Warning: include(..//PowerAuth.php) [function.include]: failed to open stream: No such file or directory in D:\inetpub\webs\viandanteit\sito24\work\ZZZVARI\Politici\Italiani\Bertone Giovanni Battista.php on line 5

Warning: include() [function.include]: Failed opening '..//PowerAuth.php' for inclusion (include_path='.;C:\PHPVersions\PHP52\includes') in D:\inetpub\webs\viandanteit\sito24\work\ZZZVARI\Politici\Italiani\Bertone Giovanni Battista.php on line 5
Il Viandante - Politici - Bertone Giovanni Battista

©

Il Viandante

in rete dal 1996


Se ti siamo stati utili effettua una
 

Nuova Ricerca

 

 

 

 

 


– Giovanni Battista BERTONE

(Mondovi', Cuneo 17 dicembre 1874 – 15 settembre 1969)

uomo politico italiano, della Democrazia cristiana.

avvocato, avvocato, inizia la carriera politica nel Partito Popolare, del quale è tra i fondatori;

1900

3 giugno, (XXI Legislatura – 1900 16 giu - 18 ott 1904)

24 giu - 15 feb 1901, ("governo Saracco")

 

1901
15 feb - 3 nov 1903, ("governo Zanardelli")

1902

1903
3 nov - 12 mar 1905, (II "governo Giolitti")

1904

6 novembre, (XXII Legislatura – 1904 30 nov - 8 feb 1909)

1905
12 - 28 mar, ("governo Tittoni");
28 mar - 24 dic, (I "governo Fortis")
24 dic - 8 feb 1906, (II "governo Fortis")

1906
8 feb - 29 mag, (I "governo Sonnino")
29 mag - 11 dic 1909, (III "governo Giolitti")

1907

1908

1909

7 marzo, (XXIII Legislatura – (1909 24 mar - 29 set 1913)

11 dic - 31 mar 1910) (II "governo Sonnino") [dei "cento giorni"]

1910
31 mar - 30 mar 1911, (I "governo Luzzatti")

 

1911
30 mar - 21 mar 1914, (IV "governo Giolitti")

1912

maggio, la nuova legge elettorale, appena approvata, estende il diritto di voto a tutti i cittadini maschi, anche se analfabeti (purchι abbiano compiuto 30 anni).
[Con la nuova legge gli elettori passano da gli elettori passano da 3.329.147 a 8.672.249.]

1913

26 ottobre, (XXIV Legislatura – 1913 27 nov - 29 set 1919)

1914
21 mar - 5 nov 1914, (I "governo Salandra")
5 nov - 18 giu 1916, (II "governo Salandra")

1915

1916
18 giugno-29 ottobre 1917, ("governo Boselli");

1917
29 ott-23 giu 1919, ("governo Orlando");

1919
23 giugno-21 maggio 1920, (I "governo Nitti");

16 novembre, eletto deputato (XXV Legislatura – 1919 1° dic - 7 apr 1921)

1920
22 maggio- 15 giugno (II "governo Nitti");
16 giu-4 lug 1921, sottosegretario al Ministero delle Finanze (V "governo Giolitti");

 

 

1921
15 maggio, rieletto deputato (XXVI Legislatura – (1921 11 giu - 25 gen 1924)

 

4 luglio-26 febbraio 1922, (I "governo Bonomi"),

1922
26 feb-1º ago, ministro delle Finanze (I "governo Facta");

1º ago-31 ott, ministro delle Finanze (II "governo Facta");

1922 31 ottobre-25 lug 1943, ("governo Mussolini");

1923

presidente (1923-24) dell'Istituto nazionale di credito (la futura BNL);

1924

6 aprile, rieletto deputato (XXVII Legislatura – 1924 24 mag - 21 gen 1929)

tra i maggiori rappresentanti dell'antifascismo moderato piemontese, legato agli ambienti imprenditoriali piemontesi, è presidente della SIP;

1929

aprile, (XXVIII Legislatura – 1929 20 apr - 19 gen 1934)

1934
18 gennaio, viene sciolta alla Camera la XXVIII Legislatura;
23 gennaio, altra "infornata" di senatori;
24 febbraio, altra "infornata" di senatori;

aprile, (XXIX Legislatura – (1934 28 apr - 2 mar 1939)

