©

Il Viandante

in rete dal 1996


Se ti siamo stati utili effettua una

Nuova Ricerca

ANNO 1897

STORIA e POLITICA RELIGIONE e FILOSOFIA ARTE

Bancarella Libri usati

SCIENZE ECONOMIA LETTERE e TEATRO CINEMA

Leone XIII
(1878-1903)

1897, con la bolla Felicitate quadam, decreta la fusione in un sola di quattro famiglie francescane;

Francescani

«segue da 1894» 
1897, i quattro ordini dei:
- Cappuccini,
- Riformati,
- Recolletti,
- Alcantarini,
da oltre due secoli distinti per Costituzioni diverse, per province, Conventi, Superiori locali propri, benché sottoposti ad una medesma Regola e ad un medesimo Generale,
vengono riuniti, con la bolla Felicitate quadam, nell'Ordine dei "frati minori" da Leone XIII;
l'unione, preparata da p. Bernardino da Portogruaro si attua sotto p. Luigi da Parma.
«segue 1898»

Salesiani

«segue da 1875»
1897, missionari salesiani approdano a San Francisco per le parrocchie degli italiani immigrati; accanto all'impegno educativo, essi hanno sempre curato un'ampia attività editoriale;
«segue 1950»


Cardinali
eletto
Ordine dei vescovi
- Luigi Oreglia di Santo Stefano
(dic 1873)
(† dic 1913, decano)
- Lucido Maria Parocchi
(giu 1877)
(† gen 1903)
- Camillo Mazzella
(giu 1886)
(† mar 1900)
- Serafino Vannutelli
(mar 1887)
(† 1915)
Ordine dei preti
- Miecyslaw Lédochowski
(mar 1875)
(† lug 1902)
- Luigi di Canossa
(mar 1877)
(† mar 1900)
- José Sebastiao Netto
(mar 1884)
(† dic 1920)
- Pietro Celesìa
(nov 1884)
(† apr 1904)

- Alfonso Capecelatro

(lug 1885)
(† nov 1912)
- Patrick Moran
(lug 1885)
(† ago 1911)
- Benoit Langénieux
(giu 1886)
(† gen 1905)
- James Gibbons
(giu 1886)
(† mar 1921)
- Gaetano Aloisi Masella
(mar 1887)
(† nov 1902)
- Mariano Rampolla del Tindaro
(mar 1887)
( † dic 1913)
- François Richard
(mag 1889)
(† gen 1908, venerabile)
- Lamberto Goossens
(mag 1889 )
(† gen 1906)
- Vincenzo Vannutelli
(dic 1889)
(† lug 1930)
- Sebastiano Galeati
(giu 1890)
(† gen 1901)
- Anton Gruscha
(giu 1891)
(† ago 1911)
- Angelo Di Pietro
(gen 1893)
(† dic 1914)
- Michael Logue
(gen 1893)
(† nov 1924)
- Klaudius Vaszary
(gen 1893)
(† set 1915)
- Herbert Vaughan
(gen 1893)
(† giu 1903)
- George Kopp
(gen 1893)
(† mar 1914)
- Adolphe Perraud
(gen 1893)
(† feb 1906)
- Victor Lecot
(giu 1893)
(† dic 1908)
- Laurent Schlauch
(giu 1893)
(† lug 1902)
- Giuseppe Sarto [Pio X]
(giu 1893)
(† ago 1914)
- Cyriaco Sancha y Hervas
(mag 1894)
(† feb 1909, venerabile)
- Domenico Svampa
(mag 1894)
(† ago 1907
- Andrea Ferrari
(mag 1894)
(† feb 1921)
- Francesco Satolli
(nov 1895)
(† gen 1910
- Johann Haller
(nov 1895)
(† apr 1900)
- Antonio Cascajares y Azara
(nov 1895)
(† lug 1901)
- Girolamo Gotti
(nov 1895)
(† mar 1916)
- Salvador
Cassañas y Pages
(nov 1895)
(† ott 1908)
- Achille Manara
(nov 1895)
(† feb 1906)
- Domenico Jacobini
(nov 1896)
(† feb 1900)
- Domenico Ferrata
(nov 1896)
(† ott 1914)
- Serafino Cretoni
(nov 1896)
(† feb 1909)
- Giuseppe Prisco-Navzala
(nov 1896)
(† feb 1923)
- Martin De Herrera y de la Iglesia
(apr 1897)
(† dic 1922)
- Pierre Couillé
(apr 1897)
(† set 1912)
- Guillaume Labourè
(apr 1897)
(† apr 1906)
Ordine dei diaconi
- Andreas Steinhuber
(nov 1893)
(† ott 1907)
- Francesco Segna
(mag
1894)
(† gen 1911)
- Raffaele Pierotti
(nov 1896)
(† set 1905)
 





Allport, Gordon Willard (Montezuma, Indiana 1897-Cambridge, Massachusetts 1967) psicologo statunitense;
[Fratello di Floyd Henry.]
La personalità, una interpretazione psicologica (1937)
Modello e sviluppo nella personalità (1961).

