Warning: include(..//PowerAuth.php) [function.include]: failed to open stream: No such file or directory in D:\inetpub\webs\viandanteit\sito24\work\ZZZVARI\Politici\Italiani\Marzotto Vittorio Emanuele_1858.php on line 5

Warning: include() [function.include]: Failed opening '..//PowerAuth.php' for inclusion (include_path='.;C:\PHPVersions\PHP52\includes') in D:\inetpub\webs\viandanteit\sito24\work\ZZZVARI\Politici\Italiani\Marzotto Vittorio Emanuele_1858.php on line 5
Il Viandante - Politici - Marzotto Vittorio Emanuele_1858

©

Il Viandante

in rete dal 1996


Se ti siamo stati utili effettua una
 

Nuova Ricerca

 

 

 

 

 


– Vittorio Emanuele MARZOTTO [sr]

(Valdagno, Vicenza 14 settembre 1858 – Valdagno, Vicenza 26 marzo 1922)


Industriale e politico italiano;

[Figlio di Gaetano [sr] e nipote di Luigi; padre di Gaetano jr. ]

 

1878
24 mar - 19 dic 1878, (I "governo Cairoli")
[Dal 24 marzo 1878 al 29 dicembre 1888 i ministri delle Finanze sono incaricati della reggenza del Ministero del Tesoro.]


19 dic - 14 lug 1879, (III "governo Depretis")

1879
14 lug - 25 nov 1879, (II "governo Cairoli")
25 nov - 29 mag 1881, (III "governo Cairoli")

1880

16 maggio, (XIV Legislatura – 1880 26 mag - 2 ott 1882)

1881
29 mag - 25 mag 1883, (IV "governo Depretis")

1882

29 ottobre, (XV Legislatura – 1882 22 nov - 27 apr 1886);
[La riforma elettorale del 1882 prevede lo scrutinio di lista in luogo del sistema uninominale.]

1883
25 mag - 30 mar 1884, (V "governo Depretis")

1884
30 mar - 29 giu 1885, (VI "governo Depretis")

1885
29 giu - 4 apr 1887, (VII "governo Depretis")

1886

23 maggio, (XVI Legislatura – 1886 10 giu - 22 ott 1890)

1887
4 apr - † 29 lug 1887, (VIII "governo Depretis")
29 lug - 9 mar 1889, (I "governo Crispi")

1888

1889
9 mar - 6 feb 1891, (II "governo Crispi")

1890

23 novembre, (XVII Legislatura – 1890 10 dic - 27 set 1892)

1891
6 feb - 15 mag 1892, (I "governo di Rudinì")

1892
15 mag - 15 dic 1893, (I "governo Giolitti")

6 novembre, (XVIII Legislatura – 1892 23 nov - 8 mag 1895);
[È stato ripristinato il collegio uninominale.]

1893
15 dic - 14 giu 1894, (III "governo Crispi")

1894
14 giu - 10 mar 1896, (IV "governo Crispi")

1895

26 maggio, (XIX Legislatura – 1895 10 giu - 2 mar 1897)

1896
10 mar - 11 lug 1896, (II "governo di Rudinì")
11 lug - 14 dic 1897, (III "governo di Rudinì")

1897

21 marzo, (XX Legislatura – 1897 5 apr - 17 mag 1900)

14 dic - 1º giu 1898, (IV "governo di Rudinì")

1898
1º-29 giugno, (V "governo di Rudinì")

29 giu - 14 mag 1899, (I "governo Pelloux")

1899
14 mag - 24 giu 1900, (II "governo Pelloux")

1900

3 giugno, eletto deputato (XXI Legislatura – 1900 16 giu - 18 ott 1904)

24 giu - 15 feb 1901, ("governo Saracco")

 

1901
15 feb - 3 nov 1903, ("governo Zanardelli")

1902

1903
3 nov - 12 mar 1905, (II "governo Giolitti")

1904

6 novembre, rieletto deputato (XXII Legislatura – 1904 30 nov - 8 feb 1909)

1905
12 - 28 mar, ("governo Tittoni");
28 mar - 24 dic, (I "governo Fortis")
24 dic - 8 feb 1906, (II "governo Fortis")

1906
8 feb - 29 mag, (I "governo Sonnino")
29 mag - 11 dic 1909, (III "governo Giolitti")

1907

1908

1909

7 marzo, rieletto deputato (XXIII Legislatura – (1909 24 mar - 29 set 1913)

11 dic - 31 mar 1910) (II "governo Sonnino") [dei "cento giorni"]

1910
31 mar - 30 mar 1911, (I "governo Luzzatti")

 

1911
30 mar - 21 mar 1914, (IV "governo Giolitti")

guerra italo-turca o guerra di Libia (1911-12)

1912

maggio, la nuova legge elettorale, appena approvata, estende il diritto di voto a tutti i cittadini maschi, anche se analfabeti (purchι abbiano compiuto 30 anni).
[Con la nuova legge gli elettori passano da gli elettori passano da 3.329.147 a 8.672.249.]

1913

26 ottobre, rieletto deputato (XXIV Legislatura – 1913 27 nov - 29 set 1919)

1914
21 mar - 5 nov 1914, (I "governo Salandra")
5 nov - 18 giu 1916, (II "governo Salandra")

1915

I guerra mondiale
(1915-18)

 

1916
18 giugno-29 ottobre 1917, ("governo Boselli"), governo di coalizione nazionale;

1917
29 ottobre-23 giugno 1919, ("governo Orlando");

1918

 

1919
23 giugno-21 maggio 1920, (I "governo Nitti");

16 novembre, (XXV Legislatura – 1919 1° dic - 7 apr 1921)

1920
22 maggio- 15 giugno (II "governo Nitti");
16 giugno-4 luglio 1921, (V "governo Giolitti");

1921
15 maggio, (XXVI Legislatura – (1921 11 giu - 25 gen 1924), nel "Blocco nazionale" del Pnf, gruppo fascista;

 

4 luglio-26 febbraio 1922, (I "governo Bonomi");

1922
26 feb-1º ago, (I "governo Facta");


26 marzo
, muore a Valdagno (Vicenza).
[In conseguenza di una ferita da arma da fuoco in seguito ad un agguato che lo ha colto all'uscita della sua fabbrica.
Il caso diviene presto materia di cronaca scatenando l'interesse popolare; in un primo momento si pensa ad una tragica conseguenza dei forti scontri sociali e sindacali che caratterizzano questi anni, ma ben presto si scopre che, come nei migliori romanzi d'appendice, il movente dell'omicidio è privato e scaturito da una vendetta covata a lungo. L'assassino si rivela essere un figlio illegittimo mai riconosciuto tornato da lontano per vendicarsi del torto subito da lui e da sua madre [da Wikipedia] [senza fonte]..]

 

 

Fonti
- Altre

 

Torna su

 

Nuova Ricerca