©

Il Viandante

in rete dal 1996


Se ti siamo stati utili effettua una

Nuova Ricerca

ANNO 1870

STORIA e POLITICA RELIGIONE e FILOSOFIA ARTE

Bancarella Libri usati

SCIENZE ECONOMIA LETTERE e TEATRO CINEMA

Papa Pio IX
(1846-78)

Università
"La Sapienza"
Roma

1870, la Biblioteca Alessandrina, creata nel 1661 da papa Alessandro VII e aperta al pubblico nel 1667 nel palazzo della Sapienza, diventa la biblioteca dell'università La Sapienza di Roma;
1935, viene trasferita nella nuova sede dell'ateneo romano;
possiede:
- 600.000 voll.,
- 655 incunaboli e
- 360 manoscritti
provenienti in parte dalla Biblioteca dei duchi di Urbino;
sarà arricchita di nuovi fondi come le biblioteche di
- Enrico Ferri,
- Cesare De Lollis
,
- Vittorio Rossi.
«segue 1935»



«segue da 1866»
1870-71, dopo la fine della guerra franco-prussiana e la nascita della terza repubblica il giornale è monarchico e centrista.

«Journal des débats»

«segue da 1852»
1870, Léon Say riesce ad imporre sul nostalgismo monarchico una linea di adesione alla repubblica conservatrice;
sopravVIvrà fino all'agosto 1944.

«Gartenlaube»
(1853-1916)

«segue da 1853»
1870, Germania, raggiunge il numero di quattrocentomila abbonati.
«segue 1916»



Amado, José o Amado Nervo (Tepic 1870-Montevideo 1919) scrittore messicano; interrotti gli studi teologici, entrò in diplomazia e fu plenipotenziario in Spagna;
Misticas (1895, Mistiche)
Perlas negras (1896, Perle nere)
En voz baja (1909, Sottovoce)
Elevación (1916, Elevazione)
La amada immóVIl (1922, postumo).

Barlach, Ernst (Wedel, Holstein 1870-Rostock 1938) scultore e scrittore tedesco;
Der tote Tag (1912, Il giorno morto)
Der arme Vetter (1918, Il cugino povero)
Der Findling (1922, Il trovatello)
Die Sündflut (1924)
Der gestohlene Mond (1948, postumo, La luna rubata).

Belloc, Hilaire (La Celle Saint-Cloud, Parigi 1870-Guildford, Surrey 1953) scrittore inglese, amico di Chesterton; propugnò il cattolicesimo in Inghilterra e criticò il sistema industriale capitalistico;
The path to Rome (1902, La strada di Roma, impressioni di viaggio)
Cautionary tales (1907, Fiabe prudenti, poesia)
On nothing (1908, A proposito di niente, saggio)
The servile state (1912, Lo stato servile).

Bertolazzi, Carlo (Rivolta d'Adda, Cremona 1870-Milano 1916) giornalista e commediografo italiano, critico teatrale del «Guerin Meschino» e della «Sera»;
Mamma Teresa (1888)
Trilogia di Gilda (1889)
La lezione per domani (1890)
Ona scënna de la vita (1890, in dialetto milanese)
El nost Milan (1893, in due parti: La povera gent e I Sciori, in dialetto milanese)
Strozzin! (1894, in dialetto milanese)
La gibigianna (1898, in dialetto milanese)
L'egoista (1901)
Lulù (1903)
Il diavolo e l'acqua santa (1904)
Lorenzo e il suo avvocato (1905)
La sfrontata (1907)
La zitella (1915).

Bordeaux, Henry (Thonon, Alta SAVOIA 1870-Parigi 1963) scrittore francese;
La peur de VIvre (1902, La paura di vive re)
Les RoqueVillard (1906, I RoqueVillard)
Histoire d'une vie (1951-57, quadrilogia).

Borsa, Mario (Somaglia, Milano 1870-Milano 1952) giornalista italiano;
1911, corrispondente da Londra e redattore capo de «Il Secolo»;
1918-40, corrispondente da Milano del «Times» di Londra;
La cascina sul Po, storia semplice (1920)
1923, redattore di politica estera al «Corriere della Sera»;
1925, esce dal giornale assieme al dimissionario L. Albertini
1945 aprile-agosto 1946, direttore del «Corriere della Sera», orienta il giornale in favore della repubblica al tempo del referendum istituzionale (giugno 1946); passa quindi a collaborare alla «Stampa» di Torino;
Memorie di un redivivo (1945)
Il teatro inglese
Il giornalismo inglese
.

