Warning: include(..//PowerAuth.php) [function.include]: failed to open stream: No such file or directory in D:\inetpub\webs\viandanteit\sito24\work\ZZZVARI\Militari\Francesi\Touvier Paul.php on line 6

Warning: include() [function.include]: Failed opening '..//PowerAuth.php' for inclusion (include_path='.;C:\PHPVersions\PHP52\includes') in D:\inetpub\webs\viandanteit\sito24\work\ZZZVARI\Militari\Francesi\Touvier Paul.php on line 6
Il Viandante - Militari - Paul Touvier

©

Il Viandante

in rete dal 1996


Se ti siamo stati utili effettua una
 

Nuova Ricerca

 

 

Paul TOUVIER

(Saint-Vincent-sur-Jabron, Alpi dell'Alta Provenza 3 aprile 1915 – 17 luglio 1996)

collaborazionista nazista francese;

[Uno degli 11 figli e il più vecchio dei cinque ragazzi, di François Touvier, un esattore delle tasse a Chambéry – dopo essersi ritirato dopo aver prestato servizio come soldato in carriera per 19 anni – molto conservatore, ammiratore del monarchico e antiparlamentazionista Charles Maurras e "L'Action Française" –, e di Eugenie, un'orfana cresciuta dalle suore – da adulta, era molto religiosa e andava a messa ogni giorno; nato insomma in una famiglia devotamente cattolica, di classe medio-bassa ed estremamente conservatrice.]

da giovane serve come chierichetto e frequenta poi un seminario per un anno, con l'intenzione di diventare sacerdote;

durante la sua adolescenza gli muore la madre;

 

1931
16ennem si diploma all'istituto St. Francis de Sales a Chambéry;

 

1933
30 gennaio, A. Hitler è nominato cancelliere dal presidente del Reich P.L. von Hindenburg;
27 febbraio, incendio del Reichstag;
[I nazisti accusano immediatamente il partito comunista di aver preparato e commesso il crimine. L'incendio è l'inizio della rivoluzione… nasce una nuova era nella storia della Germania.]

1934
30 giugno, "notte dei lunghi coltelli";

1936
21enne, suo padre gli trova un lavoro come impiegato presso la locale stazione ferroviaria, dove lavorerà fino allo scoppio della I guerra mondiale;

il padre, rimasto vedovo alla vigilia della guerra, continua a risiedere a Chambéry;

1937
5 novembre, Berchtesgaden, nel corso di una riunione A. Hitler comunica che la Germania deve conquistarsi il Lebensraum [spazio vitale] in Europa orientale facendo uso della forza militare;
[Sono presenti anche W. von Fritsch, E. Raeder, W. von Blomberg e il ministro degli esteri K. von Neurath.]

1938
gennaio, scoppia lo "scandalo Blomberg-Fritsch";
marzo, A. Hitler procede all'annessione al Reich dell'Austria;

29 settembre, viene firmato il patto di Monaco;

9-10 novembre, Kristallnacht "notte dei cristalli", progrom antisemita;
[Si dice che questa improvvisa violenza contro le proprietà degli ebrei sia stata causata dall'assassinio di Ernst von Rath, terzo segretario presso l'Ambasciata tedesca a Parigi.]

1939

1939 settembre – aprile 1945 - II Guerra Mondiale

1° settembre, A. Hitler attacca la Polonia;

allo scoppio della guerra viene mobilitato; unendosi all'VIII divisione di fanteria dell'esercito francese, combatte contro la Wehrmacht tedesca finché, dopo l'attentato di Chateau-Thierry, lascia la città;

1940

maggio-giugno, campagna di Francia

ritorna a Chambér, poi occupata dal Regno d'Italia;

dopo la fondazione del Milice, la sua vita prende una nuova direzione;

1941

invasione dell'Unione Sovietica

22 giugno, inizia la campagna di Russia;

Dopo la creazione del governo di Vichy, lui e la sua famiglia sono fermi sostenitori del mar.llo Ph. Pétain; padre e figlio si uniscopno quindi al gruppo dei veterani di Vichy appemna fondato.

