Warning: include(..//PowerAuth.php) [function.include]: failed to open stream: No such file or directory in D:\inetpub\webs\viandanteit\sito24\work\ZZZVARI\Militari\Tedeschi\Bolschwing Otto.php on line 6

Warning: include() [function.include]: Failed opening '..//PowerAuth.php' for inclusion (include_path='.;C:\PHPVersions\PHP52\includes') in D:\inetpub\webs\viandanteit\sito24\work\ZZZVARI\Militari\Tedeschi\Bolschwing Otto.php on line 6
Il Viandante - Militari - Otto von Bolschwing

©

Il Viandante

in rete dal 1996


Se ti siamo stati utili effettua una
 

Nuova Ricerca

 

 

Otto Albrecht Alfred von BOLSCHWING

(Schönbruch, distretto di Bartenstein, Prussia orientale - futura Szczurkowo, Polonia 15 ottobre 1909 – Carmichael, California 7 marzo 1982)

militare tedesco.

[Discendente dall'aristocratica famiglia Bodelschwingh [de].]

studia all'Università di Breslavia e all'Università di Londra;

 

 

1932
aprile, entra nel NSDAP (Nationalsozialistische deutsche Arbeiterpartei – Partito nazionalsocialista dei lavoratori tedeschi);

 

1933
30 gennaio, A. Hitler è nominato cancelliere dal presidente del Reich P.L. von Hindenburg;
27 febbraio, incendio del Reichstag;
[I nazisti accusano immediatamente il partito comunista di aver preparato e commesso il crimine. L'incendio è l'inizio della rivoluzione… nasce una nuova era nella storia della Germania.]

diviene un membro delle SS e viene assegnato alla sezione di intelligence straniera del Sicherheitsdienst(SD) e lavora come agente sotto copertura in Palestina, scambiandosi promesse di incoraggiare i giovani ebrei a emigrare per ottenere informazioni sui britannici forniti dall'Haganah;
strettamente associato con A. Eichmann, diviene suo aiutante e ha un certo coinvolgimento nella pianificazione della "soluzione finale";

1934
30 giugno, "notte dei lunghi coltelli";

1936

1937
5 novembre, Berchtesgaden, nel corso di una riunione A. Hitler comunica che la Germania deve conquistarsi il Lebensraum [spazio vitale] in Europa orientale facendo uso della forza militare;
[Sono presenti anche W. von Fritsch, E. Raeder, W. von Blomberg e il ministro degli esteri K. von Neurath.]

scrive un memorandum sull'emigrazione ebraica, riferendosi alle rivolte antiebraiche di Berlino del 1935:
"Il mezzo di maggior successo per privare gli ebrei del loro senso di sicurezza è l'ira del popolo che si esprime nelle rivolte. Anche se questo metodo è illegale, come dimostrato dal "Kurfürstendamm Riot", ha avuto un impatto duraturo."

Il suo rapporto suggerisce metodi burocratici come restrizioni economiche, tasse speciali e sottrazioni di passaporti per eliminare la Germania dai suoi ebrei. H. Himmler rimane colpito dal rapporto e gli assegna il lavoro sotto A. Eichmann.
[Negli anni seguenti egli scriverà dozzine di promemoria e rapporti su come perseguitare gli ebrei. I suoi suggerimenti a A. Eichmann includono la confisca dei soldi dagli ebrei, l'etichettatura sui loro passaporti e la possibilità agli ebrei di lasciare la Germania ma di non tornare. Invece di sostenere l'omicidio di massa di ebrei, propone di rendere le loro vite così terrificanti e insopportabili da farli lasciare volontariamente la Germania.]

 

1938
gennaio, scoppia lo "scandalo Blomberg-Fritsch";
marzo, A. Hitler procede all'annessione al Reich dell'Austria;

29 settembre, viene firmato il patto di Monaco;

9-10 novembre, Kristallnacht "notte dei cristalli", progrom antisemita;
[Si dice che questa improvvisa violenza contro le proprietà degli ebrei sia stata causata dall'assassinio di Ernst von Rath, terzo segretario presso l'Ambasciata tedesca a Parigi.]

