©

Il Viandante

in rete dal 1996


Se ti siamo stati utili effettua una
Nuova Ricerca

ANNO 1939

STORIA e POLITICA RELIGIONE e FILOSOFIA ARTE Bancarella Libri usati
SCIENZE ECONOMIA LETTERE e TEATRO CINEMA

Papa Pio XI
(1922-39)

1939, 10 febbraio, si spegne alla vigilia della II Guerra mondiale.

Papa Pio XII
(1939-58)

Eugenio Pacelli (Roma 2 mar 1876-Castel Gandolfo 1958)
[Discende da una famigla che è da secoli al servizio della Santa Sede:
- suo nonno fu il fondatore del «L'Osservatore Romano», e sostituto agli Esteri negli ultimi venti anni dello Stato pontificio;
- su zio, Ernesto Pacelli. è stato presidente del Banco di Roma.]
1899, dopo la laurea in diritto, viene ordinato sacerdote ed entra nella segreteria di stato;
1917-20, vescovo, nunzio a Monaco di Baviera;
1920-29, nunzio a Berlino presso la repubblica di Weimar;
1924, stipula il concordato con la Baviera;
1929, cardinale e segretario di stato, stipula il concordato con la Prussia e difende gli interessi della Chiesa nei «patti lateranensi»;
1932, stipula il concordato col Baden;
1933, stipula il concordato col Terzo Reich; ne è stato il principale artefice inDucendo anche il centro catttolico a votare i pieni poteri ad A. Hitler;
1934, quale legato al congresso eucaristico di Buenos Aires, in un discorso tenuto agli italiani alla presenza dell'ambasciatore fascista, auspica tutte le benedizioni celesti «sulla Patria, su Colui che ne regge e veglia le sorti, memore delle tradizioni cristiane e cattoliche di Italia»;
quale immediato successore del card. Gasparri nella segreteria di Stato ha avuto la maggiore responsabilità (ben s'intende, dopo Pio XI) per la politica seguita dalla Santa Sede nei confronti dell'impresa abissina e della "crociata" in Spagna.
1939
Marzo
2
, viene eletto papa;
3, in una nota informativa il capo del dipartimento degli Affari vaticani presso il ministero degli Affari esteri del Reich scrive: «Pacelli è considerato molto filo tedesco […], Pacelli si è sempre mostrato favorevole al mantenimento di buoni rapporti con Mussolini e con l'Italia fascista. Durante la guerra in Abissinia, in particolare, egli ha incoraggiato e sostenuto l'atteggiamento nazionalista del clero italiano. Suo fratello ha contribuito in modo considerevole alla firma degli accordi lateranensi».
5, nomina l'ing.dr. E.P. Galeazzi cameriere segreto di spada e cappa;
[amico del card. F. Spellman nel periodo 1925-32, sarà presto fatto conte e ricoperto di altri innumerevoli incarichi]
Aprile
5
[da «L'Osservatore romano»], crea la commissione cardinalizia deputata a presiedere al Governatorato della Città del Vaticano:
- Presidente:
. card. N. Canali;
- Membri:
. card. G. Pizzardo,
. card. D. Mariani († 23 aprile);
la pontificia commissione nomina «con l'augusto assenso di Sua Santità» suo delegato speciale il cavaliere di Gran Croce ing.dr. E.P. Galeazzi, conferendogli il titolo di "Architetto dei Sacri Palazzi apostolici";
tale nomina non solo equivale praticamente all'esautorazione del governatore della Città del Vaticano, marchese Camillo Serafini, ma annuncia anche il cambio della guardia dato all'onnipotente ing. Leone Castelli, pupilla degli occhi di Pio XI;
[Nel 1951, alla morte del marchese Camillo Serafini, la carica di governatore dello Stato della Città del Vaticano rimarrà vacante e continuerà ad essere vacante… (almeno nel 1958)];
17-18 [da «L'Osservatore romano»], nomina i componenti della Commissione cardinalizia per l'amministrazione dei beni della Santa Sede; tra di loro anche:
. card. N. Canali,
. card. G. Pizzardo;
inoltre, tra i tre membri della Commissione cardinalizia per l'alta direzione dell'Aci, nomina il card. G. Piazza;
avendo deciso di ritenere le protettorie che aveva da cardinale, egli attualmente rimane protettore dei domenicani, dei benedettini confederati, degli olivetani, dei passionisti, degli assunzionisti ecc.;
Giugno
18
, Pio XII fissa in san Francesco d'Assisi e in santa Caterina da Siena i «patroni primari» d'Italia.
[Dopo la guerra provvederà a quelli "speciali".]
Ottobre
20
, emana l'enciclica Summi pontificatus; rimane tuttora discusso il suo intervento a difesa degli ebrei.

