©

Il Viandante

in rete dal 1996


Se ti siamo stati utili effettua una
Nuova Ricerca

ANNO 1907

STORIA e POLITICA RELIGIONE e FILOSOFIA ARTE Bancarella Libri usati
SCIENZE ECONOMIA LETTERE e TEATRO CINEMA
Radio-TV

Papa Pio X
(1903-14)
santo (da Pio XII nel 1954)



Allégret, Yves (Francia 1907-86) regista francese, fratello di Marc;
- Dedée d'Anvers (1947, Dedée d'Anvers, dal romanzo omonimo di R. d'Ashelbé)
- Une si jolie petite plage (1948, La via del rimorso, uscito all'inizio in Italia col titolo La via del crimine)
- Manèges (1949, Intrighi di donne)
- Les miracles n'ont lieu qu'une fois (1951, I miracoli non si ripetono)
- Nez de cuir (1952, "Naso di cuoio", gentiluomo d'amore, da un romanzo di Jean de La Varende)
- Les septe pechés capitaux (1952, con altri, I sette peccati capitali)
- Les orgueilleux (1953, Gli orgogliosi)
- Oasis (1954, Oasi)
- Mam'zelle Nitouche (1954, Santarellina, rifacimento della versione del fratello Marc del 1931)
- La meilleure part (1955, Gli anni che non tornano, da un racconto di Philippe St. Gil)
- Quand la femme s'en mêle (1957, Godot)
- La fille de Hambourg (1958, La ragazza di Amburgo)
- Germinal (1962, La furia degli uomini, dall'omonimo romanzo del 1885 di Emile Zola; preceduto da una lunga versione muta del 1913 di Albert Cappellani e seguito dal remake del 1993 di Claude Berri)
- Orzowei, il figlio della savana (1976, da un romanzo di Alberto Manzi che ha dato origine ad una serie di telefilm).

Bresson, Robert (Brémont Lamothe, Auvergne 1907-Droue-sur-Drouette, Parigi 1999) regista cinematografico francese
Les anges du péché (1943, La conversa di Belfort, con dialoghi di J. Giraudoux)
Les dames du bois de Boulogne (1944, Perfidia, da Jacques il fatalista e il suo padrone di Denis Diderot)
Le journal d'un curé de campagne (1951, Il diario di un curato di campagna, ispiratosi a Georges Bernanos)
Un condamné à mort s'est échappé (1956, Un condannato a morte è fuggito)
Pickpocket (1959-60, Diario di un ladro)
Le procés de Jeanne d'Arc (1962, Il processo di Giovanna d'Arco)
Au Hasard, Balthazar (1966)
Mouchette (1967, Tutta la vita in una notte, dal romanzo La nuova storia di Mouchette di Georges Bernanos)
Une femme douce (1969, Così bella, così dolce, dal racconto La mite di Fédor M. Dostoevskij)
Quatre nuits d'un rêveur (1971, Quattro notti di un sognatore, dal racconto Le notti bianche di Fédor M. Dostoevskij)
Lancelot du lac (1974, Lancillotto e Ginevra)
Le diable probablement (1977, Il diavolo probabilmente)
L'argent (1983, ispiratosi a Il biglietto falso di L. Tolstoy)
Note sul cinematografo (1986, raccolta di suoi scritti sul cinema).

Clouzot, Henri-Georges (1907-1977) regista cinematografico francese
- L'assassin habite au 21 (1941, L'assassino abita al 21, da un romanzo di Stanislas-André Steeman)
- Le corbeau (1943, Il corvo; fece scandalo perché prodotto durante l'occupazione tedesca; precursore del "Nero")
- Quai des Orfevres (1947, Legittima difesa, dal romanzo di Stanislas-André Steeman)
- Manon (1948, Manon, dal romanzo Manon Lescaut del 1731 di Antoine-François Prévost)
- Miquette et sa mère (1949, Un marito per mia madre, dalla commedia omonima del 1906 di Robert de Flere e Gaston Armand de Caillavet; già filmato nel 1932 da Henri Diamant-Berger e nel 1940 da Jean Boyer, inediti in Italia)
- Retour à la vie (1949, Ritorna la vita: 5 episodi per 4 registi; Il ritorno di Jean, forse il migliore dei 5 è di Clouzot; l'episodio Il ritorno di zia Emma è stato eliminato dall'edizione italiana)
- Le salaire de la peur (1953, Vite vendute, da un romanzo di Georges Arnaud, rifatto a Hollywood con Sorcerer di W. Friedkin)
- Les diaboliques (1954, I diabolici, dal romanzo Celle qui n'etait plus di Pierre Boileau e Thomas Narcejac, rifatto a Hollywood come Diabolique nel 1996 da Jeremiah Chechik)
- Le mystère Picasso (1955, Il mistero Picasso)
- Les Espions (1957, Le spie)
- La vérité (1960, La verità)
- La prisonnière (1968, La prigioniera).

Figueroa Mateos, Gabriel (Città di Messico 1907-1997) operatore cinematografico messicano; orfano e povero, lavorò come fotografo sui set cinemtografici e divenne assistente a Hollywood del cineasta Gregg Toland; circa 200 film;
con Emilio Fernández:
- María Candelaria (1943)
- Enamorada (1945)
- La perla (1947)
con John Ford:
-The Fugitive (1947)
con Luis Buñuel:
- Los olvidados (1950)
- El angel exterminador (1962)
con John Huston:
- The Night of the Iguana (1964)
- Under the Volcano (1984).

