Warning: include(..//PowerAuth.php) [function.include]: failed to open stream: No such file or directory in D:\inetpub\webs\viandanteit\sito24\work\ZZZVARI\Politici\Tedeschi\Kaufmann_K.php on line 6

Warning: include() [function.include]: Failed opening '..//PowerAuth.php' for inclusion (include_path='.;C:\PHPVersions\PHP52\includes') in D:\inetpub\webs\viandanteit\sito24\work\ZZZVARI\Politici\Tedeschi\Kaufmann_K.php on line 6
Il Viandante - Politici - Kaufmann_K

©

Il Viandante

in rete dal 1996


Se ti siamo stati utili effettua una
 

Nuova Ricerca

 

1939, Reichsstatthalter di Amburgo

 

Karl Kaufmann

(Krefeld 1900 – Amburgo 4 dicembre 1969)

Gauleiter di Hamburg e ben conosciuto funzionario nazista durante la seconda guerra mondiale;

nato in una famiglia di religione cattolica;

1914

1914 luglio - novembre 1918I Guerra Mondiale

compie il servizio militare ed entra poi nella Erhardt Freikorps Brigade nella Slesia Superiore;

1919
aprile, i Freikorps e alcune unità regolari vengono riunite in un un'unica forza chiamata la "Reichswehr" - difesa del Reich [Forze armate del Reich];
28 giugno, trattato di pace di Versailles o Diktat (come chiamato in Germania);
[D alla sua forza di smobilitazione di 200.000 uomini, il nuovo piccolo esercito di sicurezza interna, concesso alla nuova repubblica tedesca dal trattato di Versailles, è costituito di 100.000 uomini (4.000 ufficiali e 96.000 soldati con ferma volontaria di dodici anni, organizzati in 7 divisioni di fanteria e 3 di cavalleria.
Non può disporre di carri armati, artiglieria pesante, aviazione, aggressivi chimici. Inoltre è privo dello stato maggiore generale, o grande stato maggiore.
Tutte le restrizioni imposte dalle nazioni alleate vincitrici del conflitto 1914-1918 saranno progressivamente superate.]

1920
è nella Erhardt Freikorps Brigade nella Ruhr;

marzo, Berlino, (Kapp-Putsch): tentativo di un colpo di stato di estrema destra da parte di Wolfgang Kapp;
1° aprile, A. Hitler controlla il DAP (Deutsche Arbeiter Partei) e lo ribattezza NSDAP (Nationalsozialistische deutsche Arbeiterpartei – Partito nazionalsocialista dei lavoratori tedeschi);

1921
cofondatore del NSDAP nella Ruhr;

1924-28
è nominato Gauleiter (capo distretto) della Renania;

1930
membro del partito in Prussia, viene eletto deputato al Reichstag;
in seguito alle accuse di appropriazione indebita, estorsione, ed ostentazione della Croce di Ferro, lo stesso anno viene dimissionato da tutte le cariche nel partito;

1933
30 gennaio, A. Hitler è nominato cancelliere dal presidente del Reich P.L. von Hindenburg;
27 febbraio, incendio del Reichstag;
[I nazisti accusano immediatamente il partito comunista di aver preparato e commesso il crimine. L'incendio è l'inizio della rivoluzione… nasce una nuova era nella storia della Germania.]

reinsediato come Gauleiter, è nominato poi Reichsstatthalter di Amburgo;
durante la sua permanenza ad Amburgo (fino alla fine della guerra) è promosso SS-Obergruppenfuhrer e Commissario del Reich per le forze navali d'oltremare;

è parte attiva nelle atrocità compiute nel campo di concentramento di Fuhlsbuette;

1934
30 giugno, "notte dei lunghi coltelli";

1938
gennaio, scoppia lo "scandalo Blomberg-Fritsch";

marzo, A. Hitler procede all'annessione al Reich dell'Austria;

29 settembre, viene firmato il patto di Monaco;
9-10 novembre, Kristallnacht "notte dei cristalli", progrom antisemita;
[Si dice che questa improvvisa violenza contro le proprietà degli ebrei sia stata causata dall'assassinio di Ernst von Rath, terzo segretario presso l'Ambasciata tedesca a Parigi.]

1939

1939 settembre – aprile 1945 - II Guerra Mondiale

1° settembre, A. Hitler attacca la Polonia;

1940

maggio-giugno, campagna di Francia

1941

invasione dell'Unione Sovietica

22 giugno, inizia la campagna di Russia;

1942
sconfitta nella battaglia d'Inghilterra;

1943
sconfitte militari in Africa e in Italia, e disfatta di Stalingrado;

1944
6 giugno, D-Day, inizio dell'invasione finale ad ovest;
20 luglio, Rastenburg, fallisce il colpo di stato tentato contro A. Hitler;

1945
30 aprile, A. Hitler si toglie la vita insieme alla sua amante Eva Braun (ufficialmente sposata il giorno precedente);
egli viene arrestato dagli alleati;

dopo la guerra rimane ad Amburgo come un normale uomo d'affari;

1948
viene condannato a 14 mesi di prigione;
le sue affiliazioni naziste lo portano in prigione altre due volte;

1953
marzo, viene alla fine rilasciato;

1969
4 dicembre, muore ad Amburgo.

 

 

 



 

 

 

 

Torna su

 

Nuova Ricerca