sciolto, naturalmente, anche il Partito Socialista dei Lavoratori Italiani
In tutta Italia i socialisti tengono adunanze per fondare la "Lega per la difesa della libertà" alla quale aderiscono uomini di tutti i partiti democratici.

Novembre
8
, Milano, nasce il TCCI (Touring Club Ciclistico Italiano); 

Dicembre
12
, Imola, sotto l'accusa di eccitamento all'odio di classe, A. Costa e altri 14 compagni sono condannati a sei mesi di carcere.

G. Giolitti è accusato alla Camera di essere coinvolto nello scandalo della Banca Romana. viene istituita una commissione di indagine per esaminare la posizione di G. Giolitti che produce una serie di documenti.

MEZZOGIORNO E ISOLE

Napoli, alle elezioni si ha ancora una prevalenza clericale e moderata. I clericali sono, anzi, sostanzialmente in maggioranza da soli: 50 consiglieri.

Fonti:
- Giuseppe Galasso, Intervista sulla storia di Napoli, a cura di Percy Allum, Laterza 1978.








 

DOMINION OF CANADA
[Aggiunta alle altre province britanniche nel 1763, include la regione sulle due rive del fiume San Lorenzo grossolanamente delimitate da Anticosti a est e il Lago Nipissing a ovest.
Dal 7 nov 1763 la provincia (ex Canada francese) è stata divisa formalmente in tre distretti: Québec, Trois-Rivières, Montréal.
Nel 1791 la provincia è stata separata in due parti:
Basso Canada (francofoni) e Alto Canada (lealisti).
Nel 1841, con l'Act of Union sono stati nominati due primi ministri ma Canada Est e Canada Ovest continuano ad andare ognuna per la sua strada. Il sistema dura ben 25 anni (1842-67).
Nel 1867, 1° luglio, nasce ufficialmente la confederazione: Dominion of Canada.]
Governatore generale
John C. Hamilton-Gordon
marchese di Aberdeen e Temair
(1893 - 1898)
Primo ministro
John S.D. Thompson
(1892 - 1894)
[conservatore]
Mackenzie Bowell
(1894 - 1896)
[conservatore]

1894
-

 

 

 

 

 


QUÉBEC
Vescovo di Montréal
-

1894
-

 

 

 

ONTARIO
-
-

1894
-


NEW BRUNSWICK
-
-

1894
-

NOVA SCOTIA
-
-

1894
-

MANITOBA [dal 1870]
-
-

1894
-


NORTHWEST (territori) [dal 1870]
-
-

1894
dal 1892 si sta trascinando il problema di stabilire l'esatto confine con l'Alaska, ceduta dalla Russia agli Stati Uniti nel 1867;


BRITISH COLUMBIA [dal 1858]
[nel 1866 ha incorporato l'Isola di Vancouver e dal 1871 fa parte della confederazione.]
Governatore della provincia
-

1894
-

 

ISOLA DEL PRINCIPE EDOARDO
[Dal 1873 fa parte della confederazione.]
Governatore della provincia
-

1894
-

 

 

TERRANOVA
Primo Ministro
William V. Whiteway
(1889 - 1894)
Daniel J. Greene
(1894 - 1895)

1894
-

 


 

UNIONE degli STATI UNITI d'AMERICA
Presidente degli Stati Uniti
S.G. Cleveland II, [24°]
(1893 4 mar - 4 mar 1897)
[Pd]
Vicepresidente
-
Segretario di Stato
[Ministro degli Esteri]
-
Ministro del Tesoro
-
Ministro della Guerra
-
Presidente della Corte Suprema
M.W. Fuller
(1888 8 ott - 4 lug 1910)

1894
Gennaio
recessione (1893-97): conseguente alla crisi agricola del 1886 e ai crack finanziari delle holdings;

Per rendere più convincente la richiesta di un programma di lavori pubblici che dia un impiego ai disoccupati, Jacob S. Coxey, un prosperoso uomo d'affari dell'OHIO con simpatie populiste, organizza una marcia dei disoccupati su Washington.

Aprile
30
, Washington, non più di di cinquecento membri del cosiddetto "esercito di Coxey" giungono nella capitale e, quando i loro capi sono arrestati (per aver oltrepassato i confini attorno al Campidoglio), il movimento si sgonfia.
Poco dopo il presidente S.G. Cleveland invia le truppe federali a interrompere lo sciopero contro la Pullman Car Company di Chicago, che si estende a 27 stati, dimostrando così di non avere più simpatia per gli scioperanti che per i disoccupati.

Nel frattempo S.G. Cleveland subisce una netta sconfitta nel tentativo di mantenere l'impegno preso durante la campagna elettorale per una riforma dei dazi doganali.
Un progetto di legge che prevede un sostanziale abbassamento delle tariffe viene approvato dalla camera dei rappresentanti, ma in senato i protezionisti lo emendano a tal punto che nella sua forma finale il Wilson-Gorman Tariff Act differisce ben poco dal McKinley Tariff Act (1890).

Il Wilson-Gorman Tariff Act priva di colpo lo zucchero cubano del suo sbocco di mercato gettando l'isola in un tale stato di miseria da scatenare una nuova ondata di ribellione.

 

Lo stesso anno avviene uno sciopero alla Pullman Palace Car Company.
La società, che costruisce carrozze-letto e carrozze-salotto per conto delle compagie ferroviarie, si vanta di essere un'azienda modello.
Durante la depressione dell'inverno 1893-94 essa apporta pesanti tagli alle paghe, in media attorno al 25%; quando la direzione rifiuta di discutere i motivi di lagnanza con una commissione di lavoratori e ne licenzia alcuni membri, viene proclamato uno scioepro di protesta.
A sostegno degli scioperanti si schiera un'aggressiva organizzazione sindacale, l'American Railway Union, creata l'anno precedente da Eugene V. Debs.
Il sindacato decide di boicottare le compagnie ferroviarie che usano carrozze "Pullman" e questo provoca un grande sciopero nel settore ferroviario che paralizza il traffico che fa capo alla stazione di Chicago ed è contrassegnato da sporadici episodi di violenza.
Le compagnie ferroviarie chiedono l'intervento delle autorità federali e il minsitro della Giustizia Richard Olney ottiene l'emissione di un decreto ingiuntivo da parte di un tribunale federale che vieta ogni interferenza nell'attività delle ferrovie o delle poste e ogni tentativo di convincere i dipendenti ferroviari a non svolgere il proprio lavoro. Poi, col pretesto che lo sciopero ostacola il servizio postale – il che a rigor di termini non è vero – il presidente S.G. Cleveland fa intervenire l'esercito, malgrado le proteste del governatore dell'ILLINOIS John Peter Altgeld, favorevole ai lavoratori, che è pronto a garntire l'ordine con la milizia di stato.
Gli interventi federali pongono rapidamente termine allo sciopero. Eugene V. Debs che ha sfidato il decreto ingiuntivo, viene condannato a sei mesi di carcere per disobbedienza alla legge.
[Quando uscirà di prigione sarà diventato un socialista convinto.]
Lo sciopero alla Pullman Palace Car Company dimostra che le autorità federali sono decise a proteggere gli interessi dei datori di lavoro a spese di quelli dei lavoratori.
[Il tribunale federale ha basato il decreto ingiuntivo sullo Sherman Antitrust Act argomentando che l'American Railway Union è un'organizzazione che si propone di limitare la libertà di commercio.
L'arma del "decreto ingiuntivo", usata per la prima volta per bloccare uno sciopero, rimarrà l'arma preferita dei datori di lavoro fino a quando non sarà messo fuori legge dal North-La Guardia Act (1932).]