Bunin, Ivan Alekseevic (Voronez 1870-Parigi 1953) narratore e poeta russo; fu membro del gruppo "Znanie" capeggiato da Gor'kij;
Sotto il cielo aperto (1901)
La caduta delle foglie (1901, "premio Puskin" per la poesia)
1909, membro onorario dell'Accademia russa;
Il Villaggio (1909)
Valsecca (1911)
Il signore di San Francisco (1915)
1918, ostile al comunismo, emigra in Francia;
L'amore di Mitja (1925)
1933, premio Nobel per la letteratura;
La vita di Arsen'ev (1933)
viali scuri (1943, ciclo di racconti).

Cena, Giovanni (Montanaro Canavese, Torino 1870-Roma 1917) scrittore italiano, redattore della «Nuova Antologia»;
Gli ammonitori (1904)
Poesie complete (1922, postumo).

Hirsch, Charles-Henry (Parigi 18 aprile 1870 – Parigi 16 décembre 1948) poeta, romanziere e drammaturgo francese, autore di un gran numero di romanzi popolari;
[Figlio di Herman Hirsch, uomo di lettere, e di Elise-Catherine Charnault.]
1891, collabora al «Mercure de France»;
1899-1916, è il responsabile delle rubriche letterarie e artistiche;
egli collabora anche ai giornali: «Le Matin», «Excelsior», au «Journal», «Petit Parisien»;
1910, è uno dei grandi difensori di Fleurs du mal di Baudelaire;
durante la prima guerra mondiale è attaché al gabinetto del segretario di Stato alle Invenzioni (di cui titolari sono P. Painlevé e poi Jules-Louis Breton);
1919, creato cavaliere della Légion d'honneur, è decorato da J. H. Rosny (anziano);
[Già nel 1913 il consiglio dell'Ordine aveva emesso un parere negativo con il seguente motivo: «Refusé pour titres insuffisants (en raison de caractère immoral de son œuvre)"...]
1925, promosso ufficiale della Légion d'honneur, viene decorato da Georges de Porto-Riche;
amico di Paul Fort, lancia con lui ed Edmond Pilon le "Livre d'Art".
Légendes naïves, Girard, 1894
Priscilla (poème), Mercure de France, 1895
Yvelaine (poème), Mercure de France, 1897
Lettre de Nathanaël à André Gide, L'Ermitage, 1897
La Possession (roman), Mercure de France, 1899
La Vierge aux tulipes (roman), Mercure de France, 1901
De Mademoiselle de Maupin à Claudine, 1902
Héros d'Afrique (roman), Fasquelle, 1903
Pantins et ficelles, Librairie universelle, 1904
La Demoiselle de comédie, Fasquelle, 1904
Le Tigre et Coquelicot, Librairie universelle, 1905
Les Disparates : la Fin de Salomé, la Liaison de Properce, le Brelan de la maréchale, le Capitaine Bapaume, Treize jours de gloire, Fasquelle, 1906
Les Châteaux de sable (roman), Fasquelle, 1907
Poupée fragile (roman), Flammarion, 1907
Treize jours de gloire (roman), Librairie mondiale, 1907
Nini Godache (roman), Fasquelle, 1908
Un vieux bougre (roman), Fasquelle, 1908
Les Émigrants (drame), 1909
Des hommes, des femmes, des bêtes (contes), Charpentier, 1910
Amaury d'Ornières (roman), Charpentier, 1911
L'Amour en herbe (roman), Fasquelle, 1911
Parfieu et Martin, Charpentier, 1911
Dame Fortune (roman), Charpentier, 1912
Le Sang de Paris (roman), Chapentier, 1912
Saint-Vallier (roman), Charpentier, 1913
Racaille et Parias, Fasquelle, 1914
Mariée en 1914, Flammarion, 1915
Chacun son devoir (roman), Flammarion, 1916
La Grande Capricieuse (roman), Flammarion, 1917
Le Cœur de Poupette (roman), Flammarion, 1918
« Petit » Louis boxeur (roman), Flammarion, 1918
Le Craquement. Histoire d'un ménage désuni par la guerre (roman), Flammarion, 1919
Le Crime de Potru (drame en quatre actes), Flammarion, 1919
La Chèvre aux pieds d'or (roman), Flammarion, 1920
Auprès de ma blonde (conte), Flammarion, 1921
Sur le banc (comédie en un acte), 1921
Cœur de lilas (avec Tristan Bernard) (drame), 1921
La Danseuse rouge (pièce en quatre actes), Stock, 1922
L'Enchaînement (roman), Flammarion, 1922
Eva Tumarche, baronne (roman), Flammarion, 1922
Mimi Bigoudis (roman), Flammarion, 1922
Les Nomades (nouvelle), 1923
Voyage de noces (roman), Fayard, 1924
Goulois a bon cœur (comédie en un acte), 1925
Un aimable voleur (nouvelle), œuvres libres, 1925
Une belle garce (roman), 1925
La Marieuse (roman), Rasmussen, 1925
La Passion de Bouteclou (roman), Flammarion, 1925
Marie Plaisir (roman), Flammarion, 1926
Confession d'un voleur (roman), Flammarion, 1927
Les Détours de la vie (nouvelle), 1927
L'Affaire Sauvenir, (roman), Flammarion, 1928
Les Jalouses (roman), Flammarion, 1928
Doit et Avoir (roman), Flammarion, 1929
Le Dominateur (pièce en trois actes), 1929
La Puissance du souvenir (nouvelle), 1929
La Vie au galop (roman), Flammarion, 1930
L'Homme aux sangliers, Éditions des Portiques, 1931
Les Rouchard (roman), Éditions des Portiques, 1932
Les Arrivées (roman), Taillandier, 1933
La Peau de chamois, Éditions de France, 1934
L'Apôtre Judas (roman), Mercure de France, 1936
L'Instinct profond, Mercure de France, 1938
L’Œil du ministre, Mercure de France, 1938
Margot-la-Marine (roman), Mercure de France, 1939.

