©

Il Viandante

in rete dal 1996


Se ti siamo stati utili effettua una
Nuova Ricerca

ANNO 1905

STORIA e POLITICA RELIGIONE e FILOSOFIA ARTE Bancarella Libri usati
Cosa Nostra
SCIENZE ECONOMIA LETTERE e TEATRO CINEMA
Radio-TV
Papa Pio X
(1903-14)
[santo (da Pio XII nel 1954)]

- segretario di Stato: card. R. Merry del Val;

1905
Giugno
11
, emana l'enciclica Il fermo proposito: direttive ai vescovi italiani per l'istituzione e lo sviluppo dell'Azione cattolica;
pur non revocando fomalmente il "non expedit" permette la partecipazione dei cattolici alla vita politica allorché sussistano circostanze particolari riconosciute dai vescovi;
con essa rafforza il controllo della gerarchia sull'Azione cattolica;
invita infatti i cattolici a organizzarsi per la partecipazione alla vita pubblica ma in stretta dipendenza dalle gerarchie ecclesiastiche.

Lega democratica nazionale

1905, dopo lo scioglimento del movimento della Democrazia cristiana da parte di Pio X nel 1904, R. Murri, con l'appoggio dei gruppi democratico-cristiani della Romagna, fonda a Bologna questa lega, primo passo verso un'organizzazione politica autonoma dei cattolici;
Esponenti:
- G. Fuschini
- E. Cacciaguerra
- G. Donati
- T. Gallarati Scotti
;

"Seconda Internazionale"

«segue da 1904»
1905 
Al congresso di Parigi è stata decisa la costituzione di un ufficio socialista internazionale e di un comitato esecutivo che rappresentino l'intera organizzazione negli intervalli fra i congressi.
«segue 1906»

guerra russo-giapponese
1904-05

«segue da 1904»
1905
2 gennaio, il generale Stësel, con una decisione che gli costerà la condanna a morte (poi commutata nella destituzione) si arrende;
perdite:
Russi: 30.000 uomini
Giapponesi: 90.000 uomini,
tra morti, feriti e malati gravi;
20 maggio, la flotta partita ad ottobre dal Baltico entra nel mar della Cina, con l'intenzione di forzare il passaggio tra la penisola di Corea e il Giappone per congiungersi a Vladivostok con le residue forze navali russe;
27 maggio, battaglia di Tsushima: la flotta giapponese dell'ammiraglio Togo, meno numerosa ma più moderna e addestrata (quattro corazzate e sei incrociatori pesanti), che pattuglia però lo stretto di Tsushima, avvista la flotta russa; nello scontro il fuoco giapponese ha effetti devastanti sulle navi russe che una dopo l'altra vengono messe fuori combattimento e poi finite dalle siluranti, mentre le corazzate giapponesi passano a distruggere il naviglio leggero e ausiliario;
nella notte e nella mattina seguente le vecchie corazzate di Nebogatov si arrendono senza sparare e così pure la torpediniera che trasporta Rozestvenskij gravemente ferito; tutte le altre navi vengono affondate dal fuoco giapponese (o fatte affondare dagli equipaggi per salvarle dalla cattura) dopo un'eroica resistenza: solo tre piccole navi raggiungono Vladivostok; la sconfitta assume così dimensioni totali e costringe la Russia a riconoscersi sconfitta;
le polemiche del dopoguerra e un processo militare tenteranno di riversare la responsabilità su alcuni comandanti (Rozestvenskij è assolto perché ferito durante la battaglia) in modo da occultare quelle assai più gravi del governo russo;
5 settembre, a Portsmouth viene stipulato il trattato di pace;
la Russia deve riconoscere:
- il protettorato giapponese sulla Corea,
- la cessione della parte meridionale dell'isola di Sahalin
- il trasferimento al Giappone dell'affitto di Port Arthur e di Dairen e dei diritti sulla ferrovia transmanciuriana nel tratto Changchun-Port Arthur; come unica contropartita il Giappone si ritira dal territorio della Manciuria che ha occupato nel corso della guerra. "

blanquismo"
[da L.-A. Blanqui] 1905, confluisce nel Partito socialista unificato. Panafricanismo Tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo, i precursori e gli ispiratori di questo movimento troviamo:
. Booker T. Washington,
. Henry Sylvester-Williams,
. William Monroe Trotter,
i quali hanno cercato di dar vita ad una forma di sentita fratellanza fra le genti originarie dell'Africa, rafforzata dalle sofferenze e dalle umiliazioni materiali e morali sopportate da tanti milioni di negri in ogni parte del mondo;
1905, il dr. Du Bois, riprendendo l'idea di H. Sylvester Williams, dà vita prima al Niagara movement e poi alla National Association for the Advancement of Coloured People (Associazione nazionale per il progresso delle genti di colore).
«segue 1919»





1905
Impero d'Austria
 
Francesco Giuseppe I
Albero genealogico
(Vienna 1830-1916)
figlio dell'arciduca Francesco Carlo d'Absburgo-Lorena e di Sofia di Baviera;
1848-1916, imperatore d'Austria;
1867-1916, re d'Ungheria;
nel 1889 suo figlio Rodolfo si suicida a Mayerling con la giovane amante Maria Vetsera;
nel 1898 la moglie Elisabetta [Sissi], principessa di Baviera, è stata pugnalata a morte a Ginevra da un anarchico italiano;

 
Francesco Ferdinando d'Absburgo
Albero genealogico
(Graz 1863-Sarajevo 1914)
figlio dell'arciduca Carlo Luigi, fratello dell'imperatore, e di Maria Annunciata di Borbone-Napoli;
sposa la contessa boema Sofia Chotek
[matrimonio morganatico a cui è contrario l'imperatore];
1896, alla morte del padre diventa erede al trono dell'Austria-Ungheria;
1896-1914, arciduca d'Austria;
erede al trono dell'Austria-Ungheria;

 
Ministro degli Affari Esteri
-
-
Ministro delle Finanze
-
-

dal 1879 l'Austria-Ungheria si è accostata al Reich tedesco (duplice alleanza);
1905
le relazioni con la Russia si aggravano uleriormente quando l'Austria-Ungheria, approfittando della debolezza della rivale (stremata dalla guerra contro il Giappone), intende annettersi la Bosnia e l'Erzegovina: inizia la reazione a catena.


Alldeutsche Vereinigung
(Unione pangermanica)

1886-1907, opera questa associazione politica austriaca, antislava e antisemitica.


AUSTRIA
Cancelliere
-
Ministro della Difesa
-
Ministro degli Interni
-
 
Istria
1905
-
Dalmazia
1905
-

[Joze Pirjevec, Serbi, Croati, Sloveni - Storia di tre nazioni, Universale Paperbacks, Il Mulino, Bologna 1995]
Cattaro
1905
-
UNGHERIA
Cancelliere
-
Ministro della Difesa
-
Ministro degli Interni
-
 
1905
Budapest,
TRANSILVANIA [appartiene all'Ungheria]
1905
abitata da una popolazione in parte romena, la regione è per la Romania una terra irredenta. Non ci sono agitazioni manifeste, ma il problema resta e gli abitanti romeni sono molto scontenti del regime magiaro che cerca di magiarizzarli.
Croazia-Slavonia
[Da marzo 1849, la nuova costituzione riconosce il regno di Croazia indipendente dall'Ungheria, una disposizione tuttavia di valore meramente simbolico.]
Bano
?
(? - 1912)
1905
Zagabria, si pensa che la "Gioventù croata e serba unita", galvanizzata dal ritorno sul trono di Serbia dei Karagjorgjevic, dal loro orientamento filorusso e "jugoslavo", e dalla polemica che ne è seguita con i tedeschi, sia in grado di impostare non solo in Crozia, ma anche in Dalmazia, una politica dal "corso nuovo", così come si chiama appunto il nuovo movimento creato da due giovani dalmati, Ante Trumbic e Frano Supilo.
"Il nuovo corso" è basato effettivamente su un totale rovesciamento del modo di pensare e di fare politica.
Individuato come il pericolo maggiore il Drang nach Osten germanico, i due propugnano un accordo dei croati non solo con i serbi e con gli italiani, a loro volta sempre più ostili alla Triplice alleanza, ma perfino con le forze di opposizione ungheresi che stanno per prendere il potere a Budapest.

[Joze Pirjevec, Serbi, Croati, Sloveni - Storia di tre nazioni, Universale Paperbacks, Il Mulino, Bologna 1995]
Fiume [detta "il Corpus separatum" - esclusa dalla Croazia-Slavonia]
1905
-
 

 

***


- T.G. Masaryk, leader dei "cechi realisti", si batte per i diritti delle minoranze slave nell'ambito della monarchia asburgica;





1905
DEUTSCHE REICH
Guglielmo II
Albero genealogico

(Potsdam 1859-Doorn, Utrecht 1941)
primogenito dell'imperatore Federico III e della principessa inglese Victoria, e affetto da una paralisi parziale al braccio sinistro;
1888-1918, imperatore di Germania e re di Prussia;

Presidente
del Bundesrat
(consiglio federale)
B. von Bülow
(1900 17 ott - 14 lug 1909)
Presidente
del Reichstag
Cancelliere del Reich
[Reichskanzler]
B. von Bülow
(1900 17 ott - 14 lug 1909)
[governo semicostituzionale]
Vicecancelliere  
Esteri
Oswald von Richthofen
(1900 17 ott - 1906)
Interni
Arthur von Posadowsky-Wehner
(1900 17 ott - 1907)
Giustizia
Rudolf Arnold Nieberding
(1900 17 ott - 14 lug 1909)
Marina
A. von Tirpitz
(1900 17 ott - 14 lug 1909)
Poste
Reinhold Kraetke
(1901 - 1909)
Finanze
Max Franz Guido von Thielmann
(? - ?)

Hermann von Stengel
(? - ?)

Reinhold von Sydow
(? - ?)

1905
dal 1882 "Triplice alleanza" tra Germania, Austria-Ungheria e Italia, in funzione anti Russia (dal 1890 in intesa con la Francia).
Dal 1890 opera l'SPD (Partito socialdemocratico tedesco) e si sono ricostituiti i sindacati socialisti.

Quando Gugliemo II sbarca a Tangeri e chiede che si attui una politica di libero scambio ne viene dissuaso dai direttori di Marga Krupp che usano il Marocco come mercato in cui vendere sottoscosto i loro cannoni obsoleti e che si allarmano quindi alla prospettiva di una eventuale barriera di tariffe protezionistiche che favorirebbero la Schneider.




