©

Il Viandante

in rete dal 1996


Se ti siamo stati utili effettua una
Nuova Ricerca

ANNO 1902

STORIA e POLITICA RELIGIONE e FILOSOFIA ARTE Bancarella Libri usati
Cosa Nostra
SCIENZE ECONOMIA LETTERE e TEATRO CINEMA
Radio-TV

Leone XIII
(1878-1903)

- segretario di Stato: card. M. Rampolla del Tindaro;
- segretario degli affari ecclesiastici straordinari: card. F. Segna;

"Seconda Internazionale"

«segue da 1901»
1902 
Al congresso di Parigi è stata decisa la costituzione di un ufficio socialista internazionale e di un comitato esecutivo che rappresentino l'intera organizzazione negli intervalli fra i congressi.
«segue 1903»

 

1902, 1° giugno, Roma, arriva in visita ufficiale W.H. Taft, governatore delle Filippine, a capo di una delegazione;
sia il papa che il segretario di Stato si fidano ancora delle analisi faziose di John Ireland e non di quelle di mons. Donato Sbarretti;
dopo diverse settimane le negoziazioni si interrompono e Washington ordina a W.H. Taftdi ritornare nelle Filippine;



Triplice alleanza

«segue da 1891»
1902, il testo ratificato a Berlino riproduce quello del 1891 con una validità prevista di 12 anni, a meno che non fosse denunziato entro cinque anni;
«segue 1912»

1902, in Gran Bretagna e a Parigi viene fondata la Federazione dei gruppi anarchici ebraici.



wahhabismo

«segue da 1811»
1902, dopo che gli egiziani hanno distrutto Dar'iyyah (Arabia centrale) e limitato il potere dei wahhabiti a poche zone d'Arabia, con capitale Riyadh, la loro riscossa avviene ora con l'emiro 'Abd al-'Aziz III ibn Sa'ud o, più comunemente, Ibn Sa'ud che inizia (1902-04) una campagna di conquista;
«segue 1924»







1902
Impero d'Austria
 
Francesco Giuseppe I
Albero genealogico
(Vienna 1830-1916)
figlio dell'arciduca Francesco Carlo d'Absburgo-Lorena e di Sofia di Baviera;
1848-1916, imperatore d'Austria;
1867-1916, re d'Ungheria;
nel 1889 suo figlio Rodolfo si suicida a Mayerling con la giovane amante Maria Vetsera;
nel 1898 la moglie Elisabetta [Sissi], principessa di Baviera, è stata pugnalata a morte a Ginevra da un anarchico italiano;

 
Francesco Ferdinando d'Absburgo
Albero genealogico
(Graz 1863-Sarajevo 1914)
figlio dell'arciduca Carlo Luigi, fratello dell'imperatore, e di Maria Annunciata di Borbone-Napoli;
sposa la contessa boema Sofia Chotek
[matrimonio morganatico a cui è contrario l'imperatore];
1896, alla morte del padre diventa erede al trono dell'Austria-Ungheria;
1896-1914, arciduca d'Austria;
erede al trono dell'Austria-Ungheria;

 
Ministro degli Affari Esteri
-
-
Ministro delle Finanze
-
-

1902
dal 1879 l'Austria-Ungheria si è accostata al Reich tedesco (duplice alleanza);


Alldeutsche Vereinigung
(Unione pangermanica)

1886-1907, opera questa associazione politica austriaca, antislava e antisemitica.


AUSTRIA
Cancelliere
-
Ministro della Difesa
-
Ministro degli Interni
-
 
Istria
1902
-
Dalmazia
1902
-

[Joze Pirjevec, Serbi, Croati, Sloveni - Storia di tre nazioni, Universale Paperbacks, Il Mulino, Bologna 1995]
Cattaro
1902
-
UNGHERIA
Cancelliere
-
Ministro della Difesa
-
Ministro degli Interni
-
 
1902
Budapest,
TRANSILVANIA [appartiene all'Ungheria]
1902
abitata da una popolazione in parte romena, la regione è per la Romania una terra irredenta. Non ci sono agitazioni manifeste, ma il problema resta e gli abitanti romeni sono molto scontenti del regime magiaro che cerca di magiarizzarli.
Croazia-Slavonia
[Da marzo 1849, la nuova costituzione riconosce il regno di Croazia indipendente dall'Ungheria, una disposizione tuttavia di valore meramente simbolico.]
Bano
conte Károly Khuen-Héderváry
(1883 - 1903)
1902
Zagabria,

[Joze Pirjevec, Serbi, Croati, Sloveni - Storia di tre nazioni, Universale Paperbacks, Il Mulino, Bologna 1995]
Fiume [detta "il Corpus separatum" - esclusa dalla Croazia-Slavonia]
1902
-
 

 

***


- T.G. Masaryk, leader dei "cechi realisti", si batte per i diritti delle minoranze slave nell'ambito della monarchia asburgica;





1902
DEUTSCHE REICH
Guglielmo II
Albero genealogico

(Potsdam 1859-Doorn, Utrecht 1941)
primogenito dell'imperatore Federico III e della principessa inglese Victoria, e affetto da una paralisi parziale al braccio sinistro;
1888-1918, imperatore di Germania e re di Prussia;

-
Presidente
del Bundesrat
(consiglio federale)
B. von Bülow
(1900 17 ott - 14 lug 1909)
Presidente
del Reichstag
-
-
Cancelliere del Reich
[Reichskanzler]
B. von Bülow
(1900 17 ott - 14 lug 1909)
[governo semicostituzionale]
Vicecancelliere
-
Esteri
Oswald von Richthofen
(1900 17 ott - 1906)
Interni
Arthur von Posadowsky-Wehner
(1900 17 ott - 1907)
Giustizia
Rudolf Arnold Nieberding
(1900 17 ott - 14 lug 1909)
Marina
A. von Tirpitz
(1900 17 ott - 14 lug 1909)
Poste
Reinhold Kraetke
(1901 - 1909)
Finanze
Max Franz Guido von Thielmann
(? - ?)

Hermann von Stengel
(? - ?)

Reinhold von Sydow
(? - ?)
1902
dal 1882 "Triplice alleanza" tra Germania, Austria-Ungheria e Italia, in funzione anti Russia (dal 1890 in intesa con la Francia).
Dal 1890 opera l'SPD (Partito socialdemocratico tedesco) e si sono ricostituiti i sindacati socialisti.



Regno di Baviera
Otto I (München 1848 - Schloß Fürstenried 1916)
figlio del re Massimiliano II Joseph e della p.ssa Marie di Prussia;
1886-1913, re di Baviera;
1902
poiché colpito da squilibrio mentale, governa lo zio, principe reggente Luitpold di Wittelsbach;
 
Regno di Württemberg

Wilhelm II (Stuttgart 1848 - Schloss Bebenhausen 1921)
figlio di Friedrich Karl August e della p.ssa Katharine von Württemberg;
1891-1918, re di Württemberg;
1902
-

Albero genealogico
-


1902
REGNO di POLONIA
(Regno del Congresso)
[capitale Varsavia]
- dal 1864 il governo russo ha abolito il polacco come lingua ufficiale, soppresso ogni forma di governo locale e promulgata una riforma agraria molto più radicale di quella russa del 1861, per danneggiare la turbolenta nobiltà;
anche la chiesa cattolica viene perseguitata;
- dal 1892 opera il Partito socialista polacco, capeggiato poi da J. Pilsudski, dal quale si è staccata subito un'ala di sinistra, minoritaria, guidata da R. Luxemburg e J. Marchlewski;
-
1902
-




1902
Alessandro I Obrenovic
Albero genealogico
(Belgrado 1876 - 1903)
figlio di Milan I e di Natalia Kescho, figlia di un ufficiale russo;
1889-1903, re di Serbia;
in seguito all'abdicazione del padre, ma sotto un consiglio di reggenza presieduto dal ministro Ristic; il periodo della reggenza è disturbato dalle continue e poco edificanti liti fra l'ex re e sua moglie;
dal 1893 governa in modo autoritario ma poco efficiente, durante un decennio di profonda crisi poltica e di caos finanziario;
nel 1894 (maggio) abolisce la nuova costituzione per ristabilire quella del 1869 che gli consente di governare quasi dispoticamente; l'ex primo ministro N. Pašic, fondatore del Partito radicale serbo, dal 1893 ambasciatore a Pietroburgo, viene allontanato;
nel 1899 fa proscrivere tutti i membri del Partito radicale russofilo e si appoggia all'Austria-Ungheria;
nel 1900 il matrimonio con Draga Mašin, un'intrigante dama di corte, fa inasprire l'opposizione (un'ala importante della quale è guidata dallo stato maggiore) mentre una politica estera filoaustriaca contribuisce a diminuire la sua popolarità;
nel 1901 emana una nuova costituzione (più larga di quella del 1869 ma meno liberale di quella del 1889) ma ciò nonostante i complotti e il malcontento non cessano;
1902
un avventuriero proclama Pietro Karagjiorgjevic re a Sabac; il tentativo non ha seguito ma la situazione rimane sempre confusa e pericolosa;
1902
in questa torbida situazione, ha rigoglioso sviluppo un nazionalismo xenofobo che vede tutti i popoli vicini nemici storici della Serbia: fra essi anche i croati, considerati l'avanguardia delle potenze del male: il Vaticano, l'Austria e l'Ungheria.
MONTENEGRO
Nicola I Petrovich Njegosh
Albero genealogico

(Njegoš, Montenegro 1841 - Antibes, Francia 1921)
1860-1918, principe del Montenegro;
dal 1878 al congresso di Berlino ha ottenuto il riconoscimento della completa indipendenza del suo stato il cui territorio è stato notevolmente accresciuto e dotato di uno sbocco sull'Adriatico: Antivari;

1910-18, re del Montenegro (Nicola I);

1902
-



1902
Regno degli Elleni
Giorgio I
Albero genealogico

(Copenaghen 1845-Salonicco 1913)
figlio di Cristiano IX re di Danimarca e di Luisa di Assia-Kassel nonché cognato di Edward VII re d'Inghilterra;
1863-1913, re degli Elleni;
- dal 1881 ha ottenuto la Tessaglia e parte dell'Epiro;


Primo Ministro
Rhalles
(1897 - ago 1909)

1902
-



1902
IMPERO OTTOMANO
[dal 1879 è sotto l'influenza della Germania]

Abdülhamit II
o Abdülhamid o 'Abd al-Hamid

Albero genealogico

(Istanbul, 21 set 1842 – Istanbul, 10 feb 1918)
figlio di 'Abd-ul-Mejid I e della sua sposa armena Tirimüjgan;
1876-1909, XXXIV sultano; "il sultano rosso"


Continua, da parte di ingegneri tedeschi, la costruzione (1901-1908) della Ferrovia del Higiaz che dovrebbe collegare Damasco alla Mecca.

