©

Il Viandante

in rete dal 1996


Se ti siamo stati utili effettua una
Nuova Ricerca

ANNO 1933

STORIA e POLITICA RELIGIONE e FILOSOFIA ARTE Bancarella Libri usati
SCIENZE ECONOMIA LETTERE e TEATRO CINEMA

Papa Pio XI
(1922-39)

1933, Vaticano, dal 1930 il cardinale E. Pacelli [futuro Pio XII] è segretario di stato.

USA
New Deal
(Nuovo corso)
1933-38

1933, 4 marzo, il presidente americano F.D. Roosevelt, appena insediato alla Casa Bianca, deve affrontare i problemi della ripresa economica e dell'occupazione posti negli Stati Uniti dalla grande depressione, seguita al crollo della borsa di Wall Street nell'autunno del 1929;
rispetto a quell'anno:
- il PIL è inferiore di un terzo;
- l'indice generale dei prezzi è sceso al 60% e i prezzi agricoli cadono sotto il 40%;
- gli investimenti lordi privati cadono del 90%;
- il numero dei disoccupati supera i 13 milioni;
la convertibilità del dollaro in oro viene abbandonata;
con il Banking Act viene attuata una rigorosa distinzione tra istituti di investimento mobiliare e banche di deposito e sconto: la stessa Banca Morgan, protagonista della fase di creazione della grande industria americana, deve cedere alla Morgan Stanley le sue attività di investimento industriale; ovvero i salvataggi delle grandi banche tedesche dopo il 1930 che hanno portato alal creazione di una serie di Istituti di smobilizzo, come la Finag, la Tilka e la Moka, e al controllo della grandi banche di credito ordinario da parte di Enti pubblici, e in primo luogo della Golddiskontobank.

Federal Reserve

«segue da 1932»
1933-35, la nuova legislazione bancaria la autorizza a modificare le percentuali della riserva obbligatoria.
«segue 1960»

Warburg
(banchieri)

«segue da 1929»
1933, con l'avvento al potere di Hitler, Siegmund Warburg, dopo un colloquio con l'amico von Neurath, il ministro degli esteri tedesco che non lo rassicura sulla situazione interna in Germania, stabilisce di abbandonare Amburgo; con la moglie e i due figli parte per la Svezia, patria della moglie, dopo aver tentato invano di convincere anche lo "zio", in realtà cugino, Max ad abbandonare con lui la Germania;
«segue 1934»

Bear Stearns & Co.

«segue da 1929»
1933, New York, la banca apre la prima filiale a Chicago;
Salim A. Lewis, ex Salomon Brothers, e futuro ceo e ad, viene assunto come responsabile del trading di obbligazioni di enti e autorità ("institutionals bonds");
«segue 1955»<

Air France

1933, nasce questa società aeronautica, compagnia di bandiera francese;
«segue 1946»

Nissan Motor

1933, nasce questa società automobilistica giapponese con la denominazione Jidosha Seizo per la produzione di vetture Datsun; oltre a veicoli stradali (per cui è una delle prime nel mondo) proDuce attrezzature aerospaziali, imbarcazioni e macchine utensili
«segue 1990»

Torna su

Marzo: negli Stati Uniti il presidente F.D. Roosevelt ordina una generale moratoria bancaria.


IRI
(Istituto per la Ricostruzione Industriale)
1933

Gennaio
23
, per salvare le banche e le aziende più colpite dalla crisi mondiale del 1929-33, viene creato questo Istituto affidato al socialista Alberto BeneDuce e diviso in:
- Sezione finanziamenti [Cap. 100 Mni] destinata a svolgere operazioni di credito mobiliare;
- Sezione smobilizzi industriali, che assorbe l'Istituto di Liquidazione con tutte le sue attività e passività.
La Sezione smobilizzi incorpora tutte le posizioni delle banche in aziende industriali agricole o immobiliari, dichiarandosi debitrice verso di esse di un valore superiore a quello effettivo delle partite trasferite, e in tal modo ne ristabilisce l'equilibrio finanzairio.
Assume inoltre in proprio i debiti delle banche di credito ordinario verso la Banca d'Italia, agevolando il ritorno delle banche a una normale liquidità, e liberando al tempo stesso l'Istituto di emissione dalle cambiali di immobilizzo pervenutegli a seguito delle operazioni di sovvenzione alle banche.