Regno di Baviera

Otto I (München 1848 - Schloß Fürstenried 1916)
figlio del re Massimiliano II Joseph e della p.ssa Marie di Prussia;
1886-1913, re di Baviera;
1905
poiché colpito da squilibrio mentale, governa lo zio, principe reggente Luitpold di Wittelsbach;

Regno di Württemberg

Wilhelm II (Stuttgart 1848 - Schloss Bebenhausen 1921)
figlio di Friedrich Karl August e della p.ssa Katharine von Württemberg;
1891-1918, re di Württemberg;
1905
-

Albero genealogico


1905
REGNO di POLONIA
(Regno del Congresso)
[capitale Varsavia]
- dal 1864 il governo russo ha abolito il polacco come lingua ufficiale, soppresso ogni forma di governo locale e promulgata una riforma agraria molto più radicale di quella russa del 1861, per danneggiare la turbolenta nobiltà;
anche la chiesa cattolica viene perseguitata;
- dal 1892 opera il Partito socialista polacco, capeggiato poi da J. Pilsudski, dal quale si è staccata subito un'ala di sinistra, minoritaria, guidata da R. Luxemburg e J. Marchlewski;
1905
-




1905
Pietro I Karagjorgjevic
Albero genealogico

(1844 - 1921)
figlio di Alessandro, principe di Serbia;
1858, dopo la deposizione del padre, passa gran parte della sua vita all'estero ricevendo una buona educazione militare nella Scuola di Saint-Cyr in Francia;
sposa Zorka († ?), figlia del principe Nicola di Montenegro.
1903-18, re di Serbia;

1918-21, re dei serbi-croati-sloveni;

ministro degli interni
N. Pašic
(1904 giu - ?)
[fondatore del Partito radicale serbo (1881)]
1905
poiché l'Austria-Ungheria ha chiuso i suoi confini all'importazione dei maiali della Serbia (principale articolo di esportazione del paese) il governo di Belgrado si mette a coltivare l'amicizia della Turchia divenuta ormai l'unico suo sbocco.
MONTENEGRO
Nicola I Petrovich Njegosh
Albero genealogico

(Njegoš, Montenegro 1841 - Antibes, Francia 1921)
1860-1918, principe del Montenegro;
dal 1878 al congresso di Berlino ha ottenuto il riconoscimento della completa indipendenza del suo stato il cui territorio è stato notevolmente accresciuto e dotato di uno sbocco sull'Adriatico: Antivari;

1910-18, re del Montenegro (Nicola I);

1905
rafforzatasi l'opposizione al suo autoritarismo, è ora costretto a concedere una costituzione;



1905
Regno degli Elleni



Giorgio I

Albero genealogico

(Copenaghen 1845-Salonicco 1913)
figlio di Cristiano IX re di Danimarca e di Luisa di Assia-Kassel nonché cognato di Edward VII re d'Inghilterra;
1863-1913, re degli Elleni;
- dal 1881 ha ottenuto la Tessaglia e parte dell'Epiro;


Primo Ministro
Rhalles
(1897 - ago 1909)
1905
il fatto che bande greche abbiano cercato di forzare i kutzovalacchi a dichiararsi greci anziché romeni porta a una rottura diplomatica fra i due regni; le stesse bande hanno commesso atti di violenza anche contro i bulgari per cui si hanno delle rappresaglie contro i numerosi greci stabiliti in Bulgaria;



1905
IMPERO OTTOMANO
[dal 1879 è sotto l'influenza della Germania]

Abdülhamit II
o Abdülhamid o 'Abd al-Hamid

Albero genealogico
(Istanbul, 21 set 1842 – Istanbul, 10 feb 1918)
figlio di 'Abd-ul-Mejid I e della sua sposa armena Tirimüjgan;
1876-1909, XXXIV sultano; "il sultano rosso"

Continua, da parte di ingegneri tedeschi, la costruzione (1901-1908) della Ferrovia del Higiaz che dovrebbe collegare Damasco alla Mecca.
TURCHIA
1905
"Giovani turchi": dal 1894 il movimento ha organizzato il comitato "Unione e progresso" (sotto la guida del nuovo leader Ahmed Riza e degli ufficiali Niazi e Enver Pascià).
Essi, seguendo la politica del sultano di dividere le popolazioni cristiane soggette e vedendo nei bulgari i loro nemici più pericolosi, sono disposti a favorire i serbi, facendo consegnar loro parecchie scuole, chiese e monasteri bulgari.

BOSNIA-ERZEGOVINA
[dal 1878, dopo il congresso di Berlino, è amministrata dall'Austria-Ungheria]

1905
-

Novibazar [sangiacato]

1905
Il sangiacato di Novibazar, che separa la Serbia dal Principato del Montenegro, è abitato in gran parte da serbi, metà dei quali musulmani, e resta alla Turchia, anche se sotto un regime speciale.

ALBANIA

1905
Il sentimento nazionale, promosso dalla cessione di Plava e Gusinje al Montenegro decretata dal congresso di Berlino, si rafforza sempre di più, facendo capo alla Lega albanese di resistenza.
Nel 1897, scoppiata la guerra contro la Grecia, moltissimi albanesi si sono arruolati volontari nell'esercito turco perché vedono nella Grecia un nemico del popolo albanese che mira a togliere loro parte dei territori albanesi.
Essi si oppongono anche ad ogni mutamento nell'amministrazione macedone, perché vi vedono il pericolo di cessioni alla Grecia, alla Serbia, alla Bulgaria di territori abitati in tutto o in parte da albanesi.
Specialmente nella regione di Kossovo si oppongono accanitamente alla penetrazione della Serbia che, dopo l'occupazione austro-ungarica della Bosnia-Erzegovina decretata dal trattato di Berlino, ha continuato a dirigere la propria attenzione sul Kosovo e a svolgervi un'attiva propaganda, sperando di poter un giorno annetterselo.
La Russia patrocina le sue aspirazioni.
Nel 1903 ca 3000 albanesi insorgono contro il pericolo serbo e l'appoggio dato alla penetrazione serba dalle autorità russe.
La situazione diviene assai tesa e il console russo Scerbina a Mitrovica, città prevalentemente albanese, è assassinato da un soldato albanese che vede in lui il protettore dei nemici del suo popolo.

MACEDONIA [ceduta dalla Bulgaria alla Turchia nel 1878]

1905
Salonicco, dal 1894 i patrioti macedoni hanno organizzato l'ORIM (Organizzazione rivoluzionaria interna macedone) che rivendica l'autonomia pur nell'ambito dell'impero turco.
Dal 1903 il paese è stato diviso in vari settori ad ognuno dei quali è stato assegnato un gruppo di ufficiali di una stessa nazionalità, tutti sotto l'autorità superiore del gen. De Giorgis.
Il sistema dà utili risultati e la situazione macedone segna un miglioramento, anche se il conflitto fra bulgari e greci rimane sempre accanito e la miseria continua ad imperversare nel paese.
Per far fronte a queste difficoltà la Gran Bretagna, l'Italia, la Francia e la Germania, con l'approvazione del congresso nazionale macedone tenutosi in Sofia, nominano una Commissione internzionale di controllo sulle finanze del paese che deve operare anche nelle parti del vilayet di Adrianopoli dove i bulgari sono numerosi.
Il sultano, senza addirittura respingere la proposta, fa di tutto per sabotarla perché lo tocca nel punto più delicato dell'amministrazione, quella finanziaria. Le predette potenze inviano quindi delle navi da guerra nell'Egeo.
Novembre
29
, le navi inviate nell'Egeo occupano le dogane e l'ufficio telegrafico di Mitilene, e poi il Kastro di Lemno; il sultano, costretto a cedere, dà il suo riconoscimento ai delegati delle potenze inviati a Salonicco per collaborare con i due "assessori" civili austro-ungerico e russo.
Il sistema comincia subito a funzionare e i disordini nel paese vengono alquanto attenuati.
Ma ora cominciano le lotte cruenti in seno alla stessa ORIM a causa di dissensi fra le varie tendenze.

Intanto (1905-8) i serbi organizzano nella regione bande che collaborano con quelle greche contro i bulgari.



CRETA [amministrazione autonoma, sotto la sovranità nominale del sultano ma sotto la protezione effettiva di Gran Bretagna, Italia, Francia e Russia]

1905
Marzo
bande di insorti si stabiliscono a Therisso e vi costituiscono una Assemblea nazionale irregolare che proclama l'annessione dell'isola alla Grecia;
Giugno
vedendo di non poter più dominare la situazione, il principe Giorgio si dimette dalla carica di alto commissario e torna ad Atene; le potenze incaricano allora il re di scegliere un nuovo alto commissario e la sua scelta cade su Alessandro Zaïmes già primo ministro al tempo della conclsulione della pace con la Turchia;

CIPRO
1905
in seguito all'occupazione britannica dell'Egitto, l'isola perde gran parte della sua importanza e perciò il governo di Londra si disinteressa dell'isola trascurandola completamente.






1905
RUSSIA
Nicola II Romanov
Albero genealogico

(Carskoe Selo 1868 - Ekaterinburg, odierna Sverdlovsk 1918)
primogenito di Alessandro III e di Dagmar di Danimarca;
1894-1917, zar di Russia;

-
Presidente del consiglio
S.J. Vitte
(1905 ott - mag 1906, dim.)

1905
1904-05, guerra russo-giapponese;
Gennaio
22
, "domenica rossa": a una pacifica petizione di massa degli operai di Pietroburgo (ispirata dal pope G.A. Gapon), nella quale si richiedono la giornata lavorativa di otto ore e una costituzione, le autorità rispondono con un massacro;
dopo lo scoppio della rivoluzione, lo zar è costretto a concedere l'assemblea rappresentativa (duma=consiglio); eletta a suffragio indiretto e ineguale per favorire le classi più elevate, ha poteri legislativi fortemente limitati dalle prerogative dello zar che conserva il completo controllo dell'esecutivo e ha diritto di veto sulle leggi;
Febbraio
cominciano i disordini agrari e le agitazioni operaie, culminate nella costituzione del soviet di Pietroburgo;
Settembre
5
, pace di Portsmouth (pone fine alla guerra russo-giapponese);
Ottobre
17
, costretto a capitolare, lo zar trasforma il primitivo progetto di duma, che prevedeva un'assemblea puramente consultiva eletta a suffragio censitario assai ristretto, in un'assemblea legislativa per la cui elezione il diritto di voto viene esteso alla piccola borghesia urbana e agli operai;
S.J. Vitte, nominato presidente del primo governo costituzionale russo, cerca di controllare la situazione alternando le concessioni (istituzione della duma, riforma in senso liberale del Consiglio di Stato) alle misure repressive (arresto dei deputati del Soviet di Pietroburgo, soffocamento delle rivolte dei marinai di Sebastopoli e Kronštadt);
Dicembre
Mosca, scoppia un'insurrezione;

Partito operaio socialdemocratico russo
1905
dal 1903 si è diviso due frazioni:
- bolscevica (maggioritaria)
- menscevica (minoranza):
P.B. Aksel'rod, Martov, G.V. Plechanov.
con la "domenica di sangue" si accentuano le divergenze tra bolscevichi e menscevichi;

Georgia [provincia russa dal 1801]

1905
si viene formando una corrente di pensiero marxista che fa della provincia un centro attivo della rivoluzione;



1905
REGNO di ROMANIA

Carlo I

Albero genealogico

(Sigmaringen, Prussia 1839 - Sinaia, Valacchia 1914)
figlio di Carlo Antonio († 1885) principe di Hohenzollern-Sigmaringen (1848-49, abd.) e di Giuseppina di Baden;
1866-81, principe di Romania;
1869, sposa la principessa Elisabetta di Wied (o Carmen Sylva);
1877, alleato della Russia nella guerra contro la Turchia, comanda personalmente le truppe romene distinguendosi nell'assedio di Plevna;
nel 1878 l'annessione della Bessarabia alla Russia in cambio della non desiderata Dobrugia ceduta alla Romania crea un aspro dissenso fra Romania e il neo principato di Bulgaria;
1881-1914, re di Romania;
- dal 1883 è legato alla triplice alleanza;



1905
-

a


1905
Principato di BULGARIA

Ferdinando

Albero genealogico

(Vienna 1861 - Coburgo 1948)
figlio di Augusto di Sassonia-Coburgo-Koháry († 1881) e di Clementina d'Orléans;
1887-1908, principe di Bulgaria;
[eletto dalla Sobranje (Assemblea nazionale), è succeduto ad Alessandro di Battenberg (1879-86) che ha abdicato]
1908-18, zar dei bulgari;

Ministro dell'interno
-

1905
dopo la riconciliazione fra la Russia e la Bulgaria la proposta per una alleanza serbo-bulgara viene emanata da Pietroburgo dove si desidera sempre e soprattutto una intesa fra gli stati slavi dei Balcani non tanto contro la Turchia quanto contro l'Austria-Ungheria; per i bulgari invece, sebbene anch'essi temino la penetrazionei austro-ungarica nei Balcani, il loro vero nemico è la Turchia che perseguita così atrocemente i loro fratelli in Macedonia.
Quindi i bulgari sono disposti ad accettare una Macedonia autonoma entro i confini previsti dal trattato di S. Stefano, mentre i greci e i serbi vogliono la spartizione immediata e definitiva… e ora anche la Bulgaria è portata dal corso degli eventi ad accettare la soluzione radicale voluta dalla Grecia e dalla Serbia.

a




1905
III Repubblica
Presidente della Repubblica
É. Loubet
(1899 18 feb - 18 feb 1906)
Presidente del Senato
Armand Fallières
(1899 3 mar - 13 feb 1906)
Presidente della Camera
-
Presidente dell'Assemblea nazionale
(Senato+Camera)
-
Presidente del Consiglio
Émile Combes
(1902 7 giu - 24 gen 1905)
M. Rouvier
II
(1905 24 gen - 18 feb 1906)
Interni
Émile Combes
(1902 7 giu - 24 gen 1905)
Eugène Éienne
(24 gen - 12 nov)
Fernand Dubief
(12 nov - 14 mar 1906)
Affari Esteri
Th. Delcassé
(1898 28 giu - 6 giu 1905)
Maurice Rouvier
(6 giu - 13 mar 1906)
Colonie
-
Guerra
-
Marina
-
Finanze
Maurice Rouvier
(1902 7 giu - 17 giu 1905)
Pierre Merlou
(17 giu - 14 mar 1906)
Commercio
e Industria
-
Lavori Pubblici
-
Lavoro
-
Giustizia
Ernest Vallé
(7 giu - 24 gen 1905)
Joseph Chaumié
(24 gen - 14 mar 1906)
Pubblica Istruzione
-

1905
Marzo
8
, davanti alla corte d'assise della Somme si apre il processo ad Alexandre Marius [Jacob] ed alla banda dei "lavoratori della notte".
[Il "ladro anarchico" Jacob ispirerà a Maurice Leblanc il celebre personaggio di Arsenio Lupin.]