Prezzi dei principali prodotti agricoli
[in dollari]


1866
1894
- grano (a staio)
1,45
0,49
- mais (a staio)
0,75
0,28
- cotone (alla balla)
0,31
0,06

Tale situazione è stata soprattutto causata da una crisi internazionale di sovrapproduzione.
Contemporaneamente si verifica un netto aumento dell'indebitamento agricolo e del sistema delle affittanze: nel 1890 oltre 1/4 delle terre lavorate direttamente dai loro proprietari sono ipotecate e in alcui stati del Middle West, come il WISCONSIN, il MICHIGAN e lo IOWA, la proporzione si avvicina alla metà.
Il numero di ipoteche nel Sud è relativamente insignificante, ma solo perché il valore del terreno è troppo basso per poter servire da garanzia e perché gli affitti, la mezzadria e il sistema dei pegni sono diventati tratti distintivi dell'agricoltura sudista.

 

[Maldwyn A. Jones, Storia degli Stati Uniti, Bompiani 1984.]

 

 


 

 

[Maldwyn A. Jones, Storia degli Stati Uniti, Bompiani 1984.]

 




[01] DELAWARE [dal 7 dicembre 1787] - cap. Dover
[Primo stato a ratificare la Costituzione degli Stati Uniti d'America.
Non esistono collegamenti fra chiesa e stato e una grande libertà religiosa si è affermata sin dall'inizio.]
Governatore
-

1894
-

 

[02] PENNSYLVANIA [dal 12 dicembre 1787] - cap. Harrisburg
[Non esistono collegamenti fra chiesa e stato e una grande libertà religiosa si è affermata sin dall'inizio.]
Governatore
-

1894
-

 

[03] NEW JERSEY [dal 18 dicembre 1787] - cap. Trenton
[Non esistono collegamenti fra chiesa e stato e una grande libertà religiosa si è affermata sin dall'inizio.]
Governatore
-

1894
-

 

[04] - [04] GEORGIA [dal 2 gennaio 1788] - cap. Atlanta
[Già ammesso nell'Unione nel 1780 ma ratificato solo il 2 gennaio 1788.
Riammesso al Congresso il 30 marzo 1870.]
Governatore
-
-

1894
-




[05] CONNECTICUT [dal 4 gennaio 1788] - cap. Hartford
Governatore
-

1894
-

[06] MASSACHUSETTS [dal 6 febbraio 1788] - cap. Boston
Governatore
-

1894
-



[07] MARYLAND [dal 28 aprile 1788] - cap. Annapolis
Governatore
-

1894
-

 



 






[08] - [01] SOUTH CAROLINA [dal 23 maggio 1788] - cap. Columbia
Governatore
-
-

1894
-


[09] NEW HAMPSHIRE [dal 21 giugno 1788] - cap. Concord
Governatore
-

1894
-

 





[10] - [08] VIRGINIA [dal 26 giugno 1788] - cap. Richmond
[Riammesso al Congresso il 30 marzo 1870]
Governatore
-
-

1894
-

 





[11] NEW YORK [dal 26 luglio 1788] - cap. Albany
[L'anglicanesimo è la religione di stato in quattro contee.]
Governatore
-

1894
-

 

[12] - [09] NORTH CAROLINA [dal 29 maggio 1789] - cap. Raleigh
[Tratto di terre immediatamente a sud della Virginia, attorno allo stretto di Albemarle.]
Governatore
-
-

1894
-

[13] RHODE ISLAND [dal 29 maggio 1790] - cap. Providence
Governatore
-

1894
-


[14] VERMONT [dal 4 marzo 1791] - cap. Montpelier
Governatore
-

1894
-


[15] KENTUCKY [dal 1° giugno 1792] - cap. Frankfort
Governatore
-
-

1894
-



[16] - [10] TENNESSEE [dal 1° giugno 1796] - cap. Nashville
[Riammesso all'Unione dall'aprile 1866.]
Governatore
-
-

1894
-




[17] OHIO [dal 1° marzo 1803] - cap. Columbus
Governatore
-
-

1894
-

[18] - [05] LOUISIANA [dal 30 aprile 1812] - cap. Baton Rouge
- 1819, Trattato Adams-Onís: stabilisce il confine con il MESSICO spagnolo: va dal fiume Sabine, nel TEXAS orientale, fino al 42° parallelo (futuro confine settentrionale della CALIFORNIA) e da quel punto, verso ovest, fino al Pacifico.
Governatore
-
-

1894
-

 


[19] INDIANA [dal 11 dicembre 1816] - cap. Indianapolis
Governatore
-
-

1894
-

[20] - [06] MISSISSIPPI [dal 10 dicembre 1817] cap. Jackson
[Riammesso al Congresso il 30 marzo 1870]
Governatore
-
-

1894
-


[21] ILLINOIS [dal 3 dicembre 1818] - cap. Springfield
-
Governatore
-
-

1894
-



[22] ALABAMA [dal 14 dicembre 1819] - cap. Montgomery
[Dal 18 ottobre 1867 sotto la sovranità degli Stati Uniti.]
Governatore
-

1868
-

 

 




[23] MAINE [dal 15 marzo 1820] - cap. Augusta
-
Governatore
-
-

1894
-

[24] MISSOURI [dal 10 agosto 1821] - cap. Jefferson City
Governatore
-
-

1894
-

 


[25] - [11] ARKANSAS [dal 15 giugno 1836] - cap. Little Rock
Governatore
-
-

1894
-

 