Kuprin, Aleksandr IvaNovic (Narovcat, Penza 1870-Mosca 1938) scrittore russo, aderì al gruppo editoriale diretto da M. Gor'kij «Znanie» (La conoscenza);
Tipi di Kijev (1895)
Miniature (1897)
1901, si trasferisce a Pietroburgo dove diventa amico di A.P. Cechov;
Al circo (1902)
In pace (1902)
Lo stagno (1903)
vigliacco (1903)
L'ebrea (1904)
Il duello (1905, romanzo)
Il tenente-capitano Rybnikov (1906)
La fossa (1910, romanzo)
Il braccialetto di granati (1911)
1919, emigra a Parigi;
Il galletto d'oro (1923)
Janetta (1923)
Miss Guron (1929)
1937, ritorna in patria già gravemente ammalato.

Louis, Pierre o Pierre Louys (Gand 1870-Parigi 1925) scrittore francese, nato da una famiglia della ricca borghesia parigina, amico di A.-P.-G. Gide e Paul Valéry, frequentatore assiduo del salotto letterario di J.-M. de Heredia;
1890, fonda «La Conque», una rivista di tendenza simbolista; 
Les chansons de Bilitis (1895, Le canzoni di Bilitis; egli finge trattarsi di una poetessa greca contemporanea di Saffo da lui scoperta e tradotta)
Aphrodite (1896, Afrodite)
Le femme et le pantin (1898, La donna e il fantoccio)
Les aventures du roi Pausole (1901, Le avventure di re Pausolo)
Le crépuscule des nymphes (1925, postumo, Il crepuscolo delle ninfe)
Psyché (1927, Psiche).

Martoglio, Nino (Belpasso, Catania 1870-Catania 1921) commediografo italiano;
Centona (1899 e 1907, versi)
San Giuvanni decullatu (1908)
- Sperduti nel buio (1914, film muto andato perduto, considerato il miglior prodotto del verismo nella nascente cinematografia italiana; dal dramma del 1901  di Roberto Bracco rifatto nel 1947 da Camillo Mastrocinque con adattamento firmato da De Sica, Zavattini e Aldo Vergano
L'aria del continente (1915)
Il marchese di Ruvolito (1920).