Maggio
Théophile Delcassé è costretto alle dimissioni per il mancato appoggio del presidente del consiglio M. Rouvier;

a


1905
REGNO dei PAESI BASSI

Guglielmina

Albero genealogico

(l'Aia 1880 - castello di Het Loo, presso Apeldoorn 1962)
figlia di Guglielmo III re d'Olanda e della sua seconda moglie Emma di Waldeck-Pyrmont;
1890-1948, regina dei Paesi Bassi;
[dal 31 agosto 1898 ha assunto ufficialmente il potere]

Primo ministro
A. Kuyper
(1901 - 1905)
-

1905
-

a


1905
REGNO del BELGIO

Leopoldo II

Albero genealogico

(1835 - 1909)
figlio di Leopoldo I e di Carolina Carlotta Augusta d'Inghilterra;
1865-1909, re dei belgi;
1885-1908, sovrano dello Stato Indipendente del Congo [in realtà un suo possedimento personale]

1905
grazie anche alla formazione di un movimento progressista in seno al partito cattolico (la cosiddetta "giovane destra"), ha preso nuovo impulso la legislazione sociale che, dopo aver creato nel 1895 il ministero del lavoro, varato nel 1900 leggi a protezione del lavoro delle donne e dei fanciulii e istituito le pensioni di vecchiaia, istituisce ora il riposo festivo;



1905
Granducato di Lussemburgo

Adolfo di Nassau-Weilburg

Albero genealogico

(† 1905)
figlio di Guglielmo duca di Nassau e di Carlotta Federica Luisa di Sassonia Altenburg;
1839-66, duca di Nassau;
1890-1905, granduca di Lussemburgo;
[alla morte di Guglielmo III, re dei Paesi Bassi e granduca di Lussemburgo, in seguito ad una precedente convenzione.]

Guglielmo IV di Nassau-Weilburg

Albero genealogico

(† ?)
figlio di Adolfo granduca di Lussemburgo e di Adelaide di Anhalt-Dessau;
1905-12, granduca di Lussemburgo;
1905-12, duca di Nassau;

1905
-

a




1905
Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda
Edoardo VII
Albero genealogico

(Londra 1841-1910)
figlio della regina Vittoria e del principe consorte d'Inghilterrra Alberto di Sassonia-Coburgo-Gotha;
1860, compie un viaggio negli Stati Uniti;
1874, eletto gran maestro della Massoneria;
1875-76, un altro viaggio in India;
1863, sposa la principessa Alessandra di Danimarca;
1901-10, re di Gran Bretagna e Irlanda, imperatore delle Indie;

Primo lord
del Tesoro
[First Lord
of the Treasury
]
A. Balfour
conservatore/unionista
conte
(12 lug - 5 dic 1905)
Primo ministro*
sir H. Campbell-Bannerman liberale
(5 dic - 7 apr 1908)
Cancelliere dello Scacchiere
[Chancellor
of the Exchequer
]
A. Chamberlain
(1863 9 ott - 4 dic 1905)
Herbert Henry Asquith
(10 dic - 12 apr 1908)
Segretari di Stato
Affari Esteri e Commonwealth
-
-
Guerra
-
-
Affari Interni
-
-
Giustizia
-
-
Colonie
-
-
Commercio
-
-
*Sebbene sir Robert Walpole sia considerato il primo Primo Ministro (nel 1721), il termine Primo Ministro non comparve che in seguito.
Il termine fu usato inizialmente come una specie di insulto, un'equivalente di domatore di pulci, intendendo che il Primo Ministro era il pupazzo del re.
Il titolo viene comunque adottato formalmente solo ora con sir H. Campbell-Bannerman (1905-08) quando al Primo Ministro viene dato uno status appena dietro quello di Arcivescovo di York.
Il primo ministro rimane Primo Lord del Tesoro, e come tale e non come Primo Ministro diventa l'inquilino del numero 10 Downing Street. Infatti è per questo motivo che la carica suona così:
Prime Minister, First Lord of the Treasury, and Minister for the Civil Service of the United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland.
1905
-
1905
-


1905
REGNO di DANIMARCA
Cristiano IX
Albero genealogico

(Gottorp, Schleswig-Holstein 1818 - Copenaghen 1906)
figlio di Federico Guglielmo e di Luisa di Assia-Kassel;
1863-1906, re di Danimarca;

1905
dal 1901 i radicali sono al governo ed è la definitiva vittoria del sistema parlamentare.

ISLANDA

1905
-



1905
REGNO di NORVEGIA
[dal 1905]
Haakon VII
Albero genealogico

principe Carlo (? - ?)
figlio di Federico VIII re di Danimarca e di Luisa di Svezia;
1905-57
, re di Norvegia;
1905
Giugno

viene riconosciuto con un plebiscito che raccoglie il consenso della destra come della sinistra;

Primo ministro
1905
Giugno
-


1905
REGNO di SVEZIA
Oscar II
Albero genealogico

(Stoccolma 1829 - 1907)
figlio di Oscar I e di Giuseppina di Leuchtenberg, e fratello di Carlo XV;
1872-1907, re di Svezia;
1872-1905, re di Norvegia;

1905
anche se non riesce ad evitare la separazione tra le due corone, la sua opera contribuisce a una pacifica soluzione della crisi;



1905
Granducato di Finlandia
[relativamente autonomo]
- dal 1901 lo zar ha abolito la costituzione del 1869.

1905
dopo la rivoluzione lo zar è costretto a importanti concessioni in senso liberaldemocratico;





1905
Carlo I
Albero genealogico
(Lisbona 1863 - 1908)
figlio primogenito di re Luigi di Sassonia-Coburgo-Gotha-Koháry e di Maria Pia di Savoia;
1886, sposa la principessa Maria Amelia di Orléans;
1889-1908, re di Portogallo;
Ministro degli Interni
João Franco
(1893 - 1906)
1905
il re favorisce le tendenze autoritarie del ministro degli interni;
a


1905
REGNO di SPAGNA
Alfonso XIII di Borbone
Albero genealogico

(Madrid 1886 - Roma 1941)
figlio postumo di Alfonso XII e di Maria Cristina d'Absburgo-Lorena;
1886-1931, re di Spagna;

Primo Ministro
Marcelo Azcárraga Palmero
(1904 16 dic - 22 giu)
Eugenio Montero Ríos
(23 giu - 30 nov)
Segismundo Moret Prendergast
(1° dic - 5 lug 1906)
Interni
Álvaro de Figueroa y Torres
conte di Romanones (1905)
-
1905
governa appoggiandosi alle "giunte" militari, all'alto clero e ai grandi proprietari fondiari e incoraggiando, spesso, una politica repressiva;
trattato per il Marocco tra Francia e Spagna: riconosciute le pretese spagnole sul nord del Marocco;
Barcellona, nasce Solidaridad Obrera, un'organizzazione anarcosindacalista da cui si svilupperà la

CNT (Confederación Nacional del Trabajo).

***

Isole Canarie:
-





1905
REGNO d'ITALIA
Vittorio Emanuele III
Albero genealogico

(Napoli 1869 - Alessandria d'Egitto 1947)
figlio di Umberto I e di Margherita di Savoia;
1878-1900, principe di Piemonte;
1896, Roma 24 ott: sposa la p.ssa Elena del Montenegro (1873-1952);
1900-46, re d'Italia;



1936-43, imperatore d'Etiopia
1939-43, re d'Albania;

PARLAMENTO XXII Legislatura
(1904 30 nov - 8 feb 1909)
Presidente del Senato T. Canonico
piemontese
(1904 30 nov - 20 marzo 1908)
Presidente della Camera G. Marcora
lombardo
(1904 30 nov - 10 mar 1906)
 
Presidente
del Consiglio
G. Giolitti II
piemontese
(1903 3 nov - 12 mar 1905)
T. Tittoni
laziale
I

(12 - 28 mar)
A. Fortis I
romagnolo
(28 mar - 24 dic)
A. Fortis II
romagnolo
(1905 24 dic - 8 feb 1906)
Interno
Sottosegretario Ugo Di Sant'Onofrio Del Castillo
siciliano
(1903 3 nov - 28 mar 1905)
I. Marsengo Bastia
piemontese
(28 mar - 24 dic)
L. Facta
piemontese
(1905 24 dic - 8 feb 1906)
Esteri
T. Tittoni
laziale
(1903 3 nov - 24 dic 1905)
A. Paternò-Castello
marchese di San Giuliano
siciliano
(1905 24 dic - 8 feb 1906)
Sottosegretario G. Fusinato
veneto
(1903 3 nov - 24 dic 1905)
[filoaustriaco]
A. Capece Minutolo Di Bugnano
campano
(1905 24 dic - 8 feb 1906) 
Guerra
E. Pedotti
lombardo
(1903 3 nov - 24 dic 1905)
conte L. Majnoni d'Intignano
lombardo
(1905 24 dic - 29 mag 1906)
Sottosegretario mag.gen. P. Spingardi
piemontese
(1903 3 nov - 24 dic 1905)
C. Porro
nobile
lombardo
(1905 24 dic - 8 feb 1906) 
Marina
C. Mirabello
piemontese
(1903 9 nov - 11 dic 1909)
Sottosegretario A. Aubry
campano
(1903 3 nov - 24 dic 1905)
Augusto Bianco
(1905 24 dic - 29 mag 1906)
Tesoro

L. Luzzatti
veneto
(1903 3 nov - 28 mar 1905)

P. Carcano
lombardo
(1905 28 mar - 8 feb 1906)
Sottosegretario A. Codacci Pisanelli
toscano
(1903 3 nov - 28 mar 1905)
G. Fasce
ligure
(1905 28 mar - 8 feb 1906)
Finanze
A. Majorana Calatabiano
siciliano
(1904 24 nov - 24 dic 1905)
P. Vacchelli
lombardo
(1905 24 dic - 8 feb 1906)
Sottosegretario G. Camera
campano
(1903 25 dic - 24 dic 1905)
G. Del Balzo
campano
(1905 24 dic - 8 feb 1906)
Agricoltura, Industria e Commercio
L. Rava
romagnolo
(1903 3 nov - 24 dic 1905)
A. Fortis
romagnolo
(24 - 26 dic)
[ad interim]
N. Malvezzi De' Medici
romagnolo
(1905 27 dic - 8 feb 1906)
Sottosegretario G. Del Balzo
campano
(1903 3 nov - 24 dic 1905)
C. Rizzetti
piemontese
(1905 24 dic - 8 feb 1906)
Lavori Pubblici
  F. Tedesco
campano
(1903 3 nov - 28 mar 1905)

C.F. Ferraris
piemontese
(28 mar - 24 dic)
F. Tedesco
campano
(1905 24 dic - 8 feb 1906)
Sottosegretario D. Pozzi
lombardo
(1903 3 nov - 24 dic 1905)
L. Dari
abruzzese
(1905 24 dic - 8 feb 1906) 
Grazia, Giustizia e Culti
S. Ronchetti
lombardo
(1903 3 nov - 28 mar 1905)
C. Finocchiaro Aprile
siciliano
(1905 28 mar - 8 feb 1906)
Sottosegretario L. Facta
piemontese
(1903 3 nov - 24 dic 1905)
L. Rossi
veneto
(1905 24 dic - 8 feb 1906)
Istruzione Pubblica
V.E. Orlando
siciliano
(1903 3 nov - 28 mar 1905)
L. Bianchi
campano
(28 mar - 24 dic)
barone E. De Marinis
campano
(1905 24 dic - 8 feb 1906)
Sottosegretario E. Pinchia
piemontese
(1903 3 nov - 28 mar 1905)
L. Rossi
veneto
(28 mar - 24 dic)
B. Cirmeni
siciliano
(1905 24 dic - 8 feb 1906)
Poste e Telegrafi
F. Tedesco
campano
(1904 5 dic - 28 mar 1905)
[ad interim]

G. Morelli Gualtierotti
toscano
(28 mar - 24 dic)
I. Marsengo Bastia
piemontese
(1905 24 dic - 8 feb 1906)
Sottosegretario G. Morelli Gualtierotti
toscano
(1903 3 nov - 28 mar 1905)
A. Capece Minutolo Di Bugnano
campano
(28 mar - 24 dic)
F. Mira
lombardo
(1905 24 dic - 8 feb 1906)
1905

Gennaio

Febbraio

Marzo
a seguito delle dimissioni per motivi di salute di G. Giolitti, viene incaricato di formare il governo A. Fortis ("il governo del non far nulla", come dicono i socialisti).