1939

marzo, (XXX Legislatura – (1939 23 mar - 2 ago 1943 - I della Camera dei fasci e delle corporazioni)

1943

25 luglio 1943 - 23 maggio 1948, Ordinamento provvisorio;

25 lug-17 apr 1944, (I "governo Badoglio");

– 1943 23 set - 25 apr 1945 –
RSI (Repubblica Sociale Italiana)
[o Repubblica di Salς]

1944
22 apr-5 giu, (II "governo Badoglio");

18 giugno-12 dicembre, (II "governo Bonomi");
12 dicembre-21 giugno 1945, (III " governo Bonomi");

1945
21 giugno-10 dicembre, ("governo Parri);

22 set-2 giu 1946, presidente della Consulta: conte Carlo Sforza;
[Organismo a carattere consultivo istituito dal (III "governo Bonomi") con decreto luogotenenziale n. 146 del 5 aprile 1945 – composta da membri designati dai partiti del Cln o da altri partiti o scelti, sempre attraverso nomina governativa, tra personalità del periodo prefascista; egli ricopre la carica di Presidente fino al termine dei lavori nel giugno 1946.]

10 dicembre-13 luglio 1946 (I "governo De Gasperi);

1946
eletto deputato all'Assemblea Costituente;
2 giugno, Proclamazione della Repubblica;
25 giugno-31 gennaio 1948, Assemblea costituente;

13 luglio-2 febbraio 1947, (II "governo De Gasperi);
[I governo della Repubblica.]

18 set-2 feb 1947, ministro del Tesoro (subentra a Corbino);

1947
2 febbraio-31 maggio, (III "governo De Gasperi)

31 maggio-23 maggio 1948, (IV "governo De Gasperi);

1948
18 aprile, nominato senatore "di diritto" (I Legislatura – 1948 8 mag - 24 giu 1953) della Democrazia cristiana;
23 maggio-27 gennaio 1950 (V "governo De Gasperi), dopo le dimissioni di Merzagora;

presiede la Commissione mista per l'Unione doganale italo-francese (1948-1949);

1949

1° apr-27 gen 1950, ministro del Commercio con l'Estero;

7 nov-27 gen 1950, ministro [ad interim] dell'Industria e Commercio, succedendo a Lombardo;

1950
27 gennaio-26 luglio 1951, (VI "governo De Gasperi);

1951
26 luglio-16 luglio 1953 (VII "governo De Gasperi);

luglio, vicepresidente del Senato;

1952

presidente della Commissione Finanze e Tesoro;

1953
7 giugno, eletto senatore (II Legislatura – 1953 25 giu - 11 giu 1958) per la Democrazia cristiana;
16 luglio-17 agosto, (VIII "governo De Gasperi);
17 agosto-18 gennaio 1954, ("governo Pella);

1954
18 gennaio-10 febbraio, (I "governo Fanfani);
10 febbraio-6 luglio 1955, ("governo Scelba);

1955
6 luglio-19 maggio 1957 (I "governo Segni");

1957
19 maggio-1° luglio 1958, ("governo Zoli");

1958
25 maggio, rieletto senatore (III Legislatura – 1958 12 giug - 15 mag 1963) per la Democrazia cristiana;

1° luglio-15 febbraio 1959 (II "governo Fanfani);

1959
15 febbraio-25 marzo 1960, (II "governo Segni");

1960
25 marzo-26 luglio, ("governo Tambroni);
26 luglio-21 febbraio 1962, (III "governo Fanfani);

1962
21 febbraio-21 giugno 1963, (IV "governo Fanfani);

1963
28 aprile, rieletto senatore (IV Legislatura – 1963 16 mag - 4 giu 1968) per la Democrazia cristiana;

21 giugno-4 dicembre, (I "governo Leone");
4 dicembre-22 luglio 1964, (I "governo Moro");

1964
22 luglio-23 febbraio 1966, (II "governo Moro");

1966
23 febbraio-24 giugno 1968 (III "governo Moro");

1968
19 maggio, (V Legislatura – 1968 5 giu-24 mag 1972);
24 giugno-12 dicembre 1968, (II "governo Leone");

12 dicembre-5 agosto 1969, (I "governo Rumor");

1969
5 agosto-27 marzo 1970, (II "governo Rumor");

15 settembre, muore a Mondovì (Cuneo).

________________

 

 

Fonti
- Altre

 

Torna su

 

Nuova Ricerca