Negri, Ada (Lodi 1870-Milano 1945) poetessa e narratrice italiana, figlia di operai, riuscì a diplomarsi maestra fra stenti e sofferenze; insegnò prima a Motta Pavese (Pavia) e poi a Milano dove venne nominata professoressa per "chiara fama"; sposato un industriale, raggiunse l'agiatezza e collaborò a diversi giornali;
1892, Fatalità (1892, versi, il libro che gli diede la fama)
Tempeste (1894)
Maternità (1904)
Dal profondo (1910)
Esilio (1914)
Le solitarie (1917, novelle)
Il libro di Mara (1919)
Stella mattutina (1921, romanzo autobiografico)
I canti dell'isola (1924)
Vespertina (1930)
Dono (1936)
1940, viene accolta nell'Accademia d'Italia.

Norris, Frank (Chicago 1870-San Francisco 1902, attacco di peritonite) scrittore statunitense;
1887-89, a Parigi, dove è andato per studiare pittura, conosce Zola e la letteratura naturalistica;
1890, inizia un'intensa attività giornalistica;
Yvernelle (1892, poemetto)
1895, è corrispondente in Sudafrica della guerra anglo-boera;
1898, corrispondente della guerra ispano-americana a Cuba;
Moran of the «Lady Letty» (1898, Moran della «Lady Letty»)
Vandover and the Brute (?, La storia di un licantropo)
Mc Teague (1899, Una storia di San Francisco)
Blix (1899, parzialmente autobiografico)
A man's woman (1900, La donna di un uomo)
Trilogia incompiuta:
The Epic of the Wheat (L'epica del frumento; sulla produzione del frumento nella California minacciata dai monopolisti della ferrovia e sulle relative speculazioni finanziarie)
- The Octopus (1901, La piovra)
- The Pit  (1903, postumo, La fossa: il grande mercato dei cereali a Chicago)
- The Wolf (Il lupo, resterà allo stato di progetto)
The Responsibilities of the Novelist (postumo, saggio).

Piccioni, Luigi (Brescia 1870-Torino 1955) critico letterario; pur essendosi dedicato a ricerche su Dante, Petrarca e il Trecento, ebbe come suo campo specifico di studi il giornalismo letterario e il Baretti delle cui opere curò edizioni apprezzate;
insegnante nelle scuole medie e, come libero docente, nell'università di Torino;
1917-28, condirettore del «Giornale storico della letteratura italiana»;
Bibliografia analitica di G. Baretti (1942)

Scialanga, Attilio o Sante Bargellini (Firenze 21 agosto 1870 - ?) giornalista italiano;
[Figlio di Demetrio e di Masciuka Van der Berghe.]
già insegnante nelle scuole medie italiane e critico letterario della «Tribuna», collabora a numerosi quotidiani e riviste;
corrispondente da Nizza de «Il Giornale d'Italia»;
Autore di novelle, romanzi e libri d'arte, conferenziere e cultore di chitarra;
Parigi nel 1900 (1900, San Casciano, Val di Pesa)
L'Etruria meridionale (1909, Bergamo)
I monti del Cimino (Bergamo 1914)
Dizionario degli uomini della Guerra (1916, Milano)
Nel mondo della roulette (1926, Treviso)

Torna su

Bibliofilia

1870, grande successo ha l'asta di libri antichi del libraio Pptier.

Stampa

«segue da 1869»
1870
Inghilterra
l'Education Act assoggetta milioni di ragazzi e ragazze al nuovo programma scolastico;
solo ora si impone la frequenza scolastica obbligatoria (dopo il piccolo ducato di Weimar (1619) e la Prussia (1717); deficienza tuttavia ricompensata:
- dagli sforzi di singoli privati e di società a contributo volontario,
- dalle scuole gratuite istituite dalla Society for the Promotion of Christian Knowledge,
- dalle scuole festive inaugurate dallo stampatore Roberto Raikes a Gloucester (1780),
- dalle accademie fondate da quaccheri, metodisti e altre organizzazioni dissenzienti,
che crearono assieme un numero sempre crescente di lettori potenziali.
Tra i periodici inglesi per ragazzi il più noto è il «Boys' Own Paper».
Uno dei più antichi esemplari di "sopracoperta" avvolge un'edizione del romanzo postumo di C. Dickens, Edwin Drood.
«segue 1871»

Nuova Ricerca