Warning: include(..//PowerAuth.php) [function.include]: failed to open stream: No such file or directory in D:\inetpub\webs\viandanteit\sito24\work\ZZZVARI\Militari\Tedeschi\Schellenberg_W.php on line 6

Warning: include() [function.include]: Failed opening '..//PowerAuth.php' for inclusion (include_path='.;C:\PHPVersions\PHP52\includes') in D:\inetpub\webs\viandanteit\sito24\work\ZZZVARI\Militari\Tedeschi\Schellenberg_W.php on line 6
Il Viandante - Militari - Schellenberg_WF

©

Il Viandante

in rete dal 1996


Se ti siamo stati utili effettua una

Nuova Ricerca

 

Walter Friedrich Schellenberg

(Saarbrücken, 16 gennaio 1910 – Torino, 31 marzo 1952)

capo dei servizi di spionaggio del Terzo Reich e, più tardi, vice-comandante della Gestapo sotto H. Himmler;

1914

1914 luglio - novembre 1918I Guerra Mondiale

al termine della Prima guerra mondiale, durante l'occupazione francese della Saarland, la sua famiglia si trasferisce in Lussemburgo a causa della crisi economica in cui versa la Repubblica di Weimar;

frequenta dapprima l'Università di Marburgo, e poi l'Università di Bonn;

1929
all'Università di Bonn abbandona gli studi di medicina per intraprendere gli studi forensi;

1933
30 gennaio, A. Hitler è nominato cancelliere dal presidente del Reich P.L. von Hindenburg;
27 febbraio, incendio del Reichstag;
[I nazisti accusano immediatamente il partito comunista di aver preparato e commesso il crimine. L'incendio è l'inizio della rivoluzione… nasce una nuova era nella storia della Germania.]

maggio, al termine dei suoi studi entra quindi nelle SS (Schutzstaffeln = squadre di protezione - chiamate anche Schwarze Korps, Milizie nere) venendo impegnato in operazioni di controspionaggio;
dopo aver conosciuto R. Heydrich entra a fare parte del RSHA (Reichssicherheitshauptamt - Ufficio Principale per la sicurezza del Reich) raggiungendo in poco tempo posizioni di spicco finendo per ottenere il comando dell'Amt VI;

1934
30 giugno, "notte dei lunghi coltelli";

viene posto a capo dell'SD (Sicherheits Dienst - Servizio di Sicurezza) dove è responsabile del consolidamento del Sicherheitspolizei (Polizia di Sicurezza) dell'SD;

1938
gennaio, scoppia lo "scandalo Blomberg-Fritsch";

marzo, A. Hitler procede all'annessione al Reich dell'Austria;

29 settembre, viene firmato il patto di Monaco;
9-10 novembre, Kristallnacht "notte dei cristalli", progrom antisemita;
[Si dice che questa improvvisa violenza contro le proprietà degli ebrei sia stata causata dall'assassinio di Ernst von Rath, terzo segretario presso l'Ambasciata tedesca a Parigi.]

1939
nel RSHA prende il comando della Sezione IV E (controspionaggio interno);

1939 settembre – aprile 1945 - II Guerra Mondiale

1° settembre, A. Hitler attacca la Polonia;

novembre, gioca un ruolo chiave nell' "Incidente di Venlo", che si conclude con la cattura di due agenti dello spionaggio inglese, il magg. Best ed il cap. Stefens;

1940

maggio-giugno, campagna di Francia

si occupa della stesura di un elenco di 2.300 personalità britanniche che devono essere arrestate non appena la Germania abbia occupato la Gran Bretagna; è inoltre impegnato in moltissime altre attività di spionaggio, tra cui grande successo ha l'attività del "Salone Kitty";

lo stesso anno, viene inviato in Portogallo con l'obiettivo di catturare il duca di Windsor e consorte e di persuaderli a lavorare per la Germania; tuttavia la missione fallisce ed egli stesso sfugge per un soffio alla cattura da parte degli agenti inglesi;
[Sarà considerato uno dei possibili autori del Informationsheft G.B., un libro di informazioni sulla Gran Bretagna da utilizzarsi dopo la prevista invasione.]

Nominato SS-Brigadeführer raggiunge sempre più i vertici del centro di potere delle SS, non disdegnando il suo lavoro nei servizi segreti, dando la caccia a una delle principali spie sovietiche durante la guerra.

1941

invasione dell'Unione Sovietica

22 giugno, inizia la campagna di Russia;

1942
sconfitta nella battaglia d'Inghilterra;

è promosso capo dell'intera Sezione IV nel RSHA a contatto con l'Intelligence straniera;

1943
sconfitte militari in Africa e in Italia, e disfatta di Stalingrado;

1944
è a capo delle unità SS e dell'apparato dell'Intelligence militare della Wehrmacht;
6 giugno, D-Day, inizio dell'invasione finale ad ovest;
20 luglio, Rastenburg, fallisce il colpo di stato tentato contro A. Hitler;

1945
aprile, dopo aver cercato, negli ultimi mesi del conflitto, di persuadere H. Himmler di raggiungere una pace separata con gli Alleati occidentali pensa di sfruttare la mediazione del conte Folke Bernadotte, che egli stesso incontra personalmente a Stoccolma;
30 aprile, A. Hitler si toglie la vita insieme alla sua amante Eva Braun (ufficialmente sposata il giorno precedente);
giugno, viene catturato in Danimarca, mentre stava lavorando al tentativo di concludere una pace separata con gli americani;

Norimberga, processato per crimini contro l'umanità, testimonia contro gli altri imputati nazisti; ritenuto colpevole di complicità nell'assassinio di prigionieri di guerra russi, viene imprigionato;

1949
viene condannato a sei anni di carcere;

Il labirinto (?, le sue memorie, scritte durante la detenzione)
[Dice di se stesso di considerarsi una delle più grandi spie della guerra, tralasciando il fatto che la gran parte delle spie tedesche in Inghilterra erano state arrestate o uccise dalle forze di sicurezza inglesi.]

1951
rilasciato a causa delle sue precarie condizioni di salute, si trasferisce dapprima in Svizzera e poi a Verbania Pallanza in Italia;

1952
31 marzo, muore di cancro a Torino.


Torna su

Nuova Ricerca