©

Il Viandante

in rete dal 1996


Se ti siamo stati utili effettua una
Nuova Ricerca

ANNO 1914

STORIA e POLITICA RELIGIONE e FILOSOFIA ARTE Bancarella Libri usati
SCIENZE ECONOMIA LETTERE e TEATRO CINEMA
Papa Pio X
(1903-14)

Papa Benedetto XV
(1914-22)

Finanze Vaticane

«segue da 1903»
Sotto il suo pontificato i cattolici di Francia e del Belgio riducono, in modo drastico, i contributi all'obolo di San Pietro, perché insoddisfatti della politica del Vaticano.
«segue 1917»

 

Federal Reserve

«segue da 1913»
1914, le maggiori potenze belligeranti sospendono i pagamenti in contanti.
Da questo momento si verifica un continuo massiccio afflusso di oro nei forzieri americani.
La Banca d'Inghilterra apre una filiale in Canada per ricevere l'oro, evitando gli agguati dei sommergibili tedeschi; una parte quindi fugge dalle banche europee, per niente al sicuro dalle mire tedesche, un'altra viene investita in titoli e merci necessarie alla guerra; dopo l'affondamento del Lusitania inizia il cammino inverso.
«segue 1917» Svizzera 1914, la copertura delle banconote circolanti è garantita fino al 71% rispetto al 40% richiesto dalla legislazione.
La neutralità riconosciuta e garantita da tutti i belligeranti consente alla Svizzera di offrire rifugio agli uomini ma soprattutto ai capitali.
Il valore delle riserve metalliche è pari a 212 milioni di franchi; nel 1920 sarà pari a 627 milioni.

Du Pont

«segue da 1802»
1914, postasi a capo del consorzio statunitense degli esplosivi, nella I guerra mondiale fornisce i due quinti degli esplosivi impiegati dagli eserciti;
«segue 1919»

Domecq

«segue da 1874»
1914, 17 febbraio, muore Juan Pedro Aladro Y Perez, senza figli, lasciando la vedova, contessa di Renesse, erede di un'immensa fortuna, la partecipazione di metà della ditta, e lo splendido palazzo di Montana, ora noto come palazzo Aladro;
la gestione della ditta ègià in mano, dal 1894, ai figli di Don Pedro Jacinto, Pedro, José e Manuel;
«segue 1992»


Fine del periodo di espansione
dell'economia mondiale in atto dal 1897
.


Risultati dell'era giolittiana a confronto con il resto d'Europa
Periodo di riferimento
+/-
%
Prodotto industriale pro capite
1901-13
+ 2/3

Produzione industriale in Italia

+ 87%
Produzione industriale in Europa
+ 56%
Commercio estero in Italia
1900-14
+ 118%
Commercio estero Inghilterra
+ 55
Commercio estero Germania
+ 92%
-
-


t
EMIGRAZIONE ITALIANA
Emigrati italiani
per gli Stati Uniti d'America
e per tutte le destinazioni
Immigrazione italiana
e immigrazione totale
negli Stati Uniti d'America
Secondo le statistiche italiane
(a)
Secondo le statistiche americane
(b)
Anni
USA
Tutte le destinazioni
Italiana
Totale
% It.

1876-1884
75.194 1.157.496 124.561 3.665.732 3,40
1885-1900
697.284 4.100.415 863.340 6.353.840 13,59
1901-1906
1.356.922 3.558.249 1.232.888 4.933.811 24,99
1907-1914
1.975.511 5.065.501 1.702.285 7.994.616 21,29
-

(a) ISTAT (Istituto Centrale di Statistica): Sommario di Statistiche Italiane 1861-1955; + Annuari vari.
(b) U.S. Bureau of the Census: Historical Statistics of the United States. Colonial Times to 1957, Washington D.C. 1960 pp. 56-57.
[Le differenze tra le due rilevazioni (ancora più marcate se considerati i dati anno per anno) sono dovute ai diversi metodi di rilevazione e alla diversa accuratezza delle statistiche dei due paesi.]
Fonte: Francesco Paolo Cerase: L'emigrazione di ritorno: innovazione o reazione?, 1971 - Università di Roma, Istituto di Statistica e Ricerca Sociale "C. Gini" - Sezione di Sociologia - prof. Vittorio Castellano.

w



Banche

Istituti di emissione

Banca d'Italia

- Direttore generale: B. Stringher (1900 nov - 1928);