[26] MICHIGAN [dal 26 gennaio 1837] - cap. Lansing
Governatore
-
-

1889
-


[27] - [03] FLORIDA [dal 3 marzo 1845] - cap. Tallahassee
Tra il 1810 al 1813 gli Stati Uniti hanno inglobato la maggior parte della Florida occidentale, la scia costiera che corre da New Orleans a Mobile, ma una buona parte della colonia, unitamente a tutta la Florida orientale, cioè la penisola, resta ancora sotto il dominio spagnolo.
Nel 1819, con il Trattato Adams-Onís è stata completamente ceduta agli Stati Uniti dalla Spagna.
Nel 1868 è rientrata a far parte dell'Unione.]
Governatore
-
-

1894
-


[28] - [07] TEXAS [dal 29 dicembre 1845] - cap. Austin
Governatore
-
-

1894
-

 


[-] Territorio del NEW MEXICO [dal 1846]
Governatore
-
-

1894
-

 


[29] IOWA [dal 28 dicembre 1846] - cap. Des Moines
Governatore
-
-

1894
-

 


[30] WISCONSIN [dal 29 maggio 1848] - cap. Madison
Governatore
-
-

1894
-

 


[-] Territorio dell'UTAH [dal 1850]
[Dal 2 marzo 1861 si è staccato il Territorio del NEVADA.]
Governatore
-

1894
-

 


[31] CALIFORNIA [dal 9 settembre 1850] - cap. Sacramento
Governatore
-

1894
-

 


[32] MINNESOTA [dall'11 maggio 1858] cap. Saint Paul
Governatore
-
-

1894
Gennaio
-

 

 


[33] OREGON [dal 14 febbraio 1859] - cap. Salem
- 1845, alla fine dell'anno i 5000 coloni americani dell'Oregon organizzano un governo provvisorio e chiedono la fine del regime di occupazione comune e l'esclusiva giurisdizione americana.
- 1848, diventa territorio autonomo.
Governatore
-
-

1894
-

 


[34] KANSAS [dal 28 gennaio 1861] - cap. Topeka
Governatore
-
-

1894
Gennaio
-

 

 


[35] WEST VIRGINIA [dal 19 giugno 1863] - cap. Charleston
Governatore
-
-

1894
Gennaio
-

 

 


[36] NEVADA [dal 31 ottobre 1864] - cap. Carson City
[Il 2 marzo 1861 il suo territorio era stato separato da quello dell'UTAH.]
Governatore
-

1894
-

 


[37] NEBRASKA [dal 1° marzo 1867] - cap. Lincoln
Governatore
-
-

1894
-

 


[38] COLORADO [dal 1° agosto 1876] - cap. Denver
[Territorio autonomo dal 28 febbraio 1861.]
Governatore
-

1894
-

 


[39] NORTH DAKOTA [dal 2 novembre 1889] - cap. Bismarck
Governatore
-
-

1894
-

 


[40] SOUTH DAKOTA [dal 2 novembre 1889] - cap. Pierre
Governatore
-
-

1894
-

 


[41] MONTANA [dall'8 novembre 1889] - cap. Helena
[cap.li: fino al 1865 Bannack, fino al 1875 Virginia City.]
Governatore
-
-

1894
-

 


[42] WASHINGTON [dall'11 novembre 1889] - cap. Olympia
Governatore
-
-

1894
-

 


[-] Territorio dell'OKLAHOMA [dal 2 maggio 1890]
Governatore
-
-

1894
-


[43] IDAHO [dal 3 luglio 1890] - cap. Boise
[Territorio autonomo dal 24 marzo 1863 con cap. Boise.
Inizialmente, fino al 7 dicembre 1864, la capitale era Lexinton.]
Governatore
-
-

1894
-

 


[44] WYOMING [dal 10 luglio 1890] - cap. Cheyenne
Governatore
-
-

1894
-

 


a






1894
GRANDI ANTILLE
- Presidente della repubblica
?
(?-?)
guerra grande (1868-78): prima guerra d'indipendenza cubana;
guerra pequeña (1879-80);

1894
mentre i maggiori esponenti del movimento patriottico in esilio (A. Maceco, C. García, M. Gómez) hanno formato nel Messico, sotto la guida del nuovo leader indipendentista J. Martí, il Partido de la revolución cubana, il governo di Madrid è sempre riluttante a concedere all'isola una sia pur temperata autonomia;

L'opinione pubblica americana è decisamente dalla parte dei ribelli e si sente particolarmente oltraggiata dai metodi repressivi degli spagnoli.

Il Wilson-Gorman Tariff Act approvato dal Congresso americano priva di colpo lo zucchero cubano del suo sbocco di mercato gettando l'isola in un tale stato di miseria da scatenare una nuova ondata di ribellione.


Haiti
-
?
(?-?)
1894
-
- Presidente della repubblica
?
(?-?)
1894
-
- Governatore
?
(?-?)
[colonia britannica dal 1866]
1894
-


1894
STATI UNITI del MESSICO
(repubblica federale)
- Presidente della repubblica federale
José Porfirio Diaz
(1884 - 1911) II
[autoritarismo paternalistico]
1894
protagonista della guerra della reforma, ma al tempo stesso consapevole dell'impossibilità di rinunciare all'appoggio delle gerarchie terriere ed ecclesiastiche, tende ad imporre un regime stabile che restituisca al Messico una facciata di credibilità tale da attirare gli investimenti esteri;

1894
GUATEMALA
[formalmente indipendente dal 1847]
- Capo del governo
-
1894
-


1894

Repubblica dell'America centrale
(1894-98)

-
?
(?-?)
1894
-
El Salvador
1894
-
Honduras
1894
-
Nicaragua
1894
-



1894
COSTA RICA
[il paese è indipendente dal 1821]
- Presidente
T. Guardia
(1870 - ?)
1894
l'economia è basata in netta prevalenza sulla coltura del caffè e nel corso del secolo XIX, mentre si assiste ad una sistematica penetrazione di capitali inglesi e nordamericani, si forma pure una ristretta élite, socialmente e politicamente dominante, legata all'esportazione di questo prodotto;





1894
- Presidente
L. Núñez
(1880 - 1894)
1894
la forte espansione verso gli Stati Uniti e l'Inghilterra fa aumentare il potere economico dei gruppi oligarchici e contribuisce sotto le tre presidenze di L. Núñez all'instaurazione di un regime politico fortemente accentrato, in grado di salvaguardare gli interessi economici e di ristabilire l'influenza delle gerarchie ecclesiastiche;


1894
- Presidente della repubblica
A. Guzmán Blanco
(1870 - 1888)
[dispotismo illuminato]
1894
-