TURCHIA

1902
"Giovani turchi": dal 1894 il movimento ha organizzato il comitato "Unione e progresso" (sotto la guida del nuovo leader Ahmed Riza e degli ufficiali Niazi e Enver Pascià);

BOSNIA-ERZEGOVINA
[dal 1878, dopo il congresso di Berlino, è amministrata dall'Austria-Ungheria]

1902
-

Novibazar [sangiacato]

1902
Il sangiacato di Novibazar, che separa la Serbia dal Principato del Montenegro, è abitato in gran parte da serbi, metà dei quali musulmani, e resta alla Turchia, anche se sotto un regime speciale.

ALBANIA

1902
Il sentimento nazionale, promosso dalla cessione di Plava e Gusinje al Montenegro decretata dal congresso di Berlino, si rafforza sempre di più, facendo capo alla Lega albanese di resistenza.
Nel 1897, scoppiata la guerra contro la Grecia, moltissimi albanesi si sono arruolati volontari nell'esercito turco perché vedono nella Grecia un nemico del popolo albanese che mira a togliere loro parte dei territori albanesi.
Essi si oppongono anche ad ogni mutamento nell'amministrazione macedone, perché vi vedono il pericolo di cessioni alla Grecia, alla Serbia, alla Bulgaria di territori abitati in tutto o in parte da albanesi.
Specialmente nella regione di Kossovo si oppongono accanitamente alla penetrazione della Serbia che, dopo l'occupazione austro-ungarica della Bosnia-Erzegovina decretata dal trattato di Berlino, ha continuato a dirigere la propria attenzione sul Kosovo e a svolgervi un'attiva propaganda, sperando di poter un giorno annetterselo.
La Russia patrocina le sue aspirazioni.

MACEDONIA [ceduta dalla Bulgaria alla Turchia nel 1878]

1902
Salonicco, dal 1894 i patrioti macedoni hanno organizzato l'ORIM (Organizzazione rivoluzionaria interna macedone) che rivendica l'autonomia pur nell'ambito dell'impero turco; le riforme non vengono, anzi la repressione continua;



CRETA [amministrazione autonoma, sotto la sovranità nominale del sultano ma sotto la protezione effettiva di Gran Bretagna, Italia, Francia e Russia]

1902
-

CIPRO
1902
in seguito all'occupazione britannica dell'Egitto, l'isola perde gran parte della sua importanza e perciò il governo di Londra si disinteressa dell'isola trascurandola completamente.






1902
RUSSIA
-
Nicola II Romanov
Albero genealogico

(Carskoe Selo 1868 - Ekaterinburg, odierna Sverdlovsk 1918)
primogenito di Alessandro III e di Dagmar di Danimarca;
1894-1917, zar di Russia;

-
Ministro dell'Interno
-
V.K. von Pleve
(1902 lug - lug 1904)
Viceministro
-
(? -?)
Ministro degli Esteri
-
(? -?)
Ministro
delle Comunicazioni
S.J. Vitte
(1892 feb - 1903)
Ministro
delle Finanze, Commercio e Industria
S.J. Vitte
(1892 ago - 1903)
1902
Luglio
V.K. von Pleve diventa ministro degli interni; disordini agrari;
GEORGIA [provincia russa dal 1801]

1902
-



1902
REGNO di ROMANIA
Carlo I
Albero genealogico

(Sigmaringen, Prussia 1839 - Sinaia, Valacchia 1914)
figlio di Carlo Antonio († 1885) principe di Hohenzollern-Sigmaringen (1848-49, abd.) e di Giuseppina di Baden;
1866-81, principe di Romania;
1869, sposa la principessa Elisabetta di Wied (o Carmen Sylva);
1877, alleato della Russia nella guerra contro la Turchia, comanda personalmente le truppe romene distinguendosi nell'assedio di Plevna;
nel 1878 l'annessione della Bessarabia alla Russia in cambio della non desiderata Dobrugia ceduta alla Romania crea un aspro dissenso fra Romania e il neo principato di Bulgaria;
1881-1914, re di Romania;
- dal 1883 è legato alla triplice alleanza;



1902
il governo degli Stati Uniti d'America protesta presso il governo romeno per le persecuzioni degi ebrei che costituiscono, così esso sostiene, una Violazione dell'art. 44 del trattato di Berlino; a ciò il governo romeno risposnde che tutti i firmatari di questo strumento ne hanno Violato uno o più articoli.

a


1902
Principato di BULGARIA

Ferdinando

Albero genealogico

(Vienna 1861 - Coburgo 1948)
figlio di Augusto di Sassonia-Coburgo-Koháry († 1881) e di Clementina d'Orléans;
1887-1908, principe di Bulgaria;
[eletto dalla Sobranje (Assemblea nazionale), è succeduto ad Alessandro di Battenberg (1879-86) che ha abdicato]

1908-18, zar dei bulgari;

Ministro dell'interno
-

1902
-

a




1902
III Repubblica
Presidente della Repubblica
É. Loubet
(1899 18 feb - 18 feb 1906)
Presidente del Senato
Armand Fallières
(1899 3 mar - 13 feb 1906)
Presidente della Camera
-
Presidente dell'Assemblea nazionale
(Senato+Camera)
-
-
Presidente del Consiglio
P. Waldeck-Rousseau
(1899 22 giu - 3 giu 1902)
Émile Combes
(1902 7 giu - 24gen 1905)
Interni
P. Waldeck-Rousseau
(1899 22 giu - 7 giu 1902)
Émile Combes
(1902 7 giu - 24gen 1905)
Affari Esteri
Th. Delcassé
(1898 28 giu - 6 giu 1905)
Colonie
-
Guerra
-
Marina
-
Finanze
J. Caillaux
(1899 22 giu - 7 giu 1902)
Maurice Rouvier
(1902 7 giu - 17 giu 1905)
Commercio
e Industria
-
Lavori Pubblici
-
Lavoro
-
Giustizia
Ernest Monis
(22 giu - 7 giu 1902)
Ernest Vallé
(7 giu - 24 gen 1905)
Pubblica Istruzione
-
1902
-
a


1902
REGNO dei PAESI BASSI

Guglielmina

Albero genealogico

(l'Aia 1880 - castello di Het Loo, presso Apeldoorn 1962)
figlia di Guglielmo III re d'Olanda e della sua seconda moglie Emma di Waldeck-Pyrmont;
1890-1948, regina dei Paesi Bassi;
[dal 31 agosto 1898 ha assunto ufficialmente il potere]




Primo ministro
A. Kuyper
(1901 - 1905)

1902
-

a


1902
REGNO del BELGIO

Leopoldo II

Albero genealogico

(1835 - 1909)
figlio di Leopoldo I e di Carolina Carlotta Augusta d'Inghilterra;
1865-1909, re dei belgi;
1885-1908, sovrano dello Stato Indipendente del Congo [in realtà un suo possedimento personale]




1902
-

a


1902
Granducato di Lussemburgo
Adolfo di Nassau-Weilburg
Albero genealogico

(† 1905)
figlio di Guglielmo duca di Nassau e di Carlotta Federica Luisa di Sassonia Altenburg;
1839-66, duca di Nassau;
1890-1905, granduca di Lussemburgo;
[alla morte di Guglielmo III, re dei Paesi Bassi e granduca di Lussemburgo, in seguito ad una precedente convenzione.]

1902
-





1902
Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda
Edoardo VII
Albero genealogico

(Londra 1841-1910)
figlio della regina Vittoria e del principe consorte d'Inghilterrra Alberto di Sassonia-Coburgo-Gotha;
1860, compie un viaggio negli Stati Uniti;
1874, eletto gran maestro della Massoneria;
1875-76, un altro viaggio in India;
1863, sposa la principessa Alessandra di Danimarca;
1901-10, re di Gran Bretagna e Irlanda, imperatore delle Indie;

Primo lord
del Tesoro
[First Lord
of the Treasury
]
R.A.T. Gascoyne-Cecil
conservatore/unionista
3° marchese di Salisbury
(1895 25 giu - 12 lug 1902)
A. Balfour
conservatore/unionista
conte
(12 lug - 5 dic 1905)
Cancelliere dello Scacchiere
[Chancellor
of the Exchequer
]
sir Michael Hicks Beach
(1895 29 giu - 11 ago 1902)
Charles Thomson Ritchie
(11 ago - 9 ott 1903)
Segretari di Stato
-
Affari Esteri e Commonwealth
R.A.T. Gascoyne-Cecil
conservatore/unionista
3° marchese di Salisbury
(1895 25 giu - 12 lug 1902)
-
Guerra
-
Affari Interni
-
Giustizia
-
Colonie
J. Chamberlain
(1895 lug - 1903)
Commercio
-

1902
Guerra anglo-boera
: dopo fasi alterne gli inglesi giungono alla vittoria (grazie al comandante H. Kitchener, ai suoi metodi repressivi e dopo aver pagato un prezzo di 22.000 morti).

ChaJ. Chamberlain convoca una Conferenza Imperiale: è giunto il momento in cui la difesa dell'Impero deve divenire una preoccupazione di tutte le sue componenti e non solo della madrepatria.

Maggio
31
, accordo di Vereeniging - gli inglesi costringono i boeri a firmare questo accordo con il quale il Transvaal e l'Orange vengono riuniti agli altri possedimenti inglesi;
[Nello stesso anno, nei campi di concentramento (inventati dagli inglesi) muoiono 26.379 boeri (donne e bambini) di stenti e di malattia.]

1902-03, il ministro J. Chamberlain propone al capo della comunità ebraica, Th. Hezl (proposta discussa al III congresso sionista a Vienna nel 1903) di riunire gli Ebrei in un insediamento esclusivamene sionista nella zona montuosa del Kenya.

1902
il giornalista A. Griffith, che dal quotidiano «United Irishman» (poi «Sinn Fein») ha lanciato una campagna di resistenza passiva al governo inglese e di boicottaggio delle merci britanniche, fonda il Sinn Fein
[noi per nostro conto o noi stessi] partito nazionalista irlandese di tendenze radicali e anticapitalistiche.



1902
REGNO di DANIMARCA
Cristiano IX
Albero genealogico

(Gottorp, Schleswig-Holstein 1818 - Copenaghen 1906)
figlio di Federico Guglielmo e di Luisa di Assia-Kassel;
1863-1906, re di Danimarca;

1902
dal 1901 i radicali sono al governo ed è la definitiva vittoria del sistema parlamentare.