- Governatore: Bonaldo Stringher
- Direttore generale:
1914,

Banca Romana

1914,
[nel 1894 le passività della banca sono state assunte dalla Banca d'Italia.]
Diversa la forma di salvataggio operata nei confronti della Banca romana, rispetto a quello operato per la Società Bancaria Italiana nel 1907.
Stavolta, per iniziativa della Banca d'Italia, viene costituito un "Consorzio per sovvenzioni su valori industriali" destinato a sorreggere taluni valori industriali e che sarà il nucleo di ben più vasti interventi statali.
[Nelle costruzioni ferroviarie lo Stato, dal 1861 al 1913-14, ha investito, in varie forme, un totale di 12.600 milioni i quali, dal punto di vista del risultato finanziario della gestione, non hanno dato fino al 1914 alcuna remunerazione. Pertanto « il vantaggio politico della esistenza della rete è costato annualmente una somma corrispondente agli interessi del debito pubblico » [Mario Orso Corbino]

Banco di Sicilia

1914,

Banco di Napoli

1914,

Altre Banche

«segue da 1913»

Federazione Bancaria Italiana

1914, gennaio, Milano, viene costituita con lo «scopo della reciproca tutela, vigilanza, coordinamento ed aiuto nell'esercizio autonomo» dell'attività bancaria degli istituti che vi aderiscono;
- Presidente
. conte Alessandro Zileri (presidente della Banca Cattolica Vicentina)
- Amm.re Delegato
. Giuseppe Vicentini.
La federazione si avvale di uno strumento finanziario potente chiamato Credito Nazionale, con sede sempre a Milano, allo scopo di assicurare il trasferimento di fondi da un istituto all'altro, e consentire agli istituti aderenti di accrescere le proprie disponibilità attraverso l'emissione di assegni intestati appunto al Credito Nazionale (servizio iniziato solo nel 1916).
Emergono tuttavia le perplessità della Santa Sede e di certa parte del mondo cattolico.
Il conte Alessandro Zileri vorrebbe che l'Unione economico-sociale presieduta dal conte Medolago-Albani prendesse parte attiva ai lavori del Comitato direttivo eletto dalle banche cattoliche assicurandolo che avrà presto "istruzioni" da Roma;
24 marzo, Bergamo, il conte Medolago-Albani scrive al segretario di Stato Vaticano Merry del Val sollecitando queste istruzioni alle quali fedelmente si atterrà.

Compagnia della Fede Cattolica
(o di San Paolo)

Presidente:
. nob. gr. uff. ing. Giacomo Salvadori in Wiesen, dal 1910.
Direttore generale:
. gr. uff. dott. Pier Giuseppe Fabris, dal 1912.
1914,

Consorzio delle Banche cattoliche

1914,

Banca Cattolica Vicentina

- Presidente: conte Alessandro Zileri Dal Verme
[(1863-1937), fratello dell'ex sindaco di Vicenza]
- Vice presidente: ing. Pietro Sinigaglia,

- 7 Consiglieri
. Antonio Amatori,
. G.B. Beni,
. Enrico Galla,
. cav. Adriano Navarotto (?),
. Giulio Cesare Todescan,
. Giuseppe Zambon,
. ?

- Sindaci effettivi:
. Gaetano Bottazzi,
. ?

- Sindaci supplenti:
. ?,

- Probiviri:
. ?,
. ?,
. ?.

1914
Marzo
all'ordine del giorno della riunione del Consiglio di amministrazione c'è «l'adesione alla costituzione del nuovo Istituto Nazionale di Credito» a cui la maggioranza è favorevole;

Comit
(Banca commerciale italiana)

1914,

Banca Toscana di Anticipazione e Sconto

1914,

Banco di Roma

1914,

Societa Bancaria Italiana

1914
già la guerra mondiale è scoppiata da diversi mesi;
Milano, fallita nel 1907, si fonde con la Società italiana di credito provinciale per dar vita alla Banca italiana di Sconto.
Per eseguire il concordato raggiunto dalla Banca Italiana di Sconto con i suoi debitori, il governo istituisce la "Sezione Speciale Autonoma" del Consorzio Sovvenzioni su Valori Industriali, fondato per iniziativa di Bonaldo Stringher.