Azione Cattolica
(italiana)

«segue da 1938»
- Pres.te della giunta centrale:
. Lamberto Vignoli (1936-40)
- Ass.te eccles.co gen.le:
. vescovo Evasio Colli (1939-43)
[1 - FIUC (Federazione italiana uomini cattolici);
2 - UFCI (Unione femminile cattolica italiana);
3 - FUCI (Federazione Universitaria Cattolica Italiana);
4 - GIAC (Gioventù Italiana di Azione Cattolica)
1939
-.
«segue 1940»



"Riti Cinesi"

«segue da 1742»
1939, solo ora Roma consente la partecipazione dei cattolici a riti "civili" dell'Estremo Oriente.



Cardinali
Conclave che ha eletto
Pio XII
(1-2 Marzo 1939)

Ordine dei vescovi
- Gennario Granito Pignatelli di Belmonte (decano) (1851 - nov 1911 - † feb 1948)
- Donato Sbaretti (1856 - dic 1916 - † apr 1939)
- Tommaso Pio Boggiani (1863 - dic 1916 - † feb 1942)
- Enrico Gasparri (1871 - dic 1925 - † mag 1946)
- Francesco Marchetti Selvaggiani (1871 - giu 1930 - † gen 1951)
- Angelo Dolci (1867 - mar 1933 - † set 1939)

Ordine dei preti
- William O'Connel (1860 - nov 1911 - † apr 1944)
- Alessio Ascalesi (1872 - dic 1916 - † mag 1952)
- Adolf Bertram (1859 - dic 1916 - † lug 1945)
- M. von Faulhaber (1869 - mar 1921 - † giu 1952)
- Dionisio Dougherty (1865 - mar 1921 - † mag 1951)
- Francesco d'Assisi Vidal y Barraquer (1868 - mar 1921 - † set 1943)
- Karl Schulte (1871 - mar 1921 - † mar 1941)
- Giovanni Battista Nasalli Rocca di Corneliano (1903 - mag 1923 - † mar 1952)
- George Mundelein (1872 - mar 1924 - † ott 1939)
- Alessandro Verde (1865 - dic 1925 - † mar 1958)
- Lorenzo Lauri (1864 - dic 1926 - † ott 1941)
- Ernesto (Giuseppe) van Roey (1874 - giu 1927 - † ago 1961)
- August Hlond (venerabile) (1881 - giu 1927 - † ott 1948)
- Pietro Segura y Saenz (1880 - dic 1927 - † apr 1957)
- Giorgio Szeredji (1884 - dic 1927 - † mar 1945)
- Alfredo Ildefonso Schuster (1880 - lug 1929 - † ago 1954) (beatificato mag 1996)
- Emanuele Goncalves Cerejeira (1888 - dic 1929 - † ago 1977)
- Eugenio Pacelli [Pio XII] (1876 - dic 1929 - † ott 1958)
- Luigi Lavitrano (1874 - dic 1929 - † ago 1950)
- Giuseppe Mac Rory (1861 - dic 1929 - † ott 1945)
- Giovanni Verdier (1864 - dic 1929 - † apr 1940)
- Sebastiano Leme da Silveira Cintra (1882 - giu 1930 - † ott 1942)
- Carlo Raffaello Rossi (venerabile) (1876 - giu 1930 - † set 1948)
- Achille Liénart (1884 - giu 1930 - † feb 1973)
- Pietro Fumasoni Biondi (1872 - mar 1933 - † lug 1960)
- Federico Tedeschini (1873 - mar 1933 - † nov 1959)
- Maurilio Fossati (1876 - mar 1933 - † mar 1965)
- Carlo Salotti (1870 - mar 1933 - † ott 1947)
- Rodrigo Villeneuve (1883 - mar 1933 - † gen 1947)
- Elia Dalla Costa (venerabile) (1872 - mar 1933 - † dic 1961)
- Teodoro Innitzer (1875 - mar 1933 - † ott 1955)
- Ignace Gabriel Tappouni (1879 - dic 1935 - † gen 1968)
- Enrico Sibilia (1861 - dic 1935 - † ago 1948)
- Francesco Marmaggi (1876 - dic 1935 - † nov 1949)
- Luigi Maglione (1877 - dic 1935 - † ago 1944)
- Carlo Cremonesi (1866 - dic 1935 - † nov 1943)
- Enrico Baudrillart (1859 - dic 1935 - † mag 1942)
- Emmanuel-Célestin Suhart (1874 - dic 1935 - † mag 1949)
- Karl Kaspar (1870 - dic 1935 - † apr 1941)
- Giacomo Copello (1880 - dic 1935 - † feb 1967)
- Isidoro Gomà y Tomas (1869 - dic 1935 - † ago 1940)
- Pietro Boetto (1871 - dic 1935 - † gen 1946)
- Eugenio Tisserant (1884 - giu 1936 - † feb 1972)
- Adeodato Piazza (1884 - dic 1937 - † nov 1957)
- Ermenegilfo Pellegrinetti (1876 - dic 1937 - † mar 1943)
- Arthur Hinsley (1865 - dic 1937 - † mar 1943)
- Giuseppe Pizzardo (1877 - dic 1937 - † ago 1970)
- Pierre Gerlier (1880 - dic 1937 - † gen 1965)