1942

 

1943

 

1944
6 giugno, D-Day, inizio dell'invasione finale ad ovest;
20 luglio, Rastenburg, fallisce il colpo di stato tentato contro A. Hitler;

1945
30 aprile, A. Hitler si toglie la vita insieme alla sua amante Eva Braun (ufficialmente sposata il giorno precedente);

 


 

 

Anni di guerra
Unendosi all'8a divisione di fanteria dell'esercito francese , Touvier combatté contro la Wehrmacht tedesca finché, dopo l'attentato di Chateau-Thierry , lasciò la città. Touvier ritornò a Chambéry nel 1940, che fu poi occupato dal Regno d'Italia . La sua vita ha preso una nuova direzione dopo la fondazione del Milice .

Touvier era diventato famoso per aver inseguito le ragazze e per commerciare nel mercato nero . Disgustato, il padre devotamente cattolico lo convinse a unirsi alla Milice, sperando che una piccola disciplina militare avrebbe "fatto uscire un uomo da suo figlio".

Touvier è stato infine nominato capo del dipartimento di intelligence nella Chambéry Milice sotto la direzione del funzionario delle SS tedesco , Klaus Barbie . Nel gennaio 1944 divenne il suo secondo capo regionale.

Post liberation
Dopo la liberazione della Francia da parte delle forze alleate , Touvier si nascondeva; è sfuggito all'esecuzione sommaria subita da molti sospetti collaboratori. Il 10 settembre 1946, il governo lo condannò a morte in contumacia per tradimento e collusione con i nazisti . Nel 1947 fu arrestato per rapina a mano armata a Parigi , ma riuscì a fuggire.

Fuggitivo
Nel 1966, l'esecuzione della sua condanna a morte fu prescritta in base a una prescrizione di 20 anni di limitazioni . Successivamente, gli avvocati di Touvier hanno presentato una domanda di grazia . Hanno chiesto che venga revocato il divieto di lasciare la nazione per tutta la vita e la confisca dei beni legati alla pena di morte . Nel 1971, il presidente francese Georges Pompidou concesse a Touvier la grazia.

Il perdono di Pompidou provocò una protesta pubblica. Ciò aumentò quando fu rivelato che la maggior parte della proprietà che Touvier sosteneva come sua era stata presumibilmente sequestrata da ebrei deportati .

Il 3 luglio 1973, Georges Glaeser presentò una denuncia contro Touvier alla corte di Lione , accusandolo di crimini contro l'umanità. Non vi era alcun limite di legge su tali addebiti. Glaeser accusò Touvier di ordinare l'esecuzione di sette ostaggi ebrei a Rillieux-la-Pape, vicino a Lione , il 29 giugno 1944. Questa fu una rappresaglia per l' omicidio di Philippe Henriot , il Segretario di Stato del governo di Vichy per l'informazione e la propaganda, che era avvenuto la sera precedente . Dopo essere stato incriminato, Touvier è scomparso di nuovo. Anni di manovre legali sono seguite dai suoi avvocati fino all'emissione di un mandato per il suo arresto il 27 novembre 1981.

Arresto e processo
Il 24 maggio 1989, Touvier fu arrestato al Priorato della Compagnia di San Pio X (SSPX) a Nizza . La FSSPX disse che a Touvier era stato concesso di vivere nel Priorato come "un atto di carità verso un senzatetto ". [3]

Morte
Il 17 luglio 1996, Paul Touvier morì di cancro alla prostata all'età di 81 anni nel carcere di Fresnes , vicino a Parigi. Una messa del Requiem tridentino è stata offerta per il riposo della sua anima da padre Philippe Laguérie a St Nicolas du Chardonnet , la cappella della Società di San Pio X , a Parigi.

Nella cultura popolare
Il romanzo del romanziere irlandese-canadese Brian Moore del 1995, The Statement , è liberamente ispirato alla vita di Touvier. È stato adattato come un film, anche intitolato The Statement (2003), diretto da Norman Jewison . Michael Caine è apparso come Pierre Brossard, un personaggio ispirato a Touvier.

Gli sforzi compiuti nel 1989 dalle autorità francesi per trovare e arrestare Touvier sono documentati in un episodio della serie televisiva History , Nazi Hunters , trasmessa per la prima volta il 1 ° novembre 2010. [4]

Collegamento Brel
Per diversi anni, il cantante belga Jacques Brel ha lavorato con Touvier. [5] Touvier incontrò Brel riferendosi a lui in un ristorante e dicendo: "Sono Paul Touvier, un condannato". [6] La moglie di Brel, tuttavia, disse che lo conoscevano solo come "Paul Berthet", un alias che a volte usava, basato sul nome da nubile di sua moglie . [6]

Vedi anche


 


Torna su

 

Nuova Ricerca