Si inserisce tra le banche e le imprese, incorporando le prime:

- Comit [*94%],
- Credito Italiano [*78%], [1946]
- Banco di Roma [*94%], [1992]

venendo così in possesso anche delle seconde, le società cioè che ne detenevano il controllo e che erano a loro volta controllate dalle stesse banche:
- ComitComofin,
- Credito ItalianoCompagnia Nazionale Finanziaria.

[*In pratica, al momento del trapasso del portafoglio delle tre maggiori banche all'IRI risulta che, attraverso holding più o meno di comodo, le banche avevano finanziato con i depositi la maggior parte del loro capitale azionario.
Operazioni previste come reato dal nostro codice penale.]

Il credito verso l'IRI, dovuto alla cessione delle partecipazioni industriali, rappresenta i 4/5 dei mezzi raccolti dalle tre grandi banche, mentre gli impieghi di credito ordinario ammontano solo al 30% dei depositi e conti correnti.
[Nell'insieme il contributo versato dallo Stato e da altri enti (e dilazionato in una serie di versamenti fino al 1971) fa ammontare il costo sopportato dalla collettività per tutti i risanamenti bancari, a partire dal 1922-23, a circa 390 Mdi di lire del 1960 (o, secondo altre fonti, a 6,5 Mdi di lire del 1933, circa il 5,5% del reddito nazionale lordo).

[Altre fonti ancora: 11 Mdi di lire (5 Mdi fino al 1930, e 6 Mdi dal 1930 al 1933)
Ernesto Rossi, Padroni del vapore e fascismo, G. Laterza e Figli SpA, Bari 1966. ]



Banche

Banca d'Italia
[dal maggio 1926 è l'unico istituto di emissione]

- Governatore: V. Azzolini (1931 10 gen - 1° ago 1944)
- Direttore generale: ? (?-?)


1933


[Alla fine del 1932 i crediti dell'istituto ammontano complessivamente a circa il 54% della circolazione monetaria.]

Altre Banche

«segue da 1932»

IMI
(Istituto mobiliare italiano)

- Presidente: Teodoro Mayer (triestino) (1931 - 14 mar 1936).
1933, in chiusura del primo esercizio vengono concessi (stavolta non coerentemente al discorso di insediamento) i mutui richiesti dalla Terni di Genova e dall'Italgas di Torino, e che risultano i più importanti del primo quadriennio dell'Istituto.

Federazione Bancaria Italiana 

1933, Vicenza,

Istituto Centrale di Credito
(ICC)

1933,

Istituto di San Paolo di Torino

Presidente:
. gen. Demetrio Asinari dei Marchesi di Bernezzo (1928-?), senatore del Regno.
Direttore generale:
. gr. uff. dott. Alessandro Baccaglini (1928-?)
1933, istituto di credito di diritto pubblico, dal 1932;

Consorzio delle Banche cattoliche

1933,

Banca Cattolica del Veneto

- Presidente: prof. sen. Luigi Montresor [1930 nov-set 1945],
- Vice presidente: conte dr. comm. Enrico Matteo Passi [1930 nov-set 1945],

- 7 Consiglieri:
. ing. cav. Raffaello Bettazzi [1931 feb-mar 1936],
. avv. prof. comm. Giovanni Battista Biavaschi [1931 feb-set 1945],
. cav. Ernesto Cappelletti [1931 feb-mar 1938],
. avv. comm. rag. Giuseppe Cavazzana [1930 giu-set 1945],
. conte avv. Giustino Di Valmarana [1931 feb-mar 1936],
. dr. Enzo Guarnieri [1931 feb-set 1945],
. avv. Guido Rogger [1930 nov-set 1945].

- Sindaci effettivi:
. avv. cav. Amedeo Gallina [1931 feb-set 1945],
. avv. Gaetano Martelletto [1931 feb-set 1945],
. rag. cav. Cesare Orsenigo [1931 feb- 28 feb 1933].