Aprile

Maggio

Giugno

Luglio


Agosto


Settembre
la Calabria e parte della Sicilia sono devastate da un terribile terremoto. Il Governo si impegna a presentare in tempi brevi provvedimenti speciali.

Ottobre

Novembre

Dicembre
la rivista «Critica sociale» pubblica una mozione di F. Turati, già approvata dalla Federazione socialista milanese, sul suffragio universale.



CAMPANIA
1905

Napoli, i coniugi Gennaro e Maria Cuocolo sono assassinati dalla camorra (secondo altre fonti nel 1906);

Fonti:
- Fabrizio Calvi, La Vita quotidiana della Mafia dal 1950 a oggi, 1986.





 

DOMINION OF CANADA
[Aggiunta alle altre province britanniche nel 1763, include la regione sulle due rive del fiume San Lorenzo grossolanamente delimitate da Anticosti a est e il Lago Nipissing a ovest.
Dal 7 nov 1763 la provincia (ex Canada francese) è stata divisa formalmente in tre distretti: Québec, Trois-Rivières, Montréal.
Nel 1791 la provincia è stata separata in due parti:
Basso Canada (francofoni) e Alto Canada (lealisti).
Nel 1841, con l'Act of Union sono stati nominati due primi ministri ma Canada Est e Canada Ovest continuano ad andare ognuna per la sua strada. Il sistema dura ben 25 anni (1842-67).
Nel 1867, 1° luglio, nasce ufficialmente la confederazione: Dominion of Canada.]
Governatore generale
Albert H.G. Grey
conte Grey
(1904 - 1911)
Primo ministro
Wilfrid Laurier
(1896 giu - 1911)
[liberale]
Ministro dell'Interno
Clifford Sifton
(1896 giu - 1905, dim.)
-

1905
-

 

Vengono create due province:
- ALBERTA,
- SASKATCHEWAN.
Secondo Clifford Sifton nelle nuove province dovrà essere stabilito un sistema di istruzione pubblica che formi i figli degli immigrati secondo i veri valori canadesi che si identificano con la lingua e la cultura inglese e con l'etica protestante.
Questa posizione riflette l'effettiva evoluzione della politica scolastica nell'ovest.
I cattolici fanno pressioni sul governo federale perché la situazione scolastica prevista dall'ordinanza del 1901 venga modificata prima che la competenza scolastica passi ai nuovi governi provinciali.
Wilfrid Laurier
si trova così costretto a cercare una soluzione che possa soddisfare il suo elettorato nel Québec.
In un primo momento il governo presenta in Parlamento una proposta di legge che sembra ripristinare il sistema scolastico del 1875. Ciò provoca una dura reazione di Clifford Sifton che si dimette dalla carica di ministro dell'Interno.
A questo punto Wilfrid Laurier comincia a rendersi conto della pericolosità della situazione. Difatti i conservatori, sotto la guida del nuovo leader Robert Borden, cominciano ad attaccare a fondo il governo approfittando dell'appoggio della grande stampa anglocanadese che è unanimemente ostile alle scuole cattoliche. È facile per Robert Borden accusare il governo di piegarsi alle interferenze della gerarchia cattolica. Alla fine Wilfrid Laurier deve cedere.
Il testo finale della legge mantiene intatti soltanto i diritti delle minoranze stabiliti dall'ordinanza del 1901, con la conseguenza che l'istruzione cattolica in lingua francese diviene marginale nel sistema scolastico delle due nuove province.
Il primo ministro è riuscito a superare una crisi potenzialmente pericolosa, ma si è ulteriormente alienato le simpatie del Québec.

 

 

 

 

 


QUÉBEC
Vescovo di Montréal
-

1905
-

 

 

 

ONTARIO
-
-

1905
-


NEW BRUNSWICK
-
-

1905
-

NOVA SCOTIA
-
-

1905
-

MANITOBA [dal 1870]
-
-

1905
-


NORTHWEST (territori) [dal 1870]
-
-

1905
-


BRITISH COLUMBIA [dal 1858]
[nel 1866 ha incorporato l'Isola di Vancouver e dal 1871 fa parte della confederazione.]
Primo ministro della provincia
-

1905
-

 

ISOLA DEL PRINCIPE EDOARDO
[Dal 1873 fa parte della confederazione.]
Primo ministro della provincia
-

1905
-

 

TERRITORIO DELLO YUKON [creato nel 1898]
Governatore
-

1905
-

 

ALBERTA
Primo ministro della provincia
-

1905
-

 

SASKATCHEWAN
Primo ministro della provincia
-

1905
-

 

 

TERRANOVA
Primo Ministro
Robert Bond
(1900 - 1909)

1905
-

 


UNIONE degli STATI UNITI d'AMERICA
Presidente degli Stati Uniti
Th. Roosevelt [26°]
(1901 14 set - 4 mar 1909)
[Pr]
Vicepresidente
-
Segretario di Stato
[Ministro degli Esteri]
-
Ministro del Tesoro
-
Ministro della Guerra
-
Presidente della Corte Suprema
M.W. Fuller
(1888 8 ott - 4 lug 1910)

1905
Gennaio
-

Viene presentato un nuovo progetto di legge sui prezzi dei biglietti in risposta alle urgenti richieste di Th. Roosevelt, ma in senato i conservatori cercano di snaturarlo ed è necessario tutto l'ascendente del presidente per raggiungere almeno un compromesso.

guerra russo giapponese (1904-1905): nonostante le loro vittorie, i giapponesi sono sull'orlo della bancarotta e desiderano ansiosamente la pace; chiedono perciò a Th. Roosevelt di fungere da mediatore; il presidente accetta e aiuta a negoziare per il trattato di pace;

Settembre
5
,guerra russo giapponese (1904-1905): trattato di Portsmouth (NEW HAMPSHIRE): i giapponesi hanno il controllo della Corea e della Manciuria meridionale e l'annessione della parte meridionale dell'isola di Sakhalin, ma Th. Roosevelt li costringe ad abbandonare la pretesa di una grossa indennità finanziaria;
[Per questo trattato Th. Roosevelt otterrà il Nobel per la pace mentre i rapporti tra Stati Uniti e Giappone si deterioreranno notevolmente.]

Per la prima volta viene applicato il "corollario Roosevelt": in seguito alle pressioni degli Stati Uniti, la Repubblica Domenicana accetta il loro controllo sulle proprie finanze.
[W.H. Taft e Knox incoraggiano qui, come in Cina, gli investimenti da parte americana. Esercitano poi una certa pressione sulle repubbliche dei Caraibi perché sostituiscano il capitale europeo con quello statunitense.
In questo modo diminuiranno i rischi d'intervento da parte europea e i banchieri americani ne trarranno grossi profitti.
La "diplomazia del dollaro" produrrà i suoi risultati più evidneti in Nicaragua.]

Lo stesso anno William Edward Burghardt Du Bois e alcuni suoi seguaci fondano il Niagara Movement che si propone di ottenere per gli appartenenti alla razza nera "tutti i diritti che spettano a un americano libero, sia politici, sia civili, sia sociali".

Caso Lochner contro New York: la Corte Suprema decide che una legge che fissa in dieci ore la durata del lavoro giornaliero dei pannettieri rappresenta, oltre a un indebito uso del potere di polizia, un'ingiustificata interferenza rispetto al diritto di ciascun lavoratore di contrattare le ore di lavoro che preferisce.
[Questo caso rappresenta il punto massimo dell'ostilità del potere giudiziario verso i lavoratori, ma i tribunali rimarranno ancora a lungo contrari alle attività sindacali.]

 


 


 

 

[Maldwyn A. Jones, Storia degli Stati Uniti, Bompiani 1984.]

 




[01] DELAWARE [dal 7 dicembre 1787] - cap. Dover
[Primo stato a ratificare la Costituzione degli Stati Uniti d'America.
Non esistono collegamenti fra chiesa e stato e una grande libertà religiosa si è affermata sin dall'inizio.]
Governatore
-

1905
-

 

[02] PENNSYLVANIA [dal 12 dicembre 1787] - cap. Harrisburg
[Non esistono collegamenti fra chiesa e stato e una grande libertà religiosa si è affermata sin dall'inizio.]
Governatore
-

1905
-

 

[03] NEW JERSEY [dal 18 dicembre 1787] - cap. Trenton
[Non esistono collegamenti fra chiesa e stato e una grande libertà religiosa si è affermata sin dall'inizio.]
Governatore
-

1905
-

 

[04] - [04] GEORGIA [dal 2 gennaio 1788] - cap. Atlanta
[Già ammesso nell'Unione nel 1780 ma ratificato solo il 2 gennaio 1788.
Riammesso al Congresso il 30 marzo 1870.]
Governatore
-
-

1905
-




[05] CONNECTICUT [dal 4 gennaio 1788] - cap. Hartford
Governatore
-

1905
-

[06] MASSACHUSETTS [dal 6 febbraio 1788] - cap. Boston
Governatore
-

1905
-



[07] MARYLAND [dal 28 aprile 1788] - cap. Annapolis
Governatore
-

1905
-

 

 

 






[08] - [01] SOUTH CAROLINA [dal 23 maggio 1788] - cap. Columbia
Governatore
-
-

1905
-


[09] NEW HAMPSHIRE [dal21 giugno 1788] - cap. Concord
Governatore
-

1905
-

 





[10] - [08] VIRGINIA [dal 26 giugno 1788]- cap. Richmond
[Riammesso al Congresso il 30 marzo 1870]
Governatore
-
-

1905
-

 





[11] NEW YORK [dal 26 luglio 1788] - cap. Albany
[L'anglicanesimo è la religione di stato in quattro contee.]
Governatore
-

1905
-

New York, nasce la società di mutuo soccorso "Ordine dei Figli d'Italia", in risposta all'ostilità nativista contro gli immigrati di origine italiana.
[Nello stesso periodo entra in Canada.]