Credito Italiano

1914,

Banco Ambrosiano

1914,

Banco Lariano

1914, Como,

BNL
(Banca nazionale del lavoro)

1914,


Casse di Risparmio

«segue da 1913»

Cassa di Risparmio di Venezia

1914,

Cassa di Risparmio di Vicenza

1914,

Cassa di Risparmio di Milano

1914,

Cassa di Risparmio delle Province Lombarde

1914,

Monte dei Paschi
(Cassa di Risparmio)

1914,


«segue 1915»

Banche Popolari

1914

Banca Popolare di Vicenza

- Presidente: Giuseppe Roi,
- vicepresidente: Luigi Federico Tretti,
- Consiglieri:
. Ettore Boeche,
. Domenico Curti,
. Mario Farina,
. Bernardo Girotto,
. Luigi Meschinelli,
. Giuseppe Orefice,
. Paolo Sartori,
. Ettore Serafini,
. Angelo Valmarana,
. Pietro Verlato,
. Angelo Zampieri,

- Collegio Sindacale:
. Silvio Gentilini, [effettivo]
. Giovan Battista Cebba, [effettivo] (sarà podestà durante il fascismo)
. Gaetano Zilio Grandi, [effettivo]
. Paolo Bon, [supplente]
. Cesare Turin, [supplente]

Direttore: Pasquale Galata (?-?)

Succursale
- Bassano (agenzia dal 1881; succursale dal 1912).

«segue 1915»

Casse Rurali

1914

Federazione Italiana delle Casse Rurali

1914, viene fondata.

segue 1915

-


I padroni del "carbone bianco" nel 1914
Potenza installata
kW
Società elettrocommerciali
-
Autoproduttori
-
Totale
1.150.000
Produzione di kWh
(in milioni)
Da impianti idroelettrici
2325
Da termoelettrici
250
Totale
2575
-


Porto di Venezia
o Porto Marghera

«segue da 1905» 1914
con lo scoppio della guerra gli oppositori ottengono che Comune, Provincia e Camera di commercio nominino una commissione cui fa parte l'ing. Coen Cagli [porto di Antivari per G. Volpi];
«segue 1915»


La Lockheed e il supermercato delle armi

1914

-

«segue 1915»

Fonti:
- Anthony Sampson, The arms bazaar/Il supermercato delle armi - Arnoldo Mondadori Editore 1977.


Bertone, Giuseppe detto Nuccio (Torino 1914-97) industriale italiano;
[Figlio di Giovanni.]
1912, entra nell'azienda fondata dal padre;
1946 ca, ne assume la direzione facendone una delle più creative industrie per la progettazione e la realizzazione di carrozzerie per automobili per le maggiori case automobilistiche; da ricordare: Giulietta Sprint e Montreal per l'Alfa Romeo, 850 Spider e Dino Coupé per la FIAT.

Bronfenbrenner, Martin (Pittsburgh, Pennsylvania 1914) economista statunitense
Economia post-keynesiana (1958, in collaborazione)
La teoria economica radicale in America (1970)
Teoria della distribuzione del reddito (1971).

Caffè, Federico (Pescara 1914-Roma 1987, misteriosamente) economista italiano, direttore delle collane Biblioteca moderna di economia e Biblioteca dell'economia della UTET
Saggi sulla moderna economia del benessere (1956)
Saggi critici di economia (1958)
Politica economica (1966-67, in 2 voll.)
Un'economia in ritardo (1976)
L'economia contemporanea. I protagonisti e altri saggi (1984)
In difesa del Welfare State (1986).

Carli, Guido (Brescia 28 marzo 1914-Spoleto 1993) economista italiano;
1947, membro dei direttori del FMI;
1950, membro del comitato di direzione dell'Unione Europea dei Pagamenti;
1957, maggio - luglio 1958, ministro del Commercio estero;
1959, presidente del Consorzio di Credito per le opere pubbliche; direttore generale della Banca d'Italia;
1960-75, governatore della Banca d'Italia; e presidente dell'Ufficio italiano cambi;
1976-80, presidente della Confindustria;
1983, senatore democristiano, riconfermato nel 1987;
1989-92, già presidente della FIAT-Impresit, viene nominato ministro del Tesoro nel governo Andreotti;
Vari testi di analisi economica.

Domar, Evsey David (Lodz, Polonia 1914) economista statunitense
Saggi sulla teoria della crescita economica (1957).

Kotchian, Archibald Carl (Kermit, 17 luglio 1914 – Palo Alto, 14 dicembre 2008) dirigente d'azienda statunitense, presidente della Lockheed Aircraft Corporation.
figlio di un agricoltore del North Dakota, inizia la sua carriera di ragioniere commercialista alla Price Waterhouse di Los Angeles;
1941, viene assunto dalla Vega Airplane Company, un'azienda controllata dalla Lockheed Aircraft Corporation, dove si occupa della sovrapproduzione di aerei durante la seconda guerra mondiale;
dirige l'impianto di produzione e assemblaggio a Marietta, Georgia, diventato in seguito lo stabilimento primario per la produzione degli Hercules C-130;
nella sua testimonianza giurata alla "Commissione Church" del Senato americano descrive come ha incontrato i dirigenti statali giapponesi e offerto 500 milioni di Yen (l'equivalente di 1,7 milioni di dollari) che sono parte di una tangente totale di 12 milioni di dollari per la vendita di 21 aerei L-1011 della Lockheed, una vendita totale di 430 milioni di dollari.