- Sindaci supplenti:
. ing. Sergio Zanarotti,
. rag. Ezio Zanghellini.

L'art. 39 dello Statuto sociale prevede che il Consiglio di Amministrazione nomini annualmente dopo l'assemblea generale un Comitato Direttivo composto da tre a cinque membri scelti nel proprio seno determinandone la facoltà e il funzionamento.

- Presidente: conte dr. comm. Enrico Matteo Passi [1930 nov-set 1945],
- Membri:
. avv. comm. rag. Giuseppe Cavazzana [1930 nov-set 1945],
. avv. Guido Rogger [1930 nov-mar 1934],
. avv. prof. comm.Giovanni Battista Biavaschi [1931 feb-set 1945],
. conte avv. Giustino Di Valmarana [1931 feb-mar 1934].

- Dir. gen.: Secondo Piovesan [1930 nov-set 1945].

1933

Febbraio
28
, l'assemblea discute il bilancio dell'anno decorso;
durante l'anno sono licenziati 56 fra funzionari e impiegati contro 18 nuove assunzioni.

ASSS
(Amministrazione Speciale della Santa Sede)

1933, assieme allo IOR è l'altra grande cassaforte delle partecipazioni azionarie vaticane.

IOR
(Istituto Opere di Religione)

1933, assieme all'ASSS è l'altra grande cassaforte delle partecipazioni azionarie vaticane.

Banco Ambrosiano

1933,

Banco di Roma per la Svizzera

1933,controllato dallo IOR;

Banca Unione

1933,controllata dallo IOR;

Credito Nazionale

1933, in liquidazione da ottobre 1926;

Banca Romana

1933,
[nel 1894 le passività della banca sono state assunte dalla Banca d'Italia; vedi salvataggio nel 1914]

Banco di Sicilia

1933,

Banco di Napoli

1933,diventato istituto di credito di diritto pubblico, è in possesso di valuta aurea per una cifra enorme, mai posseduta finora da alcuna banca nazionale;
presidio di stabilità, nonostante la crisi;

Banca Agricola Commerciale del Mezzogiorno

1933, creata dal Banco di Napoli, vi confluiranno tutte o quasi le piccole banche dell'area a seguito del riassetto in atto quando Napoli contenderà a Milano il primato di città più popolosa del paese;

Comit
(Banca commerciale italiana)

1933, viene incorporata nell'IRI;

Banca Toscana di Anticipazione e Sconto

1933,

Banco di Roma

1933, viene incorporata nell'IRI, e la sua ripresa è favorita dall'espansione dell'attività finanziaria nell'Africa orientale.

Banca italiana di Sconto

1933, in liquidazione.

Credito Italiano

1933
viene incorporata nell'IRI;

Banco Lariano

1933, Como,

BNL
(Banca nazionale del lavoro)

1933, dal 1924 lo Stato detiene il 90% del suo capitale azionario; in seguito alla crisi [perdite per circa 200 Mni] dovuta allo smantellamento delle cooperative, operato dal fascismo, si ridimensiona sino a diventare semplice istituto di credito di diritto pubblico, di proprietà statale;

Banca Provinciale Lombarda

1933, Bergamo,

Banca del Friuli

1933, Udine,

Casse di Risparmio

«segue da 1932»

Cassa di Risparmio di Venezia

1933,

Cassa di Risparmio di Verona e Vicenza

1933,

Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo

1933,

Cassa di Risparmio di Milano

1933, oltre all'esercizio del credito fondiario (dal 1866), dal 1924 ha istituito anche il credito agrario;

Cassa di Risparmio delle Province Lombarde

1933,

Monte dei Paschi
(Cassa di Risparmio)

1933,

Cassa di Risparmio di Gorizia

1933, nel 1929 ha incorporato il Monte di Pietà che ne e diventato la sezione dei pegni;


«segue 1934»

Banche Popolari

1933

Banca Popolare di Vicenza

- Presidente: Paolo Sartori ,
- vicepresidente: ?,
- Consiglieri:
. ?,
. ?,
. ?,
. ?,
. ?,
. ?,
. ?,
. ?,
. ?,
. ?,
. ?,

- Collegio Sindacale:
. ?, [effettivo]
. ?, [effettivo]
. ?, [effettivo]
. ?, [supplente]
. ?, [supplente]

Direttore: ? (?-?)

