Warning: include(..//PowerAuth.php) [function.include]: failed to open stream: No such file or directory in D:\inetpub\webs\viandanteit\sito24\work\ZZZVARI\Militari\Tedeschi\Schafer Paul.php on line 6

Warning: include() [function.include]: Failed opening '..//PowerAuth.php' for inclusion (include_path='.;C:\PHPVersions\PHP52\includes') in D:\inetpub\webs\viandanteit\sito24\work\ZZZVARI\Militari\Tedeschi\Schafer Paul.php on line 6
Il Viandante - Militari - Paul Schäfer

©

Il Viandante

in rete dal 1996


Se ti siamo stati utili effettua una
 

Nuova Ricerca

 

 

Paul SCHÄFER

(Troisdorf 4 dicembre 1921 – Santiago del Cile 24 aprile 2010)

militare, medico e criminale tedesco;


 

1933
30 gennaio, A. Hitler è nominato cancelliere dal presidente del Reich P.L. von Hindenburg;
27 febbraio, incendio del Reichstag;
[I nazisti accusano immediatamente il partito comunista di aver preparato e commesso il crimine. L'incendio è l'inizio della rivoluzione… nasce una nuova era nella storia della Germania.]

1934
30 giugno, "notte dei lunghi coltelli";

1936

1937
5 novembre, Berchtesgaden, nel corso di una riunione A. Hitler comunica che la Germania deve conquistarsi il Lebensraum [spazio vitale] in Europa orientale facendo uso della forza militare;
[Sono presenti anche W. von Fritsch, E. Raeder, W. von Blomberg e il ministro degli esteri K. von Neurath.]

1938
gennaio, scoppia lo "scandalo Blomberg-Fritsch";
marzo, A. Hitler procede all'annessione al Reich dell'Austria;

29 settembre, viene firmato il patto di Monaco;

9-10 novembre, Kristallnacht "notte dei cristalli", progrom antisemita;
[Si dice che questa improvvisa violenza contro le proprietà degli ebrei sia stata causata dall'assassinio di Ernst von Rath, terzo segretario presso l'Ambasciata tedesca a Parigi.]

1939

1939 settembre – aprile 1945 - II Guerra Mondiale

1° settembre, A. Hitler attacca la Polonia;

1940

maggio-giugno, campagna di Francia

unitosi alla Gioventù hitleriana, diviene medico per la Wehrmacht e raggiunge il grado di caporale;

1941

invasione dell'Unione Sovietica

22 giugno, inizia la campagna di Russia;

1942

 

1943

 

1944
6 giugno, D-Day, inizio dell'invasione finale ad ovest;
20 luglio, Rastenburg, fallisce il colpo di stato tentato contro A. Hitler;

1945
30 aprile, A. Hitler si toglie la vita insieme alla sua amante Eva Braun (ufficialmente sposata il giorno precedente);

sedicente psicologo, nel dopoguerra mette su una sorta di ostello per ragazzi orfani non lontano da Bonn;

1962
dopo essere stato condannato per abusi sessuali su minori, decide di lasciare la Germania per fondare una nuova comunità in Cile dove gode di buoni contatti presso la comunità tedesca della zona;


la località scelta è quella di El lavadero, 400 km a sud di Santiago del Cile nella regione del Parral non lontano dal confine argentino;
qui, presentando sempre il suo gruppo che da qualche decina di persone arriverà a contare oltre 500 membri esclusivamente tedeschi o figli di tedeschi come una "semplice congregazione battista" costituisce nel corso degli anni una comunità agricola di 15 mila ettari, totalmente autonoma e autosufficiente; la struttura è infatti dotata di un piccolo ospedale, un forno, una macelleria, una latteria, un mulino, un'officina e perfino di un ristorante gestito in proprio sulla vicina autostrada Panamaericana, una delle maggiori arterie del Paese;
[Le "pratiche religiose" che si svolgono sono tuttavia più in linea con il culto pagano del Terzo Reich che con le festività della Chiesa cui i suoi membri diranno sempre di appartenere.]

in questa "Colonia Dignidad" (poi Villa Baviera), avvengono molti abusi sui minori, per i quali egli sarà condannato a 33 anni di carcere.
[Indagini di Amnesty International e il Rapporto Rettig della Commissione Nazionale per la Verità e la Riconciliazione hanno dimostrato che la colonia era anche utilizzata dalla DINA, la polizia segreta cilena, durante la dittatura di Augusto Pinochet.]

1963
al suo gruppo si lega anche il nuovo "Partito Nacional Socialista Obrera de Chile" che riprende la stessa denominazione del NSDAP (Nationalsozialistische deutsche Arbeiterpartei – Partito nazionalsocialista dei lavoratori tedeschi) di A. Hitler, fondato da un figlio di immigrati tedeschi, Franz Pfeiffer Richter. I suoi aderenti utilizzano divise simili a quelle delle SA e sfilano con bracciali e bandiere con la croce uncinata.

Alla fine degli anni Sessanta, un giovne sfuggito alla colonia, descrive la vita della comunità dove per tenere a bada i suoi membri vengono somministrate droghe che alterano la memoria e viene praticato sistematicamente l'elettroshock da parte dei medici del gruppo…

1973
il colpo di Stato che rovescia Salvador Allende portando al potere il gen. Augusto Piochet (1973-90) mette fine ad ogni indagine su di lui;

"Colonia Dignidad" si trasforma in uno dei centri segreti di prigionia e tortura controllati dalla DINA (Dirección de Inteligenzia Nacional) la famigerata polizia segreta del regime.
A gestire i rapporti delle autorità di Santiago con i suoi uomini "tedeschi" è Michael Townley, un americano cresciuto in Cile, esponente di primo piano del gruppo neonazista di "Patria y Libertad".
[Questi sarà coinvolto, sempre per conto della DINA, anche nell'assassinio dei leader dell'opposiizone cilena riparati all'estero: compito portato a termine anche grazie al coinvolgimento dei neofascisti italiani di Avanguardia nazionale e di Ordine Nuovo.]


Il capo della DINA, il gen. Manuel Contreras, non si occupa solo della repressione dei nemici della dittatura, in patria come all'estero, ma sarà anche un elemento di spicco, se non il promotore della cosiddetta "Operazione Condor".
Per quanto riguarda il Cile è l'ex SS-Standarteführer Walter Rauff a trasmettere alle nuove generazioni quanto appreso alla scuola degli orrori del Terzo Reich. Sarà questi a mandare i prigionieri proprio alla "Colonia Dignidad".

1986
solo ora, dopo che è tornata la democrazia, il luogo viene ispezionato da alcuni funzionari di Amnesty International che scoprono così uno dei "laboratori di tortura" della DINA;

1991
solo ora, una commissione d'inchiesta del parlamento cileno conferma ufficialmente che "Colonia Dignidad" era stata utilizzata come centro di detenzione e tortura dal regime militare;

2006
viene condannato a vent'anni di carcere per aver abusato di decine i minori;

2010
24 aprile, muore nell'ospedale della prigione di Santiago del Cile.
[Con il nome di "Villa Baviera", "Colonia Dignidad" sopravvivrà alla morte del suo fondatore incarnando il dinamismo e la capacità imprenditoriale degli immigrati di origine tedesca, continuando pure a celare parte dei suoi segreti.]

Torna su

 

Nuova Ricerca