Bion, Wilfred R. (Mathura, India 1897-Oxford 1979) psicoanalista inglese
Esperienze di gruppi (1961)
Gli elementi della psicoanalisi (1963)
Analisi degli schizofrenici e metodo psicoanalitico (1967)
L'attenzione e l'interpretazione (1970).

Burke, Kenneth (Pittsburg, Pennsylvania 1897-Andover, New Jersey 1993) critico e filosofo statunitense;
Replica (1931)
The philosophy of literary form (1941, Filosofia della forma letteraria)
A grammar of motives (1945, Grammatica dei motivi)
A rhetoric of motives (1950, Retorica dei motivi)
Book of moments (1956, Libro di momenti)
Linguaggio come azione simbolica (1966).

Elias, Norbert (Breslavia 1897-Amsterdam 1990) sociologo e storico tedesco di origini ebraiche, premio Nonino 1990
La Civiltà e le buone maniere (1939)
La società di corte (1969)
Potere e Civiltà. Il processo di civilizzazione (1976)
Coinvolgimento e distacco (1980)
La solitudine del morente (1982)
Saggio sul tempo (1985)
Sport e aggressività (1989).

Gapp, Jakob (Wattens, Tirolo austriaco 1897-carcere di Plötzensee 1943) sacerdote austriaco.

Kerényi, Károly (Temesvár, odierna Timisoara 1897-Zurigo 1973) storico delle religioni ungherese, di famiglia tedesca che aveva mutato in Kerényi l'originario cognome Kintzig; libero docente di scienza delle religioni alla università di Budapest e professore di filologia classica nelle università di Pécs e di Szeged
Il romanzo greco-orientale, esaminato dal punto di vista della storia delle religioni (1927)
Apollon (1937)
La religione antica (1940)
1943, lascia l'Ungheria per la Svizzera
Figlie del sole (1944)
Miti e misteri (1945)
Gli dei e gli eroi della Grecia (1951)
Gespräch in Briefen Zweiter Teil (1945-1955) (1963, Felicità difficile; contiene la seconda e ultima parte del colloquio epistolare svolto con Thomas Mann dal 27 gennaio 1934 fino alla sua morte, con una forzata interruzione dal 7 settembre 1941 e il 21 dicembre 1944)  
1962, diventa cittadino svizzero
Zeus ed Hera (1973)
Dionisio (1976, postumo).

Löwith, Karl (Monaco di Baviera 1897-Heidelberg 1973) filosofo tedesco, di origini ebraiche, allievo di E. Husserl, M. Heidegger e M. Geiger;
M. Weber e K. Marx (1932)
1934, è costretto a lasciare la Germania, trascorrendo l'esilio in Italia, in Giappone e negli Stati Uniti;
1936-41, insegna filosofia all'università di Sendai in Giappone;
Da Hegel a Nietzsche (1941)
1941-52, insegna in università statunitensi;
Significato e fine della storia (1949)
1952, torna in Germania e fino al 1964 insegna all'università di Heidelberg;
Saggi su Heidegger (1953)
Fede e ricerca (1956)
Natura, storia ed esistenzialismo (1966)
Dio, uomo e mondo nella metafisica da Cartesio a Nietzsche (1967).

Messineo, Antonio (Bronte, Catania 16 novembre 1897 – Roma 9 maggio 1978) gesuita e scrittore italiano;
[Figlio di Francesco e di Nunzia Bonsignore.]

Musatti, Cesare (Dolo, Venezia 1897-Milano 1989) psicologo italiano, dopo aver intrapreso studi di matematica, si laureò in filosofia a Padova, dove, divenuto assistente di V. Benussi, si occupò di problemi epistemologici della psicologia
Analisi del concetto di realtà (1926)
1934-35, subentrato a Benussi tiene le prime lezioni di psicoanalisi
1938, viene radiato dall'università per questioni razziali e politiche
1948, assume la cattedra di psicologia dell'università di Milano ed in seguito diviene presidente della Società italiana di psicoanalisi
Trattato di psicoanalisi (1949, con cui diffonde il pensiero di Freud)
Mia sorella gemella la psicanalisi (1982)
Chi ha paura del lupo cattivo? (1987)
Curar nevrotici con la propria autoanalisi (1987)
Psicoanalisti e pazienti, a teatro, a teatro! (1988).

Ossowski, Stanislaw (Lipno 1897-Varsavia 1963) sociologo polacco, studiò filosofia a Varsavia, a Parigi e a Roma
Analisi del concetto di segno (1926)
Sui fondamenti dell'estetica (1933)
Le leggi "storiche" in sociologia (1935)
Legame sociale e l'eredità di sangue (1938)
Verso nuove forme di vita sociale (1943)
1945-52, tiene la cattedra di sociologia all'università di Varsavia fino a quando il corso non viene abolito dallo stalinismo
1957, la svolta politica gli restituisce la cattedra
Struttura di classe e coscienza sociale (1957)
I caratteri specifici delle scienze sociali (1962).