 

[12] - [09] NORTH CAROLINA [dal 21 novembre 1789] - cap. Raleigh
[Tratto di terre immediatamente a sud della Virginia, attorno allo stretto di Albemarle.]
Governatore
-
-

1905
-

[13] RHODE ISLAND [dal 29 maggio 1790] - cap. Providence
Governatore
-

1905
-


[14] VERMONT [dal 4 marzo 1791] - cap. Montpelier
Governatore
-

1905
-


[15] KENTUCKY [dal 1° giugno 1792] - cap. Frankfort
Governatore
-
-

1905
-



[16] - [10] TENNESSEE [dal 1° giugno 1796] - cap. Nashville
[Riammesso all'Unione dall'aprile 1866.]
Governatore
-
-

1905
-

 


[17] OHIO [dal 1° marzo 1803] - cap. Columbus
Governatore
-
-

1905
-

[18] - [05] LOUISIANA [dal 30 aprile 1812] - cap. Baton Rouge
- 1819, Trattato Adams-Onís: stabilisce il confine con il MESSICO spagnolo: va dal fiume Sabine, nel TEXAS orientale, fino al 42° parallelo (futuro confine settentrionale della CALIFORNIA) e da quel punto, verso ovest, fino al Pacifico.
Governatore
-
-

1905
-

 


[19] INDIANA [dal 11 dicembre 1816] - cap. Indianapolis
Governatore
-
-

1905
-

[20] - [06] MISSISSIPPI [dal 10 dicembre 1817] cap. Jackson
[Riammesso al Congresso il 30 marzo 1870]
Governatore
-
-

1905
-


[21] ILLINOIS [dal 3 dicembre 1818] - cap. Springfield
-
Governatore
-
-

1905
-

Giugno
27
, Chicago, viene fondata l'IWW (Industrial Workers of the World) da socialisti, marxisti, anarchici e altre componenti di base del movimento operaio americano; i suoi membri sono noti col soprannome di "Wobblies". Novità:
- radicalità delle lotte,
- partecipazione di base,
- indipendenza nei confronti dei partiti,
- netta apertura verso gli strati più marginali del proletariato, come gli immigrati e i non specializzati,
- plurietnicità,
- organizzazione per industria, superando il sindacalismo per mestiere.
[È una emanazione della Western Federation of Miners, la bellicosa organizzazione sindacale che fin dal suo primo apparire (1893) è stata coinvolta negli scioperi degli stati minerari delle Montagne Rocciose.]
Sotto la guida di William D. [Big Bill] Haywood l'IWW si propone di unire tutti i lavoratori d'America, e poi del mondo intero, in un unico grande movimento sindacale per condurre la lotta di classe contro il capitalismo.
Forte nelle regioni minerarie del West, fa numerosi proseliti tra i boscaioli e i lavoratori stagionali agricoli degli stati del Middle West e del Far West, nonché tra gli immigrati impiegati nelle industrie tessili degli stati della costa atlantica.
L'IWW non ha mai un seguito nolto numeroso (la punta massima sarà raggiunta nel 1912 con 60.000 iscritti) ma si guadagna l'odio e anche il timore dei datori di lavoro grazie alla sua propaganda violenta e alla conduzione aggressiva degli scioperi.
[Nel 1915, a Salt Lake City, Joe Hill, il bardo dei "Wobblies", sarà giustiziato per omicidio divenendo così il loro martire.
Nel 1918, condannato per sedizione, William D. [Big Bill] Haywood fuggirà in Unione Sovietica dove morirà dieci anni più tardi.
Da ricordare anche la formidabile "mamma" Jones, la donna più celebre e popolare del sindacato americano.]

 



[22] ALABAMA [dal 14 dicembre 1819] - cap. Montgomery
[Dal 18 ottobre 1867 sotto la sovranità degli Stati Uniti.]
Governatore
-

1905
-

 

 




[23] MAINE [dal 15 marzo 1820] - cap. Augusta
-
Governatore
-
-

1905
-

[24] MISSOURI [dal 10 agosto 1821] - cap. Jefferson City
Governatore
-
-

1905
-

 


[25] - [11] ARKANSAS [dal 15 giugno 1836] - cap. Little Rock
Governatore
-
-

1905
-

 


[26] MICHIGAN [dal 26 gennaio 1837] - cap. Lansing
Governatore
-
-

1905
-


[27] - [03] FLORIDA [dal 3 marzo 1845] - cap. Tallahassee
Tra il 1810 al 1813 gli Stati Uniti hanno inglobato la maggior parte della Florida occidentale, la scia costiera che corre da New Orleans a Mobile, ma una buona parte della colonia, unitamente a tutta la Florida orientale, cioè la penisola, resta ancora sotto il dominio spagnolo.
Nel 1819, con il Trattato Adams-Onís è stata completamente ceduta agli Stati Uniti dalla Spagna.
Nel 1868 è rientrata a far parte dell'Unione.]
Governatore
-
-

1905
-


[28] - [07] TEXAS [dal 29 dicembre 1845] - cap. Austin
Governatore
-
-

1905
-


[-] Territorio del NEW MEXICO [dal 1846]
Governatore
-
-

1905
-

 


[29] IOWA [dal 28 dicembre 1846] - cap. Des Moines
Governatore
-
-

1905
-

 


[30] WISCONSIN [dal 29 maggio 1848] - cap. Madison
Governatore
Robert M. La Follette
(1900 - 1906)
progressista

1905
-

 


[31] CALIFORNIA [dal 9 settembre 1850] - cap. Sacramento
Governatore
-

1905
-

 


[32] MINNESOTA [dall'11 maggio 1858] cap. Saint Paul
Governatore
-
-

1905
Gennaio
-

 

 


[33] OREGON [dal 14 febbraio 1859] - cap. Salem
- 1845, alla fine dell'anno i 5000 coloni americani dell'Oregon organizzano un governo provvisorio e chiedono la fine del regime di occupazione comune e l'esclusiva giurisdizione americana.
- 1848, diventa territorio autonomo.
Governatore
-
-

1905
-

 


[34] KANSAS [dal 28 gennaio 1861] - cap. Topeka
Governatore
-
-

1905
Gennaio
-

 

 


[35] WEST VIRGINIA [dal 19 giugno 1863] - cap. Charleston
Governatore
-
-

1905
Gennaio
-

 

 


[36] NEVADA [dal 31 ottobre 1864] - cap. Carson City
[Il 2 marzo 1861 il suo territorio era stato separato da quello dell'UTAH.]
Governatore
-

1905
-

 


[37] NEBRASKA [dal 1° marzo 1867] - cap. Lincoln
Governatore
-
-

1905
-

 


[38] COLORADO [dal 1° agosto 1876] - cap. Denver
[Territorio autonomo dal 28 febbraio 1861.]
Governatore
-

1905
-

 


[39] NORTH DAKOTA [dal 2 novembre 1889] - cap. Bismarck
Governatore
-
-

1905
-

 


[40] SOUTH DAKOTA [dal 2 novembre 1889] - cap. Pierre
Governatore
-
-

1905
-

 


[41] MONTANA [dall'8 novembre 1889] - cap. Helena
[cap.li: fino al 1865 Bannack, fino al 1875 Virginia City.]
Governatore
-
-

1905
-

 


[42] WASHINGTON [dall'11 novembre 1889] - cap. Olympia
Governatore
-
-

1905
-

 


[-] Territorio dell'OKLAHOMA [dal 2 maggio 1890]
Governatore
-
-

1905
-


[43] IDAHO [dal 3 luglio 1890] - cap. Boise
[Territorio autonomo dal 24 marzo 1863 con cap. Boise.
Inizialmente, fino al 7 dicembre 1864, la capitale era Lexinton.]
Governatore
-
-

1905
-

Un congegno esplosivo uccide Frank Steunenberg, che si è attirato l'odio dei lavoratori come governatore dello stato.
L'uomo che confessa il delitto chiama in causa tre capi dell'organizzazione estremistica Western Federation of Miners, uno dei quali è William D. [Big Bill] Haywood, destinato a diventare uno dei più noti sindacalisti radicali.
I tre accusati vengono catturati a Denver da agenti della Pinkerton e trasferiti a Boise dove sono processati con l'accusa di omicidio premeditato.
L'intero movimento sindacalista si muove in loro aiuto e dopo che Clarence Sarrow, il più famoso penalista dell'epoca, ha smantellato la credibilità delle prove dell'accusa, il tribunale li assolve.
La sentenza tuttavia non dissipa i sospetti e la maggioranza della gente resta dell'opinione che i capi della Western Federation of Miners siano gente violenta, capace di ogni delitto.

 


[44] WYOMING [dal 10 luglio 1890] - cap. Cheyenne
Governatore
-
-

1905
-

 


[45] UTAH [dal 4 gennaio 1896] - cap. Salt Lake City
[Territoro annesso nel 1850.
Dal 2 marzo 1861 si è staccato il Territorio del NEVADA.]
Governatore
-
-

1905
Gennaio
-

 


[-] Territorio delle HAWAII [dal 7 luglio 1898] - cap. Honolulu
 
Governatore
-
-

1905
Gennaio
-

 


a

 




1905
GRANDI ANTILLE
- Presidente della repubblica
T. Estrada Palma
(1902 mag - 1906)
[nella costituzione è inserito l' "emendamento Platt" che dà diritto agli Stati Uniti di intervenire negli affari interni del paese e di installarvi proprie basi per usi militari e commerciali: dal 1903 esiste la base militare di Guantánamo]
1905
-
Haiti
-
?
(?-?)
1905
-
- Presidente della repubblica
?
(?-?)
1905
-
- Governatore
?
(?-?)
[colonia britannica dal 1866]
1905
-

1905
Estados Unidos Mexicanos
(Stati Uniti del Messico)
[repubblica federale]
- Presidente della repubblica federale
José Porfirio Diaz
(1884 - 1911) II
[autoritarismo paternalistico]
1905
si fa sempre più accentuato l'avvicinamento del nuovo governo alla base sociale del passato regime conservatore, che fornisce le leve politiche ed economiche del porfiriato, i cosiddetti cientificos, che formano il vero e proprio gruppo dirigente del paese;
continua ad uscire «Regeneración» il giornale anarco-sindacalista;

1905
- Presidente della repubblica
?
(1903 - ?)
1905
guerra con il Guatemala;
la conclusione di questo conflitto che vede intervenire gli Stati Uniti, con ruolo di mediazione, segna l'ingresso del paese nell'area di influenza della grande potenza americana;
da questo momento si succederanno governi militari: rari, e in genere effimeri, i governi regolarmente eletti;


1905
República de Panamá
(indipendente dal 1903)
- Presidente della repubblica
?
(1903 - ?)
1905
-

 

 




1905
- Presidente  
1905
perdurano le controversie con gli Stati Uniti;

1905

- Presidente della repubblica

Cipriano de Castro
(1899 - 1908)
[dal 1903 fino al 1938 decine di migliaia di oppositori vengono incarcerati o esiliati.]

1905
consolida il debito estero grazie alla mediazione degli Stati Uniti, dopo una delicata vertenza internazionale con le potenze creditrici europee;



1905
República del Ecuador

- Presidente della repubblica

?
(?-?)

1905
si alternano dittature conservatrici (J.J. Flores, G. García Moreno) e di dittature liberali (V. Rocafuerte, E. Alfaro) e da crescenti ingerenze dell'esercito, formato all'origine da elementi venezuelani;



1905

- Presidente della repubblica

Pierola
(1895-1919)
[del partito "democratico" ("rivoluzione democratica")]
(Repubblica indipendente dal 1827)
1901
-


1905

- Presidente della repubblica

?
(?-?)

1905
privata di ogni sbocco al mare dopo la guerra del Pacifico, si fa sempre più accentuata la dipendenza economico-politica dall'Inghilterra e poi dagli Stati Uniti, principali importatori di stagno.


1905

- Presidente della repubblica

?
(1891 - ?)

1905
fine della repubblica presidenziale e restaurazione del predomino oligarchico (1891-1925)


1905
dal 1816 divise nelle tre colonie:
Guyana Britannica

- Governatore

?
(? - ?)
1901
-
Suriname (olandese)

- Governatore

?
(? - ?)
1901
-
Guyane Française
[già sede di una colonia penitenziaria e poi, dal 1852,
di un bagno penale (fino al 1945)]

- Governatore

?
(? - ?)
1901
-


1905

- Presidente della repubblica

?
(? - ?)