1894
República del Ecuador
Presidente della repubblica
-
 
1894
si alternano dittature conservatrici (J.J. Flores, G. García Moreno) e di dittature liberali (V. Rocafuerte, E. Alfaro) e da crescenti ingerenze dell'esercito, formato all'origine da elementi venezuelani;



1894
BOLIVIA
Presidente della repubblica
?
(1825-?)
 
1894
l'evoluzione storica della regione è caratterizzata dall'instabilità politica, sociale ed economica, conseguenza della lotta tra le contrapposte oligarchie dell'altopiano minerario e del Chaco agricolo e delle tensioni sociali che percorrono il paese (agitazioni contadine e scioperi dei minatori);


1894
PERU'
[Repubblica indipendente dal 1827]
- Presidente della repubblica
?
(?-?)
1894
con il trattato di Ancon il Perù ha perso nel 1883 le province ricche di salnitro di Tarapacá e Tacna (sarà restituita al Perù fra 50 anni);
l'economia peruviana segue un modello di sviluppo di stampo neocoloniale, incentrato sul rilancio dell'economica mineraria e di piantagione a scapito dell'allargamento del mercato interno;


1894
CILE
-
-
 
1894
fine della repubblica presidenziale e restaurazione del predomino oligarchico (1891-1925)


1894
GUYANE
[dal 1816 divise nelle tre colonie]
 dal 1816 divise nelle tre colonie:
Guyana Britannica (inglese)
1894
-
Suriname (olandese)
1894
-
Guyane Française (francese)
1894
già sede di una colonia penitenziaria e poi, dal 1852, di un bagno penale (fino al 1945);


1894
- Presidente provvisorio della repubblica
F. Peixoto
(1892 nov - 1894)
1894
il Rio Grande do Sul torna a minacciare la secessione;
di fronte all'evidente incapacità dell'esercito di dominare gli avvenimenti, il potere passa ai civili;
Prudente de Morais
, governatore di Sao Paulo, diventa il primo civile presidente della repubblica;


1894
Presidente della repubblica
?
(1874 - 1904)
[partito dei colorados]
 
1894
mentre cresce la dipendenza del paese dalle aree commerciali più solide (Argentina e Brasile) sorgono pure aspri conflitti fra il partito dei colorados laico e liberale, salito ora al potere, e quello degli azules, conservatore;



1894
- Presidente della repubblica
J.A. Roca
(1880 - 1886)
 
1894
Buenos Aires, nel 1891 è sorta l'Unión Civica radical come espressione della piccola borghesia urbana e rurale di recente formazione;






1894
Presidente della repubblica
?
(? - ?)
[partito colorado]
 
1894
Montevideo,





1894
CINA
Tz'u-Hsi [Tz'u-Hsi]

(Dinastia Manciù)

ex concubina Jehonala;
1861-1908, imperatrice della Cina;

1894
Pechino,

 




a

 

 




1894
(periodo Mejji: 1868-1912)
Giappone

Mutsuhito

(? - ?)
1868-1912, imperatore del Giappone;

- Primo ministro
Ito Hirobumi
(1885 -?)
- Ministro degli esteri
Okuma Shigenobu
(1887 - ?)

1894
dopo le prime elezioni del 1890, nelle quali il Partito liberale ha guadagnato il maggior numero di seggi nella camera dei deputati (oltre alla quale esiste anche la camera dei pari), il governo è ancora formato dai vecchi leader della "restaurazione Meiji" i quali per lo più provengono dai quattro han più potenti.
guerra cino-giapponese (1894-95): in Corea i riformatori spodestano il monarca coreano e formano un nuovo governo ma interviene la Cina che ripristina la monarchia;
Giugno
quando una setta religiosa coreana si ribella, il governo sollecita da parte della Cina un intervento militare; il Giappone invia a sua volta delle truppe;
Luglio
25
, tre navi da guerra giapponesi incrociano un trasporto militare cinese diretto verso la Corea; le navi di scorta cinesi aprono il fuoco su quelle giapponesi: questo episodio costitusce il casus belli. Le battaglie si svolgono in Corea e nella parte orientale della Cina.

a

 






1894
Villa Cisneros
[protettorato spagnolo dal 1884.]
-
-
1894
-


1894
Marocco
-
-
1894
-


1894
Algeria
[dal 1848 parte integrante del territorio nazionale francese, organizzata in tre dipartimenti d'oltremare.]
-
?
(?-?)
1894
-


1894
Tunisia
[con il trattato del Bardo del 1881, perfezionato nel 1883 con il trattato della Marsa, la Francia è riuscita a imporvi il suo protettorato.
Il bey conserva formalmente le sue prerogative.]
- Bey  
1894
-



1894
EGITTO
[parte dell'Impero Ottomano]
[dal 1882 il paese è stato privato dagli inglesi di ogni autonomia di fatto, ma senza modifica del suo statuto giuridico, se non per la cessazione automatica del tributo alla Porta;
nel 1884 si è dotato di una costituzione col gradimento inglese.]
'Abbas Hilmi II
(Alessandria 1874 - Ginevra 1944)
figlio di Muhammad Tawfiq pascià;
1892-1914, khedivè d'Egitto;
salito al trono alla morte del padre mantiene un atteggiamento ostile agli inglesi che nel 1882 hanno occupato l'Egitto;
- Alto Commissario
E. Baring
(1883 - 1907)
1894
-


1894
Sudan
[capitale Khartum]
Il chedivè d'Egitto Muhammad Alì e suo figlio Ismail, tra il 1820 e il 1822, conquistano l'Alta Nubia, il Kordofan e il Sennar, realizzando la prima unificazione politica del paese.
Nel 1840 la dominazione egiziana viene consolidata a est con l'annessione di Kassala e nel 1846 con l'annessione di Suakin sul mar Rosso.]
   

1894
-

 



1894
Senegal
[dal 1817 è sotto controllo francese;
dal 1865, sottomesso e pacificato, è diventato la testa di ponte per la conquista dell'entroterra sudanese.]
- Governatore
?
(? - ?)

1894
la delegazione guidata da Ferguson e partita dalla Sierra Leone non riesce a convincere con l'inganno il re dei Mossi dell'Alto Volta, Mogho Naba, ad accettare il "protettorato" britannico;

 



1894
Mauritania
[protettorato francese su su Trarza dal 1858.]
-
-
1894
-



1894
Sudan francese
[colonia francese dal 1892, creata su gran parte del territorio dell'antico impero africano del Mali.]
[possedimento francese creato nel 1882 su gran parte del territorio dell'antico impero africano del Mali;
colonia dal 1892.]
   