Kotchian ha anche rivelato che nei primi anni Sessanta la Lockheed ha pagato 1,1 milioni di dollari a un uomo pubblico olandese, poi identificato come il principe Bernhard van Lippe-Biesterfeld, consorte delle regina Giuliana dei Paesi Bassi e ispettore generale delle Forze Armate olandesi.

1967, alla fine degli anni Sessanta la Lockheed avvia una campagna di vendite in Europa, e la presidenza dell'azienda passa a Daniel Haughton, che si occupa degli affari nazionali, la parte preponderante del fatturato dell'azienda;
tuttavia Daniel Haughton non ama viaggiare, specialmente nell'Europa continentale;
Daniel Haughton delega a lui tutti gli affari internazionali;
[È considerato dalla maggior parte degli uomini della società l'ombra di Dan Haughton alle cui dipendenze ha lavorato in Georgia. Prima di arrivare alla Lockheed, era già sospettato di corruzione: aveva lavorato per una compagnia petrolifera che teneva in cassa sempre a disposizione 100.000 dollari in contanti per saldare quotidianamente incombenze di ogni genere.
Vede nelle bustarelle una parte dei costi di esercizio dell'attività commerciale della Lockheed all'estero.
Sa perfettamente che il suo modo di agire potrebbe essere considerato da alcuni una forma di corruzione [come spiegherà più tardi] e tale viene considerato nella maggior parte dei paesi, eccezion fatta per la Gran Bretagna, il Canada, la Nuova Zelanda e alcuni altri.
Nei suoi continui viaggi ha conosciuto molti uomini di rilievo mondiale, fra cui il principe Bernardo d'Olanda, il bavarese F.J. Strauss e molti capi del Medio Oriente alcuni dei quali venivano da lui segretamente pagati. Non ha mai stretto però amicizia con capi stranieri che beneficiarono dei fondi della sua società. Ha incontrato per esempio il principe Bernardo d'Olanda all'estero ma non in Olanda. Gli sembrava poco pulito avere un'amicizia pubblica con un agente segreto.]


1976, le sue ammissioni di fronte alla "Commissione Church" e alla SEC di aver pagato milioni di dollari a politici e dirigenti statali stranieri porta allo "scandalo Lockheed", che avuto tra altro come conseguenza internazionale l'arresto e la condanna al carcere per il primo ministro giapponese Kakuei Tanaka.

Kotchian ha espresso la sua amarezza per essere stato defenestrato come membro del consiglio di amministrazione della Lockheed sulla base di 38 milioni di pagamenti impropri, come definiti dallo stesso CdA.
1977, sul «New York Times» ammette limpidamente:
« La Lockheed è diventata il capro espiatorio per 300 aziende che la SEC ha riconosciuto avere fatto le stesse cose della Lockheed, e Daniel Haughton e io siamo diventati il capro espiatorio del capro espiatorio. ... Qualcuno le chiama mance, altri le chiamano pagamenti discutibili. Altri ancora le chiamano estorsioni, o lubrificanti, o tangenti. Io vedo questi pagamenti come elementi necessari per una vendita. Non ho mai pensato di avere fatto qualcosa di sbagliato. ».
2008, 94enne, muore a Palo Alto in California.

Note[modifica | modifica wikitesto]



Phillips, Alban William Housego (1914-1975) economista neozelandese;
[Diagramma o curva di Phillips: diagramma, elaborato nel 1958, che pone in relazione il tasso di variazione dei salari con il tasso di disoccupazione. ]
1950, docente presso la London School of Economics;
1958-67, professore della stessa disciplina all'università di Londra;
1968, titolare della cattedra di economia presso l'Australian National University.

Vickrey, William (Victoria, Columbia Britannica 1914-presso New York 1996) economista statunitense di origine canadese; manifestò la sua ostilità al trattato di Maastricht;
1996, professore emerito alla Columbia University, viene insignito del premio Nobel per l'economica assieme a J.A. Mirrlees per il fondamentale contributo dato alla teoria degli incentivi nell'informazione asimmetrica: viene trovato morto nella sua automobile poche settimane dopo aver ricevuto il premio.

Torna su

Italia

Gennaio
Agosto
Chiusura delle Borse e divieto di esportare alcuni articoli tra cui grano, cotone, pellame ecc.
Il Governo si assume a debito dello Stato l'emissione di nuovi biglietti, naturalmente carta moneta e non moneta metallica.

Dicembre

Nuova Ricerca