ISLANDA

1902
-



1902
SVEZIA e NORVEGIA
Oscar II
Albero genealogico

(Stoccolma 1829 - 1907)
figlio di Oscar I e di Giuseppina di Leuchtenberg, e fratello di Carlo XV;
1872-1907, re di Svezia;
1872-1905, re di Norvegia;

REGNO di SVEZIA

1902
-

REGNO di NORVEGIA

1902
-



1902
Granducato di Finlandia
[relativamente autonomo]
- dal 1901 lo zar ha abolito la costituzione del 1869.

1902
-





1902
Carlo I
Albero genealogico
(Lisbona 1863 - 1908)
figlio primogenito di re Luigi di Sassonia-Coburgo-Gotha-Koháry e di Maria Pia di Savoia;
1886, sposa la principessa Maria Amelia di Orléans;
1889-1908, re di Portogallo;

Ministro degli Interni
João Franco
(1893 - 1906)
1902
il re favorisce le tendenze autoritarie del ministro degli interni;
a


1902
REGNO di SPAGNA
-
Alfonso XIII di Borbone
Albero genealogico

(Madrid 1886 - Roma 1941)
figlio postumo di Alfonso XII e di Maria Cristina d'Absburgo-Lorena;
1886-1931, re di Spagna;

Primo Ministro
Práxedes Mateo Sagasta
(1901 6 mar - 5 dic)
Francisco Silvela le Vielleuze
(5 dic - 19 lug 1903)
Pubblica Istruzione
Álvaro de Figueroa y Torres
conte di Romanones (1901)
-

 

1902
governa appoggiandosi alle "giunte" militari, all'alto clero e ai grandi proprietari fondiari e incoraggiando, spesso, una politica repressiva; ***

Isole Canarie: sono teatro di un moto indipendentista subito represso con la forza;

 





1902
REGNO d'ITALIA
Vittorio Emanuele III
Albero genealogico
(Napoli 1869 - Alessandria d'Egitto 1947)
figlio di Umberto I e di Margherita di Savoia;
1878-1900, principe di Piemonte;
1896, Roma 24 ott: sposa la p.ssa Elena del Montenegro (1873-1952);
1900-46, re d'Italia;
1936-43, imperatore d'Etiopia
1939-43, re d'Albania;
PARLAMENTO XXI Legislatura
(1900 16 giu - 18 ott 1904)
Presidente del Senato G. Saracco
piemontese
(1900 16 giu - 18 ott 1904)
Presidente della Camera T. Villa
piemontese
(1900 28 giu - 22 feb 1902, dim.)
  G. Biancheri
ligure
(1902 10 mar - 18 ott 1904)
 
Presidente
del Consiglio
G. Zanardelli
lombardo
(1901 15 feb - 3 nov 1903)
Interno
G. Giolitti
piemontese
(1901 15 feb - 21 giu 1903)
Sottosegretario S. Ronchetti
lombardoi

(1901 15 feb - 3 nov 1903)
Esteri
G.N. Prinetti-Castelletti
lombardo
(1901 15 feb - 9 feb 1903)
Sottosegretario G. Baccelli
laziale
(1901 6 ago - 22 giu 1903)
Guerra
conte C. Ponza di San Martino
piemontese
(1900 7 apr - 27 apr 1902)
  E.C. Morin
ligure
(27 apr - 14 mag)
[ad interim]
G. Ottolenghi
lombardo
(1902 14 mag - 3 nov 1903)
Sottosegretario Bonaventura Zanelli
(1900 7 apr - 3 nov 1903)
Marina
E.C. Morin
ligure
(1900 24 giu - 22 apr 1903)
Sottosegretario L. Serra
pugliese
(1900 24 giu - 27 apr 1903)
Tesoro
E. Di Broglio
veneto
(1901 15 feb - 3 nov 1903)
Sottosegretario marchese P. De Nobili
ligure
(1901 15 feb - 17 lug 1903)
Finanze
P. Carcano
lombardo
(1901 15 feb - 3 nov 1903)
Sottosegretario M. Mazziotti
campano
(1901 15 feb - 3 nov 1903)
Agricoltura, Industria e Commercio
C. Gorio
lombardo
(1901 4 set - 3 nov 1903)
Sottosegretario N. Fulci
siciliano
(1907 7 ago - 3 nov 1903)
Lavori Pubblici
G. Giusso
campano
(1901 15 feb - 19 feb 1902)

G. Zanardelli
lombardo
(19 feb - 26 mar)
[ad interim]
N. Balenzano
pugliese
(1902 26 mar - 3 nov 1903)
Sottosegretario I. Niccolini
toscano
(1901 15 feb - 3 nov 1903)
Grazia, Giustizia e Culti
F. Cocco-Ortu
sardo
(1901 15 feb - 3 nov 1903)
Sottosegretario R. Talamo
campano
(1901 15 feb - 3 nov 1903)
Istruzione Pubblica
N. Nasi
siciliano
(1901 15 feb - 3 nov 1903)
Sottosegretario G. Cortese
ligure
(1901 15 feb - 22 giu 1903)
Poste e Telegrafi
T. Galimberti
piemontese
(1901 15 feb - 3 nov 1903)
Sottosegretario B. Squitti
calabrese
(1901 7 ago - 3 nov 1903)
-
1902

Gennaio
La Federazione Ferrovieri avanza una serie di rivendicazioni.

Febbraio
Torino, la polizia blocca con la forza uno sciopero degli operai del gas. Lo sciopero coinvolge altre categorie di proletari.
Il Ministro dei Lavori pubblici Gerolamo Giusso si dimette per non dovere affrontare il problema dei ferrovieri.

Marzo
le rivendicazioni dei ferrovieri sono accolte dallo Stato.
Nel Nord Italia, in particolare nella pianura padana, si verifica una serie di scioperi dei lavoratori agricoli che saranno sedati con la mediazione dei socialisti.

Aprile

Maggio

Giugno
la Camera approva la nuova legge per il lavoro minorile e femminile: è elevata l'età minima per il lavoro industriale (12 anni) e per il lavoro notturno (15 anni) e viene limitato a un massimo di 12 ore al giorno il lavoro della donna e di 11 quello dei minori.

Luglio

Agosto

Settembre
6-9
, Imola, VII Congresso del Psi: pur tra dispute violente (presidente A. Costa), approva la linea del Governo.
[Per la prima volta, nella storia dei congressi socialisti italiani, partecipano ben ottocento delegati.]
A. Labriola ha presentato il suo programma rivoluzionario e la linea di demarcazione tra le due tendenze del partito si è fatta profonda; la calma dopo i violenti scontri tra "rivoluzionari" e "riformisti" è stata raggiunta grazie a F. Turati;

Ottobre
si rende necessaria un'adunanza del Psi per convenire sull'atteggiamento da prendere;

Novembre
5
, Roma, all'adunanza del Psi, A. Costa) prende atto che quell'unità del partito che il congresso di Imola aveva sanzionato, si è persa nelle divisioni locali, in cui gli uomini da avversari sono diventati nemici, si è sbriciolata nelle scomuniche, nelle violenze di socialisti contro socialisti.


Dicembre





 

DOMINION OF CANADA
[Aggiunta alle altre province britanniche nel 1763, include la regione sulle due rive del fiume San Lorenzo grossolanamente delimitate da Anticosti a est e il Lago Nipissing a ovest.
Dal 7 nov 1763 la provincia (ex Canada francese) è stata divisa formalmente in tre distretti: Québec, Trois-Rivières, Montréal.
Nel 1791 la provincia è stata separata in due parti:
Basso Canada (francofoni) e Alto Canada (lealisti).
Nel 1841, con l'Act of Union sono stati nominati due primi ministri ma Canada Est e Canada Ovest continuano ad andare ognuna per la sua strada. Il sistema dura ben 25 anni (1842-67).
Nel 1867, 1° luglio, nasce ufficialmente la confederazione: Dominion of Canada.]
Governatore generale
Gilbert J.M.K. Elliott
conte di Minto
(1898 - 1904)
Primo ministro
Wilfrid Laurier
(1896 giu - 1911)
[liberale]
Ministro dell'Interno
Clifford Sifton
(1896 giu - 1905)

1902
-

 

 

 

 

 


QUÉBEC
Vescovo di Montréal
-

1902
-

Nel Québec, il clero, particolarmente influente, tende a enfatizzare la missione provvidenziale dei francocanadesi rappresentando così una nuova versione del nazionalismo canadese (rispetto a quella di Henri Bourassa che ha sviluppato invece un articolato tipo di nazionalismo canadese biculturale).
Così afferma uno dei più noti intellettuali cattolici, mons. Louis-Adolphe Pâquet (1859-1942): «Noi siamo non soltanto una razza civilizzata, noi siamo i pionieri della civiltà. Noi siamo non soltanto un popolo religioso, noi siamo i messaggeri dell'idea religiosa. Noi siamo non soltanto i figli sottomessi della Chiesa, noi siamo, noi dovremmo essere, i suoi entusiasti sostenitori, i suoi difensori e i suoi apostoli».
Quasi naturalmente, da questa idea di missione religiosa deriva anche la nozione dell'esistenza di una distinta società francocanadese che a tempo debito si dovrebbe sviluppare.

 

 

ONTARIO
-
-

1902
Toronto, viene fondata l'organizzazione comunitaria italiana Società Vittorio Emanuele III.


NEW BRUNSWICK
-
-

1902
-

NOVA SCOTIA
-
-

1902
-

MANITOBA [dal 1870]
-
-

1902
-


NORTHWEST (territori) [dal 1870]
-
-

1902
dal 1892 si sta trascinando il problema di stabilire l'esatto confine con l'Alaska, ceduta dalla Russia agli Stati Uniti nel 1867;

 


BRITISH COLUMBIA [dal 1858]
[nel 1866 ha incorporato l'Isola di Vancouver e dal 1871 fa parte della confederazione.]
Primo ministro della provincia
-

1902
-

 

ISOLA DEL PRINCIPE EDOARDO
[Dal 1873 fa parte della confederazione.]
Primo ministro della provincia
-

1902
-

 

TERRITORIO DELLO YUKON [creato nel 1898]
Governatore
-

1902
-

 

 

TERRANOVA
Primo Ministro
Robert Bond
(1900 - 1909)

1902
-

 

 

UNIONE degli STATI UNITI d'AMERICA
Presidente degli Stati Uniti
Th. Roosevelt [26°]
(1901 14 set - 4 mar 1909)
[Pr]
Vicepresidente
-
Segretario di Stato
[Ministro degli Esteri]
-
Ministro del Tesoro
-
Ministro della Guerra
-
Presidente della Corte Suprema
M.W. Fuller
(1888 8 ott - 4 lug 1910)

1902
Gennaio
-

Marzo
Ben presto il neo presidente Th. Roosevelt rivela di non voler diventare il fantoccio del mondo dell'alta finanza.
Nel suo primo messaggio al Congresso egli allude al "grave e serio pericolo" dell'eccessiva concentrazione industriale e insiste per la formazione di un'agenzia federale che abbia il potere di investigare negli affari dei trust.
Il senato si oppone con vigore alla proposta.

Maggio
da tempo le condizioni di lavoro nelle miniere di antracite della PENNSYLVANIA sono deplorevoli ma ora i minatori entrano in sciopero chiedendo:
- salari più alti,
- la giornata lavorativa di otto ore,
- il riconoscimento del sindacato;
la proprietà è decisa a non fare alcuna concessione e rifiuta sprezzantemente un'offeta di John Mitchell, presidente della United Mine Workers, di accettare l'arbitrato.
Lo sciopero va avanti minacciando di ridurre gli approvvigionamenti di carbone.

Ottobre
Th. Roosevelt convoca alla Casa Bianca entrambe le parti: John Mitchell assume un atteggiamento conciliante mentre la proprietà rimane intransigente chiedendo perfino l'intervento dell'esercito federale e di sottoporre a processo i promotori dello sciopero.
Tale arroganza infuria il presidente che alla fine obbliga i proprietari ad accettaqre la meiazione minacciando di inviare truppe non per piegare gli scioperanti, ma per presidiare le miniere e rimetterle in funzione.
I minatori tornano al lavoro.
[Nel 1903 una commissione apposita accorderà loro un aumento salariale del 10% e una riduzione dell'orario lavorativo, senza però arrivare alle otto ore né al riconoscimento sindacale.]