1894
1893-96, la popolazione di Timbuctu impegna Archinard in una lunga guerra;
1893-98, i Tuareg di Timbuctu oppongono resistenza al dominio francese;




1894
Niger
Rabah
(? - ?)
1870-1900, re;
[regno costituito nel Bahirmi, nel Kanem-Bornu e in parte del Ciad – capitale Dikoa]
forma nella capitale un fiorente mercato di schiavi;


1894
la lotta ingaggiata contro il re apre la via alla colonizzazione francese ora preparata da un accordo franco-britannico relativo all'area nigeriana (linea Say-Maroua)
[si concluderà nel 1920].

 



1894
[protettorato francese dal 1889 e colonia francese dal 1891.]
- Governatore
-
 
1894
-


1894
[colonia inglese dal 1808.]
- Governatore
?
(?-?)
1894
-


1894
[ex Monrovia, è una repubblica indipendente dal 1847, con una costituzione modellata su quella statunitense ma con il predominio dell'elemento nero-americano su quello autoctono;
nel 1857 al paese si è unita l'ex colonia formatasi a capo delle Palme nel 1833.]
-
-
1894
1891-98, John Payne Jackson, cittadino della Liberia, lancia, sulle pagine del periodico «Lagos Weekly Record», lo slogan «L'Africa agli Africani».


1894
[colonia francese dal 1893.]
- Governatore
-
 

1894
-

 



1894
Costa d'Oro
[Ghana]
[dal 1874 colonia della Corona inglese con gli Ashanti come popolo "indipendente" (finché non saranno piegati).]
-
-
1894
-


1894
Lagos
[dal 1861 colonia della Corona britannica.]
-
-
1894
-

1894
Togo
[protettorato tedesco dal 1884, confermato dalla conferenza di Berlino nel 1885.]
1894
-

1894
Dahomey
[protettorato francese dal 1883.]
-
-
1894
la Francia, che ha occupato il paese con due campagne militari (1890 e 1892/93), stipula ora un trattato con il fratello del ribelle re Behanzin.
Il Dahomey diventa colonia francese.

1894
Nigeria
-
-

1894
dal 1888 il governo britannico ha delimitato le sfere di interesse con la Francia (linea Say-Maroua) nella regione degli Oil Rivers (riconosciuti protettorato inglese dall'assemblea di Berlino del 1865) trasferendo i diritti della RNCO (Royal Niger Company) alla corona.




1894
[regione in parte colonizzata dai francesi nel 1889 con la fondazione del centro di Bangui.]
- -
1894
-



1894
Camerun
Njoya
-
(? - ?)
1883-1933, re dei bantu;


1894
la popolazione di Sadanga oppone resistenza ai tedeschi; Dominik e Kundi si servono di Samba per snidare dalla foresta e sconfiggere il ribelle Ntonga.

Settembre
26
, gli indigeni Ndog e Bessol tendono un'imboscata alla pattuglia armata di Dominik che viene ferito;
30, Samba prende il comando dei razziatori di Dominik;

Ottobre
6
, i tedeschi, guidati dal traditore Samba, sono sconfitti, ma gli insorti commettono il fatale errore di non uccidere tutti i soldati della pattuglia. Questi, dopo essersi riorganizzati, si vendicano barbaramente dei resistenti;

 




1894
[colonia di Ntamo, nucleo della futura BrazzaVille ;
nel 1888 ha assorbito il Gabon.]
Commissario generale
1894
-


1894
[il territorio dello Zaire, già sede (ancor prima dell'arrivo dei portoghesi) di importanti regni autoctoni quali quello del Congo, di Kuba, Luba, Lunda, nel 1880 è stato posto sotto il controllo dell'Associazione internazionale per il Congo, promossa da Leopoldo II re del Belgio; la conferenza internazionale di Berlino (1884-85) per la spartizione delle sfere d'influenza europee in Africa ha convalidato il fatto compiuto e istituito questo nuovo stato affidandone la sovranità allo stesso re Leopoldo II che da quel momento la esercita a titolo personale.]

Leopoldo II

Albero genealogico

1885-1908, sovrano dello Stato Indipendente del Congo;
[sovranità esercitata a titolo personale.]
1894
mediante lo sfruttamento estremo della manodopera locale, nel possedimento sono costruite infrastrutture di base, create le prime piantagioni ed iniziata la prospezione dei giacimenti minerari;

Giugno
6
, un ufficiale tedesco, il conte Gustav Adolf von Götzen, proveniente dalla costa dell'oceano Indiano, attraversata molta Africa selvaggia, inospitale, nemica, rimane stupefatto alla vista del lago Kivu: lo paragona al Lago di Lugano, in Svizzera.
[Non per niente la zona sarà chiamata la "Svizzera d'Africa".]
La tribù che abita nella zona battezzata dai belgi CostermansVille (futura Bukavu) si chiama bashi i cui membri (400.000 indigeni circa, nel 1962) dicono di avere nelle vene anche sangue camita.
Essi si ribellano all'insediamento dei belgi da queste parti, ammazzano soldati indigeni e ufficiali bianchi. A Kabare il loro capo terrà duro per lunghi anni; si sottometterà ai belgi soltanto nel 1916.

La campagna antischiavista può dirsi conclusa: tutti i capi arabi sono morti in combattimento o hanno abbandonato il paese.
Poi scoppia la sanguinosa rivolta dei batetela, i fedeli di Gongo Lutete, ma è l'ultima crisi.
Nascono così le basi per creare StanleyVille .
Katanga [regione sudorientale, annessa militarmente dai belgi nel 1891 sotto l'egida della Compagnie du Katanga istituita da re Leopoldo II.]
1894
-





1894
Eritrea
[colonia italiana dal 1° gennaio 1890, con il fiume Mareb come confine con l'Etiopia.]
-
-
1894
-


1894
Impero di Etiopia
Menelik II
(Ancober, Scioà 1844 - Addis Abeba 1913)
figlio del re dello Scioà Hayla Malakot;
1855-68, è praticamente prigioniero nel forte di Magdala, da cui fugge solo alla morte dell'imperatore Teodoro II;
proclamatosi re dello Scioà, contende la successione imperiale a Giovanni IV, re del Tigré, riuscendo a farsi riconoscere una specie di influenza prioritaria nella parte meridionale dell'impero e il diritto di successione al trono imperiale alla morte di Giovanni IV;
1889-1913, imperatore di Etiopia;

1894
ha fissato la capitale nella città di Addis Abeba, sull'altopiano amharico;




1894
SOMALIA
Costa francese dei Somali
protettorato francese dal 1884, vi è stato costruito nel 1888 il porto di Gibuti;
[situato in territorio dancalo e non propriamente somalo]
1894
-
Somalia Britannica
protettorato inglese dal 1884 con l'occupazione di Zeila, Berbera e Bulhar (in pratica la costa settentrionale del territorio, possesso egiziano 1840-84) a opera della Compagnia inglese delle Indie orientali;
1894
-
Somalia italiana
1894
attraverso i trattati di protettorato con i sultanati di Obbia e di Migiurtinia (Somalia settentrionale) dal 1889 è iniziata la penetrazione italiana estesasi dal 1892 con l'acquisto in affitto dal sultano di Zanzibar dei porti del Benadir (Brava, Merca, Mogadiscio e Uarsceik) attribuiti in amministrazione alla società privata V. Filonardi;

1894
 
- Governatore
cap. Lugard
(1890 - ?)