1905
-



1905

- Presidente della repubblica

gen. B. Ferreira
(1904 - ?)
[partito degli azules]

1905
-



1905

- Presidente della repubblica

?
(? - ?)
1905
Buenos Aires,


1905
- Presidente della repubblica
J. Battle y Ordoñez
(1903 - 1907)
[partito colorado]
1905
Montevideo,

 



1905
CINA
Tz'u-Hsi [Tz'u-Hsi]

(DinastiaManciù)

ex concubina Jehonala;
1861-1908, imperatrice della Cina;

1905
-

a

1905
DAE HAN
(Corea)

1905
costituitasi in impero nel 1897, tenta di controbilanciare la crescente ingerenza nipponica aprendo in direzione della Russia zarista;
la guerra russo-giapponese si conclude con l'instaurazione del protettorato nipponico sulla penisola;

a





1905
(periodo Mejji: 1868-1912)
Giappone

Mutsuhito

(? - ?)
1868-1912, imperatore del Giappone;

1905
guerra russo giapponese (1904-1905): i giapponesi risultano vittoriosi per terra e per mare;
Marzo
caduto Port Arthur, l'esercito russo viene allontanato dalla Manciuria meridionale;
Maggio
l'ultima flotta russa viene distrutta nella battaglia di Tsushima;
Settembre
5
, viene firmato il trattato di Portsmouth in base al quale la Russia riconosce la supremazia del Giappone in Corea, trasferisce al Giappone i diritti sulla penisola di Liaotung e sul tratto meridionale della linea ferroviaria in Manciuria e cede Sahalin a sud del 50° parallelo;
il popolo giapponese, tuttavia, già messo a dura prova dalla guerra e tenuto all'oscuro sui suoi reali sviluppi dalla propaganda nazionalista del governo, manifesta ora vivo malcontento per il modo in cui si pone termine al conflitto (tra l'altro il Giappone non ha potuto prendere alcun indennizzo dalla Russia); ben presto si giunge alla formazione di vari movimenti antigovernativi;

Kuomintang
KMT
(Partito nazionale del popolo)

1905
Tokyo, nasce la T'ung Meng Hui (Lega dei rivoluzionari) ispirata ai "tre principi del popolo" formulati da Sun Yat-sen:
- indipendenza nazionale
- democrazia parlamentare
- socialismo agrario;

a




1905
[colonia spagnola dal 1900, con capitale Villa Cisneros già protettorato dal 1884.]
-
-
1905
-


1905
Marocco
-
-
1905
sbarco a Tangeri dell'imperaatore tedesco Guglielmo II e prima crisi marocchina;


1905
Algeria
[dal 1848 parte integrante del territorio nazionale francese, organizzata in tre dipartimenti d'oltremare;
dal 1880 continua la colonizzazione francese attraverso una forte immigrazione dalla Francia e una sistematico esproprio delle terre appartenenti ai proprietari musulmani; i costanti tentativi di assimilare gli arabi-berberi alla cultura francese finiranno col risveglio nazionale algerino.]
-
?
(?-?)
1905
-

1905
Tunisia
[con il trattato del Bardo del 1881, perfezionato nel 1883 con il trattato della Marsa, la Francia è riuscita a imporvi il suo protettorato.
Il bey conserva formalmente le sue prerogative.]
- Bey  
1905
-



1905
EGITTO
[parte dell'Impero Ottomano]
[dal 1882 il paese è stato privato dagli inglesi di ogni autonomia di fatto, ma senza modifica del suo statuto giuridico, se non per la cessazione automatica del tributo alla Porta;
nel 1884 si è dotato di una costituzione col gradimento inglese;
dal 1899 è stato stabilito un condominio anglo-egiziano sul Sudan, di fatto possedimento britannico.]
'Abbas Hilmi II
(Alessandria 1874 - Ginevra 1944)
figlio di Muhammad Tawfiq pascià;
1892-1914, khedivè d'Egitto;
salito al trono alla morte del padre mantiene un atteggiamento ostile agli inglesi che nel 1882 hanno occupato l'Egitto;
- Alto Commissario
E. Baring
(1883 - 1907)
1905
-





1905
Sudan
[dalla convenzione del 18 gennaio 1899, il paese è stato costituito in "condominio" anglo-egiziano, di fatto in possedimento britannico]
   
1905
-


1905
Mauritania
[protettorato francese su su Trarza dal 1858.]
-
-
1905
-


1905
Guinea-Bissau
[colonia autonoma portoghese dal 1879, i suoi confini (rettilinei e artificiosi di evidente origine coloniale) con l'Africa Occidentale Francese sono stati regolati nel 1896.]
   
1905
-


1905
Africa Occidentale Francese
(AOF – 1895-1958)

[possedimenti retti, dal 1895, da un governatore generale, dipendente dal ministero delle colonie, in forma accentuatamente centralizzata]

- Governatore generale
?
(? -?)
Senegal [sotto controllo francese dal 1817, sottomesso e pacificato dal 1865.] cap. Dakar.

1905
i francesi occupano Bilma nell'Africa occidentale.

 

Senegal-Niger [ex Territorio del Senegambia-Niger a sua volta ex Sudan francese]
1905
-
Guinea Francese [protettorato francese dal 1889, è sorta la città di Conakry nel 1890; colonia francese dal 1891;
con l'acquisizione dell'isola di Los nel 1904 ha assunto il suo assetto territoriale definitivo;]
1905
-
Costa d'Avorio [colonia francese dal 1893.]
1905
-
Dahomey [annesso dal 1899]
1905
restano libere ancora le regioni settentrionali;

1905
Sierra Leone
[colonia inglese dal 1808.]
- Governatore
?
(?-?)
1905
dopo aver proceduto all'occupazione dell'entroterra, la Gran Bretagna impone il protettorato sulle circoscrizioni locali;

1905
[ex Monrovia, è una repubblica indipendente dal 1847, con una costituzione modellata su quella statunitense ma con il predominio dell'elemento nero-americano su quello autoctono;
nel 1857 al paese si è unita l'ex colonia formatasi a capo delle Palme nel 1833.]
-
-
1905
-


1905
Costa d'Oro
[colonia della corona britannica dal 1874, mentre continua la resistenza degli ashanti dell'interno;
dal 1897 opera la Aborigines' Rights Protection Society (Società per la protezione dei diritti degli aborigeni) come intermediario collaborazionista per il governatore. I capi tradizionali vengono trattenuti al nord come re fantoccio degli inglesi.]
- Governatore
-
1905
-


1905
Lagos
[dal 1861 colonia della Corona britannica.]
-
-
1905
-
Regno di Benin [dal 1897 annesso al Lagos.]
-
-
1905
-


1905
Togo
[protettorato tedesco dal 1884, confermato dalla conferenza di Berlino nel 1885.] cap. Lomé
[dal 1904 la capitale è dotata di un porto e collegata con l'interno da tre linee ferroviarie;]
- Comandante
?
(?-?)
1905
-


1905
Nigeria
-
-
1905
procede da parte del governo britannico la sistemazione dei possedimenti nigeriani iniziata nel 1900 con l'organizzazione nel protettorato della Nigeria settentrionale dei territori haussa;



1905
Camerun
Njoya
-
(? - ?)
1883-1933, re dei bantu;

1905
dal 1902 i tedeschi hanno sottomesso l'Adamaoua (emirato fulbe);

1905
-
-
1905
il possesso del bacino dell'Ubangi, riconosciuto alla Francia nel 1899 con l'accordo franco-britannico seguito all'incidente di Fascioda, diventa ora colonia dell'Ubangi Sciari (Oubangui-Chari);

1905
[colonia di Ntamo, nucleo della futura Brazzaville;
nel 1888 ha assorbito il Gabon.]
Commissario generale
 

1905
il conte Pietro Savorgnan di Brazzà, fondatore della colonia, muore a Dakar.

Nel Congo viene costituita la compagnia mineraria Kilo-Moto Gold.



1905
[il territorio dello Zaire, già sede (ancor prima dell'arrivo dei portoghesi) di importanti regni autoctoni quali quello del Congo, di Kuba, Luba, Lunda, nel 1880 è stato posto sotto il controllo dell'Associazione internazionale per il Congo, promossa da Leopoldo II re del Belgio; la conferenza internazionale di Berlino (1884-85) per la spartizione delle sfere d'influenza europee in Africa ha convalidato il fatto compiuto e istituito questo nuovo stato affidandone la sovranità allo stesso re Leopoldo II che da quel momento la esercita a titolo personale.]

Leopoldo II

Albero genealogico

1885-1908, sovrano dello Stato Indipendente del Congo;
[sovranità esercitata a titolo personale.]
1905
mediante lo sfruttamento estremo della manodopera locale, nel possedimento sono costruite infrastrutture di base, create le prime piantagioni ed iniziata la prospezione dei giacimenti minerari;
Katanga [regione sudorientale, annessa militarmente dai belgi nel 1891 sotto l'egida della Compagnie du Katanga istituita da re Leopoldo II.]
1905
dal 1900 la Tanganyka Concession Limited, procreata qualche anno prima dalla Société Générale, anch'essa con scopi minerari, è stata spostata al Comité Spécial du Katanga.
Viene formata la compagnia belga Union Minière du Haut Katanga.





1905
Eritrea
[colonia italiana dal 1° gennaio 1890, con il fiume Mareb come confine con l'Etiopia.]
-
-
1905
-



1905
Impero di Etiopia
Menelik II
(Ancober, Scioà 1844 - Addis Abeba 1913)
figlio del re dello Scioà Hayla Malakot;
1855-68, è praticamente prigioniero nel forte di Magdala, da cui fugge solo alla morte dell'imperatore Teodoro II;
proclamatosi re dello Scioà, contende la successione imperiale a Giovanni IV, re del Tigré, riuscendo a farsi riconoscere una specie di influenza prioritaria nella parte meridionale dell'impero e il diritto di successione al trono imperiale alla morte di Giovanni IV;
1889-1913, imperatore di Etiopia;

1905
-



1905
SOMALIA
Muhammad ibn 'Abd Allah o "Mad Mullah" [per gli inglesi] († 1920) capo religioso;
1900, conduce la resistenza somala nel nord;
Somalia Francese [colonia francese dal 1896]
il porto di Gibuti (1888) è collegato per ferrovia alla capitale etiopica Addis Abeba (1897-1917);
[situata in territorio dancalo e non propriamente somalo]
1905
-
Somalia Britannica [protettorato inglese dal 1884]
1905
L'Ufficio Coloniale di Londra rileva la colonia di Somalia per controllare le tribù ribelli.
Somalia italiana

1905
attraverso i trattati di protettorato con i sultanati di Obbia e di Migiurtinia (Somalia settentrionale) dal 1889 è iniziata la penetrazione italiana estesasi dal 1892 con l'acquisto in affitto dal sultano di Zanzibar dei porti del Benadir (Brava, Merca, Mogadiscio e Uarsceik) attribuiti in amministrazione alla società privata V. Filonardi ed ora alla Società del Benadir, società privata italiana che continua (come la precedente V. Filonardi) ad utilizzare spregiudicatamente la schiavitù su larga scala;
Aprile
il governo italiano assume la piena responsabilità e la gestione diretta della regione costiera del Benadir, ribattezzata Somalia Meridionale Italiana; si riesce così a stroncare la resistenza delle popolazioni ed estendere il dominio italiano nell'interno;

Zanzibar, muore Tippoo-Tip, dopo aver scritto le proprie memorie in lingua swahili.



1905
Africa Orientale Britannica
(IBEAImperial British East Africa)
Uganda [protettorato britannico dal 1894]
-
-
1905
formalmente diviso in quattro regni federati, è uno dei possedimenti più prosperi della Gran Bretagna in Africa;
dal 1902 le sono stati uniti amministrativamente entrambi i possedimenti, il litorale keniota (protettorato inglese dal 1895) e l'interno (dipendenza del protettorato dal 1902);

Kenya [nome ufficiale solo dal 1920]
-
-

1905
il Kenya diventa colonia britannica sotto la protezione dell'esercito che massacra i pastori nandi: questi si sono rifiutati di lasciare le loro terre che verranno assegnate a coloni "bianchi".
Nel Kenya scoppia la rivolta delle popolazioni Sotik e Kisii cacciate dalle loro terre.
Successivamente vengono introdotte, sul modello del Sudafrica, le leggi sull'assegnazione delle terre con discriminazione razziale e sulla mandopera.
Il nandi Laibon è ucciso e la popolazione viene deportata in una riserva dagli inglesi che distribuiscono le terre ai coloni "bianchi".
La resistenza sulle pendici del monte Kenya è debellata da una colonna armata.
Nel Kenya sud-occidentale si ribellano i Sotik e i Kisii, (saranno sottomessi definitivamente soltanto nel 1908).
Gli Elegeyo sono cacciati dalle loro terre da soldati e coloni inglesi.