[Senza dubbio Th. Roosevelt nei confronti dei sindacati dimostra più simpatia di tutti i suoi predecessori, ma sarebbe eccessivo definirlo un amico dei lavoratori.
In altre occasioni farà intervenire le truppe in ARIZONA, in COLORADO e NEVADA allo scopo di porre fine a scioperi in corso. Si opporrà inoltre all'assunzione esclusiva di iscritti al sindacato e al boicottaggio, e condannerà senza riserve l'uso della forza da parte degl scioperanti.
Nel suo atteggiamento verso i lavoratori, come d'altra prte in tutte le questioni pubbliche, Th. Roosevelt si considera il difensore dell'interesse nazionale.]

Lo stesso anno Th. Roosevelt sconvolge Wall Street invocando l'ormai moribondo Sherman Antitrust Act contro la Northern Securities Company, una gigantesca holding ferroviaria organizzata da James J. Hill, J.P. Morgan ed E.H. Harriman.
[J.P. Morgan crede, con una certa arroganza, di poter aggiustare facilmente le cose e sembra molto sorpreso quando viene intrapresa un'azione legale contro la sua società. [segue 1904]]
Nei sette anni e mezzo di presidenza di Th. Roosevelt, il governo chiamerà in causa, per violazioni dello Sherman Antitrust Act, 44 grandi società monopolistiche, incluse alcune fra le più potenti e impopolari come quella degli inscatolatori di carne, l'American Tobacco Company, la Du Pont Corporation e la Standard Oil Company.
Tali azioni legali fanno crescere in tutto il paese il prestigio di Th. Roosevelt che si guadagna il soprannome di "trust-buster" (distruttore di trust).
[Ironia della sorte, egli non ha alcuna obiezione di principio verso il mondo dell'alta finanza e considera le associazioni di capitale un processo naturale, perfino benefico, ammesso che servano alla pubblica utilità. Crede dunque che la vera risposta al monopolio sia una sua regolamentazione, non la sua soppressione; ma, visto che il Congresso non dimostra alcuna volontà di far passare una legge efficace, fa ricorso a un uso selettivo dello Sherman Antitrust Act.]

 

Viene emanato il Newlands Act.
Servendosi dei poteri conferitigli dalla legge Th. Roosevelt autorizza una bonifica estensiva e un programma di costruzione di dighe che consente di irrigare migliaa di kmq di terre nelle regioni del West.
Con l'appoggio entusiasta di Gifford Pinchot, responsabile dell'ufficio per le foreste del ministero dell'Agricoltura, Th. Roosevelt fa ricorso al Forest Reserve Act (1891) per porre sotto tutela oltre 600.000 kmq di foreste, quadruplicando così la riserva federale boschiva.
Inoltre, con un provvedimento di dubbia legalità, chiude al pubblico altri 300.000 kmq di terre, in ALASKA e nel Nordovest, che contengono carbone, fosfati, petrolio e sono ricche di acqua.
Queste misure suscitano proteste tra:
- gli allevatori del West,
- i proprietari di minere,
- gli industriali del legname,
- nei vari trust he non vedono l'ora di sfruttare queste risorse pubbliche per i loro interessi privati.


Un blocco anglo-tedesco-italiano del Venezuela solleva i timori americani che la Germania, la più interessata dei tre paesi europei, abbia intenzione di acquisire basi nei Caraibi.
Poco dopo, quando la Repubblica Domenicana non paga i suoi debiti e gli azionisti europei richiedono un intervento diretto, Th. Roosevelt si decide a un provvedimento radicale.

Solo ora, dopo la morte del magg. John Wesley Powell, viene approvato, su proposta del senatore del NEVADA Francis G. Newlands, il National Reclamation Act che:
- accetta il principio di una gestione federale delle risorse idriche del West,
- istituisce un Bureau of Reclamation (Ufficio di bonifica),
- autorizza il governo federale a realizzare e a controllare progetti di irrigazione in sedici stati del West, da finanziare con la vendita di terreni e con i diritti sulle acque.
[I risultati ottenuti saranno eccezionali: nel 1914 sarà recuperata all'agricoltura una superficie di 4000 kmq e saranno realizzati grandi progetti di irrigazione, come le dighe "Buffalo Bill" (WYOMING) e "Theodore Roosevelt" (ARIZONA).]

Lo stesso anno viene fondata l'American Antyboicott Association allo scopo di contrastare il sindacato in sede giudiziaria.
Appoggia la National Union of Manifacturers, un'organizzazione padronale composta soprattutto da piccoli industriali che ha promosso una controffensiva dei datori di lavoro dando il via ad una campagna di assunzioni di non iscritti ai sindacati.

 

 


 


 

 

[Maldwyn A. Jones, Storia degli Stati Uniti, Bompiani 1984.]

 




[01] DELAWARE [dal 7 dicembre 1787] - cap. Dover
[Primo stato a ratificare la Costituzione degli Stati Uniti d'America.
Non esistono collegamenti fra chiesa e stato e una grande libertà religiosa si è affermata sin dall'inizio.]
Governatore
-

1902
-

 

[02] PENNSYLVANIA [dal 12 dicembre 1787] - cap. Harrisburg
[Non esistono collegamenti fra chiesa e stato e una grande libertà religiosa si è affermata sin dall'inizio.]
Governatore
-

1902
-

 

[03] NEW JERSEY [dal 18 dicembre 1787] - cap. Trenton
[Non esistono collegamenti fra chiesa e stato e una grande libertà religiosa si è affermata sin dall'inizio.]
Governatore
-

1902
-

 

[04] - [04] GEORGIA [dal 2 gennaio 1788] - cap. Atlanta
[Già ammesso nell'Unione nel 1780 ma ratificato solo il 2 gennaio 1788.
Riammesso al Congresso il 30 marzo 1870.]
Governatore
-
-

1902
-




[05] CONNECTICUT [dal 4 gennaio 1788] - cap. Hartford
Governatore
-

1902
-

[06] MASSACHUSETTS [dal 6 febbraio 1788] - cap. Boston
Governatore
-

1902
-



[07] MARYLAND [dal 28 aprile 1788] - cap. Annapolis
Governatore
-

1902
-

 

 

 






[08] - [01] SOUTH CAROLINA [dal 23 maggio 1788] - cap. Columbia
Governatore
-
-

1902
-


[09] NEW HAMPSHIRE [dal21 giugno 1788] - cap. Concord
Governatore
-

1902
-

 





[10] - [08] VIRGINIA [dal 26 giugno 1788]- cap. Richmond
[Riammesso al Congresso il 30 marzo 1870]
Governatore
-
-

1902
-

 





[11] NEW YORK [dal 26 luglio 1788] - cap. Albany
[L'anglicanesimo è la religione di stato in quattro contee.]
Governatore
-

1902
-

 

[12] - [09] NORTH CAROLINA [dal 21 novembre 1789] - cap. Raleigh
[Tratto di terre immediatamente a sud della Virginia, attorno allo stretto di Albemarle.]
Governatore
-
-

1902
-

[13] RHODE ISLAND [dal 29 maggio 1790] - cap. Providence
Governatore
-

1902
-


[14] VERMONT [dal 4 marzo 1791] - cap. Montpelier
Governatore
-

1902
-


[15] KENTUCKY [dal 1° giugno 1792] - cap. Frankfort
Governatore
-
-

1902
-



[16] - [10] TENNESSEE [dal 1° giugno 1796] - cap. Nashville
[Riammesso all'Unione dall'aprile 1866.]
Governatore
-
-

1902
-

 


[17] OHIO [dal 1° marzo 1803] - cap. Columbus
Governatore
-
-

1902
-

[18] - [05] LOUISIANA [dal 30 aprile 1812] - cap. Baton Rouge
- 1819, Trattato Adams-Onís: stabilisce il confine con il MESSICO spagnolo: va dal fiume Sabine, nel TEXAS orientale, fino al 42° parallelo (futuro confine settentrionale della CALIFORNIA) e da quel punto, verso ovest, fino al Pacifico.
Governatore
-
-

1902
-

 


[19] INDIANA [dal 11 dicembre 1816] - cap. Indianapolis
Governatore
-
-

1902
-

[20] - [06] MISSISSIPPI [dal 10 dicembre 1817] cap. Jackson
[Riammesso al Congresso il 30 marzo 1870]
Governatore
-
-

1902
-


[21] ILLINOIS [dal 3 dicembre 1818] - cap. Springfield
-
Governatore
-
-

1902
-



[22] ALABAMA [dal 14 dicembre 1819] - cap. Montgomery
[Dal 18 ottobre 1867 sotto la sovranità degli Stati Uniti.]
Governatore
-

1902
-

 

 




[23] MAINE [dal 15 marzo 1820] - cap. Augusta
-
Governatore
-
-

1902
-

[24] MISSOURI [dal 10 agosto 1821] - cap. Jefferson City
Governatore
-
-

1902
-

 


[25] - [11] ARKANSAS [dal 15 giugno 1836] - cap. Little Rock
Governatore
-
-

1902
-

 


[26] MICHIGAN [dal 26 gennaio 1837] - cap. Lansing
Governatore
-
-

1902
-


[27] - [03] FLORIDA [dal 3 marzo 1845] - cap. Tallahassee
Tra il 1810 al 1813 gli Stati Uniti hanno inglobato la maggior parte della Florida occidentale, la scia costiera che corre da New Orleans a Mobile, ma una buona parte della colonia, unitamente a tutta la Florida orientale, cioè la penisola, resta ancora sotto il dominio spagnolo.
Nel 1819, con il Trattato Adams-Onís è stata completamente ceduta agli Stati Uniti dalla Spagna.
Nel 1868 è rientrata a far parte dell'Unione.]
Governatore
-
-

1902
-


[28] - [07] TEXAS [dal 29 dicembre 1845] - cap. Austin
Governatore
-
-

1902
-


[-] Territorio del NEW MEXICO [dal 1846]
Governatore
-
-

1902
-

 


[29] IOWA [dal 28 dicembre 1846] - cap. Des Moines
Governatore
-
-

1902
-

 


[30] WISCONSIN [dal 29 maggio 1848] - cap. Madison
Governatore
Robert M. La Follette
(1900 - 1906)
progressista

1902
-

 


[31] CALIFORNIA [dal 9 settembre 1850] - cap. Sacramento
Governatore
-

1902
-

 


[32] MINNESOTA [dall'11 maggio 1858] cap. Saint Paul
Governatore
-
-

1902
Gennaio
-

 

 


[33] OREGON [dal 14 febbraio 1859] - cap. Salem
- 1845, alla fine dell'anno i 5000 coloni americani dell'Oregon organizzano un governo provvisorio e chiedono la fine del regime di occupazione comune e l'esclusiva giurisdizione americana.
- 1848, diventa territorio autonomo.
Governatore
-
-

1902
-

 


[34] KANSAS [dal 28 gennaio 1861] - cap. Topeka
Governatore
-
-

1902
Gennaio
-

 