1894
dopo numerose guerre di esproprio contro il Buganda e altre regioni ribelli, la Gran Bretagna dichiara l'Uganda "protettorato".
Il comandante tedesco Schele invia una spedizione contro Bwana Heri;

Ottobre
viene soffocata una rivolta hehe guidata da Mkwawa;

 



1894
Kenya
(nome ufficiale solo dal 1920)
-
-

1894
-





1894
Africa Orientale Tedesca
(Deutsch-Ost-Afrika)
Ruanda-Urundi [protettorato tedesco dal 1890]
-
-
1894
le incessanti lotte dei baHutu, contro il predominio della minoranza tutsi (watutsi o vatussi) (la stirpe dei sovrani mwami) favoriscono l'instaurazione del dominio coloniale tedesco sul Burundi, che con il contiguo regno del Ruanda viene costituito in territorio del Ruanda-Urundi.
Tanganica [protettorato tedesco e, formalmente, colonia tedesca dal 1890, dal 1891 il territorio è passato sotto la diretta sovranità della Germania]
-
-
1894
la Germania "organizza" il territorio con 163 tedeschi alla testa di 1800 coscritti indigeni in ossequio alla tattica del "divide et impera". Chi si ribella viene giustiziato e deportato.


1894
[dal 1890 l'isola (assieme all'isola di Pemba) è diventata protettorato della Gran Bretagna che vi induce l'afflusso di indo-pakistani.]
-
-
1894
-


1894
Africa del Sud-Ovest
[protettorato tedesco dal 1884.]
-

1894
-



1894
Botswana
[la regione a nord del fiume Malopo è protettorato inglese dal 1885 mentre la parte meridionale (British Bechuanaland) è colonia.]
-
1894
-


1894
Lobenguela
-
(1833 ca-1894)
figlio di
1868 - ?, re dei maTabele di Zimbabwe;
[clan guerriero nguni (zulu)]

1894
dal 1890 la British South Africa Chartered Co., società fondata da Cecil J. Rhodes, ha ottenuto da re LoBenguella la concessione esclusiva di sfruttamento venticinquennale del territorio del protettorato sui maTabele;
gli inizi della colonizzazione, condotta in modo sistematico con un massiccio popolamento bianco, urtano contro la resistenza indigena;
insurrezione dei maTabele;

Cecil J. Rhodes e Jameson hanno avuto il sopravvento: la monarchia di Lobenguela è distrutta.

Gennaio
6
, Città del Capo, nella Drill Hall, Cecil J. Rhodes ringrazia pubblicamente:
- le Missioni anglicane e cattoliche,
- l'Esercito della Salvezza,
- il Movimento dei Giovani Esploratori di Baden-Powell,
- la Società Abolizionista,
per aver contribuito alla "liberazione" della Rhodesia.
23, Lobenguela muore mentre sta fuggendo sullo Zambesi. Cecil J. Rhodes sottrae ai Matabele le loro terre, crea riserve di mandopera a basso salario, garantisce nuovi territori ai coloni "bianchi", nomina Jameson suo amministratore e dà al territorio conquistato il nome di Rhodesia.

Con il Glen Gray Act, decretato da Cecil J. Rhodes, viene stabilita la prima forma di autogoverno – Bunga (il "consiglio" locale) – della Riserva Bantustan, a Glen Grey, Provincia Orientale del Capo.
Cecil J. Rhodes afferma: «Noi dobbiamo essere i loro signori».
Opposizione popolare africana al Glen Grey Act.

Gli eserciti africani attaccano Lourenço Marques, ma sono respinti dalle truppe di Antonio Enes.
Gungunhana, signore di Gaza, viene catturato da Mousinho de Albuquerque e portato a Lisbona, dove è costretto a sfilare davanti al popolino.
Cecil J. Rhodes fa uso delle mitragliatrici per poter annettere il Pondoland. Con questa azione di guerra terminano la conquista che si è protratta duecento anni e la resistenza delle tribù xhosa.

Cecil J. Rhodes e Jameson hanno avuto il sopravvento: la monarchia di Lobenguela è distrutta.




1894
British Central Africa
[protettorato britannico dal 1891, l'ex territorio Malawi ha assunto il nome attuale dal 1893]
-
-
1894
-

1894
Mozambico
-
-

1894
il Portogallo ha completato nel 1891 la conquista delle regioni interne senza tuttavia riuscire a pacificarle;



1894
Regno del Madagascar
(Imérina)
Ranavalona III
-
(† ?)
1883-96, regina del Madagascar;
1894
la Francia ha occupato militarmente dal 1883 il protettorato sakalava e il nord-est dell'isola fino a Tamatave;


1894
Repubblica del Transvaal
[dal 1856]
[territorio dal Vaal al Limpopo - capitale: Pretoria]
Presidente
S.J.P. Kruger [Oom Paul]
(1883 - 1900)
1894
[nel 1884 è stato istituito il protettorato della Beciuania.]


1894
Natal
[colonia autonoma dal 1893]
 
Governatore
?
(? - ?)

1894
il Mahatma Gandhi, giunto nel Natal l'anno precedente, costituisce il Congresso Indiano del Natal che ha un indirizzo "lealista".




1894
Stato Libero d'Orange
[territorio dall'Orange al Vaal - capitale: Bloemfontein]
[stato indipendente creato nel 1836 da coloni olandesi provenienti da Città del Capo;
dal 1848 è occupato dalle truppe britanniche che hanno spostato il centro amministrativo a Bloemfontein;
nel 1854, vista l'impossibilità di controllare militarmente l'immenso territorio, gli inglesi si sono ritirati.]
Presidente
-

1894
-

 


1894
[L'insediamento degli inglesi, divenuto definitivo dal 1814, ha formato un'oligarchia amministrativo-commerciale anglosassone nel Sud;
1834-39, grande trek (spostamento di massa dei coloni boeri verso le regioni dell'interno: Orange e Transvaal.]
Governatore
?
(? - ?)