Reich, Wilhelm (Dobrzcynica, Galizia 1897-Lewisburg, Pennsylvania 1957) psicoanalista austriaco, il più noto, con S. Ferenczi e O. Rank fra i dissidenti freudiani della "seconda generazione" (dopo A. Adler e C.G. Jung);
1920, membro della Società psicoanalitica di Vienna;
1922, si laurea in medicina, dopo precoci studi di biologia; 
1924-30, dirige il seminario di tecnica psicoanalitica, dedicato alla formazione degli analisti;
1927, allievo di P. Federn e come lui di idee umanitarie e socialiste, si avvicina a posizioni politiche rivoluzionarie, entrando gradualmente in conflitto con l'ortodossia freudiana; attivo a Vienna prima del 1930 in consultori psicoanalitici popolari, poi a Berlino, dove collabora con il Partito comunista tedesco occupandosi soprattutto dei problemi sessuali dei giovani e fondando l'associazione Sexpol (Associazione per la politica sessuale);
La funzione dell'orgasmo (1927)
La lotta sessuale dei giovani (1932)
The Mass Psychology of Fascism (1933, Psicologia di massa del fascismo (1933, per cui viene espulso dal Partito comunista e respinto dalla Società psicoanalitica)
Character Analysis (1933, Analisi del carattere)
Materialismo dialettico e psicoanalisi (1934)
1934, uscito del tutto dalla Società psicoanalitica, viene costretto all'esilio dal nazismo e si rifugia in Scandinavia;
Die Sexualität im Kulturkampf (1936, The Sexual Revolution - La rivoluzione sessuale)
1939, si stabilisce negli Stati Uniti dove fonda nel Maine, l'Orgone Institute;
The discovery of the Orgone (?)
1947, entra in conflitto con le autorità americane per le sue idee politiche e per il tentativo di curare le malattie fisiche attraverso ricerche sulla natura biolelettrica dei fenomeni sessuali; accusato di ciarlataneria dalla Food and Drug Administration si rifiuta di comparire in giudizio;
L'assassinio di Cristo (1953)
1956, viene condannato a due anni di prigione e alla distruzione di libri e apparecchi;
1957, marzo, è imprigionato nel penitenziario di Lewisburg dove muore di infarto nel novembre successivo.

Scholem, Gershom Gerhard (Berlino 1897) storico israeliano della mistica ebraica, dedicatosi inizialmente a studi matematici e filosofici in varie università tedesche e contemporaneamente attivo nel movimento sionistico, passò poi all'orientalistica anche per l'influenza dei suoi amici ebreo-polacchi ed ebreo-russi, come Ch.N. Bjalik e Sh.J. Agnon; oltre 500 titoli la sua produzione
1922, si addottora con una tesi sul Bahir (Libro del fulgore)
1923, si trasferisce in Palestina ed è bibliotecario
1925-65, docente di mistica ebraica e qabbalah all'Università ebraica di Gerusalemme
Le grandi correnti della mistica ebraica (1941, dedicato al suo grande amico Walter Benjamin)
Le origini della qabbalah (1962)
La qabbalah e il suo simbolismo (1965)
1968, presidente della Accademia delle Scienze di Israele
W. Benjamin e il suo angelo (1972)
Walter Benjamin, Storia di un'amicizia (1975)
Shabbetaj ZeVI, il messia mistico, 1626-1676 (1977).

Schmaus, Michael (Overbaar, Baviera 1897) teologo cattolico tedesco, studente di teologia a Monaco e a Roma;
1929-33, docente di teologia dogmatica a Praga;
1933-45, …e a Münster
Dogmatica cattolica (1938-64, prevista inizialmente in 3 voll., poi ampliata fino a 8)
1946-65, docente di teologia dogmatica a Monaco;
Dell'essenza del cristianesimo (1947)
Sulle questioni ultime (1948)
Verità come incontro col sacro (1964).

Torna su

Opera dei congressi

1897, è l'anno dell'apogeo dell'Opera dei congressi e del cattolicesimo intransigente;
30 ago-3 set, al congresso di Milano essa presenta tutta la sua forza organizzativa:
- 3.982 comitati parrocchiali;
- 588 casse rurali;
- 688 società operaie;
- 24 quotidiani;
- 55 periodici.
I clericali sembra non siano intimiditi dal pericolo del socialismo, indicato invece con crescente preoccupazione dalla stampa moderata.
Il padovano Giuseppe Sacchetti (suo il quotidiano «L'Unità cattolica»), a nome dei clericali, afferma che mai si darà aiuto al partito liberale nella guerra contro il socialismo poiché «il socialismo è la filiazione logica del liberalismo; finché il liberalismo esisterà, il socialismo VIvrà della vita sua stessa, suggendone, insaziabile parassita, i succhi vitali».
Giuseppe Sacchetti non perde l'occasione di lanciare pesanti bordate contro la Vicenza cattolico-liberale:
- Fedele Lampertico,
- Alessandro Rossi,
- Almerigo da Schio,
- Antono Fogazzaro,
- Bartolomeo Clementi,
«… tutti della Rassegna Nazionale, per non dir nulla di Paolo Lioy, che non osiamo mettere in fascio con quelli, sebbene ne sia o pretenda di essere il capitano».

Nuova Ricerca