 


[35] WEST VIRGINIA [dal 19 giugno 1863] - cap. Charleston
Governatore
-
-

1902
Gennaio
-

 

 


[36] NEVADA [dal 31 ottobre 1864] - cap. Carson City
[Il 2 marzo 1861 il suo territorio era stato separato da quello dell'UTAH.]
Governatore
-

1902
-

 


[37] NEBRASKA [dal 1° marzo 1867] - cap. Lincoln
Governatore
-
-

1902
-

 


[38] COLORADO [dal 1° agosto 1876] - cap. Denver
[Territorio autonomo dal 28 febbraio 1861.]
Governatore
-

1902
-

 


[39] NORTH DAKOTA [dal 2 novembre 1889] - cap. Bismarck
Governatore
-
-

1902
-

 


[40] SOUTH DAKOTA [dal 2 novembre 1889] - cap. Pierre
Governatore
-
-

1902
-

 


[41] MONTANA [dall'8 novembre 1889] - cap. Helena
[cap.li: fino al 1865 Bannack, fino al 1875 Virginia City.]
Governatore
-
-

1902
-

 


[42] WASHINGTON [dall'11 novembre 1889] - cap. Olympia
Governatore
-
-

1902
-

 


[-] Territorio dell'OKLAHOMA [dal 2 maggio 1890]
Governatore
-
-

1902
-


[43] IDAHO [dal 3 luglio 1890] - cap. Boise
[Territorio autonomo dal 24 marzo 1863 con cap. Boise.
Inizialmente, fino al 7 dicembre 1864, la capitale era Lexinton.]
Governatore
-
-

1902
-

 


[44] WYOMING [dal 10 luglio 1890] - cap. Cheyenne
Governatore
-
-

1902
-

 


[45] UTAH [dal 4 gennaio 1896] - cap. Salt Lake City
[Territoro annesso nel 1850.
Dal 2 marzo 1861 si è staccato il Territorio del NEVADA.]
Governatore
-
-

1902
Gennaio
-

 


[-] Territorio delle HAWAII [dal 7 luglio 1898] - cap. Honolulu
 
Governatore
-
-

1902
Gennaio
-

 


a





1902
GRANDI ANTILLE
- Presidente della repubblica
-
T. Estrada Palma
(1902 mag - 1906)
[con il trattato di pace di Parigi l'isola si trova liberata dal giogo spagnolo ma ridotta a un protettorato USA, alla cui amministrazione militare viene sottoposta fino al 1902]

1902
Maggio
nasce la repubblica cubana che ha come primo presidente il liberal-moderato T. Estrada Palma;
[nella costituzione è stato prima inserito l' "emendamento Platt" che dà diritto agli Stati Uniti di intervenire negli affari interni del paese e di installarvi proprie basi (come Guantánamo dal 1903) per usi militari e commerciali; il ricorso all' "emendamento Platt" servirà a giustificare l'impiego delle truppe americane per condizionare direttamente la vita politica cubana durante almeno due decenni, ora puntellando o imponendo questo o quel presidente, ora svolgendo operazioni di polizia.
Il controllo politico sull'isola si muoverà parallelamente alla penetrazione commerciale: entro il 1914 gli interessi delle grandi società americane come l'American Tobacco Company e la Havemeyer Sugar domineranno l'economia cubana.]


Haiti
-
?
(?-?)
1902
-
- Presidente della repubblica
?
(?-?)
1902
-
- Governatore
?
(?-?)
[colonia britannica dal 1866]
1902
-


1902
Estados Unidos Mexicanos
(Stati Uniti del Messico)
[repubblica federale]
- Presidente della repubblica federale
José Porfirio Diaz
(1884 - 1911) II
[autoritarismo paternalistico]
1902
si fa sempre più accentuato l'avvicinamento del nuovo governo alla base sociale del passato regime conservatore, che fornisce le leve politiche ed economiche del porfiriato, i cosiddetti cientificos, che formano il vero e proprio gruppo dirigente del paese;
continua ad uscire «Regeneración» il giornale anarco-sindacalista;





1902
Colombia
- Presidente  
1902
guerra civile (1899-1902);
nella guerra civile hanno la meglio i conservatori che da questo momento provvedono a limitare o a liquidare le più significative innovazioni politiche introdotte nel precedente periodo di egemonia liberale;
[i conservatori rimarranno al potere fino al 1930.]
Panamá
- Presidente  

1902
-


1902

- Presidente della repubblica

Cipriano de Castro
(1899 - 1908)

1902
tentativo rivoluzionario (1901-1903)



1902
República del Ecuador

- Presidente della repubblica

?
(?-?)

1902
si alternano dittature conservatrici (J.J. Flores, G. García Moreno) e di dittature liberali (V. Rocafuerte, E. Alfaro) e da crescenti ingerenze dell'esercito, formato all'origine da elementi venezuelani;



1902

- Presidente della repubblica

Pierola
(1895-1919)
[del partito "democratico" ("rivoluzione democratica")]
(Repubblica indipendente dal 1827)
1902
-


1902

- Presidente della repubblica

?
(?-?)

1902
l'evoluzione storica della regione è caratterizzata dall'instabilità politica, sociale ed economica, conseguenza della lotta tra le contrapposte oligarchie dell'altopiano minerario e del Chaco agricolo e delle tensioni sociali che percorrono il paese (agitazioni contadine e scioperi dei minatori);


1902

- Presidente della repubblica

?
(1891 - ?)

1902
fine della repubblica presidenziale e restaurazione del predomino oligarchico (1891-1925)


1902
dal 1816 divise nelle tre colonie:
Guyana Britannica

- Governatore

?
(? - ?)
1902
-
Suriname (olandese)

- Governatore

?
(? - ?)
1902
-
Guyane Française
[già sede di una colonia penitenziaria e poi, dal 1852,
di un bagno penale (fino al 1945)]

- Governatore

?
(? - ?)
1902
-


1902

- Presidente della repubblica

?
(? - ?)

1902
-



1902

- Presidente della repubblica

?
(1874 - 1904)
[partito dei colorados]

1902
mentre il paese dipende ormai dalle aree commerciali più solide (Argentina e Brasile), sorgono pure aspri conflitti fra il partito dei colorados laico e liberale, e quello degli azules, conservatore;



1902

- Presidente della repubblica

J.A. Roca
(1898 - 1904)
1902
Buenos Aires,


1902
- Presidente della repubblica
?
(? - ?)
[partito colorado]
1902
Montevideo,






1902
CINA
Tz'u-Hsi [Tz'u-Hsi]

(DinastiaManciù)

ex concubina Jehonala;
1861-1908, imperatrice della Cina;

1902
-

a

1902
DAE HAN
(Corea)

1902
costituitasi in impero nel 1897, tenta di controbilanciare la crescente ingerenza nipponica aprendo in direzione della Russia zarista;

a






1902
(periodo Mejji: 1868-1912)
Giappone

Mutsuhito

(? - ?)
1868-1912, imperatore del Giappone;

1902
dal trattato di Shimonoseki tra Cina e Giappone la Gran Bretagna ha intensificato gli aiuti al Giappone;
viene ora firmata un'alleanza anglo-giapponese;
poiché i russi non si ritirano dalla Manciuria trascorso il termine stabilito, il Giappone, forte dell'appoggio inglese, decide di assumere una posizione molto dura;

a






1902
[colonia spagnola dal 1900, con capitale Villa Cisneros già protettorato dal 1884.]
-
-
1902
-


1902
Marocco
-
-
1902
-


1902
Algeria
[dal 1848 parte integrante del territorio nazionale francese, organizzata in tre dipartimenti d'oltremare;
dal 1880 continua la colonizzazione francese attraverso una forte immigrazione dalla Francia e una sistematico esproprio delle terre appartenenti ai proprietari musulmani; i costanti tentativi di assimilare gli arabi-berberi alla cultura francese finiranno col risveglio nazionale algerino.]
-
?
(?-?)
1902
-

1902
Tunisia
[con il trattato del Bardo del 1881, perfezionato nel 1883 con il trattato della Marsa, la Francia è riuscita a imporvi il suo protettorato.
Il bey conserva formalmente le sue prerogative.]
- Bey  
1902
-



1902
EGITTO
[parte dell'Impero Ottomano]
[dal 1882 il paese è stato privato dagli inglesi di ogni autonomia di fatto, ma senza modifica del suo statuto giuridico, se non per la cessazione automatica del tributo alla Porta;
nel 1884 si è dotato di una costituzione col gradimento inglese;
dal 1899 è stato stabilito un condominio anglo-egiziano sul Sudan, di fatto possedimento britannico.]
'Abbas Hilmi II
(Alessandria 1874 - Ginevra 1944)
figlio di Muhammad Tawfiq pascià;
1892-1914, khedivè d'Egitto;
salito al trono alla morte del padre mantiene un atteggiamento ostile agli inglesi che nel 1882 hanno occupato l'Egitto;
- Alto Commissario
E. Baring
(1883 - 1907)
1902
viene completata la costruzione di una nuova diga ad Assuan in Alto Egitto (sarà ulteriormente innalzata nel 1907 e nel 1912), dando così ulteriore impulso allo sviluppo economico dell'Egitto; viene quindi costruita la ferrovia da Alessandria alla Marmarica;


1902
Sudan
[dalla convenzione del 18 gennaio 1899, il paese è stato costituito in "condominio" anglo-egiziano, di fatto in possedimento britannico]
   
1902
dal 1899 è stato stabilito un condominio anglo-egiziano sul Sudan, di fatto possedimento britannico;


1902
Mauritania
[protettorato francese su su Trarza dal 1858.]
-
-
1902
-


1902
Guinea-Bissau
[colonia autonoma portoghese dal 1879, i suoi confini (rettilinei e artificiosi di evidente origine coloniale) con l'Africa Occidentale Francese sono stati regolati nel 1896.]
   
