©

Il Viandante

in rete dal 1996


Se ti siamo stati utili effettua una
Nuova Ricerca

ANNO 1907

STORIA e POLITICA RELIGIONE e FILOSOFIA ARTE Bancarella Libri usati
SCIENZE ECONOMIA LETTERE e TEATRO CINEMA
Radio-TV

Papa Pio X
(1903-14)
santo (da Pio XII nel 1954)

Svizzera

La legislazione postnapoleonica ha consentito la proliferazione delle banche di emissione: a fatica si riesce a ridurre le 35 esistenti, nel 1833, a 18;
1907, solo ora la Banca nazionale svizzera riesce ad ottenere il monopolio sulla stampa della carta moneta.
Le banconote emesse dai Cantoni manterranno il corso legale fino al 1910.
Negli anni immediatamente precedenti la I Guerra Mondiale, la Banca di Stato aumenta continuamente le proprie riserve di metalli preziosi.

TATA Sons

«segue da 1904»
1907, finalmente, dopo anni di dura ricerca, trovano nel Bengala il monte Gorumahisani, alto 3.000 piedi contenente, in base ai loro calcoli, ca 35 milioni di tonnellate di ferro; nella zona c'è inoltre abbondanza di carbone e di acqua;
«segue 1908»

Werkbund
(istituzione culturale sorta in alcuni paesi europei negli anni precedenti la prima guerra mondiale per salvaguardare la "qualità" della produzione industriale)

Deutscher Werkbund (Confederazione germanica di arti e mestieri);

1907, a Monaco l'architetto H. Muthesius fonda questa confederazione;
«segue 1910»

Royal Dutch Shell

1907, sorge questa compagnia petrolifera dalla fusione della società olandese Royal Dutch con la società inglese Shell Transport and Trading Co. ;
le medesime zone di approvvigionamento (Russia, Borneo, Sumatra) e l'attività di entrambe sui mercati dell'oriente, nonché la necessità di fronteggiare l'aspra concorrenza americana, inducono le due imprese ad associarsi ripartendo il controllo della nuova società:
- 60% alla Royal Dutch
- 40% alla Shell;
la nuova società si orienta verso la produzione di benzina e olio lubrificante;
«segue 1918»

SKF

1907, nasce questa multinazionale svedese, specializzata nella produzione di cuscinetti a sfere, prima industria mondiale del settore;
«segue 1996»

Anglia-Italian Talc and Plumbage Mines Company

«segue da 1887»
1887, Pinerolo, la società è sostituita dalla Talco e Grafite Val Chisone, società originariamente a capitale misto italo inglese.
«segue 1907»

Torna su


Grave interruzione del periodo di espansione dell'economia mondiale in atto (1897-1914)


t
EMIGRAZIONE ITALIANA

1907
le rimesse in Italia dagli Stati Uniti d'America ammontano (solo per quest'anno) a 85.000.000 di dollari (valori attuali).

[Fonte: Robert F. Foerster, The Italian Emigration of Our Times, Russel & Russel, New York, 1968, 1ª ed. 1919]

w



Banche

1907

In seguito alla crisi (che è mondiale ma in Italia dipende principalmente dalla limitatezza del suo mercato interno), le industrie sono costrette ad appoggiarsi ancora di più alle banche aumentando così i vincoli di dipendenza.
Si profila al tempo stesso una vera e propria crisi di sovrapproduzione in molti settori, da cui l'impulso a reagire coordinando la produzione, cioè riducendola con vari espedienti e stringendo accordi per sostenere i prezzi.
In altre parole la crisi agisce come impulso poderoso alla "cartellizzazione" dell'industria nei principali settori.
I protagonisti della vita economica diventano pertanto sempre più, in luogo delle singole imprese, il trust siderurgico, la Unione Zuccheri, l'Istituto cotoniero italiano e via dicendo.

Un consorzio di banche, capeggiate dalla Banca d'Italia, mette a disposizione della siderurgia (società Elba, Ilva, Piombino, Ferriere italiane, Ligure Metallurgica, Savona) un finanziamento per 96 milioni; ma poiché le banche intervenute sono già impegnate con queste industrie, non si può allora parlare di finanziamento bensì di dilazione nel rimborso dei debiti.