1939

1939 settembre – aprile 1945 - II Guerra Mondiale

1° settembre, A. Hitler attacca la Polonia;

1940

maggio-giugno, campagna di Francia

 

1941
30 gennaio, è promosso al grado di SS-Hauptsturmführer (capitano);
marzo, dopo essere tornato in Germania, intraprende una carriera nel mondo degli affari, diventando partner della Bank voor Onroerende Zaken, una banca con sede ad Amsterdam che ha un ruolo nella confisca di beni appartenenti a cittadini ebrei nei Paesi Bassi occupati dai nazisti;
[Le sue azioni – secondo Eric Lichtblau – non sono motivate dall'antisemitismo tanto quanto dal desiderio di potere e ricchezza. Eric Lichtblau noterà che nel bel mezzo dell'Olocausto, egli sposò una donna semi-ebrea.]

invasione dell'Unione Sovietica

22 giugno, inizia la campagna di Russia;

divenuto rappresentante della SD presso l'ambasciata tedesca a Bucarest, in Romania, vi organizza un pogrom antiebraico con la Guardia di ferro, in cui vengono uccisi 125 ebrei;

1942

 

1943

 

1944
6 giugno, D-Day, inizio dell'invasione finale ad ovest;
20 luglio, Rastenburg, fallisce il colpo di stato tentato contro A. Hitler;

1945
prima della fine della seconda guerra mondiale, egli viene reclutato dal CIC (Counter Intelligence Corps) – il braccio di controspionaggio del Servizio Segreto dell'Esercito degli Stati Uniti, che in seguito sarà fuso nella CIA (Central Intelligence Agency);
[Forse ciò è dovuto al fatto che, riconoscendo che la Germania è destinata a perdere la guerra, ha deciso di lavorare con la squadra vincente.]

primavera, lavora per il CIC a Salisburgo;
[Secondo la CIA è uno dei loro agenti di più alto rango in Europa. Ha fornito informazioni sui colleghi nazisti e sulle operazioni militari tedesche.]

30 aprile, A. Hitler si toglie la vita insieme alla sua amante Eva Braun (ufficialmente sposata il giorno precedente);

1949
si unisce all' "Organizzazione Gehlene" mobilita i precedenti contatti in Italia per influenzare gli eventi della guerra civile greca, fornendo al contempo l'intelligence di una possibile sovversione da parte di agenti comunisti;
dopo essere stato espulso per inettitudine e insubordinazione, inizia a lavorare per la CIA, gestendo una rete spia antisovietica composta da ex nazisti in Austria;

[Durante questo periodo, la conoscenza della CIA sul suo passato nazista è limitata. Ha ammesso di essere stato un membro portatore di carte del partito nazista, ma ha affermato di aver iniziato a farvi parte solo come un modo per ottenere l'approvazione del governo per una fabbrica di cemento che voleva costruire nella Prussia orientale e che aveva cercato di contrastare A. Hitler. Alcuni funzionari all'interno della CIA hanno dei dubbi su di lui. Una prima valutazione di lui affermando che la conoscenza della CIA del suo record di guerra "si basa quasi interamente sulle sue dichiarazioni non supportate", riferendosi a lui come "auto-ricerca, egoista e un uomo di mutevoli lealtà". Altri memo lo definiscono un "personaggio ombroso" e gli suggeriscono di essere tenuto con un "stretto". La CIA possiede prove che lo collegano ad A. Eichmann e ai vertici delle SS.
Una fonte ritenuta affidabile lo identifica come membro della SD, e un'altra fonte in Polonia lo identifica come l'uomo di punta delle SS nel lavorare con la Guardia di ferro rumena. Ciononostante, la CIA decide di utilizzare i suoi servizi, con una valutazione sostenendo che la sua appartenenza al precedente partito nazista era "relativamente insignificante, in particolare in vista dell'eccellente servizio del soggetto per nostro conto".]

1950
il governo austriaco si informa su di lui a causa di sospetti di crimini di guerra e la CIA si precipita a proteggerlo da possibili azioni giudiziarie. Agli austriaci viene detto che non c'è "nessun file disponibile" su di lui.