1902
-


1902
Africa Occidentale Francese
(AOF – 1895-1958)

[possedimenti retti, dal 1895, da un governatore generale, dipendente dal ministero delle colonie, in forma accentuatamente centralizzata]

- Governatore generale
?
(? -?)
Senegal [sotto controllo francese dal 1817, sottomesso e pacificato dal 1865.]
1902
-
Sudan francese o Alto Niger [possedimento francese creato nel 1882 su gran parte del territorio dell'antico impero africano del Mali; colonia dal 1892; .annessione di Timbuctu nel 1898.]
1902
dopo varie modificazioni territoriali assume la denominazione di territorio del Senegambia-Niger;
Guinea Francese [protettorato francese dal 1889, è sorta la città di Conakry nel 1890; colonia francese dal 1891.]
1902
-
Costa d'Avorio [colonia francese dal 1893.]
1902
-
Dahomey [annesso dal 1899]
1902
restano libere ancora le regioni settentrionali;


1902
Sierra Leone
[colonia inglese dal 1808.]
- Governatore
?
(?-?)
1902
dopo aver proceduto all'occupazione dell'entroterra, la Gran Bretagna impone il protettorato sulle circoscrizioni locali;

1902
[ex Monrovia, è una repubblica indipendente dal 1847, con una costituzione modellata su quella statunitense ma con il predominio dell'elemento nero-americano su quello autoctono;
nel 1857 al paese si è unita l'ex colonia formatasi a capo delle Palme nel 1833.]
-
-
1902
-

1902
Costa d'Oro
[colonia della corona britannica dal 1874, mentre continua la resistenza degli ashanti dell'interno;
dal 1897 opera la Aborigines' Rights Protection Society (Società per la protezione dei diritti degli aborigeni) come intermediario collaborazionista per il governatore. I capi tradizionali vengono trattenuti al nord come re fantoccio degli inglesi.]
- Governatore
-

1902
I territori ashanti conquistati entrano a far parte della colonia della Costa d'Oro con sede ad Accra.



1902
Lagos
[dal 1861 colonia della Corona britannica.]
-
-
1902
-
Regno di Benin [dal 1897 annesso al Lagos.]
-
-
1902
-

1902
Togo
[protettorato tedesco dal 1884, confermato dalla conferenza di Berlino nel 1885.]
- Comandante
?
(?-?)
1902
-


1902
Nigeria
-
-
1902
procede da parte del governo britannico la sistemazione dei possedimenti nigeriani iniziata nel 1900 con l'organizzazione nel protettorato della Nigeria settentrionale dei territori haussa;



1902
Camerun
Njoya
-
(? - ?)
1883-1933, re dei bantu;

1902
dopo che dal 1884 l'esploratore G. Nachtigal ha stabilito il protettorato tedesco sui duala, la conquista all'interno viene completata dai tedeschi con la sottomissione dell'Adamaoua (emirato fulbe);
il collaborazionista Mebenga m'Ebono, ex ufficiale delle Schutztruppen, passa alla resistenza;

1902
-
-
1902
il possesso del bacino dell'Ubangi è stato riconosciuto alla Francia nel 1899 con l'accordo franco-britannico seguito all'incidente di Fascioda;

1902
[colonia di Ntamo, nucleo della futura Brazzaville;
nel 1888 ha assorbito il Gabon.]
Commissario generale
1902
-



1902
[il territorio dello Zaire, già sede (ancor prima dell'arrivo dei portoghesi) di importanti regni autoctoni quali quello del Congo, di Kuba, Luba, Lunda, nel 1880 è stato posto sotto il controllo dell'Associazione internazionale per il Congo, promossa da Leopoldo II re del Belgio; la conferenza internazionale di Berlino (1884-85) per la spartizione delle sfere d'influenza europee in Africa ha convalidato il fatto compiuto e istituito questo nuovo stato affidandone la sovranità allo stesso re Leopoldo II che da quel momento la esercita a titolo personale.]

Leopoldo II

Albero genealogico

1885-1908, sovrano dello Stato Indipendente del Congo;
[sovranità esercitata a titolo personale.]
1902
mediante lo sfruttamento estremo della manodopera locale, nel possedimento sono costruite infrastrutture di base, create le prime piantagioni ed iniziata la prospezione dei giacimenti minerari;
Katanga [regione sudorientale, annessa militarmente dai belgi nel 1891 sotto l'egida della Compagnie du Katanga istituita da re Leopoldo II.]
1902
dal 1900 la Tanganyka Concession Limited, procreata qualche anno prima dalla Société Générale, anch'essa con scopi minerari, è stata spostata al Comité Spécial du Katanga.
Viene formata la Compagnia Ferroviaria del Katanga, in cui ha interessi la Gran Bretagna.





1902
Eritrea
[colonia italiana dal 1° gennaio 1890, con il fiume Mareb come confine con l'Etiopia.]
-
-
1902
-



1902
Impero di Etiopia
Menelik II
(Ancober, Scioà 1844 - Addis Abeba 1913)
figlio del re dello Scioà Hayla Malakot;
1855-68, è praticamente prigioniero nel forte di Magdala, da cui fugge solo alla morte dell'imperatore Teodoro II;
proclamatosi re dello Scioà, contende la successione imperiale a Giovanni IV, re del Tigré, riuscendo a farsi riconoscere una specie di influenza prioritaria nella parte meridionale dell'impero e il diritto di successione al trono imperiale alla morte di Giovanni IV;
1889-1913, imperatore di Etiopia;

1902
-



1902
SOMALIA
Muhammad ibn 'Abd Allah o "Mad Mullah" [per gli inglesi] († 1920) capo religioso;
1900, conduce la resistenza somala nel nord;
Somalia Francese [colonia francese dal 1896]
il porto di Gibuti (1888) è collegato per ferrovia alla capitale etiopica Addis Abeba (1897-1917);
[situata in territorio dancalo e non propriamente somalo]
1902
-
Somalia Britannica [protettorato inglese dal 1884]
1902
-
Somalia italiana
1902
attraverso i trattati di protettorato con i sultanati di Obbia e di Migiurtinia (Somalia settentrionale) dal 1889 è iniziata la penetrazione italiana estesasi dal 1892 con l'acquisto in affitto dal sultano di Zanzibar dei porti del Benadir (Brava, Merca, Mogadiscio e Uarsceik) attribuiti in amministrazione alla società privata V. Filonardi ed ora alla Società del Benadir, società privata italiana che continua (come la precedente V. Filonardi) ad utilizzare spregiudicatamente la schiavitù su larga scala;

1902
Uganda
[protettorato britannico dal 1894]
-
-
1902
formalmente diviso in quattro regni federati, è uno dei possedimenti più prosperi della Gran Bretagna in Africa;

1902
Kenya
(nome ufficiale solo dal 1920)
-
-

1902
a partire dall'inizio del secolo l'Inghilterra favorisce una politica di colonizzazione bianca concretatasi nella confisca delle migliori terre degli altipiani ai danni soprattutto delle tribù Wa-kikuyu che si troveranno così private non solo delle loro basi economiche ma delle loro stesse basi sociali e religiose, intimamente connesse al possesso della terra;
entrambi i possedimenti, il litorale keniota (protettorato inglese dal 1895) e l'interno (dipendenza del protettorato dal 1902) vengono uniti amministrativamente all'Uganda costituendo l'IBEA (Imperial British East Africa) o Africa Orientale Britannica.

L'Uganda orientale è annesso al "Protettorato dell'Africa Orientale" del Kenya, ormai dominato dai "bianchi".
Gennaio
il commissario del protettorato, sir Charles Elliot, adotta la politica di Delemare-Johnson e introduce coloni "bianchi" e discriminazione razziale.
Il capo dei coloni, Grogan, chiede l'introduzione del sistema di lavoro coatto e manodopera a basso salario.
La Crown Lands Ordinance sottrae al popolo africano del Kenya le sue terre che diventano terre della Corona.
[Negli anni seguenti, circa seicentomila ettari saranno tuttavia liberamente assegnati a:
- lord Delemare, Francis Scott (zio della duchessa di Gloucester della Casa reale di Windsor),
- al Sindacato dell'Africa Orientale,
- alla Grogan Company e, in seguito,
- ai coloni sudafricani dell'Eldorado e di altre località.]


1902
Africa Orientale Tedesca
(Deutsch-Ost-Afrika)
Ruanda-Urundi
-
-
1902
le incessanti lotte dei baHutu, contro il predominio della minoranza tutsi (watutsi o vatussi) (la stirpe dei sovrani mwami) favoriscono l'instaurazione del dominio coloniale tedesco sul Burundi, che con il contiguo regno del Ruanda viene costituito in territorio del Ruanda-Urundi.
Tanganica [protettorato tedesco già dal 1884/85 e formalmente colonia tedesca dal 1890, dal 1891 il territorio è passato sotto la diretta sovranità della Germania]
-
-
1902
l'ex collaborazionista Paul Martin Samba getta l'uniforme e le armi e denuncia le atrocità commesse dai tedeschi. Si stabilisce a Olama dove diventa un ricco mercante e, grazie, si suoi contatti con gli invasori, i capitribù in rivolta hanno la possiibilità di riarmarsi.

1902
[Dal 1890 l'isola (assieme all'isola di Pemba) è diventata protettorato della Gran Bretagna che vi induce l'afflusso di indo-pakistani.]
-
-
1902
-



1902
Africa del Sud-Ovest
[protettorato tedesco dal 1884]
-
1902
-


1902
Rhodesia del Nord-Ovest
[Protettorato dal 1899]
-
-
1902
-



1902
British Central Africa
[protettorato britannico dal 1891, l'ex territorio Malawi ha assunto il nome attuale dal 1893]
-
-
1902
-

1902
Mozambico
-
-

1902
il Portogallo ha completato nel 1891 la conquista delle regioni interne senza tuttavia riuscire a pacificarle.

1900-1902, la rivolta dei Barue nel'Africa orientale contro il Portogallo è soffocata nel sangue.
Il Portogallo intraprende una campagna contro i Bailundu nella regione di Biè, dove scoppia una rivolta popolare, guidata dai contadini ovimbundu, contro la legge sul lavoro coatto. Migliaia di africani vengono massacrati dai portoghesi nel tentativo di domare l'insurrezione.

 


1902
Regno del Madagascar
(Imérina)
[protettorato francese dal 1895]
1902
protettorato francese dal 1895 e annesso alla Francia dal 1896;
la monarchia merina è dichiarata decaduta ma l'impianto dell'amministrazione coloniale, opera del governatore Gallieni (1896-1905), non riesce a stroncare del tutto la resistenza indigena;


1902
Presidente
S. Kruger
(1883 - 1900)
-

1902


Guerra anglo-boera

dopo fasi alterne gli inglesi giungono alla vittoria (grazie al comandante H. Kitchener, ai suoi metodi repressivi e dopo aver pagato un prezzo di 22.000 morti);

Maggio
31
, accordo di Vereeniging: gli inglesi costringono i boeri a firmare questo accordo con il quale il Transvaal e l'Orange vengono riuniti agli altri possedimenti inglesi;
[Nello stesso anno, nei campi di concentramento (inventati dagli inglesi) muoiono 26.379 boeri (donne e bambini) di stenti e di malattia.]



1902
Natal
[dominio inglese dal 1844]
[nel 1838 la regione è stata conquistata e colonizzata da coloni olandesi (boeri) e nel 1840 trasformata in repubblica indipendente;
1842-44, gli inglesi vi affermano nuovamente il loro dominio, dopo aver costretto i boeri a trasferirsi nell'interno, nello stato libero dell'Orange;
nel 1893 viene trasformata in colonia autonoma.]
Governatore
?
(? - ?)
1902
-

1902
Stato Libero d'Orange
[capitale: Bloemfontein]
[stato indipendente creato nel 1836 da coloni olandesi provenienti da Città del Capo;
dal 1848 è occupato dalle truppe britanniche che hanno spostato il centro amministrativo a Bloemfontein;
nel 1854, vista l'impossibilità di controllare militarmente l'immenso territorio, gli inglesi si sono ritirati.]
Presidente
-
1902
-

1902
[L'insediamento degli inglesi, divenuto definitivo dal 1814, ha formato un'oligarchia amministrativo-commerciale anglosassone nel Sud; 1834-39, grande trek (spostamento di massa dei coloni boeri verso le regioni dell'interno: Orange e Transvaal.]
Governatore
Milner
(? - ?)
1902
Città del Capo, il dottor Abdul Abdurahman fonda l'APO (African Peoples Organisation = Organizzazione dei Popoli africani) che si serve delle petizioni come metodo per ottenere giustizia.