1894
-



 
1894
Sudafrica
[L'insediamento degli inglesi, divenuto definitivo dal 1814, ha formato un'oligarchia amministrativo-commerciale anglosassone nel Sud; 1834-39, grande trek (spostamento di massa dei coloni boeri verso le regioni dell'interno: Orange e Transvaal.]

1894
1890-1910, triplica la popolazione urbana del Sudafrica.


Capo

1894
-

 




























































1894
Persia
Nasir al-Din Scià
(1831-1896)
figlio di Muhammad Scià, della dinastia Qagiar;
1848-96, scià di Persia;


1894
-



 



Alföldi, András (Pamáz, Budapest 1894-Princeton 1981) archeologo e storico ungherese
Gli Unni (1934)
Studi sulla crisi del mondo del III secolo (1935)
Daci e Romani in Transilvania (1964)
Roma primitiva (1972)
I Latini (1972)
La struttura dello Stato romano prima degli Etruschi (1974)
La storia di Roma primitiva (1976).

Beck, Józef (Varsavia 1894-Stanesti, Romania 1944) politico polacco;
1926, aderisce al colpo di stato di J. Pilsudski;
1930, vicepresidente del consiglio;
1932, ministro degli esteri, conduce una politica anticomunista;
1934, firma l'accordo di non aggressione tedesco-polacco;
1938, con l'assenso di A. Hitler si annette il bacino carbonifero cecoslovacco di Teschen;
1939, oppostosi alle pretese tedesche su Danzica, si allea con la Gran Bretagna, ma non riesce ad evitare l'aggressione nazista (settembre) e deve riparare in Romania dove viene internato.

Carloni, Mario (1896 ca-?) militare italiano;
1943, 8 settembre, già comandante del VI Reggimento bersaglieri in Russia, è sorpreso mentre sovrintende, a Verona, al Centro Costituzione Battaglioni Cacciatori Carro;
13 settembre, catturato dai tedeschi viene deportato in Germania, prima al campo transito di Berlino poi verso l'Off. Lager di Przemysl; la sua prigionia dura dieci giorni;
23 settembre, è liberato in quanto decorato della croce tedesca in oro;
1° ottobre, ritornato a Berlino assume l'incarico di capo reparto esercito della Missione militare della RSI in Germania;
28 novembre, viene destinato a comandare la Divisione bersaglieri "Italia" che si va costituendo nel campo di Heuberg;
1944,
15 giugno, è promosso generale di brigata;
16 luglio, quattro giorni prima del rimpatrio, il generale Rodolfo Graziani lo destina a sostituire il generale Goffredo Ricci nel comando della "Monte Rosa" che, partita il 20 luglio da Munzingen, ha quasi 19.000 uomini, compresi 650 ufficiali; con lui passa alla divisione alpina anche il capo di Stato Maggiore dell' "Italia" il tenente colonnello Teodoro Anela ;
agosto, la divisione "Monte Rosa" si schiera sulla riviera ligure di levante, fra Nervi e Levanto, estendendosi poi in profondità nel Piacentino e nel Parmense.

Chiesa, Damiano (Rovereto, Trento 1894-Trento 1916) patriota italiano, irredentista
1914, allo scoppio della prima guerra mondiale si reca a Torino per far propaganda a favore dell'intervento
1915, si arruola nell'esercito italiano; fatto prigioniero dagli austriaci e processato per tradimento, viene condannato all'impiccagione
1916, la pena, commutata in quella della fucilazione, viene eseguita nel Castello del Buonconsiglio di Trento.

Chrušcëv, Nikita Sergeevic (Kalinovka, Kursk 17 aprile 1894-Mosca 11 settembre 1971) politico sovietico.

Déat, Marcel (Guérigny, Nevers 1894-Torino 1955) politico francese;
1932, deputato socialista;
1933, uno dei leader del gruppo «neosocialista» che, allontanatosi dalla SFIO (il partito socialista francese), fonda il "Parti socialiste de France";
Morire per Danzica? (1939, agosto, articolo pubblicato sul quotidiano «L'Oeuvre» sulla tesi della non resistenza all'espansionismo tedesco)
1940, dopo l'invasione tedesca della Francia fonda il partito collaborazionista "Rassemblement national populaire";
1944, ministro del lavoro in uno degli ultimi governi di vichy, viene condannato a morte dopo la liberazione; trova rifugio in un convento vicino a Torino dove trascorre gli ultimi anni della sua vita.

Dumini, Amerigo (Saint Louis, 3 gennaio 1894 – Roma, 25 dicembre 1967) militare italiano, a capo della squadra fascista che sequestrò e uccise G. Matteotti.

Giordani, Igino (Tivoli 1894-Rocca di Papa 1980) giornalista e politico italiano, esponente del "Partito popolare italiano", tra i principali redattori del «Popolo»; antifascista, dovette rinunciare alla cattedra di professore di lettere ed emigrò negli Stati Uniti; tornato in Italia diresse la scuola per bibliotecari presso la Biblioteca Vaticana in stretto contatto con A. de Gasperi;
Rivolta cattolica (1925)
Il messaggio sociale di Gesù, degli Apostoli, dei primi padri della chiesa, dei grandi padri (1935-47)
1944-46, fonda e dirige il «Quotidiano» organo dell'Azione cattolica;
1947, deputato della Dc alla costituente e nella prima legislatura repubblicana;
L'ateismo (1949)
Storia della Democrazia cristiana (1950)
Il messaggio sociale del cristianesimo (1958).

Grotewohl, Otto (Brunswick 11 marzo 1894-Berlino Est 21 settembre 1964) politico tedesco; 
1912, operaio tipografo, aderisce al Partito socialdemocratico;
1920-25, deputato alla dieta del Brunswick;
1921-23, ministro degli interni e della cultura popolare;
1923-25, ministro della giustizia, sempre di questo Land;
1938-39, oppositore del nazismo viene imprigionato;
1946, diventa copresidente con Wilehelm Pieck del SED (Sozialistische Einheitspartei Deutschlands – Partito socialista unificato tedesco) derivante dalla fusione tra Partito comunista e Partito socialdemocratico; presiede la giunta costituente del congresso popolare che redige la costituzione;
1949, 7 ottobre, entra nella camera popolare e diventa presidente del consiglio della Repubblica Democratica Tedesca fino alla morte;
1950, membro del presidium dell'assemblea nazionale;
1960, vicepresidente della repubblica.

Hess, Rudolf (Alessandria d'Egitto 1894-carcere di Spandau, Berlino 1987) politico tedesco.

