Warning: include(..//PowerAuth.php) [function.include]: failed to open stream: No such file or directory in D:\inetpub\webs\viandanteit\sito24\work\ZZZVARI\Politici\Inglesi\Churchill_W.php on line 6

Warning: include() [function.include]: Failed opening '..//PowerAuth.php' for inclusion (include_path='.;C:\PHPVersions\PHP52\includes') in D:\inetpub\webs\viandanteit\sito24\work\ZZZVARI\Politici\Inglesi\Churchill_W.php on line 6
Il Viandante - Politici - Churchill

©

Il Viandante

in rete dal 1996


Se ti siamo stati utili effettua una

 

Nuova Ricerca


 

Winston Leonard Spencer CHURCHILL

(Blenheim Palace, Oxfordshire 1874 – Londra 1965)

uomo politico britannico;

[Figlio di lord Randolph Henry Spencer e di Jennie Jerome figlia del finanziere americano Leonard Jerome, proprietario del «New York Times».]

1898
presta servizio in India e partecipa alla campagna inglese in Sudan;

Con il corpo di spedizione del Malakand (1898)

1899
all'inizio della guerra dei boeri, è un giovane giornalista;

1900
corrispondente di guerra al conflitto anglo-boero, cade prigioniero;
riesce a fuggire e, ritornato in patria, viene eletto tra i deputati conservatori;

1904
passa al partito liberale in opposizione a J. Chamberlain;

1906
sottosegretario alle colonie nel governo liberale Campbell-Bannerman;

1908-10
ministro del commercio;

1910-11
ministro degli interni;

1911
nominato primo lord dell'ammiragliato, si converte all'idea della «grande flotta» e promuove un rapido incremento delle costruzioni navali;

1915
dopo lo scoppio della I guerra mondiale è uno dei responsabili della spedizione franco-inglese sui Dardanelli;
maggio, lascia l'ammiragliato;
novembre, lascia il governo;

1917
luglio, ministro delle munizioni nel governo conservatore di D. Lloyd George;

1919-21
ministro della guerra e dell'aviazione, propugna l'intervento armato delle potenze alleate contro la Russia comunista e a favore dei bianchi;

1921-22
ministro delle colonie, costituisce il mandato inglese in Palestina e collabora con D. Lloyd George alla concessione dell'autonomia a gran parte dell'Irlanda;

1922
dopo le dimissioni di D. Lloyd George, lascia l'incarico ministeriale e, battuto alle elezioni, rientra nel partito conservatore;

1924
con l'appoggio del partito conservatore, ottiene un seggio ai comuni e viene nominato cancelliere dello scacchiere nel governo Baldwin;

1926
in occasione dello sciopero generale, si scontra con i sindacati;

1929
dopo l'uscita dei conservatori dal governo, dimostra tutto il suo estremismo imperialistico in India e si oppone alla politica ufficiale di moderazione;

1933

Marlborough (1933-38)

1936
si dimostra favorevole all'intenzione di Edoardo VIII di sposare Wally Simpson;

1940
cade il governo Chamberlain;
maggio, viene nominato primo ministro;

1941-45
durante la seconda guerra mondiale si comporta quasi come un dittatore;

1945
luglio, dopo le elezioni generali e la sconfitta dei conservatori, diventa leader dell'opposizione;

1946
marzo, con un discorso a Fulton negli Stati Uniti, sancisce l'inizio della «guerra fredda» proponendo una stretta coalizione tra Gran Bretagna e Stati Uniti contro la Russia sovietica;

1948

Second World War (1948-54, 6 voll., La seconda guerra mondiale)
[Man mano che esce un volume nuovo non solo ne deve venir stampato un maggior numero di copie, ma occorre anche ristampare i precedenti, dimodoché, nel complesso, questa storia presenta di già un complicato problema bibliografico.
La ragione di tanto successo sta comunque nel fatto, unico, che la più grande vicenda della storia dell'umanità viene in questo caso narrata dal più grande protagonista della vicenda stessa e che contemporaneamente egli è anche uno dei maggiori scrittori inglesi del secolo: uno scrittore che si è veramente meritato il premio Nobel per la letteratura.
S.H. Steinberg, Cinque Secoli di Stampa, Einaudi 1962.]

1951
con la vittoria dei conservatori, ridiventa primo ministro;

1953
premio Nobel
per la letteratura;

1955
si ritira dalla vita politica;

1956

Storia dei popoli di lingua inglese (1956-58)

1965
24 gennaio, morto a Londra lo stesso giorno di suo padre, viene sepolto nel piccolo cimitero di campagna di St. Martin, a Bladon.

Torna su

 

Nuova Ricerca