1905-15, la Gran Bretagna sottrae ai kenyoti un territorio di 2 milioni di ettari. Il territorio passa in proprietà di 5.000 bianchi, mentre 4.000 africani sono confinati nelle Riserve dei Territori della Corona.
W. Churchill, sottosegretario alle colonie nel governo liberale Campbell-Bannerman, è responsabile assieme ad altri di questo esproprio.

 



1905
Africa Orientale Tedesca
(Deutsch-Ost-Afrika)
Ruanda-Urundi
-
-
1905
le incessanti lotte dei baHutu, contro il predominio della minoranza tutsi (watutsi o vatussi) (la stirpe dei sovrani mwami) favoriscono l'instaurazione del dominio coloniale tedesco sul Burundi, che con il contiguo regno del Ruanda viene costituito in territorio del Ruanda-Urundi.
Tanganica [protettorato tedesco già dal 1884/85 e formalmente colonia tedesca dal 1890, dal 1891 il territorio è passato sotto la diretta sovranità della Germania]
-
-

1905
esplode la rivolta locale (1903-05) dei maji-maji, contro il regime "liberale" del nuovo governatore, conte von Gotzen.

Luglio
anche l'isola di Kilwa si associa alla rivolta in atto sul continente. A Kibata i lavoratori proclamano lo sciopero generale. Vengono tagliate le linee telefoniche. I collaboratori sono uccisi.
I comandanti tedeschi Hoenecke e Johannes impiccano pubblicamente Ngwale e altri capi dell'insurrezione.
Il movimento si estende a Badaba e a Liwale, guidato da Mpanda, un cacciatore di elefanti.

Settembre
Liwale, i ribelli uccidono il vescovo Cassian Spiss e quattro monaci benedettini.
Vengono attaccate molte missioni e quella di Maneromango è rasa al suolo nel vano tentativo di sottrarre ai tedeschi Dares-Salaam.
La Marina tedesca sopraggiunge in aiuto dell'esercito. I tedeschi distruggono villaggi e uccidono in massa gli indigeni finchè la rivolta non è domata.
Ma la popolazione di Songoa resiste…

 



1905
[Dal 1890 l'isola (assieme all'isola di Pemba) è diventata protettorato della Gran Bretagna che vi induce l'afflusso di indo-pakistani.]
-
-
1905
-



1905
Africa del Sud-Ovest
[protettorato tedesco dal 1884]
-

1905
Aprile
i Nama sono orrmai vinti.
Witbooi si ritira nella regione desertica di Kalahari, dove intende organizzare azioni di guerriglia, ma muore per una ferita riportata in battaglia. Il suo successore, Samuel Izaak, si arrende.
Altri Nama al comando di Koper, Morris, Morenga, Cornelius e Johannes Christian continuano la lotta.
Il magg. Elliot, dell'esercito britannico, aiuta il gen. von Trotha attaccando Morenga quando questi attraversa il fiume Orange in cerca di scampo. Morenga muore per le ferite riportate.

 



1905
Rhodesia del Nord-Ovest
[Protettorato dal 1899]
-
-
1905
-


1905
British Central Africa
[protettorato britannico dal 1891, l'ex territorio Malawi ha assunto il nome attuale dal 1893]
-
-
1905
-

1905
Mozambico
-
-
1905
il Portogallo ha completato nel 1891 la conquista delle regioni interne senza tuttavia riuscire a pacificarle;


1905
Regno del Madagascar
(Imérina)
[protettorato francese dal 1895]
1905
protettorato francese dal 1895 e annesso alla Francia dal 1896;
la monarchia merina è dichiarata decaduta ma l'impianto dell'amministrazione coloniale, opera del governatore Gallieni (1896-1905), non riesce a stroncare del tutto la resistenza indigena;


1905
Sudafrica
[possedimenti inglesi]
   
Transvaal
[riunito agli altri possedimenti inglesi in base all'accordo di Vereeniging del 1902]
-
1905
-

Natal
[colonia autonoma dal 1893]
-
1905
-

Orange
[riunito agli altri possedimenti inglesi in base all'accordo di Vereeniging del 1902]
-
1905
-

Colonia del Capo
[colonia autonoma dal 1874]
-

1905
-

Nel Sudafrica le compagnie minerarie britanniche importano manodopera cinese, reclutatata con la forza, per sostituire i minatori africani in sciopero e in rivolta. L'esperimento fallisce, in quanto i lavoratori cinesi rifiutano la dittatura razzista e il sistema di confinamento delle loro abitazioni in recinti appositi; la maggior parte fa ritorno in Cina senza neppure un soldo, dopo che molti hanno perso la vita nelle miniere.

 

Botswana [la regione a nord del fiume Malopo, protettorato inglese dal 1885, viene organizzata come riserva indigena mentre la parte meridionale (British Bechuanaland) è colonia che nel 1895 è stata annessa alla Colonia del Capo.]

1905
-




 

 


1905
Iraq
[questa parte dell'Asia occidentale, dove all'inizio del secolo sono stati scoperti i ricchi giacimenti petroliferi di Kirkuk e Mossul nel nord della regione, è sotto l'Impero ottomano ed è amministrata dalla Turchia]
-
-
1905
-

Kurdistan (iracheno)
1905
-


1905
Persia
Muzaffar al-Din
 (? - ?)
figlio di Nasir al-Din Scià, della dinastia Qagiar;
1896-1907, scià di Persia;
debole e sofferente, e ancor più prodigo del padre;

1905
l'intensificarsi delle interferenze di Gran Bretagna e Russia ha finito col provocare un movimento di opposizione contro l'autocrazia; si giunge alla crisi;
rivolta di Teheran (nota come Rivoluzione costituzionale): un gruppo di mercanti, infuriati per la prodigalità, la corruzione della corte e per il crescente indebitamento della nazione che hanno portato il governo a introdurre nuove onerose tasse doganali, s'impossessano del bast (il santuario inViolabile a qualsiasi malfattore) di una moschea di Teheran, secondo un'antica consuetudine, per dar voce alle loro proteste.
A costoro si uniscono alcuni importanti mullà.
Quando lo scià promette di accondiscendere ad alcune richieste, ma in seguito tergiversa e intensifica la repressione, un consistente gruppo comprendente molti notabili della nazione – mercanti, banchieri e religiosi – si rifugia [avvenimento conosciuto come "secondo bast"] nei giardini della ambasciata britannica e insiste per ottenere l'emanazione da parte dello scià di un codice legale e, per la prima volta, di una costituzione.

La "Rivoluzione costituzionale" riceve l'appoggio effettivo dell'intera nazione e costituisce una pietra miliare nella storia persiana.
[Gli scià che seguiranno cercheranno di rovesciarla, ma nessuno vi riuscirà appieno e alcune forme di governo costituzionale e rappresentativo sopravvivranno sino alla fine del XX secolo e oltre.]
I costituzionalisti sono ispirati dalla controparte russa, che nello stesso anno ha tentato di por fine al governo autocratico dello zar. Stimolo di tutt'altro tipo proviene, sempre nello stesso anno, dalla guerra russo-giapponese durante la quale per la prima volta un moderno stato asiatico sconfigge una delle grandi potenze europee (fatto che ha ispirato nell stesso periodo anche il leader nazionalista egiziano Mustafà Kamil).
Tuttavia la fusione di elemento secolare e religioso dà al movimento riformista un carattere tipicamente persiano.

Avendo esaurito i fondi, dopo aver cercato il petrolio invano per molti anni, William Knox d'Arcy inizia a cercare nuovi investitori.

A questo punto interviene l'Ammiragliato britannico.
Il Primo Lord del Mare, l'amm. John Fisher, già da molto tempo ha stabilito di far viaggiare le proprie navi non più a carbone ma a petrolio, ritenendo che tale cambiamento ne aumenterà la capacità bellica del 50%.
Tuttavia il 90% del petrolio mondiale è ora prodotto da Stati Uniti e Russia e il restante è coperto da concessioni.
Il mercato mondiale è dominato dalla Standard Oil e dalla Royal Dutch Shell.
È oltremodo necessario trovare una fonte indipendente sotto controllo britannico.
Lo stesso anno l'Ammiragliato britannico convince la britannica Burmah Oil Company a unirsi a William Knox d'Arcy e a fornire nuovi fondi.


 



'Abdullah, Sheik Muhammad (Soura 1905-Srinagar 1982) politico del Kashmir; insegnante nella scuola superiore del Kashmir, seguace di Gandhi e poi di Nehru, fu uno dei maggiori esponenti del movimento per l'indipendenza del paese, dando vita ad un partito musulmano;
1946, condannato per la sua opposizione al maharaja locale, viene poi liberato per l'intervento di Nehru;
1948, è invitato dal maharaja stesso a formare un governo che porta poi alla deposizione dell'antica dinastia locale;
1953, assertore della totale indipendenza del paese, anche dall'India, viene deposto da un colpo di stato e trattenuto in carcere fino al 1963;
1973-75, i negoziati nati in seguito al suo convincimento dell'irreversibilità dell'unione del Kashmir all'Unione Indiana, aprono la strada alla formazione di un governo dotato di ampie autonomie.

Balladore Pallieri, Giorgio (Acqui, Alessandria 1905-Gravedona, Como 1980) giurista italiano, direttore degli «Annali di diritto internazionale», presidente della "Corte dei diritti dell'uomo" del Consiglio d'Europa dal 1974;
Diritto internazionale ecclesiastico (1940)
Diritto costituzionale (1949)
Diritto internazionale privato (1950)
Diritto internazionale pubblico (1962).

Banda, Hastings Kamuzu (Kasungu 1905-Johannesburg 1997) politico del Malawi;
1958, capo del movimento di indipendenza nel protettorato inglese di Nyasaland;
1961, partecipa al governo formato da bianchi e negri;
1964, primo ministro accelera il processo di indipendenza del paese;
1966, nasce il nuovo stato indipendente del Malawi e viene eletto presidente;
1971, gli viene attribuita la carica a vita;
1993, tale decisione viene revocata;
1994, viene sostituito da B. Muluzi, il primo presidente eletto col sistema democratico;
1995, è posto agli arresti domiciliari con l'accusa di complicità nell'omicidio di tre ex ministri avvenuto nel 1993.

Bo, Giorgio (Sestri Levante 4 febbraio 1905 – Roma 19 gennaio 1980) politico italiano, esponente della Democrazia Cristiana ("sinistra" Dc).

Bosco, Giacinto (Santa Maria Capua Vetere, Caserta 25 gennaio 1905 – Roma 11 ottobre 1997) politico italiano, esponente della Democrazia cristiana.

Bucalossi, Pietro Enrico Alberto (San Miniato, 9 agosto 1905 – Milano, 15 marzo 1992) medico e politico italiano, esponente del PSDI (Partito Socialista Democratico Italiano), dal 1968 del PRI (Partito Repubblicano Italiano) dal 1968, e del PLI (Partito Liberale Italiano) dal 1979.

Challe, Maurice (Pontet, Vaucluse 1905-Parigi 1979) generale francese
1961, comandante in capo in Algeria, guida il fallito putsch dei militari contrari all'indipendenza algerina; è processato per alto tradimento
1966, viene amnistiato.

Coraboeuf, Madeleine o Magda Fontanges (Pouillé-les-Coteaux, Loire-Atlantique 10 maggio 1905 – Genève 1° ottobre 1960) attrice e giornalista francese, spia per conto della Germania nella II guerra mondiale.
[Figlia del pittore Jean Coraboeuf, gran premio di Roma nel 1898.]

Eyskens, Gaston (Lierre, Anversa 1905-Lovanio 1988) politico belga;
1939, deputato del Partito cristiano-democratico, rieletto nel 1945 e 1949;
1945-46, ministro delle finanze nel governo Van Acker;
1947-49, ministro delle finanze nel governo Spaak; a capo di un governo di coalizione con i cristiano-sociali e i liberali;
1950, dopo il referendum sulla questione istituzionale, cade il governo;
1958-61, ancora capo del governo;
1965-66, ministro delle finanze nel governo Harmel;
1968-71, capo del governo;
1972, capo del governo, sempre con una coalizione tra cristiano-socialie socialisti.

