Warning: include(..//PowerAuth.php) [function.include]: failed to open stream: No such file or directory in D:\inetpub\webs\viandanteit\sito24\work\ZZZVARI\Militari\Tedeschi\Dirlewanger_O.php on line 6

Warning: include() [function.include]: Failed opening '..//PowerAuth.php' for inclusion (include_path='.;C:\PHPVersions\PHP52\includes') in D:\inetpub\webs\viandanteit\sito24\work\ZZZVARI\Militari\Tedeschi\Dirlewanger_O.php on line 6
Il Viandante - Militari - Dirlewanger_O

©

Il Viandante

in rete dal 1996


Se ti siamo stati utili effettua una

Nuova Ricerca

 

Oskar DIRLEWANGER

(1880 ca-?)

assassino tedesco;

1933
dall'avvento del nazismo si è sempre dimostrato, da un punto di vista politico, un eccellente "camerata del partito";
la sua vita privata, tuttavia, è costellata da una serie di misfatti di ogni genere che gli sono costati processi, anni di prigione e perfino un soggiorno nei campi di concentramento;
tra gli altri crimini ha compiuto due attentati alla morale nei confronti di minorenni;

1936
il suo grande amico Gottlob Berger (futuro braccio destro di H. Himmler), per farlo uscire dal campo di concentramento dove lo ha inviato un tribunale SS, lo fa arruolare nei volontari per la guerra di Spagna, dove combatte dapprima nelle file della Legione straniera - il celebre "Tercio" - poi nella Legione Condor, composta esclusivamente da tedeschi;

1939
tornato in Germania viene fatto entrare, sempre da Gottlob Berger, nelle SS generiche col grado Obersturmführer (tenente); è lo stesso H. Himmler tuttavia che gli impedisce il passaggio nelle Waffen SS;

1939 settembre – aprile 1945 - II Guerra Mondiale

1° settembre, A. Hitler attacca la Polonia;

1940
quando Gottlob Berger procede alla formazione dell'Einsatzkommando, servendosi di numerosi bracconieri che si trovano nelle prigioni o nei campi di concentramento, sorvegliati dai Totenkopf, lo propone alla nomina di comandante di quella truppa di malfattori; H. Himmler, che lo conosce bene, non è molto d'accordo;
finalmente il Reichsführer SS permette che questo individuo diventi istruttore dei contrabbandieri usciti dai campi di concentramento;
[L'80% provengono dal campo di Sachsenhausen.]

1940

maggio-giugno, campagna di Francia

1941

fronte balcanico

invasione dell'Unione Sovietica

22 giugno, inizia la campagna di Russia;

egli dispone di un totale di 2.320 uomini tra i quali figurano 966 "volontari" comunisti (molti dei quali diserteranno per raggiungere l'Armata rossa).
Nel suo gruppo (2°) di Einsatzkommando ci sono anche, gomito a gomito:
- uomini della Wehrmacht puniti per disobbedienza,
- SS
condannate per diversi motivi,
- membri dell'SD;
i quadri non valgono più; i sottufficiali sono stati scelti fra i "kapo" più crudeli dei campi di concentramento e gli ufficiali trovano qui un grado che avevano perso in seguito a gravi mancanze nel servizio.
In questa unità la disciplina è realmente disumana; egli ha potere di vita e di morte su tutti i suoi uomini. Ha una formula precisa: «Combattere il terrore con il terrore».

1942
le atrocità compiute dal suo gruppo sono tali da indurre il giudice SS, Konrad Morgen, ad aprire un'inchiesta, le cui conclusioni sono così severe da allarmare lo stesso Gottlob Berger;
viene quindi con in suoi uomini inviato da quest'ultimo nella Russia centrale, a Mohilev;
qui compie uno dei più orribili massacri di tutta la campagna dell'est;

1943
si vede accordare la Croce d'Oro del Reich: ha ucciso più di 15.000 partigiani e ha avuto solo 92 morti, 8 dispersi e 218 feriti nel suo gruppo; quanto al giudice Konrad Morgen, viene mandato al fronte come semplice soldato;

1944
porta ungruppo di 80 uomini della sua unità,li fa entrarenel forno crematorio e li uccide a colpi di mitragliatrice per ribellione;
6 giugno, D-Day, inizio dell'invasione finale ad ovest;
20 luglio, Rastenburg, fallisce il colpo di stato tentato contro A. Hitler;

1945
febbraio, quando i russi entrano a Berlino si trovano davanti i suoi uomini ormai da tutti ben conosciuti: nessuno di loro viene lasciato in vita… tranne lui che riesce a fuggire;
30 aprile, A. Hitler si toglie la vita insieme alla sua amante Eva Braun (ufficialmente sposata il giorno precedente);

1960
Secondo un rapporto ufficiale, il suo corpo viene ora identificato, dopo l'esumazione, a Althausen nell'Alta-Svevia.

Torna su

Nuova Ricerca