Ottobre
Si evidenzia la crisi borsistica e bancaria con il fallimento della Societa Bancaria Italiana
[grande banca dell'industria cotoniera, aveva già corso rischi gravissimi]
Viene salvata in extremis dall'intervento delle altre banche di credito ordinario sotto la guida della Banca d'Italia: ma le perdite vengono sopportate interamente dal capitale azionario, che viene svalutato e poi ricostituito.
«segue 1914»

Novembre
per frenare gli effetti più gravi della crisi borsistica ed economica il Tesoro paga in anticipo le cedole di fine anno: sostiene in questo modo il risparmio privato e immette nuovo denaro in circolazione.

Dicembre
la Banca d'Italia vede per legge ampliate le sue funzioni: sarà ufficialmente incaricata della direzione del sistema creditizio e bancario.
Con la legge 29 dicembre 1907, sollecitata dal governatore della Banca d'ItaliaBonaldo Stringher, viene aumentata la circolazione dei tre istituti di emissione e contemporaneamente s'impone l'aumento delle riserve metalliche.




Banche

Istituti di emissione

Banca d'Italia

- Direttore generale: B. Stringher (1900 nov - 1928);

- Governatore: Bonaldo Stringher
- Direttore generale:
1907,

Banca Romana

1907,
[nel 1894 le passività della banca sono state assunte dalla Banca d'Italia.]

Banco di Sicilia

1907,

Banco di Napoli

1907,

Altre Banche
«segue da 1906»

Compagnia della Fede Cattolica
(o di San Paolo)

Presidente:
. comm. avv. Bartolomeo Florio, presidente agg. di Corte di Cassazione, dal 1897.
Segretario generale:
. comm. avv. Federico Reyna, dal 1894.
1907,

Consorzio delle Banche cattoliche

1907,

Banca Cattolica Vicentina

- Presidente
. conte Alessandro Zileri Dal Verme
[(1863-1937), fratello dell'ex sindaco di Vicenza]
- Vice presidente: ing. Pietro Sinigaglia,


- 7 Consiglieri
. Antonio Amatori,
. G.B. Beni,
. Enrico Galla,
. cav. Adriano Navarotto (?),
. Giulio Cesare Todescan,
. Giuseppe Zambon,
. ?
- Sindaci effettivi:
. Gaetano Bottazzi,
. ?
- Sindaci supplenti:
. ?,
- Probiviri:
. ?,
. ?,
. ?.

1907, 8 gennaio, viene promosso direttore della banca Nicola Bevilacqua, proveniente dall'Azione cattolica;
8 aprile, il Consiglio delibera l'istituzione di un'agenzia agricola (avente funzione di una vera e propria sezione della banca) «allo scopo di continuare ed allargare l'opera della cessata Unione agricola vicentina a vantaggio degli agricoltori della Diocesi e Provincia di Vicenza per facilitarli nell'acquisto di merci, macchine e attrezzi e di quanto può essere utile all'agricoltura»;

Comit
(Banca commerciale italiana)

1907, subentrata in gran parte in quelli che erano stati gli interessi del Credito Mobiliare e della Banca Generale (che avevano partecipato ampiamente alla fondazione di Terni e di Ferriere Italiane) possiede ora anche un rilevante numero di azioni della Società Siderurgica di Savona, a sua volta collegata con Elba e insieme con essa associate nella Ilva;
ha interessi nelle Acciaierie e Ferriere Lombarde Falck;
sostiene anche la FIAT durante la recessione;

Banca Toscana di Anticipazione e Sconto

1907,

Banco di Roma

1907,

Societa Bancaria Italiana

1907, Milano, Fallimento.
[nel 1914 si fonderà in seguito con la Società italiana di credito provinciale per dar vita alla Banca italiana di Sconto.]