Fry, Christopher (Bristol 1907) drammaturgo inglese, regista, traduttore di J. Anouilh e di J. Giraudoux, critico teatrale, sceneggiatore;
The Boy with a Cart (1938, Il Ragazzo col carretto, dramma in versi)
A Phoenix too Frequent (1946, Una Fenice troppo frequente, commedia)
The Lady's not for Burning (1948, La Signora non è da bruciare, commedia)
The Firstborn (1948, Il Primogenito, tragedia cristiana)
Thor with Angels (1948, Thor con angeli, dramma religioso)
Venus Observed (1950, Venere osservata, commedia)
The Sleep of Prisoners (1951, Sonno di prigionieri, dramma religioso)
The Dark is Light Enough (1954, La tenebra è luce sufficiente, commedia)
- Ben Hur di William Wyler (1959, scen.)
Curtmantle (1961, "meditazione", incentrata su Enrico II Plantageneto)
- Barabba di Richard Fleischer (1962, scen., con D. Fabbri)
- La Bibbia di John Huston (1966, scen.)
Un briciolo di sole (1970)
The Brontes of Haworth (1973, per la TV)
Sister Dora (1977)
The Best of Enemies (1977)
Selected Plays (1985)
Genius Talent and Failure (1986)
Looking for a Language (1992).

Jakubowska, Wanda (Varsavia 1907) regista cinematografica polacca, fondatrice con altri del gruppo "Start" (Associazione amatori del film artistico), subì la deportazione ad Auschwitz e a Ravensbrück
- 1938, Sulle rive del Niemen, con K. Szolowski
- 1948, L'ultima tappa, sui campi di concentramento
- 1953, Il soldato della vittoria, sull'eroe nazionale K. Swierzewski
- 1955, Confidenze
- 1958, Il re Macius I
- 1960, Incontri nelle tenebre
- 1964, La fine del nostro mondo, sui campi di concentramento
- 1971, 150 Km all'ora
- 1978, Mazurka bianca.

Radvanyi, Géza (1907-1986) regista cinematografico;
[Fratello dello scrittore Sándor Márai.]

Rotha, Paul (Londra 1907-Wallingford, Oxfordshire 1984) teorico e regista del cinema inglese, maggior esponente, con J. Grierson, della scuola documentaristica britannica degli anni '30
The Film Till Now (1929 e 1949; Storia del cinema, pubblicata in Italia nel 1966)
- Contact (1932)
- Rising Tide (1934)
- The Face of Britain (1935)
Documentary Film (1936)
- The Fourth Estate (1940)-
- World of Plenty (1943)
1953-55, capo del dipartimento documentari della BBC e presidente della British Film Academy
- Land of Promise (1945)
- A City Speaks (1947)
- Cradle of Genius (1959)
- Vita di Adolf Hitler (1962).

Storck, Henri (Ostenda 1907-Bruxelles 1999) documentarista cinematografico belga, assistente in Francia di J. Grémillon e J. Vigo;
Immagini di Ostenda (1929)
Un idillio sulla spiaggia (1931)
Storia del milite ignoto (1932)
Borinage (1934, con J. Ivens, inchiesta sui minatori del Borinage che nel 1932 avevano organizzato uno sciopero generale duramente represso dalla forza pubblica)
Sinfonia contadina (1942-44, in 5 episodi)
Il mondo di Paul Delvaux (1945)
Rubens (1948)
- Il banchetto degli impostori (1951)
Negli anni '60 e '70 torna al documentario.

Zinneman, Fred (Vienna 1907-Londra 1997) regista cinematografico statunitense di origine austriaca;
- Menschen am Sonntag di R. Siodmak ed E. Ulmer (1929, girato in Germania, assistente alla regia)
emigrato negli USA, dopo una breve collaborazione con R. Flaherty, si lega a P. Strand e alla scuola di New York;
- Redes (1934-36, con altri, Redes (I ribelli di Alvarado), girato in Messico)
- Kid Glove Killer (1942, Delitto al microscopio)
- Eyes in the Night (1942, Occhi nella notte, dal romanzo di Bayard Kendrick)
- The Seventh Cross (1944, La settima croce, dal romanzo del 1942 di Anna Seghers)
- Act of Violence (1948, Atto di violenza, da un racconto inedito di Collier Young)
- Search (1948, Odissea tragica)
- The Men (1950, Uomini - Il mio corpo ti appartiene, primo film di Marlon Brando)
- Teresa (1951, Teresa)
- High Noon (1952, Mezzogiorno di fuoco, dal racconto The Tin Star di John W. Cunnigham)
- From Here to Eternity (1953, Da qui all'eternità, da un bestseller del 1951 di James Jones; 8 Oscar)
- Oklahoma! (1955, Oklahoma!, dal musical del 1943 di Oscar Hammerstein II e Richard Rodgers ispirato alla pièce Green Grow the Rushes di Lynn Riggs)
- A Hatful of Rain (1957, Un cappello pieno di pioggia, da un dramma di Michael V. Gazzo)
- The Nun's Story (1959, La storia di una monaca, da un libro di Kathryn Hulme)
- The Sundowners (1960, I nomadi, dal romanzo di Jon Cleary)
- Behold a Pale Horse (1964, … e venne il giorno della vendetta, dal romanzo di Emeric Pressburger)
- A Man for All Seasons (1966, Un uomo per tutte le stagioni, su Thomas More (1478-1535) )
- The Day of the Jackal (1973, Il giorno dello sciacallo, dal romanzo di Frederick Forsyth; cronaca del tentativo di attentato alla vita di Ch. De Gaulle nel 1963 affidato dall'OAS)
- Julia (1977, Giulia, da un racconto autobiografico del 1973 di Lillian Hellman)
- Five Days One Summer (1982, Cinque giorni, un'estate, da una novella di Kay Boyle).
Autobiografia (1992).

Torna su

Cinema muto
1907-27

la radio

«segue da 1906»
1907,
«segue 1920»

Nuova Ricerca