Filiale
Vicenza, Borgo S. Felice (dal 1920).

Banca Popolare Agricola di Cerea

1924,

1933,

«segue 1934»

Casse Rurali

 

INA
(Istituto Nazionale delle Assicurazioni)

-


«segue da 1923»

1933
-

«segue 1946»

[Ernesto Rossi, Settimo: Non rubare, Laterza Bari 1953.]

 

 

INAIL
(Istituto Nazionale per l'Assicurazione
contro gli Infortuni sul Lavoro)

-


1933
nasce questo istituto;
prima di tale data la copertura era garantita da diverse compagnie assicurative in base ad una convenzione stipulata nel 1883 tra il ministero dell'agricoltura, industria e commercio ed alcuni istituti bancari;
«segue 1946»

 

[Ernesto Rossi, Settimo: Non rubare, Laterza Bari 1953.]

 

INPS
(Istituto Nazionale della Previdenza Sociale)

-


1933
nasce questo istituto per assumere i compiti della Cassa nazionale per le assicurazioni sociali, derivata a sua volta (1919, anno in cui diventa obbligatoria e a favore anche dei disoccupati) dalla Cassa nazionale di previdenza per l'invalidità e la vecchiaia degli operai (1898); nel 1923 è stata varata l'assicurazione per la maternità;
«segue 1935»


[Ernesto Rossi, Settimo: Non rubare, Laterza Bari 1953.]

 



Effetti della crisi del 1929
1929
1933
Indice dei prezzi delle azioni industriali
(Borsa di New York)
200-220
30-40

Svalutazione dei titoli azionari in Italia
(max 55% - min 14%)

– 39%
-
-
Indice dei prezzi-oro all'ingrosso
(Base 1913=100)
1929
1933
Stati Uniti
138
72,4
Inghilterra
130,2
60,9
Francia
126,7
78,8
Germania
137,2
93,3
-
-
Indice dei prezzi in Italia
1929
1933

Generale

102

75
Settore agricolo
(lire a quintale)
Grano
130
93
Risone
85
44
Olio
604
398
Vino
112
55
Canapa
480
278
Bestiame
-
- 65%
-
-
1929
1933

Svalutazione dei titoli azionari in Italia
(max 55% - min 14%)

– 39%

Il crollo dei valori azionari ha colpito gravemente gli istituti che detengono il maggior numero di partecipazioni industriali. Nel tentativo di sostenerli essi si erano dati sulle prime all'acquisto di nuove azioni industriali, col risultato di accrescere ancor di più il peso delle immobilizzazioni, invece di diminuirlo.

Commercio con l'estero
(milioni di lire)
35.651
13.105
Importazioni
-
- 29%
Esportazioni
-
- 25%

Disoccupazione

300.000

*1.019.000
Indice dei salari nominali
528
430,8
* di cui 715.000 nell'industria.

Reddito
(prezzi 1938)
1929
1930-31
nazionale (miliardi)
124
116
pro-capite (lire)
-
2.823
-
-

 

La Lockheed Corporation e il supermercato delle armi

1933

Sotto la guida di R.E. Gross, la Lockheed Corporation (nuova denominazione dal 1932) proDuce un bimotore di linea per passeggeri, l'Electra, che ben presto si impone.

La Douglas, consolidatasi un po' alla volta grazie a contratti militari, ha le sue prime ordinazioni commerciali per quaranta aerei da trasporto DC-2 per le nuove Trans World Airlines.


«segue 1934»

Fonti:
- Anthony Sampson, The arms bazaar/Il supermercato delle armi - Arnoldo Mondadori Editore 1977.