Qualche anno dopo, dopo aver avuto problemi di visto, la CIA cerca di aiutarlo a ottenere la cittadinanza austriaca. Quando ciò non ha successo, la CIA decide di aiutarlo a emigrare negli Stati Uniti. La CIA aiuta ad accelerare la sua richiesta di visto per gli Stati Uniti, trattiene informazioni dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti sul suo passato nazista e prenota i biglietti per lui e sua moglie in un lussuoso viaggio in nave da crociera negli Stati Uniti.

1954
?2 febbraio, quando lui e sua moglie arrivano negli Stati Uniti, sono accolti da un ufficiale dell'intelligence militare che aveva lavorato con lui in Europa e vengono ospitati a Boston a casa per qualche mese;
[Avendolo portato negli Stati Uniti e vedendo ciò come una ricompensa per il suo servizio, la CIA conclude i suoi rapporti con lui, ordinandogli di interrompere tutte le relazioni e di contattarla solo in caso di una "terribile emergenza", una "situazione di vita o di morte".]

Negli Stati Uniti, egli diviene il dirigente di una serie di compagnie farmaceutiche e chimiche e presta servizio come consulente per progetti in Germania, viaggiando spesso per affari.

1959
diviene cittadino americano;

viene messo "in riserva" per un incarico di prestigio come rappresentante del Dipartimento di Stato per lo sviluppo internazionale in India;


1960
11 maggio, A. Eichmann viene rapito in Argentna da un commando del Mossad israeliano;

La notizia del rapimento lo induce a temere di essere il prossimo.
Prevede correttamente che il suo nome sarebbe venuto fuori al "processo Eichmann" e teme che una nuova indagine nell'ufficio per gli affari ebraici dei nazisti come parte degli sforzi dell'accusa avrebbe scoperto il suo ruolo. Temendo che sarebbe stato perseguito e che gli israeliani avrebbero persino potuto rapirlo nello stesso modo in cui avevano rapito A. Eichmann, contatta uno dei suoi ex gestori, esprimendo le sue paure e sostenendo che ha paura della sua vita. La CIA, a sua volta, è alla disperata ricerca di mantenere segreto il suo nome e il suo coinvolgimento con A. Eichmann. Gli agenti dei servizi segreti della Germania occidentale che hanno trascorso un mese a Washington esaminando i file dei servizi segreti statunitensi sulla base delle loro enormi prove scoperte che lo collegano direttamente a A. Eichmann e all'ufficio affari ebraici. Nonostante il fatto che questa informazione sia rimasta negli archivi della CIA per anni, l'agenzia lo incolpa per la sua disonestà nel minimizzare il suo ruolo con il Partito nazista per la situazione in cui ora si trova.

La CIA accetta di proteggerlo, promettendo che non lo consegnerà a Israele e che non consegnerà le prove del suo passato al Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti.
[Se il Dipartimento di Giustizia avesse ricevuto le prove, potenzialmente avrebbe potuto aprire un procedimento di espulsione contro di lui, e se fosse stato espulso, avrebbe rischiato di essere perseguito nella Germania occidentale o in Austria.]
In cambio, egli deve rinunciare alla sua candidatura per rappresentante dello sviluppo in India.

1969
lavora per la società di leasing di computer della California Trans-International Computer Investment Corporation di Sacramento, che ha contratti per il Dipartimento della Difesa. Passa a vicepresidente, ma il suo lavoro finisce qui quando la società viene coinvolta in uno scandalo finanziario.
[La società fallirà nel 1971.]

1978
sua moglie si suicida;
il governo degli Stati Uniti non ha ancora iniziato a indagare sulle sue attività nella Germania nazista;

1979
il suo record di guerra viene rivelato al pubblico;

1981
maggio, il Dipartimento di Giustizia presenta accuse contro di lui per aver nascosto il suo passato nazista e cerca di espellerlo;
alla sua seconda moglie dichiara di essere stato un doppio agente per gli americani in Tirolo; si arrende alla sua cittadinanza americana;

1982
all'inizio dell'anno il processo viene ritardato mentre gli viene permesso di rimanere nel paese a causa del suo deterioramento della salute – ha una malattia cerebrale incurabile;
marzo, muore in una casa di cura a Carmichael, in California.

 

Torna su

 

Nuova Ricerca