Ottobre
John Tengo Jabavu condanna le clausole razziste del Trattato di Pace di Vereeniging;
Botswana [la regione a nord del fiume Malopo, protettorato inglese dal 1885, viene organizzata come riserva indigena mentre la parte meridionale (British Bechuanaland) è colonia che nel 1895 è stata annessa alla Colonia del Capo.]

1902
-






1902
ARABIA
Albero genealogico

(Riyadh 1887-Taif 1953)
discendente della dinastia wahhabita dei Banu Sa'ud;
1891, la dinastia viene scalzata dalla capitale Riyadh a opera dei rivali Banu Rashid del Gebel Shammar;
1902-13, ristabilisce con una serie di campagne l'unità del Neged, intraprendendo dopo il crollo dell'impero ottomano l'unificazione della penisola arabica;
1915-18, prima guerra mondiale: pur avendo stipulato un accordo di alleanza con la Gran Bretagna (1915), si mantiene neutrale dedicandosi al consolidamento interno dello stato, da lui organizzato sulla base di colonie agricolo-militari di contadini soldati legati al sovrano da un patto ("fratelli fedeli");
1918, approfitta dei contrasti anglo-francesi nel Vicino Oriente per sviluppare una tempestiva politica di annessioni;
1919, si annette il Gebel Shammar;
1924, si annette la Mecca;
1925, si annette Gidda;
1926, re del Higiaz;



1927-32, re del Higiaz, Neged;
1932-53, re dell'Arabia Saudita;

1902
'Abd al-'Aziz, meglio conosciuto con il patronomico Ibn Sa'ud, riesce a conquistare la capitale Riyadh con un esiguo esercito e si adopera per ristabilire l'ex stato saudita wahhabita. Il potere d Rašidi è ormai entrato in fase di declino.

 
1902
Persia
Muzaffar al-Din
 (? - ?)
figlio di Nasir al-Din Scià, della dinastia Qagiar;
1896-1907, scià di Persia;
debole e sofferente, e ancor più prodigo del padre;

1902
-






Beuve-Méry, Hubert o Sirius (Parigi 1902-Fontainebleau 1989) giornalista francese, fondatore del quotidiano «Le Monde», sostenitore della politica di Ch. De Gaulle;
Undici anni di regno 1958-69 (1974, raccolta di editoriali).

Braudel, Fernand (Luméville-en-Ornois, Vosges 1902-Saint-Gervais les Bains, Haute Savoie 1985) storico francese, fondatore (1951) del "Centre des richerches historiques dell'Ecole pratique des hautes études";
Civiltà e imperi del Mediterraneo nell'età di Filippo II (1949; ed. ital. 1953, Einaudi)
[Quest'opera viene presa in esame e discussa alla fine degli anni '40 perché Franco Rodano (Pci) e Felice [Cicino] Balbo (Pci) esprimono obiezioni molto argomentate e sofisticate alla pubblicazione sotto l'etichetta Einaudi, la quale deve essere una garanzia di rigore culturale-ideologico, mentre l'autore francese a loro giudizio presenta una versione per così dire "materialistica della storia" interpretabile e utilizzabile come assimilazione, aggiornamento e superamento della concezione marxista.
I due critici comunisti non vengono ascoltati, un po' per merito di A. Giolitti, sebbene anche D. Cantimori, per ragioni del tutto diverse, abbia espresso un giudizio negativo su quest'opera.
- Antonio Giolitti, Lettere a Marta, Ricordi e riflessioni, (1992, Il Mulino.]

1956, direttore della rivista «Annales»;
Il mondo attuale (1963)
Civiltà materiale e capitalismo (1968)
Scritti sulla storia (1973)
Problemi di metodo storico (1973, edizione italiana di una serie di saggi apparsi su «Annales»)
Civiltà materiale, economia e capitalismo, XV-XVII sec. (1979, in 3 voll.)
Storia di Francia (1984, I vol.)
L'identità della Francia (1986, postumo).

Dell'Amore, Giordano (Il Cairo, 30 novembre 1902 – Milano, 6 gennaio 1981) economista, banchiere e politico italiano, autore di un numero considerevole di volumi e di articoli, quasi tutti in materia bancaria, rettore dell' "Università Commerciale Luigi Bocconi" e, per 26 anni presidente della CARIPLO (Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde).

Fish, Mildred Elizabeth o Mildred Harnack (Milwaukee, Wisconsin 16 settembre 1902 – Berlino, 16 febbraio 1943) critica letteraria, traduttrice statunitense naturalizzata tedesca, legata al gruppo di resistenza tedesco "Rote Kapelle" (Orchestra Rossa) di L. Trepper, così denominato dalla Gestapo.
[Moglie di A. Harnack.]

Forster, Albert (1902-1954) militare tedesco, luogotenente generale delle SS.

Fuchs, Erich (1902-1984) militare tedesco.

Gedda, Luigi (Venezia [a.f.: Verona] 1902 - Roma 26 settembre 2000) medico e politico italiano, libero docente di Patologia speciale medica e studioso di Gemellologia; fondatore dei Comitati civici.

Guarducci, Margherita (Firenze 1902-Roma 1999) epigrafista italiana, socio dell'Accademia dei Lincei, specialista dell'epigrafia cristiana, pubblicò circa 400 testi;
Inscriptiones Creticae (1935-50, in 4 voll., frutto del suo lavoro a Creta)
1952, inizia la sua opera in Vaticano;
1958, decifra antichi graffiti sotto l'altare della Confessione;
1964, conferma la tradizione della sepoltura di san Pietro;
Le reliquie di san Pietro sotto la Confessione della Basilica Vaticana (1965-67, relativo alle scoperte di cui sopra)
Epigrafia greca (1967-78, in 4 voll.)
Pietro ritrovato (1970)
L'epigrafia greca dalle origini al tardo impero (1987)
La tomba di san Pietro. Una straordinaria vicenda (1989).

Hatta, Mohammed (Kota Gedong, Sumatra 1902) politico indonesiano;
1922, fondatore in Olanda dell'associazione studentesca "Perhimpinan Indonesia", è uno dei più autorevoli esponenti del movimento indipendentista indonesiano;
1943, Putera, durante il conflitto mondiale crea con A. Soekarno la centrale nazionalista "Pusat Tenaga Rakjat" che collabora con gli occupanti giapponesi pur mantenendo collegamenti con le unità di resistenza;
1945, vicepresidente della Repubblica d'Indonesia;
1948, primo ministro;
1949, primo ministro degli Stati Uniti d'Indonesia;
1950, vicepresidente della repubblica alla ricostituzione dello stato unitario;
1956, lascia la carica per divergenze con Soekarno e aderisce al movimento secessionista di Sumatra libera;
1958, dopo il fallimento di questo, si ritira dalla vita politica.

Hautecloque, Jacques-Philippe de detto Leclerc (Belloy-Saint-Léonard, Somme 1902-nei pressi di Colombo-Béchar, Algeria 1947) generale francese;
1925, ufficiale;
1940, maggio, durante l'offensiva viene catturato dai tedeschi ma riesce ad evadere e a raggiungere a Londra Ch. De Gaulle; per suo incarico riorganizza le truppe francesi dell'Africa Equatoriale riconquistando successivamente il Camerun;
1942, riconquista il Ciad; aggregato alle forze inglesi partecipa all'ultima fase della campagna di Tunisia;
1944, partecipa allo sbarco in Normandia alla testa della 2a divisione blindata; agosto, le sue colonne motorizzate sono le prime a entrare a Parigi;
1945, comandante generale delle truppe francesi in Indocina;
1946, luglio, ispettore delle forze dell'Africa del nord,
1947, muore in un incidente aereo.

Hook, Sidney (Williamsburg, New York 1902 dic -?) politico statunitense;
da giovane aderisce al comunismo, attratto dalle posizioni energiche e radicali del comunismo newyorkese, muovendosi agilmente tra le varie fazioni, dagli stalinisti ai trockisti, ai buchariniani;
Materialismo ed empirismo di Lenin (?, collabora alla prima traduzione dell'opera, per conto del Partito Comunista Americano)
lavora per un periodo all'Istituto Marx-Engels a Mosca; [Pubblica una serie di articoli, il più famoso dei quali, Perché sono comunista, suscita una campagna giornalistica, condotta da Hearst che ne chiede l'espulsione dalla New York University.]
un po' alla volta, come molti intellettuali newyorkesi, la sua fede nel comunismo inizia a incrinarsi dopo una serie di delusoni;
[1936-37, processo per tradimento a Lev Trockij;
1939, il patto di non aggressione tedesco-sovietico,
una serie di disastrosi errori di valutazione, teorici e politici, da parte di Stalin.]

in quanto nemico pubblico del Partito Comunista, viene dichiarato "serpente controrivoluzionario" e i suoi sostenitori banditi come Hookworms;
1942, passa informazioni all'FBI sullo scrittore e giornalista Malcom Cowley;
[Dal rivoluzionario di Williamsburg diventa così il beniamino dei conservatori.]


Jackson, Charles Douglas [C.D.] (New York 1902 - ?) agente segreto statunitense.


Kubitschek de Oliveira, Juscelino (Diamantina 1902-presso San Paolo 1976, incidente automobilistico) politico brasiliano
1937, sindaco di Belo Horizonte
1950-54, governatore dello stato di Minas Gerais
1955, ottobre, candidato democratico viene eletto alla presidenza della repubblica con l'appoggio delle sinistre
1956, gennaio, entra in carica; partito da propositi di radicale trasformazione strutturale del paese, favorisce invece la penetrazione economica statunitense e conduce un'avventurosa politica finanziaria che porterà all'inflazione
1960, prima della fine del suo mandato inaugura la nuova capitale Brasilia
1964, dopo il colpo di stato militare va in esilio
1967, ritorna in patria e dà vita con C. Lacerda al movimento d'opposizione «Frente ampla»
1976, muore.

Lindbergh, Charles Augustus (Detroit 1902-Maui, Hawaii 1974) aviatore statunitense;
1927, primavera, effettua la trasvolata solitaria dell'Atlantico, su un aereo monoposto con un volo ininterrotto di trentatré ore e mezzo da New York a Parigi;
1932, il suo bambino viene rapito e poi ucciso dai rapitori (uno di loro sarà giustiziato nel 1936); la brutale pubblicità dell'evento lo costringe a lasciare gli Stati Uniti e a rifugiarsi in Inghilterra;
1938, visita ripetutamente le fabbriche aeronautiche tedesche e riceve una decorazione dal governo nazista;
1940-41, questi fatti, uniti ad alcune sue dichiarazioni sulla supremazia dell'aviazione tedesca e sull'opportunità per gli Stati Uniti di restare neutrali nella seconda guerra mondiale, gli suscitano le critiche di vari uomini politici e del presidente F.D. Roosevelt; dà allora le dimissioni dall'aviazione militare ma durante la guerra partecipa come tecnico civile a numerose missioni aeree nel Pacifico e diventa istruttore di piloti;
Spirit of Saint Louis (1953, sulla trasvolata atlantica).