Credito Italiano

1907, partecipa alla costituzione del trust Ilva;

Banco Ambrosiano

1907,

Casse di Risparmio

«segue da 1906»

Cassa di Risparmio di Venezia

1907,

Cassa di Risparmio di Vicenza

1907,

Cassa di Risparmio di Milano

1907,

Cassa di Risparmio delle Province Lombarde

1907,

Monte dei Paschi
(Cassa di Risparmio)

1907,


«segue 1908»

Banche Popolari

1907

Banca Popolare di Vicenza

- Presidente: conte Guido Piovene Porto Godi,
- vicepresidente: ?,
- Consiglieri:
. ?,
. ?,
. ?,
. ?,
. ?,
. ?,
. ?,
. ?,
. ?,
. ?,
. ?,
. ?,
. ?,
. ?,

- Comitato dei censori:
. ?,
. ?,
. ?.

Direttore: Aristide Emiliani (1906-?)

Filiale
- Bassano (1881).

«segue 1908»

Casse Rurali

1907

«segue 1908»

-


Società Automobilistiche

1907

Gennaio
le azioni della FIAT sono ancora quotate a 445 lire;

Giugno

Luglio
Il valore del capitale azionario delle società automobilistiche scende da 73 Mni di lire a meno di 50 Mni di lire;
[I bilanci evidenzieranno perdite sino al 1910]

Settembre
le azioni della FIAT valgono 17 lire;





Industrie cotoniere

1907

Il prezzo dei filati di cotone precipita da 2,50 lire a 1,65 lire; mentre la differenza tra il costo della materia prima e il prezzo di vendita (85 centesimi al kg prima della crisi) scende ora ad appena 40 centesimi.




Cuccia, Enrico (Roma 24 novembre 1907 - Milano 23 giugno 2000) banchiere italiano, genero di Alberto Beneduce.

Krupp, Alfried (Essen 13 agosto 1907 - 30 luglio 1967) industriale tedesco, unico proprietario, per decreto imperiale, dei beni materni; accrebbe ulteriormente l'impero dei Krupp.
[Figlio di Gustav Krupp von Bohlen und Halbach e di Bertha Krupp).]

Meade, James Edward (Swanage, Dorset 1907-Cambridge 1995) economista inglese;
1947-57, insegna commercio internazionale nella London School of Economics; negli anni '80 fu consigliere del Partito socialdemocratico;
Planning and the Price Mechanism (1948, La programmazione e il meccanismo del prezzo)
An Introduction to Economic Analysis and Policy (1950)
The Theory of International Economic Policy (1951-55, La teoria della politica economica internazionale)
1957-69, insegna economia politica nell'università di Cambridge;
Una teoria neoclassica dello sviluppo economico (1961 e segg.)
1977, premio Nobel per l'economica insieme con B. Ohlin;
Stagflazione (1982-83)
Sistemi alternativi di organizzazione aziendale e di remunerazione dei lavoratori (1986)
Libertà, eguaglianza ed efficienza (1995, raccolta di articoli e saggi).

Fassio, Ernesto (? - ?) armatore italiano.

Pesenti, Carlo (Alzano Lombardo 1907-Montreal 1984) industriale italiano;
[Padre di Giampiero.]

Rossello, Mario (? - ?) industriale italiano.

Spada, Massimo (? - ?) manager italiano, rappresentante dello Ior (Istituto Opere di Religione) e di altre società ecc.

Vedovato, Giuseppe (? - ?) politico italiano.
Torna su

Italia

Aprile
la "targa Florio" vede il trionfo delle auto Fiat.
Su una Fiat vince la targa Felice Nazzaro e sempre alla guida di una vettura Fiat Vincenzo Lancia si aggiudica il giro più veloce e il secondo posto.

Luglio
7
, la Legge 7 luglio 1907, n. 409, obbliga la FF.SS. a preferire l'industria italiana, purché chieda prezzi non superiori del 5% a quelli dell'industria straniera.
[vedi circolare del febbraio 1922.]

Agosto


Ottobre

Novembre

Dicembre



CGdL
(Confederazione generale del lavoro)

«segue da 1906»
1907, accetta come ideologia il socialismo ed è riconosciuta dal Partito socialista come l'organizzazione ufficiale dei lavoratori; con 190.000 iscritti ha come segretario R. Rigola fino al 1918);
«segue 1911»

Cines seta artificiale

1907, sorge a Pavia questa società;
«segue 1919»

Torna su

Nuova Ricerca