Gardini, Raul (Ravenna 1933-Milano 1993, suicida) industriale italiano, genero di Serafino Ferruzzi (1908-79);
1979, alla morte del suocero diventa presidente del Gruppo Ferruzzi;
1985, a Venezia compra Ca' Dario, palazzo sul Canal Grande;
1988, diventa presidente della Montedison, facendone il secondo gruppo privato italiano, dopo la Fiat, ampliandolo con la finanziaria Ferfin;
1990, il tentativo di impadronirsi di Enimont fallisce, ma risulta per lui molto remunerativo;
1991, il resto della famiglia lo allontana dall'azienda, sovraccarica di debiti;
1992, partecipa all'America's Cup con Il Moro di Venezia classificandosi al secondo posto;
1993, coinvolto nell'inchiesta «Mani pulite» si toglie la vita tre giorni dopo il suicidio in carcere di G. Cagliari ex presidente dell'ENI.

Sen, Amartya Kumar (Santiniketan, Bengala 1933) economista indiano, studente all'università di Calcutta e a Cambridge;
1943, è testimone della carestia nel Bengala in cui muoiono tre milioni di persone;
1956-58, docente all'università di Jadavpur;
Scelta delle tecniche: un aspetto dello sviluppo economico pianificato (1960)
1963-71, docente all'università di Delhi;
Scelte collettive e Social Welfare [benessere sociale] (1970)
1971-77, docente alla London School of Economics;
Sull'ineguaglianza economica (1973)
Occupazione, tecnologia e sviluppo(1975)
1977-88, docente a Oxford;
Povertà e carestie: saggio sul diritto e la privazione (1981)
1988, docente di economia e filosofia alla Harvard University;
Merci e capacità (1985)
Sull'etica e sull'economia (1987)
Fame e azione pubblica (1989)
L'economia politica della fame (1990-91, in 3 voll.)
La disuguaglianza. Un esame critico (1992)
1998, direttore del Trinity College di Cambridge;
1998, premio Nobel per l'economia;
Lo sviluppo è libertà (2000).

Torna su

Italia

Confederazione Fascista dell'Industria Italiana (ex Confindustria):
- presidente: A.S. Benni.

Gennaio
la legge 12 gennaio 1933, n. 141, subordina i nuovi impianti industriali e l'ampliamento dei vecchi alla autorizzazione governativa, allo scopo di impedire che nuove iniziative penetrino nei settori già consorziati, e di indirizzare il risparmio verso i settori che la politica del governo intende potenziare, per ragioni economiche o militari, a preferenza di altri;

Aprile
12
, si apre la XIV Fiera di Milano, inaugurata dal duca di Bergamo e dal ministro delle finanze Jung;
25, Venezia, B. Mussolini inaugura il Ponte del Littorio, il ponte translagunare che unisce il vecchio porto commerciale della Marittima al nuovo Porto industriale di Marghera; sono presenti il principe ereditario Umberto e i ministri Di Crollanza e Ciano;

Dicembre
11
, con R.D. 11 dicembre 1933, n. 1699, viene creato l'ufficio vendite zolfi italiani, che «ignora la esistenza del Consiglio delle corporazioni e i poteri che al medesimo sono stati demandati in materia di disciplina della produzione».
Lo stesso giorno, con R.D. 11 dicembre 1933, n. 1775, viene varato il Testo Unico sulle acque e sugli impianti elettrici che:
- consente di eliminare dai disciplinari delle concessioni la clausola, con la quale si è finora assicurato allo Stato il diritto di riscattare, in qualsiasi momento, tutti gli impianti idroelettrici,
- proroga di dieci anni la scadenza delle concessioni.
«segue 1934»

Ansaldo
(Nuova)

«segue da 1923»
1933, è gestita dall'IRI.

SIP
(Società Idroelettrica Piemonte)

«segue da 1931»
1933,esposta con le banche per 1 Miliardo di lire,crolla.

S.A. Alfa Romeo

«segue da 1930»
1933, entra a far parte dell'IRI;
«segue 1967»

INAIL
(Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro);

1933, nasce questo istituto;
prima di tale data la copertura era garantita da diverse compagnie assicurative in base ad una convenzione stipulata nel 1883 tra il ministero dell'agricoltura, industria e commercio ed alcuni istituti bancari;
«segue 1965»

INPS
(Istituto nazionale della previdenza sociale)

1933, nasce questo istituto [vedi box a lato].
«segue 1935»

Nuova Ricerca