Faysal I ibn 'Abd al-Aziz (Riyadh 1905-1975) re dell'Arabia Saudita (1964-75);
1932-53, ministro degli esteri, primo ministro e comandante in capo dell'esercito, durante il regno del padre, domina la vita politica del paese dopo l'avvento del fratello Sa'ud il cui malgoverno e i cui sperperi consegnano gradualmente il governo nelle sue mani;
1957, ministro delle finanze;
1958-60, primo ministro;
1962-64, ancora primo ministro;
1962-67, profondamente ostile alla politica di Nasser e ai regimi arabi progressisti, sostiene la lunga guerriglia monarchica contro il regime repubblicano dello Yemen sostenuto dall'Egitto;
1963, alla Mecca fonda la "Lega del mondo musulmano" che intende aggregare le forze conservatrici dell'Islam in funzione antinasseriana;
1964, divenuto sovrano, dopo aver fatto abdicare il fratello Sa'ud, contribuisce ad un parziale risanamento economico del paese tentando di conferire all'Arabia Saudita il ruolo di stato guida dei paesi arabi moderati;
1967, nella guerra dei paesi arabi contro Israele si limita alla non belligeranza;
1973, normalizzati i rapporti con l'Egitto , dopo la morte di Nasser, si schiera a fianco degli altri paesi arabi nella guerra contro Israele ed è uno dei sostenitori dell'utilizzazione del petrolio come arma di pressione politica contro i filoisraeliani;
1975, muore assassinato da un nipote.

Fukuda Takeo (prefettura di Gumma 1905-Tokyo 1995) politico giapponese;
1959, esponente del "Partito liberal-democratico" è ministro dell'agricoltura;
1964-66, ministro delle finanze;
1966-68, segretario generale del partito;
1968-71, ancora ministro delle finanze;
1972, con Tanaka primo ministro, ottiene una carica secondaria;
1974, ottiene ancora il ministero delle finanze ma poi abbandona il governo per contrasti con Tanaka; con l'elezione a primo ministro di T. Miki diventa vicepresidente del governo e ministro della pianificazione economica;
1976, primo ministro;
1978, viene sconfitto alle elezioni interne da M. Ohira a cui cede poi anche la carica di primo ministro; conservatore in seno al partito tenta di contrastare Ohira, ma viene emarginato dalla scena politica.

Fulbright, James William (Summer, Missouri 1905-Washington 1995) politico statunitense, da cui borse di studio Fulbright;
1945, senatore per i democratici;
1959-74, oppositore del maccartismo è presidente della commissione esteri del senato; tenace oppositore alla politica di J.F. Dulles in Estremo Oriente, è molto critico verso la politica americana nel Vietnam;
L'arroganza del potere (1967).

Garrastazú-Medici, Emilio (Bagé, Rio Grande do Sul 1905-Rio de Janeiro 1985) generale e politico brasiliano;
1961, generale di brigata;
1964-66, addetto militare negli Stati Uniti
1967, è chiamato dal presidente Costa e Silva a dirigere i servizi segreti brasiliani;
1969, dopo le dimissioni di Costa e Silva per infermità, viene eletto presidente della repubblica dal Congresso, secondo la proposta della giunta militare che ha assunto provvisoriamente il potere;
1974, gli succede E. Geisel.

Gerstein, Kurt (Münster 1905-1945) militare tedesco.

Gomulka, Wladislaw (Krosno, Galizia 6 febbraio 1905-Varsavia 1982) politico polacco;
1921, è tra gli organizzatori della "Sila" (forza) associazione della gioventù operaia affiliata al Partito socialista polacco;
1924, viene espulso per aver accusato pubblicamente i suoi dirigenti di essere "reazionari" e "traditori della classe operaia";
1926, entrato nel Partito comunista polacco, diventa dirigente del sindacato dei lavoratori chimici e promotore di scioperi in varie zone del paese;
1932, già varie volte arrestato, viene ora condannato a quattro anni di carcere;
1934, liberato per motivi di salute;
1936, viene nuovamente arrestato e rimane in carcere fino all'inizio della seconda guerra mondiale (1939); dopo la sconfitta della Polonia emigra nell'URSS;
1942, torna clandestinamente in patria per lavorare alla riorganizzazione del Partito operaio polacco (il nuovo Partito comunista) e partecipa attivamente alla resistenza contro i nazisti;
1943-48, segretario generale del Partito comunista polacco è vicepresidente del consiglio e ministro dei territori occidentali;
1947, si oppone alla creazione del Kominform;
1948, si oppone alla condanna di Tito;
1949, novembre, epurato, perché accusato di essere "nazionalista" e "deviazionista di destra" è espulso dal partito;
1951, viene arrestato senza processo;
1954, è scarcerato;
1956, luglio, viene riabilitato nel clima di destalinizzazione; ottobre, dopo l'insurrezione di Poznan, dopo un incontro a Varsavia con i massimi dirigenti sovietici, torna ai vertici del potere come primo segretario del partito; attua inizialmente una politica di maggiore autonomia dall'URSS (destituzione del ministro della difesa maresciallo K. Rokosowsky) e cerca di superare i contrasti con la chiesa cattolica (liberazione del primate S. Wyszynsky) non riesce tuttavia ad sviluppare organicamente il processo di rinnovamento del partito e del paese;
1968, torna ad allinearsi con Mosca appoggiando l'intervento delle truppe del patto di Varsavia in Cecoslovacchia
1970, quando la Polonia viene investita da una grave crisi economica, reagisce con una dura repressione alla rivolta degli operai di Danzica e Stettino e viene così sostituito con E. Gierek che normalizza la situazione; viene così allontano da tutte le altre cariche del partito.

Gonella, Guido (Verona 18 set 1905 – Nettuno, Roma 19 ago 1982) giornalista e politico italiano, esponente della Democrazia cristiana.
[Il primo presidente dell'Ordine dei giornalisti istituito con Legge 69 del 3 febbraio 1963.]

Hammarskjöld, Hjalma Agne Carl Dag (Jönköping 29 luglio 1905-Ndola, Rhodesia del Nord 18 dicembre 1961, incidente aereo) politico svedese;
1936-45, docente di economia politica;
1951-53, ministro di stato;
1953, 7 aprile, eletto all'unanimità segretario generale dell'ONU;
1957, 26 settembre, riconfermato; problemi legati al processo di decolonizzazione (questione di Suez, incidenti di Biserta, questione congolese);
1961, mentre si sta recando in Congo, muore vittima di un incidente aereo le cui cause non sono mai state chiarite.
Viene insignito a titolo postumo del premio Nobel per la pace.

Hempel, Carl Gustav (Oranienburg, Germania 1905) epistemologo statunitense di origine tedesca, allievo di H. Reichenbach, stabiitosi negli USA all'avvento del nazismo;
Studi sulla logica della conferma (1945)
Studi sulla logica della spiegazione (1948, con P. Oppenheim)
Problemi e cambiamenti del criterio empirista di significanza ( 1950)
La formazione dei concetti e delle teorie nella scienza empirica (1961)
Aspetti della spiegazione scientifica e altri saggi di filosofia della scienza (1965)
Filosofia delle scienze naturali (1966)
Il significato dei termini teorici (1973)
Limiti di una costruzione deduttiva della funzione delle teorie scientifiche (1989).

Houphouët-Bolgny, Felix (Yamoussoukro 1905-93) politico della Costa d'Avorio, medico e ricco piantatore;
1945-46, deputato alla costituente francese;
1946, è tra i fondatori del RDA (Rassemblement démocratique africain) di cui sarà presidente e rappresentante al parlamento di Parigi fino al 1958;
1956, ministro nel governo socialista di F. Mitterand;
1958, fautore della costituzione della Comunità francese, diventa presidente dell'assemblea costituente della Costa d'Avorio;
1959, primo ministro del governo ivoriano;
1960, con la proclamazione dell'indipendenza del paese assume la carica di presidente della repubblica di cui diviene leader incontrastato (PD: Partito democratico - "unico"); mantiene buoni rapporti con l'Occidente;
1990, per la prima volta indice elezioni multipartitiche.

Jouhaud, Edmond (Bou-Sfer, Orano 1905) generale d'aviazione francese;
1942, attivo nella resistenza;
1949, generale, comanda l'aviazione in Tunisia;
1954, comanda l'aviazione in Indocina;
1958, dopo la ribellione militare di Algeri ricopre la carica di vicepresidente del Comitato di salute pubblica Algeria-Sahara e quella di delegato generale del governo in Algeria;
1961, dopo aver capeggiato il fallito colpo di stato ad Algeri diventa uno dei dirigenti dell'OAS; viene giudicato in contumacia e condannato alla pena di morte dal tribunale militare;
1962, arrestato ad Orano, gli viene commutata la pena in ergastolo;
1967, è graziato;
Storia dell'Africa del Nord (1968)
Il mio paese perduto (1969)
La vita è un combattimento (ricordi 1924-44) (1973, premio Guynemer 1975)
Ciò che non ho detto (1977)
Yousouf, schiavo, mamelucco e generale dell'armata d' Africa (1980)
Infine ci capiranno (1983).

Mattarella, Bernardo (Castellammare del Golfo, 15 settembre 1905 – Roma, 1 marzo 1971) politico italiano, esponente della Democrazia cristiana.
[Padre di Piersanti († 1980, assassinato) e Sergio anch'essi uomini politici.]

Mollet, Guy (Flers, Orne 31 dicembre 1905 – Parigi 3 ottobre 1975) politico francese, insegnante, prese parte alla seconda guerra mondiale e alla Resistenza.

Negarville, Celeste (Avigliana, Torino 17 giugno 1905 – Torino, 18 luglio 1959) politico italiano, esponente del PCI.
[Fratello di Osvaldo.]

Pitterman, Bruno (Vienna 1905-83) politico austriaco, segretario generale della camera del lavoro, presidente del Partito socialista austriaco
1955-66, vicecancelliere
1964-76, presidente dell'Internazionale socialista.

Pratolongo, Giordano [Oreste] (Trieste 1905 - Rovereto 3 marzo 1953) militante comunista triestino.

Serov, Ivan Alexandrovich o Ivanov Sierov [Macellaio di Ucraina] (Afimskoje, villaggio in provincia di Vologda 25 agosto 1905 – Mosca 1° luglio 1990) ufficiale dell'Armata Rossa e ufficiale della sicurezza di Stato dell'URSS, criminale sovietico.

Speer, Albert (Mannheim 1905-?) architetto e politico tedesco.

Ziereis, Franz (1905-1945) militare tedesco, comandante del campo di concentramento di Mauthausen.

Torna su

Protocolli dei Savi Anziani di Sion

«segue da 1903»
1905, Parigi, questo libello antisemitico appare in forma ampliata; si presenta come la relazione delle sedute di un governo segreto ebraico durante il I congresso sionistico di Basilea (1897), sedute in cui i "savi anziani di Sion" avrebbero ordito un piano per impadronirsi, in accordo con i massoni, liberali ecc. del dominio mondiale, mediante il denaro e la violenza;
«segue 1921»

«L'Unione»

«segue da 1904»
1905, Milano, dal 1894 esce questo giornale cattolico fondato dall'arcivescovo della città, card. A.C. Ferrari;
[che poi diventerà «L'Italia»]
«segue 1906»

«Avanti!»
[organo del Psi]

«segue da 1904»
1905, direttore:
. E. Ferri (1904-06).
«segue 1906»

«Il Regno»

«segue da 1903»
1905-luglio 1906, più moderata la posizione di Aldemiro Campodonico che dirige la rivista negli ultimi due anni, ponendo in primo piano il problema dell'irredentismo, ma riaffermando la validità del sistema liberale in campo politico ed economico;
sporadica la collaborazione di critici e scrittori quali:
- E. Cecchi,
- U. Ojetti,
- G. Vannicola,
- L. Zuccoli.

 

 

Nuova Ricerca