Jacomoni, Francesco (Reggio di Calabria 1894-Roma 1973) diplomatico italiano;
1932-36, capo di gabinetto di B. Mussolini al ministero degli esteri;
1936, ministro plenipotenziario in Albania;
1939-43, la carica viene mutata in luogotenente generale dopo l'annessione all'Italia da lui preparata;
1940, è favorevole all'attacco alla Grecia dall'Albania;
Le minoranze nei trattati internazionali
La collaborazione internazionale
La politica dell'Italia in Albania
.

Jung, Edgar Julius (Ludwigshafen, Renania-Palatinato 6 marzo 1894 - 1 luglio 1934) politico tedesco.

Macmillan, Harold (Londra 10 febbraio 1894-Birch Grove 1986) politico britannico, direttore della casa editrice Macmillan fondata dal nonno paterno; intimo amico di W. Churchill;
1920, viene eletto alla Camera dei Comuni;
1924-64, deputato per i conservatori, è sempre al parlamento escluso il periodo 1929-31 e pochi mesi del 1945;
1940-42, ricopre vari incarichi prima di essere inviato come rappresentante di W. Churchill al quartiere generale alleato di Algeri;
1943, ha una trattativa diplomatica con il "governo Badoglio";
1951-55, nel secondo governo di W. Churchill è ministro dell'edilizia e, per breve tempo, della difesa;
1955, ministro degli esteri nel "governo Eden", partecipa alle trattative per la sistemazione del problema austriaco; dicembre, viene nominato cancelliere dello scacchiere;
1957, gennaio, primo ministro (1957-63), subito dopo la crisi di Suez e le dimissioni di A.R. Eden;
[Fa ingresso al n. 10 di Downing Street.]
1959, favorevole alla decolonizzazione e all'integrazione europea, fa entrare la Gran Bretagna nella zona europea di libero scambio cercando  di ottenere l'ingresso nel Mercato Comune;
1961-63, le lunghe trattative falliscono per l'opposizione del presidente francese Ch. De Gaulle; questo insuccesso e lo scandalo che coinvolge J. Profumo, uno dei membri del suo ministero, lo costringono alle dimissioni.

– Menzies, Robert Gordon (Jeparit, Vittoria 1894-?) politico australiano;
1928, deputato conservatore nel consiglio legislativo dello stato di Vittoria;
1934, deputato nel parlamento federale;
1939-41, primo ministro in gabinetti di indirizzo conservatore;
1941-48, leader dell'opposizione;
1949, torna alla guida del paese alla testa di un governo conservatore di coalizione;
1966, si dimette per motivi di salute.

Montanari, Pietro (Villanova di Bagnacavallo (Ravenna) 28 gennaio 1894 - Verbania 1944) ingegnere italiano, federale del Pfr di Ravenna, poi capo della "Ettore Muti";
capo progettista della cooperativa muratori e cementisti di Ravenna, rimane in ombra durante il "ventennio";
1945, 23 aprile, dopo aver trattato la resa con il Cln di Verbania, viene rinchiuso nel riformatorio giudiziario di questa città; 10 maggio, viene fucilato nel riformatorio di Pallanza (Pallanza e Intra insieme costituiscono il comune di Verbania) e sepolto nel giardino.

Nebe, Arthur (1894-1945) politico tedesco.

Rabinsohn, Anna o Anna Pauker (Herta, Dorohoi 1894-Bucarest 1960) donna politica romena, di famiglia ebraica ortodossa, divenuta insegnante di ebraico;
1921, si iscrive al Partito comunista romeno; per questo viene più volte arrestata;
1936-40, è in prigione;
1940, giugno, dopo l'occupazione della Bessarabia da parte dell'Unione sovietica, si rifugia in URSS dove è a capo della delegazione romena della Terza Internazionale;
1943, è tra i firmatari della risoluzione che scioglie l'Internazionale;
1944, rientra in Romania con l'esercito sovietico; 
1945, viene eletta segretario generale del Partito comunista romeno;
1947, ministro degli esteri;
1949, vice primo ministro, acquista la fama di stalinista tra i più allineati;
1952, viene rimossa da tutte le cariche, espulsa dal partito e messa agli arresti domiciliari a Bucarest; viene accusata, anche se mai formalmente, di influenze sioniste e di aver aiutato gli ebrei romeni a emigrare in Israele.

Sauckel, Ernst Friedrich Christoph [Fritz] (Hassfurt am Main, Regno di Baviera 27 ottobre 1894 - Norimberga 16 ottobre 1946, impiccato) politico tedesco.

Tolbuchin, Fëdor Ivanovic (Androniki, Jaroslavi 1894-Mosca 1949) militare sovietico, ufficiale dell'esercito zarista, poi dell'Armata rossa durante la guerra civile;
1939, è nominato comandante di una divisione di cavalleria;
1942, luglio, dopo aver partecipato alla difesa della Crimea assume il comando della LVII armata sul Don che tiene fino alla Vittoria di Stalingrado affermandosi come uno dei più capaci comandanti sovietici;
1943, marzo, ha il comando del fronte (gruppo di armate) meridionale, poi diventato IV fronte ucraino con il quale riconquista le coste settentrionali del mar Nero;
1944, aprile, conquista la penisola di Crimea; maggio, passa alla testa del III fronte ucraino che, in stretta collaborazione con il II fronte ucraino del maresciallo R.J. Malinovskij, penetra nei Balcani raggiungendo Bucarest in agosto, Sofia in settembre, Belgrado in ottobre;
1945, febbraio, raggiunge Budapest e Vienna (aprile); dopo la guerra ha il comando delle truppe sovietiche stanziate in Austria.

Tumedei, Cesare (Montalto Marche, Ascoli Piceno) 11 luglio 1894 – Roma 4 aprile 1980) politico italiano, esponente del PNF (Partito Nazionale Fascista).

Warlimont Walter (Osnabrück 1894-Kreuth, Wiesbach, Baviera 1976) militare tedesco.


Torna su

I guerra italo-etiopica

«segue da 1893»
1894 
Dicembre
il governatore dell'Eritrea, gen. O. Baratieri, deve schiacciare una rivolta nello Okulé Kusai (verso il confine con il Tigré), capeggiata da Batha Agos e segretamente appoggiata dal ras Mangascià;
«segue 1895»

«L'Unione»

1894 ca, Milano, l'arcivescovo della città, card. A.C. Ferrari, fonda questo giornale cattolico [che poi diventerà «L'Italia»]
«segue 1895»

«La Riforma sociale»

1894, Roma, inizia le pubblicazioni questa rivista  quindicinale di scienze sociali e politiche per iniziativa di F.S. Nitti e di L. Roux i quali prendono a modello il prestigioso «Economic Journal» inglese;
«segue 1895»

 

 

Nuova Ricerca