©

Il Viandante

in rete dal 1996


Se ti siamo stati utili effettua una

Nuova Ricerca

ANNO 1888

STORIA e POLITICA RELIGIONE e FILOSOFIA ARTE

Bancarella Libri usati

SCIENZE ECONOMIA LETTERE e TEATRO CINEMA

Leone XIII
(1878-1903)

1888-96
Continua la depressione nell'economia mondiale mentre è gravissima la crisi nell'economia italiana

EMIGRAZIONE ITALIANA
1888
Dicembre
30
, viene approvata la legge 30 dicembre 1888, n. 5866, la prima legge fondamentale sull'emigrazione che:
- disciplina l'attività di mediazione di agenti, sub-agenti (attraverso una speciale autorizzazione amministrativa: la patente concessa dal Ministero degli Interni),
- stabilsce la regolamentazione giuridica del contratto di trasporto,
- dichiara nulli eventuali patti che vincolino l'emigrante a prestare la sua opera in cambio del trasporto,
- crea una giurisdizione speciale per le vertenze tra emigrante e il vettore (le Commissioni d'arbitri),
- fissa alcune sanzioni, peraltro esagerate e quindi innocue.
Limiti della legge:
si dimostra inadeguata in quanto considera il problema dell'emigrazione una «somma di attVItà individuali che gli organi di polizia devono solo controllare per reprimere la illiceità» senza giungere peraltro a sorvegliare l'opera degli agenti.





Banche

Banche di emissione

«segue da 1887»

Banca Nazionale del Regno d'Italia

1888,

Banca Nazionale Toscana

1888,

Banca Toscana di Credito

1888,

Banca Romana

1888,

Banco di Sicilia

1888,

Banco di Napoli

1888,



Altre Banche

«segue da 1887»

Compagnia della Fede Cattolica
(o di San Paolo)

Presidente:
. conte gr. cr. Gustavo Ponza di San Martino, senatore del Regno, Cons. di Stato, dal 1856.
Segretario generale:
. cav. avv. Francesco Garelli, dal 1853.
1888,

Societa Generale del Credito mobiliare italiano

1888,

Banca Toscana di Anticipazione e Sconto


1888,

Banco di Roma

1888,

Societa Bancaria Italiana

1888, Milano,

Banca provinciale vicentina

1888,


Casse di Risparmio

«segue da 1887»

Cassa di Risparmio di Venezia

1888,

Cassa di Risparmio di Vicenza

1888

,

Cassa di Risparmio di Milano

1888,

Cassa di Risparmio delle province Lombarde

1888,

Monte dei Paschi
(Cassa di Risparmio)

1888,


«segue 1889»

Banche Popolari

1888

Banca Popolare di Vicenza

- Presidente: Emanuele Lodi,
- vicepresidente: conte Guido Piovene Porto Godi,
- Consiglieri:
. Girolamo Burato, (tipografo)
. Antonio Zerbato,
. Angelo Balestra, (orefice)
. Girolamo Chinotto,
. ?,
. ?,
. Giorgio Canneti Molin, (ala liberalprogressista)
. Luigi Cavalli, (ala radicale-zanardelliana)
. Giovanni Mazzoni, (liberalismo)
. Giovanni Fasolo, (clericalismo)
. Sebastiano Anti, (uno dei vecchi fondatori)
. cav. Giovanni Fabrello,
. ?,
. ?,

- Comitato dei censori:
. ?,
. ?,
. ?.

Direttore: dr Antonio Dolcetta (1881-1905).

Filiale
- Bassano (1881).

La Banca risponde favorevolmente alla proposta di una cordata di finanziatori locali:
. conte Guardino Colleoni,
. cav. Giovanni Fabrello,
. conte Antonio Porto,
. conte Eduardo Negri,
. conte Giangiorgio Trissino,
per un prestito dell'ordine di 700-800.000 lire per l'acquisto della tramvia Vicenza-Arzignano-Valdagno. La durata viene fissata in dieci anni e la garanzia consiste in una cambiale firmata da tutti e garantita ipotecariamente.
[Sulla medesima linea è già fallita una società inglese.]

Sta avvenendo il rinnovo per il quinquennio 1888-92 delle esattorie comunali.
Non senza difficoltà viene vinto il concorso per l'esattoria di Bassano.
Appaltatore in città è ancora il cav. Giovanni Fabrello, tra i soci più importanti della Banca e promotore di varie iniziative in città, riottiene l'appalto.  

«segue 1889»

 


Borgatta, Gino (Donnaz, Aosta 1888-Valmadonna di Alessandria 1949) economista italiano
I problemi fondamentali della scienza finanziaria (1912-13)
Rassegne critiche di economia, finanza, sociologia (1912-22)
Le finanze della guerra e del dopoguerra (1946).

Torna su

Italia

Gennaio 
L'introduzione del protezionismo e la "guerra doganale" con la Francia, che finora ha assorbito il maggior volume dei nostri traffici internazionali, danneggia specialmente la VIticoltura meridionale e il rifornimento di prodotti industriali dall'estero;
sono aumentati i dazi doganali di importazione su zucchero e prodotti affini.

Marzo
al"boom edilizio" di Roma, che ha visto fiorire una serie di iniziative imprenditoriali prive di una seria base, segue un crollo rovinoso, con conseguente aggravamento della situazione monetaria dove da tempo si vanno accumulando irregolarità gravi [scandalo Banca romana]; 
tumulti a Roma per lo sciopero degli edili dopo la chiusura di 100 cantieri.
Una serie di cattivi raccolti colpisce l'agricoltura, già sofferente in seguito al crollo delle esportazioni; e la riduzione dei redditi agrari, e delle capacità d'acquisto degli agricoltori, diminuisce gravemente il volume della domanda interna, contribuendo ad accrescere le difficoltà dell'industria.

Luglio
viene autorizzata, con uno stanziamento di 3.500.000 lire, la bonifica dell'Agro Pontino.

Dicembre
il Polesine ottiene 500.000 lire per la bonifica delle sue terre. 
22, l'on. Crispi riesce a fare approvare dal Parlamento la legge 22 dicembre 1888, n. 5.489, che:
- all'art. 26, proclama la piena libertà dell'esercizio farmaceutico, stabilendo che, per aprire una farmacia, basta darne l'avviso quindici giorni prima al prefetto;
all' art. 68
, però aggiunge che entro cinque anni il governo presenterà un disegno di legge al fine di regolare le indennità che risulteranno necessarie per abrogare i vincoli e i privilegi esistenti e per provvedere i mezzi finanziari indispensabili a tale scopo. 
[Questo disegno di legge non sarà mai approvato e neppure presentato.
Se ne riparlerà nel 1913.]

1888, Torino, viene aperta la scuola elettrotecnica "Galileo Ferraris".

Società Minerarie Montecatini

1888,
Montecatini Val di Cecina, in Toscana, nasce la Società Minerarie Montecatini, attiva nel settore minerario pirite di rame; 
«segue 1920»

Nuova Ricerca