Lombardo, Ivan Matteo (Milano 1902 – Roma 6 febbraio 1980) politico italiano (Psi);
1946-1947, segretario del Psi;
1948 23 mag-7 nov 1949, ministro dell'Industria e del Commercio (V governo De Gasperi);
1950 27 gen-5 apr 1951, ministro del Commercio estero (VI governo De Gasperi);
1963, sottoscrive il Manifesto per la Nuova Repubblica insieme a Randolfo Pacciardi, Tomaso Smith, Alfredo Morea, Raffaele Cadorna, Mario Vinciguerra per realizzare in Italia una repubblica presidenziale.

Mattes, Heinrich (1902-?) militare tedesco.

Mercanti, Decio [Romagnoli] (Forlì il 2 dicembre 1902-?) esponente comunista emiliano.

Misuri, Ezio (1902 - ?) esponente comunista italiano, di origine operaia e operaio lui stesso, di professione tipografo.

Morandi, Rodolfo (Milano 1902-1955) politico italiano, laureato in giurisprudenza, passato dal mazzinianesimo al marxismo;
Storia della grande industria in Italia (1931)
1937-43, viene arrestato e condannato al carcere per la sua attività clandestina a Milano in seno al centro interno socialista;
1943, agosto, aderisce al ricostituito Partito socialista (allora PSIUP); rifugiatosi a Lugano, dove rappresenta il CLNAI, è poi a Torino tra i protagonisti della fase insurrezionale della resistenza armata;
1946 luglio-maggio 1947, ministro dell'industria e del commercio nel secondo e terzo "governo De Gasperi";
1951, vicesegretario e responsabile della sezione organizzativa del PSI;
La democrazia del socialismo (1961, postumo).

Muti, Ettore (Ravenna 1902-Fregene 1943) militare e politico italiano;
[Fascista, ten.col. pilota, Medaglia d'Oro, dava particolare fastidio a P. Badoglio e al gen. Giacomo Carboni.]
1915-18, ardito, legionario fiumano, aderisce poi al fascismo segnalandosi alla testa delle squadre d'azione di Ravenna;
1935-36, console della milizia portuale, è volontario in aviazione nella guerra di Etiopia;
1936-39, volontario nella guerra di Spagna;
1939, novembre, è chiamato a sostituire A. Starace come segretario del "Partito nazionale fascista"; in questa carica accentua la burocratizzazione del partito, indirizzandone la macchina verso funzioni amministrative e paramilitari;
1940, ottobre, deposto, partecipa a numerose azioni aeree nel corso del secondo conflitto mondiale;
1943, dopo il 25 luglio egli si sente minacciato perché P. Badoglio, saputo che i carristi della divisione Centauro (ex Littorio) rifiutano di togliere dalle uniformi l'antica "M" (cifra di B. Mussolini), l'ha pregato d'intervenire e egli naturalmente ha ricusato;
20 agosto, P. Badoglio scrive al direttore della Polizia Senise:
«Muti è sempre una minaccia. Il successo è solo possibile con un meticoloso lavoro di preparazione.
Vostra Eccellenza mi ha perfettamente compreso»;
23/24 agosto, viene ucciso in circostanze oscure dai carabinieri al comando del tenente Taddei che lo dovevano arrestare per ordine di P. Badoglio;
[Così l' «Agenzia Stefani» comunicava il fatto il 25 agosto 1943:
A seguito di accertamento di gravi irregolarità nella gestione di un ente parastatale, nel quale risultava implicato l'ex-segretario del partito fascista Ettore Muti, l'Arma dei Carabinieri procedeva nella notte dal 23 al 24 corrente al fermo del Muti a Fregene.
Mentre lo si conduceva alla caserma sono stati sparati dal bosco colpi di fucile contro la scorta. Nel momentaneo scompiglio egli si dava alla fuga, ma inseguito e ferito da colpi di moschetto tirati dai carabinieri, decedeva
(Stefani).].


Myrdal, Alva (Uppsala 1902-Stoccolma 1986) donna politica e sociologa svedese, moglie di Karl Gunnar, impegnata nelle attività educative dell'UNESCO, pacifista convinta, partecipò alle conferenze sul disarmo di Ginevra del 1962-73;
Nazione e famiglia in Svezia (1968)
Dinamica del disarmo europeo (1981)
1982, premio Nobel per la pace con A. Garcia Robles.

Pastore, Giulio (Genova 17 agosto 1902 – Roma 14 ottobre 1969) politico, sindacalista e deputato democristiano italiano, fondatore ed il primo segretario nazionale della CISL, che ha guidato dal 1950 al 1958.
[Nato in una famiglia operaia.]
1914, rimastoorfano, comincia a lavorare come manovale prima a Borgosesia, poi a Varallo Sesia ed infine a Monza dove collaborando con l’Unione del Lavoro conosce Achille Grandi che lo avvia al sindacalismo cristiano;Nel frattempo fin dal 1923, comincia ad adoperarsi come giornalista a «Il Cittadino» e ricopre incarichi presso l'Azione Cattolica e la diocesi di Novara;
1935, si trasferisce a Roma dove sarà per sette anni presidente della gioventù di Azione Cattolica;
1942, si lega ai primi gruppi democristiani romani ed è arrestato dalla polizia fascista;
1943, dopo l'8 settembre viene liberato;
1946, nel dopoguerra aderisce alla Dc e in qualità di segretario organizzativo ne gestisce la campagna elettorale nelle elezioni politiche;
1950, è tra i fondatori della CISL, il sindacato d'ispirazione cattolica di cui sarà presidente fino al 1958;
1958, entra nel "II governo Fanfani" come Ministro per lo sviluppo del Mezzogiorno;
occupa la poltrona di Ministro in tutti i governi del centrosinistra sino alla metà degli anni sessanta, anche se si dimette anticipatamente dal "governo Tambroni" perché non ne condivide l'apertura al Movimento Sociale Italiano;
1969, muore a Roma.

Pella, Giuseppe (Valdengo 18 aprile 1902 – Roma, 31 maggio 1981) politico italiano, 2º presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana.

Reale, Oronzo (Lecce 1902-Roma 1988) politico italiano;
1920-24, segretario della Federazione giovanile repubblicana;
1942, lascia il PRI (Partito repubblicano italiano) per il Partito d'azione;
1946, rientra nel PRI;
1949-64, segretario nazionale del PRI;
1958, deputato;
1963-68, ministro di grazia e giustizia nel governo Moro;
1968-69, ministro delle finanze nel governo Rumor;
1970, ministro di grazia e giustizia nel governo Rumor;
1970-71, ministro di grazia e giustizia nel governo Colombo;
1974-76, ministro di grazia e giustizia nel governo Moro;
1975, presenta le legge che porta il suo nome, sull'ordine pubblico e la lotta al terrorismo, suscitando le critiche di chi vede in essa una minaccia per le libertà civili;
1977-86, giudice della corte costituzionale.

Santoro-Passarelli, Francesco (Altamura, Bari 1902) giurista italiano, docente di diritto civile e del lavoro alle università di Catania, Padova, Napoli;
Appunti sulla successione necessaria (1936)
1947, docente all'università di Roma;
Saggi di diritto civile (1961, in 2 voll.)
Dottrine generali del diritto civile (1966, testo di primaria importanza dopo la codificazione del 1942)
La transazione (1975)
Libertà e autorità nel diritto civile (1977)
Nozioni del diritto del lavoro (1987, nuova e rivista edizione di un testo divenuto un classico)
Ordinamento e diritto civile-Ultimi saggi (1988).

Sa'ud ibn 'Abd al-Aziz (Kuwait 1902-Atene 1969) re dell'Arabia Saudita (1953-64); secondo figlio di 'Abd al-Aziz III;
1933, proclamato principe ereditario (il primogenito Turki è morto nel 1919), viene associato all'amministrazione del regno come viceré del Neged;
1953, è chiamato dal padre a presiedere il neocostituito consiglio dei ministri; nello stesso anno gli succede;
1955, stipula un patto militare con Egitto e Siria;
1960, Faysal, suo fratello, principe ereditario e suo stretto collaboratore (si presenta come l'animatore della corrente più avanzata della famiglia reale anche se nello stesso tempo è fautore convinto della funzione dell'Arabia Saudita come paladina dell'ortodossia islamica e come tale è nemico dichiarato di tutti gli esperimenti laici e socialisti) viene estromesso dal governo;
1962, è costretto a richiamare al governo il fratello Faysal cedendogli di fatto la direzione del regno;
1964, 17 novembre, costretto ad abdicare a favore del fratello Faysal I, avviene il trapasso formale dei poteri.

Stuckart, Wilhelm (Wiesbaden 1902-vicino Hannover 1953, incidente stradale) politico tedesco.

Teng Hsiao-ping [Deng Xiaoping] (Kuangan, Szechwan (Sichuan) 1902-Pechino 1997) politico cinese.

Tosato, Egidio (Vicenza, 28 giugno 1902 – Roma, 20 marzo 1984) politico italiano, profondamente cattolico, esponente della Democrazia cristiana.


Unterrichter Jervolino, Maria De (Ossana, Trento 20 agosto 1902 – 27 dicembre 1975) donna politica italiana, esponente della Democrazia cristiana;
[Figlia di Arturo De Unterrichter e di Santa Belli.
Sorella di Guido De Unterrichter.
Moglie di Angelo Raffaele Jervolino e madre di Rosa [Rosetta] Jervolino.]


Torna su

«Gazzetta del Popolo»

«segue da 1864»
1902, dopo la direzione di B. Cerri, con D. Orsi e G. Collino, avversa la politica di Giolitti e si schiera alla vigilia della guerra con A. Salandra e il movimento nazionalista.
«segue 1943»

«L'Osservatore Cattolico»

«segue da 1898»
1902, alla morte di don D. Albertario, al giornale dal 1869, assume la direzione F. Meda ed il giornale si orienta sempre più in senso clerico-moderato;
«segue 1907»

«La Tribuna»

«segue da 1887»
1902, il giornale è finanziato dalla Banca commerciale, poi dagli zuccherieri e armatori genovesi e soprattutto dall'industria siderurgica;
nel primo decennio del Novecento fiancheggia G. Giolitti ma con aperture sempre più accentuate al nazionalismo e a una concezione prevalentemente oligarchica e autoritaria dello stato liberale;
«segue 1922»

«La Riforma sociale»

«segue da 1897»
1902 dicembre-1907, L. Einaudi affianca nella direzione F.S. Nitti e L. Roux;
«segue 1908»

«L'Unione»

«segue da 1901»
1902, Milano, dal 1894 esce questo giornale cattolico fondato dall'arcivescovo della città, card. A.C. Ferrari;
[che poi diventerà «L'Italia»]
«segue 1903»

«L'Avvenire d'Italia»

«segue da 1896»
1902, «L'Avvenire», quotidiano cattolico fondato a Bologna da G. Grosoli e G. Acquaderni, e diretto agli inizi da F. Crispolti, muta testata;
«segue 1927»