Ordine dei diaconi
- Camillo Caccia Dominioni (1877 - dic 1935 - † nov 1946)
- Nicola Canali (1874 - dic 1935 - † ago 1961)
- Domenico Jorio (1867 - dic 1935 - † ott 1954)
- Vincenzo La Puma (1874 - dic 1935 - † nov 1943)
- Federico Cattani Amadori (1856 - dic 1935 - † apr 1943)
- Massimo Massimi (1877 - dic 1935 - † mar 1954)
- Domenico Mariani (1863 - dic 1935 - † apr 1939)
- Giovanni Mercati (1866 - giu 1936 - † ago 1957)

[Boggiani e Marchetti Selvaggiani infermi e costretti a restare nelle loro camere]


Presenti: 62
[tutti presenti, la prima volta nel secolo XX]

 

Azione Cattolica
(spagnola)

«segue da 1926»

1939
appena terminata la "crociata" anti-marxista – e avendo avuto poca fortuna i quattro precedenti tentativi (1876, 1889, 1910 e 1926) – viene ora adottata la forma unitaria di tipo italiano;
la direzione generale è affidata a due organi centrali della Gerarchia:
1) Junta Suprema, formata dagli arcivescovi metropoliti e presieduta dal Primate;
2) Direccíon Central, presieduta dal Primate e composta da quattro ecclesiastici e da un membro laico, che assicura i rapporti con gli organi esecutivi centrali. Questi sono:
- Junta Tecnica Nacional de la A.C. española, una specie di segretariato della Direccíon Central che ha lo scopo di realizzare le direttive della Junta Suprema, assicurando la coordinazione delle quattro branche e delle associazioni aderenti, cooperatrici e protettrici;
- Consejos Superiores delle quattro grandi branche (uomini, donne e giovani dei due sessi) autonome di fronte alla Junta Tecnica… per tutto ciò che riguarda la loro sfera d'azione propria, ma dipendenti per le direttive generali dalla Dirección Central;
- Segretariados esistenti in seno alla Junta Tecnica…: quelli dell'Apostolado Rural, degli Asunto Internacionales, dell'Apostolado Radiofonico, degli Espectaculos, di Propaganda, delle Pubblicaciones, della Caritad (la "Caritas" spagnola) ecc..

«segue 1955»

 

[Carlo Falconi, La Chiesa e le organizzazioni cattoliche in Europa, Milano 1960, Edizioni di Comunità.]

 



Wielgus, Stanislaw Wojciech (Wierzchowiska 23 aprile 1939-?) ecclesiastico polacco;
1962, viene ordinato sacerdote;
1999, vescovo di Plock, nominato da Giovanni Paolo II;
2006, arcivescovo di Varsavia, nominato da Benedetto XVI;
2007, 5 gennaio, accetta l'incarico, ma l'indignazione generale tra i polacchi provocata dall'uscita del libro I sacerdoti di fronte all'SB di Tadeusz Isakowicz Zaleski e le conseguenti pressioni subite dal Vaticano fanno sì che, dopo un solo gorno, sia costretto a presentare le dimissioni al parroco della cattedrale di Wawel, Janusz Bielanski;
[ancue quest'ultimo sarà obbligato a dimettersi poco dopo e per le stesse ragioni.]

Torna su

Societad sacerdotal de la Santa Cruz y Opus Dei
o
[Societas Sacerdotalis Sanctae Crucis et Opus Dei]

«segue da 1936»
1939, le Considerazioni spirituali vengono rielaborate da J.M. Escrivá de Balaguer nelle 999 massime di Camino (Il cammino), tradotte in 34 lingue, secondo le quali tutti i cristiani, pur immersi nelle loro occupazioni secolari, possono raggiungere la santità.
Massima 641: «La discrezione non è mistero, non è segretezza. È semplicemente naturalezza».
Massima 642: «Discrezione è anche delicatezza».
Con un auto da fè in piazza di Salamanca vengono bruciati libri e riviste non ritenuti consoni allo spirito dell'ordine; tra queste, le opere di:
. Unamuno;
. J. Ortega Y Gasset, compresa la sua «Revista de Occidente»,
. José Bergamín (poesie).
«segue 1941»

Nuova Ricerca